T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» Ortofon 2M Blue vs. Goldring 1042
Oggi alle 9:09 Da goodkat

» quale stend?
Oggi alle 2:52 Da timido

» hifi car una passione infinita!
Oggi alle 1:12 Da Albert^ONE

» lettore cd guasto o semplicemente da pulire?
Oggi alle 0:03 Da synth

» Mettere a ponte due finali classe d con alimentatori separati, o due alimentatori insieme
Ieri alle 23:13 Da franzfranz

» Quale scheda classe d con 72v dc e 44 (oppure AC 52 e 31AC) sui 350w a 4 ohm?
Ieri alle 22:45 Da dreamer

» scelta impossibile!
Ieri alle 21:37 Da giucam61

» Quale micro hifi scegliere?
Ieri alle 21:22 Da synth

» Problema Denon PMA720 + Monitor Audio Bronze 2 ??
Ieri alle 21:03 Da vinse

» Sostituire SMSL Ad18 con ampli classe A/AB
Ieri alle 20:47 Da giucam61

» Primo DAC
Ieri alle 19:19 Da Raidern

» Upgrade Yaquin MC 84 L
Ieri alle 18:07 Da renatao

» [VENDO] Alientek D8 (no ali) 55 euro + spedizione
Ieri alle 15:32 Da lello64

» Ortofon 2m red 50,00 + s.s
Ieri alle 13:44 Da kalium

» [an]luxman l3
Ieri alle 1:49 Da maddave

» [an]pioneer sa 6500
Ieri alle 1:45 Da maddave

» vendo scythe kro craft + amplificatore tda 7498 sanwu + alimentatore
Sab 19 Mag 2018 - 23:36 Da 22b5g41b5dw

» Sansui vintage per giradischi, quale?
Sab 19 Mag 2018 - 18:11 Da Briann

» Jlh 1969 - ne vale la pena?
Sab 19 Mag 2018 - 17:36 Da bob80

» Antenna per Grundig R30
Sab 19 Mag 2018 - 10:57 Da nerone

» concerto prog
Ven 18 Mag 2018 - 17:29 Da alfio quinza

» Siena coppia di JB3F nere John Blue Audio 600 euro
Ven 18 Mag 2018 - 15:00 Da filippodei

» hallyster Sound S-70. Chiarimenti sull'Upgrade del crossover
Ven 18 Mag 2018 - 13:34 Da Pumasognatore

» Klipsch CLONE- info
Ven 18 Mag 2018 - 13:31 Da Pinve

» L'ho fatto, le ho distrutte :D
Ven 18 Mag 2018 - 2:31 Da zimone-89

» La pulizia dei dischi in vinile - Guida definitiva
Gio 17 Mag 2018 - 22:45 Da fritznet

» Tierney Sutton - Paris Sessions
Gio 17 Mag 2018 - 20:34 Da goodkat

» (BS) Onkyo integra A 8450
Gio 17 Mag 2018 - 19:15 Da solitario

» vendo ecc81 e ecc83 6c4p
Gio 17 Mag 2018 - 18:24 Da erduca

» [CE] Vendo TPA 3116 2.1 con filtro passa basso per subwoofer
Gio 17 Mag 2018 - 10:22 Da FastFonz

Statistiche
Abbiamo 11643 membri registrati
L'ultimo utente registrato è pastaman

I nostri membri hanno inviato un totale di 812522 messaggi in 52797 argomenti
I postatori più attivi della settimana
Albert^ONE
 
timido
 
synth
 
goodkat
 

I postatori più attivi del mese
lello64
 
sportyerre
 
Nadir81
 
giucam61
 
diechirico
 
CHAOSFERE
 
fritznet
 
mumps
 
nerone
 
Olegol
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15630)
 
Silver Black (15528)
 
nd1967 (12810)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10294)
 
piero7 (9854)
 
fritznet (9504)
 
wasky (9229)
 

Chi è online?
In totale ci sono 40 utenti in linea: 2 Registrati, 2 Nascosti e 36 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Pedro, scontin

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  Albert^ONE il Mer 7 Gen 2015 - 0:33

Il tuo ferrorisonante si comporta come un'odierno condizionatore di linea,ne più ne meno,poi possiamo stare a discuterne pagine e pagine su quale "suoni meglio" ma a mio avviso le differenze sono talmente piccole da essere trascurabili;e addirittura controproducenti sugli amplificatori e apparecchiature analogiche.
avatar
Albert^ONE
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.10.10
Numero di messaggi : 5686
Località : Lanciano(ch) Abruzzo

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  emaspac il Mer 7 Gen 2015 - 20:49

@sonic63 ha scritto:

Io questo l'ho scritto ieri alle 20.42(pag.2) rispondendo alla tua domanda sulla funzione del secondo trasformatore:
<<Per il suo principio di funzionamento uno stabilizzatore(non dimentichiamo che è un'oggetto che nasce per stabilizzare la tensione di rete, non per filtrarla) a ferro saturo distorce la sinusoide di rete rendendola simile ad una quadra(come un'ampli in clipping) per cui abbatte parte dei disturbi provenienti dalla rete, ma ne crea altri.
Il secondo trasformatore del Gate for Music serve a stabilizzare la tensione in maniera ancora più precisa e con i due filtri LC collegati al suo secondario filtrare 3a e 5a armonica della distorsione prodotta dalla saturazione, naturalmente ci saranno anche altre armoniche di ordine più elevato, ma evidentemente i progettisti non hanno ritenuto di doverle filtrare.
Mi ricordo che ne lessi una prova d'ascolto su Suono molti anni fà, purtroppo l'azienda produttrice mi sembra sia non più attiva.
Io credo che sia un'apparecchio da usare solo quando si hanno gravi problemi di fluttuazione della tensione di rete.>>

E allora fai le domande e poi non ti vai neanche a leggere le risposte?
A saperlo non avrei neanche risposto. Shocked
Comunque io non sono contrario ai condizionatori di rete, anzi; ma ho scritto che quel tipo di apparecchio è uno stabilizzatore, e per me, non è adatto per alimentare un'impianto hi-fi.
Lo dico perchè ne ho provato uno, non il Gate for music, ma uno "normale", secondo me il suono peggiorava.
Naturalmente questo è soltanto il mio parere, se con il suo uso il suono del tuo impianto è migliorato e/o ti piace di più hai fatto benissimo a prenderlo.
Riguardo alle differenze che il Gate for music ha rispetto ad un normale stabilizzatore a risonanza cioè il secondo trasformatore con i filtri per 3a e 5a armonica che dovrebbero renderlo adatto ad un uso audio mi permetto di notare che:
1) i filtri devono essere accordati in maniera perfetta.
Inoltre qualsiasi scostamento della frequenza di rete dai 50Hz li rende meno efficaci, questa è un'osservazione più accademica che pratica poichè, per fortuna, la frequenza di rete è inchiodata ai 50Hz(scostamenti di pochi decimi di Hertz), ciò non toglie che i filtri debbano essere attentamente accordati altrimenti non servono a niente.
2)da quei trasformatori, come già scritto, esce un'onda quadra.
Un'onda quadra è composta da infinite armoniche di ordine dispari, la 3a ha intensità pari ad un terzo della fondamentale, la 5a intensità pari ad un quinto, e così via.
Anche riuscendo a sopprimere perfettamente 3a e 5a armonica resta comunque un bel pò di distorsione, 7a, 9a, 11a, ecc. tanto per...la 7a avrebbe un'intensita di più di 30Volts
Sempre riguardo al discorso "onda quadra" ho avuto occasione di provare, in prestito, un rigeneratore di alternata funzionante con tecnologia switching, che appunto produce in'uscita un'onda quadra, seppure filtrata, e "suonava" veramente una schifezza.
Molto meglio "suona" un condizionatore a tecnologia tradizionale, un ELGAR, che uso per delle mie prove, la tensione alternata prodotta dall' ELGAR è perfetta, purtroppo all'ascolto si sente l'alta impedenza del trasformatore d'uscita.
E' chiaro che se il suono migliora o peggiora usando un condizionatore di rete, trasformatori vari e/o filtri è una variabile direttamente legata al tipo e alla quantità di disturbi che si concatenano nelle alimentazioni degli apparecchi.
In parole povere il rimedio NON deve essere peggiore del male.

mi scuso con te, mi era sfuggita la risposta. che cmq sottolineava quale fosse il compito del secondo trasformatore e non come ci possa riuscire. se dal primo esce un onda quadra con il limite a 220V, visto che il trasformatore lavora in completa saturazione, perchè il secondo trasformatore dovebbe procurare una stabilizzazione più precisa, visto che non lavora nemmeno in completa saturazione? non lo capisco, forse sono limitato.
per il resto sono d'accordo su tutto quello che hai scritto. personalmente rigenero la tensione per i miei componenti digitali, ma tramite amplificatori in classe A e non certo con switching (i PS Audio in tal senso fanno schifo). i filtri di questo Gate mi sembrano accordati in maniera perfetta, e me ne rendo conto proprio dall'effetto suonoro risultante dalla rigenerazione dell'AC a una frequenza frenquenza diversa da 50hz (tipo 60hz, 90hz, 110hz).
avatar
emaspac
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 24.10.12
Numero di messaggi : 120
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatica/programmazione/telecomunicazioni
Provincia (Città) : neutro
Impianto : ° CAPS Zuma + Jriver + JPlay + Dirac Live Stereo + SOtM tX-USBexp Fanless PC
° Berkeley Audio Design Alpha USB USB/SPDIF Converter
° Genesis Digital Lens RAM Buffered Dejitter
° Wadia 2000 Digimaster 64x DAC
° Leben CS-600 + KT66 NOS Marconi Tube Fullamp
° Claravox Euritmica Speakers


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  sonic63 il Mer 7 Gen 2015 - 23:41

@emaspac ha scritto:
@sonic63 ha scritto:

Io questo l'ho scritto ieri alle 20.42(pag.2) rispondendo alla tua domanda sulla funzione del secondo trasformatore:
<<Per il suo principio di funzionamento uno stabilizzatore(non dimentichiamo che è un'oggetto che nasce per stabilizzare la tensione di rete, non per filtrarla) a ferro saturo distorce la sinusoide di rete rendendola simile ad una quadra(come un'ampli in clipping) per cui abbatte parte dei disturbi provenienti dalla rete, ma ne crea altri.
Il secondo trasformatore del Gate for Music serve a stabilizzare la tensione in maniera ancora più precisa e con i due filtri LC collegati al suo secondario filtrare 3a e 5a armonica della distorsione prodotta dalla saturazione, naturalmente ci saranno anche altre armoniche di ordine più elevato, ma evidentemente i progettisti non hanno ritenuto di doverle filtrare.
Mi ricordo che ne lessi una prova d'ascolto su Suono molti anni fà, purtroppo l'azienda produttrice mi sembra sia non più attiva.
Io credo che sia un'apparecchio da usare solo quando si hanno gravi problemi di fluttuazione della tensione di rete.>>

E allora fai le domande e poi non ti vai neanche a leggere le risposte?
A saperlo non avrei neanche risposto. Shocked
Comunque io non sono contrario ai condizionatori di rete, anzi; ma ho scritto che quel tipo di apparecchio è uno stabilizzatore, e per me, non è adatto per alimentare un'impianto hi-fi.
Lo dico perchè ne ho provato uno, non il Gate for music, ma uno "normale", secondo me il suono peggiorava.
Naturalmente questo è soltanto il mio parere, se con il suo uso il suono del tuo impianto è migliorato e/o ti piace di più hai fatto benissimo a prenderlo.
Riguardo alle differenze che il Gate for music ha rispetto ad un normale stabilizzatore a risonanza cioè il secondo trasformatore con i filtri per 3a e 5a armonica che dovrebbero renderlo adatto ad un uso audio mi permetto di notare che:
1) i filtri devono essere accordati in maniera perfetta.
Inoltre qualsiasi scostamento della frequenza di rete dai 50Hz li rende meno efficaci, questa è un'osservazione più accademica che pratica poichè, per fortuna, la frequenza di rete è inchiodata ai 50Hz(scostamenti di pochi decimi di Hertz), ciò non toglie che i filtri debbano essere attentamente accordati altrimenti non servono a niente.
2)da quei trasformatori, come già scritto, esce un'onda quadra.
Un'onda quadra è composta da infinite armoniche di ordine dispari, la 3a ha intensità pari ad un terzo della fondamentale, la 5a intensità pari ad un quinto, e così via.
Anche riuscendo a sopprimere perfettamente 3a e 5a armonica resta comunque un bel pò di distorsione, 7a, 9a, 11a, ecc. tanto per...la 7a avrebbe un'intensita di più di 30Volts
Sempre riguardo al discorso "onda quadra" ho avuto occasione di provare, in prestito, un rigeneratore di alternata funzionante con tecnologia switching, che appunto produce in'uscita un'onda quadra, seppure filtrata, e "suonava" veramente una schifezza.
Molto meglio "suona" un condizionatore a tecnologia tradizionale, un ELGAR, che uso per delle mie prove, la tensione alternata prodotta dall' ELGAR è perfetta, purtroppo all'ascolto si sente l'alta impedenza del trasformatore d'uscita.
E' chiaro che se il suono migliora o peggiora usando un condizionatore di rete, trasformatori vari e/o filtri è una variabile direttamente legata al tipo e alla quantità di disturbi che si concatenano nelle alimentazioni degli apparecchi.
In parole povere il rimedio NON deve essere peggiore del male.

mi scuso con te, mi era sfuggita la risposta. che cmq sottolineava quale fosse il compito del secondo trasformatore e non come ci possa riuscire. se dal primo esce un onda quadra con il limite a 220V, visto che il trasformatore lavora in completa saturazione, perchè il secondo trasformatore dovebbe procurare una stabilizzazione più precisa, visto che non lavora nemmeno in completa saturazione? non lo capisco, forse sono limitato.
per il resto sono d'accordo su tutto quello che hai scritto. personalmente rigenero la tensione per i miei componenti digitali, ma tramite amplificatori in classe A e non certo con switching (i PS Audio in tal senso fanno schifo). i filtri di questo Gate mi sembrano accordati in maniera perfetta, e me ne rendo conto proprio dall'effetto suonoro risultante dalla rigenerazione dell'AC a una frequenza frenquenza diversa da 50hz (tipo 60hz, 90hz, 110hz).

Io credo, e scrivo così perchè solo chi ha l'apparecchio in mano può verificare( noi possiamo fare solo delle ipotesi, sulla base di quanto scritto nella richiesta di brevetto( che come tutte le richieste di brevetto è, per comprensibili ragioni, abbastanza carente nei dettagli)) che il secondo trasformatore sia di dimensioni più piccole del primo e quindi più"pronto" nella risposta, comunque anche il secondo deve, necessariamente, lavorare in saturazione.
Comunque determinate spiegazioni può dartele solo chi ha costruito il Gate for Music, altrimenti devi trovare qualcuno che abbia una palla magica,
Un esperto progettista di trasformatori potrebbe dirti come lo costruirebbe lui, ma certo non saprebbe dirti, senza neanche vederlo, come lo ha costruito la Gate for Music.

sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5375
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum