T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» ALIENTEK D8 [parte 2]
Oggi alle 14:15 Da Alessandro Smarrazzo

» Nuovo amplificatore ...ritorno al futuro?
Oggi alle 14:03 Da lello64

» sostituzione testina vecchio piatto Marantz TT275
Oggi alle 13:46 Da franci92

» Wrapping Rega RP1
Oggi alle 13:43 Da mumps

» SOS: Impianto AKAI 1980
Oggi alle 13:42 Da quizface

» Teac cd-p800nt
Oggi alle 13:41 Da uncletoma

» Miglior Integrato usato per 500 euro
Oggi alle 13:30 Da silver surfer

» Multipresa
Oggi alle 13:29 Da lello64

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Oggi alle 13:12 Da lello64

» amplificatore rotto?
Oggi alle 11:50 Da Adr2016

» Il vintage, quello buono.
Oggi alle 11:32 Da lello64

» DAC con 2-3 ingressi ottici
Oggi alle 8:42 Da scontin

» Douk dac vs altri
Oggi alle 7:26 Da Luca Marchetti

» [to] Canton gle 496
Oggi alle 0:42 Da krell2

» Trasmettitore bt
Ieri alle 22:27 Da Luca Marchetti

» Trovatemi un DAC
Ieri alle 19:03 Da Calbas

» aiuto miglioramento sala d'ascolto
Ieri alle 16:09 Da dieggs

» Cannucce nel condotto reflex
Ieri alle 14:32 Da Sestante

» Alimentatore Lineare Audiophonics per RaspBerry PI 3 B
Ieri alle 14:21 Da Adr2016

» Ci risiamo
Lun 26 Giu 2017 - 22:42 Da zimone-89

» Consiglio sull usato
Lun 26 Giu 2017 - 20:34 Da giucam61

» (PD) vendo m2tech Young prima serie
Lun 26 Giu 2017 - 17:00 Da alluce

» vendo: Focusrite, Scarlett 2I4 2Nd Gen, 2 In 4 Out Interfaccia Audio Usb
Lun 26 Giu 2017 - 15:38 Da mumps

» cd723 + SL PG200A
Lun 26 Giu 2017 - 15:32 Da arivel

» La mia opinione sul tpa3116
Lun 26 Giu 2017 - 13:02 Da fritznet

» Ciare PH 250 - Le contro Zu in stile italiano
Lun 26 Giu 2017 - 9:08 Da Tancredi76

» INDIPENDENTEMENTE DALLA CLASSE DI FUNZIONAMENTO ...
Dom 25 Giu 2017 - 23:30 Da uncletoma

» Collegamento tra sorgenti digitali
Dom 25 Giu 2017 - 23:28 Da giucam61

» Messaggi Privati
Dom 25 Giu 2017 - 21:00 Da lello64

» volumio
Dom 25 Giu 2017 - 20:57 Da pigno

Statistiche
Abbiamo 10868 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Marco Sospiri

I nostri membri hanno inviato un totale di 789380 messaggi in 51254 argomenti
Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19630)
 
schwantz34 (15508)
 
Silver Black (15460)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10261)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9068)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 70 utenti in linea: 8 Registrati, 3 Nascosti e 59 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Adriano Vin, Alessandro Smarrazzo, dinamanu, geppe74, hsh1979, mikunos, nerone, SubitoMauro

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Che cosa resterà di questi Anni Zero

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Che cosa resterà di questi Anni Zero

Messaggio  nd1967 il Gio 17 Dic 2009 - 12:25

Buona lettura


dal link
http://www.lastampa.it/

Che cosa resterà di questi Anni Zero

di Marinella Venegoni

Con la fine degli Anni Zero, un'orda di classifiche riepilogative sta per abbattersi sulle nostre smemoratezze ormai croniche. Ma si può giurare che la compilazione più temeraria apparterrà alla musica popolare, perchè dal 1999 ad oggi le innovazioni tecnologiche hanno surclassato ogni contenuto, e i ricordi faticheranno a riemergere sotto il cielo sventurato del pop. Che mai è stato così in crisi, e mai così libero. Ecco comunque qualche piccolo pezzo di storia del costume destinato a segnare il decennio che sta per chiudersi.

1. Le reunions

La nostalgia, o forse il desiderio di vedere dal vivo un passato conosciuto solo per sentito dire, hanno prodotto alcuni milioni di dollari. Più puro è stato l'one-shot dei Led Zeppelin a fine 2007, più decisamente mercenari i Police, i Genesis, Iggy and the Stooges, Duran Duran, Spandau Ballet, giù giù fino ai Backstreet Boys, e persino i Litfiba buoni ultimi. In controtendenza Oasis e Pooh, dal futuro ancora incerto.

2. I Maledetti

Anche qui, un soffio di Anni '60-'70. Dallo stonamento individuale e collettivo del decennio sono emersi la grande Amy Winehouse vittima di se stessa e Pete Doherty vittima di Kate Moss; gli Usa ci han dato la saga della povera Britney Spears, simbolo della sregolatezza che non fa genio, e ultimamente riabilitata al ruolo di Mamma sulla copertina di «Elle» America; Axl Rose è ospite fisso della categoria, ma anche Steven Tyler (ex?) Aerosmith non se la passa bene (a 60 anni la saggezza sarebbe un obbligo). Michael Jackson è assurto al cielo degli intossicati dalla disperazione, finendo in un mucchio non suo.

3. Italiani internationals

Mai ci era andata così bene: Laura Pausini ha appena conquistato il quarto Latin Grammy, Andrea Bocelli è secondo in classifica Usa con il disco di Natale, Tiziano Ferro sta facendo la sua strada, e Zucchero i suoi chilometri. Dedizione, un pizzico di provincialismo in meno, e su tutto il marchio della latinità.

4. I pianisti

Fenomeno tutto italiano, questo (tra l'altro, il nostro paese fa ormai scuola a sé, siamo in piena autarchia anche musicale). Il più discusso (ma più famoso) è Allevi, il più internazionale Einaudi, il più cantautorale Cammariere, l'emergente Cesare Picco, il più in sordina
Cacciapaglia: ma quanti! Abbandonarsi alle suggestioni della tastiera calma le italiche isterie, si vede.

5. La band del decennio

Senza dubbio, i Radiohead. Hanno dettato l'agenda nei suoni (aprendo le danze nel 2000 con «Kid A»), nei contenuti (rampognando Bush nel
2003 con «Hail to the Thief») e nel marketing, con «In Rainbow» che nel 2007 venne offerto al prezzo scelto dal consumatore: una rivoluzione che ha spiazzato il mercato per sempre. Altri volti hanno sgomitato, con generosità: sono i Coldplay i più cool, ma Jack White è un bluesrocker d'attacco, e Norah Jones esplora nuove strade. Gli Arcade Fire sono alfieri degli indipendenti, i Wilco segnano l'epoca.

6. Quelli che non hanno tradito.

O, almeno, ce l'hanno messa tutta. Soprattutto americani, ma amati
dovunque: Dylan ha sparato 4 grandi album (uno per tutti, «Modern Times» del 2006) Springsteen e gli U2 si sono confermati re dal vivo; come pure l'intoccabile Madonna. Nomi che sono diventati marchi, o almeno come tali trattati dall'industria dei concerti sempre più aggressiva.

7. Cantautori in letargo.

Soltanto Paolo Conte e Franco Battiato hanno tenuto botta in un decennio che ha visto alquanto defilati dal punto di vista creativo e di intervento «politico» tutti i big della nostra storia; resiste la Nannini, emergono Carmen Consoli, Samuele Bersani, Pacifico, Elisa.

8. I Talent Show.

La nascita di questo curioso fenomeno ha ulteriormente sbarellato l'universo del pop. Ogni paese ha il suo: la macchina ha sfornato Kelly Clarkson e il newglam Adam Lambert, Leona Lewis e Susan Boyle, da noi il simbolo resta Giusy Ferreri.

9. Le scomparse.

A sparire (per sempre?) sono stati i dischi e i negozi che li vendevano; ma anche gli album (a vantaggio delle canzoni singole), e il ruolo artistico delle case discografiche con i loro contratti e le programmazioni. E' sparita, purtroppo, anche la radio come promotrice di talenti e canzoni (ne hanno preso il posto My Space e You Tube).

10. Le cover, i cofanetti, i live, i best

Nella prudenza generata dalla crisi e dalle canzoni piratate on line al 95 per cento, hanno resistito soltanto i titoli classici, rilanciati alla grande dai legittimi proprietari o da chiunque altro.
La discografia residua ha risucchiato ogni possibile guadagno dai cataloghi, rimessi tutti abbondantemente in vendita: e ogni (cauta) uscita di album si è portata dietro uno sfruttamento ultraintensivo a botte di best e live.

11.L'invenzione

Nel 2001 è comparso, irresistibile, il primo Ipod. Diecimila canzoni in tasca, e all'improvviso la vostra discoteca è finita in amaro abbandono nell'angolo buio del salotto.


Time

_________________
Bisogna assomigliare alle parole che si dicono. Forse non parola per parola, ma insomma ci siamo capiti [Saltatempo di Stefano Benni]
Chi non sa ridere non è una persona seria [Fryderyk Chopin]
avatar
nd1967
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 12803
Località : Cavaion Veronese (VR)
Occupazione/Hobby : Musica, Fotografia, Hi-Fi, Fumetti, Libri, Cinema
Provincia (Città) : Verona
Impianto : Preamplificatore Sonus Mirus AAVT
Finale TA 3020 by Vincenzo
Lettore CD Micromega Stage 2
Giradischi Project 6.9
Diffusori Dynavoice Challenger M-65 EX



http://www.google.com/+AndreaTramonte

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum