T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio
Ti piace il nuovo stile del T-Forum?
Sì, meglio questo nuovo
49% / 21
No, era meglio quello vecchio
51% / 22
Ultimi argomenti
Ho dato una svecchiata al layout del forumOggi alle 1:36SnapCambio diffussori da scaffale max 500euroOggi alle 0:15Luca MarchettiALIENTEK D8Oggi alle 0:06fritznetCostruzione del kit di Chiomenti Lo scherzoIeri alle 23:26giogra8Scheda audio senza preteseIeri alle 23:09Marco RavichProgetto gainclone lm3886Ieri alle 22:37Allen smitheeChromecast audio Ieri alle 22:17lello64Abbinamento Denon 4308Ieri alle 22:12Luchigno8Lettore bd per cd e networkIeri alle 22:10Luca Marchettisigla transistorIeri alle 20:58sportyerreCambio Amplificatore Ieri alle 20:35giucam61[AN] Van Den Hul D-102 MKIII HybridIeri alle 20:17Masterixrichiesta tipo pre amplificatoreIeri alle 19:39Silver BlackPOPU VENUS Ieri alle 16:54antbomDiffusori Elac.Ieri alle 15:48Lele67Casse KEF LS-50 rovinate?Ieri alle 14:24Lele67AudioNirvana Super 12" Cast Frame in cabinet 5.6MKII - risultato finaleIeri alle 13:47giucam61INDIPENDENTEMENTE DALLA CLASSE DI FUNZIONAMENTO ...Ieri alle 11:15giucam61Le mie aj174 in fase fase di lavorazione...Ieri alle 9:15Snap...and Kirishima for all!Sab 25 Mar 2017 - 22:20giucam61Smsl ad18Sab 25 Mar 2017 - 21:45giucam61Posso usare un ta 2024 Sab 25 Mar 2017 - 21:30p.cristalliniConsiglio subwoofer Sab 25 Mar 2017 - 17:56thechainHelp collegamenti......scusate l'ignoranzaSab 25 Mar 2017 - 11:05SnapLa grande sfida: Nuforce vs Hypex vs Fx audio vs SMSLSab 25 Mar 2017 - 9:24scontinposizionamento reflexVen 24 Mar 2017 - 20:13Luca MarchettiGriglie diffusoriVen 24 Mar 2017 - 20:11Luca MarchettiSostituzione condensatori uscita vecchio Pioneer PD-101Ven 24 Mar 2017 - 19:57IJGKit Buffer 6N3 cineseVen 24 Mar 2017 - 18:04neroneAutocostruzione casseVen 24 Mar 2017 - 17:46dinamanu
I postatori più attivi della settimana
1 Messaggio - 20%
1 Messaggio - 20%
1 Messaggio - 20%
1 Messaggio - 20%
1 Messaggio - 20%
I postatori più attivi del mese
283 Messaggi - 22%
244 Messaggi - 19%
142 Messaggi - 11%
140 Messaggi - 11%
111 Messaggi - 9%
85 Messaggi - 7%
81 Messaggi - 6%
68 Messaggi - 5%
68 Messaggi - 5%
62 Messaggi - 5%
Migliori postatori
Stentor (20392)
20392 Messaggi - 15%
DACCLOR65 (19630)
19630 Messaggi - 15%
schwantz34 (15499)
15499 Messaggi - 12%
Silver Black (15435)
15435 Messaggi - 11%
nd1967 (12803)
12803 Messaggi - 10%
flovato (12509)
12509 Messaggi - 9%
10260 Messaggi - 8%
piero7 (9854)
9854 Messaggi - 7%
wasky (9229)
9229 Messaggi - 7%
fritznet (8853)
8853 Messaggi - 7%
Chi è in linea
In totale ci sono 25 utenti in linea :: 3 Registrati, 1 Nascosto e 21 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

antbom, fritznet, mauretto

Vedere la lista completa

Flusso RSS

Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 0:01
@Patrick ha scritto:
@lello64 ha scritto:audio pro e hifi casalinga sono due mondi completamente diversi e per questo non paragonabili nelle scelte logistiche che si fanno rispettivamente nell'una e nell'altra situazione. queste perchè profondamente diverse le finalità:

- una tesa a fermare un momento musicale e renderlo fruibile dal maggior numero di ascolti possibile (la maggior parte dei quali poco hifi)

- l'altra a riprodurre il suddetto messaggio musicale ormai già battezzato nella propria personalissima situazione

i diffusori di riferimento più usati nell'audio pro sono stati le ns10 di yamaha. le stesse casse erano nei primi anni 80 il primo gradino per un audiofilo, la cosa più economica che si potesse comprare. questo non facapire come non ci sia proprio un nesso tra i due mondi ? Smile

questo non significa che si usino dei cavi scarsi o saldature mal fatte, ma non ci si masturba il cervello con stagni costosi o cavi da decine di euro al metro. il fatto è che ci si deve battere con talmente tanti rumori che vengono da dispositivi tutti accesi contemporaneamente, tutti sensibilissimi, fasi dei microfoni da mettere a posto che non si pensa alle punte da mettere sotto le elettroniche ... si è molto più pragmatici


Hai riassunto il tutto in maniera perfetta. Esaustivo. Ok


Quoto anche io Smile ..però il post incriminato non citava le diverse esigenze ma dava dei "bizzarri" a quelli che in ambito domestico pensano che un cavo di alimentazione possa influire sul suono !!!!!!!!!!! Wink
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5043
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 0:33
@lello64 ha scritto:
@porfido ha scritto:Scusate l'OT, ma chi può riconoscere (per soddisfare il mio feticismo) i monitor di Charlie Cooper (R.I.P.)?
Grazie! Kiss


yamaha ns10 e (forse) mackie hr824

Grazie caro! Smile
avatar
lello64
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 6054
Provincia (Città) : bologna
Impianto : x+y

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 0:47
@porfido ha scritto:

Grazie caro! Smile

di nulla carissimo ... comunque le conosco benissimo e non sono certo all'altezza di un bel paio di puntiformi del mitico maestro Smile
avatar
lello64
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 6054
Provincia (Città) : bologna
Impianto : x+y

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 0:50
@Stentor ha scritto:

Quoto anche io Smile ..però il post incriminato non citava le diverse esigenze ma dava dei "bizzarri" a quelli che in ambito domestico pensano che un cavo di alimentazione possa influire sul suono !!!!!!!!!!! Wink

quello che intendevo è che mi pare sterile ogni discussione tra appartenenti a queste diverse realtà, porterebbero solo a conflitti senza soluzioni.
se si ragiona con la mente di un fonico di studio le punte sotto le elettroniche o una ciabatta da 1000 euro fa rabbrividire.
lo stesso penserà un audiofilo dalla saldatura media o del cavo che mediamente collega i diffusori agli ampli, o (dio mio) dei cavi rca che portano il segnale alle casse attive che si trova mediamente negli studi. questo perchè, come dicevo, sono diverse le finalità, per cui è giusto che diverse siano le seghe mentali da perseguire ... e sono tante anche li ... fidati Smile
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5043
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 0:53
@lello64 ha scritto:
@porfido ha scritto:

Grazie caro! Smile

di nulla carissimo ... comunque le conosco benissimo e non sono certo all'altezza di un bel paio di puntiformi del mitico maestro Smile

Eeeeeh, e chi le batte le puntiformi? Laughing Laughing Laughing
Ma davvero queste ns10 sono scarsine? Hanno prezzi mica da ridere usate! Nostalgici?
avatar
lello64
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 6054
Provincia (Città) : bologna
Impianto : x+y

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 0:59
[quote="Stentor"]
@lello64 ha scritto:
Ciao, non credo .... se non sbaglio le LS3/5a erano casse monitor per ascolti particolari (live in furgoni o altro) e non per le sale di incisione....

Comunque con i loro limiti in frequenza bassa e alta ..e la dinamica scarsa non le vedo troppo adatte a quel lavoro.

una sorta di precursori del camper di rod Smile si è vero cominciarono con i van ma alla bbc le hanno portate a bordo mixer negli studio radio e televisivi
avatar
lello64
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 6054
Provincia (Città) : bologna
Impianto : x+y

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 1:04
@porfido ha scritto:
@lello64 ha scritto:
@porfido ha scritto:

Grazie caro! Smile

di nulla carissimo ... comunque le conosco benissimo e non sono certo all'altezza di un bel paio di puntiformi del mitico maestro Smile

Eeeeeh, e chi le batte le puntiformi? Laughing Laughing Laughing
Ma davvero queste ns10 sono scarsine? Hanno prezzi mica da ridere usate! Nostalgici?

se devi sentirci la musica per il gusto di sentire la musica sono pessimissime Smile
per un fonico di vecchia data che si è formato con quelle casse sono un riferimento importante. irrinunciabile.
al contrario uno che cominciasse adesso potrebbe tarare le orecchie anche su altre casse. anche le nuove yamaha per esempio.
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5043
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 9:45
@lello64 ha scritto:
@porfido ha scritto:
@lello64 ha scritto:
@porfido ha scritto:

Grazie caro! Smile

di nulla carissimo ... comunque le conosco benissimo e non sono certo all'altezza di un bel paio di puntiformi del mitico maestro Smile

Eeeeeh, e chi le batte le puntiformi? Laughing Laughing Laughing
Ma davvero queste ns10 sono scarsine? Hanno prezzi mica da ridere usate! Nostalgici?

se devi sentirci la musica per il gusto di sentire la musica sono pessimissime Smile
per un fonico di vecchia data che si è formato con quelle casse sono un riferimento importante. irrinunciabile.
al contrario uno che cominciasse adesso potrebbe tarare le orecchie anche su altre casse. anche le nuove yamaha per esempio.

Capito! Smile
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 10:59
@Sestante ha scritto:Frequentando posti dove il suono si fabbrica e il relativo personale, avendo come amico d'infanzia una persona che ha lavorato come tecnico per 25 anni in Studer e altri 15 in Tascam facendo impianti e studi per il maggiori studi di registrazione audio e per broadcasting radio e video. Ogni volta che parlo con loro dei dubbi che mi assalgono frequentando da qualche tempo questo forum, le (loro univoche) risposte sui maggiori misteri audiofili sono:
1 - E' divertente l'attenzione impiegata per il metro di cavo di alimentazione apparecchio dimenticando le decine di metri di banale cavo elettrico (quasi sempre sotto dimensionato) che stanno dietro la presa a muro.
Negli studi la 220v ha una sua linea indipendente dedicata e filtrata
2 - Bizzarro il non uso comune di ingressi e uscite bilanciate che portano un bel po di dinamica in più soprattutto dato i costi medi dei componenti HiFi (classe D esclusa)
3 - Dove si fabbrica l'audio che tutti ascoltiamo, i cavi di segnale (microfonici e linea) sono sicuramente di buona qualità e venduti in rotoli da 100mt. Il costo di un rotolo equivale a circa 10 mt di cavo "audiofilo"
4 - I cavi per gli ascolti in potenza, sono una comune piattina di rame multifilare di buon diametro
2 - Quando non si usa la crimpatrice (manco saldano) per le connessioni, le eventuali saldature sono eseguite con del banale stagno di buona qualità e un saldatore termostatato
La domanda sorge spontanea: perchè a noi tutti i problemi e per loro, che la musica la costruiscono, no? Very Happy
Hello Gran bella domanda, dalla risposta semplice anche se evidentemente scomoda a molti "audiofili": i veri esperti, proprio in quanto tali, non si creano inutili problemi, ma badano alla sostanza di ciò che davvero conta.
Tornando alle sparate dell'audiofilo tipo, non serve nemmeno scomodare ingegneri e tecnici del suono: basta raccontare ad un buon elettricista talune teorie sui cavi di potenza per vederlo ridere a crepapelle... e sapessi quanti sorrisi sono riuscito a strappare nei miei meeting. Hehe Hehe Hehe
Grazie per questa tua preziosa testimonianza e una buonissima domenica a te e a tutti gli altri amici che ci leggono.
lol!
Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 11:03
@Andrea Gianelli ha scritto:
Hello Gran bella domanda, dalla risposta semplice anche se evidentemente scomoda a molti "audiofili": i veri esperti, proprio in quanto tali, non si creano inutili problemi, ma badano alla sostanza di ciò che davvero conta.
Tornando alle sparate dell'audiofilo tipo, non serve nemmeno scomodare ingegneri e tecnici del suono: basta raccontare ad un buon elettricista talune teorie sui cavi di potenza per vederlo ridere a crepapelle... e sapessi quanti sorrisi sono riuscito a strappare nei miei meeting. Hehe Hehe Hehe
Grazie per questa tua preziosa testimonianza e una buonissima domenica a te e a tutti gli altri amici che ci leggono.
lol!

Caro Andrea,
gli elettricisti non sono certo esperti del settore ..... ma tu hai mai provato la differnza che intercorre tra un semplice cavo, il merlino e il TNT-TTS ...tanto per rimanere su progetti Diy dal costo nullo ???

Spiacente ma qui le sparate sono le tue ...
Ivano
dude
UTENTE DISISCRITTO
Data d'iscrizione : 01.06.09
Numero di messaggi : 1275
Località :
Impianto : (non specificato)

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 12:33
@Stentor ha scritto:
@Andrea Gianelli ha scritto:
Hello Gran bella domanda, dalla risposta semplice anche se evidentemente scomoda a molti "audiofili": i veri esperti, proprio in quanto tali, non si creano inutili problemi, ma badano alla sostanza di ciò che davvero conta.
Tornando alle sparate dell'audiofilo tipo, non serve nemmeno scomodare ingegneri e tecnici del suono: basta raccontare ad un buon elettricista talune teorie sui cavi di potenza per vederlo ridere a crepapelle... e sapessi quanti sorrisi sono riuscito a strappare nei miei meeting. Hehe Hehe Hehe
Grazie per questa tua preziosa testimonianza e una buonissima domenica a te e a tutti gli altri amici che ci leggono.
lol!

Caro Andrea,
gli elettricisti non sono certo esperti del settore ..... ma tu hai mai provato la differnza che intercorre tra un semplice cavo, il merlino e il TNT-TTS ...tanto per rimanere su progetti Diy dal costo nullo ???

Spiacente ma qui le sparate sono le tue ...
Ivano
Ivano, Gianelli parla di cavi di potenza il che è ancora più incomprensibile dato che sulle differenze fra cavi di potenza siamo, credo, tutti d'accordo, tu invece parli di alimentazione e mi trovi sostanzialmente d'accordo, basta provare cavi anche economici per scoprire differenze, certo questo avviene in maniera differente su apparecchi differenti
Cella
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 06.04.10
Numero di messaggi : 2715
Impianto : Trends TA-10.2
Kingrex T20U
Topping TP32
Muse MU-T15, MU-15 MK2
SMSL SA-36, SA-36A, SA-S1+, SA-S3+, SA-4S
Audiophonics T-amp, Yuanjing 20, Hlly Tamp-20
Dayton DTA-1, MOKS Fenice 20 MKTII

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 15:26
In uno studio si presta molta più attenzione all'impedenza dei connettori e dei cavi, alla sezione degli stessi, alla qualità qualità della connessione, alla stabilità e alle capacità parassite del cavo, alle interferenze tra gli stessi e altro ancora con il risultato che senza spendere cifre folli si ottiene la stessa minestra.

Due cose sono incomprese a molti avventori del forum: per avere l'alta fedeltà conta molto di più il silenzio e la pulizia dei segnali rispetto ai cavi.

Quelli che ascoltano la musica da un computer con coperchio in lamierino, tre o più ventole, dischi rigidi che sibilano, e altro farebbero bene ad asternersi dal parlare dei cavi, specie di quelli d'alimentazione.

Se mi trovo ad ascoltare la musica in un ambiente rumoroso, perchè ci lavorano altri o perché le attrezzature presenti concorrono, diventa automaticamente inutile parlare di musica liquida HD e di tutte le paranoie varie, che diventeranno ingodibili.

Inoltre certi luoghi di lavoro spesso hanno la forma di un corridoio attrezzato sulla parete più lunga: spero non serva aggiungere altro. Le stanze per godersi la musica non dovrebbero essere neppure uno sgabuzzino od un salone enorme, altrimenti i cavi passano in secondo piano, eccetto nel caso di luoghi all'aperto o molto grandi.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 16:35
christian.celona ha scritto:In uno studio si presta molta più attenzione all'impedenza dei connettori e dei cavi, alla sezione degli stessi, alla qualità qualità della connessione, alla stabilità e alle capacità parassite del cavo, alle interferenze tra gli stessi e altro ancora con il risultato che senza spendere cifre folli si ottiene la stessa minestra.

Due cose sono incomprese a molti avventori del forum: per avere l'alta fedeltà conta molto di più il silenzio e la pulizia dei segnali rispetto ai cavi.

Quelli che ascoltano la musica da un computer con coperchio in lamierino, tre o più ventole, dischi rigidi che sibilano, e altro farebbero bene ad asternersi dal parlare dei cavi, specie di quelli d'alimentazione.

Se mi trovo ad ascoltare la musica in un ambiente rumoroso, perchè ci lavorano altri o perché le attrezzature presenti concorrono, diventa automaticamente inutile parlare di musica liquida HD e di tutte le paranoie varie, che diventeranno ingodibili.

Inoltre certi luoghi di lavoro spesso hanno la forma di un corridoio attrezzato sulla parete più lunga: spero non serva aggiungere altro. Le stanze per godersi la musica non dovrebbero essere neppure uno sgabuzzino od un salone enorme, altrimenti i cavi passano in secondo piano, eccetto nel caso di luoghi all'aperto o molto grandi.
Oki
Cella
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 06.04.10
Numero di messaggi : 2715
Impianto : Trends TA-10.2
Kingrex T20U
Topping TP32
Muse MU-T15, MU-15 MK2
SMSL SA-36, SA-36A, SA-S1+, SA-S3+, SA-4S
Audiophonics T-amp, Yuanjing 20, Hlly Tamp-20
Dayton DTA-1, MOKS Fenice 20 MKTII

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 18:53
Vale anche per le meccaniche dei lettori di CD o DVD, ed è per questo che non sono d'accordo con l'ultima sparata di Audioreview, in alcuni stati la musica è già ora prevalentemente dematerializzata (che non significa liquida), e la tendenza sarà questa.
avatar
bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3516
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502



Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 19:05
christian.celona ha scritto:
in alcuni stati la musica è già ora prevalentemente dematerializzata (che non significa liquida),

Cosa vuol dire "dematerializzata"?
Cella
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 06.04.10
Numero di messaggi : 2715
Impianto : Trends TA-10.2
Kingrex T20U
Topping TP32
Muse MU-T15, MU-15 MK2
SMSL SA-36, SA-36A, SA-S1+, SA-S3+, SA-4S
Audiophonics T-amp, Yuanjing 20, Hlly Tamp-20
Dayton DTA-1, MOKS Fenice 20 MKTII

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 19:17
Solo che il termine liquida non si addice al caso: quale proprietà avrebbe dei liquidi la cosidetta musica?

Avrai notato che nei miei messaggi raramente uso come etichette i termini stranieri e quelli dei non addetti ai lavori; è una scelta. L'ignoranza tecnologica si combatte così, altrimenti ti ritroverai circondato da persone che ti chiamano lineare un circuito elettrico come l'alimentatore filtrato, che non ha bisogno di sinonimi improbabili.

Per me che sono un elettronico ogni volta che leggo fesserie, come l'ultima che mi è capitata che i computer trasferiscono i dati solo a blocchi, vera nella quasi totalità dei casi, che corrisponde a dire non vera, ho un colpo al cuore.

Lo stesso quando leggo che sarebbe meglio l'interfaccia USB rispetto alla SP-DIF, scritto da persone che magnificano la hiface che esce in SP-DIF.

Continuando in questo modo credito solo ai marchi, che è ciò che i produttori sperano ma che è anche la morte per inutilità di un forum come questo.

E i primi a fregarsene le mani saranno quelli che ti fregano 149€ per un cavo ottico in fibra di vetro: se i costi fossero questi Fastweb varrebbe più delle multinazionali del petrolio.
avatar
bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3516
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502



Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 19:27
christian.celona ha scritto:Solo che il termine liquida non si addice al caso:
quale proprietà avrebbe dei liquidi la cosidetta musica?

Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked


christian.celona ha scritto:ho un colpo al cuore


avatar
flovato
UTENTE BANNATO
Data d'iscrizione : 23.12.10
Numero di messaggi : 12509
Impianto : (non specificato)

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 19:39
christian.celona ha scritto:Solo che il termine liquida non si addice al caso: quale proprietà avrebbe dei liquidi la cosidetta musica?

Credo che per liquida si intende provenire da dispositivi non tradizionali
indipendente da un qualsiasi supporto fisico (CD, vinile, nastro).

E' un modo di dire che ben riassume l'immaterialità tipica del web (anche se ovvio che alla fine c'è un qualche supporto).

Francamente non saprei come chiamarla diversamente.

Possiamo provarci a patto di non diventare come i francesi che cercano un corrispondente per ogni parola inglese e spesso finiscono per essere ridicoli.

Prima o poi nel mondo si parlerà una sola lingua e non saremo certo noi o francesi ad evitarlo giusto o sbagliato che sia. Wink
Sestante
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 21.12.10
Numero di messaggi : 132
Località : Milano
Provincia (Città) : Mi
Impianto : I - Accuphase E210a - ProAC D15 - Trends AD10 - Tascam RW2000 - Win7 - Foobar - Wasapi

II - Trends TA 10.1 - Tannoy DTM-8 - DAC provvisorio - Win XP - Foobar

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 22:06
@Stentor ha scritto:
@Sestante ha scritto:Frequentando posti dove il suono si fabbrica e il relativo personale, avendo come amico d'infanzia una persona che ha lavorato come tecnico per 25 anni in Studer e altri 15 in Tascam facendo impianti e studi per il maggiori studi di registrazione audio e per broadcasting radio e video. Ogni volta che parlo con loro dei dubbi che mi assalgono frequentando da qualche tempo questo forum, le (loro univoche) risposte sui maggiori misteri audiofili sono:
1 - E' divertente l'attenzione impiegata per il metro di cavo di alimentazione apparecchio dimenticando le decine di metri di banale cavo elettrico (quasi sempre sotto dimensionato) che stanno dietro la presa a muro.
Negli studi la 220v ha una sua linea indipendente dedicata e filtrata
2 - Bizzarro il non uso comune di ingressi e uscite bilanciate che portano un bel po di dinamica in più soprattutto dato i costi medi dei componenti HiFi (classe D esclusa)
3 - Dove si fabbrica l'audio che tutti ascoltiamo, i cavi di segnale (microfonici e linea) sono sicuramente di buona qualità e venduti in rotoli da 100mt. Il costo di un rotolo equivale a circa 10 mt di cavo "audiofilo"
4 - I cavi per gli ascolti in potenza, sono una comune piattina di rame multifilare di buon diametro
2 - Quando non si usa la crimpatrice (manco saldano) per le connessioni, le eventuali saldature sono eseguite con del banale stagno di buona qualità e un saldatore termostatato
La domanda sorge spontanea: perchè a noi tutti i problemi e per loro, che la musica la costruiscono, no? Very Happy

Che palle queste discussioni sterili ...è evidente che i tuoi amici non sanno di quel che parlano e gli piace fare i professori sparando cazzate. Scream

Ma leggiti TNT-Audio !!!! ...l'ultimo metro di cavo è un cavo fatto con una geometria particolare che crea un filtro e le differenze soniche sono notevoli..... poi se ci piace parlare solo per luoghi comuni ..avanti ma smettiamola di sparare le solite sentenze a casaccio.

Tutto questo poi non dipende dal costo del cavo ...che molte volte è determinato solo da scelte di marketing... ma dalla qualità.

Bizzarro è il loro modo saccente di commentare .......
Mi spiace il tuo tono piccato, e non mi pare una discussione sterile conoscere un altro mondo diverso da questo ma con un unico denominatore comune e questo voleva essere il mio contributo.
Mi spiace anche contraddirti, ma sentenze a casaccio proprio non sono, non posso fare nomi, ma sono diversi amici (80 anni a scendere fino a 50) che non giocano, ma hanno costruito le sedi RAI (audio) a Milano, Torino, progettato i principali studi di registrazione in Italia, fatto corsi in Studer, Tascam (con modifiche significativa alle loro macchine), insegnano in varie scuole di engineering audio e alcuni sono soci fattivi della Audio Engineering Society (AES)... direi che come "autorevolezza" complessiva sia sufficiente per almeno non sospettare che sparino cazzate soprattutto quando hanno dedicato una vita alla qualità audio.
Nel caso degli studi il marketing non c'entra proprio nulla, sono luoghi di lavoro professionali dove le attrezzature servono per lavorare con logica industriale tra investimenti, costi e ricavi. Se fosse indispensabile una coppia di diffusori da 20.000eu negli studi ci sarebbe, ma nel mio piccolo non l'ho mai vista e di studi ne è ho visti parecchi in tutta Europa pur non essendo un fonico o musicista
Luciano Cadeddu lo leggo sempre con molto interesse e gode della mia fiducia, ma non è una cosa personale quella che ho scritto, solo avendo la fortuna di frequentare anche queste persone ho voluto "forumizzare" le idee di un altro mondo sicuramente diverso da questo.
Tutto qui
avatar
lello64
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 6054
Provincia (Città) : bologna
Impianto : x+y

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 22:26
@Sestante ha scritto:

Se fosse indispensabile una coppia di diffusori da 20.000eu negli studi ci sarebbe, ma nel mio piccolo non l'ho mai vista e di studi ne è ho visti parecchi in tutta

strano che tu non sia mai incappato in un paio di jbl 4350 che con il crossover elettronico e l'amplificazione dedicata superano la cifra che hai citato come esempio di eccesso
Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 23:30
@Sestante ha scritto:
Mi spiace il tuo tono piccato, e non mi pare una discussione sterile conoscere un altro mondo diverso da questo ma con un unico denominatore comune e questo voleva essere il mio contributo.
Mi spiace anche contraddirti, ma sentenze a casaccio proprio non sono, non posso fare nomi,

Certo certo ,,,,, gli innominabili hanno sentenziato che tutti i cavi di alimentazioni non servono a nulla Clap Clap Clap Clap

E quindi io sono un falso e cretino, i signori di TNT altrettanto, i costruttori seri pure e invece "voi" depositari della verità
Un ragionamento che tanto mi ricorda una persona non troppo alta

Io invece conosco il padre eterno che mi chiarito un paio di cose ...peraltro evidenti.

Buona sera

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Dom 30 Gen 2011 - 23:31
@Sestante ha scritto:

nel mio piccolo

avatar
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Lun 31 Gen 2011 - 0:18
manco io credo nei cavi, e spendere cifre assurde per idiozie come cavi, fusibili ed altri ammenniccoli è a mio parere solo follia!!!

Da un giorno all'altro si sentono differenze all'ascolto, ma da qui a spendere migliaia di euro per 1 metro di cavo, è da ricovero immediato! E non lo trovo manco giustificato anche se mi suona "più caldo" o "meno analitico" e così via. E i cavi fanno da paio ai semplici pc con "l'ottimizzazione hi-end" da 4.000 euro che si vedono ultimamente.

Meglio spendere quei soldi in cose più serie e autocostruirseli i cavi Smile
Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Lun 31 Gen 2011 - 0:30
@piero7 ha scritto:manco io credo nei cavi, e spendere cifre assurde per idiozie come cavi, fusibili ed altri ammenniccoli è a mio parere solo follia!!!

Da un giorno all'altro si sentono differenze all'ascolto, ma da qui a spendere migliaia di euro per 1 metro di cavo, è da ricovero immediato! E non lo trovo manco giustificato anche se mi suona "più caldo" o "meno analitico" e così via. E i cavi fanno da paio ai semplici pc con "l'ottimizzazione hi-end" da 4.000 euro che si vedono ultimamente.

Meglio spendere quei soldi in cose più serie e autocostruirseli i cavi Smile

Ciao Piero ma hai inteso male.... il ragionamento era a prescindere dal prezzo ...secondo loro non c'è nessuna differenza tra un normalissimo cavo da PC e, ad esempio un TNT-TTS....
avatar
lsdmaster
Appassionato
Appassionato
Data d'iscrizione : 16.11.10
Numero di messaggi : 292
Località : Pescara
Occupazione/Hobby : Studente / scrittore a tempo perso
Provincia (Città) : se ci penso, triste
Impianto :
Spoiler:
DIR9001+4XTDA1543
Scythe SDAR-2000
Klipsch F-1
Tappeto Hampen

http://radioatashi.wordpress.com/

Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

il Lun 31 Gen 2011 - 0:31
@Stentor ha scritto:
@piero7 ha scritto:manco io credo nei cavi, e spendere cifre assurde per idiozie come cavi, fusibili ed altri ammenniccoli è a mio parere solo follia!!!

Da un giorno all'altro si sentono differenze all'ascolto, ma da qui a spendere migliaia di euro per 1 metro di cavo, è da ricovero immediato! E non lo trovo manco giustificato anche se mi suona "più caldo" o "meno analitico" e così via. E i cavi fanno da paio ai semplici pc con "l'ottimizzazione hi-end" da 4.000 euro che si vedono ultimamente.

Meglio spendere quei soldi in cose più serie e autocostruirseli i cavi Smile

Ciao Piero ma hai inteso male.... il ragionamento era a prescindere dal prezzo ...secondo loro non c'è nessuna differenza tra un normalissimo cavo da PC e, ad esempio un TNT-TTS....

Non te la prendere Stentor... mi sa tanto di trollata bella e buona Smile
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum