T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11753 utenti, con i loro 818628 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Condividi

descriptionEsperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
Scriviamo qui le nostre esperienze sull'uso di una batteria al piombo in confronto all'alimentazione standard da rete elettrica.

descriptionBatteria al piombo.

more_horiz
La batteria al piombo consente al magico chip del T-amp di decollare in modo pauroso: dolcezza, ariosità, messa a fuoco, pulizia, raggiungono vette veramente incredibili! C'è una differenza abissale tra l'uso di questa alimentazione e i comuni trasformatori. Non a caso, non voglio neppure dilungarmi troppo sulla cosa. Dovete solo provare...

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
@filo5847 ha scritto:
La batteria al piombo consente al magico chip del T-amp di decollare in modo pauroso: dolcezza, ariosità, messa a fuoco, pulizia, raggiungono vette veramente incredibili! C'è una differenza abissale tra l'uso di questa alimentazione e i comuni trasformatori. Non a caso, non voglio neppure dilungarmi troppo sulla cosa. Dovete solo provare...
[/url]


Concordo pienamente ....anche io sono passato dal trasformatore ad una batteria al piombo per moto da 8ah e non c'è assolutamente confronto. Provare per credere. Very Happy

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
Ragazzi, ma non è che sono gli ampere in più delle vostre batterie, rispetto all'alimentatore che usavate prima? Shocked
Continuo ad essere scettico... E poi, sarà che sono pigro, ma la batteria la trovo scomodissima...

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
Sergio Pappalardo ha scritto:
Ragazzi, ma non è che sono gli ampere in più delle vostre batterie, rispetto all'alimentatore che usavate prima? Shocked
Continuo ad essere scettico... E poi, sarà che sono pigro, ma la batteria la trovo scomodissima...



Il discorso "scomodità" è diverso...
L'aspetto prestazionale è fuori discussione. Ci sono numerosissime testimonianze relative all'infinita superiorità di questa alimentazione rispetto ai comuni trasformatori: leggi i files che l'ottimo Paolo Di Nanna ha inviato sulla ML del T-Amp. Alcune case costruttrici(Red wine, Jeff Rowland) hanno inserito, addirittura, la batteria all'interno del case degli ampli. Tutti con le allucinazioni uditive?

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
Sergio Pappalardo ha scritto:
Ragazzi, ma non è che sono gli ampere in più delle vostre batterie, rispetto all'alimentatore che usavate prima? Shocked
Continuo ad essere scettico... E poi, sarà che sono pigro, ma la batteria la trovo scomodissima...


Occhio a non confondere gli Ampere Ora con gli Ampere di targa scritti sull'alimentatore. Nelle batterie 7/8 Ah significa quanti ampere la batteria è ingrado di erogare nell'unità di tempo. Indicativamente ci fornisce il valore della durata della carica, tutto in proporzione a quanto "ciuccia" il componente collegato.

Mi spiego meglio una batteria da 8Ah può erogare sia 1A per 8 ore ma anche 8A per un'ora sola.

Ciao

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
Su ebay ho visto che vendono molte batterie.
Ma quli sono le migliori per i nostri apparecchi.
Qualcuno può indicare dei modelli?

E oltre a questo, alte info su tempo di ricarica, durata, ecc.)

Ciao e grazie
Andrea

descriptionBatterie al piombo.

more_horiz
[quote="nd1967"]Su ebay ho visto che vendono molte batterie.
Ma quli sono le migliori per i nostri apparecchi.
Qualcuno può indicare dei modelli?

E oltre a questo, alte info su tempo di ricarica, durata, ecc.)

Ciao e grazie
Andrea[/quot

Dai un'occhiata ai files che Paolo Di Nanna ha inviato, nell'apposita sezione, della vecchia mailing list del T-Amp.

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
Ho letto un po' di quanto riportato nella Mailing List... leggerò con più attenzione di sera.

Ma ha senso comprare una batteria più potente di 7A?

per esempio qui ne vendono una della fiamm da 18A a 50 euro con le spedizioni

Batteria Fiamm 12V 18A

Tra l'altro così potei alimentare anche i T-preamp

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
@nd1967 ha scritto:
Ho letto un po' di quanto riportato nella Mailing List... leggerò con più attenzione di sera.

Ma ha senso comprare una batteria più potente di 7A?

per esempio qui ne vendono una della fiamm da 18A a 50 euro con le spedizioni

Batteria Fiamm 12V 18A

Tra l'altro così potei alimentare anche i T-preamp


Per alimentare anche i T-preamp, la 18 ampere è consigliabile.
Per il solo T-Amp, ti consiglio una semplice 12 volt e 7 ampere.
Spendi pure molto meno...

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
Ciao a tutti.

In corso esperimento con batteria 12A gentilmente prestata per il fine settimana dall'elettrauto di fiducia...

Prime impressioni: effetto variabile in funzione dei cd ascoltati...:
1) a volte non avvertito nessun effetto;
2) a volte avvertito miglioramento nei bassi (sempre ben presenti, come prima, ma più "morbidi"), maggior morbidezza nelle voci (meno "aspre"... non che prima si sentissero male...), su alcune registrazioni il palcoscenico risulta ipiù "arretrato", con disposizione nello spazio degli strumenti più precisa.

Anche stavolta vale la solita domanda: realtà o psicoacustica? Lunedì spero di essermi fatto un'idea più chiara in proposito. Poi, se l'effetto fosse reale, che tutto ciò non dipenda semplicemente dal diverso voltaggio, leggermente inferiore per la batteria (ca 12,3 contro 12,5 degli alimentatori)?

Luca.

P.s.: ricordo che al momento ho 2 t-amp modificati, alimentati da due alimentatori stabilizzati Zetagi 143 da 3,5A l'uno. L'assorbimento dei miei t-amp penso sia sensibilmentge inferiore rispetto a quello di un t-amp "normale"

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
La PSICOACUSTICA non c'entra di sicuro... Sicuramente è la radica "psico" che inganna, ma con un "effetto pscicologico indotto" (come si deduce dal senso che vuoi dare alla tua frase) non c'entra. La psicoacustica è una scienza, lo studio di come il suono viene percepito, appunto. Tu, invece, credo intenda un "condizionamento" dovuto al fatto che sappiamo che abbiamo introdotto qualcosa di nuovo nell'impianto.

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
Quanto dici è corretto, intendevo "condizionamento" (quello che si tende a smascherare con i placebo...).

Grazie per la precisazione.

Luca.

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
@Silver Black ha scritto:
La PSICOACUSTICA non c'entra di sicuro... Sicuramente è la radica "psico" che inganna, ma con un "effetto pscicologico indotto" (come si deduce dal senso che vuoi dare alla tua frase) non c'entra. La psicoacustica è una scienza, lo studio di come il suono viene percepito, appunto. Tu, invece, credo intenda un "condizionamento" dovuto al fatto che sappiamo che abbiamo introdotto qualcosa di nuovo nell'impianto.


Le differenze che si percepiscono utilizzando la batteria al piombo sono macroscopiche...
Il problema del condizionamento può entrare in gioco quando le differenze qualitative sono più sfumate. Volendo utilizzare una metafora calcistica, direi che un confronto tra il miglior Totti e il miglior Del Piero può dar luogo, facilmente, a valutazioni di carattere soggettivo. Non credo, invece, che ci sia tanto da discutere sulle differenze tecniche che si riscontrano tra Totti e Gattuso...

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
Prova terminata....

Nel fine settimana ho ascoltato sempre con la batteria (12A); mi sembrava di sentire molto bene, ma questa sensazione in realtà l'avevo sempre avuta....

Dopo 2 giorni (non ininterrotti, per carità! ) ho riattaccato i 2 alimentatori.

Orrore Shocked ! Abituato ormai all'altra sonorità, i bassi ora mi sembrano rimbombanti e sprecisi, la nitidezza e la spazialità nettamente peggiorate.

Ho deciso di fare un test "scientifico" (!!!). ho chiesto a mia moglie di ascoltare prima una canzone intera con l'alimentazione a batteria, poi con gli alimentatori stabilizzati. Per compassione (come penso che accada a tutti noi Laughing ..) ha acconsentito (a lei, non gliene può fregare di meno...). Senza che io le spiegassi niente, mi ha descritto come aveva sentito variare il suono (in modo più approssimato, non da appassionato come me... ma di fatto la sensazione era la medesima), e che preferiva sicuramente la versione alimentata a batteria.

Stamattina ho acquistato batteria 12A e caricabatterie.

Luca.

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
@pallapippo ha scritto:

Stamattina ho acquistato batteria 12A e caricabatterie.


Ho letto sul forum che nontutte le batterie sono uguali...
Che marca hai comprato?

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
@pallapippo ha scritto:
Ho deciso di fare un test "scientifico" (!!!). ho chiesto a mia moglie di ascoltare prima una canzone intera con l'alimentazione a batteria, poi con gli alimentatori stabilizzati. Per compassione (come penso che accada a tutti noi Laughing ..) ha acconsentito (a lei, non gliene può fregare di meno...). Senza che io le spiegassi niente, mi ha descritto come aveva sentito variare il suono (in modo più approssimato, non da appassionato come me... ma di fatto la sensazione era la medesima), e che preferiva sicuramente la versione alimentata a batteria.


E' il test ideale... la moglie!!! Loro sono davvero obiettive! Comunque, credo che, come diceva Filo, molto dipenda da quanto FATTO MALE è l'impianto elettrico al quale si collega l'impianto per le prove.


Stamattina ho acquistato batteria 12A e caricabatterie.


Quasi quasi mi fai venire voglia... Ma prima devo migliore il mio ambiente di ascolto... Crying or Very sad E poi magari mi compro il NuForce Icon-1, se esce e si dimostra valido. :silent:

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
Accu Italia spa, "Energy safe" mod. 412121, tecnologia AGM. Non l'ho ancora provata, mi hanno consigliato di fare prima una ricarica completa. Volendo, la puoi trovare qui:

http://cgi.ebay.it/Batteria-al-piombo-12Volt-12Ah_W0QQitemZ320171398120QQihZ011QQcategoryZ16184QQtcZphotoQQcmdZViewItemQQ_trksidZp1742.m153.l1262#ebayphotohosting



Quella con la quale avevo fatto le prove era una "Winner" 12A (tutte le prove fatte senza alcuna ricarica).

Ambedue penso che siano "entry level".

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
Fatta una prova con la batteria nuova.

Ho l'impressione che un pò di "magia" sia di nuovo scomparsa...

Infatti:
1) La batteria che avevo per la prove era usata, avuta in prestito (ed ora restituita, e non recuperabile), ed aveva una tensione di circa 12-12,3V (ho un vecchio tester analogico);
2) Gli alimentatori Zetagi forniscono una tensione di 12,5V precisi;

Il risultato con la batteria era nettamente superiore a quello con gli alimentatori.

3) La nuova batteria presenta una tensione di 13V abbondanti.

Per carità, mi va sempre bene... ma con la vecchia batteria (evidentemente "vissuta") mi sembrava migliore la spazialità e la qualità dei bassi. Non vorrei che fosse fondato il mio sospetto "... che tutto ciò non dipenda semplicemente
dal diverso voltaggio, leggermente inferiore per la batteria (ca 12,3
contro 12,5 degli alimentatori)?
"

Di certo, a questo punto mi tengo comunque la batteria acquistata.

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
La rete di alimentazione elettrica delle nostre apparecchiature Hi-Fi oltre alle interferenze ad alta frequenza ed elettromagnetiche introduce anche delle distorsioni della tensione di rete, che nuocciono gravemente alla qualità di riproduzione del suono.
Non a caso gli ascolti migliori, quelli più ricchi di emozione, si possono fare solo la notte, non tanto e non solo per il minor rumore di fondo, ma anche e soprattutto per la maggiore pulizia della tensione di rete della nostra abitazione, finalmente liberata dall’assordante "ronzio" delle centinaia e migliaia di apparecchiature elettriche in funzione nel suo immediato intorno.
Per ovviare a questo problema, oltre a far funzionare i nostri amplificatori con batterie ricaricabili (per moto o per auto, in questo caso più ingombranti) si possono utilizzare dei trasformatori di isolamento che "staccano" completamente le interferenze di ogni genere dalla rete principale.
I trasformatori di isolamento forniscono in uscita la stessa tensione di entrata (110 o 220 volt) e vanno acquistati in base alla potenza da utilizzare.
Se colleghiamo solo un pre-amp, un lettore Cd ed T-amp o Trend Audio possiamo acquistare anche un trasformatore da 200 watt ottenendo la stessa pulizia del sistema a batterie senza la scocciatura di dover ogni volta ricaricarla.
Antonio

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
@ANTONIO55 ha scritto:
Se colleghiamo solo un pre-amp, un lettore Cd ed T-amp o Trend Audio possiamo acquistare anche un trasformatore da 200 watt ottenendo la stessa pulizia del sistema a batterie senza la scocciatura di dover ogni volta ricaricarla.


Ciao Antonio, ma li vendono già pronti questi trasformatori?
Cioè tipo gli Zetagi già pronti per essere collegati?

Ciao
Andrea

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
@ANTONIO55 ha scritto:
I trasformatori di isolamento forniscono in uscita la stessa tensione di entrata (110 o 220 volt) e vanno acquistati in base alla potenza da utilizzare.
Se colleghiamo solo un pre-amp, un lettore Cd ed T-amp o Trend Audio possiamo acquistare anche un trasformatore da 200 watt ottenendo la stessa pulizia del sistema a batterie senza la scocciatura di dover ogni volta ricaricarla.


Sarebbe proprio un sistema di alimentazione definitiva! La rete elettrica è sporca ma comoda, la batteria è scomoda ma ha un segnale pulito, questi avrebbero, a quanto dici, solo i lati positivi dei due sistemi. Quanto costano? Sono per caso tipo UPS per PC, che lo scollegano, di fatto, dalla rete elettrica?

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
Su ebay vendono questi a caro prezzo (clikkare sulla scritta per il link)


Trasformatore da 170 euro

e questo

Trasformatore da 300 euro


... niente di piu' economico?

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
I gruppi di continuità UPS sono alimentatori stabilizzati che caricano una batteria tampone e intervengono in caso si interruzione dell'energia elettrica.
In quel caso la batteria tampone garantisce 5/10 minuti di energia al computer.
I trasformatori di isolamento sono un'altra cosa.
La tensione non viene trasformata come per gli alimentatori da 220 volt a varie tensioni, bensì rimane la stessa in ingresso ed in uscita.
In questo caso le porcherie che fornisce la Società elettrica rimangono sul primario del trasformatore ed il secondario fornisce tensione pulita.
Non costano come gli Ups (parlo di quelli costruiti bene e di potenza adeguata), altrimenti si possono acquistare Ups anche per 70/80 euro, ma non svolgono la stessa funzione dei trasformatori di isolamento.
Ce ne sono già pronti con celle e filtri particolari, ma si va su cifre esagerate.
Basta acquistare un trasformatore ed inserirlo in una custodia di plastica o di metallo, bene aerata per dissipare il calore (non molto in verità) ed il gioco è fatto.
Informatevi dai rivenditori di materiale elettrico.
Antonio

Ultima modifica di ANTONIO55 il Mer 5 Mar 2008 - 21:56, modificato 1 volta

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
Si potrebbe usare anche il gruppo di continuità, ma in questo caso bisognerebbe staccare dalla batteria il gruppo survoltore, cioè la scheda che dalla batteria eleva la tensione di 12 volt a 220 per poter far funzionare il computer.
La batteria verrebbe ricaricata dall'alimentatore e quando è completamente carica si potrebbe utilizzare per far funzionare l'ampli.
Naturalmente andrebbe staccata la spina dell'UPS dalla presa di rete.
Se però apriamo l'UPS per disconnettere la scheda del survoltore è chiaro che si perde la garanzia.
Antonio

descriptionRe: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum