T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» tpa3255 vs tda8954
Oggi alle 5:02 Da Kha-Jinn

» pilotare cerwin veg p10
Oggi alle 0:56 Da vds

» Ho ordinato i Batpure
Oggi alle 0:37 Da lello64

» rame con purezza 7N
Oggi alle 0:27 Da lello64

» Calcolo litraggio avendo parametri woofer
Ieri alle 23:45 Da franzfranz

» è ora di rivalvolare!
Ieri alle 23:40 Da Albert^ONE

» Preamplificatore...sono in vena di spendere soldi!
Ieri alle 22:18 Da windopz

» Impianto Home Theatre e Giradischi
Ieri alle 21:15 Da fabrizio6684

» consiglio per impianto "multiuso"
Ieri alle 21:06 Da fabrizio6684

» Problema stereo schneider
Ieri alle 20:19 Da Giuseppe1994

» Audioquest Forest usb
Ieri alle 19:25 Da wolfman

» Consiglio acquisto mini diffurosi budjet 100€
Ieri alle 19:24 Da 22b5g41b5dw

» Anniversario dei 10 anni!
Ieri alle 18:03 Da MaurArte

» L’angolo di paradiso di ITACA
Ieri alle 17:18 Da SubitoMauro

» Doppia polarità nel potenziometro
Ieri alle 16:21 Da lukyluke

» musica dal pc
Ieri alle 12:51 Da 22b5g41b5dw

» consigli su casse, ampli, dac..
Ieri alle 12:40 Da rexcetzed

» Acquisto giradischi
Ieri alle 11:12 Da Ivan

» Software APM Tool Lite
Ieri alle 9:01 Da gubos

» Sure Tk 2050 anti bumb
Ieri alle 3:09 Da nidzo

» Conferma casse Mission lx2 e consiglio amplificatore
Ieri alle 0:10 Da theRIDDIK

» Testina nuova per il mio Thorens TD-160
Mar 20 Feb 2018 - 23:10 Da panologo

» ALIENTEK D8 [parte 2]
Mar 20 Feb 2018 - 22:09 Da lello64

» ronzio amplificatore Pioneer
Mar 20 Feb 2018 - 22:08 Da franzfranz

» scanspeak sta' un pezzo avanti!
Mar 20 Feb 2018 - 16:21 Da dinamanu

» Giradischi suona anche se collegato a stereo
Mar 20 Feb 2018 - 14:33 Da lello64

» [PU+ss] Coppia woofer 10" Ciare HW250 upgradati
Mar 20 Feb 2018 - 13:53 Da Rino88ex

» Subwoofer ripolo- Lo faccio o lascio perdere?
Mar 20 Feb 2018 - 12:14 Da SubitoMauro

» [MB] Cambridge Audio DacMagic 100
Mar 20 Feb 2018 - 10:20 Da verderame

» Cavi potenza Neutral Cable Mantra 2 - Euro 200
Mar 20 Feb 2018 - 8:50 Da Enry

Statistiche
Abbiamo 11435 membri registrati
L'ultimo utente registrato è elephant

I nostri membri hanno inviato un totale di 807266 messaggi in 52385 argomenti
I postatori più attivi della settimana
lello64
 
22b5g41b5dw
 
p.cristallini
 
Albert^ONE
 
giucam61
 
franzfranz
 
scontin
 
sportyerre
 
Kha-Jinn
 
Ivan
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15551)
 
Silver Black (15513)
 
nd1967 (12810)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10287)
 
piero7 (9854)
 
fritznet (9356)
 
wasky (9229)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 40 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 39 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

fabrizio6684

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Keith Richards: sulla qualità delle registrazioni musicali

Andare in basso

Keith Richards: sulla qualità delle registrazioni musicali

Messaggio  mauz il Ven 25 Gen 2013 - 13:06


Keith Richards, Life
Feltrinelli, pag.477

"Subito dopo Exile, arrivò tanta nuova tecnologia che perfino il fonico più intelligente del mondo non sapeva cosa stesse succedendo. Com'è che ai tempi di Denmark Street riuscivo a ottenere un bel suono di batteria con un solo microfono, e adesso con quindici microfoni viene fuori un suono di batteria che sembra qualcuno che caga su un tetto di latta? Tutti si sono fatti prendere la mano dalla tecnologia, e adesso, lentamente, stanno tornando a riva. Nella musica classica, stanno registrando da capo tutto quello che avevano registrato in digitale negli anni ottanta e novanta, perché la qualità non è nemmeno paragonabile. Io ho sempre avuto la sensazione di combattere contro la tecnologia, che la tecnologia non aiutasse per niente. Ecco perché ci metteva tanto tempo a fare le cose. Fraboni ci è passato, è passato attraverso quella mentalità per cui se non mettevi quindici microfoni per la batteria non sapevi cosa stavi facendo. Poi il bassista veniva isolato, così tutti si trovavano in questi cubicoli o piccionaie. Stai suonando in questa stanza enorme e non ne utilizzi neanche un po'. Questa idea di separazione è l'antitesi del Rock'n'roll, che consiste in un gruppo di persone in una stanza che creano un suono e si limitano a catturarlo. Si tratta del suono che producono insieme, non separati. Queste stronzate mistiche sulla stereofonia e l'hi-tech e il dolby vanno totalmente contro la sostanza di quello che la musica dovrebbe essere."
ecco, io sono molto d'accordo col brillante guitarrista e, almeno filosoficamente se non per quello che ho ascoltato, ho molta stima della progettazione audio minimalista.
mi chiedo se però ciò sia vero per tutti i generi musicali. io che son cresciuto a comprarmi un ellepì a settimana spendendoci tutta la paghetta in un colpo solo, ho sviluppato e mantenuto dei gusti musicali verso i suoni prodotti da strumenti elettroacustici. e quindi, magari, qualcosa tipo la riproduzione di musica ottenuta con strumentazione interamente digitale mi sfugge.
è che anche nella musica elettronica prediligo quella minimalista, che su di un impianto minimalista trovo suoni benissimo anche lei.
credo quindi che chi ascolta musica forte molto testosteronica abbia idee differenti a riguardo Mmm
avatar
mauz
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 24.01.10
Numero di messaggi : 3141
Località : collina
Provincia (Città) : (BI)
Impianto :
NVA a30px
Royd Merlin
Bushmaster DAC
SONY CDP338ESD
SONY XDR F1HD
Mac Mini

Tornare in alto Andare in basso

Re: Keith Richards: sulla qualità delle registrazioni musicali

Messaggio  Vella il Ven 25 Gen 2013 - 14:45

Solo per iniziare la discussione, la questione è stata affrontata l'anno scorso da un editoriale di Stereophile, in cui si definiva la maniera moderna di registare in studio una "deflavourizing machine" (da un film di Woody Allen, in cui diceva che sua madre quando cucinava era come se passasse tutto in una deflavourizing machine e il cibo non sapeva di niente).
Oggi non solo in studio di registtra una traccia per volta, ma tutto viene passato in ProTool, e magari basso e batteria sono registrati a Londra, la chitarra a Los Angeles e il tutto mixato e masterizzato a New York.
Cetena di montaggio.
Eppoi ci stupiamo se gli albun dei Rolling Stones o del Bob Dylan del caso, registtrati 30 anni fa continuano a vendere e a entusiasmare!!
avatar
Vella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary


Tornare in alto Andare in basso

Re: Keith Richards: sulla qualità delle registrazioni musicali

Messaggio  mobydick il Ven 25 Gen 2013 - 15:17

@Vella ha scritto:
Eppoi ci stupiamo se gli albun dei Rolling Stones o del Bob Dylan del caso, registtrati 30 anni fa continuano a vendere e a entusiasmare!!

CHI si stupisce ??? Laughing Laughing Laughing Wink

avatar
mobydick
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 16.11.11
Numero di messaggi : 496
Località : Roma
Occupazione/Hobby : in attesa della pensione-moto, foto, musica !
Provincia (Città) : nero
Impianto : mai soddisfatto

Tornare in alto Andare in basso

Re: Keith Richards: sulla qualità delle registrazioni musicali

Messaggio  Vella il Ven 25 Gen 2013 - 15:35

@mobydick ha scritto:
@Vella ha scritto:
Eppoi ci stupiamo se gli albun dei Rolling Stones o del Bob Dylan del caso, registtrati 30 anni fa continuano a vendere e a entusiasmare!!

CHI si stupisce ??? Laughing Laughing Laughing Wink


Hai ragione, mica tanti si stupiscono.
Era per dire che il motivo della longevità commerciale di quei dischi è lagata anche (se non soprattutto) a una certa atmosfera, energia che trasuda da quei dischi, energia che non si crea se non suonando più o meno dal vivo, insieme, nello stesso momento, gurdandosi in faccia. E sbagliando, con performance piene di imprecisioni, sbavature; vita.
avatar
Vella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary


Tornare in alto Andare in basso

Re: Keith Richards: sulla qualità delle registrazioni musicali

Messaggio  mobydick il Ven 25 Gen 2013 - 16:59

@Vella ha scritto:
Hai ragione, mica tanti si stupiscono.
Era per dire che il motivo della longevità commerciale di quei dischi è lagata anche (se non soprattutto) a una certa atmosfera, energia che trasuda da quei dischi, energia che non si crea se non suonando più o meno dal vivo, insieme, nello stesso momento, gurdandosi in faccia. E sbagliando, con performance piene di imprecisioni, sbavature; vita.

si, ma secondo me non è nemmeno solo quello il problema.
è proprio il tipo di suono che è diverso, più "vivo" meno freddo, più coinvolgente, più "live" si ma non inteso come imprecisione ma come spirito di esecuzione.
uno come zappa era capace di provare lo stesso brano fino allo sfinimento, suo e degli altri musicisti, finio a che secondo lui non era perfetto. Eppure tutte le sue incisioni del periodo d'oro suonano stupendamende vive e vere.

avatar
mobydick
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 16.11.11
Numero di messaggi : 496
Località : Roma
Occupazione/Hobby : in attesa della pensione-moto, foto, musica !
Provincia (Città) : nero
Impianto : mai soddisfatto

Tornare in alto Andare in basso

Re: Keith Richards: sulla qualità delle registrazioni musicali

Messaggio  Vella il Ven 25 Gen 2013 - 17:06

Si ma Zappa è pur sempre un'eccezione.
E poi non veniva mai come un brano prootoolizzato, esatto al click per ogni traccia, e in più prendendo un pezzo di un take, un pezzo di un altro e uniti assieme
Il suono più "vivo" era perchè suonato "dal vivo"
avatar
Vella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary


Tornare in alto Andare in basso

Re: Keith Richards: sulla qualità delle registrazioni musicali

Messaggio  mobydick il Ven 25 Gen 2013 - 17:12

assolutamente ! Smile
stiamo dicendo la stessa cosa Wink

avatar
mobydick
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 16.11.11
Numero di messaggi : 496
Località : Roma
Occupazione/Hobby : in attesa della pensione-moto, foto, musica !
Provincia (Città) : nero
Impianto : mai soddisfatto

Tornare in alto Andare in basso

Re: Keith Richards: sulla qualità delle registrazioni musicali

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum