T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you.
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Quale cavo ottico per il CD?
Oggi a 20:38 Da CHAOSFERE

» nuove diva 262
Oggi a 20:38 Da MaurArte

» impianto entry -level
Oggi a 20:27 Da CHAOSFERE

» Lettore CD max 200 euro
Oggi a 20:16 Da dinamanu

» Giradischi - quesiti & consigli
Oggi a 19:21 Da beppe61

» Confronto tra Breeze full mod. vs Drok ta2024b pareri personali e riflessioni
Oggi a 19:18 Da rx78

» Amplificatore per chiudere il cerchio
Oggi a 19:14 Da Sistox

» Recupero vinile rovinato
Oggi a 18:52 Da dinamanu

» Monitor Audio Silver 1 vs B6W 686 s2
Oggi a 18:45 Da dinamanu

» TUTORIAL MODIFICHE TPA 3116 COMPLETO
Oggi a 18:32 Da Angel2000

» Player portatile
Oggi a 18:13 Da p.cristallini

» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Oggi a 18:03 Da Angel2000

» Fonometro Professionale
Oggi a 16:01 Da Docarlo

» Suono un pò duro.....
Oggi a 15:53 Da gigetto

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Oggi a 15:17 Da CHAOSFERE

» Acquisto Amplificatore Integrato + Diffusori. Help me !
Oggi a 9:43 Da natale55

» RI-dividere tracce da unico file
Oggi a 9:16 Da lello64

» CAIMAN SEG
Oggi a 9:14 Da Masterix

» Chromecast audio e spotify.
Oggi a 8:04 Da sportyerre

» Rotel RA 1570 con dac incorporato.
Oggi a 6:40 Da micio_mao

» alimentatore autocostruito per alta fedeltà da 7/10 A
Oggi a 0:01 Da dinamanu

» Canale che gracchia e sparisce su Musical Fidelity A1
Ieri a 23:45 Da dinamanu

» JRiver 22
Ieri a 21:26 Da Nadir81

» Amplificatore per Scythe SCBKS-1100 Kro Craft Speaker Rev. B, quale migliore?
Ieri a 21:26 Da Angel2000

» quale alimentatore già pronto all'uso per un TPA 3116?
Ieri a 21:06 Da Angel2000

» Player hi fi
Ieri a 20:34 Da Tasso

» (SR+SS) Kit pcb Pass Aleph 3 + componenti
Ieri a 19:48 Da tix88

» VENDO Kit preamplificatore Sbilanciato->Bilanciato per Anaview/hypex/icepower ecc
Ieri a 14:23 Da MrTheCarbon

» Daphile - Audiophile Music Server & Player OS
Ieri a 12:12 Da luigigi

» Vintage VS nuovo ma new entry...
Ieri a 10:58 Da emmeci

» Consiglio amplificatore buon rapporto qualità/prezzo
Ieri a 10:15 Da dinamanu

» Verdi - consigli per gli acquisti
Ieri a 10:10 Da luigigi

» Pioneer PL12 in pensione.....o forse no?
Ieri a 9:52 Da Motogiullare

» Little Dot MKII e Little Dot I+ appena arrivati...inizia il test-confronto con le AKG K550.
Ieri a 0:48 Da YAPO

» Messaggio per Valterneri NAD90
Mer 30 Nov 2016 - 22:28 Da beppe61

» Berlioz "symphonie fantastique
Mer 30 Nov 2016 - 21:56 Da Milanraf

» Alternativa a Volumio: Moode Audio!
Mer 30 Nov 2016 - 20:11 Da eddy1963

» Cd conviene ripararlo o....
Mer 30 Nov 2016 - 16:55 Da gigetto

» aiuto! amplificatore DENON PMA520AE e diffusori AIWA sxANS70
Mer 30 Nov 2016 - 16:52 Da giucam61

» Amplificatore morto e giradischi con presa differente
Mer 30 Nov 2016 - 16:01 Da giucam61

» Vendo Tweeter Ciare HT200 [40 euro spediti
Mer 30 Nov 2016 - 14:00 Da MrTheCarbon

» Cross-over digitale senza DAC...
Mer 30 Nov 2016 - 13:44 Da dinamanu

» Cuffie per DAC PRO-JECT HEAD BOX S USB
Mer 30 Nov 2016 - 10:12 Da sportyerre

» Cuffie bestbuy 150€ no amplificatore
Mer 30 Nov 2016 - 9:35 Da lello64

» se cambio valvole miglioro?
Mer 30 Nov 2016 - 8:59 Da dinamanu

» Scelta giradischi
Mar 29 Nov 2016 - 23:54 Da dinamanu

» Una storia di cavi
Mar 29 Nov 2016 - 22:39 Da potowatax

» Quale ampli per le mie Dynaudio M20
Mar 29 Nov 2016 - 18:41 Da giucam61

» Sto pensando all'impianto home e l'idea sarebbe...
Mar 29 Nov 2016 - 18:25 Da giucam61

» Pi-Speakers One più stands Norstone Stylum2 (200 euro + SS)
Mar 29 Nov 2016 - 14:51 Da MrTheCarbon

Sondaggio

Interessati alla guida per la costruzione di un server audio?

76% 76% [ 148 ]
24% 24% [ 47 ]

Totale dei voti : 195

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19629)
 
schwantz34 (15476)
 
Silver Black (15370)
 
nd1967 (12784)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10213)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8457)
 

Statistiche
Abbiamo 10359 membri registrati
L'ultimo utente registrato è bepsi

I nostri membri hanno inviato un totale di 768743 messaggi in 50030 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 90 utenti in linea :: 11 Registrati, 3 Nascosti e 76 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

CHAOSFERE, checus, dinamanu, emmeci, giucam61, jojo, Kha-Jinn, lello64, Masterix, stail, ucciopino

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Furl  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you. sul tuo sito sociale bookmarking

Subwoofer in ambito HiFi

Pagina 2 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

E' necessario un subwoofer per ascoltare Musica?

14% 14% 
[ 16 ]
86% 86% 
[ 99 ]
 
Totale dei voti : 115

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  Silver Black il Mer 19 Ago 2009 - 14:02

@piero7 ha scritto:silver, se non senti il sub può essere che l'ampli sia invertente e hai bisogno di invertire le polarità del sub sennò niente bassi Wink

Non ho detto che non sento il sub, non ho nemmeno provato a collegarlo col VT! Volevo, prima di fare danni, sapere appunto se collegare un sub già amplificato a un ampli può causare danni (non è come mettere a ponte le due sezioni di amplificazione? Oh, tenete conto che io ad elettronica sono a -100!).

E poi non ci sono polarità, collego con un cavo MONO per sub (l'uscita Oppo per il sub - l'Oppo è multicanale 5.1 - ha un solo canale, lo stesso per l'uscita sub per il VT, un solo canale).

@Andrea Gianelli ha scritto:Beh, la risposta ce la siamo data: non collegarlo affatto! Smile
Inutile rischiare, no?

Voglio provare, poi magari lo tengo solo per i film, ma almeno provo. Se rovina i bassi articolati del mio sistema di sicuro lo tolgo istantaneamente!

D'altro canto è concettualmente sbagliato usare un sub in cassa chiusa con "satelliti" bass-reflex, laddove le frequenze al di sopra degli 80Hz premiano i buoni sistemi a sospensione pneumatica mentre, al di sotto di tale frequenza, va benissimo anche un sistema accordato, dato che le ultrabasse non richiedono precisione e velocità.

Mah, non vedo il problema invece. Uno può avere dei satelliti in basso reflex e metterci un sub in cassa chiusa per arrivare là dove i satelliti non arriveranno mai. Non vedo problemi di sorta.

_________________
L'HiFi è zero, la musica è tutto. T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15370
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  piero7 il Mer 19 Ago 2009 - 14:08

l'uscita sub se prevista è a valle del preamplificatore interno o collegato direttamente (o bufferizzato) con l'ingresso, danni non ne puoi fare.

Vero, non puoi invertire la fase sull'altoparlante del sub. E' una grave pecca di quel sub silver questa. Se becchi un ampli invertente rispetto a quello che pilota il sub, le frequenze più basse essendo in controfase si annullano e non si sentono...

piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  MaurArte il Mer 19 Ago 2009 - 14:08

Sergio il VT ha una uscita pre out per il sub
Puoi collegarlo.
Avetre mai provato le Mosscade con un sub con ampli integrato da 100W dotato di fase,taglio e volume regolabile?
La differenza in positivo è notevole.
Il suono è più reale,coinvolgente,emozionante.

MaurArte
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 7133
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Alchimista
Provincia (Città) : En verden av smart jeg er dum
Impianto : Elettrico

http://www.alchimieaudio.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  Silver Black il Mer 19 Ago 2009 - 14:10

@piero7 ha scritto:l'uscita sub se prevista è a valle del preamplificatore interno o collegato direttamente (o bufferizzato) con l'ingresso, danni non ne puoi fare.

Ok, ma che succede alle due amplificazioni? Il VT amplifica il sub che è già amplificato ossia si somma la potenza? Shocked

Vero, non puoi invertire la fase sull'altoparlante del sub. E' una grave pecca di quel sub silver questa. Se becchi un ampli invertente rispetto a quello che pilota il sub, le frequenze più basse essendo in controfase si annullano e non si sentono...

Ehhh giusto, non credo comprerei comunque un altro sub a breve!

_________________
L'HiFi è zero, la musica è tutto. T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15370
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  MaurArte il Mer 19 Ago 2009 - 14:15

Ok, ma che succede alle due amplificazioni? Il VT amplifica il sub che è già amplificato ossia si somma la potenza?

E' una uscita di segnale non di potenza.
Non si somma nulla

MaurArte
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 7133
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Alchimista
Provincia (Città) : En verden av smart jeg er dum
Impianto : Elettrico

http://www.alchimieaudio.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  piero7 il Mer 19 Ago 2009 - 14:15

Metti lo schema di questo virtue, io non lo conosco, e vediamo di capire dove s'attacca l'uscita sub. A naso, è come t'ho detto prima, ma con lo schema dissolviamo facilmente il dilemma

piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  bonghittu il Mer 19 Ago 2009 - 15:34

@MaurArte ha scritto:
Avetre mai provato le Mosscade con un sub con ampli integrato da 100W dotato di fase,taglio e volume regolabile?

E' la mia configurazione attuale e non posso che concordare Smile

bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3515
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  quadram il Mer 19 Ago 2009 - 17:37

dal mio punto di vista e per i miei gusti sia di ascolto che musicali il pure stereo è più che sufficiente. infatti ho votato "no".
semplicemente derivante dal fatto che abbiamo solo due orecchie con dei limiti fisici per quanto concerne le basse e bassissime frequenze.
le frequenze che noi "sentiamo" e che si dispongono tra gli infrasuoni e le frequenze basse (tra 5 e 18-20 Hz) per noi non sono assolutamente udibili e anche se lo fossero non sentiremmo assolutamente con la membrana timpanica bensì con l'apparato mascellare, l'osso temporale o la scatola cranica intera.
per il resto se piace l'effetto "vibrante" Very Happy c'è una cosa molto più efficace IMHO del sub:
questo! Very Happy

http://www.thebuttkicker.com/

inudibile, (per noi con le orecchie ripeto, ma con il corpo eccome!) ma di forte impatto scenico.
un bel 2 + 1 (inudibile) che crea una buona atmosfera. assolutamente geniale del punto di vista fisico, non conosco se effettivamente funziona, (mai provato fisicamente). resta la buona idea.

quadram
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 05.05.09
Numero di messaggi : 87
Località : busto arsizio - varese
Impianto : Amplificatore: Technics SU-Z22
Diffusori: Technics SB-F3
Giradischi: Technics SL-1200 MK 1 con Shell Acutex Saturn V e Testina Acutex 420 STR
Sintonizzatore Technics ST-G5
Sorgente CD: Philips DVP 3350 con firmware mod.


Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  Silver Black il Mer 19 Ago 2009 - 17:43

@MaurArte ha scritto:E' una uscita di segnale non di potenza.
Non si somma nulla

Immaginavo. Ma allora, se è solo di segnale quest'uscita, andrebbe bene anche per sub passivi?
E in conclusione, meglio questa del VT o meglio collegare il sub direttamente all'uscita sub dell'Oppo come facevo tempo fa?

@piero7 ha scritto:Metti lo schema di questo virtue, io non lo conosco, e vediamo di capire dove s'attacca l'uscita sub. A naso, è come t'ho detto prima, ma con lo schema dissolviamo facilmente il dilemma

E dove 'u pigghiu sto schema?

@bonghittu ha scritto:
@MaurArte ha scritto:
Avetre mai provato le Mosscade con un sub con ampli integrato da 100W dotato di fase,taglio e volume regolabile?

E' la mia configurazione attuale e non posso che concordare Smile

Ok per satelliti, specie come le Mosche che sono in cassa chiusa, ma con torri come le mie Proson, generose in basso e con uno spettro dichiarato da 28 Hz a -3db, ha senso?

@quadram ha scritto:per il resto se piace l'effetto "vibrante" Very Happy c'è una cosa molto più efficace IMHO del sub:
questo! Very Happy

http://www.thebuttkicker.com/

inudibile, (per noi con le orecchie ripeto, ma con il corpo eccome!) ma di forte impatto scenico.
un bel 2 + 1 (inudibile) che crea una buona atmosfera. assolutamente geniale del punto di vista fisico, non conosco se effettivamente funziona, (mai provato fisicamente). resta la buona idea.

Surprised Fantasticooo!!! Happy shock
Le orecchie sono felici perchè il suono non si modifica e il nostro cervello verrà ingannato in modo perfettamente innocuo dal nostro corpo che avvertirà le vibrazioni!
Però ora che ci penso non è mica molto geniale... perchè una cosa è avvertire le vibrazioni che si propagano all'interno della nostra gabbia toracica comeuna cassa di risonanza, e una cosa è invece una mera vibrazione del deretano... I see

_________________
L'HiFi è zero, la musica è tutto. T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15370
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  quadram il Mer 19 Ago 2009 - 17:47

@Silver Black ha scritto:
Surprised Fantasticooo!!! Happy shock
Le orecchie sono felici perchè il suono non si modifica e il nostro cervello verrà ingannato in modo perfettamente innocuo dal nostro corpo che avvertirà le vibrazioni!
Però ora che ci penso non è mica molto geniale... perchè una cosa è avvertire le vibrazioni che si propagano all'interno della nostra gabbia toracica comeuna cassa di risonanza, e una cosa è invece una mera vibrazione del deretano... I see

ahahah Very Happy si in effetti è ineccepibile dal punto di vista tecnico, ma secondo me ha alcuni difetti ancora dal punto di vista fisico Very Happy
comunque è una buona idea, il rispetto per averci provato se lo sono guadagnato

Laughing Laughing

quadram
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 05.05.09
Numero di messaggi : 87
Località : busto arsizio - varese
Impianto : Amplificatore: Technics SU-Z22
Diffusori: Technics SB-F3
Giradischi: Technics SL-1200 MK 1 con Shell Acutex Saturn V e Testina Acutex 420 STR
Sintonizzatore Technics ST-G5
Sorgente CD: Philips DVP 3350 con firmware mod.


Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  pallapippo il Mer 19 Ago 2009 - 17:56

@Silver Black ha scritto:
@MaurArte ha scritto:E' una uscita di segnale non di potenza.
Non si somma nulla

Immaginavo. Ma allora, se è solo di segnale quest'uscita, andrebbe bene anche per sub passivi?
No.
@Silver Black ha scritto:E in conclusione, meglio questa del VT o meglio collegare il sub direttamente all'uscita sub dell'Oppo come facevo tempo fa?
Non ne sono certo, ma è probabile che questa uscita sia a valle del potenziometro... così che con il volume del Virtue dovresti comandare contemporaneamente volume deille casse e del sub.

@Silver Black ha scritto:Però ora che ci penso non è mica molto geniale... perchè una cosa è avvertire le vibrazioni che si propagano all'interno della nostra gabbia toracica comeuna cassa di risonanza, e una cosa è invece una mera vibrazione del deretano... I see
Dipende dai gusti... Shocked Embarassed Punishment Laughing

P.s.: non adatto ai miei. Wink

Hello

pallapippo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 4973
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: Geek Out 450;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  bonghittu il Mer 19 Ago 2009 - 18:13

@Silver Black ha scritto:
Ok per satelliti, specie come le Mosche che sono in cassa chiusa, ma con torri come le mie Proson, generose in basso e con uno spettro dichiarato da 28 Hz a -3db, ha senso?

Se i dati sono confermati sicuramente senti meno benefici di quanti possa sentirne
io.
L'uscita sub del virtue e' al livello di un pre quindi
non togli un solo Watt ai due diffusori laterali e quando vuoi escludere il sub ti basta
tenerlo spento. Il fatto che sia mono mentre gli ingressi del sub sono due puoi
risolverlo con uno sdoppiatore di segnale (arrivi al sub in doppio mono).

bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3515
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  QUALITY SOUND il Mer 19 Ago 2009 - 18:15

@Andrea Gianelli ha scritto:
@Silver Black ha scritto:Secondo voi un subwoofer è necessario in ambito puramente HiFi (solo Musica, no cinema quindi)?
Io ho sempre pensato di no e se ce ne fosse bisogno c'è qualche lacuna da qualche parte nella propria catena: ambiente, diffusori o ampli.
Hello Ottima riflessione, caro Sergio. Ovviamente pienamente condivisa: mi sono già espresso più volte sull'argomento e sai bene come la penso. Wink

@QUALITY SOUND ha scritto:L'orecchio umano non arriva a sentire 20 hz
Poi c'e' da dire anche che i dischi in vinile sono tagliati a 50 hz
Hello Altro interessante spunto, questa volta da un progettista. Ebbene, caro Antonio, la seconda è una bella risposta ai molti sostenitori del vinile, ancora convinti che questo abbia una resa più fedele delle basse frequenze rispetto al cd. Ovviamente io la penso come te. Oki
Per quanto riguarda il nostro orecchio, esso percepisce frequenze comprese tra i 20 e i 20.000 Hz, ma solo in spazi aperti e con pressioni acustiche molto elevate. Infatti la frequenza minima riproducibile nel nostro ambiente è 40Hz. Resta il fatto che andare sotto i 20 (diciamo sino a 16) aiuta ad aumentare il realismo, ma si tratta di pura teoria. In proposito dei miei amici, esperti progettisti e costruttori, hanno realizzato in via sperimentale un sistema di altoparlanti in grado di riprodurre in modo lineare dai 16 Hz ai 20 KHz. Risultato? Perfezione assoluta al banco misure, semplicemente inascoltabile (a qualunque volume) in ambiente. Ebbene, escludendo il subwoofer (tagliato ad 80 Hz), il risultato all'orecchio migliorava enormemente, garantendo finalemente un alto livello di fedeltà.
In estrema sintesi, possiamo affermare che, in un ambiente domestico, quel che serve è un sistema in grado di riprodurre (a 0 dB = "curva piatta") dagli 80 Hz ai 20 kHz, lasciando ancora percepire bene le ultrabasse (60Hz a -3dB, 40Hz a -6/8dB e ancora qualcosa intorno ai 30Hz, il famoso "coinvolgimento viscerale"). Dico bene?
Ovviamente qualunque tua precisazione è gradita.
Consentimi:le misure servono ma fino a un certo punto.Il buon ascolto alla fine
determina la qualita' di un prodotto.Esempio negli anni 70 i produttori
di amplifier Giapponesi sfornavano misure mozzafiato e pure sonicamente
erano improponibili rispetto alle altre produzioni.
Per non parlare dei diffusori:credo nessun produttore orientale abbia mai
prodotto dei diffusori decenti
Per poter scendere in basso,ma molto in basso e' necessario un grosso,
ma grosso ambiente.
Il driver per poter scendere abbastanza deve essere gia' di un buon
diametro:diciamo che al di sotto dei 25 cm un subwoofer non ha motivo
di esistere.

QUALITY SOUND
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 01.03.09
Numero di messaggi : 853
Località : NAPOLI
Impianto : Comunicazione non indispensabile

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  QUALITY SOUND il Mer 19 Ago 2009 - 18:55

@piero7 ha scritto:
@QUALITY SOUND ha scritto:

Tale la consideriamo la soluzione ottimale per two channels:

AMPLI LEFT out + e - inserito (in)SUBWOOFER LEFT in + e - poi
uscita(out)SUBWOOFER LEFT inserito(in) SPEAKER LEFT

AMPLI RIGHT out + e - inserito (in)SUBWOOFER RIGHT in + e - poi
uscita(out)SUBWOOFER RIGHT inserito(in) SPEAKER RIGHT

I subwoofer sono monofonici passivi e all'interno hanno un crossover

Non per le mie orecchie. Ho provato a far passare l'ampli che pilota le minima nel sub. Il taglio è perfetto, ma, dato che piloto le minima con ampli valvolari, il crossover elettronico a semiconduttori mi sporca il segnale in maniera inaccettabile per me facendomi perdere tutti i vantaggi delle valvole. Ed ho provato pure il crossover elettronico di AM Audio che costava un sacco di soldi. Si sente che c'è n'altro aggeggio, eccome se si sente. Ed in questa configurazione, ampli che pilota i satelliti libero da tagli, crossover elettronico che taglia in basso un'altro ampli che pilota il sub, non serve manco un grande crossover. A 50/60 hz c'è ben poco di messaggio musicale e tra il crossover AM Audio che costava un sacco di soldi, e quello autocostruito con quattro integrati, non ho percepito differenze. Anche perchè bisognerebbe avere la sensibilità di un elefante per percepire differenze sotto gli 80 hz! Very Happy

Curiosità. Una configurazione del genere l'ho vista ed ascoltata nello stand Audio Note. Ongaku con trombe Avantgarde e la bellezza di sei (dico sei) sub amplificati tagliati dove le trombe non arrivavano. Impatto terrificante! Laughing

Scusa la domanda, ma non capisco l'utilità del crossover passivo se lo tagli elettronicamente. A che serve se non a perdere un po' di guadagno?
Riteniamo l'utilizzo del crossover elettronico attivo congruo solo nel caso in cui si voglia configurare in multiamplificazione.
Partiamo anche dal presupposto che se una cosa e' piu' semplice e' meglio.
Il crossover passivo di cui sopra dicevo ,ti consente di semplificare , di risparmiare un mucchio di quattrini e di avere delle performance nettamente superiori.Tale crossover interno al cabinet del subwoofer non e' altro che un due vie un taglio, che ti consente semplicemente di collegarlo a uno speakers

QUALITY SOUND
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 01.03.09
Numero di messaggi : 853
Località : NAPOLI
Impianto : Comunicazione non indispensabile

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  dude il Mer 19 Ago 2009 - 19:04

@QUALITY SOUND ha scritto:
Riteniamo l'utilizzo del crossover elettronico attivo congruo solo nel caso in cui si voglia configurare in multiamplificazione.
Partiamo anche dal presupposto che se una cosa e' piu' semplice e' meglio.
Il crossover passivo di cui sopra dicevo ,ti consente di semplificare , di risparmiare un mucchio di quattrini e di avere delle performance nettamente superiori.Tale crossover interno al cabinet del subwoofer non e' altro che un due vie un taglio, che ti consente semplicemente di collegarlo a uno speakers
Ragazzi, ma Quality Sound che si atteggia a grande progettista e parla al plurale ( maiestatis) come il mago otelma è troppo figo
O no? Laughing Laughing Laughing

dude
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 01.06.09
Numero di messaggi : 1275
Località :
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  piero7 il Mer 19 Ago 2009 - 19:20

@QUALITY SOUND ha scritto:
@piero7 ha scritto:
@QUALITY SOUND ha scritto:

Tale la consideriamo la soluzione ottimale per two channels:

AMPLI LEFT out + e - inserito (in)SUBWOOFER LEFT in + e - poi
uscita(out)SUBWOOFER LEFT inserito(in) SPEAKER LEFT

AMPLI RIGHT out + e - inserito (in)SUBWOOFER RIGHT in + e - poi
uscita(out)SUBWOOFER RIGHT inserito(in) SPEAKER RIGHT

I subwoofer sono monofonici passivi e all'interno hanno un crossover

Non per le mie orecchie. Ho provato a far passare l'ampli che pilota le minima nel sub. Il taglio è perfetto, ma, dato che piloto le minima con ampli valvolari, il crossover elettronico a semiconduttori mi sporca il segnale in maniera inaccettabile per me facendomi perdere tutti i vantaggi delle valvole. Ed ho provato pure il crossover elettronico di AM Audio che costava un sacco di soldi. Si sente che c'è n'altro aggeggio, eccome se si sente. Ed in questa configurazione, ampli che pilota i satelliti libero da tagli, crossover elettronico che taglia in basso un'altro ampli che pilota il sub, non serve manco un grande crossover. A 50/60 hz c'è ben poco di messaggio musicale e tra il crossover AM Audio che costava un sacco di soldi, e quello autocostruito con quattro integrati, non ho percepito differenze. Anche perchè bisognerebbe avere la sensibilità di un elefante per percepire differenze sotto gli 80 hz! Very Happy

Curiosità. Una configurazione del genere l'ho vista ed ascoltata nello stand Audio Note. Ongaku con trombe Avantgarde e la bellezza di sei (dico sei) sub amplificati tagliati dove le trombe non arrivavano. Impatto terrificante! Laughing

Scusa la domanda, ma non capisco l'utilità del crossover passivo se lo tagli elettronicamente. A che serve se non a perdere un po' di guadagno?
Riteniamo l'utilizzo del crossover elettronico attivo congruo solo nel caso in cui si voglia configurare in multiamplificazione.
Partiamo anche dal presupposto che se una cosa e' piu' semplice e' meglio.
Il crossover passivo di cui sopra dicevo ,ti consente di semplificare , di risparmiare un mucchio di quattrini e di avere delle performance nettamente superiori.Tale crossover interno al cabinet del subwoofer non e' altro che un due vie un taglio, che ti consente semplicemente di collegarlo a uno speakers

Un mucchio di quattrini per un crossover con 4 integrati (già proprio qauttro)? Shocked

Il sub tagliato in maniera passiva e collegato allo stesso finale che pilota i satelliti suona come mediamente suonano le bose che son quasi tutte con quel principio Laughing

Mah! Contenti voi, contenti tutti...

P.S. ma perchè parli al plurale? I see

piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  MaurArte il Mer 19 Ago 2009 - 19:48

Un sub passivo collegato ai satelliti con crossover passivo è ingestibile.
Noi (io ed il mio pesce rosso) non lo consigliamo,anche in ambiente home theather

MaurArte
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 7133
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Alchimista
Provincia (Città) : En verden av smart jeg er dum
Impianto : Elettrico

http://www.alchimieaudio.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  piero7 il Mer 19 Ago 2009 - 19:50

@MaurArte ha scritto:Un sub passivo collegato ai satelliti con crossover passivo è ingestibile.
Noi (io ed il mio pesce rosso) non lo consigliamo,anche in ambiente home theather




m'hai fatto sganasciare dalle risate!!!

piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  QUALITY SOUND il Mer 19 Ago 2009 - 21:57

@piero7 ha scritto:
@QUALITY SOUND ha scritto:
@piero7 ha scritto:
@QUALITY SOUND ha scritto:

Tale la consideriamo la soluzione ottimale per two channels:

AMPLI LEFT out + e - inserito (in)SUBWOOFER LEFT in + e - poi
uscita(out)SUBWOOFER LEFT inserito(in) SPEAKER LEFT

AMPLI RIGHT out + e - inserito (in)SUBWOOFER RIGHT in + e - poi
uscita(out)SUBWOOFER RIGHT inserito(in) SPEAKER RIGHT

I subwoofer sono monofonici passivi e all'interno hanno un crossover

Non per le mie orecchie. Ho provato a far passare l'ampli che pilota le minima nel sub. Il taglio è perfetto, ma, dato che piloto le minima con ampli valvolari, il crossover elettronico a semiconduttori mi sporca il segnale in maniera inaccettabile per me facendomi perdere tutti i vantaggi delle valvole. Ed ho provato pure il crossover elettronico di AM Audio che costava un sacco di soldi. Si sente che c'è n'altro aggeggio, eccome se si sente. Ed in questa configurazione, ampli che pilota i satelliti libero da tagli, crossover elettronico che taglia in basso un'altro ampli che pilota il sub, non serve manco un grande crossover. A 50/60 hz c'è ben poco di messaggio musicale e tra il crossover AM Audio che costava un sacco di soldi, e quello autocostruito con quattro integrati, non ho percepito differenze. Anche perchè bisognerebbe avere la sensibilità di un elefante per percepire differenze sotto gli 80 hz! Very Happy

Curiosità. Una configurazione del genere l'ho vista ed ascoltata nello stand Audio Note. Ongaku con trombe Avantgarde e la bellezza di sei (dico sei) sub amplificati tagliati dove le trombe non arrivavano. Impatto terrificante! Laughing

Scusa la domanda, ma non capisco l'utilità del crossover passivo se lo tagli elettronicamente. A che serve se non a perdere un po' di guadagno?
Riteniamo l'utilizzo del crossover elettronico attivo congruo solo nel caso in cui si voglia configurare in multiamplificazione.
Partiamo anche dal presupposto che se una cosa e' piu' semplice e' meglio.
Il crossover passivo di cui sopra dicevo ,ti consente di semplificare , di risparmiare un mucchio di quattrini e di avere delle performance nettamente superiori.Tale crossover interno al cabinet del subwoofer non e' altro che un due vie un taglio, che ti consente semplicemente di collegarlo a uno speakers

Un mucchio di quattrini per un crossover con 4 integrati (già proprio qauttro)? Shocked

Il sub tagliato in maniera passiva e collegato allo stesso finale che pilota i satelliti suona come mediamente suonano le bose che son quasi tutte con quel principio Laughing

Mah! Contenti voi, contenti tutti...

P.S. ma perchè parli al plurale? I see
Non e' plurale majestatis,ma quando ci si esprime come azienda si utilizza il plurale
Spego meglio anche se mi sembra strano visto che in questo 3D ci sono degli "esperti":
Collegamento:Amplifier uscite per diffusori left e right-a queste uscite si collegano i due subwoofers che all'interno hanno un crossover cadauno 2 vie un taglio,tali sub hanno anche un uscita out + e - e ogni uscita out va collegata all'ingresso dello speaker(che avra' comunque per suo conto un crossover).......non so se sono stato chiaro

QUALITY SOUND
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 01.03.09
Numero di messaggi : 853
Località : NAPOLI
Impianto : Comunicazione non indispensabile

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  QUALITY SOUND il Mer 19 Ago 2009 - 22:31

@MaurArte ha scritto:Un sub passivo collegato ai satelliti con crossover passivo è ingestibile.
AL satellite(se lo vuoi chiamare cosi') ..........Al satellite.......I SUB sono 2: ma che e' non ti e' chiaro???

QUALITY SOUND
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 01.03.09
Numero di messaggi : 853
Località : NAPOLI
Impianto : Comunicazione non indispensabile

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  MaurArte il Mer 19 Ago 2009 - 22:42

La configurazione sub+satellite/i passivo/i rispetto al sub o ai sub amplificato/i ha meno dinamica e presenta una emissione in gamma medio/alta più compressa.
I risultati migliori senza andare in multiamplificazione con cross elettronico li ho attenuti con sub attivo e 2 satelliti con amplificazione dedicata senza utilizzare crossover passivi con tagli a 100Hz che uccidono la dinamica visto il notevole contenuto energetico presente a quelle frequenze.
Altro punto fondamentale di un sistema sub amplificato + diffusori con amplificazione dedicata è quello di poter adattare l'emissione del sub all'ambiente regolando frequenza di taglio,emissione e fase.

MaurArte
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 7133
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Alchimista
Provincia (Città) : En verden av smart jeg er dum
Impianto : Elettrico

http://www.alchimieaudio.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  QUALITY SOUND il Mer 19 Ago 2009 - 23:02

@MaurArte ha scritto:La configurazione sub+satellite/i passivo/i rispetto al sub o ai sub amplificato/i ha meno dinamica e presenta una emissione in gamma medio/alta più compressa.
I risultati migliori senza andare in multiamplificazione con cross elettronico li ho attenuti con sub attivo e 2 satelliti con amplificazione dedicata senza utilizzare crossover passivi con tagli a 100Hz che uccidono la dinamica visto il notevole contenuto energetico presente a quelle frequenze.
Altro punto fondamentale di un sistema sub amplificato + diffusori con amplificazione dedicata è quello di poter adattare l'emissione del sub all'ambiente regolando frequenza di taglio,emissione e fase.
2 Subwoofer passivi con 2 crossovers e due satelliti.
Maurizio: ma tu vieni al Top Audio ?

QUALITY SOUND
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 01.03.09
Numero di messaggi : 853
Località : NAPOLI
Impianto : Comunicazione non indispensabile

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  MaurArte il Mer 19 Ago 2009 - 23:11

Antonio sono 30 anni che sento sistemi attivi e passivi con 1 o 2 subwoofer.
Ho sentito e posseduto di tutto da Miller & Kreisel a Visaton e una idea precisa me la sono fatta.
Non sarò a Milano

MaurArte
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 7133
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Alchimista
Provincia (Città) : En verden av smart jeg er dum
Impianto : Elettrico

http://www.alchimieaudio.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  Silver Black il Gio 20 Ago 2009 - 2:12

@QUALITY SOUND ha scritto:2 Subwoofer passivi con 2 crossovers e due satelliti.
Maurizio: ma tu vieni al Top Audio ?

Antonio, l'altro anno al Top Audio nell'impianto Nero + Cocaine, sul pezzo dei Pink Floyd, erano collegai i 2 sub?

_________________
L'HiFi è zero, la musica è tutto. T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15370
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Subwoofer in ambito HiFi

Messaggio  Andrea Gianelli il Gio 20 Ago 2009 - 10:26

@quadram ha scritto:dal mio punto di vista e per i miei gusti sia di ascolto che musicali il pure stereo è più che sufficiente. infatti ho votato "no".
semplicemente derivante dal fatto che abbiamo solo due orecchie con dei limiti fisici per quanto concerne le basse e bassissime frequenze.
le frequenze che noi "sentiamo" e che si dispongono tra gli infrasuoni e le frequenze basse (tra 5 e 18-20 Hz) per noi non sono assolutamente udibili e anche se lo fossero non sentiremmo assolutamente con la membrana timpanica bensì con l'apparato mascellare, l'osso temporale o la scatola cranica intera.
per il resto se piace l'effetto "vibrante" Very Happy c'è una cosa molto più efficace IMHO del sub:
questo! Very Happy

http://www.thebuttkicker.com/

inudibile, (per noi con le orecchie ripeto, ma con il corpo eccome!) ma di forte impatto scenico.
un bel 2 + 1 (inudibile) che crea una buona atmosfera. assolutamente geniale del punto di vista fisico, non conosco se effettivamente funziona, (mai provato fisicamente). resta la buona idea.
Hello Grazie per la segnalazione: chiederò al mio amico Bruno Gigante di S3 che ne è distributore per l'Italia. Lo avevo già visto sul sito www.s3shop.it ma sul momento non aveva destato in me particolare curiosità e il fatto che nella loro sala ascolti non sia presente mi ha fatto pensare che non si trattasse di un dispositivo hi-fi in senso stretto. Comunque ora m'informerò direttamente. Oki

Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo (MI)
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : potrebbe andare peggio
Impianto : Amplificatore integrato "BeoAffordable" (con Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea) by GianCamillo Gianelli, lettore JVC XV-N322, giradischi Thorens TD 160 con testina Stanton 500, diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum