T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» Ipotesi Preamplificatore per finale NAD
Oggi alle 10:07 Da sound4me

» ciò solo 200 euri.... le scinte e il cinesino.... oppure...
Oggi alle 10:03 Da dinamanu

» Rip DSD
Oggi alle 9:00 Da stufato

» Vostre esperienze di inversione di polarità
Oggi alle 3:12 Da fritznet

» Topic'it, nuova applicazione mobile per il T-Forum
Oggi alle 0:59 Da Silver Black

» hi-fi jvc mx-g7
Oggi alle 0:45 Da lello64

» handshell completa giradischi Sony PS LX 3
Ieri alle 23:54 Da valterneri

» ALLO – THE BOSS PLAYER
Ieri alle 20:57 Da nerone

» [Vendo] Marantz PM6005
Ieri alle 19:20 Da Kha-Jinn

» Consiglio Primo impianto HiFi
Ieri alle 18:17 Da Kha-Jinn

» INDIPENDENTEMENTE DALLA CLASSE DI FUNZIONAMENTO ...
Ieri alle 17:22 Da giucam61

» Tang Band w1-2121s
Ieri alle 17:13 Da kawa

» Vendo ampli con dac NuPrime IDA 8
Ieri alle 16:36 Da silver surfer

» Charles Mingus ‎– Mingus Ah Um
Ieri alle 13:38 Da andy65

» Mettere i diffusori "sdraiati". Controindicazioni?
Ieri alle 13:01 Da Masterix

» Un aiuto per una profana totale!
Ieri alle 0:45 Da giucam61

» Appello per driver
Ven 20 Ott 2017 - 23:56 Da Olegol

» Chromecast Audio - Vostre opinioni ed esperienze
Ven 20 Ott 2017 - 18:40 Da nerone

» hertz hd8 vs audison bit one
Ven 20 Ott 2017 - 18:27 Da scontin

» Quale Full range 3" scegliere?
Ven 20 Ott 2017 - 16:28 Da Zio

» Minidisc & Batteria
Ven 20 Ott 2017 - 15:01 Da livio151

» Vu meter audio
Ven 20 Ott 2017 - 14:42 Da Albert^ONE

» Indiana Line Dj 308
Ven 20 Ott 2017 - 12:38 Da Masterix

» Cavo I2S
Ven 20 Ott 2017 - 12:34 Da Masterix

» [AN] Interfaccia/trasporto XMOS USB
Ven 20 Ott 2017 - 11:07 Da Masterix

» Dac
Ven 20 Ott 2017 - 10:14 Da giucam61

» FX 802 vs Bantam Monoblock vs Nad 325BEE
Ven 20 Ott 2017 - 8:23 Da GP9

» [NA] Vendo Asus Xonar Essence One - 280 euro spedita
Gio 19 Ott 2017 - 17:27 Da MrTheCarbon

» Radio Internet
Gio 19 Ott 2017 - 17:24 Da Lhifi

» [PA] Vendo Giradischi Project genie rpm 1.3
Gio 19 Ott 2017 - 17:01 Da mastri81

Statistiche
Abbiamo 11090 membri registrati
L'ultimo utente registrato è michele.francia

I nostri membri hanno inviato un totale di 797689 messaggi in 51718 argomenti
I postatori più attivi della settimana
giucam61
 
Masterix
 
lello64
 
ftalien77
 
Kha-Jinn
 
dinamanu
 
uncletoma
 
clipper
 
nicola.corro
 
nerone
 

I postatori più attivi del mese
lello64
 
giucam61
 
nerone
 
dinamanu
 
ftalien77
 
Masterix
 
Kha-Jinn
 
Albert^ONE
 
kalium
 
sound4me
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15533)
 
Silver Black (15487)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9201)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 72 utenti in linea: 4 Registrati, 1 Nascosto e 67 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Calbas, dinamanu, sound4me, stufato

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Il futuro della classe T

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il futuro della classe T

Messaggio  filo5847 il Dom 20 Apr 2008 - 17:17

Leggete,con attenzione, questo editoriale di Lucio Cadeddu.
Da circa tre anni siamo costretti a subire i duri attacchi dei denigratori della classe D.
Nel frattempo, in tutto il mondo, continuano a proliferare apparecchi di questo tipo realizzati da grandi e prestigiosi marchi. Come si spiega tutto questo? Non si trattava di apparecchi adatti al pc?
Leggete, leggete... Wink

http://www.tnt-audio.com/editoriali/marzo08.html
avatar
filo5847
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 264
Località : Salerno
Occupazione/Hobby : Docente di Filosofia e storia nei Licei.
Provincia (Città) : salerno
Impianto : (non specificato)
Philips Dvd Sacd; Panasonic Dvd audio; Dvd Amstrad. Marantz 63; Fenice 20; Dayton A 100a; Marantz sintoampli vintage; Casse Klipsch RF10; Mosscade 502; Wharfedale Moviestar; Audio-video Philips con canale centrale Klipsch serie RF.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Barone Rosso il Dom 20 Apr 2008 - 20:43

Si spiega col fatto che la classe D/T funziona molto bene e questo è un fatto che nessuno può negare.

Chi è cresciuto con la classe AB o i valvolari in un primo momento potrebbe restare disorientato di fronte alla novità, ma questo è sempre avvenuto con tutte le nuove tecnologie, quindi nulla di grave.

E forse qualche venditore può storcere il naso di fronte al prezzo piuttosto basso della classe T, ma può sempre rifarsi con i diffusori o le alimentazioni ... .

Se mai la cosa di cui mi preoccuperei è:
http://www.tripath.com/

Perché da fine febbraio (se non ricordo male) il sito di tripath non è più accessibile?

Il PC è un ottimo sistema per archiviare la musica e se si usa il formato flac e un buon dac non c'è nessuna differenza con un lettore CD.
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8036
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Silver Black il Lun 21 Apr 2008 - 0:09

Classe Ferrari e Classe D... un connubio fantastico, non c'è dubbio.

Basta questo per dire tutto, sui detrattori della classe D/T non ci sono più parole. Specialmente quando si leggono notizie simili e specialmente quando si viene a sapere che i maggiori detrattori sono in qualche modo coinvolti più o meno direttamente (commercianti, produttori, giornalisti, recensori, ...) nell'HiFi tradizionale. Quella di qualità? No, quella che costa decine di migliaia di euro.

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15487
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Andrea Gianelli il Ven 18 Lug 2008 - 23:30

Un paio di considerazioni.
Prima di tutto una doverosa risposta alla domanda di Barone Rosso: il sito della Tripath non esiste più, perchè la Tripath è fallita. Niente paura: i progetti sono già stati rilevati da un'altra società e la produzione continua come prima e più di prima Very Happy
Secondo punto: c'è una NOTEVOLE differenza tra Classe D e Classe T. Infatti la Classe T combina l'efficienza della Classe D con la qualità sonora della Classe AB (anche se io direi della Classe A, dato che i tradizionali classe AB non reggono il confronto...), con MOLTO altro in più...
http://www.google.com/patents?vid=USPAT5777512
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  cosimo il Lun 8 Giu 2009 - 15:27

Andrea Gianelli ha scritto:
Un paio di considerazioni.
Prima di tutto una doverosa risposta alla domanda di Barone Rosso: il sito della Tripath non esiste più, perchè la Tripath è fallita. Niente paura: i progetti sono già stati rilevati da un'altra società e la produzione continua come prima e più di prima Very Happy
Secondo punto: c'è una NOTEVOLE differenza tra Classe D e Classe T. Infatti la Classe T combina l'efficienza della Classe D con la qualità sonora della Classe AB (anche se io direi della Classe A, dato che i tradizionali classe AB non reggono il confronto...), con MOLTO altro in più...
http://www.google.com/patents?vid=USPAT5777512

Mi piacerebbe sapere quali sono i limiti di durata di un T-Amp e quali sono i pregi e difetti.
Grazie - Cosimo Sad

cosimo
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 14.05.09
Numero di messaggi : 57
Località : Manduria (TA)
Occupazione/Hobby : lavoro: medico.
Provincia (Città) : alti e bassi
Impianto : Preampli VTL 2.5, finali ARCH VT 60 e Manley 75+75, lettore Audioaero "Prima"
Diffusori Thiel 2.3 e Fostex largabanda FE 208 Sigma, cavi Fluxus.
Integrato Mission Cyrus 2 con superalimentatore PSX, diffusori Magneplanar "MG" lettore ADCOM con convertitore Super pro,
Sonic-Impact.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Ternil il Lun 8 Giu 2009 - 15:44

Per quanto riguarda i limiti di durata non credo che esista qualcuno che li abbia considerati. Fino adesso sono durati tutti Very Happy

I pregi sono molti in quanto dato il prezzo realmente così ridotto riesce comunque a dare un livello di qualità eccelsa per quel poco che occupa, richiede, costa.

Difetti? I difetti esistono su oggetti che costano troppo e rendono poco. Questo non è uno di quelli.

P.S. La classe D ormai esiste da un bel pezzo, e ne ho sentiti di apparecchi molto costosi di tale classe, e devo dire qualitativamente ai livelli dei grossi finali in classe AB/A più blasonati. Ormai è solo un branding in espansione. L'unica difficoltà del fare un buon classe D con poco è riuscire a ridurre la distorsione che è emessa dalla classe D in se, ma poi si entra in degli aspetti troppo tecnici che non conosco appieno.
avatar
Ternil
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 26.06.08
Numero di messaggi : 892
Località : Palermo
Occupazione/Hobby : Produzione Detergenti / Hi-Fi
Provincia (Città) : PA
Impianto : MUSICA!
Sorg1: PC+T.C.electronic Konnekt 6
Sorg2: Marantz CD-R17
Sorg3: Dual CS-621
Ampli: Sharp SM-SX100
Diffusori: Ars Aures
Segnale CD: Autocostruito
Segnale PRE: Autocostruito
Potenza: Autocostruito

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  cosimo il Lun 8 Giu 2009 - 16:16

Ternil ha scritto:Per quanto riguarda i limiti di durata non credo che esista qualcuno che li abbia considerati. Fino adesso sono durati tutti Very Happy

I pregi sono molti in quanto dato il prezzo realmente così ridotto riesce comunque a dare un livello di qualità eccelsa per quel poco che occupa, richiede, costa.

Difetti? I difetti esistono su oggetti che costano troppo e rendono poco. Questo non è uno di quelli.

P.S. La classe D ormai esiste da un bel pezzo, e ne ho sentiti di apparecchi molto costosi di tale classe, e devo dire qualitativamente ai livelli dei grossi finali in classe AB/A più blasonati. Ormai è solo un branding in espansione. L'unica difficoltà del fare un buon classe D con poco è riuscire a ridurre la distorsione che è emessa dalla classe D in se, ma poi si entra in degli aspetti troppo tecnici che non conosco appieno.
Mi piace la risposta - grazie. Clap

cosimo
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 14.05.09
Numero di messaggi : 57
Località : Manduria (TA)
Occupazione/Hobby : lavoro: medico.
Provincia (Città) : alti e bassi
Impianto : Preampli VTL 2.5, finali ARCH VT 60 e Manley 75+75, lettore Audioaero "Prima"
Diffusori Thiel 2.3 e Fostex largabanda FE 208 Sigma, cavi Fluxus.
Integrato Mission Cyrus 2 con superalimentatore PSX, diffusori Magneplanar "MG" lettore ADCOM con convertitore Super pro,
Sonic-Impact.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Andrea Gianelli il Lun 8 Giu 2009 - 22:35

cosimo ha scritto:
Ternil ha scritto:Per quanto riguarda i limiti di durata non credo che esista qualcuno che li abbia considerati. Fino adesso sono durati tutti Very Happy

I pregi sono molti in quanto dato il prezzo realmente così ridotto riesce comunque a dare un livello di qualità eccelsa per quel poco che occupa, richiede, costa.

Difetti? I difetti esistono su oggetti che costano troppo e rendono poco. Questo non è uno di quelli.

P.S. La classe D ormai esiste da un bel pezzo, e ne ho sentiti di apparecchi molto costosi di tale classe, e devo dire qualitativamente ai livelli dei grossi finali in classe AB/A più blasonati. Ormai è solo un branding in espansione. L'unica difficoltà del fare un buon classe D con poco è riuscire a ridurre la distorsione che è emessa dalla classe D in se, ma poi si entra in degli aspetti troppo tecnici che non conosco appieno.
Mi piace la risposta - grazie. Clap
Hello Anche a me! Oki
A completamento, aggiungo un appunto di fondamentale importanza, rigurdante l'implementazione rappresentata dalla classe T rispetto alla semplice classe D, proprio in termini di riduzione della distorsione. In altre parole, una piccola amplificazione in classe T come la semplice ed economica Fenice 20 (basata sul chip Tripath TA2024) è (dal punto di vista della qualità sonora) all'altezza dei migliori classe AB (oggi sempre più rari e costosi...) con tutti i vantaggi della classe D in termini di rendimento, affidabilità e ingombri.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Ternil il Mar 9 Giu 2009 - 11:43

ieri a proposito ho fatto un test di confronto: Creek Audio CAS4040 classe A/B in DC VS Kingrex T20U.

CREEK CAS4040 1.600.000£ prezzo di listino all'uscita del prodotto negli anni '80, 150,00€ prezzo d'acquisto l'anno scorso, usato.
KINGREX T20U prezzo 245€ anche se non ho usato la sua presa usb quindi consideriamo Kingrex T20 dal prezzo 205€.

Con sorgente e diffusori del mio impianto principale che ho in firma e come avatar.

Devo dire che mi sono stupito... In quanto il T20U tenesse testa all'ampli in classe A/B, migliore nel dettaglio dei medio-alti, ma un pò confuso e leggermente meno dettagliato sui bassi mentre il creek è più equilibrato e ovviamente ha più corrente e può sostenere volumi più alti. Ma per il resto, stiamo parlando di due macchine dal prezzo "effettivo" di differenza abissale.
Sarebbe un pareggio al giorno d'oggi, ma dati i prezzi delle macchine direi che il Kingrex ne esce vincitore in base al suo rapporto qualità/prezzo (da nuovo).
avatar
Ternil
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 26.06.08
Numero di messaggi : 892
Località : Palermo
Occupazione/Hobby : Produzione Detergenti / Hi-Fi
Provincia (Città) : PA
Impianto : MUSICA!
Sorg1: PC+T.C.electronic Konnekt 6
Sorg2: Marantz CD-R17
Sorg3: Dual CS-621
Ampli: Sharp SM-SX100
Diffusori: Ars Aures
Segnale CD: Autocostruito
Segnale PRE: Autocostruito
Potenza: Autocostruito

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Andrea Gianelli il Mar 9 Giu 2009 - 12:01

Ternil ha scritto:ieri a proposito ho fatto un test di confronto: Creek Audio CAS4040 classe A/B in DC VS Kingrex T20U.

CREEK CAS4040 1.600.000£ prezzo di listino all'uscita del prodotto negli anni '80, 150,00€ prezzo d'acquisto l'anno scorso, usato.
KINGREX T20U prezzo 245€ anche se non ho usato la sua presa usb quindi consideriamo Kingrex T20 dal prezzo 205€.

Con sorgente e diffusori del mio impianto principale che ho in firma e come avatar.

Devo dire che mi sono stupito... In quanto il T20U tenesse testa all'ampli in classe A/B, migliore nel dettaglio dei medio-alti, ma un pò confuso e leggermente meno dettagliato sui bassi mentre il creek è più equilibrato e ovviamente ha più corrente e può sostenere volumi più alti. Ma per il resto, stiamo parlando di due macchine dal prezzo "effettivo" di differenza abissale.
Sarebbe un pareggio al giorno d'oggi, ma dati i prezzi delle macchine direi che il Kingrex ne esce vincitore in base al suo rapporto qualità/prezzo (da nuovo).
Hello Commento molto interessante ma nessun particolare stupore da parte mia... In proposito ti suggerirei di provare anche la buona Fenice 20, apprezzata anche dai grundigofili (http://motxam.interfree.it/fenice20.html) e, riguardo a questo, sarebbe interessante reperire anche un integratino Grundig V1700, V35 o un LT di Massimo Ambrosini per un confronto diretto con la classe T basata sul TA2024. Wink
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Ternil il Mar 9 Giu 2009 - 12:09

Mi è sempre interessata poco la classe T basata su TA2024 in quanto mi è parso di capire da questo forum che molto carente di bassi per quanto abbia dei medio-alti quasi perfetti.

P.S. mi è capitata per le mani una sure e anche con tutte le modifiche (eccetto le induttanze avvolte in aria) non mi è sembrato avesse dei gran bassi.
avatar
Ternil
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 26.06.08
Numero di messaggi : 892
Località : Palermo
Occupazione/Hobby : Produzione Detergenti / Hi-Fi
Provincia (Città) : PA
Impianto : MUSICA!
Sorg1: PC+T.C.electronic Konnekt 6
Sorg2: Marantz CD-R17
Sorg3: Dual CS-621
Ampli: Sharp SM-SX100
Diffusori: Ars Aures
Segnale CD: Autocostruito
Segnale PRE: Autocostruito
Potenza: Autocostruito

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  bonghittu il Mar 9 Giu 2009 - 13:00

Ternil ha scritto:
P.S. mi è capitata per le mani una sure e anche con tutte le modifiche (eccetto le induttanze avvolte in aria) non mi è sembrato avesse dei gran bassi.

Che sensibilita' avevano i diffusori usati per le prove?
avatar
bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3520
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Ternil il Mar 9 Giu 2009 - 14:12

90db. è pure vero che il TA2024 ha un wattaggio molto limitato, forse troppo. Non ho a disposizione diffusori più sensibili di questi.
avatar
Ternil
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 26.06.08
Numero di messaggi : 892
Località : Palermo
Occupazione/Hobby : Produzione Detergenti / Hi-Fi
Provincia (Città) : PA
Impianto : MUSICA!
Sorg1: PC+T.C.electronic Konnekt 6
Sorg2: Marantz CD-R17
Sorg3: Dual CS-621
Ampli: Sharp SM-SX100
Diffusori: Ars Aures
Segnale CD: Autocostruito
Segnale PRE: Autocostruito
Potenza: Autocostruito

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  wincenzo il Mar 9 Giu 2009 - 14:31

P.S. mi è capitata per le mani una sure e anche con tutte le modifiche (eccetto le induttanze avvolte in aria) non mi è sembrato avesse dei gran bassi.

Ti riferisci a quella col TK2050? Hai aspettato che fosse rodata?
avatar
wincenzo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.07.08
Numero di messaggi : 2531
Località : Beri
Impianto : ... musica maestro!


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  bonghittu il Mar 9 Giu 2009 - 14:56

Ternil ha scritto:90db. è pure vero che il TA2024 ha un wattaggio molto limitato, forse troppo. Non ho a disposizione diffusori più sensibili di questi.

90 dB x 8Ohm a parer mio (e anche di persone molto piu' autorevoli del
sottoscritto) sono pochini nella maggior parte dei casi, senza considerare
che quasi mai il dato dichiarato corrisponde al dato reale.
Con diffusori da 4Ohm recuperi 4/5 Watt quindi la situazione migliora
abbastanza ma ti devi comunque abituare ad ascolti un po' piu' soft -
per quanto di altissima qualita'.
Bisogna stravolgere il ragionamento che vedeva l'impianto "centrato" attorno
al diffusore. Se vuoi un TA2024 devi scegliere un diffusore con la piu' alta sensibilita' possibile (96dB per rientrare nella fascia entro i 500 euro) viceversa corri il rischio
di sentire troppo presto la mancanza di potenza o di rinunciare a qualcosa in
termini di "emozione" vissuta - a meno che il tuo ascolto non si limiti al madrigale
del '300 Wink.
avatar
bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3520
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Ternil il Mar 9 Giu 2009 - 15:20

mi riferivo a quella col TA2024 per wincenzo.
Aspetto quella col TK2050 per vedere come va.
Non mi va di cambiare diffusori, anche perchè la loro qualità è eccelsa e perdere la loro qualità per passare a diffusori più scarsi e dover cambiare amplificatore non essendo neanche certo di avere di più di quel che già ho. Più che altro preferisco avere qualche watt in più, magari anche con classe T o D dati da altri Chip. Già il Kingrex comunque va benissimo con i miei diffusori in questione... Per quanto non lo usi, al momento mi tengo il mio Classe A/B che avendo un suo livello mi da anche le mie soddisfazioni.
avatar
Ternil
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 26.06.08
Numero di messaggi : 892
Località : Palermo
Occupazione/Hobby : Produzione Detergenti / Hi-Fi
Provincia (Città) : PA
Impianto : MUSICA!
Sorg1: PC+T.C.electronic Konnekt 6
Sorg2: Marantz CD-R17
Sorg3: Dual CS-621
Ampli: Sharp SM-SX100
Diffusori: Ars Aures
Segnale CD: Autocostruito
Segnale PRE: Autocostruito
Potenza: Autocostruito

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  bonghittu il Mar 9 Giu 2009 - 15:36

Ternil ha scritto:
Aspetto quella col TK2050 per vedere come va.

Saggia decisione. Seguici perche' siamo in tanti
a provarla.
Tieni d'occhio anche le schede basate sul 2022
in grado di lavorare in mono a 150WPC.
avatar
bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3520
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  wincenzo il Mar 9 Giu 2009 - 15:43

mi riferivo a quella col TA2024 per wincenzo.
Aspetto quella col TK2050 per vedere come va.

Ok ... purtroppo l'aspetto anche io ... ancora non mi arriva! Crying or Very sad

Non mi va di cambiare diffusori, anche perchè la loro qualità è eccelsa e perdere la loro qualità per passare a diffusori più scarsi e dover cambiare amplificatore non essendo neanche certo di avere di più di quel che già ho

Hai proprio ragione ... sono dei diffusori stupendi, avessi qualche soldo in più comprerei sicuramente quelli, ma purtroppo non si trovano manco usati o in offerta tipo ex-demo etc ... magari Dribbling ... se la sure, dopo il rodaggio, mantiene le aspettative magari ne vedrai delle belle!

Very Happy

P.S: dovresti anche provare il mio amplificatore ... acquistato dopo una tua segnalazione fatta tempo addietro.
Ha qualche watt in più del Kingrex ed anche un pre che contribuisce ad avere volumi più elevati, alimentato con l'alimentatore del mio notebook a 19V è davvero un gioiello!
avatar
wincenzo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.07.08
Numero di messaggi : 2531
Località : Beri
Impianto : ... musica maestro!


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Andrea Gianelli il Mar 9 Giu 2009 - 19:09

bonghittu ha scritto:
Ternil ha scritto:
P.S. mi è capitata per le mani una sure e anche con tutte le modifiche (eccetto le induttanze avvolte in aria) non mi è sembrato avesse dei gran bassi.

Che sensibilita' avevano i diffusori usati per le prove?
Hello Attenzione alle balle che circolano in merito... ecco di seguito qualche esempio:
1) le Sonus faber con i loro 86 dB dichiarati (e reali) sono più sensibili di molti altri diffusori, incluse le Indiana Line Tesi (90/91 dB dichiarati e 84/85 misurati);
2) la stessa S3, produttrice delle amplificazioni Fenice in classe T, distribuisce anche i trasduttori Morel, che ben si abbinano a tali amplificatori (inclusa la piccola Fenice 20), nonostante la sensibilità dei woofer non superi gli 86-87 dB, nemmeno con caricamento reflex, che io peraltro sconsiglio...
3) per quanto sopra lo stesso può dirsi per Dynaudio (i cui altoparlanti sono tutti di produzione Morel), Audes e le grandi elettroacustiche in cassa chiusa, sia del passato (AR, Boston, Chario, ESB, Grundig, Philips, RCF ecc.) sia nei progetti di autocostruzione (Ciare e, in attesa di aggiornamento, TNT Nues).
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Ternil il Mar 9 Giu 2009 - 19:10

Io se potessi economicamente mi comprerei un bel classe A 30W Dribbling Dribbling Dribbling

Riguardo al TK2050 non so se apporterò grosse modifiche, intanto voglio vedere come suona liscio. Se mi soddisfa lo tengo così.
In realtà ho un ideuccia sullo chassis del tk2050 ma la svelerò solo appena sarà tutto pronto, anche perchè come traspar sa, ho alcuni mezzi a disposizione...
Mi fa piacere tu abbia potuto ascoltare le Atom. Guarda, io spero entro la fine dell'anno, inizio anno nuovo di riuscire a comprarmi le Paradigm Studio 10. Così se mai me dovessi togliere ti faccio sapere. Purtroppo su internet non se ne trovano perchè è vietato esplicitamente dalla casa produttrice vendere su internet per una questione di immagine. E se devo dire la verità la loro politica di continuare a produrre in canada e di vendere solo tramite rivenditore funziona, è leale ai rivenditori e comunque fa si che si mantengono dei prezzi molto bassi comunque.
Chissà perchè nessuno se le vende usate hihihihih... lascio intendere agli intenditori.

P.S. per giannelli, paradigm fa diffusori autocostruiti, in genere comunque i dettagli che forniscono loro sono molto precisi, infatti specificano pure in ambiente anecoico quanto sono sensibili (3db in meno) e cmq è pure vero che la sensibilità del diffusore può essere data anche dall'ambiente circostante...
avatar
Ternil
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 26.06.08
Numero di messaggi : 892
Località : Palermo
Occupazione/Hobby : Produzione Detergenti / Hi-Fi
Provincia (Città) : PA
Impianto : MUSICA!
Sorg1: PC+T.C.electronic Konnekt 6
Sorg2: Marantz CD-R17
Sorg3: Dual CS-621
Ampli: Sharp SM-SX100
Diffusori: Ars Aures
Segnale CD: Autocostruito
Segnale PRE: Autocostruito
Potenza: Autocostruito

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Andrea Gianelli il Mar 9 Giu 2009 - 19:21

Ternil ha scritto:Io se potessi economicamente mi comprerei un bel classe A 30W Dribbling Dribbling Dribbling
Hello Intanto che aspetti, leggi qui: http://motxam.interfree.it/fenice20.html
La conclusione è eclatante e da me sperimentata: eccetto il confronto con LT e Grundig che non ho ancora effettuato, posso assicurarti che la mia Fenice 20 (con i diffusori lineari che vedi in firma) si è dimostrata migliore di tutte le altre amplificazioni provate e, come dice lo stesso Massimo Ambrosini, proprio per il suono armonicamente più ricco, al contrario del suono piatto e a tratti compresso che caratterizza molti integratini con pretese audiophile (Rotel in testa).
Ovviamente il confronto va effettuato con una buona cassa chiusa e non certo con un bass-reflex, mai perfettamente neutro...
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Ternil il Mar 9 Giu 2009 - 19:35

Per un bel classe A intendo un Accuphase A-20 o un luxman L 550A II e non un Rotel o chissàccos'altro. Diciamo cose più da sognare e inaccessibili che da raccogliersi i soldi eheheh. Almeno per me al momento.
Anche se sono "solo" 20W sono di classe e non credo che un classe T per quanto di qualità possa rivaleggiare con certi "pilastri"...
Ciò non toglie nulla alla qualità di ascolto che si possa raggiungere anche con un Fenice 20...
Per di più io ho delle bookshelf con bass reflex posteriore e le mie prossime saranno sempre bookshelf con bass reflex anteriore. Al massimo magari fra una decina d'anni avrò dei diffusori da pavimento più lineari e saprò dirti se un Accuphase A-20 può rivaleggiare con un Fenice 20. Perora mi limito a credere impossibile un confronto simile da ritenere il fenice 20 agli stessi livelli. Di sicuro il rapporto qualità-prezzo rimane imbattibile nel Fenice 20 ma non credo che a livelli di qualità possa avvicinarsi.
avatar
Ternil
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 26.06.08
Numero di messaggi : 892
Località : Palermo
Occupazione/Hobby : Produzione Detergenti / Hi-Fi
Provincia (Città) : PA
Impianto : MUSICA!
Sorg1: PC+T.C.electronic Konnekt 6
Sorg2: Marantz CD-R17
Sorg3: Dual CS-621
Ampli: Sharp SM-SX100
Diffusori: Ars Aures
Segnale CD: Autocostruito
Segnale PRE: Autocostruito
Potenza: Autocostruito

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  bonghittu il Mar 9 Giu 2009 - 19:42

Andrea Gianelli ha scritto:
1) le Sonus faber con i loro 86 dB dichiarati (e reali) sono più sensibili di molti altri diffusori, incluse le Indiana Line Tesi (90/91 dB dichiarati e 84/85 misurati);

Condivido.
Alcuni costruttori mantengono - o hanno mantenuto sino a che sono esistiti -
una correttezza esemplare.

Andrea Gianelli ha scritto:
produzione Morel), Audes e le grandi elettroacustiche in cassa chiusa, sia del passato (AR, Boston, Chario, ESB, Grundig, Philips, RCF ecc.) sia nei progetti di autocostruzione (Ciare e, in attesa di aggiornamento, TNT Nues).[/justify]

In piena onesta' intellettuale devo dire che se incappi in uno di
questi diffusori con basso valore in targa non puoi sperare in un miracolo.
Ci vuole una gran riserva di potenza e se e' consigliato amplificarli da
75 a 600 watt per stare tranquillo devi averne almeno 100 reali in
qualita'. Per questi macigni ci vuole un TA2022 in mono (150w+150w)
oppure il TA3020. Se si cerca un diffusore di questa tipologia - a parte
i costi impegnativi - bisogna tener conto anche di questo.
avatar
bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3520
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Virgilio il Mar 9 Giu 2009 - 19:52

Andrea Gianelli ha scritto:

3) per quanto sopra lo stesso può dirsi per Dynaudio (i cui altoparlanti sono tutti di produzione Morel), Audes e le grandi elettroacustiche in cassa chiusa, sia del passato (AR, Boston, Chario, ESB, Grundig, Philips, RCF ecc.) sia nei progetti di autocostruzione (Ciare e, in attesa di aggiornamento, TNT Nues).

Non so se ho capito cosa può dirsi: che la sensibilità sarà comunque limitata?

E le Klipsch? sai se i dati delle misure smentiscono le sensibilità elevate che il marchio dichiara?

Grazie,
ciao!
avatar
Virgilio
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 27.12.08
Numero di messaggi : 233
Località : Como
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  bonghittu il Mar 9 Giu 2009 - 21:39

Virgilio ha scritto:
Non so se ho capito cosa può dirsi: che la sensibilità sarà comunque limitata?
E le Klipsch? sai se i dati delle misure smentiscono le sensibilità elevate che il marchio dichiara?

Anche se i dati dichiarati sono diversi 6/7 dB di differenza sono
una bella botta.
Nella tabellina sottostante con R indichiamo il rapporto tra
due grandezze (P2/P1) nella colonna sx e il valore espresso in dB
in quella dx.
In buona sostanza 7 dB di differenza vogliono dire che
per avere la stessa pressione con il diffusore meno sensibile
devi erogare una potenza 5 volte piu' alta rispetto a quella
del diffusore piu' sensibile. Tra un diffusore di fine anni '70 da 78dB
e le moderne Klipsch RF-83 da - ipotizzo- almeno 98 dB il rapporto
assume proporzioni drammatiche.
Per avere la stessa pressione di ascolto massima (99 db)
devi erogare nel caso del "vintage" 100W, nel caso delle moderne
RF basta un solo Watt (che puo' essere il migliore erogato!).
Se parliamo di possibilita' di pilotaggio e' molto importante
guardare il dato reale, nel caso del TA2024 e' indispensabile
onde evitare acquisti sbagliati (in particolare di diffusori).

R dB
--------
1 0
2 3,01
3 4,77
4 6,02
5 6,99
6 7,78
7 8,45
8 9,03
9 9,54
10 10
20 13,01
30 14,77
40 16,02
50 16,99
60 17,78
70 18,45
80 19,03
90 19,54
100 20
avatar
bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3520
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: Il futuro della classe T

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum