T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11753 utenti, con i loro 818637 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Ascesa dei vinili... ma ha senso?

Condividi

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@francoiacc ha scritto:
Rimango scettico, mi sento preso per i fondelli quando acquisto un vinile e so che è la "copia" di un CD. Scusate ma per me l'assioma è vinile = riproduzione analogica quindi se so che il vinile è un file digitale inciso allora compro il CD o il file ad alta risoluzione. Insomma io sotto la mia puntina un file digitale non ce lo voglio: twisted:  Twisted Evil  Evil or Very Mad  Evil or Very Mad 
Altro discorso è la catena audio, ovvio che se il lettore CD è molto inferiore al giraLP allora la cosa ci può stare, anche se io personalmente volendo continuare a godere dei futuri contenuti musicali investirei qualcosa in più anche sul digitale - ma questa è una mia personalissima opinione.
Speriamo che almeno le ristampe le facciano dalle incisioni analogiche originarie  Sad 
Cosa dire adesso a quasi 50 anni mi emoziono come 30 anni fa quando torno a casa riscaldo l'impianto scelgo un bell'LP poi lo metto su e dopo il bellissimo "bump" mi godo la mia musica... col digitale non è che la musica non me la godo, ma mi manca qualcosa.


Concordo.
Come si evince dal mio 3d che ho aperto settimana scorsa, io sono appena tornato a casa con il vinile.
Ascolto musica tutto il giorno, lavorando da solo, ma era un ascolto passivo; credevo che questo fosse dovuto al fatto che ormai non ho più 16 o 18 anni, che ascolto mentre lavoro ecc. ecc.
Beh, è una settimana che grazie al vecchio Thorens ho riscoperto l'ascolto: scelgo accuratamente dalla mensola cosa ascoltare, il disco scelto è già un atto meditato, lo metto sul piatto e lo ascolto integralmente, dall'inizio alla fine, con estrema gioia.
Rincoglionimento per aver ritrovato un gesto giovanile?
Forse anche, in parte  Very Happy , perché amo quella ritualità, ma non solo.
Insomma, è tutto un mondo che entra in gioco. Ma non volevo allargare così il discorso, anche se per me è molto interessante.
Il punto centrale è che adesso ho sete di altri album: le ristampe vengono quindi tutte da CD? Possibile che l'usato sia così lievitato di prezzo?
Dovevo fare il pieno un 10-15 anni fa nei mercatini.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@Bru ha scritto:

Dovevo fare il pieno un 10-15 anni fa nei mercatini.


Già concordo, non allarghiamo il discorso alla sfera emozionale! Comunque a proposito di quanto da te quotato, più o meno! Bastava anche di meno, io ho comprato credo non più di un paio di anni fa il vinile d'epoca di The Wall a 1€, domenica per A Momentary Lapse of Reason volevano 50€ Shocked 

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@francoiacc ha scritto:
@Bru ha scritto:

Dovevo fare il pieno un 10-15 anni fa nei mercatini.


Già concordo, non allarghiamo il discorso alla sfera emozionale! Comunque a proposito di quanto da te quotato, più o meno! Bastava anche di meno, io ho comprato credo non più di un paio di anni fa il vinile d'epoca di The Wall a 1€, domenica per A Momentary Lapse of Reason volevano 50€ Shocked 


50 euro!!!
E parliamo di un vinile degli anni 80.
Per me non varrebbe più di 5-7 euro.
La cosa è peggio di quanto potessi immaginare.
Io una cifra del genere mi rifiuto di pagarla.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@Bru ha scritto:

50 euro!!!
E parliamo di un vinile degli anni 80.
Per me non varrebbe più di 5-7 euro.
La cosa è peggio di quanto potessi immaginare.
Io una cifra del genere mi rifiuto di pagarla.


Non sei l'unico... Laughing 

Purtroppo da un paio d'anni a questa parte sugli LP è partita la speculazione, comunque basta guardarsi un pò intorno e ancora si trova qualcosa a prezzi congrui, non so per quanto tempo...

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Il problema, e è che oltra agli originali, vendono le ristampe quasi agli stessi prezzi, ma non è la stessa qualità.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Ragazzi, nei mercatini si prendono fregature pazzesche!
Sono cari e mal tenuti perchè gli svuotacantine sanno che è tornato di moda e chiedono prezzi assurdi.
Andate su Discogs e ordinate all'estero.
Es. the wall originale mint 9 euri, paul simon heart and bones 3, the river di springsteen 4 originale nuovo, ....... e tanta roba tra i 2 ed i 4 euro.
C'è chi è onesto anche nel trasporto.
Consiglio tedeschi e francesi.
C'è tanta roba

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Gorillone, ma la roba come viene spedita?

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@gorillone ha scritto:
Ragazzi, nei mercatini si prendono fregature pazzesche!
Sono cari e mal tenuti perchè gli svuotacantine sanno che è tornato di moda e chiedono prezzi assurdi.
Andate su Discogs e ordinate all'estero.
Es. the wall originale mint 9 euri, paul simon heart and bones 3, the river di springsteen 4 originale nuovo, ....... e tanta roba tra i 2 ed i 4 euro.
C'è chi è onesto anche nel trasporto.
Consiglio tedeschi e francesi.
C'è tanta roba


 Ok Ok Ok 

Quoto assolutamente.
Ci sono anche buoni venditori olandesi su discogs, dischi nuovi ed usati, grading realistico e prezzi molto buoni.
Io consiglio di incrociare, sulle nuove uscite, anche amazon, spesso lo stesso titolo l'ho trovato a meno su amazon (o meglio: su all music, zoverstocks etc) rispetto ai venditori su discogs.
Purtroppo anche qui non c'è una regola certa, comunque se acquistate molti LP conviene sbattersi un pochino, le differenze di prezzo della stessa identica edizione sono spesso molto consistenti.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@fritznet ha scritto:


 Ok Ok Ok 

Quoto assolutamente.
Ci sono anche  buoni venditori  olandesi su discogs, dischi nuovi ed usati, grading realistico e prezzi molto buoni.
Io consiglio  di incrociare, sulle nuove uscite, anche amazon, spesso lo stesso titolo l'ho trovato a meno su amazon (o meglio: su all music, zoverstocks etc) rispetto ai venditori su discogs.
Purtroppo anche qui non c'è una regola certa, comunque se acquistate molti LP conviene sbattersi un pochino, le differenze di prezzo della stessa identica edizione sono spesso molto consistenti.


Conviene però beccare un venditore che abbia un tot di roba a cui uno è interessato, per massimizzare le spese di spedizione, che vedo sempre alte per l'Italia.
I prezzi dei near mint e mint vedo comunque che non son mai sotto i 10 euro circa.
Infine, sperare che le poste non piazzino il pacco sotto a un elettrodomestico  Mad 

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@AlchimistaDigitale ha scritto:
Gorillone, ma la roba come viene spedita?


VIa posta da ogni singolo venditore, normalmente cerchi un venditore che abbia piu' di un titolo che initeressa cosi abbatti le spese di spedizione.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
La prossima settimana sono ad Amsterdam per lavoro, speriamo di avere un po di tempo per cercare innanzitutto qualche mercatino e/o negozio di dischi usati e poi vediamo se si trova qualcosa di buono aprezzi decenti.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Piccolo esempio che alimenta la mia indecisione cronica in ambiente analogico.

ELLA & LOUIS-----> CD 5,90 su vinile invece 15,90 euro

La mia indecisione sta nel fatto che:

1) essendo una riedizione rimasterizzata suonerà meglio in CD o Vinile?

Per di più, mi viene anche un dubbio, in linea di massima, un vinile inciso da un master digitale siamo sicuri che suonerà come un CD? A mio avviso, anche se non ho prove, ma solo per ragionamento, non è possibile che suoni meglio del CD visto che il master digitale ha una superiore interpolazione in termini di BIT (limite dei 16 sul CD) e una risposta di frequenze superiore a 44,000 Khz?

Insomma, un master digitale, non dovrebbe stare più "comodo" sul vinile?

Oppure bisogna rassegnarsi e dire che il vinile non è altro che una "vena nostalgica" ed è inutile sbattersi, ma vale la pena acquistare solo vecchie edizioni e tutto quello che c'è attualmente su CD solo su CD?

Grazie dei chiarimenti

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@AlchimistaDigitale ha scritto:
....Grazie dei chiarimenti

C'è molta confusione.

Ho un solo disco 33 vinile,
così consumato ormai che mentre ascolto il lato 1
sento anche il lato 2.

Si ascolta troppa musica, e sempre.
Vorrebbe nascere dal silenzio e del silenzio non abbiamo più memoria,
è la cosa più rara, forse ne abbiamo paura.
Stereo in salotto, stereo in camera e in cucina, stereo in macchina e in tasca,
dentro al telefono. Cuffiette e cuffione.

Sarebbe come avere i 7 libri di Marcel Proust sparsi dovunque e sempre aperti,
sarebbe meglio,
ma forse la musica è perlopiù distrattiva,
quindi dannosa come tutto ciò che crea assuefazione
e in effetti la storia ha insegnato che così lo è stata.

Correre in un parco sui pattini e con le cuffiette,
viaggiare in treno e avere le cuffiette,
bicicletta e cuffiette.
Il rumore dei pattini che scorrono, della meccanica silenziosa della bicicletta,
le frasi inutili della gente intorno.
L'udito, che è creato per conoscere e indagare il mondo, si chiude in se stesso
e neanche i nostri pensieri  indaga.

Possiamo conoscere la gente ascoltandola e guardandola da lontano
nelle loro azioni e parole normali, parlare di persona significa deformare
o voler convincere del nostro ipotetico buon senso.
Ma le cuffiette evitano la conoscenza lontana,
a volte evitano il contatto intellettuale. Sembriamo disturbati,
io direi maleducati, ma sono sofferente.

Invece di ascoltare i rumori del mondo
preferiamo produrre rumore,
e io sono incerto su che sia una fuga o che sia voglia di lasciare impronte
per contar qualcosa.
Si arriva all'insicurezza che la musica frena, ma è riduttivo.

Si arriva invece al grande vantaggio che la musica ha sulle altre fonti,
non ha bisogno di conoscenza, è perlopiù istintiva, ovvero,
ci piace conoscere senza dover imparare.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Se ne era gia' parlato ma la ripropongo:

"la RIAA ha quantificato la riduzione alle alte frequenze in base al numero di ascolti e sarebbero udibili: fino a 20 kHz dopo un ascolto, 18 kHz dopo tre ascolti, 17 kHz dopo cinque ascolti, 16 kHz dopo otto, 14 kHz dopo quindici, 13 kHz dopo venticinque, 10 kHz dopo trentacinque, 8 khz dopo ottanta ascolti. Il degrado può aumentare, se si ascolta il vinile ripetutamente in rapida successione. L'enorme pressione dello stilo sulle pareti del solco, equivalente a circa una tonnellata per centimetro quadro per ogni grammo di peso in una scala microscopica, causa una deformazione delle pareti del solco generata dal calore e la conseguente distorsione sonora."

Insomma dopo 3 ascolti il vinile come supporto diventa inaffidabile ma piace comunque.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Sinceramente non capisco, se il vinile si deteriora così rapidamente.... che senso ha allora comprarlo?????

Mi state facendo venire altri dubbi, il vantaggio del CD e del risultante FLAC è che potrò ascoltarlo per sempre nello stesso modo (bene o male a seconda della registrazione), ma tutti continuano a dirmi che il vinile in effetti si sente molte volte meglio del CD oltre che avere un aura che il CD non potrà mai avere.

Ma se dopo 15 volte, il vinile praticamente è INUTILIZZABILE per via del solco oramai rovinato, che senso ha spendere un sacco di soldi in un set up di questo tipo?

Difficile tenere a freno il lato nostalgico, ma credo che alcune cose vadano analizzate ed approfondite in maniera imparziale e seria, altrimenti non ha molto senso stare a discutere, se in effetti il vinile dopo nemmeno 10 ascolti perde qualità a tal punto, al livello da vedere sparire molte frequenze... beh inizio a farmi delle domande e considerare una cosa:

- quanto è influente l'effetto placebo nell'ascolto dei vinili?

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Mi spiace Alchimista, ma non condivido, capisco, ma non condivido.
I miei vinili suonano tutti bene, non è nostalgia!
A 10 metri di distanza e da altre stanze mia moglie capisce subito se sta suonando un vinile o un vil cd plasticoso.
Non è placebo, è orecchio, se poi mi dici che molti giovani sono abituati a schifezze come mp3 e hanno orecchie poco fini, allora potrei capire il tuo discorso.
Ma ti garantisco ............ un giradischi ben suonante è un'altra roba rispetto ad un cd!

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Parliamo sempre di vinili derivati da master analogici oppure anche digitali?

Il deterioramento a cui facevo riferimento è quello specificato da RIAA la quale spiega che dopo pochi passaggi il solco è praticamente deteriorato.

Caro Gorillone, per me se ascolto la mia "scimmia" e quella della mia compagna, comprerei alla grande vinili :-)

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@francoiacc ha scritto:
La prossima settimana sono ad Amsterdam per lavoro, speriamo di avere un po di tempo per cercare innanzitutto qualche mercatino e/o negozio di dischi usati e poi vediamo se si trova qualcosa di buono aprezzi decenti.


second life music , bel negozietto con prezzi piu' che abbordabili, record mania e il mercatino del sabato appena sotto leidseplein ( non il primo canale scendendo verso piazza dam ma il secondo se ricordo bene ...)

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
La RIA può dire quel che gli pare, ma i miei vinili suonano ancora benissimo e in base alle loro analisi adesso dovrei sentire solo i bassi  Laughing 
Io son proprio la frizzantezza e vivacità delle alte del vinile che noto subito, specialmente sulle chitarre acustiche, dove sui CD le trovo più artificiali.

Sto perdendo ore di lavoro a sfogliare le pagine di dicogs  Suicide 
Tanta bella roba in Germania e Olanda, ma il carico delle spese di spedizione è molto pesante.
I venditori italiani su discogs sono affidabili? Esperienze?
Con il pacco celere si può caricare un bel 20 kili.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Come vi sembra?

https://www.youtube.com/watch?v=5l1CLC4Z2D4

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@AlchimistaDigitale

Alchimista, solo tu puoi sapere, dopo qualche prova di ascolto, se:

-l'acquisto di un giraLp entry level + di un pre phono adeguato
-l'acquisto e la ricerca di musica in vinile, nuova ed usata
-il prezzo maggiore di acquisto del nuovo
-la minor praticità, all'ascolto e di archiviazione

può valere o meno.
prova a comprare un Lp di un artista che ti piace, ed un altro invece di cui hai già una copia ben registrata in cd, e fai le tue valutazioni

Se invece devi fare un salto nel buio, la spesa per la lista di cui sopra può benissimo essere convertita in taaanti cd, o alla peggio, in un upgrade del lettore cd/scheda audio

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Il vinile detiene un fascino che nessun cd potrà mai avvicinarsi copertina e quel gracchiare che un pò mi manca , ma dopo aver acquistato e quasi del tutto rivenduto circa 10 piatti non tornerò piu' indietro , per praticità  e per mancanza di tempo si corre sempre chi piu' chi meno si corre  Laughing 

PS Chi può veda di vinile non sbaglierà mai però usati ma tenuti bene no alle ristampe  Laughing

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Tecnicamente non so se ha un senso, per quello che ho sentito con le mie orecchie, ci sono cd che suonano bene e LP che suonano male e viceversa. Personalmente preferisco gli LP, forse perchè appartamengo a una generazione cresciuta con l'analogico nelle orecchie e certe freddezze sonore ancora non le digerisco, ma anche per una questione emozionale: oltre al contenuto musicale vi è un aspetto grafico che nelle risicate custodie dei cd non esiste (per non parlare della musica liquida). Vi è mai capitato di girare per mercatini e comprare un LP solo perchè vi ha colpito la copertina?

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Ma la RIA ha fatto la prova con la punta di uno spillo?
Saranno anche dati tecnici, ma io ho un lp (Love over Gold) che secondo il loro test, quasi non si dovrebbe + sentire, ne ho 2 ecco perchè posso comparare quello che faccio suonare spesso, anche x test quando cambio qualche cosa nell'impianto, Mahhhh.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
@solitario ha scritto:
Ma la RIA ha fatto la prova con la punta di uno spillo?
Saranno anche dati tecnici, ma io ho un lp (Love over Gold) che secondo il loro test, quasi non si dovrebbe + sentire, ne ho 2 ecco perchè posso comparare quello che faccio suonare spesso, anche x test quando cambio qualche cosa nell'impianto, Mahhhh.


Guarda, prima ho messo sul piatto "Revolver" dei Beatles, LP acquistato nel 77, che ha fatto giri su un giradischi mono a valigetta di quando ero ragazzetto, per poi passare su più impianti.
Ho un po' di fruscio, che magari va via con una buona lavata, ma il suono è bellissimo.
Dal mac ho fatto partire i file FLAC dell'ultimo Remaster (con scheda audio esterna e sullo stesso impianto) ... sarà psicoacustica, ma io preferivo il mio vecchio vinile.

descriptionRe: Ascesa dei vinili... ma ha senso?

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum