T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11753 utenti, con i loro 818643 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

Condividi

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
cavihifi ha scritto:

l'apparecchio misura frequenze riprodotte, intensità, forza e tutto il resto.
l'orecchio fa un lavoro diverso.

per esempio : tu a 20° stai bene. mio papà ha freddo, io sudo. eppure sono sempre 20°.
nessuna differenza alle misurazioni, risultati diversissimi Smile


Yess, vero, ma i gradi sono sempre quelli. Parlavo di misure proprio per togliere di mezzo i gusti personali. Quelli sono sacrosanti e rispettabilissimi. Magari te preferisci il suono dei transistor, io quello dei mosfet, un altro quello delle valvole... ma quì si va su un altro discorso. se A=B e B=/=C allora A=/=C... che poi tu preferisca A o C non è un problema.

cavihifi ha scritto:

opinione n°2 : stessa nota, stessa frequenza al millesimo.....
cavo a : ritardo 0 millisecondi.
cavo b: 2 millisecondi di ritardo. (dico valori alla cazzo di cane)


Ecco, questa è una differenza, e misurabile. Allora se mi dici che il cavo A produce un "effetto" su suono misurabile e diverso dal cavo B, lo accetto senza problemi. I due cavi sono diversi. Ai gusti personali scegliere, ma questo è un altro paio di maniche...

cavihifi ha scritto:

è vero, ci sono molte pippe mentali, sono d'accordo. ma siamo qui per questo....
altrimenti avremmo tutti una tivoli e via andare.....


Continuo a dire: NON VOGLIO FARE POLEMICA.
Ho però una mentalità piuttosto scientifica (passatemi il termine) e vorrei capire se sono mai stati fatti studi decenti in materia.

Io ho fatto, nel mio impianto, una prova relativa al cavo USB che c'è tra l'aRcam e il pc.
Ho provato un Wired World viola (non ricordo il nome esatto) e un cavo usb da stampante di 10 anni fa (credo)
Non ho percepito differenze.
Ho invece notato miglioramenti tra l'Ali switching "di serie" del dac e un ali stabilizzato autocostruito da me (credo bene).
E come mi spiego la "non differenza" degli usb, mi spiego anche la "differenza" degli ali.
Oh... magari sono io che mi "psicoacusticizzo" al contrario, magari sono come il calabrone che ha capito di non essere ing rado di volare Crying or Very sad Laughing

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
la questione dell'usb è molto piu complessa di quanto si possa pensare .....

(okkio che il mio modo di spiegare e di capire Very Happy è paragonabile a quello di un gibbone....)

detta questione (temo che andremo o.t) non si risolve solo con il cavo ma implica tutti e tre i fattori in gioco.

sorgente , cavo, ricevente (passatemi il termine )

tra i tre fattori in gioco, oltre al mero passaggio del segnale c'è una infinità di variabili difficilmente misurabili , soprattutto da noi.
me ne viene in mente qualcuno :
  • cpu overhead sulla sorgente
    ritardi o interferenze sul cavo
    disallineamenti di clock fra sorgente e ricevente


è proprio un macello Smile

torno a zappare il mio orticello Smile

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
cavihifi ha scritto:
torno a zappare il mio orticello Smile


Ma anche no... bastano 2 orecchie per accorgersi della differenza.

Ne ho provati un sacco, alla fine ho scelto WireWorld Starlight.

Il suono è migliorato... molto.
Alcuni lo hanno acquistato e mi hanno scritto in MP (per evitar polemiche), sono molto soddisfatti.
Insomma siamo la massoneria audiofila, parlar di cavi in pubblico è pericoloso. Hehe

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@flovato ha scritto:
cavihifi ha scritto:
torno a zappare il mio orticello Smile


Ma anche no... bastano 2 orecchie per accorgersi della differenza.

Ne ho provati un sacco, alla fine ho scelto WireWorld Starlight.

Il suono è migliorato... molto.
Alcuni lo hanno acquistato e mi hanno scritto in MP (per evitar polemiche), sono molto soddisfatti.
Insomma siamo la massoneria audiofila, parlar di cavi in pubblico è pericoloso. Hehe

un mio amico è stato ucciso di botte....perchè ha detto che i cavi sono importanti....

mio papà è stato mandato in esilio

comunque..... passate tutti a cardas.....

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
cavihifi ha scritto:
comunque..... passate tutti a cardas.....


Se capita mi piacerebbe ascoltarli, ma stavolta da te.

Saluti. Hello

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
i cavi sentono gli ultrasuoni e noi no, eppure di orecchi stiamo parlando...
Io e il Celona tanti anni fa abbiamo provato tra un Dac interno ad un cdp e un Micromega mini esterno, io giuro no sentivo quale dei due funzionava, lui si, ad impianto coperto non ha sbagliato una volta...

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Guitarfabius ha scritto:
Ma....
secondo voi, è possibile che l'orecchio umano riesca a distingure, tra due suoni, differenze che una opportuna apprecchiatura di misura non riesce a cogliere?

....


Secondo me, assolutamente si.
Se poi non parliamo di suoni puri (chessò una sinusoide) ma di un brano musicale più o meno complesso, l'orecchio umano fa una sintesi di tutti i paramertri presenti e riesce a cogliere differenze che un'apparecchio non è in grado di cogliere. L'apparecchio misura una cosa alla volta, noi abbiamo il cervello che recepisce ed elabora n caratteristiche del suono.

Che poi la mente amplifichi tali differenze con un surplus emozionale e interpretativo, tutto umano e aleatorio e indipendente dall'effettivo fenomeno acustico, mi pare pure questo plausibile.

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Vella ha scritto:
...l'orecchio umano fa una sintesi di tutti i paramertri presenti e riesce a cogliere differenze che un'apparecchio non è in grado di cogliere.


Non solo l'orecchio, anche il corpo.

Ti porto un'esempio lampante di un mio caro amico con cui ho condiviso l'infanzia audiofila.

Lui era sordo all'orecchio sinistro.
Completamente sordo... certificato.

Bene, lui si accorgeva prima e meglio di me se il tasto MONO dell' amplificatore era inserito.

Pur con un'orecchio solo, ascoltata e giocava con l'alta fedeltà, cambiando cavi, amplificatori e cogliendo spesso le sottili sfumature.
Credo abbia ancora due splendidi finali mono Albarry (le caramelle rossana Smile ).

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
Scusatemi ma non riesco a non buttarla in ridere...
Il Tivoli e un Mark Levinson sono una donna da 90 Kg e una di 52Kg. alta m. 1,65
Le differenze sono ovvie...

Tra Belen e la Balti, sono micro dettagli! Laughing Laughing Laughing

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
eccheccazzo..... mi sembrate i vecchi al bar......

ricordo quella mora....un giorno mi fece l'occhiolino..... Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing

w la fi.a!!!!!!

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
E' abbastanza noto l'esempio dei ricevitori automatici per segnali MORSE che quando la linea è molto disturbata non riescono a distinguere i segnali del codice dai disturbi, mentre invece un bravo operatore anche con la linea disturbatissima ci riesce.
Hello

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz

Non ci credo !

Altre 5 pagine sulla questione cavi......

Ma daiiiiiii.....

Laughing Laughing Laughing

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Ornito ha scritto:

Non ci credo !

Altre 5 pagine sulla questione cavi......

Ma daiiiiiii.....

Laughing Laughing Laughing


Ussignur, hai ragione!
Mi sono fatto tentare...

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Vella ha scritto:

Ussignur, hai ragione!
Mi sono fatto tentare...


Delfino curioso. Hehe

Il Grillino "coerente" ti ha fatto il bonifico, verifica. Wink

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
.....ma allora Rolling Eyes ..... se po' sapè de che sesso so' sti angeli? Qui se sta a scrive...a scrive ma ancora non se capito un ca@@o!
Laughing Laughing Laughing
PS: Ma co sti cavi.....se po prenne a scossa?

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
cavihifi ha scritto:
eccheccazzo..... mi sembrate i vecchi al bar......

ricordo quella mora....un giorno mi fece l'occhiolino..... Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing

w la fi.a!!!!!!


Sempre sia lodata!

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Pier ha scritto:
.....ma allora Rolling Eyes ..... se po' sapè de che sesso so' sti angeli? Qui se sta a scrive...a scrive ma ancora non se capito un ca@@o!
Laughing Laughing Laughing
PS: Ma co sti cavi.....se po prenne a scossa?


Dai, continuiamo, le birre sono ben ghiacciate Beer e i popcorn ben caldi Razz

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Ornito ha scritto:

Non ci credo !

Altre 5 pagine sulla questione cavi......

Ma daiiiiiii.....

Laughing Laughing Laughing


67 pagine sui Grillini? Io preferisco queste 5 Very Happy

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Soligo60 ha scritto:
@Ornito ha scritto:

Non ci credo !

Altre 5 pagine sulla questione cavi......

Ma daiiiiiii.....

Laughing Laughing Laughing


67 pagine sui Grillini? Io preferisco queste 5 Very Happy

straquoto

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Soligo60 ha scritto:
@william61 ha scritto:
Ragazzi, ecco i dettagli dei cavi toslink che ho provato:
- VIVANCO 41091 da 1,5m
- G&BL HPADOF2 da 2 m

Preso dall'entusiasmo ho ordinato un cavo QED Performance, neanche troppo costoso (45 sterline), giudicato così dalla rivista (a proposito di carta stampata) WHAT HIFI?: "After some tweaking by QED's boffins, the Performance Optical has become a force to be reckoned with. This sturdy little cable worked well with our reference CD and DAC set-up, allowing them to reveal verve and punch when needed, together with transparency and a pleasing sense of detail. Optical cables really can make a difference to your set-up, and this nifty QED sits at the top of the tree as far as we're concerned. Try it yourself." BEST DIGITAL AUDIO CABLE, WHAT HI-FI SOUND & VISION AWARDS 2011.



Vi farò sapere.
William

William fai sapere, perchè se senti differenze su un cavo ottico (di lunghezza inferiore al metro), voglio capire che impianto "rivelatore" utilizzi per riuscire ad avere differenze in digitale...


Ti invito volentieri a condividere a casa mia queste esperienze, sono ad 1 ora di macchina da Torino. Le lunghezze dei cavi erano di 1,5 e 2 metri. Sono anche in attesa di un cavo QED toslink lungo 7m. Quando passi dalla valle d'aosta fatti sentire. Magari è l'ampli a valvole degli anni '80 che rende parecchio!

Per Schiele63 che mi chiedeva del cocktail: utilizzo un cavetto audioquest sydney che mi ha dato molta soddisfazione. Guarda su futureshop.co.uk hanno una notevole scelta.

A presto William

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Guitarfabius ha scritto:
Ma....
secondo voi, è possibile che l'orecchio umano riesca a distingure, tra due suoni, differenze che una opportuna apprecchiatura di misura non riesce a cogliere?
Intuitivamente direi che è possibile che un apparecchio di misura mi dice che tra il suono A e il suono B c'è una differenza, anche se il mio orecchio non riesce a percepirla. Il contrario mi risulta difficile....
Tutto ciò senza vena polemica, non sono esperto di Hi-Fi, né di elettronica né di cavi....

A parte che penso si possa tranquillamente dire che non esiste nessuno strumento che l'uomo abbia mai costruito che sia più complesso del funzionamento dell'orecchio e del cervello cui è connesso..... o di qualsiasi altro organo.
Non potendo usare l'orecchio, quale misura secondo te o quale strumento di misura mi indica tra due coppie di diffusori quale abbia un soundstage migliore? Come lo misuri il soundstage?

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
[/quote]
Per Schiele63 che mi chiedeva del cocktail: utilizzo un cavetto audioquest sydney che mi ha dato molta soddisfazione. Guarda su futureshop.co.uk hanno una notevole scelta.

A presto William[/quote]

Ciao William, grazie per la dritta! Oki

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@Prinzmetal ha scritto:
@Guitarfabius ha scritto:
Ma....
secondo voi, è possibile che l'orecchio umano riesca a distingure, tra due suoni, differenze che una opportuna apprecchiatura di misura non riesce a cogliere?
Intuitivamente direi che è possibile che un apparecchio di misura mi dice che tra il suono A e il suono B c'è una differenza, anche se il mio orecchio non riesce a percepirla. Il contrario mi risulta difficile....
Tutto ciò senza vena polemica, non sono esperto di Hi-Fi, né di elettronica né di cavi....

A parte che penso si possa tranquillamente dire che non esiste nessuno strumento che l'uomo abbia mai costruito che sia più complesso del funzionamento dell'orecchio e del cervello cui è connesso..... o di qualsiasi altro organo.
Non potendo usare l'orecchio, quale misura secondo te o quale strumento di misura mi indica tra due coppie di diffusori quale abbia un soundstage migliore? Come lo misuri il soundstage?


Hai centrato perfettamente la questione Ok

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
Ho letto adesso il primo messaggio di questo post..

cioè..praticamente in base all'articolo e all'ultimo capoverso, il cavo in dotazione ad un lettore dvd cinese è uguale al mio Van Den hul d102 mk3?

Se così fosse, è una grandissima frottola, per non dire una stronzata.. il cavo economico, fa schifo rispetto al Van Den Hul. e non ci sono teorie, articoli di pinco pallino che tengano..

E la differenza la sente benissimo anche un sordo.
Se metto un cavo diverso per ciascun canale (ad esempio a destra un cavo generico da due soldi e a sinistra un cavo come il Mogami o il QED che ha preso 5 stelle da what hifi (che ho) o il van den hul) la differenza tra canale destro e sinistro è abissale..
Se la differenza non si sente, vuol dire che il fattore limitante non sono i cavi..
però dire che tuttii cavi sono uguali..

con un lettore nad c565bee, trends audio 10.2 klipsch rb61 (impianto quindi totalmente entry level a parte per il lettore cd) le differenze tra cavi segnale e anche cavi di corrente sono chiaramente udibili, almeno per me.

mamma mia che post spocchioso che ho fatto...
scusate.. Laughing Laughing Hehe Hehe

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
@daniele ha scritto:

scusate.. Laughing Laughing Hehe Hehe


Cioè in pratica ti dovresti scusare perché hai due orecchie ?

Allora scusati anche per i piedi le mani e tutto il resto. Hehe

Hello

descriptionRe: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum