T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11751 utenti, con i loro 818577 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

Condividi

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
Il rodio dei miei RAMM ha reso le mie alte taventiventiquattrose, setose e leggermente oleose al contempo (olio buono evo pugliese, non certo olio di palma o colza).
I Mogami, se li rimetto, peggiorano le alte rendendole abbastanza parkinsoniane, tremolanti e cartavetrose, come lo smog in una Milano alle ore 12,00.

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
prova con gli Sherban Anzio Neutral Mastiff 558, versione terminata con forcelle a steli rovesciati

leggevo di qualcuno che vorrebbe fare un passetto avanti utilizzando un cablaggio più prestigioso

io vi consiglio di recarvi prima in un luogo ameno... poi... dopo... fate i passi avanti

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
Il cavo rosso e nero da 1 euro poi è proprio da ICD10. Avrebbe bisogno di un cavo buono di sostegno causa handicap grave e lesioni diffuse nel rame impuro...un cavo che sia melius di tutti

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@lello64 ha scritto:
tempo fa sono stato a casa di un musicista di una certa età, membro stabile della filarmonica di bologna
aveva un impianto discreto, roba vecchia e roba nuova e ben posizionato
e discussi del fatto che c'è questo luogo comune, musicisti sciattoni in campo hifi
invece proprio lui mi confermò di essere una eccezione e che la cosa, per quanto lo riguardava, era assolutamente accidentale
e mi disse che i suoi amici/colleghi, ammesso che avessero lo stereo decente, non si accorgerebbero nemmeno se avessero un midrange rotto e che mettono lo stereo li dove capita, completamente a capocchia
non hanno nessuna velleità di ricostruire qualcosa di credibile
basta che sentano le note e che si senta abbastanza da capire l'interpretazione
il resto è già tutto nella loro testa
c'è gente che ha scritto cose di un certo pregio senza sentire completamente una mazza
altro che nuances del rodio...


Affermare che moltissimi musicisti non riconoscano un buon suono d'un impianto hi-fi è un'affermazione vera, che condivido, perchè ne ho avuto prova anch'io. Il punto però è un'altro.
Lavoravo come esattore ai caselli dell'autostrada ed uscì da me a pagare (non c'era ancora il Telepass) Luciano Pavarotti.
Aveva la radio accesa ed ascoltava in cd "fin che la barca va", di Orietta.
Al musicista non gliene frega niente, perchè è il suo lavoro, e quando non lavora si occupa d'altro.
Credo che il buon suono (cioè una riproduzione il più possibile vicina all'inciso) sia un'esperienza soggettiva che dipende dalla cultura all'ascolto.

Ma chi è in grado di quantificare questo bagaglio in un'altra persona?

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
In realtà moltissimi musicisti non capiscono neanche granché di musica...conosco gente uscita dal Conservatorio che te li ritrovi ad ascoltare la Pausini e D'Alessio e non sanno chi è Bowie o Neil Young...

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@Nadir81 ha scritto:
Il rodio dei miei RAMM ha reso le mie alte taventiventiquattrose, setose e leggermente oleose al contempo (olio buono evo pugliese, non certo olio di palma o colza).
I Mogami, se li rimetto, peggiorano le alte rendendole abbastanza parkinsoniane, tremolanti e cartavetrose, come lo smog in una Milano alle ore 12,00.


Complimenti, l'ho anch'io, compreso il vecchio Ramm Elite 30.
Poi ho trovato poco di meglio e a basso costo, Audioquest Mackenzie vendita al metro.
Saluti

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
Ciao Fritz, i cavi.... che bella cosa..... ma ormai è un classico al quale mi ci sono abituato, ma la sorpresa più inattesa , da quando ogni tanto mi sono messo a sbirciare di nuovo sul forum è ritrovare Lello preso dalla passione per Grundig.
Non lo avrei mai detto, ed ancora non è che sono così convinto da questa folgorazione sulla via di Damasco.
Lello....... Grunding....... minchiaaa......... non ci posso credere.... Cit. Tenente La Rosa, Mediterraneo di Gabriele Salvatores Laughing

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
Per chiarire, non metto limiti alla provvidenza, ma mi sembra così poco Lelliana come posizione, che in genere ha un approccio meno integralista. Smile
Poi se con due lire ha raggiunto la pace dei sensi, grazie a Grunding, ben venga, approfondiro' se ne avrò la possibilità. Smile

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
Per la verità, un occasione lo avuta, ma un po per la stanza , piccola e abbastanza affollata, un po per le parole di chi stava conducendo i giochi, non ho potuto approfondire.
Il tizio affermava, che il calore che si sentiva nella sala era dovuto al pre o sinto pre grundig, che al contrario degli altri era in classe A, uno grosso aggegio che ricordava la produzione tedesca degli anni 70 . A tale affermazione e per il caldo insopportabile, non certo grazie al grundig, mi sono alzato e me ne sono andato.
Peccato, mi sarò perso cori di cherubini e serafini... Smile

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
ciao biagio, ho scoperto questa roba per caso
presi un compattone per motivi estetici con l'intenzione di farcirlo con un classe t... poi ho sentito come suonava e ho pensato... minchia
poi ho preso un ampi e delle casse e ho pensato... straminchia
e così, complice un'amico collezionista, ho studiato questi oggetti, ho capito cosa mi piaceva di più e me lo sono procurato
di un modello di casse ne ho prese tre coppie, tanto per farti capire quanto mi piacciono
questo quando questa roba si trovava ancora, oggi come oggi ci sono per lo più rifiuti
però specifico che non sono di quei malati mentali che dicono che sia il top sulla terra
dico che per sentire così bene ci vogliono un casino di soldi, questo si
l'unico limite di questi oggetti è la potenza massima e la pressione acustica che possono generare
ma se vivi in condominio è più che sufficiente
riguardo alla tua esperienza posso dire che la maggior parte dei fissati di vecchia data di questo marchio capiscono davvero poco al punto di non realizzare di avere le casse in controfase, non aggiungo altro
ed è fondamentale che sia l'ampli che le casse siano di quella marca se vuoi ottenere determinati risultati
ma senza esoterismi eh... quando parlavo dei cavi scherzavo... sono grundig si... ma non perchè suonino meglio... semplicemente per un motivo storico... alla fine ti affezioni anche a quell'aspetto

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@lello64 ha scritto:
prova con gli Sherban Anzio Neutral Mastiff 558, versione terminata con forcelle a steli rovesciati

leggevo di qualcuno che vorrebbe fare un passetto avanti utilizzando un cablaggio più prestigioso

io vi consiglio di recarvi prima in un luogo ameno... poi... dopo... fate i passi avanti




ti riferivi a me?

perchè mi consigli di morire?

Io sono gia morto una volta, circa 5 anni fa e tutto quello che vivo adesso è come se fosse un regalo quotidiano, anche i dubbi su quale cavo utilizzare...

_________________
Ciao
Mauro

Think before click

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
No si riferiva a me...usa delle iperboli, non me la prendo  Laughing

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
Biagio pure io ho fatto un giretto a Damasco, invece di una folgore quasi mi casca in testa del fosforo bianco. 
@ Fabio Menozzi, forse mi sono spiegato male sulla psicoacustica, provo a spiegarmi meglio. L'orecchio umano, come saprai, è uno strumento impreciso intrinsecamente, non tanto per la sua risposta sbilanciatissima, per questo ci sono motivi evolutivi evidenti, ma quanto per il fatto che appena dopo le orecchie c'è il cervello, la cui risposta è plasmabile in funzione dell'utilizzo e anche del grado di attenzione e del focus intellettivo che riserviamo all'ascolto. Quindi, poichè molto banalmente mi schierò fra i "misuroni" almeno da fine anni '70, tutto ciò che non è misurabile, ripetibile, confrontabile con criteri scientifici per me è, e rimane, fuffa marketing- oriented. Spero di essermi spiegato meglio.

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@fritznet ha scritto:
.... tutto ciò che non è misurabile, ripetibile, confrontabile con criteri scientifici per me è, e rimane, fuffa marketing- oriented. Spero di essermi spiegato meglio.


quoto con immagine rappresentativa

description Re: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
Caro fritznet, ho scritto delle cose su questo argomento, ma sono fortemente indeciso se aprire o no un thread o Topic intitolato "Filosofia dell'ascolto".
Sono indeciso perchè le parole possono davvero poco contro il preconcetto, intendo quello di entrambi le parti. E per i miei interessi questo sarebbe un argomento serio, non da canzonare.
Bisogna fare un grosso sforzo per cercare di comprendere e analizzare le posizioni dell'altro, più facile è denigrare, ridicolizzare...e allora, che lo apro a fà..

Lavoro come tecnico in un laboratorio dove riparo anche controller di automazione.
Diverse volte mi sono capitate cose strane.
Per es, io cavofilo, credo poco alle migliorie soniche del cavo di alimentazione.
Giro per locali con l'oscilloscopio e diverse volte mi è capitato che non mi mostra l'onda di oscillazione degli infrarossi sul fotodiodo di rilevamento di una scheda.
Ebbene, collegandolo ad un'altro cavo di alimentazione l'onda si visualizzava.
Quel cavo che non mostra, testato a dovere, ha dato gli stessi valori di resistenza e di continuità. Poi mi è capitato di nuovo. Con alcuni cavi di alimentazione si visualizza, con altri no.

Scheda non funziona, test voltaggi ok, provo tutti i componenti, sono ok ma la scheda non va, li cambio tutti e 32 con nuovi, la scheda non va.
Sconcertato sostituisco il connettore di alimentazione a 3 ingressi, una spece di mammuth, un morsetto insomma, l'unico componenete non elettronico. La scheda funziona.

Io non credo a Otelma, se lo incontro cambio canale, ma so che
la realtà è più ricca di quello che può sembrare.
Prendiamo per es. l'acqua
Se chiedo a uno scienziato cos'è l'acqua,
quello mi risponde h2o
ma se lo chiedo a un poeta come Petrarca, lui mi dice "Chiare, fresche et dolci acque, ove le belle membra pose colei che sola a me par donna;
se lo chiedo a un tizio che sta morendo di sete nel deserto, mi risponde "E' la vita!"

Insomma, ho visto cose che voi mortali cavoscettici....

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
No no, nessun preconcetto, giocavo coi cavi mi sembra nel 90-96, poi ho smesso.
Però tutt'ora mi assemblo i cavi di segnale

Certo, forse non tutto è misurabile, ok.
Quindi quello che non possiamo misurare cos'è, se non l'apporto del nostro sistema percettivo?

Comunque buon divertimento.

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@Fabio Menozzi ha scritto:

Ebbene, collegandolo ad un'altro cavo di alimentazione l'onda si visualizzava.

Io non credo a Otelma, se lo incontro cambio canale....


...allora questo è più adeguato



Laughing

description Re: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
[quote="fritznet"]
Quindi quello che non possiamo misurare cos'è, se non l'apporto del nostro sistema percettivo?

Sopportatemi, è l'ultimo post sull'argomento, ormai mi sono esaurito Shocked

Quello che non possiamo misurare non è l'apporto del nostro sistema percettivo.

Bisognerebbe chiederlo all'oscilloscopio perchè non mi visualizza l'onda con certi

cavi di alimentazione. Un motivo c'è di sicuro, ma sul qual'è, si possono fare

soltanto delle ipotesi soggettive.

Io, da tecnico, posso pensare vi sia una dispersione del dielettrico, una

variazione nociva del campo magnetico in qualche punto causata da un'urto, o

imperfezione nella costruzione che causa interferenza.

Di fatto quel cavo va benissimo col pc, ma non mi visualizza l'onda

sull'oscilloscopio.

Se non si vede l'onda, il cavofilo ti dice che non si vede, il cavoscettico ti dice che

non si vede.

Stavamo parlando del fatto che tutto si può misurare, e la risposta è no,

anche perchè la scienza va avanti, non è che oggi sappiamo tutto e allora

possiamo giudicare ogni cosa. Fra 100 anni probabilmente rideranno di noi su

certe nostre pratiche scientifiche, come noi oggi ridiamo del cosidetto "salasso"

che praticavano i medici di qualche secolo fa.

Il discorso si applica ai cavi audio.

Siccome non tutto è misurabile, sono giustificabili comportamenti differenti dei

cavi su apparecchiature audio che lavorano sulle frequenze (esattamente come

l'onda dell'oscilloscopio).

Se io sento delle "grandi" differenze tra un cavo e un'altro, queste differenze ci

sono perchè ascolto un dato interpretabile. Quel cavo che ho scelto, lo riconoscerei a occhi chiusi, perchè è il suono che mi piace, è il suono che appena cambia lievemente, me ne accorgo.

Un sordo ha tutte le ragioni per affermare che non esiste il suono e che si tratta
solo di psicoacustica...che poi non le sente perchè non le vuol sentire, questo è un altro paio di maniche.

Poi per quanto riguarda l'interpretazione delle differenze, qui si va nel campo

della soggettività (esperienziale-psicologico).

Ho un collega appassionato di metal. Solo metal. e a manetta! Per la sua

esperienza soggettiva il miglior cavo sarà quello che introdurrà l'effetto loudnes.

Tu gli parli di trasparenza e quello ti sputa in faccia. Ho amici che ascoltano con

cavi che introducono un'enfasi fastidiosissima, e se ascoltano il tuo impianto ti

dicono che suona abbastanza bene ma che preferiscono il loro.

Sulla soggettività, non si può dire nulla. Si può solo consigliare.




descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
Ma cosa pensi di vedere e comprendere con un oscilloscopio?





Per me è tornato Laughing

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
quello che dico io è... va boh ... i cavi contano?
ok
quanto contano nella vostra mente confusa?

esageriamo con un 10%
anzi facciamo 20% (sto cazzo...)

ma può essere che arrivano soggetti.... si calano nel forum... e anzichè parlare di altro che anche nel loro cervello confuso rappresenta comunque l'80% ci devono triturare i coglioni solo con i cavi?

non so se mi sono spiegato...

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@sportyerre ha scritto:
@Fabio Menozzi ha scritto:

Ebbene, collegandolo ad un'altro cavo di alimentazione l'onda si visualizzava.

Io non credo a Otelma, se lo incontro cambio canale....


...allora questo è più adeguato



Laughing



Sì, questa è più adeguata
Ma ti consiglio di guardarti questo film, storia vera davvero
L.Evocazione.2013

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@lello64 ha scritto:

quanto contano nella vostra mente confusa?

esageriamo con un 10%
anzi facciamo 20% (sto cazzo...)

Cavi casse
3% se scelti correttamente
20% se al posto del cavo ci metti un tubo di piombo

Cavi segnale
1% se scelti correttamente
20% se al posto di un cavo schermato ci metti una cinesata da 30 centesimi comprata su Ebay
80% se il cavo è guasto/danneggiato/ossidato

Cavi di alimentazione
10% se la spina traballa
Per il resto...mi autocensuro


Cavo USB
Laughing Laughing Laughing

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
Con gli anni ho sempre meno pazienza, facciamo che son sordo che faccio prima.

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@fritznet ha scritto:
Con gli anni ho sempre meno pazienza, facciamo che son sordo che faccio prima.


eh?

Laughing

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
@sportyerre ha scritto:

eh?

Laughing

Hehe Hehe Hehe

descriptionRe: Poi cambi cavi e... l' impianto diventa un' altro...

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum