T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11751 utenti, con i loro 818596 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

Condividi

descriptionMito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
Nell'ultimo numero in edicola di Audioreview, nello specifico il 341 di marzo 2013, a pag. 130 c'è un interessantissimo articolo dell' Ing. Renato Giussani sui cavi di interconnessione.
L'ultimo capoverso a pag. 131 così recita:

"Da questi risultati possiamo dedurre che nessun cavo di segnale sbilanciato impiegato in un impianto hi-fi domestico è in grado di introdurre variazioni timbriche udibili di alcun tipo, quali che siano gli apparecchi che vengono collegati e quale che sia la lunghezza del cavo stesso, almeno fino al limite dei 10 metri. A questo punto rimarebbero da spiegare le percezioni d'ascolto, spesso differenti da un cavo e l'altro, che vengono correttamente riportati da molti appassionati.
.....Traduzione: ciò che noi crediamo di "sentire" è il risultato di una elaborazione mentale che si presenta al nostro io cosciente sotto forma di "percezione" e che avviene utilizzando una lunga serie di stimoli provenienti da tutti i sensi nonché da un magazzino di dati contenuti nella nostra memoria e dipendenti dalle nostre esperienze precedenti."

Buona domenica Wink Wink

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
Quindi l'ingegnere emerito sostiene che le percezioni che abbiamo, siano degli stimoli innescati dalla memoria? Ergo le scimmie che ci facciamo, sono infondate, quello che sentiamo è inventato dalla nostra mente?

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Soligo60 ha scritto:
Quindi l'ingegnere emerito sostiene che le percezioni che abbiamo, siano degli stimoli innescati dalla memoria? Ergo le scimmie che ci facciamo, sono infondate, quello che sentiamo è inventato dalla nostra mente?


Praticamente sì, per cui da domani basta spendere i nostri euri per acquistare quello o quell'altro cavo, tanto suonano tutti uguali Laughing
Però, la mia mente se ne inventa sensazioni, sarò "pazzo"? afro
Boh Wink

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
Azzz ho appena chiesto un cavo a Vella....
Va be' a me piace sognare.

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
Vi risulta che siano stati fatti test al buio (in ceco) per valutare le differenze tra i cavi? In caso affermativo potete citare qualche prova?

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
In una parola, quello che scrive Giussani, si chiama "psicoacustica"
Si riferisce pero' ai soli cavi di segnale, che peraltro vende http://www.giussani-research.it/gr-sc100/?lang=it Laughing

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Claudiohi-fi ha scritto:

Però, la mia mente se ne inventa sensazioni, sarò "pazzo"? afro
Boh Wink


Non sei pazzo, sei solo uno a cui piace lavare le orecchie a differenza dei professori dal sapere che spesso puzzano di presunzione.

Che cosa significa "il nostro cervello scava nei ricordi" ?

Mi sembra ovvio, chiedi ad un neonato la differenza tra la Pastorale e il Nabucco.

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@flovato ha scritto:
@Claudiohi-fi ha scritto:

Però, la mia mente se ne inventa sensazioni, sarò "pazzo"? afro
Boh Wink


Non sei pazzo, sei solo uno a cui piace lavare le orecchie a differenza dei professori dal sapere che spesso puzzano di presunzione.

Che cosa significa "il nostro cervello scava nei ricordi" ?

Mi sembra ovvio, chiedi ad un neonato la differenza tra la Pastorale e il Nabucco.

Non ho capito, da che parte sei? Hai appena finito di recensire un cavo... Non sei a tirar palle oggi?

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Soligo60 ha scritto:

Non ho capito, da che parte sei? Hai appena finito di recensire un cavo... Non sei a tirar palle oggi?


A parlar di cavi é come parlar del sesso degli angeli, sempre la stessa storia.

Le differenze ci sono per chi la percepisce, ovvio che devi avere un database di esperienze ampio per cogliere a volte "sottili" sfumature.

I cavi non possono assolutamente far diventare un cigno un brutto anatroccolo ma sicuramente valorizzano qualcosa che deve giá esistere di partenza.

Ultimamente sto proponendo cavi economicissimi, tanto per non incorrere nella solita questione esoterica.

Non é affatto vero che un cavo deve costare follie per essere valido e poi c'é sempre di mezzo il gusto.

Non vorrei essere irriguardoso nei confronti di nessuno ma ho sentito una coppia di cavi di potenza da 1.200 euro... a me non piacciono, ma per niente. Sad

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
se volete io vendo i cavi di segnale migliori del mondo Smile
Laughing

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@flovato ha scritto:
@Soligo60 ha scritto:

Non ho capito, da che parte sei? Hai appena finito di recensire un cavo... Non sei a tirar palle oggi?


A parlar di cavi é come parlar del sesso degli angeli, sempre la stessa storia.

Le differenze ci sono per chi la percepisce, ovvio che devi avere un database di esperienze ampio per cogliere a volte "sottili" sfumature.

I cavi non possono assolutamente far diventare un cigno un brutto anatroccolo ma sicuramente valorizzano qualcosa che deve giá esistere di partenza.

Ultimamente sto proponendo cavi economicissimi, tanto per non incorrere nella solita questione esoterica.

Non é affatto vero che un cavo deve costare follie per essere valido e poi c'é sempre di mezzo il gusto.

Non vorrei essere irriguardoso nei confronti di nessuno ma ho sentito una coppia di cavi di potenza da 1.200 euro... a me non piacciono, ma per niente. Sad


Ciao Flovato, hai mai fatto prove al buio?

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Pier ha scritto:
Vi risulta che siano stati fatti test al buio (in ceco) per valutare le differenze tra i cavi? In caso affermativo potete citare qualche prova?


Vatti a leggere l'intero articolo su Audioreview e poi ne riparliamo.

Aggiungo io, ma visto che il suono che percepiamo, nel caso dei cavi di segnale, non è altro che psicoacustica, lo stesso discorso dovrebbe valere anche per i diffusori, giusto?
Perché in questo caso essendo le differenze di ascolto fra un diffusore e un altro facilmente misurabile, la nostra percezione di differenza fra un suono e un altro viene supportata dalle misure. Mentre per i cavi questo non avviene.
Ergo, ne discende, che il mio collega, nel senso che sono anch'io ingegnere ma mi occupo di strutture e non di alta fedeltà, Giussani, ascolta le sue realizzazioni con le misure e non con le orecchie, per cui tutti i componenti misurabili, e che in laboratorio ottengono "buone misure", devono necessariamente suonare bene.
Tombola Laughing

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
secondo me, nella discussione si dimentica qualcosa.
i cavi non suonano meglio o peggio : suonano diversamente.
all'interno di una catena costituita da PIPPE MENTALI, c'è posto anche per la pippa del cavo.

per alcuni cavi di potenza, la differenza è talmente netta che non serve fare il confronto al buio.
a me, sinceramente non interessa dare spiegazioni tecniche, perchè sono un bovaro con la terza media.
Posso comunque portarvi un sacco di testimonianze di persone che dopo diversi ascolti, si orientano verso un cavo
piuttosto che verso un altro. Il perchè ? semplicemente perchè il risultato è differente e più appagante secondo i propri metri di giudizio.

ps : tralasciate il fatto che mi chiami cavihifi...... vendo cavi ma anche diffusori, ampli etc etc

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Claudiohi-fi ha scritto:
@Pier ha scritto:
Vi risulta che siano stati fatti test al buio (in ceco) per valutare le differenze tra i cavi? In caso affermativo potete citare qualche prova?


Vatti a leggere l'intero articolo su Audioreview e poi ne riparliamo.

Aggiungo io, ma visto che il suono che percepiamo, nel caso dei cavi di segnale, non è altro che psicoacustica, lo stesso discorso dovrebbe valere anche per i diffusori, giusto?
Perché in questo caso essendo le differenze di ascolto fra un diffusore e un altro facilmente misurabile, la nostra percezione di differenza fra un suono e un altro viene supportata dalle misure. Mentre per i cavi questo non avviene.
Ergo, ne discende, che il mio collega, nel senso che sono anch'io ingegnere ma mi occupo di strutture e non di alta fedeltà, Giussani, ascolta le sue realizzazioni con le misure e non con le orecchie, per cui tutti i componenti misurabili, e che in laboratorio ottengono "buone misure", devono necessariamente suonare bene.
Tombola Laughing

Attenzione : il tuo collega afferma anche che non ci sia differenza tra un diffusore nuovo ed uno rodato, me lo ha scritto in una mail.
Pur stimando i suoi prodotti e il suo genio, temo che a volte si senta un pò troppo superiore agli altri.

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Claudiohi-fi ha scritto:
@Pier ha scritto:
Vi risulta che siano stati fatti test al buio (in ceco) per valutare le differenze tra i cavi? In caso affermativo potete citare qualche prova?


Vatti a leggere l'intero articolo su Audioreview e poi ne riparliamo.

Aggiungo io, ma visto che il suono che percepiamo, nel caso dei cavi di segnale, non è altro che psicoacustica, lo stesso discorso dovrebbe valere anche per i diffusori, giusto?
Perché in questo caso essendo le differenze di ascolto fra un diffusore e un altro facilmente misurabile, la nostra percezione di differenza fra un suono e un altro viene supportata dalle misure. Mentre per i cavi questo non avviene.
Ergo, ne discende, che il mio collega, nel senso che sono anch'io ingegnere ma mi occupo di strutture e non di alta fedeltà, Giussani, ascolta le sue realizzazioni con le misure e non con le orecchie, per cui tutti i componenti misurabili, e che in laboratorio ottengono "buone misure", devono necessariamente suonare bene.
Tombola Laughing




descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
cavihifi ha scritto:

Pur stimando i suoi prodotti e il suo genio, temo che a volte si senta un pò troppo superiore agli altri.


Lo temo anch'io, ma gli consiglio di continuare...

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Pier ha scritto:

Ciao Flovato, hai mai fatto prove al buio?


Ne ho fatte a decine, quelle col telo bianco e il furbetto che ti cambia i cavi di nascosto.

Ho sempre sbagliato Laughing , qualche volta non riuscivo nemmeno ad accorgermi che avevano premuto il tasto mono. Hehe

Significa che sono sordo ?
Potrebbe cambiare qualcosa se il test fosse compiuto da 10 persone ?

No.

Come mai quando gioco a golf da solo faccio risultati eccellenti e poi in gara faccio cagare ?

Lo stress psicologico e i condizionamenti esterni giocano un ruolo fondamentale.
É ovvio che ci facciamo condizionare ne hai appena un'evidenza dalla mia prova sugli Atalas Element Integra.

É probabile che dopo il resoconto di Claudio e Paolo, nel caso di un responso positivo si formerà un condizionamento per cui, puó essere, la percezione di bontà del prodotto venga amplificata oltre l'effettivo valore.

I cavi sono sempre "relativi" come i diffusori, la stanza e tutto il resto.

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@flovato ha scritto:


Ne ho fatte a decine, quelle col telo bianco e il furbetto che ti cambia i cavi di nascosto.

Ho sempre sbagliato Laughing , qualche volta non riuscivo nemmeno ad accorgermi che avevano premuto il tasto mono. Hehe



Ma non sentivi neanche la differenza nei cavi dei diffusori?
o ti riferisci a quelli di segnale?

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Pier ha scritto:
Vi risulta che siano stati fatti test al buio (in ceco) per valutare le differenze tra i cavi? In caso affermativo potete citare qualche prova?


Qualcuno ha pure tentanto con un appendi-abiti contro un cavo ... nessuna differenza.

http://www.engadget.com/2008/03/03/audiophiles-cant-tell-the-difference-between-monster-cable-and/

Sia inteso che la stessa non può essere fatta coi diffusori, dove le differenze di suono ci sono, e sono percettibili.

_________________
Prima di accendere l'hifi leggete questo [autore: Diego Nardi]

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@flovato ha scritto:
Come mai quando gioco a golf da solo faccio risultati eccellenti e poi in gara faccio cagare?


Magari perche' magari ti dai dei mulligan da solo, magari perche' non conti i drive che vanno in acqua, oppure il campo e' deserto ed e' la pace dei sensi, o magari perche' non c'e' il team dietro che mette fretta, o perche' non devi aspettare ad ogni par 3, o perche' se il drive va bene, non devi aspettare che si liberi il green, o magari perche' hai il tempo di fare 10 passi in avanti, o a destra o a sinistra e vedere "cose del campo" che da dove si e' fermata la tua pallina non vedi.


descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
cavihifi ha scritto:
@Claudiohi-fi ha scritto:


Vatti a leggere l'intero articolo su Audioreview e poi ne riparliamo.

Aggiungo io, ma visto che il suono che percepiamo, nel caso dei cavi di segnale, non è altro che psicoacustica, lo stesso discorso dovrebbe valere anche per i diffusori, giusto?
Perché in questo caso essendo le differenze di ascolto fra un diffusore e un altro facilmente misurabile, la nostra percezione di differenza fra un suono e un altro viene supportata dalle misure. Mentre per i cavi questo non avviene.
Ergo, ne discende, che il mio collega, nel senso che sono anch'io ingegnere ma mi occupo di strutture e non di alta fedeltà, Giussani, ascolta le sue realizzazioni con le misure e non con le orecchie, per cui tutti i componenti misurabili, e che in laboratorio ottengono "buone misure", devono necessariamente suonare bene.
Tombola Laughing

Attenzione : il tuo collega afferma anche che non ci sia differenza tra un diffusore nuovo ed uno rodato, me lo ha scritto in una mail.
Pur stimando i suoi prodotti e il suo genio, temo che a volte si senta un pò troppo superiore agli altri.


Credo che il mio "collega", farebbe bene, di tanto in tanto, a fare un bel bagno d'umiltà.
Senza rancore Ok

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Karletto ha scritto:
@flovato ha scritto:
Come mai quando gioco a golf da solo faccio risultati eccellenti e poi in gara faccio cagare?


Magari perche' magari ti dai dei mulligan da solo, magari perche' non conti i drive che vanno in acqua, oppure il campo e' deserto ed e' la pace dei sensi, o magari perche' non c'e' il team dietro che mette fretta, o perche' non devi aspettare ad ogni par 3, o perche' se il drive va bene, non devi aspettare che si liberi il green, o magari perche' hai il tempo di fare 10 passi in avanti, o a destra o a sinistra e vedere "cose del campo" che da dove si e' fermata la tua pallina non vedi.




Hehe

Finalmente qualcuno che capisce di golf.
Non mi do i Mulligan da solo Mad , son di quelli onesti io. Very Happy

Questo periodo sto giocando alla grande... sono in forma, driver ben oltre i 200... chissà che non sia l'anno giusto, quello dove vado in prima categoria. Ok

Hello

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
cavihifi ha scritto:


Ma non sentivi neanche la differenza nei cavi dei diffusori?
o ti riferisci a quelli di segnale?


Di solito le prove le facevamo con i cavi di segnale, qualche volta con quelli di potenza.
Cmq stiamo a parlare del nulla Very Happy ci sono decine di prove di condizionamenti di massa. Laughing

A Bologna, al meeting, decine di forumers hanno giurato di sentire differenze tra un cavo USB e l'altro.

Nessuno si é accorto che avevo messo uno psicofarmaco sulla birra. Hehe

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@flovato ha scritto:

Nessuno si é accorto che avevo messo uno psicofarmaco sulla birra. Hehe


...magari i psicofarmaci funzionassero così bene Don't know

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
cavihifi ha scritto:
@flovato ha scritto:

Nessuno si é accorto che avevo messo uno psicofarmaco sulla birra. Hehe


...magari i psicofarmaci funzionassero così bene Don't know

Psicofarmaci gratis.... E io me lo sono perso Crying or Very sad

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum