T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11753 utenti, con i loro 818628 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Ascesa dei vinili... ma ha senso?

Condividi

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@Albik ha scritto:
Tecnicamente non so se ha un senso, per quello che ho sentito con le mie orecchie, ci sono cd che suonano bene e LP che suonano male e viceversa. Personalmente preferisco gli LP, forse perchè appartamengo a una generazione cresciuta con l'analogico nelle orecchie e certe freddezze sonore ancora non le digerisco, ma anche per una questione emozionale: oltre al contenuto musicale vi è un aspetto grafico che nelle risicate custodie dei cd non esiste (per non parlare della musica liquida). Vi è mai capitato di girare per mercatini e comprare un LP solo perchè vi ha colpito la copertina?


Come si fa a non straquotarti?
L'hai detta giustissima: certe freddezze non riesco a digerirle!!
Il mio CDP va bene ma ........

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Io rimango sempre un po confuso da questo revival del vinile.

Addirittura ho trovato edizioni CD+LP che costano come quelle sul solo cd... Ha senso secondo voi?

Le precedenti generazioni hanno lottato con scricchiolii, fruscii, rumori di fondo... Ed ora torna alla carica un mezzo secondo molti superato e limitato dalle sue stesse caratteristiche...

Prima non si vedeva l'ora di disfarsene... Oggi lo si cerca di nuovo.

Temo sia solo una moda che presto tornerà nel dimenticatoio

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Pubblico questo grafico che mi auguro possa essere utile alla discussione.

Fonte: IFPI
Qui l'articolo del Washington Post dal quale ho preso i grafici e nel quale si discute la "rinascita" del Vinile.

The reason for the resurgence varies, depending whom you ask.Hehe

1) There’s no argument that vinyl, with its grooves and pops and imperfections, sounds a lot different (some would say better) than the digitally-sampled perfection of MP3s and CDs.
2) It also probably helps that independent record stores and labels have, since 2008, made a concentrated effort to market vinyl. Every third Saturday of April, labels offer limited-edition vinyl records at some 700 independent stores. The event has morphed into something of a cultural phenomenon, and independent stores have, per Nielsen, seen a gain in sales.
3) Many labels have also begun promoting records in other ways: packaging them with MP3 download codes, for instance, or selling them as part of collectors’ bundles.


Questa è la loro conclusione:

But the real reason for the digital-age popularity of such a distinctly analog item might lie right there, in that weird conceptual divide between “real” things and the less tangible, more transient virtual ones: books and e-books, newspapers and Web sites, records and MP3s.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@Tasso ha scritto:
Pubblico questo grafico che mi auguro possa essere utile alla discussione.

Fonte: IFPI
Qui l'articolo del Washington Post dal quale ho preso i grafici e nel quale si discute la "rinascita" del Vinile.

The reason for the resurgence varies, depending whom you ask.Hehe

1) There’s no argument that vinyl, with its grooves and pops and imperfections, sounds a lot different (some would say better) than the digitally-sampled perfection of MP3s and CDs.
2) It also probably helps that independent record stores and labels have, since 2008, made a concentrated effort to market vinyl. Every third Saturday of April, labels offer limited-edition vinyl records at some 700 independent stores. The event has morphed into something of a cultural phenomenon, and independent stores have, per Nielsen, seen a gain in sales.
3) Many labels have also begun promoting records in other ways: packaging them with MP3 download codes, for instance, or selling them as part of collectors’ bundles.


Questa è la loro conclusione:

But the real reason for the digital-age popularity of such a distinctly analog item might lie right there, in that weird conceptual divide between “real” things and the less tangible, more transient virtual ones: books and e-books, newspapers and Web sites, records and MP3s.


Scusa la brutalità, ma a me basta il brano di frase che ho messo in neretto per qualificare l'estensore dell'articolo sia dal punto di vista della conoscenza tecnica che delle facoltà uditive, ovviamente peso il resto delle considerazioni allo stesso modo.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
L'indagine sul mercato dei supporti «nuovi» non è indicativa dell'andamento commerciale dei vinili.Bisognerebbe farne una sul sommerso,cioè sull'usato,che imho è in notevole sviluppo,specialmente per l'arrivo di giovani neofiti spesso non in grado di spendere 30/50 € per un vinile nuovo e lí si potrebbero vedere i volumi di vendita.

@Fritz,ti quoto,quel giornalista probabilmente non è proprio un audiofilo.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@enrico massa ha scritto:
@Fritz,ti quoto,quel giornalista probabilmente non è proprio un audiofilo.

Avete indubbiamente ragione, quel giornalista non è di certo un ingegnere del suono, ma l'articolo secondo me è interessante sia per il grafico che per l'analisi socio economica.
La differenza tecnica tra analogico e digitale qui la conosciamo molto bene ed è inutile parlarne, ed è per questo motivo che il vinile al giorno d'oggi non ha il benché minimo senso dato che il master studio è ormai solo in digitale.
Non facciamo prendere in giro, che senso ha pubblicare album nuovi registrati in digitale a 24 bit e 96kHz sul vinile?
Perché non pubblicarli direttamente a 24 bit 96kHz per gli appassionati e in MP3 per gli altri utenti non interessati alla qualità?
L'unico scopo del rilancio del vinile è vendere nuovi giradischi e dischi in vinile e con questo la passione per la buona musica non c'entra niente, è solo vile consumismo.
Poi, se siamo consci di ciò, abbiamo la più totale libertà di comprare dischi in vinile perché ci piace la copertina, per il piacere di collezionarli, ecc.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@Tasso ha scritto:
@enrico massa ha scritto:
@Fritz,ti quoto,quel giornalista probabilmente non è proprio un audiofilo.

Avete indubbiamente ragione, quel giornalista non è di certo un ingegnere del suono, ma l'articolo secondo me è interessante sia per il grafico che per l'analisi socio economica.
La differenza tecnica tra analogico e digitale qui la conosciamo molto bene ed è inutile parlarne, ed è per questo motivo che il vinile al giorno d'oggi non ha il benché minimo senso dato che il master studio è ormai solo in digitale.


Dato non assoluto, benchè di nicchia ci sono alcuni gruppi che registrano ancora in analogico, vedi l'ultimo dei My Bloody Valentine, album registrato totalmente in analogico (multitrack/mastering).
E tutta la musica registrata prima degli anni '80?

@Tasso ha scritto:

Non facciamo prendere in giro, che senso ha pubblicare album nuovi registrati in digitale a 24 bit e 96kHz sul vinile?
Perché non pubblicarli direttamente a 24 bit 96kHz per gli appassionati e in MP3 per gli altri utenti non interessati alla qualità?


Qui sono d'accordo, ma è chiaro che l'industria musicale segua il proprio tornaconto.
Per me i dischi in vinile sono belli, da usare e da ascoltare, da almeno tre decadi, i cd li ho sempre amati poco o nulla, ciò non toglie che ne abbia acquistati diverse centinaia.

@Tasso ha scritto:

L'unico scopo del rilancio del vinile è vendere nuovi giradischi e dischi in vinile e con questo la passione per la buona musica non c'entra niente, è solo vile consumismo.
Poi, se siamo consci di ciò, abbiamo la più totale libertà di comprare dischi in vinile perché ci piace la copertina, per il piacere di collezionarli, ecc.



Non sono d'accordo con la conclusioe che con la passione per la buona musica il vinile non c'entri nulla, la penso diversamente.
Personalmente ho conservato bene gli LP acquistati negli anni '80 e '90, ho continuato ad ascoltarli, sulle nuove uscite valuto caso per caso, qualche vinile, molti cd.

Posso chiederti, senza polemica, se il tuo giudizio sul vinile è basato su considerazioni tecniche o sull'ascolto?

Poi è chiaro che l'industria si muove dove vede profitto, e scusa se cito monsieur De La Palisse.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@fritznet ha scritto:
Dato non assoluto, benchè di nicchia ci sono alcuni gruppi che registrano ancora in analogico, vedi l'ultimo dei My Bloody Valentine, album registrato totalmente in analogico (multitrack/mastering).
E tutta la musica registrata prima degli anni '80?

Le nicchie, data la globalizzazione imperante, purtroppo, sono difficili da supportare e le lasciamo dove sono. Crying or Very sad 
Credo abbia più senso combattere battaglie che si possono vincere, come quella di pubblicare tutti i nuovi album a 24bit 96 kHz come da studio di registrazione.
Per quanto riguarda la musica prima degli anni 80 registrata in analogico, ci mancherebbe, vinile a vagonate. Ok 

@fritznet ha scritto:
Posso chiederti, senza polemica,  se il tuo giudizio sul vinile è basato su considerazioni tecniche o sull'ascolto?

Il mio giudizio si basa sulle considerazioni tecniche e non sull'ascolto, anche perché ripeto, se parliamo di master digitale, non possiamo neanche minimamente pensare che riversarlo su un vinile lo faccia suonare meglio. Hehe 
Se tiriamo fuori il discorso del giudizio in base all'ascolto il discorso che stiamo facendo salta del tutto, perché i diffosori, i cavi, le elettroniche e l'ambiente d'ascolto modificano e contribuiscono a colorare il suono in infiniti modi.
Per quanto riguarda il collezionare dischi, libri, francobolli, tappi di bottiglia, stuzzicadenti, ecc. per il valore affettivo che noi attribuiamo loro, ci sto,è una malattia che ho anche io e ripeto, basta esserne consci. Smile

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Il suono del vinile è ineguagliabile ad oggi,a patto di registrazioni con un buon DR(dinamic range). Smile

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@Albert^ONE ha scritto:
Il suono del vinile è ineguagliabile ad oggi,a patto di registrazioni con un buon DR(dinamic range). Smile

Come non quotati, anche questa è una cruda verità, però dopo tante battaglie forse qualcosa si è mosso, grazie anche alla fondazione che tutti qui conosciamo. Wink

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Cerco di concludere il mio intervento qui spiegando quello che credo sia importante per tutti noi appassionati di musica.
Apriamo gli occhi, il futuro è la musica liquida, dobbiamo "combattere" per far si che i nuovi album vengano pubblicati con la medesima qualità (risoluzione, dinamica, ecc.) dei master studio.
Soprattutto perché l'elettronica per leggere una sorgente digitale ad alta risoluzione è alla portata di tutti i portafogli.
Erigersi a paladini del vinile nell'era del digitale ci porta sempre più lontano da quanto scritto sopra e da una mano a chi vuole pilotare i nostri portafogli per farci seguire assurde mode.
Questo è il mio pensiero, so che molti non saranno d'accordo, perdonatemi l'arroganza che di solito non è nelle mie corde, ma sono sicuro di aver ragione.

Ascesa dei vinili...ma ha senso? NO!NO!NO! Evil or Very Mad 

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Hai perfettamente ragione Tasso,ma purtroppo siamo in pochi rispetto al vasto mare di bimbominkia che ascoltano i peggiori mp3.  Sad 

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@Tasso ha scritto:
Cerco di concludere il mio intervento qui spiegando quello che credo sia importante per tutti noi appassionati di musica.
Apriamo gli occhi, il futuro è la musica liquida, dobbiamo "combattere" per far si che i nuovi album vengano pubblicati con la medesima qualità (risoluzione, dinamica, ecc.) dei master studio.
Soprattutto perché l'elettronica per leggere una sorgente digitale ad alta risoluzione è alla portata di tutti i portafogli.
Erigersi a paladini del vinile nell'era del digitale ci porta sempre più lontano da quanto scritto sopra e da una mano a chi vuole pilotare i nostri portafogli per farci seguire assurde mode.
Questo è il mio pensiero, so che molti non saranno d'accordo, perdonatemi l'arroganza che di solito non è nelle mie corde, ma sono sicuro di aver ragione.

Ascesa dei vinili...ma ha senso? NO!NO!NO! Evil or Very Mad 


Mi spiace ma .......... dissento.
Il futuro sono incisioni ad alta definizione, non per forza musica liquida del cavolo!
Dove questi file vengano riversati ..... non posso prevederlo, ma liquida ......... no,no,no, ohibò (espressione parmigiana di schifo)

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
E poi ... cosa volete fare voi digitalisti ad oltranza? convincere noi analogisti che c'è di meglio?
Può darsi ma ..... preciso che mi sono rimesso a comprare molti dischi da quando si trova quasi tutto in vinile, infatti compro vinile.
Il digitale ....... non si dice (mp3 ne ho ascoltato 10 anni circa 10 giorni poi le mie orecchie si sono rifiutate)

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
e scoprirono che il master era digitale-liquido.. Laughing 

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
ma lo ascolto con il vinile e non con un pc del cavolo! scusa, eh!

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
E poi ... vi dà fastidio che il vinile venda?
i soldi sono miei e pago il 43% di tasse da data immemorabile, quindi ....... se mi piace così.
Li aggiusto anche i giradischi, per passione, e faccio decenti settaggi, sempre per passione.
Sarà l'Alzheimer

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Non è il caso, secondo me, di scaldarsi, nè da una parte nè dall'altra  Smile 

A me piace il vinile, ma soprattutto mi piace il contenuto, quindi a seconda dei casi e delle situazioni ascolto da vinile, cd, pc, quel che c'è, piuttosto di niente ascolterei anche da una radiolina.

Per me è la musica che non va persa di "vista", il resto è tutto un contorno.

Poi ognuno se la goda come preferisce, se trovate assurdo i vinili, non li comprate e compratevi i cd o la liquida.


Poi al di là del fatto che ora è di moda, se volete ascoltare qualcosa da un disco nero, fatelo.
Anche se l'impianto non è hiend, potreste notare qualcosa, qualcosa di molto piacevole.

Sarà la distorsione?
saranno le variazioni di velocità?
sarà il rumore?
sarà la mancanza della "perfezione digitale"?
sarà che il suono fluisce come fluisce in natura, senza spigoli?  Laughing 

boh... a me piace  Hehe 




descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@kurt10 ha scritto:
e scoprirono che il master era digitale-liquido ...
@gorillone ha scritto:
... ma lo ascolto con il vinile e non con un pc del cavolo! scusa, eh!


Ho un piccolo racconto:
dalla Russia doveva arrivarmi una registrazione professionale del Quartetto Borodin,
sarebbe arrivata in un dischetto Sony Minidisc,
dovevo solo giudicarla per consigliare le necessarie, se necessarie,
correzioni.
Mi preoccupava la compressione ATRAC, che forse mi avrebbe mascherato
la vera qualità del master, che era PCM.
Prima che il master mi arrivasse
ho fatto un test d'ascolto per la verifica del deterioramento ATRAC.
Ho preso un bel disco del Concerto per Contrabbasso e Orchestra
di Koussevitzky e l'ho copiato dentro un minidisc.
Ho ascoltato in paragone ....
la copia era meno definita, meno stabile, più velata ma non con meno acuti.
Meno concreta.

Il degrado era evidente in cuffia, sulle casse con fatica ...
la copia era più bella
di sicuro più gradevole, l'aggressività che troppo spesso noi tecnici
inseriamo nei dischi era forse un po' sparita,
un po' meno chiarezza un po' più magia ...

Può quindi una copia essere meglio dell'originale? No, ma a volte lo sembra.

Vinile: quelli di oggi sono tutti figli del digitale, e molto spesso, quasi sempre,
figli di un semplice CD Audio spedito in stampa,
quasi mai tutto è analogico, e quando lo è non si sa se lo è davvero.

Dubito che esista ancora un tecnico paziente così da d'usare le forbici
per fare montaggi,
non mi pare che esista più il nastro adesivo pretagliato
Basf PW384.
Ma nell'uno o nell'altro modo che importa? Quindi ...

Che nessuno dica che il vinile è meglio.
Che nessuno dica che il vinile è meglio non ascoltarlo.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Appunto! ognuno pensi e acquisti quel che vuole!
volevo dire solo quello; non mi interessano le discussioni filosofiche su ciò che è meglio.
Penso anch'io che i vinili siano incisi con file provenienti da cd ......... nella maggioranza dei casi

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@gorillone ha scritto:
E poi ... vi dà fastidio che il vinile venda?
i soldi sono miei e pago il 43% di tasse da data immemorabile, quindi ....... se mi piace così.
Li aggiusto anche i giradischi, per passione, e faccio decenti settaggi, sempre per passione.
Sarà l'Alzheimer


senti genio i vinili dopo gli anni 60 son tutta merda per subumani che sprechi a fare tempo e soldi

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@Dan63 ha scritto:
@gorillone ha scritto:
E poi ... vi dà fastidio che il vinile venda?
i soldi sono miei e pago il 43% di tasse da data immemorabile, quindi ....... se mi piace così.
Li aggiusto anche i giradischi, per passione, e faccio decenti settaggi, sempre per passione.
Sarà l'Alzheimer


senti genio i vinili dopo gli anni 60 son tutta merda per subumani che sprechi a fare tempo e soldi

Caspita, ma proprio tutti ???
Allora si vede che ho avuto culo, con quelle poche centinaia che ne ho comprato dal 71 ad oggi ho proprio trovato gli unici buoni.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@lalosna ha scritto:
@Dan63 ha scritto:


senti genio i vinili dopo gli anni 60 son tutta merda per subumani che sprechi a fare tempo e soldi

Caspita, ma proprio tutti ???
Allora si vede che ho avuto culo, con quelle poche centinaia che ne ho comprato dal 71 ad oggi ho proprio trovato gli unici buoni.



ciccio con due citofoni come casse e una amlpli cinnese certo che hai comprato gli unnici buoni

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Urca!!!!!
Adesso abbiamo anche l'epigono del famigerato Audiofilofine........

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Mi inserisco anche io nella discussione con una domanda da ignorante:
Quale supporto dura di più nel tempo?
Possiedo molti cd ma quasi l'80 percento di questi presentano leggeri graffietti e qualche "saltino" durante la riproduzione c'è quasi sempre almeno in una traccia ogni disco. Sicuramente sarà colpa di mie disattenzioni e sicuramente anche dello stereo della macchina, peró fatto sta che per me quei dischi sono rovinati e basta, e quando li sento divento sempre nervoso. Ora è da qualche anno che guardo all'analogico con desiderio, desidero avere una piccola collezione di tutti i miei dischi preferiti in formato vinile, ma l'unica cosa che mi trattiene è l 'investimento iniziale:
Almeno 200 euro per un giradischi decente, per non parlare di pre phono ecc...
La cosa che mi allontana definitivamente è che i vinili che mi piacciono (led zep e deep purple principalmente) li vendono a peso d'oro!!! Si parla di almeno 50€ a disco!!! Io lo farei pure l'acquisto ma devo essere sicuro che quel disco suonerà eternamente bene e rimarrà per sempre nella mia collezione senza dovermi arrabbiare ogni volta che lo sento!!! E di questa cosa non sono assolutamente convinto.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum