T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» Crescendo by Airtech
Oggi alle 18:34 Da dinamanu

» I cavi di potenza, questi sconosciuti
Oggi alle 18:24 Da nerone

» Musica liquida: che fare?
Oggi alle 18:18 Da gorillone

» Quale Gira ?
Oggi alle 17:20 Da Motogiullare

» Vendo Ampli FDA IAMD V200 90€
Oggi alle 17:13 Da Charli48

» Project Carbon Esprit 2M Red su Subito
Oggi alle 16:57 Da mumps

» Dynamat questo sconosciuto....
Oggi alle 16:46 Da dinamanu

» Smart tv con uscita ottica e ampli con ingressi analogici
Oggi alle 14:55 Da nerone

» [GE] Vendo coppia finali mono Hypex nCore 400
Oggi alle 14:25 Da antbom

» Consiglio cuffie in-ear
Oggi alle 13:28 Da sportyerre

» trasformare portatile vaio in media center per monitor fullhd e impianto hifi
Oggi alle 13:18 Da potowatax

» Clip... altro che Klipsh
Oggi alle 13:18 Da franzfranz

» Amplificatori t-amp principalmente per musica in stereofonia e per l'home theatre
Oggi alle 10:24 Da davidcop68

» Thorens TD 166 Mk V con un canale bassissimo
Oggi alle 9:52 Da Motogiullare

» Vendo Barebone Gigabyte BRIX GB-BKi7HA-7500 [MI-CO-MB-LC]
Ieri alle 23:50 Da wings

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Ieri alle 23:23 Da Aunktintaun

» Scelta amplificatore, mi aiutate?
Ieri alle 23:04 Da Aunktintaun

» Gallo Acoustics
Ieri alle 21:42 Da danidani1

» Nuovo TAMP
Ieri alle 15:06 Da RAIS

» Vendo bookshelf Monovia [150 euro]
Ieri alle 14:45 Da MrTheCarbon

»  [PA] Vendo Amplificatore Audio Analogue Puccini SE
Ieri alle 14:30 Da mastri81

» (PA) Boston Acustics VR940
Ieri alle 14:21 Da mastri81

» [SS] Trevi AVX 575 minidiffusori attivi
Ieri alle 11:16 Da Aunktintaun

» Software APM Tool Lite
Ieri alle 10:43 Da gubos

» Riparazione Elettrocompaniet ECI 1
Ieri alle 10:27 Da gubos

» Qualche consiglio [Darkvoice 336+DT990]
Ieri alle 0:09 Da IlTossico

» ALIENTEK D8
Mar 25 Apr 2017 - 23:52 Da giucam61

» Chi mi aiuta con un filtro notch?
Mar 25 Apr 2017 - 23:50 Da giucam61

» Cambio diffussori da scaffale max 500euro
Mar 25 Apr 2017 - 20:11 Da natale55

» Mo-gu S800 - piccolo e combattivo
Mar 25 Apr 2017 - 19:37 Da andzoff

Statistiche
Abbiamo 10766 membri registrati
L'ultimo utente registrato è carbor

I nostri membri hanno inviato un totale di 784520 messaggi in 50993 argomenti
Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19630)
 
schwantz34 (15499)
 
Silver Black (15455)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10261)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8917)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 66 utenti in linea :: 8 Registrati, 1 Nascosto e 57 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

carbor, gorillone, magistercylindrus, mauretto, nerone, pallapippo, raf980, Seti

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking

In cosa risiede il futuro dell'hif?

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il futuro dell'hifi risiede:

10% 10% 
[ 14 ]
18% 18% 
[ 25 ]
1% 1% 
[ 1 ]
4% 4% 
[ 5 ]
2% 2% 
[ 3 ]
25% 25% 
[ 34 ]
11% 11% 
[ 15 ]
17% 17% 
[ 23 ]
2% 2% 
[ 3 ]
10% 10% 
[ 14 ]
 
Totale dei voti : 137

In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Silver Black il Mar 10 Feb 2009 - 16:44

Secondo voi in cosa risiede il futuro dell'hifi? Rispondete al sondaggio!

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15455
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Dreamflyer il Mar 10 Feb 2009 - 17:16

Io ho votato "una nuova tecnologia ancora inesistente" perchè secondo me non c'è una riposta certa a questo questito ... basti pensare al T-Amp chi lo avrebbe mai detto che un piccolo affarino di plastica potesse rivoluzionare in modo così radicale il momdo dell'hi-fi? ... chissà cosa ci riververà il futuro Wink

Ciao
Marco


Ultima modifica di Dreamflyer il Mar 10 Feb 2009 - 18:40, modificato 1 volta
avatar
Dreamflyer
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.06.08
Numero di messaggi : 958
Occupazione/Hobby : IT / Informatica - Elettronica - MTB - Le mie montagne
Provincia (Città) : VR
Impianto :
Sorgenti :
1HTPC + ASUS Xonar STX
2.Giradischi Project Debut SE II +Denon DL-160 + TNT- InDiscreto
3.Tuner Technics ST-GT350
4.Cd Player SONY CDP-710
Amplificatore: Yarland FV34CIII EU version
Diffusori: BHL Fostex FE108 Sigma
Cavi segnale: TNT Shield
Cavi potenza: TNT tripleT


Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Silver Black il Mar 10 Feb 2009 - 17:20

@Dreamflyer ha scritto:Io ho votato "nella sabbia di fiume" perchè secondo me non c'è una riposta certa a questo questito ... basti pensare al T-Amp chi lo avrebbe mai detto che un piccolo affarino di plastica potesse rivoluzionare in modo così radicale il momdo dell'hi-fi? ... chissà cosa ci riververà il futuro Wink

Allora dovevi votare "una nuova tecnologia ancora inesistente", la "sabbia di fiume" rappresenta, nella mia testa, il modo di pensare del "vecchio audiofilo", spesso legato a preconcetti (riprende una discussione nata su TNT-Audio a proposito di riempire con sabbia rigorosamente di fiume il case del T-Amp per farlo suonare meglio oppure il cabinet dei diffusori, al che qualcuno ha ironicamente aggiunto "ok, però raccolta solo al chiaro di luna per enfatizzare i medio alti e avere un maggior controllo dei bassi"! Hehe ). Pensavo che quella risposta l'avesse data il nostro troll di fiducia, figurati! Wink

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15455
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Barone Rosso il Mar 10 Feb 2009 - 17:44

Ho messo classe D: è la tecnologia più realistica a corto temine.

e ho messo anche:
Sabbia del fiume: le soluzioni voodoo hanno sempre il loro fascino (se poi la sabbia viene venduta a 500 euro al Kg ... ) Shocked
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8020
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Ospite il Mar 10 Feb 2009 - 17:57

Rispondo a parole: nel presente. Very Happy


Nel senso che non mi aspetto rivoluzioni nei prodotti audio, piuttosto un continuo affinamento.


P.S. Non credo alla "rivoluzione" come concetto.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  settore 7-g il Mar 10 Feb 2009 - 18:08

@Barone Rosso ha scritto: (se poi la sabbia viene venduta a 500 euro al Kg ... ) Shocked

Allora .....ehm...io domani faccio chiodo al lavoro e vado al fiume.....chi viene con me? I see
avatar
settore 7-g
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 13.04.08
Numero di messaggi : 1678
Località : Arezzo
Impianto :
Spoiler:

Sorgenti: MF VdacII + Varie + Thorens td160
Amplificatore: Pre-finale Naim
Diffusori : Claravox euritmica
Cavi: kimber-NVA
Cuffia: Beyer dt990 pro


Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  K8 il Mar 10 Feb 2009 - 18:22

@settore 7-g ha scritto:
@Barone Rosso ha scritto: (se poi la sabbia viene venduta a 500 euro al Kg ... ) Shocked

Allora .....ehm...io domani faccio chiodo al lavoro e vado al fiume.....chi viene con me? I see
Ecchimè.....!!!

K8
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 18.07.08
Numero di messaggi : 1194
Località :
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Dreamflyer il Mar 10 Feb 2009 - 18:40

@Silver Black ha scritto:
@Dreamflyer ha scritto:Io ho votato "nella sabbia di fiume" perchè secondo me non c'è una riposta certa a questo questito ... basti pensare al T-Amp chi lo avrebbe mai detto che un piccolo affarino di plastica potesse rivoluzionare in modo così radicale il momdo dell'hi-fi? ... chissà cosa ci riververà il futuro Wink

Allora dovevi votare "una nuova tecnologia ancora inesistente", la "sabbia di fiume" rappresenta, nella mia testa, il modo di pensare del "vecchio audiofilo", spesso legato a preconcetti (riprende una discussione nata su TNT-Audio a proposito di riempire con sabbia rigorosamente di fiume il case del T-Amp per farlo suonare meglio oppure il cabinet dei diffusori, al che qualcuno ha ironicamente aggiunto "ok, però raccolta solo al chiaro di luna per enfatizzare i medio alti e avere un maggior controllo dei bassi"! Hehe ). Pensavo che quella risposta l'avesse data il nostro troll di fiducia, figurati! Wink

OK! non conosce la storiella della sabbia del fiume... molto carina Very Happy , ho cambiato il mio voto con "una nuova tecnologia ancora inesistente"

Ciao
Marco
avatar
Dreamflyer
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.06.08
Numero di messaggi : 958
Occupazione/Hobby : IT / Informatica - Elettronica - MTB - Le mie montagne
Provincia (Città) : VR
Impianto :
Sorgenti :
1HTPC + ASUS Xonar STX
2.Giradischi Project Debut SE II +Denon DL-160 + TNT- InDiscreto
3.Tuner Technics ST-GT350
4.Cd Player SONY CDP-710
Amplificatore: Yarland FV34CIII EU version
Diffusori: BHL Fostex FE108 Sigma
Cavi segnale: TNT Shield
Cavi potenza: TNT tripleT


Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  kurt10 il Mar 10 Feb 2009 - 18:42

DRC................ Ok Ok
avatar
kurt10
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 07.04.08
Numero di messaggi : 1623
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  teomalchio il Mar 10 Feb 2009 - 23:33

Ah, la sabbia di fiume vuol dire quello? A me "la sabbia di fiume" dava l'idea di una cosa tutta newage-naturale-era dell'acquario-ecc..
...e ho votato così....

...oops Embarassed Laughing
avatar
teomalchio
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 12.01.09
Numero di messaggi : 380
Località : Piacenza
Impianto : Trends Audio TA-10.1 - T-Preamp TC-754 - DAC 707 SuperPro - Indiana Line HC504 - sorgenti: Mac Mini e giradischio Pioneer PL-518

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Sideedee il Mar 10 Feb 2009 - 23:50

ahh...la mia sand box... costa solo 1.500 euro, ma se la sentissi....


Laughing Laughing Laughing
avatar
Sideedee
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 14.01.09
Numero di messaggi : 44
Località : Torino
Impianto : Marantz Cd o Project Debut III (Cavi: segnale=GB&L Potenza=Van de Hul Royal Jade Hybrid ) - Concerto by Santo - Mosscade 502

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Andrea Gianelli il Gio 12 Feb 2009 - 21:37

@Barone Rosso ha scritto:Ho messo classe D: è la tecnologia più realistica a corto temine.

e ho messo anche:
Sabbia del fiume: le soluzioni voodoo hanno sempre il loro fascino (se poi la sabbia viene venduta a 500 euro al Kg ... ) Shocked
Ritengo doveroso far notare a tutti voi, al riguardo, che la classe T è un'implementazione della classe D, che coniuga l'efficienza di quest'ultima con la qualità di un (vero) classe AB (cosa che la classe D non può fare).
In proposito invito tutti voi a dare un'occhiata qui http://www.tforumhifi.com/documentazione-f47/class-t-amplifier-t672.htm e qui http://www.silvercybertech.com/Packages/hifi/US%20Patent%20for%20ClassT%20amplifier.pdf
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Barone Rosso il Gio 12 Feb 2009 - 21:44

@Andrea Gianelli ha scritto:
@Barone Rosso ha scritto:Ho messo classe D: è la tecnologia più realistica a corto temine.

e ho messo anche:
Sabbia del fiume: le soluzioni voodoo hanno sempre il loro fascino (se poi la sabbia viene venduta a 500 euro al Kg ... ) Shocked
Ritengo doveroso far notare a tutti voi, al riguardo, che la classe T è un'implementazione della classe D, che coniuga l'efficienza di quest'ultima con la qualità di un (vero) classe AB (cosa che la classe D non può fare).
In proposito invito tutti voi a dare un'occhiata qui http://www.tforumhifi.com/documentazione-f47/class-t-amplifier-t672.htm e qui http://www.silvercybertech.com/Packages/hifi/US%20Patent%20for%20ClassT%20amplifier.pdf

Il problema sta proprio nel secondo documento, è una tecnologia proprietaria (prima Tripath e adesso cirrus logic) quindi andrà avanti avrà il suo mercato (più che meritato) di estimatori ma non potrà mai essere il futuro a breve termine a meno che non cada il brevetto.

Il mercato hi fi è troppo variegato per far esplodere un monopolio sul hi end.
Per me la classe D implica la classe T.
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8020
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Andrea Gianelli il Gio 12 Feb 2009 - 21:52

@Mulo ha scritto:Rispondo a parole: nel presente. Very Happy
Nel senso che non mi aspetto rivoluzioni nei prodotti audio, piuttosto un continuo affinamento.
P.S. Non credo alla "rivoluzione" come concetto.
Hello Sono d'accordo con te e per questo ho votato per la classe T, tecnologia al momento più vantaggiosa in termini di rapporto costi/benefici e musicalmente valida in senso assoluto (a confronto con la musica vera).
Magari domani arriverà qualcuno ad offrirci una qualità da pura classe A con consumo/rendimento/ingombro da classe D. Wink
Questo tuo intervento mi è piaciuto, in quanto sottintende un vero apprezzamento per il lavoro e le intuizioni di chi ha poco a poco introdotto quelle continue innovazioni che hanno fatto sì che oggi (tempo di crisi, vacche magre e futuro peggio che incerto) tutti coloro che amano la musica possano acquistare un impianto hi-fi degno di questo nome. Oki


Ultima modifica di Andrea Gianelli il Gio 12 Feb 2009 - 22:10, modificato 1 volta
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Barone Rosso il Gio 12 Feb 2009 - 21:56

Mie considerazioni sulle tecnologie:

nella classe T
Come detto sopra è una tecnologia proprietaria, funziona molto bene ma è limitata sul mercato dal brevetto.

nella classe D
Lo sviluppo sta avvenendo molto velocemente quindi è quella che promette di più.

nella classe A
Tecnica vecchia che da sempre ottimi risultati, ma per svariati motivi non è utilizzabile nella maggior parte dei casi. Il classe A di potenza è roba per amplificatori esoterici e tale resterà.

nel valvolare
Dubito. Troppo costoso difficile da gestire e da produrre.
Come il classe A, buono ma difficile da gestire. Ma non a tutti piace.

nell'analogico
Vinile ... Vediamo quando passa la moda

nel digitale
Che vuol dire? CD HDTV DAB flac mp3 ecc... ? Ormai è un dato di fatto.

nell'HT/HTPC
Direi nel PC come sorgente audio che ormai è diffusissimo, ma l'HT non ha prodotto nulla di veramente buono.

in una nuova tecnologia ancora da scoprire
Quale?

nella musica dal vivo
Si spera

nella sabbia di fiume
Quella sempre, ci mancherebbe.
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8020
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Andrea Gianelli il Gio 12 Feb 2009 - 22:03

@Barone Rosso ha scritto:Il problema sta proprio nel secondo documento, è una tecnologia proprietaria (prima Tripath e adesso cirrus logic) quindi andrà avanti avrà il suo mercato (più che meritato) di estimatori ma non potrà mai essere il futuro a breve termine a meno che non cada il brevetto.

Il mercato hi fi è troppo variegato per far esplodere un monopolio sul hi end.
Per me la classe D implica la classe T.
Nè più nè meno quel che fu la sospensione pneumatica brevettata dall'Acoustic Research e da lì a poco adottata da moltissimi altri produttori: il futuro sta nel vantaggio dato da una determinata tecnologia e in questo caso tale vantaggio è molteplice (qualitativo, pratico ed economico). Inoltre sono molte le aziende che adottano tale tecnologia: basti pensare che il solo chip in classe T più famoso (il TA2024) è presente su T-Amp, Super T-Amp, Fenice 20, Trends Audio 10.1, schede sure, T-HiFi e molti altri ampli/circuiti che si trovano sul web.
Infine, non è la classe D che implica la classe T, ma semmai il contrario, essendo la seconda evoluzione della prima. D'altro canto quale audiofilo rinuncerebbe alla qualità di un buon classe AB per un minor ingombro/costo/consumo? Ragion per cui la classe D potrà rappresentare il futuro dell'HT ed elettronica di consumo (di massa) ma non dell'hi-fi.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  robertor il Ven 13 Feb 2009 - 13:15

nell'analogico
Vinile ... Vediamo quando passa la moda

non credo che il vinile sia una moda. e se si è una moda che dura da 50 anni con alti e bassi.
comunque ho votato HT/HTPC in quanto credo che la sempre maggiore ergonomia ed economicità nonché praticità d'uso di questi prodotti, sempre uniti ad un qualcosa che li faccia suonare bene of course, siano delle prerogative da non sottovalutare nel quotidiano logorio della vita moderna nonché del rapporto matrimoniale etc etc(non ditemi che vostra moglie vi toglierebbe il saluto se andate a casa con un bel tv e un impiantino HT tanto per cominciare).
io non sono amante della tv però è mia intenzione creare una postazione audio video che si rispetti magari multi amplificata, stereo e HT rigorosamente separati s ci fosse la possibilità, per qualche minuto di buon rilassamento domestico.
avatar
robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Andrea Gianelli il Ven 13 Feb 2009 - 14:17

Il vinile non è tanto una moda, quanto un oggetto che rievoca ricordi o, ai giovanissimi, una scoperta del passato dell'hi-fi, quando esisteva soltanto l'analogico.
Dal punto di vista prettamente qualitativo, anche a detta di musicisti, musicofili e tecnici scevri da qualsivoglia interesse commerciale, economico e/o professionale a sostenere l'uno o l'altro, il cd ha rappresentato un considerevole passo avanti in tutto: ingombri, affidabilità, durata, ma anche e soprattutto qualità sonora, la quale dipende dal master originale e quindi con la lettura ottica anzichè "meccanica" il tutto viene restituito così com'è stato registrato. Inoltre il più "sfigato" dei lettori in commercio ha una risposta in frequenza, una gamma dinamica ed un rapporto segnale/rumore migliori della miglior testina, la quale ha pur sempre un limite "fisico", al pare degli altoparlanti (altro dispositivo elettromeccanico, anzichè elettronico/digitale).
Per quanto rigurda i sistemi audio per PC posso essere d'accordo con te sulla sempre maggiore ergonomia, praticità d'uso e compatibilità con un'eventuale moglie/compagna, purchè si abbia una propria scrivania.
Per l'HT il discorso è a mio avviso ben diverso: già è difficile collocare due casse, figurarsi cinque + subwoofer.
Inoltre resta il fatto (credo innegabile) che quanto sopra non è hi-fi, anche se, effettivamente, il primo potrebbe diventarlo: basti pensare ad un piccolo classe T (T-Amp o Fenice 20) con alimentatore switching + una coppia di piccoli ma validi diffusori (come le Indiana Line Nano da 100 euro) il tutto collegato al pc.
Alla fine vedo con piacere che confermi anticipatamente la mia analisi, sottolineando "stereo e HT rigorosamente separati". Infatti di hi-fi c'è solo il primo e questa è una delle poche certezze per il futuro! Wink
Buona giornata e buon ascolto! Hello
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Telstar il Ven 27 Feb 2009 - 22:55

Non mi piace che hai messo assieme home theater con "htpc", cioè computer per musica e video.
Il futuro è sicuramente nella musica liquida, che può essere contenuta in vari apparecchi (pc, squeezebox, linn klimax, naim hdx e tanti altri)
avatar
Telstar
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 26.02.09
Numero di messaggi : 1691
Località : Milano
Provincia (Città) : Incerto
Impianto : Living:
Fanless PC > Infrasonic Quartet > MSB MVC > Firstwatt F3 + Classé CAP-100
Open baffle 2 vie attive con Beyma e Hemp | Software XO | cavi vari Siltech, DNM, autocostruiti |
Studio:
W7 PC > emu 1212m (Amanero USB work in progress) > audio-gd DAC19DSP > CK2III con finali Rohm > AT W1000X |

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Silver Black il Sab 28 Feb 2009 - 2:16

@Telstar ha scritto:Non mi piace che hai messo assieme home theater con "htpc", cioè computer per musica e video.
Il futuro è sicuramente nella musica liquida, che può essere contenuta in vari apparecchi (pc, squeezebox, linn klimax, naim hdx e tanti altri)

Allora la tua risposta dovrebbe essere "nel digitale", poichè con HT/HTPC intendo mettere in evidenza l'home theatre, creato tramite sistema classico o al PC, poco conta, ma sempre HT. Se tu ritieni che il futuro sia nella musica liquida, allora la risposta è, come dicevo, "nel digitale".

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15455
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Telstar il Sab 28 Feb 2009 - 12:30

@Silver Black ha scritto:
@Telstar ha scritto:Non mi piace che hai messo assieme home theater con "htpc", cioè computer per musica e video.
Il futuro è sicuramente nella musica liquida, che può essere contenuta in vari apparecchi (pc, squeezebox, linn klimax, naim hdx e tanti altri)

Allora la tua risposta dovrebbe essere "nel digitale", poichè con HT/HTPC intendo mettere in evidenza l'home theatre, creato tramite sistema classico o al PC, poco conta, ma sempre HT. Se tu ritieni che il futuro sia nella musica liquida, allora la risposta è, come dicevo, "nel digitale".

Ah, ok. Puoi cambiare la mia risposta?
avatar
Telstar
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 26.02.09
Numero di messaggi : 1691
Località : Milano
Provincia (Città) : Incerto
Impianto : Living:
Fanless PC > Infrasonic Quartet > MSB MVC > Firstwatt F3 + Classé CAP-100
Open baffle 2 vie attive con Beyma e Hemp | Software XO | cavi vari Siltech, DNM, autocostruiti |
Studio:
W7 PC > emu 1212m (Amanero USB work in progress) > audio-gd DAC19DSP > CK2III con finali Rohm > AT W1000X |

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Silver Black il Sab 28 Feb 2009 - 12:32

@Telstar ha scritto:Ah, ok. Puoi cambiare la mia risposta?

Puoi farlo tu stesso cliccando su "Annulla la mia votazione". Smile

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15455
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  Telstar il Sab 28 Feb 2009 - 12:37

@Silver Black ha scritto:
@Telstar ha scritto:Ah, ok. Puoi cambiare la mia risposta?

Puoi farlo tu stesso cliccando su "Annulla la mia votazione". Smile

Uhm mi sa che ho bisogno di nuovi occhiali Wink
thanks
avatar
Telstar
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 26.02.09
Numero di messaggi : 1691
Località : Milano
Provincia (Città) : Incerto
Impianto : Living:
Fanless PC > Infrasonic Quartet > MSB MVC > Firstwatt F3 + Classé CAP-100
Open baffle 2 vie attive con Beyma e Hemp | Software XO | cavi vari Siltech, DNM, autocostruiti |
Studio:
W7 PC > emu 1212m (Amanero USB work in progress) > audio-gd DAC19DSP > CK2III con finali Rohm > AT W1000X |

Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  shantim il Sab 24 Apr 2010 - 12:32

@Andrea Gianelli ha scritto:.... Inoltre il più "sfigato" dei lettori in commercio ha una risposta in frequenza, una gamma dinamica ed un rapporto segnale/rumore migliori della miglior testina, la quale ha pur sempre un limite "fisico", al pare degli altoparlanti (altro dispositivo elettromeccanico, anzichè elettronico/digitale).

questo ci dovrebbe far riflettere come certe misure possano far sorridere..
hai mai ascoltato un lettore cd da 20 euro in rapporto ad un piatto eccellente?

Affermare tout court che il cd suoni meglio del vinile mi sembra eccessivo, ma affermare che un lettore cd da pochi spicci (i trapana timpani) possano suonare meglio di qualsiasi piatto, anche dei riferimenti, mi sembra un assurdità.
Poi si può parlare all'infinito di misure ma quando si ascoltano certi impianti (
Sad purtroppo hanno dei prezzi assurdi) i cdp da 20 euro viene voglia di tirarli dalla finestra.. con tutte le loro belle misure, idem per il 70-80% di ampli giap da THD=0,00001.
avatar
shantim
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 993
Località : torino
Impianto : lpp: project RPM1 2Mred
cdp: harman kardon hd950
dac:1543 pre: srpp CHF ecc86
ampli: triodino 300B
diffusori:tnt nues, grundig box


Tornare in alto Andare in basso

Re: In cosa risiede il futuro dell'hif?

Messaggio  piero7 il Sab 24 Apr 2010 - 12:43

@Andrea Gianelli ha scritto:
Il vinile non è tanto una moda, quanto un oggetto che rievoca ricordi o, ai giovanissimi, una scoperta del passato dell'hi-fi, quando esisteva soltanto l'analogico.
Dal punto di vista prettamente qualitativo, anche a detta di musicisti, musicofili e tecnici scevri da qualsivoglia interesse commerciale, economico e/o professionale a sostenere l'uno o l'altro, il cd ha rappresentato un considerevole passo avanti in tutto: ingombri, affidabilità, durata, ma anche e soprattutto qualità sonora, la quale dipende dal master originale e quindi con la lettura ottica anzichè "meccanica" il tutto viene restituito così com'è stato registrato. Inoltre il più "sfigato" dei lettori in commercio ha una risposta in frequenza, una gamma dinamica ed un rapporto segnale/rumore migliori della miglior testina, la quale ha pur sempre un limite "fisico", al pare degli altoparlanti (altro dispositivo elettromeccanico, anzichè elettronico/digitale).
Per quanto rigurda i sistemi audio per PC posso essere d'accordo con te sulla sempre maggiore ergonomia, praticità d'uso e compatibilità con un'eventuale moglie/compagna, purchè si abbia una propria scrivania.
Per l'HT il discorso è a mio avviso ben diverso: già è difficile collocare due casse, figurarsi cinque + subwoofer.
Inoltre resta il fatto (credo innegabile) che quanto sopra non è hi-fi, anche se, effettivamente, il primo potrebbe diventarlo: basti pensare ad un piccolo classe T (T-Amp o Fenice 20) con alimentatore switching + una coppia di piccoli ma validi diffusori (come le Indiana Line Nano da 100 euro) il tutto collegato al pc.
Alla fine vedo con piacere che confermi anticipatamente la mia analisi, sottolineando "stereo e HT rigorosamente separati". Infatti di hi-fi c'è solo il primo e questa è una delle poche certezze per il futuro! Wink
Buona giornata e buon ascolto! Hello

Shocked Andrea, ma porca paletta, hai mai ascoltato un giradischi serio in un impianto serio? Direi proprio di no da quello che scrivi... E' vero che un CD è più comodo, più duraturo, più user friendly ma il paragone tra un giradischi serio ed il lettore cd che dici tu è lo stesso tra uno Stradivari e un sintetizzatore con la voce campionata dello stradivari. Non scherziamo

Ancora con la fenice? Laughing E vabbè, capisco de gustibus, ma stiamo proprio combinati male se questa schedina è diventata un riferimento assoluto! Laughing
avatar
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum