T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» Multipresa filtrata cablaggio a stella
Oggi alle 21:35 Da MUSMECI ROBERTO

» Nuovo Douk Dac
Oggi alle 21:21 Da Luca Marchetti

» Un incredibile diluvio sonoro lungo 11 minuti!
Oggi alle 20:43 Da potowatax

» Arcam FMJ A19
Oggi alle 20:37 Da dinamanu

» Nuova alimentazione per Virtue One
Oggi alle 20:37 Da Albert^ONE

» Behringer ep1500
Oggi alle 19:32 Da dinamanu

» BILL EVANS: La magia di un trio riscoperto
Oggi alle 18:56 Da magistercylindrus

» [SS+sped] Cabinet Ciare H07 per PH 250
Oggi alle 18:45 Da Aunktintaun

» ciò solo 200 euri.... le scinte e il cinesino.... oppure...
Oggi alle 18:11 Da lello64

» il dubbio...
Oggi alle 16:10 Da giucam61

» SMSL M7: il dac definitivo alla portata di tutti?
Oggi alle 16:08 Da pallapippo

» Steely Dan
Oggi alle 14:54 Da lello64

» Fx-Audio D802
Oggi alle 14:05 Da Kha-Jinn

» Lista JAZZ BOX SET in vendita
Ieri alle 23:47 Da andy65

» AMPLIFICATORI VINTAGE
Ieri alle 23:45 Da nerone

» Consiglio: impianto si o no e cosa (poco spazio, max 600€)
Ieri alle 19:20 Da dinamanu

» Spyro Gyra
Ieri alle 18:51 Da andy65

» l'audiofilo chi e' secondo voi?
Ieri alle 17:48 Da Kha-Jinn

» Gegè Telesforo - Nu Joy
Ieri alle 16:45 Da potowatax

» Wynton Marsalis
Ieri alle 14:45 Da andy65

» ECM Selected Recording
Ieri alle 14:32 Da andy65

» LP jazz a Roma da non perdere
Ieri alle 14:25 Da andy65

» Roy Hargrove
Ieri alle 14:09 Da andy65

» Mel Lewis & The Jazz Orchestra - Make Me Smile & Other New Works by Bob Brookmeyer
Ieri alle 14:04 Da andy65

» Bill Evans - From Left to Right
Ieri alle 14:02 Da andy65

» concerti al manzoni di milano
Ieri alle 14:01 Da andy65

» John Coltrane - Giant Steps
Ieri alle 13:58 Da andy65

» ecco l'onesto epigono ...Johnny Winter con Muddy Waters e JL Hooker
Ieri alle 13:44 Da andy65

» Tre magiche chitarre
Ieri alle 11:24 Da Zio

» Consiglio (conferma?) Nuovo Impianto (Budget 400 euro )
Ieri alle 10:43 Da nerone

Statistiche
Abbiamo 11031 membri registrati
L'ultimo utente registrato è MUSMECI ROBERTO

I nostri membri hanno inviato un totale di 795358 messaggi in 51577 argomenti
I postatori più attivi della settimana
dinamanu
 
andy65
 
giucam61
 
lello64
 
nerone
 
Nadir81
 
Kha-Jinn
 
Albert^ONE
 
uncletoma
 
pallapippo
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15512)
 
Silver Black (15477)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9181)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 84 utenti in linea: 8 Registrati, 0 Nascosti e 76 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

domar, enrico massa, giucam61, Luca brh, Luca Marchetti, MUSMECI ROBERTO, Nadir81, tubaz

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  Giancarlo il Lun 5 Gen 2015 - 23:12

emaspac ha scritto:comunque i test che qualcuno ha proposto di fare, sono stati fatti dal vecchio proprietario...
Senza ironia.., per curiosità, perché il vecchio proprietario vende questo dispositivo?
Non ha più bisogno di stabilizzare/ripulire la rete dalle schifezze?

P.S.
Mi sembra che aver parlato dei trasformatori ferrorisonanti, non sia affatto OT e che sia una cosa seria.
Visto che la pensi diversamente.. Hello

Giancarlo
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 31.08.10
Numero di messaggi : 929
Provincia (Città) : universo
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  emaspac il Lun 5 Gen 2015 - 23:23

Giancarlo ha scritto:1) se si ha bisogno di avere una forma d'onda in uscita molto pulita si dovrà far lavorare il presente circuito alle condizioni di carico massimo;

Un DAC non sarebbe sicuramente in grado di far lavorare il circuito alle condizioni di massimo carico.
La potenza massima erogabile dall'ambaradan non è stata menzionata da nessuna parte (e che volevate pure saperlo?!  Disagree ), ma immagino sia sui 200/300VA, per cui un DAC gli fa un baffo e tanti saluti alla forma d'onda in uscita molto pulita.. Hello

un baffo? mmm... il mio DAC è un Wadia 2000, quattro telai. consuma sui 75 Watt, perchè ha un buffer di uscita che definire serio è un eufemismo, infatti lo utilizzo anche come pre. l'alimentatore del genesis digital lens, che è l'interfaccia che ha sostituito l'interfaccia originale per trasformare gli ingressi digitali RCA e BNC in fibra ST, consuma altri 35 Watt. quindi siamo sui 110 Watt. praticamente la metà del carico del condizionatore. già con questo carico i risultati sono veramente strepitosi.



avatar
emaspac
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 24.10.12
Numero di messaggi : 120
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatica/programmazione/telecomunicazioni
Provincia (Città) : neutro
Impianto : ° CAPS Zuma + Jriver + JPlay + Dirac Live Stereo + SOtM tX-USBexp Fanless PC
° Berkeley Audio Design Alpha USB USB/SPDIF Converter
° Genesis Digital Lens RAM Buffered Dejitter
° Wadia 2000 Digimaster 64x DAC
° Leben CS-600 + KT66 NOS Marconi Tube Fullamp
° Claravox Euritmica Speakers


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  emaspac il Lun 5 Gen 2015 - 23:28

Giancarlo ha scritto:
emaspac ha scritto:comunque i test che qualcuno ha proposto di fare, sono stati fatti dal vecchio proprietario...
Senza ironia.., per curiosità, perché il vecchio proprietario vende questo dispositivo?
Non ha più bisogno di stabilizzare/ripulire la rete dalle schifezze?

P.S.
Mi sembra che aver parlato dei trasformatori ferrorisonanti, non sia affatto OT e che sia una cosa seria.
Visto che la pensi diversamente.. Hello

no, non mi interessa sapere come funzionano i ferrorisonanti, perchè lo so. la cosa non seria, a parer mio e quindi senza offesa, è rispiegarlo per poi prendere a caso delle frasi al fine di dimostrare... che cosa? mica lo so. sostanzialmente non mi interessa negare i principi dei trasformatori ferro saturi per attaccare a priori un progetto. non lo voglio difendere, non voglio nemmeno difendere chi ha chiesto il brevetto venticinque anni fa. però mi pare sostanzialmente di pessimo gusto estrapolare frasi a caso per tirare delle conclusioni veramente risibili. ma questo è un mio parere, che non conta nulla.
di fatto, però, e questo sì che conta, hai scritto qualcosa di effettivo sul perchè due trasformatori feror risonanti, in serie, dovrebbero funzionare bene? o male?  meglio o peggio? mmm.. non mi pare. io invece chiedevo lumi proprio su questo circuito, non sul fatto che i ferro saturi risonanti, con correzione della forma d'onda, siano ottimi. questo già lo so. lo sanno tutti.
per finire, il vecchio proprietario è un adiofilo di vecchissima data, ha quattro di questi condizionatori, ora ha traslocato e semplicemente non ha più posto dove metterli. tra l'altro ha anche altri tre condizionatori di altre marche.
avatar
emaspac
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 24.10.12
Numero di messaggi : 120
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatica/programmazione/telecomunicazioni
Provincia (Città) : neutro
Impianto : ° CAPS Zuma + Jriver + JPlay + Dirac Live Stereo + SOtM tX-USBexp Fanless PC
° Berkeley Audio Design Alpha USB USB/SPDIF Converter
° Genesis Digital Lens RAM Buffered Dejitter
° Wadia 2000 Digimaster 64x DAC
° Leben CS-600 + KT66 NOS Marconi Tube Fullamp
° Claravox Euritmica Speakers


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  valvolas il Lun 5 Gen 2015 - 23:40

Io sono disposto a crederci quando dici che le sorgenti digitali sotto separatore suonano meglio, in parte perché ne ho preso atto a livello pratico e in parte perché so che le alimentazioni moderne su digitale sono una fucina di rumore. Ma la domanda che mi sorge é: fermo restando che le cose stanno così è che qualche soldino lo potresti anche spendere cosa ti spinge a metterci dentro 2,
3 kiloeuro (o cmq una cifra nei dintorni)quando lo stesso risultato lo otterresti col 10% (diciamo esagerando anche 20%) della spesa? Tu sei convinto che ne avresti in termini di benefici un valore aggiunto proporzionale al costo?Secondo me no.
Tutto questo beninteso nell ottica molto "laica" che ognuno dei propri soldi fa ciò che vuole...


Ultima modifica di valvolas il Lun 5 Gen 2015 - 23:46, modificato 1 volta
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  Giancarlo il Lun 5 Gen 2015 - 23:45

emaspac ha scritto:... quindi siamo sui 110 Watt. praticamente la metà del carico del condizionatore. già con questo carico i risultati sono veramente strepitosi.
La metà è ben lontana dalla condizione di massimo carico, comunque se i risultati sono strepitosi già al 50%, meglio così, e chissà.. magari se ci colleghi pure una lampada da 100W, le cose migliorerebbero ancora. Tentar non nuoce (se non alla bolletta della luce).

Mettere due trasformatori ferrorisonanti in serie secondo me non può produrre gli effetti miracolosi decantati e se così fosse, perché non metterne tre, quattro, cinque. Qual'è il limite fisico oltre cui fermarsi?
Dopo dieci trasformatori ferrorisonanti in serie avremmo forse un UPS in grado di garantirci la continuità di tensione per un'ora, visto che già due ci garantiscono una fornitura di energia in caso di mancanza di rete per lungo periodo di tempo?
Lungo quanto poi? (non è specificato)
Mi piacerebbe staccare la spina del condizionatore e vedere per quanto tempo continuerebbe a funzionare un DAC da 75W..

Io non ti sembro serio e chiedi cose che nemmeno gli inventori hanno spiegato chiaramente nella domanda di brevetto.
La domanda di brevetto depositata, non ti sembra "leggermente" lacunosa?

Giancarlo
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 31.08.10
Numero di messaggi : 929
Provincia (Città) : universo
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  emaspac il Lun 5 Gen 2015 - 23:46

valvolas ha scritto:Io sono disposto a crederci quando dici che le sorgenti digitali sotto separatore suonano meglio, in parte perché ne ho preso atto a livello pratico e in parte perché so che le alimentazioni moderne su digitale sono una fucina di rumore. Ma la domanda che mi sorge é: fermo restando che le cose stanno così è che qualche soldino lo potresti anche spendere cosa ti spinge a metterci dentro 2,
3 kiloeuro quando lo stesso risultato lo otterresti col 10% (diciamo esagerando anche 20%) della spesa? Tu sei convinto che ne avresti in termini di benefici un valore aggiunto proporzionale al costo?Secondo me no.
Tutto questo beninteso nell ottica molto "laica" che ognuno dei propri soldi fa ciò che vuole...

se questo condizionatore mi fosse costato davvero 3000 euro... non l'avrei mai comprato.
ho speso 650 euro in tutto, più la benzina per andarlo a prendere. mi pare ancora costoso, sì, ma sostanzialmente in linea col mercato odierno. oggi un condizionatore fatto con questi materiali e con questo progetto, mi verrebbe a costare non dico uguale, ma quasi. per ora, guardando la concorrenza dei condizionatori disponibili per le sorgenti, mi sento di dire che per 300 Watt di carico massimo, sono stati soldi davvero ben spesi.
avatar
emaspac
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 24.10.12
Numero di messaggi : 120
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatica/programmazione/telecomunicazioni
Provincia (Città) : neutro
Impianto : ° CAPS Zuma + Jriver + JPlay + Dirac Live Stereo + SOtM tX-USBexp Fanless PC
° Berkeley Audio Design Alpha USB USB/SPDIF Converter
° Genesis Digital Lens RAM Buffered Dejitter
° Wadia 2000 Digimaster 64x DAC
° Leben CS-600 + KT66 NOS Marconi Tube Fullamp
° Claravox Euritmica Speakers


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  valvolas il Lun 5 Gen 2015 - 23:52

600 euro sono cmq soldi, ma la cosa prende un altra piega, purchè sia in ordine e funzionante saresti allineato (quasi) a cifre di mercato.la cifra del "nuovo" è improponibile per il suo utilizzo
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  emaspac il Lun 5 Gen 2015 - 23:53

Giancarlo ha scritto:

Mettere due trasformatori ferrorisonanti in serie secondo me non può produrre gli effetti miracolosi decantati e se così fosse, perché non metterne tre, quattro, cinque. Qual'è il limite fisico oltre cui fermarsi?
Dopo dieci trasformatori ferrorisonanti in serie avremmo forse un UPS in grado di garantirci la continuità di tensione per un'ora, visto che già due ci garantiscono una fornitura di energia in caso di mancanza di rete per lungo periodo di tempo?
Lungo quanto poi? (non è specificato)

non lo so che vantaggio possa avere questo circuito, a parte un maggiore isolamento. per questo chiedevo. ad ogni modo come condizionatore funziona davvero.
come UPS, beh, non te lo so dire. non l'ho comprato per quello, anche sono comunque soddisfatto di avere un soft stop in caso di crash.
avatar
emaspac
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 24.10.12
Numero di messaggi : 120
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatica/programmazione/telecomunicazioni
Provincia (Città) : neutro
Impianto : ° CAPS Zuma + Jriver + JPlay + Dirac Live Stereo + SOtM tX-USBexp Fanless PC
° Berkeley Audio Design Alpha USB USB/SPDIF Converter
° Genesis Digital Lens RAM Buffered Dejitter
° Wadia 2000 Digimaster 64x DAC
° Leben CS-600 + KT66 NOS Marconi Tube Fullamp
° Claravox Euritmica Speakers


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  valvolas il Mar 6 Gen 2015 - 0:06

Il mercato vero di questi apparecchi é quello industriale e servono se di stabilizzazione e separazione a salvaguardare apparecchiature e personale (spero nell'ordine opposto ☺).Questo lavoro di solito lo fanno egregiamente qnd ho dovuto arrendermi e schermature,filtri,optoisolatori non bastavano più, si ricorreva ai separatori pero' gli uffici preposti al budget non facevano quasi mai salti di gioia all' arrivo delle fatture.
.
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  emaspac il Mar 6 Gen 2015 - 0:13

valvolas ha scritto:Il mercato vero di questi apparecchi é quello industriale e servono se di stabilizzazione e separazione a salvaguardare apparecchiature e personale (spero nell'ordine opposto ☺).Questo lavoro di solito lo fanno egregiamente qnd ho dovuto arrendermi e schermature,filtri,optoisolatori non bastavano più, si ricorreva ai separatori pero' gli uffici preposti al budget non facevano quasi mai salti di gioia all' arrivo delle fatture.
.

a proposito di costi, credo che il condizionatore abbia avuto un prezzo così elevato all'epoca anche per la componentistica utilizzata. se ad esempio i condensatori montati sono come quelli del pre linea della stessa epoca:

http://www.puntomusica.org/aln1__preamplificatore_di_linea.htm

beh, allora il dielettrico a gas inerte ha un costo vero. come il teflon e il rame rivestito di argento.
cmq devo aprirlo anche per capire come sta messo e di cosa si tratta.
avatar
emaspac
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 24.10.12
Numero di messaggi : 120
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatica/programmazione/telecomunicazioni
Provincia (Città) : neutro
Impianto : ° CAPS Zuma + Jriver + JPlay + Dirac Live Stereo + SOtM tX-USBexp Fanless PC
° Berkeley Audio Design Alpha USB USB/SPDIF Converter
° Genesis Digital Lens RAM Buffered Dejitter
° Wadia 2000 Digimaster 64x DAC
° Leben CS-600 + KT66 NOS Marconi Tube Fullamp
° Claravox Euritmica Speakers


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  valterneri il Mar 6 Gen 2015 - 1:00

Giancarlo!
Ho fatto male a risvegliarti dal sonno, sei stato troppo cattivo!
Hai preso a testate quel povero stabilizzatore da 25 Kg. di ferrosaturo
e naturalmente hai vinto te!
Giancarlo ha scritto:L'ultimo esemplare di tali stabilizzatori capitato per le mani di mio padre
è da una ventina d'anni che .... è stato riutilizzato come contenitore  Hehe
So per certo che ai tempi del "non c'è televisore senza stabilizzatore in ferro"
ne giravano molti che dentro la resina nera per non farlo vibrare
se ne stagnava un bel mattone rosso,
e i televisori se ne funzionavano ancora tranquilli tranquilli.
emaspac ha scritto:vabbè, ora stiamo a discutere pure le proprietà dei ferro risonanti?
Emas, non essere ingrato!
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3687
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  fritznet il Mar 6 Gen 2015 - 1:31

Mettere in dubbio la fede presenta i ben noti rischi...
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 9181
Località : Stolvizza
Provincia (Città) : soot al buondì motta
Impianto : lol-fi


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  emaspac il Mar 6 Gen 2015 - 8:38

ragazzi, ma di quale fede parlate? sinceramente a rileggere gli interventi si percepisce solo l'astio un po' ridicolo di alcuni di voi verso i condizionatori. o verso questo qui in particolare? boh, fatti vostri. invece di fornire info sul circuito avete propinato banalità sui ferri risonanti e considerazioni dozzinali, per attestare la vostra superiorità nei confronti di gente da denigrare. poi tirate fuori la fede, quando è evidente che si dovrebbe parlare di ego. secondo me l'atteggiamento non fa trasparire alcuna competenza: non sapere che gli apparati presenti in casa, audio o meno, si inquinano a vicenda significa essere ignoranti in materia. sottovalutarne gli effetti e sostenere che i condizionatori non servono a nulla é una bella fantasia. comunque, non voglio certo farvi cambiare opinione: il mondo è bello perchè e vario e alla fine ognuno si gode il suo impianto col suono che più è abituato a sentire. per il circuito sto anche chiedendo altrove, grazie lo stesso. Ok
avatar
emaspac
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 24.10.12
Numero di messaggi : 120
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatica/programmazione/telecomunicazioni
Provincia (Città) : neutro
Impianto : ° CAPS Zuma + Jriver + JPlay + Dirac Live Stereo + SOtM tX-USBexp Fanless PC
° Berkeley Audio Design Alpha USB USB/SPDIF Converter
° Genesis Digital Lens RAM Buffered Dejitter
° Wadia 2000 Digimaster 64x DAC
° Leben CS-600 + KT66 NOS Marconi Tube Fullamp
° Claravox Euritmica Speakers


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  emaspac il Mar 6 Gen 2015 - 8:53

valterneri ha scritto:Giancarlo!
Ho fatto male a risvegliarti dal sonno, sei stato troppo cattivo!
Hai preso a testate quel povero stabilizzatore da 25 Kg. di ferrosaturo
e naturalmente hai vinto te!

ma per favore, dai. anche le pacche sulle spalle quando uno non ha scritto niente? no, su. non sono un incompetente, sono laureato in informatica con indirizzo elettronico e lavoro nelle telecomunicazioini da venti anni: leggere i preconcetti spacciati per scienza mi fa solo sorridere. amaramente, ma sorridere. pensare che chiedevo informazioni a qualcuno veramente in grado di capire e spiegare quel circuito, non chiedevo mica se i cavi funzionano, se i condizionatori funzionano, se gli apparati fatti in casa sono i migliori, se ci vuole il manico, se un t-amp modificato va meglio di un luxman, e tutto il resto. il folklore non mi interessa.
avatar
emaspac
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 24.10.12
Numero di messaggi : 120
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatica/programmazione/telecomunicazioni
Provincia (Città) : neutro
Impianto : ° CAPS Zuma + Jriver + JPlay + Dirac Live Stereo + SOtM tX-USBexp Fanless PC
° Berkeley Audio Design Alpha USB USB/SPDIF Converter
° Genesis Digital Lens RAM Buffered Dejitter
° Wadia 2000 Digimaster 64x DAC
° Leben CS-600 + KT66 NOS Marconi Tube Fullamp
° Claravox Euritmica Speakers


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  valterneri il Mar 6 Gen 2015 - 9:09

http://forum.videohifi.com/discussion/370357/gate-ir-1-condizionatore-di-rete-ferro-risonante-multiplo-brevetto
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3687
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  emaspac il Mar 6 Gen 2015 - 9:49

valterneri ha scritto:http://forum.videohifi.com/discussion/370357/gate-ir-1-condizionatore-di-rete-ferro-risonante-multiplo-brevetto

sì, ho chiesto anche lì. in generale mi sembrano competenti ma anche presuntuosi. vediamo se ottengo risposte.
avatar
emaspac
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 24.10.12
Numero di messaggi : 120
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatica/programmazione/telecomunicazioni
Provincia (Città) : neutro
Impianto : ° CAPS Zuma + Jriver + JPlay + Dirac Live Stereo + SOtM tX-USBexp Fanless PC
° Berkeley Audio Design Alpha USB USB/SPDIF Converter
° Genesis Digital Lens RAM Buffered Dejitter
° Wadia 2000 Digimaster 64x DAC
° Leben CS-600 + KT66 NOS Marconi Tube Fullamp
° Claravox Euritmica Speakers


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  Giancarlo il Mar 6 Gen 2015 - 10:45

Che cosa c'è da spiegare in quel circuito che non ti è chiaro?
Hai detto che conosci il funzionamento dei trasformatori ferrorisonanti, per cui non capisco cosa non ti sia chiaro, visto che è di questo che si tratta con l'aggiunta di filtri in uscita.

A differenza dei classici stabilizzatori di tensione AC, qui ci sono due trasformatori in serie:
L'uscita del primo è collegata all'entrata del secondo.
Il primo trasformatore ha la funzione di stabilizzatore di tensione e il secondo ha principalmente la funzione di filtro delle armoniche dispari prodotte dal primo.
All'uscita del primo trasformatore che lavora in forte saturazione, è presente una forte distorsione della forma sinusoidale, dovute alla presenza di armoniche da lui generate.
Il secondo trasformatore, che invece lavora in saturazione parziale, avrà una ridotta funzionalità stabilizzatrice, ma questo poco importa, perché la sua funzione principale sarà quella di filtrare le armoniche dispari (terza e quinta).

Tutto questo è stato fatto per ottenere una forma d'onda più pulita rispetto ai classici circuiti con un solo trasformatore ferrorisonante.

Hai detto che hai pure visto le forme d'onda rilevate del circuito e che senti miglioramenti sensibili. Ottimo!
Sarebbe stato utile vedere queste forme d'onda e visto che ora lo stabilizzatore è nelle tue mani potrai fare tutte le prove/misure che riterrai opportune.

Il quadro mi sembra completo.

Nota: Io ho solo fatto notare incongruenze nella descrizione del brevetto, non ho mai detto che i trasformatori ferrorisonanti non svolgano la loro funzione stabilizzatrice.
Posso criticare la modalità di stesura di una domanda di brevetto, oppure no, visto che secondo me tale documento deve essere redatto in maniera chiaro/esplicativa, e che se così fosse stato, magari ti avrebbe evitato di chiedere info sui forum?
Poi non credo anche che si raggiungano livelli di stabilizzazione tali, da permenttere il funzionamento in caso di prolungati periodi di assenza di rete.
E' solo questo che ho contestato.

Sulla reale necessità di questi oggetti vintage.. beh.. diciamo che secondo me tali oggetti potevano avere senso 50 anni fa, ma adesso, a meno di non ritrovarsi in zone rurali, collegati ad una vecchia linea elettrica palificata di legno, che alimenta anche una vicina ditta artigianale che, ogni volta che accende i suoi macchinari, fa scendere la tensione di rete da 230V a 180/190V, non ne vedo l'utilità.

Ma ripeto questa è solo la mia opinione.

Giancarlo
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 31.08.10
Numero di messaggi : 929
Provincia (Città) : universo
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  emaspac il Mar 6 Gen 2015 - 13:46

il secondo trasformatore é li per filtrare le armoniche? mmm... il brevetto dice che invece stabilizza la tensione a breve termine, in modo ancor più preciso. poi ci sono i filtri per le armoniche. come fa? il primo può effettivamente far passare una tensione fuori range per qualche istante?
avatar
emaspac
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 24.10.12
Numero di messaggi : 120
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatica/programmazione/telecomunicazioni
Provincia (Città) : neutro
Impianto : ° CAPS Zuma + Jriver + JPlay + Dirac Live Stereo + SOtM tX-USBexp Fanless PC
° Berkeley Audio Design Alpha USB USB/SPDIF Converter
° Genesis Digital Lens RAM Buffered Dejitter
° Wadia 2000 Digimaster 64x DAC
° Leben CS-600 + KT66 NOS Marconi Tube Fullamp
° Claravox Euritmica Speakers


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  Giancarlo il Mar 6 Gen 2015 - 14:10

emaspac ha scritto:il secondo trasformatore é li per filtrare le armoniche? mmm... il brevetto dice che invece stabilizza la tensione a breve termine, in modo ancor più preciso. poi ci sono i filtri per le armoniche. come fa? il primo può effettivamente far passare una tensione fuori range per qualche istante?
Hai ragione, scusa, i filtri, denominati "ST" di fig. D (raffigurati anche in fig. L) sono quelli che logicamente fanno da filtro delle armoniche (terza e quinta):
Il primo trasformatore a saturazione spinta sarà quello che farà la maggior parte del lavoro di stabilizzazione.
Il secondo essendo in bassa saturazione, dovrebbe fare una sorta di regolazione "fine" sulle variazioni più repentine e sicuramente introdurrà meno distorsioni del primo.
I filtri, invece attenueranno le armoniche.

P.S.
Non è facile leggere e interpretare a video un documento di 22 pagine, dove le figure sono a pag.3 e in fondo, ma non a fianco della descrizione..


Giancarlo
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 31.08.10
Numero di messaggi : 929
Provincia (Città) : universo
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  valterneri il Mar 6 Gen 2015 - 15:35

Giancarlo!
Da ieri il governo ha messo su una nuova tassarella di mezzo cent
per ogni parola scritta nei forum.
Io, testè nominato "Balivo", sono l'incaricato alla riscossione:

mi devi 600 euro coi quali naturalmente mi ci comprerò un ferrosaturo d'acciaio lucente
che in eterno mai un filo di ruggine lo fermerà
che mi filtrerà anche l'anima aprendomi insperabilmente le porte del Paradiso.
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3687
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  Giancarlo il Mar 6 Gen 2015 - 15:57

valterneri ha scritto:Giancarlo!
Da ieri il governo ha messo su una nuova tassarella di mezzo cent
per ogni parola scritta nei forum.
Io, testè nominato "Balivo", sono l'incaricato alla riscossione:

mi devi 600 euro coi quali naturalmente mi ci comprerò un ferrosaturo d'acciaio lucente
che in eterno mai un filo di ruggine lo fermerà
che mi filtrerà anche l'anima aprendomi insperabilmente le porte del Paradiso.
Hehe Hehe Hehe MITICO!

Giancarlo
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 31.08.10
Numero di messaggi : 929
Provincia (Città) : universo
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  fritznet il Mar 6 Gen 2015 - 16:48

emaspac ha scritto:ragazzi, ma di quale fede parlate? sinceramente a rileggere gli interventi si percepisce solo l'astio un po' ridicolo di alcuni di voi verso i condizionatori. o verso questo qui in particolare? boh, fatti vostri.

A me invece sembra che Valterneri, Valvolas, Sonic63 e Giancarlo ti abbiano risposto ciascuno a modo proprio, ma comunque motivando e argomentando, certo, analizzando o il circuito in sè, o la descrizione del circuito tratta dal brevetto, cos'altro avrebbero dovuto descrivere, le impressioni di ascolto?

Forse tu ti aspettavi un coro di "bravo, hai fatto un affare"?
E' chiaro che tu sei contento dell'acquisto, accetta, se vuoi, il fatto che non tutti possano ritenere l'acquisto di un oggetto simile sensato, per questo parlo di "fede".
Valter in studio non ne usa, ha anche spiegato il motivo, lo stesso motivo di Valvolas e Giancarlo, Sonic63 credo ne usi uno autocostruito.

emaspac ha scritto:

invece di fornire info sul circuito avete propinato banalità sui ferri risonanti e considerazioni dozzinali, per attestare la vostra superiorità nei confronti di gente da denigrare. poi tirate fuori la fede, quando è evidente che si dovrebbe parlare di ego. secondo me l'atteggiamento non fa trasparire alcuna competenza¹: non sapere che gli apparati presenti in casa, audio o meno, si inquinano a vicenda significa essere ignoranti in materia² . sottovalutarne gli effetti e sostenere che i condizionatori non servono a nulla é una bella fantasia³. comunque, non voglio certo farvi cambiare opinione: il mondo è bello perchè e vario e alla fine ognuno si gode il suo impianto col suono che più è abituato a sentire. per il circuito sto anche chiedendo altrove, grazie lo stesso. Ok

Se la metti così...
hai letto i post sull'argomento di alcune delle persone in assoluto più tecnicamente competenti qui sul forum, se per te sono "incompetenti", "ignoranti" e "fantasiosi", cosa vuoi che ti scriva io, che della mia incompetenza, ignoranza e fantasiosità ( Hehe ) meno addirittura vanto???

avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 9181
Località : Stolvizza
Provincia (Città) : soot al buondì motta
Impianto : lol-fi


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  emaspac il Mar 6 Gen 2015 - 17:13

fritznet ha scritto:
emaspac ha scritto:ragazzi, ma di quale fede parlate? sinceramente a rileggere gli interventi si percepisce solo l'astio un po' ridicolo di alcuni di voi verso i condizionatori. o verso questo qui in particolare? boh, fatti vostri.

A me invece sembra che Valterneri, Valvolas, Sonic63 e Giancarlo ti abbiano risposto ciascuno a modo proprio, ma comunque motivando e argomentando, certo, analizzando o il circuito in sè, o la descrizione del circuito tratta dal brevetto, cos'altro avrebbero dovuto descrivere, le impressioni di ascolto?

Forse tu ti aspettavi un coro di  "bravo, hai fatto un affare"?
E' chiaro che tu sei contento dell'acquisto, accetta, se vuoi, il fatto che non tutti possano ritenere l'acquisto di un oggetto simile sensato, per questo parlo di "fede".
Valter in studio non ne usa, ha anche spiegato il motivo, lo stesso motivo di Valvolas e Giancarlo, Sonic63 credo ne usi uno autocostruito.

Se la metti così...
hai letto i post sull'argomento di alcune delle persone in assoluto più tecnicamente competenti qui sul forum, se per te sono "incompetenti", "ignoranti" e "fantasiosi", cosa vuoi che ti scriva io, che della mia incompetenza, ignoranza e fantasiosità ( Hehe ) meno addirittura vanto???


eh, sinceramente ti sembra male. non ci prendiamo in giro. hanno analizzato il circuito in sé? o il brevetto? chi l'ha fatto? davvero?
a parte l'ultimo post, in cui si è tentato di capire perchè è stato inserito il secondo trasformatore a saturazione parziale e a cosa serva davvero (che è stata la mia domanda fin dal principio), il resto è stata una dissertazione abbastanza ridicola su quanto grande fosse la mia ca**ata nell'acquistare il condizionatore.  tutti o gran parte dei commenti arrivavano dall'alto di una convinzione farlocca che i condizionatori non servano: oltre ad essere scentificamente sbagliata, e di molto se si ha a che fare con le alimentazioni dei giorni nostri, è comunque un'opinione e non si può analizzare un circuito con sufficienza o disprezzo basandosi su tale opinione. mi aspettavo un altro tipo di approccio, un po' più serio. tra l'altro, invece dell'analisi di un circuito, avete analizzato le mie intenzioni. non mi sembra che fosse richiesto.
infine, ci mettete anche l'ironia? o lo sdegno? per favore su, ridiamoci sopra va.
grazie comunque della collaborazione.
avatar
emaspac
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 24.10.12
Numero di messaggi : 120
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatica/programmazione/telecomunicazioni
Provincia (Città) : neutro
Impianto : ° CAPS Zuma + Jriver + JPlay + Dirac Live Stereo + SOtM tX-USBexp Fanless PC
° Berkeley Audio Design Alpha USB USB/SPDIF Converter
° Genesis Digital Lens RAM Buffered Dejitter
° Wadia 2000 Digimaster 64x DAC
° Leben CS-600 + KT66 NOS Marconi Tube Fullamp
° Claravox Euritmica Speakers


Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  valvolas il Mar 6 Gen 2015 - 18:31

Io lo uso certo, ma si tratta di un vecchio trafo che ho assemblato su un supporto con 3 prese di uscita.Tutto questo solo su sorgenti digitali mi hanno convinto in parte le impressioni di ascolto e in parte gli utilizzi in campo lavorativo,ma applicati in altri contesti.Non l'ho scritto prima,che in quegli utilizzi le peggiori condizioni di funzionamento con episodi di innesco di macchine erano concomitanti spesso (ma non sempre) a delle distribuzioni bifase,che credo e spero non esistano piu.E con il trafo di separazione ne sono uscito sempre
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  sonic63 il Mar 6 Gen 2015 - 18:51

emaspac ha scritto:
fritznet ha scritto:

A me invece sembra che Valterneri, Valvolas, Sonic63 e Giancarlo ti abbiano risposto ciascuno a modo proprio, ma comunque motivando e argomentando, certo, analizzando o il circuito in sè, o la descrizione del circuito tratta dal brevetto, cos'altro avrebbero dovuto descrivere, le impressioni di ascolto?

................................................................................................................................................................................

eh, sinceramente ti sembra male. non ci prendiamo in giro. hanno analizzato il circuito in sé? o il brevetto? chi l'ha fatto? davvero?
a parte l'ultimo post, in cui si è tentato di capire perchè è stato inserito il secondo trasformatore a saturazione parziale e a cosa serva davvero (che è stata la mia domanda fin dal principio), il resto è stata una dissertazione abbastanza ridicola su quanto grande fosse la mia ca**ata nell'acquistare il condizionatore.  tutti o gran parte dei commenti arrivavano dall'alto di una convinzione farlocca che i condizionatori non servano: oltre ad essere scentificamente sbagliata, e di molto se si ha a che fare con le alimentazioni dei giorni nostri, è comunque un'opinione e non si può analizzare un circuito con sufficienza o disprezzo basandosi su tale opinione. mi aspettavo un altro tipo di approccio, un po' più serio. tra l'altro, invece dell'analisi di un circuito, avete analizzato le mie intenzioni. non mi sembra che fosse richiesto.
infine, ci mettete anche l'ironia? o lo sdegno? per favore su, ridiamoci sopra va.
grazie comunque della collaborazione.


Io questo l'ho scritto ieri alle 20.42(pag.2) rispondendo alla tua domanda sulla funzione del secondo trasformatore:
<<Per il suo principio di funzionamento uno stabilizzatore(non dimentichiamo che è un'oggetto che nasce per stabilizzare la tensione di rete, non per filtrarla) a ferro saturo distorce la sinusoide di rete rendendola simile ad una quadra(come un'ampli in clipping) per cui abbatte parte dei disturbi provenienti dalla rete, ma ne crea altri.
Il secondo trasformatore del Gate for Music serve a stabilizzare la tensione in maniera ancora più precisa e con i due filtri LC collegati al suo secondario filtrare 3a e 5a armonica della distorsione prodotta dalla saturazione, naturalmente ci saranno anche altre armoniche di ordine più elevato, ma evidentemente i progettisti non hanno ritenuto di doverle filtrare.
Mi ricordo che ne lessi una prova d'ascolto su Suono molti anni fà, purtroppo l'azienda produttrice mi sembra sia non più attiva.
Io credo che sia un'apparecchio da usare solo quando si hanno gravi problemi di fluttuazione della tensione di rete.>>

E allora fai le domande e poi non ti vai neanche a leggere le risposte?
A saperlo non avrei neanche risposto. Shocked
Comunque io non sono contrario ai condizionatori di rete, anzi; ma ho scritto che quel tipo di apparecchio è uno stabilizzatore, e per me, non è adatto per alimentare un'impianto hi-fi.
Lo dico perchè ne ho provato uno, non il Gate for music, ma uno "normale", secondo me il suono peggiorava.
Naturalmente questo è soltanto il mio parere, se con il suo uso il suono del tuo impianto è migliorato e/o ti piace di più hai fatto benissimo a prenderlo.
Riguardo alle differenze che il Gate for music ha rispetto ad un normale stabilizzatore a risonanza cioè il secondo trasformatore con i filtri per 3a e 5a armonica che dovrebbero renderlo adatto ad un uso audio mi permetto di notare che:
1) i filtri devono essere accordati in maniera perfetta.
Inoltre qualsiasi scostamento della frequenza di rete dai 50Hz li rende meno efficaci, questa è un'osservazione più accademica che pratica poichè, per fortuna, la frequenza di rete è inchiodata ai 50Hz(scostamenti di pochi decimi di Hertz), ciò non toglie che i filtri debbano essere attentamente accordati altrimenti non servono a niente.
2)da quei trasformatori, come già scritto, esce un'onda quadra.
Un'onda quadra è composta da infinite armoniche di ordine dispari, la 3a ha intensità pari ad un terzo della fondamentale, la 5a intensità pari ad un quinto, e così via.
Anche riuscendo a sopprimere perfettamente 3a e 5a armonica resta comunque un bel pò di distorsione, 7a, 9a, 11a, ecc. tanto per...la 7a avrebbe un'intensita di più di 30Volts
Sempre riguardo al discorso "onda quadra" ho avuto occasione di provare, in prestito, un rigeneratore di alternata funzionante con tecnologia switching, che appunto produce in'uscita un'onda quadra, seppure filtrata, e "suonava" veramente una schifezza.
Molto meglio "suona" un condizionatore a tecnologia tradizionale, un ELGAR, che uso per delle mie prove, la tensione alternata prodotta dall' ELGAR è perfetta, purtroppo all'ascolto si sente l'alta impedenza del trasformatore d'uscita.
E' chiaro che se il suono migliora o peggiora usando un condizionatore di rete, trasformatori vari e/o filtri è una variabile direttamente legata al tipo e alla quantità di disturbi che si concatenano nelle alimentazioni degli apparecchi.
In parole povere il rimedio NON deve essere peggiore del male.

sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5375
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stabilizzatore ferro risonante multiplo

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum