T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you.
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» nuove diva 262
Oggi a 21:30 Da lello64

» Giradischi - quesiti & consigli
Oggi a 21:23 Da dinamanu

» Amplificatore per chiudere il cerchio
Oggi a 21:14 Da lello64

» jbl lsr 305 vs krk rokit 6 g3
Oggi a 21:09 Da berdik

» Cd conviene ripararlo o....
Oggi a 21:09 Da gorillone

» ultimo nato (mau 749 R.I.P)
Oggi a 20:27 Da natale55

» Confronto tra Breeze full mod. vs Drok ta2024b pareri personali e riflessioni
Oggi a 18:39 Da rx78

» Alternativa a Volumio: Moode Audio!
Oggi a 14:59 Da Tasso

» Marble Machine
Oggi a 13:31 Da natale55

» leboncoin.fr: Qualcuno è riuscito a comprare qualcosa?
Oggi a 13:04 Da embty2002

» fissa lettore CD
Oggi a 12:45 Da giucam61

» Concerto Ian Paice - Pistoia, 8 dicembre
Oggi a 12:31 Da pallapippo

» Quale ampli per le mie Dynaudio M20
Oggi a 12:24 Da SubitoMauro

» El GORDO - una torre senza filtri, si può?
Oggi a 12:17 Da rx78

» Lettore CD max 200 euro
Oggi a 12:06 Da sound4me

» Player hi fi
Oggi a 9:07 Da Tasso

» JRiver 22
Oggi a 8:44 Da luigigi

» Recupero vinile rovinato
Oggi a 0:27 Da dinamanu

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Ieri a 19:41 Da CHAOSFERE

» Quale cavo ottico per il CD?
Ieri a 19:00 Da giucam61

» VENDO Kit preamplificatore Sbilanciato->Bilanciato per Anaview/hypex/icepower ecc
Ieri a 16:48 Da MrTheCarbon

» Problemi con la rotazione a 45RPM - Thorens
Ieri a 16:11 Da enrico massa

» AUDIOLAB 8000SE
Ieri a 14:38 Da Gabriele Barnabei

» [Risolto]ECC99
Ieri a 12:55 Da dinamanu

» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Ieri a 11:07 Da gigetto

» (BO) vendo diffusori Klipsch Heresy 3 1200 euro+ss
Ieri a 9:27 Da schwantz34

» impianto entry -level
Ieri a 9:20 Da giucam61

» NO al solito condotto reflex
Ven 2 Dic 2016 - 23:17 Da Abe1977

» Monitor Audio Silver 1 vs B6W 686 s2
Ven 2 Dic 2016 - 18:45 Da dinamanu

» TUTORIAL MODIFICHE TPA 3116 COMPLETO
Ven 2 Dic 2016 - 18:32 Da Angel2000

» Player portatile
Ven 2 Dic 2016 - 18:13 Da p.cristallini

» Fonometro Professionale
Ven 2 Dic 2016 - 16:01 Da Docarlo

» Suono un pò duro.....
Ven 2 Dic 2016 - 15:53 Da gigetto

» Acquisto Amplificatore Integrato + Diffusori. Help me !
Ven 2 Dic 2016 - 9:43 Da natale55

» RI-dividere tracce da unico file
Ven 2 Dic 2016 - 9:16 Da lello64

» CAIMAN SEG
Ven 2 Dic 2016 - 9:14 Da Masterix

» Chromecast audio e spotify.
Ven 2 Dic 2016 - 8:04 Da sportyerre

» Rotel RA 1570 con dac incorporato.
Ven 2 Dic 2016 - 6:40 Da micio_mao

» alimentatore autocostruito per alta fedeltà da 7/10 A
Ven 2 Dic 2016 - 0:01 Da dinamanu

» Canale che gracchia e sparisce su Musical Fidelity A1
Gio 1 Dic 2016 - 23:45 Da dinamanu

» Amplificatore per Scythe SCBKS-1100 Kro Craft Speaker Rev. B, quale migliore?
Gio 1 Dic 2016 - 21:26 Da Angel2000

» quale alimentatore già pronto all'uso per un TPA 3116?
Gio 1 Dic 2016 - 21:06 Da Angel2000

» (SR+SS) Kit pcb Pass Aleph 3 + componenti
Gio 1 Dic 2016 - 19:48 Da tix88

» Daphile - Audiophile Music Server & Player OS
Gio 1 Dic 2016 - 12:12 Da luigigi

» Vintage VS nuovo ma new entry...
Gio 1 Dic 2016 - 10:58 Da emmeci

» Consiglio amplificatore buon rapporto qualità/prezzo
Gio 1 Dic 2016 - 10:15 Da dinamanu

» Verdi - consigli per gli acquisti
Gio 1 Dic 2016 - 10:10 Da luigigi

» Pioneer PL12 in pensione.....o forse no?
Gio 1 Dic 2016 - 9:52 Da Motogiullare

» Little Dot MKII e Little Dot I+ appena arrivati...inizia il test-confronto con le AKG K550.
Gio 1 Dic 2016 - 0:48 Da YAPO

» Messaggio per Valterneri NAD90
Mer 30 Nov 2016 - 22:28 Da beppe61

Sondaggio

Interessati alla guida per la costruzione di un server audio?

76% 76% [ 148 ]
24% 24% [ 47 ]

Totale dei voti : 195

I postatori più attivi della settimana
Angel2000
 
dinamanu
 
CHAOSFERE
 
lello64
 
giucam61
 
sportyerre
 
MaurArte
 
gigetto
 
thepescator
 
R!ck
 

I postatori più attivi del mese
dinamanu
 
CHAOSFERE
 
Angel2000
 
lello64
 
giucam61
 
R!ck
 
natale55
 
gigetto
 
sportyerre
 
Masterix
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19629)
 
schwantz34 (15480)
 
Silver Black (15370)
 
nd1967 (12784)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10215)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8464)
 

Statistiche
Abbiamo 10364 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Sandro1959

I nostri membri hanno inviato un totale di 768985 messaggi in 50041 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 94 utenti in linea :: 10 Registrati, 0 Nascosti e 84 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

dinamanu, emmeci, gorillone, hell67, legocity, lello64, Rino88ex, SGH, SubitoMauro, thepescator

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Furl  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you. sul tuo sito sociale bookmarking

impianto a doppio uso HT e stereo

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  gaeo il Sab 26 Mag 2012 - 17:46

@Marco Ravich ha scritto:surround != hifi, per cui - ribadisco - io opterei per un buon impianto stereo (e vai tranquillo che i film sono una figata lo stesso in 2.0).
allora anch'io sono dell'idea che uno stereo decente sia megli del HT pacco ma in caso di dts imho e come se ti dicessi visto che un ampli e una cassa costano meno di 2 allora converti tutto in mono.. la mia risposta e NO! il modo giusto di ascoltare sempre imho è come è stato pensato e registrato dal ingegnere/tecnico del suono

@Marco Ravich ha scritto: In alternativa potresti pensare al Dared DV-6C (di cui s'è parlato anche qua) che è sostanzialmente un multiamplificatore senza decodificatore DTS/multicanale.

...e col telecomandino puoi pure "switchare" le configurazioni (5.1, 5.0, 3.0, 2.1 e 2.0) così da usare solo certi diffusori.

Spero di essere stato utile.
Ripeto a me serve la gestione delle hdmi e la decodifica dts (dolby è una porcata da quel che ho capito Sick )


gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  gaeo il Sab 26 Mag 2012 - 18:13

@R!ck ha scritto:Il krell a cui mi riferisco è un prodotto SENZA HDMI , è un preamplificatore multich, funziona tramite collegamento analogico e ha una decina d'anni.
ma mi servono le hdmiiiiiiii.....!
@R!ck ha scritto:Non mi è passato per la testa di consigliarti un krell nuovo perchè i costi sono stratosferici (almeno per me)...
vai tranquillo anche per me sono irraggiungibili ammenochè non mi venda la macchina e la moto Rolling Eyes però portavo queste prove proprio per dire che anche sugli hi end da cifre improponibili la sezione pre incide sull'ascolto musicale tanto che un buon ampli stereo in filosofia T gli sta tranquillamente davanti nell'ascolto in stereo proprio col rotel lo abbiamo comparato con l'ampli integrato di un paio d'anni prima dello stesso marchio e ne è venuto fuori distrutto l'HT!

@R!ck ha scritto:Se hai dei commessi caposezione di audiovideo amici tuoi che ti fanno provare queste attrezzature...chiedi a loro sicuramente di sapranno indirizzare meglio e potrai percepire le differenze da solo.
non è proprio che me li fanno provare e che se li portano a casa e li provano loro quelli da esposizione dopo aver suonato un pò in negozio e chiamano degli amici per comparare col proprio impianto anche perché quando lo facevano da soli poi facevano i salti mortali per comprarselo perchè gli sembrava sempre meglio Laughing Hehe (ti dico solo che uno ha rischiato il divorzio perchè si è portato a casa le nautilus b&W fatte come una lumaca... Embarassed pagate pochissimo poco meno di 20 mila euri...... ) e loro sono per la ciabatta stacca attacca casse o switch passivo di qualità o per la soluzione pre dts (citata sopra quella dell'onkyo) e finale multicanale selezionando o il pre dts o un pre stereo sui canali frontali o restando su cifre abbordabili sintoampli con uscite pre out frontali da inserire su un finale o integrato stereo queste sono le soluzioni....

gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  gaeo il Sab 26 Mag 2012 - 18:20

@Marco Ravich ha scritto:In alternativa potresti pensare al Dared DV-6C (di cui s'è parlato anche qua) che è sostanzialmente un multiamplificatore senza decodificatore DTS/multicanale.
mah questo mi era sfuggito Mmm però non ho capito se gli ingressi vanno bene per il pre e bisogna aggiungerci il pre... che costa un botto... Mmm Qualcuno sà come suona quest'aggeggino e quanti watt ha per canale? senza ricercare su pagine e pagine di forum una piccola sintesi?...un ...bignami? Ironic

gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  gaeo il Sab 26 Mag 2012 - 18:24

@gaeo ha scritto: il modo giusto di ascoltare sempre imho è come è stato pensato e registrato dal ingegnere/tecnico del suono
mi autoquoto per dire: anche se alle volte mi fanno venire il dubbio ...sono sordo io o loro che hanno mixato così male o l'effetto era di dare fastidio ad uno con un minimo di orecchio!

gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  Marco Ravich il Dom 27 Mag 2012 - 12:42

@gaeo ha scritto:[però non ho capito se gli ingressi vanno bene per il pre e bisogna aggiungerci il pre...
Beh, 5 dei sei canali passano sul *SUO* pre (valvolare), per cui non dovrebbe servire altro...

Marco Ravich
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 3935
Località : Marche
Occupazione/Hobby : musica / informatica
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : i5 @ HFX Classic > Zoom R16 > Yamaha A-760 > Canton GLE 70

http://www.forart.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  R!ck il Dom 27 Mag 2012 - 13:32

@gaeo ha scritto:
@R!ck ha scritto:Il krell a cui mi riferisco è un prodotto SENZA HDMI , è un preamplificatore multich, funziona tramite collegamento analogico e ha una decina d'anni.
ma mi servono le hdmiiiiiiii.....!

Ti servono le hdmi perchè puoi usare il telecomando della tv per accendere spengere l'amplificatore e regolare il volume.
Lo faccio anche io con un telecomando universale da 10 euro del LIDL senza usare l'hdmi. Un logitech Harmony con le macro lo fa anche meglio.

D'altro canto l'hdmi non neanche detto che sia la migliore connessione possibile visto che se mal implementata causa jitter a iosa, inoltre sei vincolato alla qualità dei dac e del sintoav o pre amplificatore av che scegli e di solito sono sempre inferiori a quelli di lettori e sorgenti dedicate e non esiste modo di scappare dalle eventuali "interferenze video" di cui parlavi visto che il segnale audio viaggia insieme a quello video.

R!ck
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 03.09.09
Numero di messaggi : 4489
Località : Roma
Impianto : -------------

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  gaeo il Dom 27 Mag 2012 - 18:20

certo che ci sono problemi di jitter e interferenze ma nell'uso homtheatre non sono sensibili e per tale uso già quello che ho mi va più che bene in più il mio tv ha SOLO connessioni HDMI! e per non aver cavi in giro oltre che 1 solo telecomando oltre che l'ascolto in 5 canali Tv che mi permette di tenere il volume più basso quando guardo il tv di notte etcetera forse mi ripeterò ma IMHO i sintoampli sono estremamente buoni anche senza spendere cifre esorbitanti per i film e stando su prodotti con sezione di alimentazione piuttosto grossa sono una ottima soluzione per esempio il dared consigliato (moolto interessante ) non credo che abbia una buona potenza con un peso di soli 6 kg non deve avere una grossa sezione di alimentazione al contrario del mio che offre (va bhè il prezzo è doppio ed era quadruplo appena uscito) oltre che una potenza addirittura eccessiva in appartamento (peso di 17 kg) funzioni di upsampling decodifica segnali e tutta una serie di facilities che sinceramente per la visione dei film va più che bene tanto che mi vedo meglio un film a casa che al cinema dove non ci vado più visto che me li vedo e sento meglio a casa ! L'unico problema che accuso e che tutta una serie di parametri dell'ascolto in stereo sono piuttosto penalizzati ed è li che devo lavorare non sulla sezione video di cui sono molto contento!

gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  R!ck il Dom 27 Mag 2012 - 19:29

Gaeo non voglio insistere ovviamente sai quello che vuoi ma è giusto per chiarire perchè mi pare che questo punto ti sfugga.

Il tuo tv ha solo connessioni hdmi...e quindi dov'è il problema?
I lettori che hanno le uscite multicanale hanno anche l'hdmi la connessione lato tv si fa con l'hdmi per il video. Per l'audio si possono usare agli ingressi analogici del pre amplificatore o dell'avr. Si fa questo giro perchè alcuni lettori consentono conversioni analogiche MIGLIORI rispetto a quelle effettuate internamente dagli avr epossono essere utilizzati come sorgenti per i 2ch.

Per esempio:



R!ck
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 03.09.09
Numero di messaggi : 4489
Località : Roma
Impianto : -------------

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  gaeo il Dom 27 Mag 2012 - 20:47

@R!ck ha scritto:Gaeo non voglio insistere ovviamente sai quello che vuoi ma è giusto per chiarire perchè mi pare che questo punto ti sfugga.

Il tuo tv ha solo connessioni hdmi...e quindi dov'è il problema?
I lettori che hanno le uscite multicanale hanno anche l'hdmi la connessione lato tv si fa con l'hdmi per il video.
si ma dovrei collegare 1 cavo che va in credenza e 2/3 cavi esterni che fa abbastanza da cag.re il fattore waf oltretutto fa schifo pure a me così collego 1 cavo in credenza al sinto e fuoriesceappena appena le hdmi per il notebook e per la xbox dal piano credenza che tiro per collegare e rinfilo per nascondere
@R!ck ha scritto: Per l'audio si possono usare agli ingressi analogici del pre amplificatore o dell'avr. Si fa questo giro perchè alcuni lettori consentono conversioni analogiche MIGLIORI rispetto a quelle effettuate internamente dagli avr epossono essere utilizzati come sorgenti per i 2ch.
mah guarda il mio sintoampli ha il processore faroduja per il video e il dac burr-brown a 32bit e fino a 192Hz che funziona alla grande e come già detto ho preso in considerazione varie possibilità e quella del sinto per vari motivi per me è la migliore in assoluto e del sinto in mio possesso non posso che parlare bene per l'uso HT e non va male neanche con l'uso in stereo però con l'ascolto musicale è un pò limitato da quel famoso velo sto solo cercando un modo per evitare un secondo impianto e preservare le torri nell'impianto HT che 2 paia di torri non mi ci stanno! forse non riesco a spiegarmi visto che per me gli apparecchi hifi sono solo un mezzo e di elettronica non ci capisco una beneamata min..ia!

gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  gaeo il Dom 27 Mag 2012 - 20:48

come vedete l'FBT ax52 come ampli ?

gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  R!ck il Dom 27 Mag 2012 - 21:11

Gaeo se attacchi qualsiasi finale ai preout del sintoav il velo rimane.
Questo perchè a gestire il finale rimane la sezione preamplificatrice del sintoav...sono cose che ho già provato. Infatti sono rimasto solo con i 2ch...ma questa è un'altra storia.
L'unica è un'integrato 2ch o un pre e finali 2 ch, una sorgente separata (non tanto il dac che conta ma come è implementato) e uno switch prima dei diffusori in maniera da escludere totalmente il sinto...

R!ck
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 03.09.09
Numero di messaggi : 4489
Località : Roma
Impianto : -------------

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  gaeo il Dom 27 Mag 2012 - 21:27

@R!ck ha scritto:Gaeo se attacchi qualsiasi finale al sintoav il velo rimane. Questo perchè a gestire il finale rimane la sezione preamplificatrice del sintoav....già provato!
madoooo se ho più volte detto che la sezione pre dei sintoampli per la musica fa cagare vuoi che lo attacchi al sintoampli....noooo (senza cattiveria ma mi sembra o che trolleggi o che mi stia dando dell'idiota! spero di sbagliarmi )dicevo in parallelo con uno switch per le casse con un pre così potevo concentrarmi sulla sezione pre visto che l'ampli FBT ax52 lo possiedo già!
@R!ck ha scritto:L'unica è un'integrato 2ch o un pre e finali 2 ch e uno switch in maniera da escludere totalmente il sinto...se il velo lo vuoi togliere...!
appunto! e da un pò che lo dico come mi hanno giustamente suggerito Stentor e fabio ho letto la recensione di grunter sull AA MAA406 e vorrei sostituire l'FBT poi con quello o se riesco a sentirlo e mi piace sempre AA il MAP306

gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  R!ck il Dom 27 Mag 2012 - 21:45

@gaeo ha scritto:(senza cattiveria ma mi sembra o che trolleggi o che mi stia dando dell'idiota! spero di sbagliarmi )

Diciamo che non brilli per chiarezza nè di idee, nè d'intenti. Basta leggere dall'inizio l'evolversi di questo 3d che altri e noi io hanno definito un ginepraio non a caso.
E poi sarei io il troll? Poco male. Tanti auguri!

R!ck
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 03.09.09
Numero di messaggi : 4489
Località : Roma
Impianto : -------------

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  andzoff il Dom 27 Mag 2012 - 22:34

ciao,
finalmente ho un pò di tempo per spiegare cosa intendo per ginepraio.
Ti devo fare delle doverose premesse:

1) il thread è molto interessante. L'ho letto almeno due volte, cosa mai successa con altri thread;
2) tu sei simpatico e competente, quindi quello che dico, non contiene nulla contro di te;
3) io sono un signor nessuno. Un appassionato, ma non un esperto.

Bene, ho paragonato il thread ad un ginepraio perchè mette insieme un sacco di concetti, a volte anche eterogenei, ma tra tutte le cose dette, si annidano alcuni luoghi comuni, o imprecisioni, o come altro li vogliamo chiamare, che possono confondere le idee di chi legge.

@gaeo ha scritto:preferisco che pre e finale siano si dual mono e nella stessa classe (A o B)
Un preamplificatore non è nè in classe A nè in classe AB.

Correva l'anno 199... non lo dico, il decennio però è quello. Frequentavo il corso di Elettronica Applicata 2, quinto anno del corso di laurea in Ingegneria Elettronica alla Sapienza di Roma. Aula 33, il docente era il famigerato prof. Piero Marietti, accademico di grande fama internazionale. Non molto simpatico come professore. Con lui all'esame c'erano tre possibilità:
- bocciato
- promosso
- promosso con insulti
una cosa indegna.
Il prof ci ripeteva sempre la stessa cosa: in un amplificatore, possiamo individuare tre aspetti: l'interfaccia di ingresso, la parte di elaborazione e l'interfaccia di uscita.
All'interfaccia di ingresso, chiediamo una alta impedenza, cioè la virtù di acquisire il segnale senza succhiare troppa corrente. All'interfaccia di uscita, chiediamo invece una bassa impedenza, per poter trasferire la potenza su un carico di altrettanta bassa impedenza. Alla parte di elaborazione, ed all'ampli nel suo complesso, chiediamo le altre caratteristiche: il guadagno, la risposta in frequenza, l'efficienza (rendimento termodinamico), distorsione, stabilità, rumore e via discorrendo.
Ora, non si possono centrare tutti questi obbiettivi con un solo transistor. E' come una coperta corta, ti assicuri una feature, e te ne giochi un'altra. Per questo motivo, gli ampli non sono fatti con un solo transistor (per canale), ma da diversi transistor organizzati in più stadi.
Per convincere gli studenti, ogni anno proponeva un esercizio di progettazione da 15 pagine, in cui la sfida era di realizzare un ampli con certe richieste tramite un solo transistor. Nello svolgimento in aula di questo esercizio, si procedeva alla appassionante progettazione di ogni singolo componente. Alla fine sembrava tutto a posto, fino alla domanda finale: quale è l'efficienza di questo ampli? Ne usciva fuori un valore intorno al 3%, una roba inaccettabile. A quel punto il professore riproponeva il suo ritornello:
non si possono centrare tutti gli obbiettivi di progettazione con un solo transistor.

Torniamo a noi. Il preamplificatore deve avere:
- alta impedenza di ingresso,
- guadagno in tensione,
- alta impedenza in uscita, perchè dopo di lui non c'è il carico, ma un altro stadio.
Il preamplificatore è un amplificatore di tensione, non di potenza.
Il finale invece ha:
- alta impedenza in ingresso,
- guadagno in tensione pari ad UNO,
- bassa impedenza di uscita.
Quello che cambia tra ingresso ed uscita è la corrente. In questo caso si parla di amplificatore di potenza dove la potenza aumenta in ragione del rapporto impedenza di ingresso / impedenza di uscita.
Tutto questo per dire che i due circuiti sono diversi.
L'amplificatore di tensione (il nostro pre) non è nè in classe A nè in classe AB. Lo schema somiglia a quello in classe A, con questi condivide il fatto che un solo transistor si occupa di entrambe le semionde, positiva e negativa, ma le somiglianze finiscono qui.
Ciò che caratterizza la classe A, non è questa storia delle semionde, ma lo schema elettrico, che è quello di un amplificatore di potenza.
Non troverai mai in commercio un preamplificatore con la dicitura classe A o classe AB. E se proprio lo trovassi, ti consiglio di diffidare da chi lo commercializza.

@gaeo ha scritto:due parole pre a valvole e finale a transistor.... avete presente quei bei transistor rotondi di metallo....
L'ibrido a volte è una limitazione.

Parliamo di valvole. Ci sono dei simpatici articoli su tnt-audio che cercano di inquadrare il mito delle valvole. Molte persone dicono che le valvole suonano meglio dei transistor perchè mio cugino ha un ampli a valvole, io l'ho sentito e ti dico che suona molto meglio del mio ampli tradizionale.
D'accordo, dice tnt-audio, ma l'ampli di tuo cugino è stato pagato mille euro, mentre l'altro è un giapponese comprato al mercatone. Prova invece a paragonare l'ampli di tuo cugino con un moderno amplificatore a transistor della stessa fascia di prezzo, e poi ne riparliamo.
In generale, non possiamo dire che le valvole suonino meglio dei transistor sempre. Ogni progetto va considerato nel suo complesso. Le valvole vincono in determinate circostanze, mentre in altre è vero il contrario. Proprio su tnt-audio di questa settimana, c'è una testimonianza (non è una prova, solo una testimonianza), in cui Lucio Cadeddu ribadisce il concetto: http://www.tnt-audio.com/edit/lettere.html#9
Non esiste un suono tipico delle valvole, se facessimo prove in doppio ceco (o triplo sordo, o quello che vuoi), non potremmo dire cacchio questo è a valvole, quello di prima no.
Allo stesso modo, non possiamo dire che la classe A (tatta) va meglio della classe AB. La classe AB comprende almeno il 90% del mercato degli amplificatori. Vuol dire che l'altra ha mercato solo per alcuni impianti in determinate fasce di prezzo, e ricordiamo ci che i mostri super-costosi non sono utti in classe A. Ancora una volta, il progetto va valutato nel suo insieme.
Infine, sempre per gli stessi motivi, non possiamo più dire che i componenti discreti suonino sempre meglio degli integrati (i chipamp). Era vero qualche decennio fa, ma ora la classe D (ma prima di lei il gainclone) ci ha ricordato questa massima del progetto che va valutato nel suo insieme.

OK, il tempo è scaduto, ed ho citato solo qualche luogo comune. Se qualcuno ritenesse interessante l'argomento, cercherò di intervenire ancora.
Saluti.

andzoff
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 01.07.11
Numero di messaggi : 1189
Località : Roma
Provincia (Città) : Roma
Impianto :
Spoiler:

Sorgente: WD TV Live
Alimentatore: Mean Well S-60-24
Ampli: Breeze Audio TPA3116
Diffusori: Indiana Line Tesi 204

Sono stato assente dal forum dal 14 set 2013 all'11 ott 2014 per mancanza di impianto.
Ma ora finalmente tutto riparte.


Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  gaeo il Lun 28 Mag 2012 - 7:42

@andzoff ha scritto:ciao,
finalmente ho un pò di tempo per spiegare cosa intendo per ginepraio.
Ti devo fare delle doverose premesse:

1) il thread è molto interessante. L'ho letto almeno due volte, cosa mai successa con altri thread;
2) tu sei simpatico e competente, quindi quello che dico, non contiene nulla contro di te;.
Grazie mooooolto gentile sul simpatico son pure d'accordo Cool ma sul competente ho forti dubbi!
@andzoff ha scritto:3) io sono un signor nessuno. Un appassionato, ma non un esperto.

Bene, ho paragonato il thread ad un ginepraio perchè mette insieme un sacco di concetti, a volte anche eterogenei, ma tra tutte le cose dette, si annidano alcuni luoghi comuni, o imprecisioni, o come altro li vogliamo chiamare, che possono confondere le idee di chi legge.
grazie è proprio per questo che sono qui Clap Clap
@andzoff ha scritto:

@gaeo ha scritto:preferisco che pre e finale siano si dual mono e nella stessa classe (A o B)
Un preamplificatore non è nè in classe A nè in classe AB.

Correva l'anno 199... non lo dico, il decennio però è quello. Frequentavo il corso di Elettronica Applicata 2, quinto anno del corso di laurea in Ingegneria Elettronica alla Sapienza di Roma. Aula 33, il docente era il famigerato prof. Piero Marietti, accademico di grande fama internazionale. Non molto simpatico come professore. Con lui all'esame c'erano tre possibilità:
- bocciato
- promosso
- promosso con insulti
una cosa indegna.
Il prof ci ripeteva sempre la stessa cosa: in un amplificatore, possiamo individuare tre aspetti: l'interfaccia di ingresso, la parte di elaborazione e l'interfaccia di uscita.
All'interfaccia di ingresso, chiediamo una alta impedenza, cioè la virtù di acquisire il segnale senza succhiare troppa corrente. All'interfaccia di uscita, chiediamo invece una bassa impedenza, per poter trasferire la potenza su un carico di altrettanta bassa impedenza. Alla parte di elaborazione, ed all'ampli nel suo complesso, chiediamo le altre caratteristiche: il guadagno, la risposta in frequenza, l'efficienza (rendimento termodinamico), distorsione, stabilità, rumore e via discorrendo.
Ora, non si possono centrare tutti questi obbiettivi con un solo transistor. E' come una coperta corta, ti assicuri una feature, e te ne giochi un'altra. Per questo motivo, gli ampli non sono fatti con un solo transistor (per canale), ma da diversi transistor organizzati in più stadi.
Per convincere gli studenti, ogni anno proponeva un esercizio di progettazione da 15 pagine, in cui la sfida era di realizzare un ampli con certe richieste tramite un solo transistor. Nello svolgimento in aula di questo esercizio, si procedeva alla appassionante progettazione di ogni singolo componente. Alla fine sembrava tutto a posto, fino alla domanda finale: quale è l'efficienza di questo ampli? Ne usciva fuori un valore intorno al 3%, una roba inaccettabile. A quel punto il professore riproponeva il suo ritornello:
non si possono centrare tutti gli obbiettivi di progettazione con un solo transistor.

Torniamo a noi. Il preamplificatore deve avere:
- alta impedenza di ingresso,
- guadagno in tensione,
- alta impedenza in uscita, perchè dopo di lui non c'è il carico, ma un altro stadio.
Il preamplificatore è un amplificatore di tensione, non di potenza.
Il finale invece ha:
- alta impedenza in ingresso,
- guadagno in tensione pari ad UNO,
- bassa impedenza di uscita.
Quello che cambia tra ingresso ed uscita è la corrente. In questo caso si parla di amplificatore di potenza dove la potenza aumenta in ragione del rapporto impedenza di ingresso / impedenza di uscita.
Tutto questo per dire che i due circuiti sono diversi.
L'amplificatore di tensione (il nostro pre) non è nè in classe A nè in classe AB. Lo schema somiglia a quello in classe A, con questi condivide il fatto che un solo transistor si occupa di entrambe le semionde, positiva e negativa, ma le somiglianze finiscono qui.
Ciò che caratterizza la classe A, non è questa storia delle semionde, ma lo schema elettrico, che è quello di un amplificatore di potenza.
Non troverai mai in commercio un preamplificatore con la dicitura classe A o classe AB. E se proprio lo trovassi, ti consiglio di diffidare da chi lo commercializza.
Grazie mi hai illuminato (non sto scherzando anche se faccio fatica a leggere l'elettronichese son riuscito a capirti ed ho capito perché su alcuni ampli per chitarra c'era scritto tube pre class A circuit cioè scrivevano che il circuito era simile ai classe A Clap )

@andzoff ha scritto:
@gaeo ha scritto:due parole pre a valvole e finale a transistor.... avete presente quei bei transistor rotondi di metallo....
L'ibrido a volte è una limitazione.

Parliamo di valvole. Ci sono dei simpatici articoli su tnt-audio che cercano di inquadrare il mito delle valvole. Molte persone dicono che le valvole suonano meglio dei transistor perchè mio cugino ha un ampli a valvole, io l'ho sentito e ti dico che suona molto meglio del mio ampli tradizionale.
D'accordo, dice tnt-audio, ma l'ampli di tuo cugino è stato pagato mille euro, mentre l'altro è un giapponese comprato al mercatone. Prova invece a paragonare l'ampli di tuo cugino con un moderno amplificatore a transistor della stessa fascia di prezzo, e poi ne riparliamo.
In generale, non possiamo dire che le valvole suonino meglio dei transistor sempre.
Infatti secondo me su certi parametri vincono a mani basse i transistor
@andzoff ha scritto:Ogni progetto va considerato nel suo complesso. Le valvole vincono in determinate circostanze, mentre in altre è vero il contrario. Proprio su tnt-audio di questa settimana, c'è una testimonianza (non è una prova, solo una testimonianza), in cui Lucio Cadeddu ribadisce il concetto: http://www.tnt-audio.com/edit/lettere.html#9
Non esiste un suono tipico delle valvole, se facessimo prove in doppio ceco (o triplo sordo, o quello che vuoi), non potremmo dire cacchio questo è a valvole, quello di prima no.
Allo stesso modo, non possiamo dire che la classe A (tatta) va meglio della classe AB. La classe AB comprende almeno il 90% del mercato degli amplificatori. Vuol dire che l'altra ha mercato solo per alcuni impianti in determinate fasce di prezzo, e ricordiamo ci che i mostri super-costosi non sono utti in classe A. Ancora una volta, il progetto va valutato nel suo insieme.
Infine, sempre per gli stessi motivi, non possiamo più dire che i componenti discreti suonino sempre meglio degli integrati (i chipamp). Era vero qualche decennio fa, ma ora la classe D (ma prima di lei il gainclone) ci ha ricordato questa massima del progetto che va valutato nel suo insieme.

OK, il tempo è scaduto, ed ho citato solo qualche luogo comune. Se qualcuno ritenesse interessante l'argomento, cercherò di intervenire ancora.
Saluti.
certo certo intervieni quanto vuoi hai spiegato in modo capibilissimo tutto e son d'accordo con te su tutto tranne sulla mia presunta competenza Laughing
per ribadire il concetto del progetto nell' insieme ti dico che nonostante le mie succitate preferenze gli ampli per chitarra da me preferiti (ambito musicale un po diverso dalla riproduzione ma che mi ha formato su un minimo di elettronica ,con ampli per chitarra e per voce, e che mi ha fatto avere tali gusti) erano un Mesa boogie con pre a transistor (penso discreti ma non son capace di riconoscerli adesso menochemeno allora) e finale a valvole con sezione di alimentazione a valvole e il Roland ST100ST totalmente a transistor mentre il peggiore era una testata Peavy proprio con le caratteristiche già citate in questo post

gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  gaeo il Lun 28 Mag 2012 - 8:28

@R!ck ha scritto:Diciamo che non brilli per chiarezza nè di idee, nè d'intenti. Basta leggere dall'inizio l'evolversi di questo 3d che altri e noi io hanno definito un ginepraio non a caso.
E poi sarei io il troll? Poco male. Tanti auguri!
All'inizio avevo in mente un progetto poi accantonato perché mi sarebbe costato meno prendere le soluzioni già pronte vedi succitata accoppiata Onkyo poi il progetto dell'Impianto a doppio uso HT e stereo si è evoluto nella direzione suggerita da Fabio e Stentor cioè un ampli stereo collegato ai pre-out del sintoampli (che il mio non possiede e cambierò con uno che li possegga da qui il discorso switch provvisorio così da sistemare tutto il resto prima del cambio sintoampli) per l'uso HT splittabile con un altro pre in caso del finale o con il pre incorporato nel caso di un integrato.
Poi avendo letto la recensione di Grunter sul finale Advance acoustic (su cui tra l'altro avevo già messo gli occhi addosso) ho deciso di andare su quel finale ma questo mi creava un altro problema il pre per l'ascolto in stereo diviene essenziale ... ma se spendo i soldi per il finale non avrò subito la disponibilità di prendere il pre e il finale se ne starebbe là senza far niente (ed io che grazie ai turni ascolto 1/2 ore minimo di musica al giorno mi infastidirei non poco di ciò ) allora visto che ho un finale lì che prende polvere in garage e che devo far revisionare lo revisiono e mi concentro prima sul pre poi in un secondo momento sul MAA406 del Advance acoustic quindi sul sinto con le uscite pre-out per poter togliere gli switch mi dispiace che te la sia presa ma a me sembra di riscrivere milioni di volte le stesse cose mi dispiace di non riuscire ad essere chiaro ma a causa dei succitati turni son tre mattine che scrivo smontante notte (ossia ho lavorato dalle 22 alle 06) e l'italiano non è certamente uno dei miei punti forti.... scusatemi Tutti per il mio povero ed infelice Italiano .
Poi sulla questione ginepraio il discorso è vasto e complesso e prende vari temi visto che non parliamo di un componente singolo ma di un impianto completo come peraltro specificato poi da colui che ha definito questo 3d un ginepraio .
Spero di essermi chiarito e che vorrai continuare a partecipare attivamente alla questione con suggerimenti e consigli attinenti al caso magari chiedendo lumi quando non son stato chiaro su cosa intendessi dire perché son responsabile di quel che dico non di quello che gli altri capiscono certo che anch'io ho le mie colpe visto il mio penoso italiano ma se scrivessi in dialetto veneziano limiterei di molto il "bacino d'utenza" cosa che mi dispiacerebbe sia perché limiterei la mia possibilità di imparare e confrontarmi ma soprattutto perché limiterei la possibilità degli altri che leggono per capirci qualcosa sul dafarsi in questi casi (e questo mi darebbe molto più fastidio perché se voglio il gay lo faccio con il mio di culo non con quello degli altri! Oki )come ho fatto io per molto tempo anche su questi lidi grazie e arrisentirci..... se vuoi (scusa per il tu ma mi sembra che finora qui ce lo si dia normalmente) Saluti

gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  gaeo il Lun 28 Mag 2012 - 8:37

@andzoff ha scritto:
D'accordo, dice tnt-audio, ma l'ampli di tuo cugino è stato pagato mille euro, mentre l'altro è un giapponese comprato al mercatone.
Sisisisisisisi magari Jap (che tra l'altro spesso fanno buoni prodotti Suspect ...calmaaa ho detto buoni non ottimi Hehe ) alle volte sudcoreano o nordvietnamita dove non sanno neanche cosa sia la corrente Laughing Laughing Laughing Laughing
come si dovrebbe intuire la sto buttando sul ridere ....dopo una notte di lavoro ormai è come se avessi il Jetlag è gia tanto che non scriva come con un gatto sulla tastiera ...anzi i miei due "micini" del Maine
y gfynlhmxrhvfb c,jrhbh hruhh bwòrfjhn ftgc........
I'm Crazy Lol eyes shut Lol eyes shut
Hello

gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Tornare in alto Andare in basso

Re: impianto a doppio uso HT e stereo

Messaggio  gaeo il Lun 28 Mag 2012 - 8:56

@andzoff ha scritto:
3) io sono un signor nessuno. Un appassionato, ma non un esperto.

Correva l'anno 199... non lo dico, il decennio però è quello. Frequentavo il corso di Elettronica Applicata 2, quinto anno del corso di laurea in Ingegneria Elettronica alla Sapienza di Roma
Estremamente benaccette le persone che si dichiarano dei signor nessuno con una Laurea in Ingegneria Elettronica poi sull'anno vuol dire che non siamo poi troppo distanti con l'età io ne ho 35 tu al massimo puoi averne 47 almeno che per arrivare al quinto anno d'università non ti sei fermato a ripassare qualche anno del tuo percorso scolastico Hehe Hehe ne so qualcosa..... Sad
@andzoff ha scritto:
L'ibrido a volte è una limitazione.
Certo certo ma ,tendenzialmente , una realizzazione ibrida non dovrebbe essere una realizzazione commerciale e poco curata e dovrebbe esser fatta per cercare di prendere il meglio dei due mondi non per sommarne i difetti .... almeno spero Mmm
Ciao comunque un grande sei il genere di persona che spero intervenga il più possibile Oki

gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum