T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» Behringer ep1500
Oggi alle 19:32 Da dinamanu

» Arcam FMJ A19
Oggi alle 19:27 Da dinamanu

» BILL EVANS: La magia di un trio riscoperto
Oggi alle 18:56 Da magistercylindrus

» [SS+sped] Cabinet Ciare H07 per PH 250
Oggi alle 18:45 Da Aunktintaun

» ciò solo 200 euri.... le scinte e il cinesino.... oppure...
Oggi alle 18:11 Da lello64

» Un incredibile diluvio sonoro lungo 11 minuti!
Oggi alle 17:32 Da mauretto

» il dubbio...
Oggi alle 16:10 Da giucam61

» SMSL M7: il dac definitivo alla portata di tutti?
Oggi alle 16:08 Da pallapippo

» Steely Dan
Oggi alle 14:54 Da lello64

» Fx-Audio D802
Oggi alle 14:05 Da Kha-Jinn

» Lista JAZZ BOX SET in vendita
Ieri alle 23:47 Da andy65

» AMPLIFICATORI VINTAGE
Ieri alle 23:45 Da nerone

» Nuovo Douk Dac
Ieri alle 20:45 Da uncletoma

» Consiglio: impianto si o no e cosa (poco spazio, max 600€)
Ieri alle 19:20 Da dinamanu

» Spyro Gyra
Ieri alle 18:51 Da andy65

» l'audiofilo chi e' secondo voi?
Ieri alle 17:48 Da Kha-Jinn

» Gegè Telesforo - Nu Joy
Ieri alle 16:45 Da potowatax

» Wynton Marsalis
Ieri alle 14:45 Da andy65

» ECM Selected Recording
Ieri alle 14:32 Da andy65

» LP jazz a Roma da non perdere
Ieri alle 14:25 Da andy65

» Roy Hargrove
Ieri alle 14:09 Da andy65

» Mel Lewis & The Jazz Orchestra - Make Me Smile & Other New Works by Bob Brookmeyer
Ieri alle 14:04 Da andy65

» Bill Evans - From Left to Right
Ieri alle 14:02 Da andy65

» concerti al manzoni di milano
Ieri alle 14:01 Da andy65

» John Coltrane - Giant Steps
Ieri alle 13:58 Da andy65

» ecco l'onesto epigono ...Johnny Winter con Muddy Waters e JL Hooker
Ieri alle 13:44 Da andy65

» Tre magiche chitarre
Ieri alle 11:24 Da Zio

» Consiglio (conferma?) Nuovo Impianto (Budget 400 euro )
Ieri alle 10:43 Da nerone

» Marantz PM6006 da Amazon UK (Home AV Direct)
Ieri alle 9:56 Da giucam61

» CD SPECIALE! Di HANK JONES "blueseggiante" (per amanti jazz alla Oscar Peterson)
Ieri alle 9:33 Da andy65

Statistiche
Abbiamo 11030 membri registrati
L'ultimo utente registrato è kaiokaio

I nostri membri hanno inviato un totale di 795349 messaggi in 51576 argomenti
I postatori più attivi della settimana
dinamanu
 
andy65
 
giucam61
 
lello64
 
nerone
 
Nadir81
 
Kha-Jinn
 
Albert^ONE
 
pallapippo
 
uncletoma
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15512)
 
Silver Black (15477)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9180)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 76 utenti in linea: 5 Registrati, 0 Nascosti e 71 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

amordechai, dinamanu, embty2002, futuroblu, p.cristallini

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Pagina 8 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  rattaman il Gio 11 Giu 2009 - 20:42

Ragazzi la batteria al piombo si può utilizzare sdraita su di un fianco???
avatar
rattaman
Falegname HiFi specializzato
Falegname HiFi specializzato

Data d'iscrizione : 27.08.08
Numero di messaggi : 5141
Località : San Giorgio a Cremano (Na)
Occupazione/Hobby : DISOCCUPATO
Provincia (Città) : PESSIMISTA FINO AL MIDOLLO
Impianto :
Spoiler:
Lettore CD :Marantz CD67 special edition.
Amplificatore: Cambridge Audio Azur 640A .

Diffusori: PSB alpha B1.
Stand: Autocostruiti.[/b]
Mie Realizzazioni:




Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  ANDR3A101 il Gio 11 Giu 2009 - 20:47

rattaman ha scritto:Ragazzi la batteria al piombo si può utilizzare sdraita su di un fianco???

me lo chiedo anche io...

pero posso dirti che e da quando ho la fenice percui da questo inverno che l'amp sta sotto la batteria coricata e nn e successo nulla

poi ci sn alcuni amp commerciali che ce l'hanno sdraiata...

se e al gel nn dovrebbe dare problemi, quello col acido invece tassativamente NO
che si sparge a terra...
avatar
ANDR3A101
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 09.03.09
Numero di messaggi : 673
Località : Chiaravalle Centrale (CZ)
Occupazione/Hobby : studente, cameriere, new economy, preparatore scooter da corsa
Provincia (Città) : mah se tira...
Impianto : Le cose belle non sono giocattoli ma oggetti che emanano un fascino proprio che scaturisce dalla logica della funzione per la quale sono stati progettati e costruiti.
Lucio Cadeddu...

Una batteria due batterie, tre batterie...
Più batterie (e caricatori) nci su, e megghiu mi sientu!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Michele il Gio 11 Giu 2009 - 20:57

Credo che la batteria sdraiata su un fianco dia un suono meno dinamico, perchè rischia di assopirsi durante l'erogazione di corrente!!!! Wink Laughing Laughing

Si scherza, Michele Hehe
avatar
Michele
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 08.02.08
Numero di messaggi : 560
Località : Roma
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Amp: Naim 140 + Naim 62; Casse: Aliante One SW Pininfarina; Sorg: Revox b226, PopPulse 707 modificato, Ariston RD80 con Grado gold. Ex T-ampista: senza rinnegare nulla ;-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Barone Rosso il Gio 11 Giu 2009 - 23:12

rattaman ha scritto:Ragazzi la batteria al piombo si può utilizzare sdraita su di un fianco???

Se si tratta di una batteria di automobile, assolutamente NO.

Altrimenti fa come vuoi ..... ma deve essere sigillata.
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8035
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  kingbowser il Ven 12 Giu 2009 - 3:26

solo quelle sigillate da UPS e antifurto (al gel), dove espressamente scritto, possono essere messe coricate. Devono però avere possibilità di sfogo di gas dalle apposite valvole di sicurezza (quindi non va messo in un cabinet completamente ermetico).
Quelle da auto e moto non sono sigillate, l'acido solforico non è immerso in un materiale spugnoso come nel caso succitato ma si trova liquido in apposite cellette (questa tipologia non va per nessun motivo ruotata)
avatar
kingbowser
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 14.04.09
Numero di messaggi : 1176
Località : Aosta
Impianto : iMac & PlayStation scph-1002, sure board TK2050, diffusori fulrange autocostruiti con TB W4 657B (da verniciare)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  bonghittu il Ven 12 Giu 2009 - 7:56

kingbowser ha scritto:(questa tipologia non va per nessun motivo ruotata)

La presenza di acido solforico rende le batterie per autotrazione decisamente sconsigliabili
per uso interno per lunghi periodi. Capita di trovare batterie scadenti
con evidenti e pericolosissime perdite di acido anche dopo pochi mesi.
Se l'ambiente e' frequentato da familiari e animali domestici pensate
anche alla loro sicurezza, altro che sentire suonare bene l'impianto.... Evil or Very Mad

Le batterie per UPS sono invece perfette per lo scopo perche' vengono ideate
per uso interno, non hanno problemi di fuoriscita di liquido anche dopo dieci
anni di totale inattivita' (ma vanno smaltite correttamente!!!). A scopo cautelativo
comunque meglio usare un box (case di vecchi gruppi di continuita' sono l'ideale).
avatar
bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3519
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  niktek il Ven 28 Ago 2009 - 6:14

ANTONIO55 ha scritto:I gruppi di continuità UPS sono alimentatori stabilizzati che caricano una batteria tampone e intervengono in caso si interruzione dell'energia elettrica.
In quel caso la batteria tampone garantisce 5/10 minuti di energia al computer.
I trasformatori di isolamento sono un'altra cosa.
La tensione non viene trasformata come per gli alimentatori da 220 volt a varie tensioni, bensì rimane la stessa in ingresso ed in uscita.
In questo caso le porcherie che fornisce la Società elettrica rimangono sul primario del trasformatore ed il secondario fornisce tensione pulita.
Antonio

mi spiegate perchè "... le porcherie che fornisce la Società elettrica rimangono sul primario del trasformatore ed il secondario fornisce tensione pulita" ??????

grazie 1000

niktek
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 28.08.09
Numero di messaggi : 15
Località : napoli - ferrara
Impianto : monitor attivi tascam vl-x5 - terratec phase 24fw - cavi proel bilanciati

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  tubaz il Ven 27 Nov 2009 - 18:47

Forse mi si è fottuto lo switching di serie del TA10.1 (forse perchè mi è saltata la corrente qualche volta ed è uno degli indagati), allora mi son detto perchè non pensare a:
- uno stabilizzato zetagi o simile (ai tempi per il t-amp gli switching non era consigliati e quindi ho lo stesso dubbio per il Trend)
- batteria 12v 7ah a cui collegare il Trend e magari anche il t-preamp

A questo punto però dopo aver letto tutto il thread, non ho capito che tipo di oggetto poter comprare che consenta di agevolare al massimo la gestione della batteria.
Nel senso: esiste un modo per caricare la batteria tramite un caricabatterie che comandato da me (es. la sera prima di dormire lo accenderei) si preoccupi di caricare la batteria evitando però di dover scollegare lei dall'ampli?

L'idea sarebbe quelle di mettere dietro al mobile un case qualsiasi con dentro la batteria ed il caricabatteria senza smanettarci mai tranne agire ovviamente sull'interruttore del caricabatt.
Esiste qualcosa del genere (se mi son spiegato...)?
Grazie
avatar
tubaz
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 15.08.08
Numero di messaggi : 43
Località : Milano
Provincia (Città) : milano
Impianto : Thorens Td166 MkII
Oppo dv 980
tv+sky+appletv tutte in analogico dentro al pre
altro ingresso aux normalmente dedicato a smartphone-tablet
Pre T-Preamp
Finale Trends Audio Ta 10.1
Casse Energy rc-30


Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Andrea Gianelli il Dom 29 Nov 2009 - 12:45

E' buona norma effettuare la ricarica con connettore disinserito e, in ogni caso, ad amplificatore spento.

Scollegare il cavo di alimentazione lato ampli non credo sia un problema: poi la mattina, a batteria carica, lo ricolleghi.

Io faccio così, in modo da evitare componenti aggiuntivi sul percorso: si tratta del modo migliore per evitare disturbi e garantire la massima protezione al circuito.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Barone Rosso il Dom 29 Nov 2009 - 13:00

tubaz ha scritto:

L'idea sarebbe quelle di mettere dietro al mobile un case qualsiasi con dentro la batteria ed il caricabatteria senza smanettarci mai tranne agire ovviamente sull'interruttore del caricabatt.
Esiste qualcosa del genere (se mi son spiegato...)?
Grazie

Procurati un commutatore a tre posizioni (simile a quelli che mettono sulle lampade alogene) con la posizione 1 alimenti l'ampli con la 2 ricarichi la batteria e con la terza tutto spento; e monta il tutto dentro ad una scatola di plastica.
[Sulle lampade alogene fanno: spento, luce bassa e luce forte]

Se vuoi puoi sempre usare un commutatore audio (ma forse è troppo costoso visto l'uso)
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8035
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  tubaz il Dom 29 Nov 2009 - 22:54

Grazie molto gentili. Adesso ho qualche spunto un più su cui ragionare. Grassie
avatar
tubaz
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 15.08.08
Numero di messaggi : 43
Località : Milano
Provincia (Città) : milano
Impianto : Thorens Td166 MkII
Oppo dv 980
tv+sky+appletv tutte in analogico dentro al pre
altro ingresso aux normalmente dedicato a smartphone-tablet
Pre T-Preamp
Finale Trends Audio Ta 10.1
Casse Energy rc-30


Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Barone Rosso il Dom 26 Set 2010 - 20:38

Per tornare al tema:

Penso che il gingillo qui sotto ovvero il lt3080 possa davvero competere ad armi pari con le batterie al piombo e quella che ho provato è un alimentazione sottodimensionata.

Vedi:
http://www.tforumhifi.com/autocostruzione-f31/un-regolatore-di-tensione-eccezionale-t9798-15.htm#171087

Anche se timbricamente parlando il risultato è diverso; ma non per questo peggiore.
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8035
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  madqwerty il Dom 26 Set 2010 - 20:48

Barone Rosso ha scritto:Per tornare al tema:
giusto Wink
il problema di Spocry di è spostato qui : http://www.tforumhifi.com/sos-aiuto-tecnico-f33/problemi-ricarica-batteria-6v-72ah-t10970.htm Hello
avatar
madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Barone Rosso il Dom 26 Set 2010 - 21:23

madqwerty ha scritto:
Barone Rosso ha scritto:Per tornare al tema:
giusto Wink
il problema di Spocry di è spostato qui : http://www.tforumhifi.com/sos-aiuto-tecnico-f33/problemi-ricarica-batteria-6v-72ah-t10970.htm Hello

È più o meno il problema di tutti le batterie vanno ricaricate e si perde tempo.
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8035
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  pierpaolo il Sab 22 Gen 2011 - 23:55

Vorrei alimentare il trend audio ta 10.1 con il suo alimentatore in parallelo ad una batteria piombo sigillata 12v 7a.
I picchi di assorbimento sarebbero assolti dalla batteria, che a sua volta è sempre in carica.
L'alimentatore originale fornisce esattamente 12,7 volt, sufficenti atenere in carica la batteria in modo continuativo senza scaldarla o supercaricarla.
Che ne dite? Inconvenienti?

pierpaolo
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 17.12.08
Numero di messaggi : 202
Località : roma
Occupazione/Hobby : vivere meglio che posso
Provincia (Città) : benissimo
Impianto : Notebook file loseless/ dac superpro con modifica trasformatori/ trends audio TA 10.1/ gainclone/ casse pneumatiche Advent 2 vie riconate (finora le migliori) VIRTUE TWO 2 (The Best!!)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Cella il Dom 23 Gen 2011 - 1:28

La corrente fornita alla batteria deve essere limitata e regolata, dovresti aggiungere un diodo di protezione e corresti il rischiondi rovinare la batteria.

Anche le persone che usano un deviatore commettono una leggerezza.

La soluzione ottimale è la ricerca di un pannello fotovoltaico opportunamente dimensionato, in modo che la batteria si mantenga carica.

Se il problema sono i transienti, una batteria di condensatori è la soluzione con meno controindicazioni e dura pure di più nel tempo.

Se si ricerca la massima pulizia nel segnale bisogna togliere alimentatore.

Cella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.04.10
Numero di messaggi : 2715
Impianto : Trends TA-10.2
Kingrex T20U
Topping TP32
Muse MU-T15, MU-15 MK2
SMSL SA-36, SA-36A, SA-S1+, SA-S3+, SA-4S
Audiophonics T-amp, Yuanjing 20, Hlly Tamp-20
Dayton DTA-1, MOKS Fenice 20 MKTII

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  flovato il Dom 23 Gen 2011 - 9:46

Flightangel ha scritto:
Quanto alle migliorie, sottili ma evidentissime, sono sui bassi, non tanto sulla loro presenza, ma su quello che definirei "rotondità"; ovvero il tocco sulle corde del basso è più evidente, cosi come la sua verosimiglianza,oltre che una generale ed assoluta sensazione di pulizia del medio alto.



"rotondità" sui bassi è un'aggettivo particolarmente azzeccato. Ok

E' così, esattamente come la descrivi di conseguenza attenzione ai woofer mollaccioni altrimenti sai che pasta. Laughing
avatar
flovato
UTENTE BANNATO

Data d'iscrizione : 23.12.10
Numero di messaggi : 12509
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Barone Rosso il Dom 23 Gen 2011 - 10:04

christian.celona ha scritto:La corrente fornita alla batteria deve essere limitata e regolata, dovresti aggiungere un diodo di protezione e corresti il rischiondi rovinare la batteria.

Anche le persone che usano un deviatore commettono una leggerezza.

La soluzione ottimale è la ricerca di un pannello fotovoltaico opportunamente dimensionato, in modo che la batteria si mantenga carica.

Se il problema sono i transienti, una batteria di condensatori è la soluzione con meno controindicazioni e dura pure di più nel tempo.

Se si ricerca la massima pulizia nel segnale bisogna togliere alimentatore.

Non ha senso.
La batteria va messa da sola.
Inoltre le batterie non vanno lasciate sempre sotto tensione.
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8035
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  pierpaolo il Dom 23 Gen 2011 - 10:46

Allora la batteria non la metterò, sono certo che mi lascerà proprio quando mi serve.
Ho un alimentatore stabilizzato 13,5 v 10 A , è un pò un bestione per il t-amp.
Mi pare surdimensionato, ma quello ho.

Può andare bene?

pierpaolo
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 17.12.08
Numero di messaggi : 202
Località : roma
Occupazione/Hobby : vivere meglio che posso
Provincia (Città) : benissimo
Impianto : Notebook file loseless/ dac superpro con modifica trasformatori/ trends audio TA 10.1/ gainclone/ casse pneumatiche Advent 2 vie riconate (finora le migliori) VIRTUE TWO 2 (The Best!!)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Barone Rosso il Dom 23 Gen 2011 - 10:49

pierpaolo ha scritto:Allora la batteria non la metterò, sono certo che mi lascerà proprio quando mi serve.
Ho un alimentatore stabilizzato 13,5 v 10 A , è un pò un bestione per il t-amp.
Mi pare surdimensionato, ma quello ho.

Può andare bene?

Penso che vada bene, prova e vedi.
Comunque la qualità di un alimentatore non necessariamente dipende dalla potenza.
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8035
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  pallapippo il Dom 23 Gen 2011 - 10:54

pierpaolo ha scritto:Allora la batteria non la metterò, sono certo che mi lascerà proprio quando mi serve.
Smile Mmm Chissà perché gli stress sull'utilizzo della batteria se li fa sempre e solo chi non l'ha sperimentata...

Lo dico con cognizione di causa, perché l'ho usata per quasi 2 anni (prima di passare all'ampli in firma), e di stress proprio zero (è proprio un così gran problema darle per scrupolo una misurata un paio di volte alla settimana, e metterla sotto carica mediamente ogni 7 - 10 giorni? Mmm )

Hello

P.s.: e lo dico a fin di bene... perché ho constatato i vantaggi (quelli sì reali Wink ) dell'alimentazione a batteria.
avatar
pallapippo
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 5122
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: Geek Out 450;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  pierpaolo il Dom 23 Gen 2011 - 11:12

pallapippo ha scritto:
pierpaolo ha scritto:Allora la batteria non la metterò, sono certo che mi lascerà proprio quando mi serve.
Smile Mmm Chissà perché gli stress sull'utilizzo della batteria se li fa sempre e solo chi non l'ha sperimentata...

Lo dico con cognizione di causa, perché l'ho usata per quasi 2 anni (prima di passare all'ampli in firma), e di stress proprio zero (è proprio un così gran problema darle per scrupolo una misurata un paio di volte alla settimana, e metterla sotto carica mediamente ogni 7 - 10 giorni? Mmm )

Hello

P.s.: e lo dico a fin di bene... perché ho constatato i vantaggi (quelli sì reali Wink ) dell'alimentazione a batteria.
Guarda che io ce l'ho già montata, la ho scollegata però.
Allora dimmi, una 12 v 7ah quanto dura? Il ta 10.1 ha circa 12w che a 12 volt fanni 1 ampere ora, quindi la batteria dura circa 7 ore. Poi mentre cala continua a funzioare, ma scende a 11v poi a 10. Intanto la musicalità ha un degrado. Dovresti caric<arla ogni 2-3gg e non sei mai sicuro che è in piena efficenza.

Già con una batteria da moto, magari 12 ah le cose migliorano, ma il pensiero resta. L'idea di tenerla sempre in minima carica di mantenimento mi sembrava buona ma qui sconsigliano.
Eppure non si rovinerebbe niente.

pierpaolo
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 17.12.08
Numero di messaggi : 202
Località : roma
Occupazione/Hobby : vivere meglio che posso
Provincia (Città) : benissimo
Impianto : Notebook file loseless/ dac superpro con modifica trasformatori/ trends audio TA 10.1/ gainclone/ casse pneumatiche Advent 2 vie riconate (finora le migliori) VIRTUE TWO 2 (The Best!!)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  porfido il Dom 23 Gen 2011 - 11:28

pallapippo ha scritto:
pierpaolo ha scritto:Allora la batteria non la metterò, sono certo che mi lascerà proprio quando mi serve.
Smile Mmm Chissà perché gli stress sull'utilizzo della batteria se li fa sempre e solo chi non l'ha sperimentata...

Lo dico con cognizione di causa, perché l'ho usata per quasi 2 anni (prima di passare all'ampli in firma), e di stress proprio zero (è proprio un così gran problema darle per scrupolo una misurata un paio di volte alla settimana, e metterla sotto carica mediamente ogni 7 - 10 giorni? Mmm )

Hello

P.s.: e lo dico a fin di bene... perché ho constatato i vantaggi (quelli sì reali Wink ) dell'alimentazione a batteria.

Straquoto!
Nessunissimo problema, ore e ore di musica ben prima che il 2024 asciughi la batteria fino a sotto i 12v....
Personalmente uso un caricabatterie con mantenimento cannibalizzato da un antifurto domestico con un voltmetro in modo da monitorare lo stato di carica....
Il deviatore ha la batteria sui comuni e l'uscita all'ampli ed al caricabatterie sugli altri capi, in pratica spengo l'ampli mettendo in carica la batteria...
Con il 2024 non ho MAI scaricato la 12ah sotto i 12v....
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  emmeci il Dom 23 Gen 2011 - 11:56

Very Happy Nel club di quelli...sino ad ora nessun problema! I moderni accumulatori al Pb sono piuttosto robusti e se non stressati maniera particolare, ed a meno di difetti di costruzione, durano tranquillamente in salute sino a 5 anni!
Si deve avere solo qualche accortezza ovvero: non debbono essere scaricati oltre un certo limite, questo limite è in genere indicato dal produttore sulla batteria, se non erro siamo intorno ai 10,8 V (1,8 Vel), al di sotto dei quali si genera il fenomeno della solfatazione che rovina irrimediabilmente gli elettrodi e vi è anche la possibilità che emetta un certo "rumore" (alternata!).
Ottimo mi sembra il sistema utilizzato da porfido, un piccolo voltmetro di quelli da pannello, reperibile facilmente in surplus o al limite con costi decisamente bassi. Altrimenti... periodicamente una misurata col multimetro alla tensione di uscita e passa la paura.

Ciao Mauro
avatar
emmeci
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 11.10.10
Numero di messaggi : 5599
Occupazione/Hobby : Musica, Natura, Fotografia
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Miliardi di elettroni che agitandosi... fanno musica!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  pallapippo il Dom 23 Gen 2011 - 13:13

pierpaolo ha scritto:Allora dimmi, una 12 v 7ah quanto dura? Il ta 10.1 ha circa 12w che a 12 volt fanni 1 ampere ora, quindi la batteria dura circa 7 ore.
Smile Penso che una cosa sia l'assorbimento fatto a piena potenza, mettendo in ingresso il segnale da un generatore di frequenze, spingendo l'ampli al massimo, ed in uscita 2 carichi fittizi (perché dubito che potresti stare nella stanza Wink ) . In questo caso IMHO hai perfettamente ragione.

Ma nell'utilizzo reale... a suo tempo avevo misurato l'assorbimento dei miei 2 t-amp: ora non ricordo con esattezza (andrebbe ricercato un vecchissimo post...), ma mi ricordo che l'assorbimento medio (non sto parlando dei picchi, che ovviamente saranno ben diversi), in condizioni reali di utilizzo, erano dell'ordine di poche centinaia di milliAh... per cui rifacendo i conti... Smile

Ricordo che l'alimentazione nativa del Sonic Impact T-amp (sempre TA2024 è) sono 8 pile stilo... Wink

Smile

Hello
avatar
pallapippo
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 5122
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: Geek Out 450;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 8 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum