T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11751 utenti, con i loro 818577 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

Condividi

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
- cosa ti ha indotto a fare la scelta finale del doppio cavo di potenza;
- quale caratteristica degli Audioquest Mac Kenzie te li ha fatti preferire al resto del lotto;
- a tua sensazione, tra le coppie definitive quale ha influito di più sulla definizione della tridimensionalità del suono cui facevi riferimento;
- se per caso hai condotto analoghe esperienze anche su cavi di alimentazione;
- se sì, con quale risultati.

Oh, tutto questo solo se riusciamo a non infrangere alcun segreto militare, di stato, di Fatima o di altro genere... Laughing[/quote]


Prima vorrei dire ai più navigati che la mia rimane l'esperienza di un novizio; non c'è l'intenzione di insegnare qualcosa, di fare il professore. Qui si tratta di portare ciascuno la propria esperienza per cercare assieme di saperne di più.
Durante i 2 anni di prove ho scritto tutte le impressioni in .doc
Queste note sulle impressioni d'ascolto sono importanti da tenere, perchè ti aiutano durante tutto il percorso.

1 All'inizio ho provato tutto in monowiring. Tra tutti ho preferito il Quadra Blu per l'ottimo suono del midrage e tweeter. E' stato l'unico che ho acquistato usato su e-bay. Finalmente ho trovato un cavo che fa ascoltare delle belle medie, ho pensato. Buona parte dei cavi che ho provato avevano sopratutto problemi nelle medie. Non mi dilungo sugli aspetti positivi, ma sopratutto il focus che ha generato era ottimo.
Il basso era abbastanza buono ma non ottimo come taglio e articolazione. Qualche volta eccedeva un po.
E' stato lì che ho deciso di provare nei bassi un cavo differente, scelto fra quelli che mi ero segnato come ottimi per il basso.
Alcuni suonavano bene, ma non si accompagnavano con i mediobassi del midrage.
La scelta del biwiring con cavi differenti è una scelta estrema che faccio fatica a consigliare proprio per questo motivo.
Se l'ho fatta è solo perchè sono stato fortunato a trovare due cavi diversi che però nel mio impianto si fondono bene.
Esperienze: biwiring con due mandate di Quadra Blu, slabbrava tutto, non a fuoco, quasi inascoltabile. Con altri cavi meglio in biw. rispetto a monow. Bisogna provare, provare.

Da tenere sempre presente che esiste una sinergia fra i cavi: non so come spiegarmi bene ma segnale e potenza creano un risultato unico che non è la somma dell'uno e dell'altro. Qui ci sono delle sorprese impressionanti, è per questo che consiglio di provare!

2 Il MacKenzie a superficie liscia si è allontanato da tutti gli altri per la neutralità, nessun eccesso, nessuna carenza, ed ha aumentato la presenza in modo marcato. Per me la presenza è quando il diffusore suona come fosse il marshall sul palco del chitarrista, per intenderci, o quando a occhi chiusi ti domandi se la cantante sia entrata misteriosamente nella tua stanza (ESAGERATO!). Ricordo che è stato un cd di pianoforte a convincermi. Se il cavo non va, col pianoforte te ne accorgi.

3 E qui sono dolori. La migliore tridimensionalità l'ho avuta con il cavo Qed Silvespiral.
Fantastico, le voci in cattedrale che provengono da diversi metri dietro il muro perimetrale della stanza.
Ma l'ho dovuto scartare perchè mi ha letteralmente cambiato la tonalità delle basse, e non si accompagnava con niente. Qui ho capito che un cavo se da una parte cede qualcosa in più, da un'altra te la toglie. Insomma per la mia esperienza il cavo giusto rimane sempre un compromesso. Certo poter provare tutti i top di Gamma..chissà...
Quelli che uso ora lasciano passare una buona tridimensionalità, ma non ottima come il Silverspiral.

4 Ho autocostruito ottimi cavi schermati con cavo supra. Ho fatto delle prove ma nel mio impianto non ho sentito differenze. Col cavo schermato si è ridotto il ronzio dei toroidali quando mia moglie fa funzionare la lavatrice.
Amply al massimo senza sorgente, calato il ronzio che è appena percepibile accostando l'orecchio.

E adesso parliamo di segreti. E' vero, ho mentito, ma solo perchè volevo mantenere il segreto. Tra cd e pre non uso l'Audioquest, ma un cavo non audio, appunto, a norme militari.
Chi me lo ha consigliato non vuole che lo pubblicizzi. Potrebbero finire le scorte!

...Dai, il sito te lo trovi, ora non l'ho sottomano. Il problema di questi cavi è che sono molto ricchi, lasciano passare tanta roba. Ho messo quello di segnale argentato con dielettrico teflon/Kapton awg 18 tra CD e pre. Da allora non ho più toccato nulla. Laughing

Un caro saluto

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
la citazione di A.E. mi pare, a memoria e nella migliore delle ipotesi, mal trascritta

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@fritznet ha scritto:
la citazione di A.E. mi pare, a memoria e nella migliore delle ipotesi, mal trascritta


figurati... fosse per quello... io sono tre giorni che mi domando che diamine significa "in cassa chiusa e nel filtro"... c'ha paura che finiscano le scorte...

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
friznet, ma non ti sfugge proprio nulla, proprio come i gatti

citazione di A.E.corretta, hai ragione..

Provato ad ascoltare Michael Mantler, reggo al massimo 10 minuti.

Adoro il jazz, ma questo mi angoscia...

a ciascuno il suo

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@lello64 ha scritto:
@fritznet ha scritto:
la citazione di A.E. mi pare, a memoria e nella migliore delle ipotesi, mal trascritta


figurati... fosse per quello... io sono tre giorni che mi domando che diamine significa "in cassa chiusa e nel filtro"... c'ha paura che finiscano le scorte...


lello64, tu sei autorizzato a dirmi qualsiasi cosa perchè io adoro i gatti e quando vedo il tuo avatar è sempre un'emozione.

Pensa che un'imperatore si fece tagliare la manica della tunica per non disturbare il gatto che vi si era addormentato sopra.

Ho 2 figli e la stanza ideale per farci la saletta d'ascolto è impegnata da uno di loro. Devo aspettare che si sposi, ma è una femmina e come padre sono anche geloso. E' un casino insomma!

Pertanto ho deciso di non cambiare diffusori ma di modificarli per ottimizzarli alla stanzina dove ascolto.

Le chario hiper 3 hanno drive della Sipe di Ancona, grande storica azienda che vendeva anche all'estero.
Il suo tweeter nel 1993 costava ben un milione di vecchie lire.
Ma sono un bass reflex sulla base, e non si possono mettere in una libreria.

Allora ho chiuso il reflex con basetta di legno ed assieme ad Alberto Bellino di audiojam2 abbiamo ricalcolato il crossower mediante la sua strumentazione. Toghissimo il fatto di mandare un segnale e vedere la risposta su tutta la banda del proprio diffusore captata da microfono e software apposito. Pensa che la maggior parte di quelli commerciali hanno delle irregolarià da paura.

Chiaramente non le tue, non voglio far arrabbiare i gatti, graffiano un casino...

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
il tweeter sipe non costava un milione
forse lo scan speak costava una cifra simile ammesso che tu abbia la serie reference
counque sicuramente è tutto molto togo ma voglio solo dirti che le irregolarità a volte servono per rendere l'ascolto compatibile con un ambiente comune
la linearità va bene quando ascolti con lo stereo in mezzo alla campagna

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
"... c'ha paura che finiscano le scorte..."
E' probabile che se si stagionino un po migliorano, come il parmigiano.
A proposito di cose stagionate, una volta esisteva un apparecchietto con tanti potenziometri che si chiamava equalizzatore, stranamente è andato in disuso,per paura di intervenire sul segnale audio, lasciando il posto alla più scomoda spesso più costosa e anche probabilmente più incosapevolmente accettata  equalizzazione via cavo.
Sicuramente abbiamo la predisposizione genetica nel complicarci le cose, ma se il gioco rimane entro dei limiti accettabili, non nego ci si possa anche divertire.
Un buon cavo a norme mil non costa che pochi euro, e allora.... Smile

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@Biagio De Simone ha scritto:
"... c'ha paura che finiscano le scorte..."
E' probabile che se si stagionino un po migliorano, come il parmigiano.
A proposito di cose stagionate, una volta esisteva un apparecchietto con tanti potenziometri che si chiamava equalizzatore, stranamente è andato in disuso,per paura di intervenire sul segnale audio, lasciando il posto alla più scomoda spesso più costosa e anche probabilmente più incosapevolmente accettata  equalizzazione via cavo.
Sicuramente abbiamo la predisposizione genetica nel complicarci le cose, ma se il gioco rimane entro dei limiti accettabili, non nego ci si possa anche divertire.
Un buon cavo a norme mil non costa che pochi euro, e allora.... Smile


ciao biagio, ti dico la mia su questa questione
chi ascolta digitale può usare un equalizzatore in forma software, ed è tutto ok, se è capace di usarlo ovviamente
per chi ascolta analogico è diverso, un equalizzatore che non sia rumoroso costa una enormità
piuttosto con i normali controlli di tono (bassi e alti, al più medi) piccoli interventi di successo li può fare chiunque senza essere un fonico
manovrare con raziocinio un equalizzatore invece non è da tutti

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@Biagio De Simone ha scritto:
"... c'ha paura che finiscano le scorte..."
E' probabile che se si stagionino un po migliorano, come il parmigiano.
A proposito di cose stagionate, una volta esisteva un apparecchietto con tanti potenziometri che si chiamava equalizzatore, stranamente è andato in disuso,per paura di intervenire sul segnale audio, lasciando il posto alla più scomoda spesso più costosa e anche probabilmente più incosapevolmente accettata  equalizzazione via cavo.
Sicuramente abbiamo la predisposizione genetica nel complicarci le cose, ma se il gioco rimane entro dei limiti accettabili, non nego ci si possa anche divertire.
Un buon cavo a norme mil non costa che pochi euro, e allora.... Smile

Un buon cavo, oltre a costare 1€ al metro, non equalizza

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@lello64 ha scritto:
il tweeter sipe non costava un milione
forse lo scan speak costava una cifra simile ammesso che tu abbia la serie reference
counque sicuramente è tutto molto togo ma voglio solo dirti che le irregolarità a volte servono per rendere l'ascolto compatibile con un ambiente comune
la linearità va bene quando ascolti con lo stereo in mezzo alla campagna
a memoria direi che nemmeno lo Scan a quei tempi costava tanto, solo l' esotar di dynaudio si avvicinava a quelle cifre , fra i cupola.

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@sportyerre ha scritto:
@Biagio De Simone ha scritto:
"... c'ha paura che finiscano le scorte..."
E' probabile che se si stagionino un po migliorano, come il parmigiano.
A proposito di cose stagionate, una volta esisteva un apparecchietto con tanti potenziometri che si chiamava equalizzatore, stranamente è andato in disuso,per paura di intervenire sul segnale audio, lasciando il posto alla più scomoda spesso più costosa e anche probabilmente più incosapevolmente accettata  equalizzazione via cavo.
Sicuramente abbiamo la predisposizione genetica nel complicarci le cose, ma se il gioco rimane entro dei limiti accettabili, non nego ci si possa anche divertire.
Un buon cavo a norme mil non costa che pochi euro, e allora.... Smile

Un buon cavo, oltre a costare 1€ al metro, non equalizza
ciusto. Smile

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@Biagio De Simone ha scritto:


ciusto. Smile


a meno che no cummenzanu cu li fannu a turtigghiuni... tandu po' viti ci no equalizzano

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@lello64 ha scritto:
@Biagio De Simone ha scritto:
"... c'ha paura che finiscano le scorte..."
E' probabile che se si stagionino un po migliorano, come il parmigiano.
A proposito di cose stagionate, una volta esisteva un apparecchietto con tanti potenziometri che si chiamava equalizzatore, stranamente è andato in disuso,per paura di intervenire sul segnale audio, lasciando il posto alla più scomoda spesso più costosa e anche probabilmente più incosapevolmente accettata  equalizzazione via cavo.
Sicuramente abbiamo la predisposizione genetica nel complicarci le cose, ma se il gioco rimane entro dei limiti accettabili, non nego ci si possa anche divertire.
Un buon cavo a norme mil non costa che pochi euro, e allora.... Smile


ciao biagio, ti dico la mia su questa questione
chi ascolta digitale può usare un equalizzatore in forma software, ed è tutto ok, se è capace di usarlo ovviamente
per chi ascolta analogico è diverso, un equalizzatore che non sia rumoroso costa una enormità
piuttosto con i normali controlli di tono (bassi e alti, al più medi) piccoli interventi di successo li può fare chiunque senza essere un fonico
manovrare con raziocinio un equalizzatore invece non è da tutti

si certo, ho semplificato molto, e comunque oggi volendo l'elettronica aiuta molto, anche i non fonici, vedi minidsp.

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@lello64 ha scritto:
@Biagio De Simone ha scritto:


ciusto. Smile


a meno che no cummenzanu cu li fannu a turtigghiuni... tandu po' viti ci no equalizzano
Laughing Si si...

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@lello64 ha scritto:
@Biagio De Simone ha scritto:


ciusto. Smile


a meno che no cummenzanu cu li fannu a turtigghiuni... tandu po' viti ci no equalizzano




So che sarà doloroso da digerire, ma è possibile avere la traduzione ? Suicide

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@Fabio Menozzi ha scritto:
@lello64 ha scritto:
@Biagio De Simone ha scritto:


ciusto. Smile


a meno che no cummenzanu cu li fannu a turtigghiuni... tandu po' viti ci no equalizzano




So che sarà doloroso da digerire, ma è possibile avere la traduzione ? Suicide


la traduzione è:

a meno che non cominciano a prendere un normale cavo (con valori di impedenza trascurabili e quindi realmente trasparente) e attraverso strane geometrie fanno si che vengano alterati i parametri rlc... a quel punto vedrai se non equalizzano

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
la traduzione è:
a meno che non cominciano a prendere un normale cavo (con valori di impedenza trascurabili e quindi realmente trasparente) e attraverso strane geometrie fanno si che vengano alterati i parametri rlc... a quel punto vedrai se non equalizzano[/quote]

Con questa posso essere abbastanza daccordo.

Ma mi piacerebbe venire a casa tua ed avere una giornata di tempo in tua assenza per ottimizzarti l'impianto con la mia collezione di cavi e secondo il mio orecchio, quest'ultimo educato all'ascolto fin da piccolo.

Sei proprio sicuro che non grideresti al miracolo lol!

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
no... ma scherzi... ho solo impianti grundig... con i loro cavi originali.... e va tutto molto bene.... grazie...

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@lello64 ha scritto:
no... ma scherzi... ho solo impianti grundig... con i loro cavi originali.... e va tutto molto bene.... grazie...



Azzz, Grundig ha sempre suonato da Dio, come ti invidio Shocked

Non è che per caso mi venderesti i tuoi cavi? Rolling Eyes

Ho una coppia di Qed Genesis Silvespiral Top di Gamma con trattamento criogenico e attorcigliamento pitone maremmano da darti in scambio, naturalmente pagandoti in contanti la differenza...

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@lello64 ha scritto:
no... ma scherzi... ho solo impianti grundig... con i loro cavi originali.... e va tutto molto bene.... grazie...

Oramai appiccicosi a causa della decomposizione della plastica e rigorosamente punto e linea in zinco-piombo

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
Fabio Menozzi, c'era un altro Fabio appassionato di cavi, che non vediamo da un po', nickname "mulo". Nel caso tu lo conosca, me lo saluteresti? Grazie.

L'episodio del gatto addormentato sopra un vestito, ( di seta, di raso, di broccato etc) , a cui venne tagliato un angolo pur di non svegliare il gatto, è sovente attribuito a Confucio. Io credo sia stato inventato ( da un gatto, chiaramente).

p.s. come ti regoli con la psicoacustica? Mi spiego, nell'analizzare ad orecchio le variazioni introdotte dal cambio cavi, lasci i sensi liberi di correre sapendo che cavi hai cambiato, o fai in doppio cieco?

p.p.s. ciao Biagiooooo :-)

Inviato con Topic'it

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
Ah, quoto Lello sull'eq, se avete solo sorgenti digitali più comodo di un plugin che lavora in digitale ( anche parametrico, dai, e magari con filtri FIR) difficile trovare

Inviato con Topic'it

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@sportyerre ha scritto:
@lello64 ha scritto:
no... ma scherzi... ho solo impianti grundig... con i loro cavi originali.... e va tutto molto bene.... grazie...

Oramai appiccicosi a causa della decomposizione della plastica e rigorosamente punto e linea in zinco-piombo


gli spinotti sono da scartavetrare a volte e hanno spesso un brutto aspetto
ma il cavo grundig appiccicoso per la decomposizione della plastica no, mai
ne i neri ne i beige chiari
ne quelli terminati da ambo le parti
ne quelli solidali ai box
mai!!!!
e se capita un cavo a cui qualche sciagurato ha mozzato il din e guardi il rame che c'è dentro ci rimani di stucco per morbidezza e colore

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
[quote="fritznet"]Fabio Menozzi, c'era un altro Fabio appassionato di cavi, che non vediamo da un po', nickname "mulo". Nel caso tu lo conosca, me lo saluteresti? Grazie.

L'episodio del gatto addormentato sopra un  vestito, ( di seta, di raso, di broccato etc) , a cui venne tagliato un angolo pur di non svegliare il gatto, è sovente attribuito a Confucio. Io credo sia stato inventato ( da un gatto, chiaramente).

p.s. come ti regoli con la psicoacustica? Mi spiego, nell'analizzare ad orecchio le variazioni introdotte dal cambio cavi, lasci i sensi liberi di correre sapendo che cavi hai cambiato, o fai in doppio cieco?
-------------------------------------------------------------------------------

friznet, però almeno conoscere in che regione risiedi, farebbe piacere

no, col mulo mai avuto contatti.

Ho controllato bene; fu Maometto che si fece tagliare una manica dell'abito per non disturbare il suo "Muezza" che vi dormiva sopra.

In questo momento sono commosso, perchè per fare questa ricerca ho aperto un vecchio libro, trovandoci dentro una busta di mia mamma morta 4 mesi fa. E' un biglietto di auguri di buon compleanno per mia figlia, con dentro 50 euro, probabilmente se lo è dimenticato lì...

psicoacustica: in genere uso modi gentili, ma in questo momento mi devo sforzare
Appartengo a una famiglia di musicisti, mio fratello violinista internazionale professionista affermato, sono cresciuto fin da piccolo all'educazione all'ascolto. Io stesso sono musicista.
Non mi dilungo ma, nò, stai sbagliando tutto. ciao

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
tempo fa sono stato a casa di un musicista di una certa età, membro stabile della filarmonica di bologna
aveva un impianto discreto, roba vecchia e roba nuova e ben posizionato
e discussi del fatto che c'è questo luogo comune, musicisti sciattoni in campo hifi
invece proprio lui mi confermò di essere una eccezione e che la cosa, per quanto lo riguardava, era assolutamente accidentale
e mi disse che i suoi amici/colleghi, ammesso che avessero lo stereo decente, non si accorgerebbero nemmeno se avessero un midrange rotto e che mettono lo stereo li dove capita, completamente a capocchia
non hanno nessuna velleità di ricostruire qualcosa di credibile
basta che sentano le note e che si senta abbastanza da capire l'interpretazione
il resto è già tutto nella loro testa
c'è gente che ha scritto cose di un certo pregio senza sentire completamente una mazza
altro che nuances del rodio...

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum