T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» Nuovo amplificatore ...ritorno al futuro?
Oggi alle 15:53 Da dinamanu

» sostituire un i5 con cosa?
Oggi alle 15:51 Da fritznet

» ALIENTEK D8 [parte 2]
Oggi alle 15:47 Da nerone

» DAC con 2-3 ingressi ottici
Oggi alle 15:34 Da scontin

» diffusori 18 sound
Oggi alle 15:14 Da arivel

» Teac cd-p800nt
Oggi alle 14:10 Da uncletoma

» (Veneto) VENDO CHARIO CONSTELLATION PHOENIX
Oggi alle 12:50 Da simonluka

» Il vintage, quello buono.
Oggi alle 12:39 Da dinamanu

» aiuto miglioramento sala d'ascolto
Oggi alle 12:21 Da mumps

» Trasmettitore bt
Oggi alle 11:57 Da mumps

» Ifi iPurifier2
Oggi alle 1:01 Da dinamanu

» amplificatore rotto?
Ieri alle 20:36 Da dinamanu

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Ieri alle 20:32 Da CHAOSFERE

» Miglior Integrato usato per 500 euro
Ieri alle 19:43 Da silver surfer

» SOS: Impianto AKAI 1980
Ieri alle 19:26 Da mikunos

» Il mio angolo e non solo
Ieri alle 18:16 Da SubitoMauro

» Wrapping Rega RP1
Ieri alle 17:58 Da bob80

» Multipresa
Ieri alle 15:14 Da sportyerre

» sostituzione testina vecchio piatto Marantz TT275
Ieri alle 13:46 Da franci92

» Douk dac vs altri
Ieri alle 7:26 Da Luca Marchetti

» [to] Canton gle 496
Ieri alle 0:42 Da krell2

» Trovatemi un DAC
Mar 27 Giu 2017 - 19:03 Da Calbas

» Cannucce nel condotto reflex
Mar 27 Giu 2017 - 14:32 Da Sestante

» Alimentatore Lineare Audiophonics per RaspBerry PI 3 B
Mar 27 Giu 2017 - 14:21 Da Adr2016

» Ci risiamo
Lun 26 Giu 2017 - 22:42 Da zimone-89

» Consiglio sull usato
Lun 26 Giu 2017 - 20:34 Da giucam61

» (PD) vendo m2tech Young prima serie
Lun 26 Giu 2017 - 17:00 Da alluce

» vendo: Focusrite, Scarlett 2I4 2Nd Gen, 2 In 4 Out Interfaccia Audio Usb
Lun 26 Giu 2017 - 15:38 Da mumps

» cd723 + SL PG200A
Lun 26 Giu 2017 - 15:32 Da arivel

» La mia opinione sul tpa3116
Lun 26 Giu 2017 - 13:02 Da fritznet

Statistiche
Abbiamo 10869 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Mote

I nostri membri hanno inviato un totale di 789499 messaggi in 51255 argomenti
Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19630)
 
schwantz34 (15508)
 
Silver Black (15460)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10261)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9070)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 58 utenti in linea: 5 Registrati, 0 Nascosti e 53 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Adr2016, dinamanu, franci92, fritznet, Tataee

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Pagina 1 di 18 1, 2, 3 ... 9 ... 18  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  edobike il Lun 6 Ott 2008 - 9:43

da tempo incuriosito della questione Grundig ed CCI, quancuno qua del forum ha testimonianze dirette ed oggettive? prove effettuate?
avatar
edobike
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 27.08.08
Numero di messaggi : 387
Località : bergamo
Provincia (Città) : Bergamo
Impianto : GC LM3875, fenice 20, Energy C300, Indiana Line ILT933, Magnat monitor supreme 200, IL 4.30, Dali Zensor 3, lettore Trevi, Philips CDP624.... qualche cavo...... tutto continuamente rimescolato.......

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Andrea Gianelli il Sab 11 Ott 2008 - 18:02

@edobike ha scritto:da tempo incuriosito della questione Grundig e CCI, qualcuno qua del forum ha testimonianze dirette ed oggettive? prove effettuate?
I prodotti Grundig di quegli anni incuriosiscono anche me, un po' perchè rientrano nei ricordi d'infanzia e molto per un episodio accaduto qualche anno fa: ero al Radiant, fiera di componenti elettronici, informatici e per radioamatori, che si tiene in un capannone a Novegro di Segrate (MI). Ad un certo punto, nel caos, ho sentito risuonare le note delle Quattro Stagioni di Vivaldi, con la chiara sensazione che vi fossero i musicisti che suonavano. Incuriosito seguii il suono e mi ritrovai di fronte ad una coppia di vecchie Chario TS-2513 pilotate da un integratino Grundig più o meno coetaneo (se non sbaglio un V-1700): il tutto era posto su un ripiano, senza alcun “accorgimento audiofilo”, eppure il suono era tale che avrei dato il mio impianto in cambio di quello. Dato che la permuta era in quel momento impossibile, sono rimasto col ricordo, cercando di convincermi nel tempo in una “illusione uditiva” (peraltro poco credibile, dato che di musica dal vivo ne ho sempre ascoltata parecchia). All’epoca avevo un Technics SU-VX 720 e delle Boston T-930 a sospensione pneumatica: posso assicurarti, nulla a confronto dell’accoppiata Grundig-Chario.
Dopo qualche tempo si sono sbriciolate le bordature dei woofer (ora rimpiazzati da una coppia di Indiana Line W20) e ho acquistato le Indiana Line TH-370: era il 2002 e dopo tre anni è arrivato il T-Amp.
Sarebbe interessante riascoltare ora quel sistema: le Chario non le avevo mai sentite suonare così bene come in quell'occasione (neppure nel periodo in cui erano in assoluto le mie casse preferite).

Parliamo ora del CCI: si tratta di un modo nuovo (Circuit Chassis Interface) per indicare la tipologia costruttiva dei vecchi Grundig: costruzione modulare con schermatura per ogni singolo modulo. Tale soluzione tecnica porta alla totale eliminazione dei disturbi di radio frequenza e assenza di distorsione per intermodulazione (diversa dalla distorsione armonica e per nulla influente sulla larghezza di banda/estensione della risposta in frequenza).
Concettualmente il full-CCI per eccellenza lo si ottiene con un T-Amp alimentato da batteria (vedi impianto in firma), in quanto ciò elimina totalmente rumore e disturbi elettrici.


Ultima modifica di Andrea Gianelli il Sab 25 Ott 2008 - 18:41, modificato 3 volte
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  MaurArte il Sab 11 Ott 2008 - 19:03

Concettualmente il full-CCI per eccellenza lo si ottiene con un T-Amp alimentato da batteria (vedi impianto in firma), in quanto ciò elimina totalmente rumore e disturbi elettrici.
Se ti sentono i grundiggari ti danno fuoco come eretico!!! Laughing Laughing Laughing
avatar
MaurArte
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 7258
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Alchimista
Provincia (Città) : En verden av smart jeg er dum
Impianto : Elettrico

http://www.alchimieaudio.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Cyan il Dom 12 Ott 2008 - 11:32

Io sono stato a un meeting. Solo col grunding ho potuto avere più dinamica delle mie mosscade 502 + ta 10.1 (come finale). Al top audio non c'era nulla che avesse più escursione dinamica. Nessuno mi crederà, ma fa niente.
Avendo le mosscade, dopo aver ascoltato il grunding ho avuto la conferma che amo la sospensione pneumatica.
La classe T ha poco da invidiare, ma l'aumento di prezzo tra il mio impianto e uno grunding è TOTALMENTE giustificato, a differenza dell'hifi tradizionale dove se si vuole avere di meglio bisogna fare mutui.

Edit: mi sono dimenticato la cosa più importante: sì, se faceva toccare i cavi si sentivano differenza. Sì, se faceva toccare i cavi allo stand del pre si sentivano differenze. Sì, se poggiava riviste sul lettore cd e finale suonava peggio. Sì, se metteva un tappetino sotto tra giradischi e vinile il suono migliorava tantissimo, tanto da farti sentire l'ambiente dove era stato registrato il disco, oltre allo strumento stesso. Sì, un lettore cd da 50 euro con modifica cci aveva una dinamica che non ho sentito al roma hiend.

Il suono era sporco, ma penso che dipenda all'età degli apparecchio.
avatar
Cyan
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 25.06.08
Numero di messaggi : 669
Località : Lazio
Impianto : Ta 10.1 casse diy subwoofer

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Andrea Gianelli il Dom 12 Ott 2008 - 18:40

@MaurArte ha scritto:
Concettualmente il full-CCI per eccellenza lo si ottiene con un T-Amp alimentato da batteria (vedi impianto in firma), in quanto ciò elimina totalmente rumore e disturbi elettrici.
Se ti sentono i grundiggari ti danno fuoco come eretico!!! Laughing Laughing Laughing
Caro Maurizio, sarei ben lieto di essere considerato il Giordano Bruno dell'alta fedeltà, a patto che il fuoco sia virtuale e che ciò possa servire a portare un minimo di chiarezza in questa bellissima passione che a mio avviso deve avvalersi del contributo di tutti gli appassionati, per il bene della musica (e conseguente corretta riproduzione della stessa) e non certo per "difese di bandiera".
Ciò detto aggiungo una doverosa precisazione: l'alimentazione a batteria è un CCI e non un full-CCI, in quanto elimina i distrurbi elettrici nell'alimentazione ma permangono pur sempre quelli del circuito di amplificazione.
Se i grundigofili sono corretti quanto io lo sono nei loro confronti, non possono avercela con me, in quanto cerco soltanto di capirci di più: è la seconda cosa che mi sta a cuore (la prima è la musica e di conseguenza la qualità sonora) e per questo non sono schierato ma solo disponibile e sincermente lieto di raccogliere i pareri di tutti, purchè fondati ed esposti con educazione e rispetto.
Grazie mille per il simpatico e sempre gradito feedback Smile

PS: il tuo parere sui Grundig, nel caso li avessi ascoltati, sarebbe per me molto prezioso.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Andrea Gianelli il Dom 12 Ott 2008 - 18:47

@Cyan ha scritto:Io sono stato a un meeting. Solo col grunding ho potuto avere più dinamica delle mie mosscade 502 + ta 10.1 (come finale). Al top audio non c'era nulla che avesse più escursione dinamica. Nessuno mi crederà, ma fa niente.
Invece a me il discorso interessa e molto...inoltre non credo proprio che ci sia ragione di dubitare: questo è un forum libero e indipendente, fatto da veri appassionati, guidati da una profonda e rara onestà intellettuale. Questo è ciò che mi piace di tutti voi, senza alcuna eccezione!

@Cyan ha scritto:La classe T ha poco da invidiare, ma l'aumento di prezzo tra il mio impianto e uno grunding è TOTALMENTE giustificato, a differenza dell'hifi tradizionale dove se si vuole avere di meglio bisogna fare mutui.
Molto interessante...
@Cyan ha scritto:Il suono era sporco, ma penso che dipenda all'età degli apparecchio.
Mmm Qui un qualche dubbio mi viene...sono comunque interessato a saperne di più: come si fa a partecipare ad un meeting? Ma, soprattutto, è gratuito?
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Cyan il Lun 13 Ott 2008 - 11:55

Io avevo visto l'annuncio su videohifi, dove poi linkavano al loro sito (che già avevo su preferiti Very Happy ). Quel sito mi aveva incuriosito proprio perchè parlava bene della cassa chiusa, criticando il reflex, e per la critica mossa ai trasformatori toroidali.
Sapete già che il mio impianto è formato da casse in sospensione pneumatica e da un ampli alimentato dallo zetagi (NON toroidale).
Sapevo pure poco di sta robba grunding, perchè non avevo letto per bene il sito, ma cmq stavano organizzando un meeting vicino la mia città. Sul forum c'erano scritte tutte le info. In pratica dovevo registrarmi al forum e indicare la partecipazione. Avendo messo l'ospitatore il suo numero di telefono, lo ho chiamato direttamente per comunicargli la mia partecipazione. Devi aspettare che lo facciano vicino la tua città. Tu casomai controlla periodicamente il loro forum.
La gente è molto simpatica, come lo sono tutti quelli contrario agli impianto hiprice. Non hanno nemmeno criticato il fatto che io avessi il ta 10.1, e sono rimasti positivamente sorpsesi quando gli ho detto che le mosscade sono a cassa chiusa. Ne avevano letto su videohifi, e quando gli ho detto questo ci sono rimasti. Appunto perchè i grundisti sono per la cassa chiusa.
avatar
Cyan
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 25.06.08
Numero di messaggi : 669
Località : Lazio
Impianto : Ta 10.1 casse diy subwoofer

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  robertor il Lun 13 Ott 2008 - 12:36

per andrea g.: i forum sono gratuiti. se non lo hai già fatto, iscriviti al forum G e controlla lo stato dei meeting.

per cyan: sono tutti molto simpatici fino a quando non dici che il thorens 124 è migliore del grundig PS 1020, cioè fino a quando non metti in dubbio il loro credo.
non so e forse sarò sordo ma per prova e sfizio ho provato a ricollegare il mio full CCI dopo un periodo di ascolto della classe T/D abbastanza lungo.
bene, non ci sono paragoni tra i 2 sistemi il tutto a favore della classe T/D. e io ascolto con diffusori sordi di sensibilità ma rigorosamente in cassa chiusa.

avevo una quindicina di componenti CCI e ora non ne ho più uno.
e sono sempre della convinzione che anche un thorens 150, senza andare su quote molto alte di mercato, sia migliore del PS 1020.


Ultima modifica di robertor il Lun 13 Ott 2008 - 13:37, modificato 1 volta
avatar
robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Cyan il Lun 13 Ott 2008 - 13:05

@robertor ha scritto:per andrew: i forum sono gratuiti. se non lo hai già fatto, iscriviti al forum G e controlla lo stato dei meeting.

per cyan: sono tutti molto simpatici fino a quando non dici che il thorens 124 è migliore del grundig PS 1020, cioè fino a quando non metti in dubbio il loro credo.
non so e forse sarò sordo ma per prova e sfizio ho provato a ricollegare il mio full CCI dopo un periodo di ascolto della classe T/D abbastanza lungo.
bene, non ci sono paragoni tra i 2 sistemi il tutto a favore della classe T/D. e io ascolto con diffusori sordi di sensibilità ma rigorosamente in cassa chiusa.

avevo una quindicina di componenti CCI e ora non ne ho più uno.
e sono sempre della convinzione che anche un thorens 150, senza andare su quote molto alte di mercato, sia migliore del PS 1020.

Cosa è il thorens?
Cmq anche io penso che la classe T sia superiore, o uguale come qualità, ma differente sotto certi punti di vista, ma ovviamente non l'ho detto Very Happy .
avatar
Cyan
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 25.06.08
Numero di messaggi : 669
Località : Lazio
Impianto : Ta 10.1 casse diy subwoofer

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  robertor il Lun 13 Ott 2008 - 13:33

ciao cyan, quanti anni hai?
sei "un figlio del digitale" o conosci anche il vinile?
avatar
robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Flightangel il Lun 13 Ott 2008 - 13:35

@robertor ha scritto:ciao cyan, quanti anni hai?
sei "un figlio del digitale" o conosci anche il vinile?

Ciao Cyan, se sei figlio del "Digitale" non sei comunque scusato dal non sapere cos'é THORENS Surprised Surprised Surprised Surprised .


Per Robertor: Non ho chiesto io infos sui forum G, forse altri Rolling Eyes Rolling Eyes
avatar
Flightangel
CDP Expert
CDP Expert

Data d'iscrizione : 30.03.08
Numero di messaggi : 2351
Località : Catanzaro.
Occupazione/Hobby : Ho un lavoro/Libri,films.
Provincia (Città) : Catanzaro.
Impianto : Primary set-up:
Sony CDP X555 Es - Marantz CD 6004
Ampli autocostruito con chip classe D
Texas Instruments "TAS 5630"
ProAc Response 2.5 (Custom Clone)
--------------------------
Slave set up:
Sony CDP 227 EsD
SMSL SA 4s TA 2024 12volts battery powered.
Mini BLH progetto Fostex+Ap Grundig Alnico

http://www.esternitalia.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  robertor il Lun 13 Ott 2008 - 13:37

modifico subito il nome sul mio intervento. scusa.
avatar
robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Andrea Gianelli il Lun 13 Ott 2008 - 15:09

@Cyan ha scritto:Io avevo visto l'annuncio su videohifi, dove poi linkavano al loro sito (che già avevo su preferiti Very Happy ). Quel sito mi aveva incuriosito proprio perchè parlava bene della cassa chiusa, criticando il reflex, e per la critica mossa ai trasformatori toroidali.
Sapete già che il mio impianto è formato da casse in sospensione pneumatica e da un ampli alimentato dallo zetagi (NON toroidale).
Sapevo pure poco di sta robba grunding, perchè non avevo letto per bene il sito, ma cmq stavano organizzando un meeting vicino la mia città. Sul forum c'erano scritte tutte le info. In pratica dovevo registrarmi al forum e indicare la partecipazione. Avendo messo l'ospitatore il suo numero di telefono, lo ho chiamato direttamente per comunicargli la mia partecipazione. Devi aspettare che lo facciano vicino la tua città. Tu casomai controlla periodicamente il loro forum.
La gente è molto simpatica, come lo sono tutti quelli contrario agli impianto hiprice. Non hanno nemmeno criticato il fatto che io avessi il ta 10.1, e sono rimasti positivamente sorpsesi quando gli ho detto che le mosscade sono a cassa chiusa. Ne avevano letto su videohifi, e quando gli ho detto questo ci sono rimasti. Appunto perchè i grundisti sono per la cassa chiusa.
Grazie mille per le preziose dritte: ho conosciuto di persona Ambrosini al Milano hi-end. Avendolo precedentemente contattato via mail per chiedergli qualche informazione relativa a Grundig e LT, sapeva già tutto del mio impianto. Confermo quindi cortesia e disponibilità, senza quei pregiudizi e snobbismo tipici invece di coloro che tentano di vendere il rame (e talvolta il ferro) a peso d'oro...


Ultima modifica di Andrea Gianelli il Lun 13 Ott 2008 - 15:11, modificato 1 volta
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Cyan il Lun 13 Ott 2008 - 15:11

@robertor ha scritto:ciao cyan, quanti anni hai?
sei "un figlio del digitale" o conosci anche il vinile?


Sono figlio del digitale.
avatar
Cyan
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 25.06.08
Numero di messaggi : 669
Località : Lazio
Impianto : Ta 10.1 casse diy subwoofer

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Andrea Gianelli il Lun 13 Ott 2008 - 15:25

@robertor ha scritto:per andrea g.: i forum sono gratuiti. se non lo hai già fatto, iscriviti al forum G e controlla lo stato dei meeting.

per cyan: sono tutti molto simpatici fino a quando non dici che il thorens 124 è migliore del grundig PS 1020, cioè fino a quando non metti in dubbio il loro credo.
non so e forse sarò sordo ma per prova e sfizio ho provato a ricollegare il mio full CCI dopo un periodo di ascolto della classe T/D abbastanza lungo.
bene, non ci sono paragoni tra i 2 sistemi il tutto a favore della classe T/D. e io ascolto con diffusori sordi di sensibilità ma rigorosamente in cassa chiusa.

avevo una quindicina di componenti CCI e ora non ne ho più uno.
e sono sempre della convinzione che anche un thorens 150, senza andare su quote molto alte di mercato, sia migliore del PS 1020.
Beh, allora chissà cos'è il mio TD160 a confronto Wink
Per quanto riguarda la tua netta preferenza per la cassa chiusa, cosa mi dici delle Mosscade? Troppo piccole per grandi ambienti o comunque interessanti?
Tu dove hai recuperato le Telefunken? Si trova qualcosa di simile in buone condizioni?
Grazie mille per le preziose e sempre gradite precisazioni, soprattutto quelle realtive al confronto tra Grundig e classe T, che mi pare metta in chiara luce quanto il CCI rappresenti una soluzione tecnica ma non la panacea di tutti i mali: leggendo sul forum CCI sembrava che la circuitazione contasse al massimo per il 15% mentre l'altro 85% era effetto dell'interfaccia tra questa e il telaio Shocked, il che non trova fondamento nel fatto che un classe T suona allo stesso modo (meglio di Grundig - LT mi pare di capire) anche senza scatola. E questo l'ho sentito con le mie orecchie. Pertanto quel che mi chiedo è: se il CCI è tanto importante e migliorativo per qualsiasi prodotto, perchè non applicarlo alla classe T? Hai qualche idea in proposito?
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  robertor il Lun 13 Ott 2008 - 15:54

perchè un t-amp classico lavora anche con un accumulatore.
perchè un t-amp non ha la necessità di schermature particolari e nemmeno di essere collegato a massa.
per quanto riguarda la circuitazione la classe t/d è completamente diversa, perlomeno come componenti, dai G.
per quel che riguarda telaio-case il bello della classe T/D è che li puoi mettere dentro una scatola di metallo della TWINING e suonano lo stesso.
il TD 160 a mio parere è un buon gira con ancora il contropiatto in metallo.
avatar
robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  robertor il Lun 13 Ott 2008 - 15:59

cyan, se un giorno avrai voglia di spendere dei soldi che magari ti avanzano prova a prendere un giradischi anche datato ma buono, vedi thorens 150 p 160 pioneer PL 12D oppure senza spendere tanto anche un philips GA 212 tanto brutto da vedere ma suonante con testina philips(vedi tweak apparso su TNT audio), e qualche vinile magari originale.
di alcuni gruppi si trovano vinili abbastanza a buon prezzo.
l'analogico purtroppo non ha la comodità ne la durata del digitale ma se settato bene è un'altra musica.
anche con i classe T/D.
avatar
robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Andrea Gianelli il Lun 13 Ott 2008 - 16:12

@robertor ha scritto:perchè un t-amp classico lavora anche con un accumulatore.
perchè un t-amp non ha la necessità di schermature particolari e nemmeno di essere collegato a massa.
per quanto riguarda la circuitazione la classe t/d è completamente diversa, perlomeno come componenti, dai G.
per quel che riguarda telaio-case il bello della classe T/D è che li puoi mettere dentro una scatola di metallo della TWINING e suonano lo stesso.
il TD 160 a mio parere è un buon gira con ancora il contropiatto in metallo.
Idea Wow, ora il "mistero" è del tutto spiegato.
Per quanto riguarda il giradischi, è una di quelle fortune che capitano raramente nella vita: è di mio padre (lo aveva acquistato nuovo ancor prima che io nascessi) che, per inutilizzo, l'ha passato a me.
Grazie ancora Oki
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Cyan il Lun 13 Ott 2008 - 16:19

Ma quindi sto cci consiste semplicemente nel collegare a telaio?
Stavo leggendo a riguardo dei problemi che si hanno con le schede audio interne (e io ho quella interna), che si possono risolvere schermando le schede e collegandole al case del pc. Dicono i miglioramenti siano notevoli. Che poi questi miglioramenti possano essere paragonati a quelli che si hanno spendendo 10, 20,50 volte in più per un amplificatore non ho dubbi particolari a riguardo. Infatti, credo che a livelli hifi ciò che influisca di più sia l'ambiente, poi i diffusori, e infine tutto il resto.
avatar
Cyan
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 25.06.08
Numero di messaggi : 669
Località : Lazio
Impianto : Ta 10.1 casse diy subwoofer

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Andrea Gianelli il Lun 13 Ott 2008 - 16:44

@Cyan ha scritto:Ma quindi sto cci consiste semplicemente nel collegare a telaio?
A quanto pare sì, oltre alla costruzione modulare con scheramtura per ogni songolo modulo. Tra l'altro pare che sui Grundig ci fosse perchè aveva una ragion d'essere, che con la classe T invece decade, in quanto, a detta del buon robertor che ha esperienza diretta con entrambi, c'è una miglior qualità senza bisogno di nulla (scatola, interfaccia, schermature ecc.) al di fuori di scheda e alimentazione.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  robertor il Lun 13 Ott 2008 - 20:17

se volete provare un full CCI sul forum G c'è un utente che vende l'SV 700.
avatar
robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Silver Black il Mar 14 Ott 2008 - 20:20

Grundig... attenti a non credere alle favole, ci sono i lupi cattivi... Ironic

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15460
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Andrea Gianelli il Mar 14 Ott 2008 - 21:28

@Silver Black ha scritto:Grundig... attenti a non credere alle favole, ci sono i lupi cattivi... Ironic
Ben detto Oki
La cosa migliore è, soprattutto in presenza di prodotti "sconosciuti" e non proprio economici, ascoltare sempre con molta attenzione.
E' tutto? No, direi che c'è almeno un altro elemento, dal mio punto di vista fondamentale: se vi piace il vostro impianto, tenete tutto com'è! Infatti non è solo il singolo componente e nemmeno l'abbinamento tra i vari componenti a determinare il risultato, ma anche l'ambiente in cui l'impianto viene collocato, soprattutto per quanto riguarda i diffusori: mai dare per scontato che qualcosa di meglio (anche di livello molto più alto) produca necessariamente un suono migliore.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Andrea Gianelli il Sab 25 Ott 2008 - 11:37

Dando libero sfogo alla mia morbosa curiosità tecnica, ho continuato a raccogliere informazioni sui Grundig e sempre da fonti molto esperte, autorevoli e oneste.
Innanzitutto i prodotti di quegli anni (non solo Grundig) erano costruiti molto bene e presentavano soluzioni tecniche interessanti e indubbiamente valide.
Per quanto riguarda il CCI, l'influenza dei campi magnetici sui cavi è cosa ben nota e facilmente misurabile: non c'è dunque da stupirsi se il nostro orecchio (che talvolta percepisce anche differenze non misurabili) percepisca un evidente beneficio da componenti schermati e totalmente privi di disturbi RF. Non a caso non mi stancherò mai di consigliare la batteria per alimentare i vostri amati classe T (leggete più avanti).
Veniamo ora al suono dei Grundig: si tratta di un'impostazione timbrica che privilegia la struttura musicale anziché i parametri tipicamente audiofili (quali ad esempio la scena). Da questo punto di vista il fenomeno Grundig ha un suo perchè, non meno nobile del meccanismo che ha decretato il successo del T-Amp. Si tratta infatti di una risposta da parte di un sempre maggior numero di appassionati insoddisfatti di quei molti prodotti hi-end (ipercostosi e dal suono spesso poco gradevole e affaticante) che hanno dominato il mercato sino all'arrivo del T-Amp, che è finalmente riuscito a conciliare la corretta e gradevole riproduzione con il rispetto dei "canoni audiofili".
In proposito ritengo doveroso sottolineare che i 15-20 anni che hanno preceduto la nascita del piccolo T-Amp sono stati un crescente pullulare di amplificatori iperanalitici, freddi e striduli, con un'impeccabile linearità sulla carta ma che nei fatti snaturavano il suono, privandolo delle sue componenti armoniche. Un esempio? Quando i Rotel e gli H/K andavano per la maggiore (osannati da tutte le riviste), condussi (grazie alla fiducia dell'addetto alle vendite, nonostante la mia giovanissima età) una prova in un centro Trony della mia zona, tenendo fissa una coppia di Chario Hiper 3 ed un lettore cd entry-level e alternando via via (con l'apposita console) i diversi amplificatori. Risultato? Il mio cd di Vivaldi con gli ampli più blasonati risultava inascoltabile (suono compresso, povero, asciutto, senz'anima), mentre con gli integratini nipponici più economici (i soliti noti: Pioneer, Sony, Technics ecc.) il suono riacquistava corpo, spazio, realismo e musicalità. Il vincitore (anche a detta dei molti presenti) fu il Technics più economico presente in sala. Così il vecchio Akai DC Servo fu sostituito da un Technics MOS Class AA, che col tempo me lo fece rimpiangere... Infatti il Technics, pur migliore di molti integrati suoi contemporanei, non riusciva comunque ad essere all'altezza dei prodotti di precedente produzione (primi anni ottanta).
Solo con l'arrivo del T-Amp ho ritrovato la piena gioia nell'ascoltare la mia amata musica, soprattutto con l'alimentazione a batteria: i classe T per loro natura non necessitano di schermatura né di messa a terra, ma rimane comunque il problema dell'alimentazione, causa di inevitabili disturbi elettrici, la cui definitiva soluzione è appunto rappresentata da un accumulatore. Wink
Ciò detto sarebbe interessante inserire in una T-catena un lettore Grundig o modificato CCI. In proposito il nostro amico robertor può dirci qualcosa: il suo parere sarebbe per me molto gradito e per tutti noi particolarmente utile e prezioso.
Nel frattempo sarebbe il caso di organizzare un giro a qualche Grundig meeting, miglior modo per chiarire eventuali dubbi e comprendere l'effettiva qualità di quei prodotti, nel bene e/o nel male.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Cyan il Sab 25 Ott 2008 - 18:38

Guarda ai meeting Grunding Massimo chiede insistentemente di portare i propri impianti per paragonarli con i Grunding stessi. Purtroppo dove sono stato io nessuno ha portato niente. Quindi non ho potuto fare confronti diretti. Io avreo voluto portare il ta 10.1, ma sono un po' gelosino delle mie cose Hehe .
Sinceramente però avrei dei dubbi sul fatto che acconsentirebbe a farti portare un tripath Very Happy.
avatar
Cyan
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 25.06.08
Numero di messaggi : 669
Località : Lazio
Impianto : Ta 10.1 casse diy subwoofer

Tornare in alto Andare in basso

Re: GRUNDIG e CCI: testimonianze dirette?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 18 1, 2, 3 ... 9 ... 18  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum