T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» Problema fastidioso, cambio gira o sono sfortunato con i dischi?
Oggi alle 0:05 Da donluca

» Nuovo Douk Dac
Ieri alle 23:09 Da uncletoma

» ciò solo 200 euri.... le scinte e il cinesino.... oppure...
Ieri alle 22:48 Da nerone

» NuforceDDa 120
Ieri alle 22:38 Da nelson1

» Cavi potenza per monitor audio
Ieri alle 22:30 Da GP9

» Musical fidelity b200
Ieri alle 22:16 Da Lorenzo90

» mi manca solo il giradischi :(
Ieri alle 19:08 Da fabio.n

» impianto low budget
Ieri alle 18:12 Da Masterix

» Consiglio Produttore Cavi
Ieri alle 17:35 Da pallapippo

» ALIENTEK D8 [parte 2]
Ieri alle 15:38 Da Umby66

» TA2024 molto economico
Ieri alle 15:24 Da focal12

» Grundig R1000 e cuffie Sennheiser 598 aperte
Ieri alle 12:47 Da ftalien77

» normalizzare il volume
Ieri alle 10:56 Da ftalien77

» 24/11 Segnalazioni Black Friday
Ieri alle 1:29 Da Sestante

» Disaccoppiare diffusori da ripiano libreria
Dom 19 Nov 2017 - 17:09 Da potowatax

» Ampli+DAC+bluetooth: Sabaj A2
Dom 19 Nov 2017 - 14:44 Da Jei

» Domani è Black Friday.....
Dom 19 Nov 2017 - 14:03 Da uncletoma

» DIPOLO, perdete ogni speranza o voi che le ascoltate!
Dom 19 Nov 2017 - 13:34 Da natale55

» Diffusori per ambiente Cambridge Azur 651
Dom 19 Nov 2017 - 13:26 Da bluemarine.it

» Dac
Dom 19 Nov 2017 - 12:22 Da giucam61

» Vendo ampli Onkyo A 933 black
Dom 19 Nov 2017 - 11:01 Da silver surfer

» DAC ES9038PRO Aliexpress
Sab 18 Nov 2017 - 20:46 Da jogas

» Basi in marmo x diffusori
Sab 18 Nov 2017 - 18:02 Da wolfman

» INDIPENDENTEMENTE DALLA CLASSE DI FUNZIONAMENTO ...
Sab 18 Nov 2017 - 17:54 Da gigetto

» da diffusori a cuffie
Sab 18 Nov 2017 - 15:00 Da timido

» CAIMAN SEG
Sab 18 Nov 2017 - 12:48 Da gubos

» AIUTO nella scelta nuovo giradischi
Sab 18 Nov 2017 - 10:58 Da Mark F.

» tentazioni.. Yamah r-n602
Sab 18 Nov 2017 - 10:52 Da nelson1

» Vinile vs CD vs mp3,pareri?
Ven 17 Nov 2017 - 20:57 Da giucam61

» Consiglio subwoofer attivo
Ven 17 Nov 2017 - 20:36 Da donluca

Statistiche
Abbiamo 11161 membri registrati
L'ultimo utente registrato è giofi

I nostri membri hanno inviato un totale di 800105 messaggi in 51871 argomenti
I postatori più attivi della settimana
ftalien77
 
filippoaceto
 
Masterix
 
ivanobertoli
 
giucam61
 
lello64
 
dieggs
 
bluemarine.it
 
GP9
 
donluca
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15533)
 
Silver Black (15495)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
fritznet (9281)
 
wasky (9229)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 26 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 26 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Pagina 7 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  ANDR3A101 il Gio 14 Mag 2009 - 13:43

ma per scarica intendete 0volt?
nn penso

io per scarica intendo 12.75 volt

diciamo che quindi devi ricaricare da 12.80 a 13.80, quindi un solo volt
ci dovrebbe mettere allora 2ore se nn ho sbagliato

poi nn e che ho capito...
ho capito solo che devo cercarmi un caricabatterie...
avatar
ANDR3A101
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 09.03.09
Numero di messaggi : 673
Località : Chiaravalle Centrale (CZ)
Occupazione/Hobby : studente, cameriere, new economy, preparatore scooter da corsa
Provincia (Città) : mah se tira...
Impianto : Le cose belle non sono giocattoli ma oggetti che emanano un fascino proprio che scaturisce dalla logica della funzione per la quale sono stati progettati e costruiti.
Lucio Cadeddu...

Una batteria due batterie, tre batterie...
Più batterie (e caricatori) nci su, e megghiu mi sientu!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Barone Rosso il Gio 14 Mag 2009 - 13:52

@ANDR3A101 ha scritto:ma per scarica intendete 0volt?
nn penso

io per scarica intendo 12.75 volt

diciamo che quindi devi ricaricare da 12.80 a 13.80, quindi un solo volt
ci dovrebbe mettere allora 2ore se nn ho sbagliato

poi nn e che ho capito...
ho capito solo che devo cercarmi un caricabatterie...

Il livello di carica di una batteria NON si misura con la tensione (volt) e soprattutto non si misura a vuoto!

Se prendi un tester e misuri 13v non significa che la batteria è carica!


L'unico modo per capirlo è tentare di caricarla e se non scorre corrente significa che è carica (che poi è quello che fanno i ricarica batterie automatici).
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8036
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Andrea Gianelli il Gio 14 Mag 2009 - 19:43

@ANDR3A101 ha scritto:sinceramente nn so che dirvi nn sn un espertone, cmq visto che sapete la situazione
quando la devo lasciare sotto carica?

indicativamente, poi dici sulla batteria nn piu di 15v, se passa sto limite durante la ricarica nn e male?

grazie

quando l'amperometro del caricabatteria va a zero è ok! Wink
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Barone Rosso il Dom 17 Mag 2009 - 12:17

avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8036
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  rattaman il Gio 21 Mag 2009 - 20:07

Ragazzi 3 domande veloci

1) come faccio a capire se la batteria devo caricarla ??....per mantenerla sempre a valori ottimali per sentire al meglio
l'ampli??

2) vedo staccare sempre i fili dalla batteria o basta che spengo l'amplificatore?

3) la batteria posso appoggiarla sopra ampli o deve stare lontano???
avatar
rattaman
Falegname HiFi specializzato
Falegname HiFi specializzato

Data d'iscrizione : 27.08.08
Numero di messaggi : 5145
Località : San Giorgio a Cremano (Na)
Occupazione/Hobby : DISOCCUPATO
Provincia (Città) : PESSIMISTA FINO AL MIDOLLO
Impianto :
Spoiler:
Lettore CD :Marantz CD67 special edition.
Amplificatore: Cambridge Audio Azur 640A .

Diffusori: PSB alpha B1.
Stand: Autocostruiti.[/b]
Mie Realizzazioni:




Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Michele il Gio 21 Mag 2009 - 23:38

@rattaman ha scritto:Ragazzi 3 domande veloci

1) come faccio a capire se la batteria devo caricarla ??....per mantenerla sempre a valori ottimali per sentire al meglio
l'ampli??

2) vedo staccare sempre i fili dalla batteria o basta che spengo l'amplificatore?

3) la batteria posso appoggiarla sopra ampli o deve stare lontano???

1 con un tester quando vedi che la tesnsione scende sotto i 12v la batteria è da ricaricare.

2 Basta spegnere l'amplificatore.

3 Puoi appoggiarla sull'amp.

Ciao Michele
avatar
Michele
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 08.02.08
Numero di messaggi : 560
Località : Roma
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Amp: Naim 140 + Naim 62; Casse: Aliante One SW Pininfarina; Sorg: Revox b226, PopPulse 707 modificato, Ariston RD80 con Grado gold. Ex T-ampista: senza rinnegare nulla ;-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  rattaman il Ven 22 Mag 2009 - 8:34

Tester ??? anche quelli semplici che si riescono a trovare nei ferramenta??? Mmm ...grazie per la risposta
avatar
rattaman
Falegname HiFi specializzato
Falegname HiFi specializzato

Data d'iscrizione : 27.08.08
Numero di messaggi : 5145
Località : San Giorgio a Cremano (Na)
Occupazione/Hobby : DISOCCUPATO
Provincia (Città) : PESSIMISTA FINO AL MIDOLLO
Impianto :
Spoiler:
Lettore CD :Marantz CD67 special edition.
Amplificatore: Cambridge Audio Azur 640A .

Diffusori: PSB alpha B1.
Stand: Autocostruiti.[/b]
Mie Realizzazioni:




Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Barone Rosso il Ven 22 Mag 2009 - 9:12

@rattaman ha scritto:Tester ??? anche quelli semplici che si riescono a trovare nei ferramenta??? Mmm ...grazie per la risposta

Per verificare la tensione di una batteria è più che sufficiente.
Comunque ricaricala a periodi regolari.
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8036
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Flightangel il Ven 22 Mag 2009 - 9:42

Un paio di giorni fa ho trovato il tempo e la voglia di provare l'alimentazione a batteria.
Ho acquistato per 20 euro una batteria FIAMM 12volt-7.2ampere , un portafusibile ed una scatola di fusibili da 1.2 ampere (spero sia sufficiente).
Non starò a ripetere le meraviglie di questa soluzione;altri prima di me lo hanno già fatto. Però consiglio vivamente a chi non l'abbia già fatto di imboccare questa strada,per il solo piacere di sorprendersi con 'quel sorriso ebete' stampato in faccia che facciamo quando scopriamo un nuovo e piacevolissimo piano sonoro. Wink
avatar
Flightangel
CDP Expert
CDP Expert

Data d'iscrizione : 30.03.08
Numero di messaggi : 2352
Località : Catanzaro.
Occupazione/Hobby : Ho un lavoro/Libri,films.
Provincia (Città) : Catanzaro.
Impianto : Primary set-up:
Sony CDP X555 Es - Marantz CD 6004
Ampli autocostruito con chip classe D
Texas Instruments "TAS 5630"
ProAc Response 2.5 (Custom Clone)
--------------------------
Slave set up:
Sony CDP 227 EsD
SMSL SA 4s TA 2024 12volts battery powered.
Mini BLH progetto Fostex+Ap Grundig Alnico

http://www.esternitalia.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  schwantz34 il Ven 22 Mag 2009 - 10:26

@Flightangel ha scritto:Un paio di giorni fa ho trovato il tempo e la voglia di provare l'alimentazione a batteria.
Ho acquistato per 20 euro una batteria FIAMM 12volt-7.2ampere , un portafusibile ed una scatola di fusibili da 1.2 ampere (spero sia sufficiente).
Non starò a ripetere le meraviglie di questa soluzione;altri prima di me lo hanno già fatto. Però consiglio vivamente a chi non l'abbia già fatto di imboccare questa strada,per il solo piacere di sorprendersi con 'quel sorriso ebete' stampato in faccia che facciamo quando scopriamo un nuovo e piacevolissimo piano sonoro. Wink

Ciao Andrews , a quale dei tuo ampli hai abbinato la batteria ? Racconta un po delle differenze con l'alimentazione standard , Wink
avatar
schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15533
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Andrea Gianelli il Ven 22 Mag 2009 - 10:53

@rattaman ha scritto:Tester ??? anche quelli semplici che si riescono a trovare nei ferramenta??? Mmm ...grazie per la risposta
Hello Certamente! Oki
Durante la fase di ricarica, ti consiglio (oltre ovviamente a spegnere l'amplificatore) anche a sfilare il connettore di alimentazione lato ampli: soluzione sicura e immediata.
Inoltre io non appoggerei la batteria sull'amp: anche le più piccole sono pesanti rispetto alla Fenice 20.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Flightangel il Ven 22 Mag 2009 - 11:12

@schwantz34 ha scritto:
@Flightangel ha scritto:Un paio di giorni fa ho trovato il tempo e la voglia di provare l'alimentazione a batteria.
Ho acquistato per 20 euro una batteria FIAMM 12volt-7.2ampere , un portafusibile ed una scatola di fusibili da 1.2 ampere (spero sia sufficiente).
Non starò a ripetere le meraviglie di questa soluzione;altri prima di me lo hanno già fatto. Però consiglio vivamente a chi non l'abbia già fatto di imboccare questa strada,per il solo piacere di sorprendersi con 'quel sorriso ebete' stampato in faccia che facciamo quando scopriamo un nuovo e piacevolissimo piano sonoro. Wink

Ciao Andrews , a quale dei tuo ampli hai abbinato la batteria ? Racconta un po delle differenze con l'alimentazione standard , Wink

Il Trends Audio,ovviamente. Il gainclone ha il suo toroidale incluso e non saprei neanche dove mettere le mani per farlo andare a batteria. Comunque l'esperienza sul Trends è stata assai gratificante,tanto che questa mattina ho acquistato un caricabatterie compatto intelligente per assicurarmi sempre la giusta carica. Quanto alle migliorie, sottili ma evidentissime, sono sui bassi, non tanto sulla loro presenza, ma su quello che definirei "rotondità"; ovvero il tocco sulle corde del basso è più evidente, cosi come la sua verosimiglianza,oltre che una generale ed assoluta sensazione di pulizia del medio alto.Non voglio aggiungere altro, dico solo che io ho vicino casa un megastore della "Melchioni elettronica" e con 35 euro ho fatto un up-grade di insperata qualità che consiglio vivamente a tutti. La spesa è irrisoria per il risultato ottenuto.
avatar
Flightangel
CDP Expert
CDP Expert

Data d'iscrizione : 30.03.08
Numero di messaggi : 2352
Località : Catanzaro.
Occupazione/Hobby : Ho un lavoro/Libri,films.
Provincia (Città) : Catanzaro.
Impianto : Primary set-up:
Sony CDP X555 Es - Marantz CD 6004
Ampli autocostruito con chip classe D
Texas Instruments "TAS 5630"
ProAc Response 2.5 (Custom Clone)
--------------------------
Slave set up:
Sony CDP 227 EsD
SMSL SA 4s TA 2024 12volts battery powered.
Mini BLH progetto Fostex+Ap Grundig Alnico

http://www.esternitalia.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Silver Black il Ven 22 Mag 2009 - 12:07

@Flightangel ha scritto:
@schwantz34 ha scritto:
@Flightangel ha scritto:Un paio di giorni fa ho trovato il tempo e la voglia di provare l'alimentazione a batteria.
Ho acquistato per 20 euro una batteria FIAMM 12volt-7.2ampere , un portafusibile ed una scatola di fusibili da 1.2 ampere (spero sia sufficiente).
Non starò a ripetere le meraviglie di questa soluzione;altri prima di me lo hanno già fatto. Però consiglio vivamente a chi non l'abbia già fatto di imboccare questa strada,per il solo piacere di sorprendersi con 'quel sorriso ebete' stampato in faccia che facciamo quando scopriamo un nuovo e piacevolissimo piano sonoro. Wink

Ciao Andrews , a quale dei tuo ampli hai abbinato la batteria ? Racconta un po delle differenze con l'alimentazione standard , Wink

Il Trends Audio,ovviamente. Il gainclone ha il suo toroidale incluso e non saprei neanche dove mettere le mani per farlo andare a batteria. Comunque l'esperienza sul Trends è stata assai gratificante,tanto che questa mattina ho acquistato un caricabatterie compatto intelligente per assicurarmi sempre la giusta carica. Quanto alle migliorie, sottili ma evidentissime, sono sui bassi, non tanto sulla loro presenza, ma su quello che definirei "rotondità"; ovvero il tocco sulle corde del basso è più evidente, cosi come la sua verosimiglianza,oltre che una generale ed assoluta sensazione di pulizia del medio alto.Non voglio aggiungere altro, dico solo che io ho vicino casa un megastore della "Melchioni elettronica" e con 35 euro ho fatto un up-grade di insperata qualità che consiglio vivamente a tutti. La spesa è irrisoria per il risultato ottenuto.

Oso un paragone forse un po' provocatorio: direi che il miglioramento con la batteria, da quanto leggo, è sicuramente più tangibile (e meno costoso!) dell'upgrade dovuto al passaggio a cavi più costosi... Wink

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il gruppo di fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.facebook.com/groups/lucegrafia
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15495
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Sviluppatore software - Istruttore di Muay Thai - Personal Trainer
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Andrea Gianelli il Ven 22 Mag 2009 - 12:15

@Silver Black ha scritto:Oso un paragone forse un po' provocatorio: direi che il miglioramento con la batteria, da quanto leggo, è sicuramente più tangibile (e meno costoso!) dell'upgrade dovuto al passaggio a cavi più costosi... Wink
Hello Provocatorio? Non direi, anzi... io mi sento provocato quando leggo certe cose riguardanti i cavi... Ironic
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  schwantz34 il Ven 22 Mag 2009 - 12:26

@Flightangel ha scritto:
@schwantz34 ha scritto:
@Flightangel ha scritto:Un paio di giorni fa ho trovato il tempo e la voglia di provare l'alimentazione a batteria.
Ho acquistato per 20 euro una batteria FIAMM 12volt-7.2ampere , un portafusibile ed una scatola di fusibili da 1.2 ampere (spero sia sufficiente).
Non starò a ripetere le meraviglie di questa soluzione;altri prima di me lo hanno già fatto. Però consiglio vivamente a chi non l'abbia già fatto di imboccare questa strada,per il solo piacere di sorprendersi con 'quel sorriso ebete' stampato in faccia che facciamo quando scopriamo un nuovo e piacevolissimo piano sonoro. Wink

Ciao Andrews , a quale dei tuo ampli hai abbinato la batteria ? Racconta un po delle differenze con l'alimentazione standard , Wink

Il Trends Audio,ovviamente. Il gainclone ha il suo toroidale incluso e non saprei neanche dove mettere le mani per farlo andare a batteria. Comunque l'esperienza sul Trends è stata assai gratificante,tanto che questa mattina ho acquistato un caricabatterie compatto intelligente per assicurarmi sempre la giusta carica. Quanto alle migliorie, sottili ma evidentissime, sono sui bassi, non tanto sulla loro presenza, ma su quello che definirei "rotondità"; ovvero il tocco sulle corde del basso è più evidente, cosi come la sua verosimiglianza,oltre che una generale ed assoluta sensazione di pulizia del medio alto.Non voglio aggiungere altro, dico solo che io ho vicino casa un megastore della "Melchioni elettronica" e con 35 euro ho fatto un up-grade di insperata qualità che consiglio vivamente a tutti. La spesa è irrisoria per il risultato ottenuto.

Tnx a lot !
avatar
schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15533
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Barone Rosso il Ven 22 Mag 2009 - 12:33

@Silver Black ha scritto:

Oso un paragone forse un po' provocatorio: direi che il miglioramento con la batteria, da quanto leggo, è sicuramente più tangibile (e meno costoso!) dell'upgrade dovuto al passaggio a cavi più costosi... Wink

Se ti interessa io la batteria la collego dei dei cavi rosso low cost da diffusori senza nessuno spinotto ma con due morsetti coccodrillo, e penso che con nessun cavo ultra-costoso avrei lo stesso risultato.
[e se lo miglioro sarà solo per avere dei collegamenti più ordinati]

Il discorso è sempre il solito il 99% della qualità è data dall'elettronica e dalla meccanica (nel caso dei diffusori) 1% (e forse meno) dai cavi.

Pigliati una batteria da 24v e attaccala al virtue two ... poi vedi.
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8036
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Flightangel il Ven 22 Mag 2009 - 12:59

Per me, di certo, coi cavi è più autosuggestione che tangibile miglioramento;tanto è piccolo il miglioramento, mentre con la batteria,solo un sordo può non sentire le macroscopiche differenze.
avatar
Flightangel
CDP Expert
CDP Expert

Data d'iscrizione : 30.03.08
Numero di messaggi : 2352
Località : Catanzaro.
Occupazione/Hobby : Ho un lavoro/Libri,films.
Provincia (Città) : Catanzaro.
Impianto : Primary set-up:
Sony CDP X555 Es - Marantz CD 6004
Ampli autocostruito con chip classe D
Texas Instruments "TAS 5630"
ProAc Response 2.5 (Custom Clone)
--------------------------
Slave set up:
Sony CDP 227 EsD
SMSL SA 4s TA 2024 12volts battery powered.
Mini BLH progetto Fostex+Ap Grundig Alnico

http://www.esternitalia.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  wincenzo il Ven 22 Mag 2009 - 13:22

Per me, di certo, coi cavi è più autosuggestione che tangibile miglioramento;tanto è piccolo il miglioramento, mentre con la batteria,solo un sordo può non sentire le macroscopiche differenze

La tentazione cresce! Dribbling

però ragazzi un dubbio esistono batterie a 15V per il mio TA2021?
Se si ... è possibile tenere sempre collegato il caricabatterie anche durante l'ascolto in modo tale da tenere sempre costantemente più o meno carica la batteria? Se così fosse la stessa batteria diverrebbe una sorta di buffer ...
Eventualmente sia possibile, bisogna qualche particolare accorgimento nei collegamenti?

Grazie per le vostre esperienze Ok
avatar
wincenzo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.07.08
Numero di messaggi : 2531
Località : Beri
Impianto : ... musica maestro!


Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  pallapippo il Ven 22 Mag 2009 - 16:30

@wincenzo ha scritto:però ragazzi un dubbio esistono batterie a 15V per il mio TA2021?
Personalmente, mai viste. Questo non vuole dire che dica che non esistono.
@wincenzo ha scritto:è possibile tenere sempre collegato il caricabatterie anche durante l'ascolto in modo tale da tenere sempre costantemente più o meno carica la batteria? Se così fosse la stessa batteria diverrebbe una sorta di buffer ...
Sconsigliabile (a dir poco Punishment , se non addirittura dannoso). Elimineresti uno dei vantaggi più importanti della batteria, cioé l'isolamento dalla linea elettrica, fonte di disturbi. E finiresti per alimentare l'ampli con un pessimo alimentatore (il caricabatterie).
@wincenzo ha scritto:Grazie per le vostre esperienze Ok
Preciso non trattarsi di esperienze, ma di ragionamenti (spero logici).

Hello
avatar
pallapippo
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 5166
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: SMSL M7;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  pallapippo il Ven 22 Mag 2009 - 17:04

@Michele ha scritto:
@rattaman ha scritto:Ragazzi 3 domande veloci

1) come faccio a capire se la batteria devo caricarla ??....per mantenerla sempre a valori ottimali per sentire al meglio
l'ampli??

2) vedo staccare sempre i fili dalla batteria o basta che spengo l'amplificatore?

3) la batteria posso appoggiarla sopra ampli o deve stare lontano???

1 con un tester quando vedi che la tesnsione scende sotto i 12v la batteria è da ricaricare.

2 Basta spegnere l'amplificatore.

3 Puoi appoggiarla sull'amp.

Ciao Michele

Per una volta (doveva pur accadere, prima o poi Very Happy ) non quoto in toto Michele.


1) Per mantenere in buona salute una batteria al piombo, ho letto che non sarebbe opportuno farla scendere frequentemente sotto l'80% di carica. Per cui, considerando che a piena carica raggiungono i 13,8V, personalmente ho deciso di ricaricarla (in media, una volta alla settimana) quando scende attorno ai 13V.

2) Basta spengere... ma io preferisco staccare del tutto.

3) Il cavo, più corto è, meglio è. Ma, come ha detto Andrea ( Hello ), c'è una certa differenza di peso fra i due.... Orrified ... io ho preferito metterla accanto.

Hello
avatar
pallapippo
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 5166
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: SMSL M7;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  wincenzo il Ven 22 Mag 2009 - 17:17

Sconsigliabile (a dir poco Punishment , se non addirittura dannoso). Elimineresti uno dei vantaggi più importanti della batteria, cioé l'isolamento dalla linea elettrica, fonte di disturbi. E finiresti per alimentare l'ampli con un pessimo alimentatore (il caricabatterie).

Ci stavo pensando anche io, tuttavia mi chiedevo se fosse possibile adoperare la batteria come un sebatoio di corrente, che in pratica creerebbe comunque una divisione dalla linea elettrica, ed immagino che in tal caso la batteria dovrebbe avere quattro contatti due per l'ingresso di corrente e due per l'uscita, ma non so se ne esistano di simili Mmm
avatar
wincenzo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.07.08
Numero di messaggi : 2531
Località : Beri
Impianto : ... musica maestro!


Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  pallapippo il Ven 22 Mag 2009 - 17:21

@wincenzo ha scritto:
Sconsigliabile (a dir poco Punishment , se non addirittura dannoso). Elimineresti uno dei vantaggi più importanti della batteria, cioé l'isolamento dalla linea elettrica, fonte di disturbi. E finiresti per alimentare l'ampli con un pessimo alimentatore (il caricabatterie).

Ci stavo pensando anche io, tuttavia mi chiedevo se fosse possibile adoperare la batteria come un sebatoio di corrente, che in pratica creerebbe comunque una divisione dalla linea elettrica, ed immagino che in tal caso la batteria dovrebbe avere quattro contatti due per l'ingresso di corrente e due per l'uscita, ma non so se ne esistano di simili Mmm
Orrified

Come tank, si può mettere un condensatore (io ne ho messo in parallelo uno non ricordo al momento se da 10 o 15mila microF).

Hello
avatar
pallapippo
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 5166
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: SMSL M7;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  wincenzo il Ven 22 Mag 2009 - 17:51

Come tank, si può mettere un condensatore (io ne ho messo in parallelo uno non ricordo al momento se da 10 o 15mila microF).

vero ma a quanto pare la batteria ... è un'altra cosa Dribbling secondo me tronvandone una con 4 contati si risolve il prob ... ma esistono? Razz
avatar
wincenzo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.07.08
Numero di messaggi : 2531
Località : Beri
Impianto : ... musica maestro!


Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  kingbowser il Ven 22 Mag 2009 - 19:26

wincenzo, non lo fare! Laughing
NON TENERE IL CARICABATTERIE ATTACCATO MENTRE USI LA BATTERIA -----> DANGER!!


se metti una batteria in parallelo ad un qualcosa (in questo caso il caricabatterie) può succedere di tutto. Soprattutto fuoco, scintille, fumo e acido solforico bollente. E' persino sconsigliato mettere due batterie uguali in parallelo... vedi un po' te XD


Fai piuttosto così: diversi condensatori elettrolitici in parallelo alla batteria e batteria un po' più grande del solito (10Ah bastano e avanzano...). Così facendo, alla chiusura del circuito i condensatori si caricano, e se servono elettroni ci sono quelli accumulati sulle piastre dei condensatori.
avatar
kingbowser
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 14.04.09
Numero di messaggi : 1176
Località : Aosta
Impianto : iMac & PlayStation scph-1002, sure board TK2050, diffusori fulrange autocostruiti con TB W4 657B (da verniciare)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  pallapippo il Ven 22 Mag 2009 - 20:42

@wincenzo ha scritto:
Come tank, si può mettere un condensatore (io ne ho messo in parallelo uno non ricordo al momento se da 10 o 15mila microF).

vero ma a quanto pare la batteria ... è un'altra cosa Dribbling secondo me tronvandone una con 4 contati si risolve il prob ... ma esistono? Razz
Guarda che il condensatore è in parallelo CON la batteria... come ha giustamente rispiegato (spero meglio di me, visto che non riesco a farmi capire... Crying or Very sad ) kingbowser sopra.

Hello
avatar
pallapippo
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 5166
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: SMSL M7;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: Esperienze batterie al piombo vs. alimentazione standard

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 7 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum