T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you.
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Casse acustiche quali?b&w 684 o IL tesi 560?
Oggi a 14:59 Da p.cristallini

» Confronto tra Breeze full mod. vs Drok ta2024b pareri personali e riflessioni
Oggi a 14:45 Da RAMONE67

» Daphile - Audiophile Music Server & Player OS
Oggi a 14:21 Da gigihrt

» Consigli per impianto 2.1
Oggi a 14:15 Da Saiph

» Cuffie bestbuy 150€ no amplificatore
Oggi a 13:38 Da farohp

» AudioNirvana Super 12" Cast Frame in cabinet 5.6MKII - risultato finale
Oggi a 13:04 Da Zio

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Oggi a 12:21 Da fritznet

» Collegare più sorgenti al T-Amp
Oggi a 11:19 Da giucam61

» impianto entry -level
Oggi a 11:12 Da giucam61

» fissa lettore CD
Oggi a 10:54 Da giucam61

» Amplificatore per Scythe SCBKS-1100 Kro Craft Speaker Rev. B, quale migliore?
Oggi a 10:50 Da giucam61

» AUDIOLAB 8000SE
Oggi a 10:07 Da dinamanu

» jbl lsr 305 vs krk rokit 6 g3
Oggi a 8:41 Da luigigi

» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Oggi a 7:57 Da gigetto

» Quale ampli per le mie Dynaudio M20
Oggi a 5:12 Da SubitoMauro

» CAIMAN SEG
Oggi a 0:42 Da Zio

» (NA) Amplificatore Kingrex con DAC usb e uscita cuffie €270+ sped.
Oggi a 0:20 Da sonic63

» Daphile in ram
Ieri a 23:58 Da ghiglie

» Aiuto lenco L75s
Ieri a 20:36 Da Angel2000

» Ho preso le grado sr80e e vi porto un po' di impressioni
Ieri a 19:02 Da dinamanu

» Alimentatore Muse i25w Ta2021 quale connettore?
Ieri a 18:22 Da Tasso

» Messaggio per Valterneri NAD90
Ieri a 18:05 Da enrico massa

» [to]Vincent sp 997 finali mono
Ieri a 14:51 Da krell2

» OLD AKG K141 MONITOR E LITTLE DOT MK II V3.0
Ieri a 14:47 Da sportyerre

» [AN] Teac UD-H01
Ieri a 14:27 Da Masterix

» Player hi fi
Ieri a 11:38 Da santidonau

» [NO] vendo pre+finale valvole classe A
Ieri a 8:30 Da gigetto

» ultimo nato (mau 749 R.I.P)
Ieri a 6:01 Da Tommaso Cantalice

» Alternativa a Volumio: Moode Audio!
Lun 5 Dic 2016 - 22:40 Da eddy1963

» Vendo 2XFostex FE83EN Euro 110 con enclosures bookshelf
Lun 5 Dic 2016 - 22:14 Da potowatax

» Amplificatore per chiudere il cerchio
Lun 5 Dic 2016 - 21:05 Da Sistox

» El GORDO - una torre senza filtri, si può?
Lun 5 Dic 2016 - 19:41 Da Rino88ex

» Giradischi - quesiti & consigli
Lun 5 Dic 2016 - 19:25 Da dinamanu

» nuove diva 262
Lun 5 Dic 2016 - 19:00 Da CHAOSFERE

» [NA] VENDO Monoblock Icepower 500a con Alimentazione Lineare + Cavi + Filtri di rete [700 euro)
Lun 5 Dic 2016 - 17:48 Da MrTheCarbon

» JRiver 22
Lun 5 Dic 2016 - 15:57 Da gigihrt

» Cd conviene ripararlo o....
Lun 5 Dic 2016 - 8:44 Da gigetto

» Quale cavo ottico per il CD?
Lun 5 Dic 2016 - 8:43 Da gigetto

» Cavi component Hama 1,5m.
Lun 5 Dic 2016 - 0:26 Da wolfman

» Marble Machine
Dom 4 Dic 2016 - 13:31 Da natale55

» leboncoin.fr: Qualcuno è riuscito a comprare qualcosa?
Dom 4 Dic 2016 - 13:04 Da embty2002

» Concerto Ian Paice - Pistoia, 8 dicembre
Dom 4 Dic 2016 - 12:31 Da pallapippo

» Lettore CD max 200 euro
Dom 4 Dic 2016 - 12:06 Da sound4me

» Recupero vinile rovinato
Dom 4 Dic 2016 - 0:27 Da dinamanu

» VENDO Kit preamplificatore Sbilanciato->Bilanciato per Anaview/hypex/icepower ecc
Sab 3 Dic 2016 - 16:48 Da MrTheCarbon

» Problemi con la rotazione a 45RPM - Thorens
Sab 3 Dic 2016 - 16:11 Da enrico massa

» [Risolto]ECC99
Sab 3 Dic 2016 - 12:55 Da dinamanu

» (BO) vendo diffusori Klipsch Heresy 3 1200 euro+ss
Sab 3 Dic 2016 - 9:27 Da schwantz34

» NO al solito condotto reflex
Ven 2 Dic 2016 - 23:17 Da Abe1977

» Monitor Audio Silver 1 vs B6W 686 s2
Ven 2 Dic 2016 - 18:45 Da dinamanu

Sondaggio

Interessati alla guida per la costruzione di un server audio?

76% 76% [ 148 ]
24% 24% [ 47 ]

Totale dei voti : 195

I postatori più attivi della settimana
fritznet
 
lello64
 
rx78
 
CHAOSFERE
 
dinamanu
 
savi
 
gigetto
 
giucam61
 
valterneri
 
Masterix
 

I postatori più attivi del mese
dinamanu
 
CHAOSFERE
 
lello64
 
Angel2000
 
giucam61
 
fritznet
 
rx78
 
gigetto
 
R!ck
 
natale55
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19629)
 
schwantz34 (15482)
 
Silver Black (15375)
 
nd1967 (12784)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10217)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8489)
 

Statistiche
Abbiamo 10368 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Saiph

I nostri membri hanno inviato un totale di 769311 messaggi in 50054 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 78 utenti in linea :: 9 Registrati, 2 Nascosti e 67 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Angel2000, emmeci, fritznet, gigihrt, giusp, luigigi, meraviglia, pallapippo, RAMONE67

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Furl  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you. sul tuo sito sociale bookmarking

Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Pagina 2 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  piero7 il Lun 13 Feb 2012 - 22:19

gigi, NON puoi usare un reattore come induttanza di filtro in un ampli!!!!! Don't know

piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  gigi6c il Lun 13 Feb 2012 - 22:35

Magia...Magia....Magia....
NON CI POSSO CREDERE.......
PIERO7 E' TORNATO
GRANDE.....

gigi6c
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 22.10.10
Numero di messaggi : 1967
Località : MARINA DI GINOSA (TA)
Occupazione/Hobby : ASPIRANTE RIVOLUZIONARIO
Provincia (Città) : DIREI RU-MORE PIU CHE UMORE
Impianto : NU CASIN,
CASA=NON C'E' L'HO PIU'!!!!!!!!!
UFF.099-8495112(CHIAMATEMI TUTTI QUI COSÌ NON FACCIO UNA MAZZA)
scottiluigi@quipo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  piero7 il Lun 13 Feb 2012 - 22:36

@gigi6c ha scritto:Magia...Magia....Magia....
NON CI POSSO CREDERE.......
PIERO7 E' TORNATO
GRANDE.....

no, e mo me ne vado di nuovo Very Happy

Leva il reattore e monta una resistenza piuttosto

piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  valvolas il Mar 14 Feb 2012 - 2:30

togli il reattore e i 4 poveri disgraziati 1n4007 , prova a sostituirli con con i due ponti del Geloso a turno cosi tanto x curiosita' io ho l'idea che già qlc migliori....Avere anche un bobinone di quelli fatti bene sarebbe il top.Guarda che misura hanno quelle bobine tipo montati sul valvolas sono col traferro ma è sempre meglio di un reattore starter da neon,almeno sono nati x fare quel mestiere in cella LC,temo pero' che ci stiano come attraversamento di corrente ma siano bassi come induttanza...Metti le mani in sta benedetta alimentazione e poi vediamo se migliora o no,intanto fai anche le modifiche suggerite sui settaggi,io mi sono fatto questa idea che quei cipolloni alimentati cosi non possono dare il max.

valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  gigi6c il Mar 14 Feb 2012 - 13:38

@valvolas ha scritto:togli il reattore e i 4 poveri disgraziati 1n4007 , prova a sostituirli con con i due ponti del Geloso a turno cosi tanto x curiosita' io ho l'idea che già qlc migliori....Avere anche un bobinone di quelli fatti bene sarebbe il top.Guarda che misura hanno quelle bobine tipo montati sul valvolas sono col traferro ma è sempre meglio di un reattore starter da neon,almeno sono nati x fare quel mestiere in cella LC,temo pero' che ci stiano come attraversamento di corrente ma siano bassi come induttanza...Metti le mani in sta benedetta alimentazione e poi vediamo se migliora o no,intanto fai anche le modifiche suggerite sui settaggi,io mi sono fatto questa idea che quei cipolloni alimentati cosi non possono dare il max.

Infatti, non ho mai usato qui i 1n2007, ma un ponte molto più tosto.Poi con il reattore per neon ci alimento i filamenti delle valvole e basta, l'ho visto moltissime volte e non comprendo dove sia lo scandalo.Mi spiegate grazie

gigi6c
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 22.10.10
Numero di messaggi : 1967
Località : MARINA DI GINOSA (TA)
Occupazione/Hobby : ASPIRANTE RIVOLUZIONARIO
Provincia (Città) : DIREI RU-MORE PIU CHE UMORE
Impianto : NU CASIN,
CASA=NON C'E' L'HO PIU'!!!!!!!!!
UFF.099-8495112(CHIAMATEMI TUTTI QUI COSÌ NON FACCIO UNA MAZZA)
scottiluigi@quipo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  PHIL MASNAGH il Mar 14 Feb 2012 - 14:10

@gigi6c ha scritto:
Infatti, non ho mai usato qui i 1n2007, ma un ponte molto più tosto.Poi con il reattore per neon ci alimento i filamenti delle valvole e basta, l'ho visto moltissime volte e non comprendo dove sia lo scandalo.Mi spiegate grazie

Controlla che la tensione d'uscita sotto carico sia effettivamente quella richiesta dai filamenti, perché se è troppo bassa l'ampli suona male. Wink

PHIL MASNAGH
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 14.01.12
Numero di messaggi : 986
Località : Novara
Impianto : Roba vecchia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  gigi6c il Mar 14 Feb 2012 - 14:53

[quote="PHIL MASNAGH"]
@gigi6c ha scritto:
Controlla che la tensione d'uscita sotto carico sia effettivamente quella richiesta dai filamenti, perché se è troppo bassa l'ampli suona male. Wink
Certo che dal reattore con il partitore di tensione di 2 resistenze da 220r ogni ramo ra 5V e sono pochi e sapendo che i filamenti sono generalmente alimentati a 6,3V il dubbio mi è venuto.Ma il reattore se restituisce esattamente 12v non è prescritto l'uso per alimentare i filamenti
Grazie

gigi6c
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 22.10.10
Numero di messaggi : 1967
Località : MARINA DI GINOSA (TA)
Occupazione/Hobby : ASPIRANTE RIVOLUZIONARIO
Provincia (Città) : DIREI RU-MORE PIU CHE UMORE
Impianto : NU CASIN,
CASA=NON C'E' L'HO PIU'!!!!!!!!!
UFF.099-8495112(CHIAMATEMI TUTTI QUI COSÌ NON FACCIO UNA MAZZA)
scottiluigi@quipo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  gigi6c il Mar 14 Feb 2012 - 15:01

@PHIL MASNAGH ha scritto:
@gigi6c ha scritto:
Infatti, non ho mai usato qui i 1n2007, ma un ponte molto più tosto.Poi con il reattore per neon ci alimento i filamenti delle valvole e basta, l'ho visto moltissime volte e non comprendo dove sia lo scandalo.Mi spiegate grazie

Controlla che la tensione d'uscita sotto carico sia effettivamente quella richiesta dai filamenti, perché se è troppo bassa l'ampli suona male. Wink

Siccome ho il trafo della geloso che da in uscita esattamente 6,3v 4A, utilizzerò quello con questo tipo di collegamento per le 4 valvole

gigi6c
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 22.10.10
Numero di messaggi : 1967
Località : MARINA DI GINOSA (TA)
Occupazione/Hobby : ASPIRANTE RIVOLUZIONARIO
Provincia (Città) : DIREI RU-MORE PIU CHE UMORE
Impianto : NU CASIN,
CASA=NON C'E' L'HO PIU'!!!!!!!!!
UFF.099-8495112(CHIAMATEMI TUTTI QUI COSÌ NON FACCIO UNA MAZZA)
scottiluigi@quipo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  PHIL MASNAGH il Mar 14 Feb 2012 - 15:33

@gigi6c ha scritto:
@PHIL MASNAGH ha scritto:
@gigi6c ha scritto:
Infatti, non ho mai usato qui i 1n2007, ma un ponte molto più tosto.Poi con il reattore per neon ci alimento i filamenti delle valvole e basta, l'ho visto moltissime volte e non comprendo dove sia lo scandalo.Mi spiegate grazie

Controlla che la tensione d'uscita sotto carico sia effettivamente quella richiesta dai filamenti, perché se è troppo bassa l'ampli suona male. Wink

Siccome ho il trafo della geloso che da in uscita esattamente 6,3v 4A, utilizzerò quello con questo tipo di collegamento per le 4 valvole

Muy bien. Una giusta alimentazione ai filamenti e avrai sicuramente dei miglioramenti. Se il secondario da 6.3 Volt ha una presa centrale dovresti metterla a massa. Altrimenti un bel partitore con due resistenze uguali per avere un punto centrale da mettere a massa.

Certo che la mutazione delle tue orecchie ha raggiunto vette inimmaginabili... Shocked

PHIL MASNAGH
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 14.01.12
Numero di messaggi : 986
Località : Novara
Impianto : Roba vecchia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  gigi6c il Mar 14 Feb 2012 - 16:02

Certo Phil, lo zero centrale sul secondario non c'è per cui avevo previsto il partitore.
Devo fare una nota sulla cella RC di filtro che aquipaggia l'alimentazione.Devo dire non silenziosa di più. Ho anche provato la cella LC ma compare il rumore di fondo, per cui lo stadio di alimentazione è ok.
Ora il Sig. Angelo, simpaticissimo e disponibilissimo, mi ha inviato uno schema, molto classico per poter utilizzare le 6L6 in PP, in quanto il trafo è adatto per un PP, ma con la dotazione che ho posso realizzare solo un canale.Lui mi ha esosrtato a provare questa configurazione per poi eventualmente prendere altre 2 6L6, non prima però di dirmi che le 6L6 in configurazione PP non vanno d'accordo con il carico da 8ohm.
CHe ne pensate?

gigi6c
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 22.10.10
Numero di messaggi : 1967
Località : MARINA DI GINOSA (TA)
Occupazione/Hobby : ASPIRANTE RIVOLUZIONARIO
Provincia (Città) : DIREI RU-MORE PIU CHE UMORE
Impianto : NU CASIN,
CASA=NON C'E' L'HO PIU'!!!!!!!!!
UFF.099-8495112(CHIAMATEMI TUTTI QUI COSÌ NON FACCIO UNA MAZZA)
scottiluigi@quipo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  PHIL MASNAGH il Mar 14 Feb 2012 - 16:21

@gigi6c ha scritto:Certo Phil, lo zero centrale sul secondario non c'è per cui avevo previsto il partitore.
Devo fare una nota sulla cella RC di filtro che aquipaggia l'alimentazione.Devo dire non silenziosa di più. Ho anche provato la cella LC ma compare il rumore di fondo, per cui lo stadio di alimentazione è ok.
Ora il Sig. Angelo, simpaticissimo e disponibilissimo, mi ha inviato uno schema, molto classico per poter utilizzare le 6L6 in PP, in quanto il trafo è adatto per un PP, ma con la dotazione che ho posso realizzare solo un canale.Lui mi ha esosrtato a provare questa configurazione per poi eventualmente prendere altre 2 6L6, non prima però di dirmi che le 6L6 in configurazione PP non vanno d'accordo con il carico da 8ohm.
CHe ne pensate?

Forse che la 6L6 bassa è invertita? Cioè catodo al posto dell'anodo?

PHIL MASNAGH
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 14.01.12
Numero di messaggi : 986
Località : Novara
Impianto : Roba vecchia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  valvolas il Mar 14 Feb 2012 - 19:08

@gigi6c ha scritto:
@PHIL MASNAGH ha scritto:
@gigi6c ha scritto:
Infatti, non ho mai usato qui i 1n2007, ma un ponte molto più tosto.Poi con il reattore per neon ci alimento i filamenti delle valvole e basta, l'ho visto moltissime volte e non comprendo dove sia lo scandalo.Mi spiegate grazie

Controlla che la tensione d'uscita sotto carico sia effettivamente quella richiesta dai filamenti, perché se è troppo bassa l'ampli suona male. Wink

Siccome ho il trafo della geloso che da in uscita esattamente 6,3v 4A, utilizzerò quello con questo tipo di collegamento per le 4 valvole

Mi pare la ''morte sua'' quella,sta li apposta Laughing
ps sono andato a rivedermi lo schema originale di quel trafo/ampli e hanno messo uno dei due secondari del 6,3 a massa alimentandoci i filamenti,usandolo come riferimento,poi li ci hanno messo le due masse dei ponti di diodi ,delle tensioni prelevate dagli altri secondari...
ps bella la nuova protesi biologica auditiva poi comodissima Laughing

valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  gigi6c il Mar 14 Feb 2012 - 20:24

@valvolas ha scritto:
Mi pare la ''morte sua'' quella,sta li apposta Laughing
ps sono andato a rivedermi lo schema originale di quel trafo/ampli e hanno messo uno dei due secondari del 6,3 a massa alimentandoci i filamenti,usandolo come riferimento,poi li ci hanno messo le due masse dei ponti di diodi ,delle tensioni prelevate dagli altri secondari...
ps bella la nuova protesi biologica auditiva poi comodissima Laughing

Valvola apparte la protesi comodissima, ho anche io scaricato lo schema del geloso che mi hai mandato, prima o poi lo rifaccio.
Ed ho visto anche io il collegamento da te descritto.
Phil mi sa che c'è un'inversione sullo schema ed hai ragione.
verifico.

gigi6c
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 22.10.10
Numero di messaggi : 1967
Località : MARINA DI GINOSA (TA)
Occupazione/Hobby : ASPIRANTE RIVOLUZIONARIO
Provincia (Città) : DIREI RU-MORE PIU CHE UMORE
Impianto : NU CASIN,
CASA=NON C'E' L'HO PIU'!!!!!!!!!
UFF.099-8495112(CHIAMATEMI TUTTI QUI COSÌ NON FACCIO UNA MAZZA)
scottiluigi@quipo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  valvolas il Mar 14 Feb 2012 - 21:33

ormai è un brainstorm contro l'ampli cipolloide o noi o lui!! Deve suonare bene,non ha scampo... Smile

valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  PHIL MASNAGH il Mar 14 Feb 2012 - 22:13

Scusa Gigi, mi sento un po' invadente alle volte, ma non ho capito: il trasformatore d'uscita che prima utilizzavi per il single ended lo utilizzeresti per il push pull...??? Surprised

In linea di massima tutto è possibile, ma bisogna vedere poi come funziona: in genere l'impedenza di uno è la metà dell'altro... Shocked Forse è per questo che il tipo ti ha detto che non va bene con gli 8 ohm... Etticredo...

Per non parlare di com'è avvolto dentro... Orrified E poi: la presa per l'ultralineare che diventa ingresso dell'anodica sarà proprio a metà? Happy shock

C'è da chiarire se sia un traformatore da single ended o da push pull. Il mio consiglio spassionato è di utilizzarlo con la configurazione per cui è stato costruito. Conosci l'impedenza del primario riferita a un carico di 8 ohm sul secondario? Hello

PHIL MASNAGH
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 14.01.12
Numero di messaggi : 986
Località : Novara
Impianto : Roba vecchia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  gigi6c il Mer 15 Feb 2012 - 19:45

@PHIL MASNAGH ha scritto:Scusa Gigi, mi sento un po' invadente alle volte, ma non ho capito: il trasformatore d'uscita che prima utilizzavi per il single ended lo utilizzeresti per il push pull...??? Surprised

In linea di massima tutto è possibile, ma bisogna vedere poi come funziona: in genere l'impedenza di uno è la metà dell'altro... Shocked Forse è per questo che il tipo ti ha detto che non va bene con gli 8 ohm... Etticredo...

Per non parlare di com'è avvolto dentro... Orrified E poi: la presa per l'ultralineare che diventa ingresso dell'anodica sarà proprio a metà? Happy shock

C'è da chiarire se sia un traformatore da single ended o da push pull. Il mio consiglio spassionato è di utilizzarlo con la configurazione per cui è stato costruito. Conosci l'impedenza del primario riferita a un carico di 8 ohm sul secondario? Hello
Come detto il primo originario circuito era un SE, per cui i ferri di uscita sono per SE.Poi il Sig.Angelo mi manda l'ultimo schema in PP indicandomi anche come collegare il ferro, affermando quanto detto sull'impedenza, ma aggiungendo che gli rode se un suo amico parla di poca potenza.
Per cui tirando le somme i ferri sono per SE, ma lo schema e PP, e per l'impedenza ho capito anche io che non ci vanno bene.
Alternativa? oltre a comprare dei ferri adatti per PP?
grazie infinite

gigi6c
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 22.10.10
Numero di messaggi : 1967
Località : MARINA DI GINOSA (TA)
Occupazione/Hobby : ASPIRANTE RIVOLUZIONARIO
Provincia (Città) : DIREI RU-MORE PIU CHE UMORE
Impianto : NU CASIN,
CASA=NON C'E' L'HO PIU'!!!!!!!!!
UFF.099-8495112(CHIAMATEMI TUTTI QUI COSÌ NON FACCIO UNA MAZZA)
scottiluigi@quipo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  PHIL MASNAGH il Mer 15 Feb 2012 - 22:15

@gigi6c ha scritto:
Alternativa? oltre a comprare dei ferri adatti per PP?
grazie infinite

Sembra che dai tubi 6L6 in single ended possa uscire una potenza max di 1,5 W se collegati a pseudo triodo, e qualcosa di più se collegati in ultralineare come hai fatto tu.

Una persona che ti potrà certo aiutare è Mau749, che è solitamente molto disponibile, ha 40 anni d'esperienza con le valvole, e sa manovrare alla perfezione un programma di simulazione. Ha già sistemato un altro ampli con le 6L6 proprio qui sul forum.

Lo trovi qui http://www.tforumhifi.com/t23489-progetto-ampli-sterero-se-con-finali-6l6g. Ha già fatto due simulazioni con due diverse valvole pilota e gli schemi sono dove ti ho indicato. Hello

PHIL MASNAGH
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 14.01.12
Numero di messaggi : 986
Località : Novara
Impianto : Roba vecchia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  mau749 il Gio 16 Feb 2012 - 17:21

Visto che sono stato tirato in ballo,... scherzo,... è un piacere quando si può dar una mano, soprattutto, per me, quando si parla di valvole.

Veniamo al punto.

Come ho già in parte spiegato a Gigi in MP le specifiche dell'accrocco così come fornito mi paiono abbastanza "ottimistiche": i datasheet RCA (costruttore serio, mi pare: http://www.shinjo.info/frank/sheets/121/6/6L6.pdf ) indicano circa 6.5W al 10% di distorsione totale per un carico anodico di 2.5K.

Più realisticamente dovremmo pensare a circa 4W per un tasso di distorsione "ragionevole" e nell'intorno del 3%.

Con il massimo rispetto per il progettista, lo schema proposto originariamente (con le 6N2P mi pare di aver capito) proprio non mi piace e per tutta una serie di motivi.


Partiamo dalla valvola driver: la 6N2P è l'equivalente russa della più nota ECC83/12AX7 che è il classico tubo ad alto guadagno (mu=100), alta resistenza interna, bassa tranconduttanza e bassa dissipazione; insomma è un tubo eccellente a livello di segnale ma, a mio parere, assai poco adatto quando debba pilotare la griglia di un tubo di potenza che, soprattutto nelle vicinanze dei limiti della classe A1 quando comincia a "tirare corrente" è un carico piuttosto impegnativo.

Vorrei capire meglio se lo schema con le 6N2P è quello postato all'inizio (le sezioni in cascata ed accoppiate a condensatore) e che invece per errore sono state sostituite con le 6N6P.

Di conseguenza quindi il secondo schema (quello in SRPP o totem pole che dir si voglia) è invece quello proposto proprio per le 6N6P: sbaglio?

La 6N6P è l'equivalente russa della E182CC/ECC99 (piedinatura a parte): è un tubo a basso guadagno (mu=22) ma con transconduttanza medio-alta (S=11), bassa resistenza interna ( circa 2K) e dissipazione sovrabbondante (4W) ed è spessissimo usata proprio come driver negli ampli SE operando (al meglio) con correnti discretamente elevate dell'ordine di 10-20 mA.

Personalmente quindi, l'errore di spedizione è stato un vantaggio.

Veniamo ora allo stadio finale.

La 6L6 è un gran bel tubo, molto musicale e raffinato ma ha un unico problema: la relativa delicatezza della griglia schermo che dissipa solo 3.5W ed accetta al massimo 250V (270V per altri costruttori), e, come già detto in altra sede, da questi valori starei anche piuttosto lontano.

La configurazione ultralineare se da un lato consente (sulla carta) buone prestazioni in termini di distorsione, dall'altro stressa parecchio la valvola in condizioni dinamiche ( quell'effetto "restituzione" dovuto all'induttanza del TU che crea dinamicamente controreazione): ne consegue che questo collegamento deve essere molto ben calcolato per evitare di "friggere" la griglia schermo.

Sarà poi che l'ultralineare non mi è mai piaciuto sonicamente ma con quei valori di tensione e corrente lo sconsiglierei: molto, molto meglio il collegamento a tetrodo puro con le griglie schermo a potenziale fisso ed anche leggermente inferiore a quello di placca (visto che "anodo" non vi piace...).

Una cosa mi ha subito colpito sullo schema proposto: l'assenza del condensatore di disaccoppiamento della resistenza catodica della 6L6.

Per funzionare al meglio quel condensatore è NECESSARIO: 100uF/35V della massima qualità possibile sono l'ideale.

E' necessario perché la sua assenza provoca una enorme controreazione locale sulla finale riducendone il già basso guadagno (e variando anche altri parametri di funzionamento) e costringendo pertanto ad avere un driver che guadagna più del necessario per compensare come, se non erro, era previsto in prima stesura con le 6N2P.

Con le valvole si progetta in modo diverso che non con lo stato solido in cui si accoppiano stadi con guadagni ad anello aperto assolutamente sovrabbondanti... tanto poi riduciamo il tutto con la controreazione... con i tubi lo stadio si calcola per il guadagno che serve, punto e basta!

Per ora mi fermo qui anche perché non vorrei passare per pedante "professore" (cosa che non vorrei assolutamente che accadesse) oltre che "integralista e rompiballe", definizione nella quale mi riconosco decisamente meglio...

... to be continued...


_________________
Ciao, Maurizio
"... non è importante il colore del gatto... l'importante è che prenda i topi!"

mau749
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 08.01.12
Numero di messaggi : 987
Località : ROCCASECCA (FR)
Occupazione/Hobby : ingegnere progettista strutturale/musica e fotografia
Provincia (Città) : tendenzialmente ottimista
Impianto : dual mono SE 300B, dual mono PP 6B4G, dual mono PP EL34, fullrange Fostex Fe126 backhorn e tanto altro...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  PHIL MASNAGH il Gio 16 Feb 2012 - 17:58

Scusa Mau749 se ogni tanto ti fischietto nelle orecchie... Il fatto è che mi piace imparare quello che non so. Wink

PHIL MASNAGH
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 14.01.12
Numero di messaggi : 986
Località : Novara
Impianto : Roba vecchia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  mau749 il Ven 17 Feb 2012 - 1:01

... rieccomi... seconda puntata.

Ricapitoliamo: abbiamo a disposizione 2 6L6, 2 6N6P, 2 TU da 2.5K (presumo) ed un po' di componentistica varia.

Una premessa è d'obbligo: invecchiando (... ancora di più direte voi...) tendo a privilegiare le circuitazioni semplici (tutto quello che non c'è... non suona...), in particolare il semplice catodo comune, tanto (ingiustamente) bistrattato... "... circuitazione da libro di scuola,... alta impedenza d'uscita,...bassa capacità di pilotaggio..." ed altre menate del genere.

Non si può fare di ogni erba un fascio, generalizzare intendo, e se è vero che in assoluto non è sempre la soluzione migliore è altrettanto vero che se ben progettato e con il tubo "giusto" esibisce prestazioni notevoli e, soprattutto, molto personalmente, suona bene, meglio di tante complicate caz**te che si vedono in giro e vendute a prezzi folli!

... ecco l'integralista rompiballe che viene fuori...!

Se poi a questo aggiungiamo che lo si può ottimizzare aggiungendo (con moderazione) un po' di "sabbia" qua e la (componenti a SS intendo) ecco che si possono raggiungere risultati teorici e sonori davvero notevoli.

Per fortuna nel nostro caso il tubo giusto l'abbiamo, proprio quella 6N6P spedita per errore.

Ora faccio il professore (?) e vediamo come si fa a progettare uno stadio a catodo comune servendoci solo delle curve caratteristiche del tubo che troviamo sempre nei datasheet e come facevano i progettisti nell'età dell'oro delle valvole, senza tanti computer ma con una sovrabbondante dose di "attributi".

Le curve caratteristiche riportano in un piano cartesiano le variazioni della corrente di riposo e della tensione di placca in funzione della polarizzazione di griglia (Vg) e quelle indicate sono proprio quelle della 6N6P/ECC99/E182CC



Una prima cosa che dobbiamo guardare è il "parallelismo" delle varie curve e la loro spaziatura: più sono parallele ed equidistanziate tanto migliore è la linearità del tubo.

Noterete altresì che per bassi valori di corrente (Ia) le curve tendono a perdere queste caratteristiche e questo significa semplicemente che facendolo lavorare in quelle zone AUMENTA LA DISTORSIONE e DIMINUISCE LA LINEARITA'.

Il punto di lavoro è determinato da tre variabili, tensione di placca, corrente di placca e polarizzazione di griglia oltre alla dissipazione massima del tubo.

A priori noi abbiamo solo un dato certo su cui lavorare che è la tensione anodica fornita dall'alimentatore (240V nel caso particolare)

Osserviamo la figura: notiamo che le curve sono ben parallele ed equidistanziate per Vg fra -3 e -5V e per correnti superiori a 8-10 mA; poniamoci a metà strada nel punto P con Vg=-4V e Ia circa 11 mA.

A questi valori corrisponde un valore di Va (tensione di placca) di circa 115V.

Tracciamo ora una retta che passa per il punto scelto ed interseca l'asse delle ascisse al valore della tensione di alimentazione: abbiamo tracciato la retta di carico statica ed è secondo quella retta che variano tutti i parametri di funzionamento del tubo.

Ricordiamo che un tubo è pilotato sulla griglia e sono quindi le variazioni della tensione applicata ad essa che fanno variare tensione e corrente.

Cosa accade allora quando applichiamo un segnale alla griglia?

Semplicemente il punto di lavoro istantaneo si sposterà lungo la retta tracciata.

Il punto P1 a Vg=0 situato a circa 40V e 18mA è il valore massimo che il picco positivo del segnale in ingresso può raggiungere; oltre e cioè con griglia positiva si andrebbe a lavorare in classe A2 cosa non graditissima dai tubi di segnale mentre dall’altra parte della retta per Vg=-13V circa si ha l’interdizione del tubo.

Quindi possiamo dedurre che se applichiamo alla griglia un segnale simmetrico con ampiezza massima 8Vp-p (e quindi circa 5.6V RMS) questa variazione di segnale in ingresso comporta una variazione della tensione di placca e quindi in uscita dallo stadio di qualcosa come 140V p-p che sono poi la bellezza di 100V RMS!

Bene ma come facciamo a calcolare i valori dei componenti?

Qui torna in campo la buona vecchia legge di Ohm che recita V=R*i

Infatti la resistenza di placca (Ra) la possiamo calcolare considerando che per Va=0 e quindi per un deltaVa=240V devono scorrere nel tubo circa 21 mA da cui Ra=240/21=11.42K che approssimeremo a 10K o 12K per comodità.

Che dissipazione dovrà avere questa resistenza?

Una conseguenza della legge di Ohm dice che W=R*i^2 e dunque W=10000*0.011^2 = 1.21 W; utilizzeremo una resistenza da 2W.

Ancora: sappiamo che sul catodo del tubo devono esserci circa 4V (Vg=-4V) quando nel tubo scorrono circa 11 mA e dunque ancora Rk = 4/.011=363 ohm che approssimeremo ai canonici 330 ohm; in questo caso la dissipazione calcolatela da voi ma basta e avanza una resistenza da ½ W di dissipazione.

Per concludere quanto guadagna lo stadio: semplicemente il rapporto fra la variazione della tensione d’uscita (delta Va = 140V) e quella del segnale in ingresso (8V) e quindi A=140/8=17.5 volte che corrispondono a 24.8 dB.

Facendo girare il buon vecchio MicroCap con i valori precedentemente calcolati ne viene fuori questo schema ed i corrispondenti parametri di funzionamento: confrontateli e giudicate voi l’attendibilità di quanto così semplicemente abbiamo calcolato utilizzando le sole curve caratteristiche.



Un'ultima cosa: quanto vale la tanto bistrattata impedenza d'uscita?

Per calcolarla abbiamo bisogno di conoscere, oltre ai valori calcolati, in particolare Ra, anche il valore della resistenza interna del tubo, solitamente indicata con rp.

Questo valore non si trova spesso esplicitamente indicato nei datasheet ma ce ne sono sempre altri due che servono allo scopo: il fattore di amplificazione del tubo (mu) e la sua transconduttanza (S in mA/V).

I parametri sono legati dalla relazione : mu=s*rp e quindi nel nostro caso rp=mu/S = 20/11= 1.81 K circa

Orbene l'impedenza d'uscita dello stadio si calcola con la relazione Rout = (Ra*rp)/(Ra+rp) = 18/11.8= 1.52K

Alla faccia di chi "pontifica" che il catodo comune ha alta impedenza d'uscita...!

Per ora basta, nella prossima puntata analizzeremo meglio lo schema del finale con tutte le curve di simulazione.

Alla prossima


Ultima modifica di mau749 il Ven 17 Feb 2012 - 8:36, modificato 1 volta

_________________
Ciao, Maurizio
"... non è importante il colore del gatto... l'importante è che prenda i topi!"

mau749
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 08.01.12
Numero di messaggi : 987
Località : ROCCASECCA (FR)
Occupazione/Hobby : ingegnere progettista strutturale/musica e fotografia
Provincia (Città) : tendenzialmente ottimista
Impianto : dual mono SE 300B, dual mono PP 6B4G, dual mono PP EL34, fullrange Fostex Fe126 backhorn e tanto altro...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  gigi6c il Ven 17 Feb 2012 - 6:30

Leggo solo ora e dalle 4:20 di questa mattina:
Che dire solo:MAMMA MIA e poi

e poi aspettare con ansia e trepidazione la continua di questo splendido intervento
E' un onore conoscerti ed averti sul forum
GRAZIE

gigi6c
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 22.10.10
Numero di messaggi : 1967
Località : MARINA DI GINOSA (TA)
Occupazione/Hobby : ASPIRANTE RIVOLUZIONARIO
Provincia (Città) : DIREI RU-MORE PIU CHE UMORE
Impianto : NU CASIN,
CASA=NON C'E' L'HO PIU'!!!!!!!!!
UFF.099-8495112(CHIAMATEMI TUTTI QUI COSÌ NON FACCIO UNA MAZZA)
scottiluigi@quipo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  PHIL MASNAGH il Ven 17 Feb 2012 - 9:24

@gigi6c ha scritto:Leggo solo ora e dalle 4:20 di questa mattina:
Che dire solo:MAMMA MIA e poi

e poi aspettare con ansia e trepidazione la continua di questo splendido intervento
E' un onore conoscerti ed averti sul forum
GRAZIE

Mi unisco a Gigi6c nell'apprezzamento e nel ringraziamento a Mau749...!!! Ok Clap Oki
Grazie per averci spiegato forte e chiaro come calcolare tutto quello che serve per impostare correttamente la polarizzazione di un tubo. E tutto il resto. Aspetto le prox puntate... Wink

Ho letto che oggi è il compleanno di Gigi6c, quindi A U G U R I . . . ! ! ! Wink

PHIL MASNAGH
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 14.01.12
Numero di messaggi : 986
Località : Novara
Impianto : Roba vecchia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  mau749 il Ven 17 Feb 2012 - 10:02

@gigi6c ha scritto:Leggo solo ora e dalle 4:20 di questa mattina:
......................

ehi, io nottambulo e tu mattiniero...

Prima di passare all'analisi dello stadio finale ancora un paio di cose sulle curve caratteristiche.

Nel calcolo di alcuni parametri del tubo abbiamo fornito alcuni valori, il guadagno (mu), la transconduttanza (S), ecc.

E' bene ricordare che questi valori non sono costanti ma funzione di un preciso e ben determinato valore della tensione di griglia: sui datasheet sono quasi sempre indicate le curve di variazione di questi (ed altri) parametri e quindi prima di cominciare a fare ipotesi di funzionamento e sul punto di lavoro sarebbe opportuno dargli un'occhiata tanto per capire "dove siamo".

Una cosa interessante ed abbastanza particolare riguarda invece proprio la valvola di cui stiamo trattando, premettendo che i valori e le curve sono quelle delle "originali" E182CC e non dei suoi cloni (ECC99 e 6N6P) anche perché, in special modo per le russe, i datasheet sono abbastanza avari di caratteristiche.

Poiché pero' non facciamo i farmacisti ma ci occupiamo di valvole possiamo tranquillamente ragionare ipotizzando realmente una perfetta equivalenza dei tubi.

Quello a cui dobbiamo stare attenti ma solo perché ne va del dimensionamento delle parti "accessorie" sono essenzialmente i valori della corrente dei filamenti, la massima tensione di placca, la massima dissipazione ed un altro parametro troppo spesso trascurato: la Vkf che poi non è altro che il valore della differenza di potenziale fra catodo e filamento.

Nel nostro caso ha poca importanza perché il catodo è a soli 4V dal filamento ma in altre situazioni (SRPP, mu follower, cathode follower, cascode, ecc.) in cui i catodi si trovano a valori elevati di tensione dobbiamo stare in campana.

Non è che il tubo "schioppa" ma potrebbero innescarsi strane oscillazioni spessissimo a frequenza molto alta che le nostre orecchie percepiscono poco ma che sono "mortali" per certi delicati tweeter dei nostri amati diffusori.

In questo senso i russi (NOS) sono tubi piuttosto robusti e quindi quasi sempre "ci stiamo dentro" ma ad esempio attenzione alla corrente di filamento: la 6N6P assorbe oltre 900 mA, praticamente come la finale...!

Dicevamo della particolarità delle curve caratteristiche del nostro tubo: è uno dei pochissimi tubi di segnale che è stato progettato espressamente per lavorare in griglia positiva.

La Philips infatti traccia quella serie di curve tratteggiate nell'intorno di Vg=0 affiancando a ciascuna di esse il valore della corrente di griglia assorbita dal tubo, espressa in microA.

E' un caso più unico che raro per i tubi di segnale mentre è assolutamente normale per quelli di potenza e anzi molti triodi a riscaldamento diretto di grande e giustificata fama (845, 211, 300B, ecc.) sono stati progettati espressamente per lavorare in quelle condizioni ma con assorbimenti che in alcuni casi raggiungono, in modulazione profonda, anche le decine di mA.

E' abbastanza evidente allora che lo stadio pilota debba essere dimensionato in modo assolutamente diverso dal solito e con grandi capacità di erogazione di corrente sul carico e dunque di potenza in uscita tant'è che spesso si usa una finale per pilotare una finale...

Tutto questo a conclusione di questa (noiosa) trattazione per comprendere meglio le scelte effettuate per il driver di 'ste benedette 6L6...

A proposito, auguri Gigi...!



_________________
Ciao, Maurizio
"... non è importante il colore del gatto... l'importante è che prenda i topi!"

mau749
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 08.01.12
Numero di messaggi : 987
Località : ROCCASECCA (FR)
Occupazione/Hobby : ingegnere progettista strutturale/musica e fotografia
Provincia (Città) : tendenzialmente ottimista
Impianto : dual mono SE 300B, dual mono PP 6B4G, dual mono PP EL34, fullrange Fostex Fe126 backhorn e tanto altro...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  PHIL MASNAGH il Ven 17 Feb 2012 - 11:12

@mau749 ha scritto:
Se poi a questo aggiungiamo che lo si può ottimizzare aggiungendo (con moderazione) un po' di "sabbia" qua e la (componenti a SS intendo) ecco che si possono raggiungere risultati teorici e sonori davvero notevoli.

Scusa Mau749, per "sabbia" intendi silicio, e per SS = Stato Solido? Wink

PHIL MASNAGH
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 14.01.12
Numero di messaggi : 986
Località : Novara
Impianto : Roba vecchia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatore valvolare in kit 8 + 8 WATT RMS in classe A pura

Messaggio  Switters il Ven 17 Feb 2012 - 12:07

@mau749 ha scritto:... rieccomi... seconda puntata.

Molto interessante, grazie.
Spero di trovare presto il tempo di rileggere con comodo e mettere in pratica Smile

Switters
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 24.02.11
Numero di messaggi : 5072
Località : Milano
Provincia (Città) : Milano
Impianto : solo stereo, non HiFi...


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum