T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» ALIENTEK D8 [parte 2]
Oggi alle 14:08 Da nerone

» La mia opinione sul tpa3116
Oggi alle 13:02 Da fritznet

» Ciare PH 250 - Le contro Zu in stile italiano
Oggi alle 9:08 Da Tancredi76

» INDIPENDENTEMENTE DALLA CLASSE DI FUNZIONAMENTO ...
Ieri alle 23:30 Da uncletoma

» Collegamento tra sorgenti digitali
Ieri alle 23:28 Da giucam61

» Messaggi Privati
Ieri alle 21:00 Da lello64

» volumio
Ieri alle 20:57 Da pigno

» Alimentatore Lineare Audiophonics per RaspBerry PI 3 B
Ieri alle 19:02 Da Adr2016

» casse per PC
Ieri alle 17:53 Da Kha-Jinn

» Il mio angolo e non solo
Ieri alle 17:16 Da SubitoMauro

» aiuto miglioramento sala d'ascolto
Ieri alle 16:41 Da gubos

» Upgrade pre-phono
Ieri alle 15:35 Da Curelin

» POPU VENUS
Ieri alle 14:10 Da lello64

» Quali diffusori ?
Ieri alle 12:30 Da nerone

» consiglio cuffia chiusa di ogni marca
Ieri alle 11:33 Da iceman

» nad c326bee - opinioni
Ieri alle 10:21 Da giucam61

» LECTOR
Ieri alle 8:42 Da gigetto

» Bit non-perfect
Ieri alle 0:21 Da fritznet

» Trovatemi un DAC
Sab 24 Giu 2017 - 23:32 Da Calbas

» i misteri sono tanti: io ne ho uno nuovo penso!
Sab 24 Giu 2017 - 23:16 Da Calbas

» Dual1019 testina rotta
Sab 24 Giu 2017 - 20:00 Da solitario

» Consiglio sull usato
Sab 24 Giu 2017 - 19:56 Da Gabrielefenu

» giradischi
Sab 24 Giu 2017 - 18:00 Da solitario

» [VENDO] Amplificatore finale Nad 2700 Thx. Appena revisionato
Sab 24 Giu 2017 - 16:40 Da alfarome

» COMPONENTI PER PICCOLO IMPIANTO...CHI MI AIUTA?
Sab 24 Giu 2017 - 15:11 Da BullNorris

» Marantz 1040 verso Alientek D8
Sab 24 Giu 2017 - 14:47 Da nerone

» Dynavoice SA3300
Sab 24 Giu 2017 - 13:22 Da giit141

» Denon Pma50 o tengo L'Alientek D8?
Sab 24 Giu 2017 - 8:06 Da gigetto

» Alimentatore lineare 12-15V - consigli?
Sab 24 Giu 2017 - 0:21 Da Calbas

» Lettore CD usato
Ven 23 Giu 2017 - 23:37 Da giucam61

Statistiche
Abbiamo 10865 membri registrati
L'ultimo utente registrato è franc-1910

I nostri membri hanno inviato un totale di 789181 messaggi in 51240 argomenti
I postatori più attivi della settimana
fritznet
 
nerone
 
dinamanu
 
Giovanni duck
 
Tancredi76
 
metalgta
 
giucam61
 
scontin
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19630)
 
schwantz34 (15508)
 
Silver Black (15460)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10261)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9065)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 64 utenti in linea: 6 Registrati, 1 Nascosto e 57 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

cele, GGiovanni, mumps, nerone, scontin, talbain

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Autocostruzione di un subwoofer con meno di €100 , consigli.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Autocostruzione di un subwoofer con meno di €100 , consigli.

Messaggio  embty2002 il Sab 29 Nov 2008 - 15:54

Ciao a tutti,
ho un'idea che mi balza da qualche tempo, chiedo la vostra opinione per sapere se ne vale la pena.
ho un sistema con i monovia Audionirvana e TA 10.1 , premesso che queste casse per quello che fanno mi piacciono molto e non voglio cambiarle, vorrei aggiungere un sub; ma che sub?
prendendo spunto da questo articolo http://www.tnt-audio.com/casse/lowtherpm2a2.html
dove dice:



Un paio di anni fa, discutevo privatamente con uno dei ragazzi del nostro forum sull'uso degli altoparlanti a larga banda
(come i Lowther) tagliandoli a circa 200Hz lasciando al subwoofer il compito
di riempire la gamma bassa. Mentre ascoltavo i PM2A nelle Medallion, ho
guardato negli angoli dietro di loro ed ho visto i miei Goodmans da 15 pollici
messi lì a prender polvere.

Continuando a pensare a quella conversazione, ho
cominciato a fare un inventario mentale dei vari componenti a mia disposizione.
Così per caso mi ritrovavo su di uno scaffale un crossover attivo
(un Audio Research EC-3 a valvole) ed un paio di Antique Sound Labs ASL
Wave 8 amplificatori monoblocco (8 watt per canale a valvole) che ho preso
per un progetto per il sito di TNT. Hmmmm, sembrerebbe possibile metter
su una bi-amplificazione attiva.

Bene, circa mezz'ora dopo ero pronto ad accendere
l'interruttore.

Ho messo i 15 pollici Goodmans vicino agli angoli
e spostato in avanti le Medallions in modo che potessere fare le loro magie
con l'immagine sonora. Fatemi cominciare dai Goodmans. Sono ovviamente degli
altoparlanti d'epoca ad alta efficienza. Hanno circa 104dB di efficienza
e sono anche rafforzati dal posizionamento agli angoli, per cui i piccoli
Wave 8 non hanno da faticare per riprodurre le frequenze basse sotto i
100Hz. Hanno solo 2mm circa di escursione massima, forse. Hanno
dei coni di carta rigida abbastanza sottile e sono degli altoparlanti a
bassa distorsione per cui dovrebbero accoppiarsi bene ai Lowthers.

Bene, non mi ero reso conto come si sarebbero integrati
uniformemente fino a quando non ho acceso il sistema per la prima volta. Era fenomenale.
I Goodmans hanno riempito la stanza con un basso solidissimo ed estremamente
ben definito giù fino ai 30Hz. Il basso è controllato e definito quasi
come quello degli Hartsfield (che non riesco a togliemi dalla testa).
Questa combinazione suona così bene che ho infatti deciso di abbandonare
il mio kilowatt, una Bestia di sistema a favore di questo setup.

Se vi piacciono i bassi, usare la bi-amplificazione
con grandi altoparlanti d'epoca è LA strada da percorrere. Potreste
provare uno di quegli altoparlanti professionali attualmente in produzione
come i Beyma, JBL, TAD o qualcosa di simile. Probabilmente funzionerebbero
anch'essi bene. Dubito seriamente che i tipici altoparlanti a bassa
efficienza e grande escursione, si integrerebbero così uniformemente come
fanno gli altoparlanti d'epoca (ho provato lo Shiva e non si è
integrato per niente bene). Se non volete comprare un Altec o un
JBL, tantissimi altri altoparlanti d'epoca di grande diametro (12 o
15 pollici) si possono comprare quasi gratis su eBay (pensate a Jensen,
Lafayette, Vitavox o University). Dick Olsher fa qualcosa di simile
con un woofer Audax (in effetti adesso Dick sta usando un Eminence). I
Basszillas sono abbastanza diversi e non possono essere comparati con un sistema
attivo. Sono davvero due bestie diverse. OK, basta adesso parlare
di subwoofers, scusatemi.





Riprendo:

quindi per degli altoparlanti veloci come i monovia audionirvana dovrei indirizzarmi su un goodmans anni 70 o similari, su ebay con 30-40 euro si prende uno di questi. pero con soli 8 watts dovrebbero già andare bene, chi li conosce può confermare?
poi dovrei prendere un crossover attivo, come minimo €70
e un altro ampli , anche usato mosfet diciamo altri €70
il legno €20 , lana di vetro €10
totale €210 non vale la pena , meglio un usato, giusto?


ecco l'idea che mi stuzzica:
ho visto che esistono dei sistemi 2.1 per computer con "dichiarati" 60W totali .

vabbé, diciamo che al sub erogano che ne so 25W alimentazione permettendo,

dovrebbero essere più che sufficienti per un goodmans da 15" anni 70.
altro vantaggio questi sistemi integrano il volume e sopratutto il loro crossover.
ho visto un Altec 2.1 da 60W con ampli fissato alla cassa con soli 6 viti a €30 , il cui sub è un misero 4".
oppure pensavo a quella fascia di prezzo agli Empire 2.1 , o se vi sono dei classe D consumer indicatemi, grazie.

Poi, dovrei prendere tutto il gruppo amplificatore , volume , crossover di questo Altec e collegarlo alla cassa creata apposta per il 15".
così con circa 100 euro "dovrei" avere un sub che si interfaccia bene ai monovia, e altri due canali liberi per un home theatre.
che ne dite? (per il discorso home theatre con ac3filter , vi ragguaglio in seguito)


Saluti


Francesco
avatar
embty2002
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 29.11.08
Numero di messaggi : 907
Località : CT
Occupazione/Hobby : non si capisce??!!
Impianto : Motu ultralite mk1 per biamplificazione dipolo, woofer R1524, coassiali Focal PC165 da car audio. amplificazioni: hypex ucd180 sui woofer, Classe A The Wall sui medio-alti.
Analogico: giradischi Thorens TD-150 mkII , fonorivelatore Goldring 1024, pre H06 by Vicè

Tornare in alto Andare in basso

Re: Autocostruzione di un subwoofer con meno di €100 , consigli.

Messaggio  Fabio il Ven 5 Dic 2008 - 11:33

Io lo scorso anno ho dovuto accantonare delle torri mission 703 per problemi di spazio e tutt'ora ascolto la musica con l'HT collegato a piccole mission m70.
Se sei abituato a sentire i bassi senti che manca qualcosa e così mi sono messo all'opera per autocostrirmi un sub musicale.
Avevo valutato vari AP e moduli di amplificazione e penso proprio che qualcosa di decente con 100 è un'impresa impossibile.
Alla fine ho comprato un BK Electronics bello e fatto, visto che comprare i singoli componenti, moduli BK e peerless xls10, legno ecc..mi costava lo stesso se non di piu', e siamo su cifre 2 volte e mezzo quella che vuoi spendere tu.
Sono ancora a metà del guado perchè, sia con lo yamaha che pilotava le torri che con il Marantz che pilota le piccole mission, il sub mette a nudo i limiti delle elettroniche.
Per questo motivo sto cercando di costruirmi un gainclone e capire se il cerchio quadra.
Posso dirti inoltre che la taratura con casse reflex o a tromba è alquanto difficile, tanto che io ho atturato i reflex delle mission per venirne a capo, limitando però enormemente così la tenuta in potenza poichè l'escursioneaumenta esponenziamente e gli ap ovviamente sono invece dimensionati per caricamento reflex
Ritengo che se si ha lo spazio per diffusori adeguati il sub è da evitare, la distribuzione del suono con due woofer distanti sonorizza meglio la stanza, meno buchi e esaltazioni a seconda della zona di ascolto.
In caso contrario, se si vuole che le casse principali riproducano quello che possono e il sub le accompagni sulle basse frequenza, ossia senza che sia l'elettronica a determinare la frequenza di taglio come per certi HT, le casse a sopensione pnematica, ossia chiuse, avendo un curva più dolce e meno tormentata nella fase danno meno problemi di allineamento con il sub.
A dire il vero questa è solo la mia esperienza pesonale, non ho trovato riscontri in pubblicazioni, e può essere che stia teorizzando un'eresia. Laughing
avatar
Fabio
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 02.11.08
Numero di messaggi : 2516
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatico aziendale / ozio
Provincia (Città) : pessimo
Impianto : in firma

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum