T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11751 utenti, con i loro 818620 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Condividi

descriptionConsigli per autocostruzione di un SE 6L6

more_horiz
Ciao a tutti, dopo aver studiato il funzionamento delle valvole termoioniche, come polarizzarle etc... vorrei autocostruirmi un amplificatore single ended in classe A con una 6L6 come finale e una ECC81 come pre, sapreste consigliarmi qulche schema ? Che ne dite di questo :

Grazie in anticipo !!

descriptionRe: Consigli per autocostruzione di un SE 6L6

more_horiz
@nibruno26 ha scritto:
..... Grazie in anticipo !!
Ciao! Nessuno risponde?
C'erano tanti valvolofili costruttori nel forum,
ma chissà che fine hanno fatto!

Ho poca esperienza, però il circuito mi pare buono,
non avrei dubbi,
oppure potresti orientarti su un circuito un poco più semplice, per acquisire esperienza ...
alimentazione più bassa
condensatori singoli e non uno sull'altro
driver semplice e non cascode
finale con EL84 (ma anche la ECL96)

Ovviamente serve comunque un minimo di strumenti di misura.

descriptionRe: Consigli per autocostruzione di un SE 6L6

more_horiz
@valterneri ha scritto:
@nibruno26 ha scritto:
..... Grazie in anticipo !!

Ciao! Nessuno risponde?
C'erano tanti valvolofili costruttori nel forum,
ma chissà che fine hanno fatto!

Ho poca esperienza, però il circuito mi pare buono,
non avrei dubbi,
oppure potresti orientarti su un circuito un poco più semplice, per acquisire esperienza ...
alimentazione più bassa
condensatori singoli e non uno sull'altro
driver semplice e non cascode
finale con EL84 (ma anche la ECL96)

Ovviamente serve comunque un minimo di strumenti di misura.


Ciao valterneri, un minimo di esperienza nel campo l'ho, quando dici "un minimo di strumenti di misura" intendi oscilloscopio e tester ?

Per quanto rigurda l'alimentazione volevo raddrizzare, livellare e stabilizzare la 6,3v con un lm317 e un transistor NPN che funge da buffer di corrente, invece non ho capito a cosa serva l'ultimo avvolgimento collegato ai capi di c6 e c7, sta a indicare che posso utilizzare un ponte di Graetz al posto di un raddrizzatore a doppia semionda, evitando il trafo con presa centrale ?

descriptionRe: Consigli per autocostruzione di un SE 6L6

more_horiz
@nibruno26 ha scritto:
... intendi oscilloscopio e tester ?

... volevo stabilizzare la 6,3v con un LM317 e un transistor

... non ho capito a cosa serve l'ultimo avvolgimento collegato ai capi di C6 e C7

... posso utilizzare un ponte di Graetz al posto di un raddrizzatore a doppia semionda
evitando il trafo con presa centrale?

si, il minimo indispensabile è un tester (elettronico ad alta impedenza) e un oscilloscopio,
costruisciti anche un semplice carico fittizio,
due resistori da 10 Watt 8,2 Ohm vanno benissimo,
magari anche altri due da 5,6 Ohm per simulare un carico un po' più pesante.

Per stabilizzare in DC la 6,3 Volt il 317 potenziato va bene,
oppure potresti usare il 338K,
ma tieni conto che circuitando bene
si possono usare anche i 6,3 in AC
con trimmer da 470 Ohm
per calibrare lo 0 centrale senza rumore.

Al posto del trasformatore + 0 +
puoi tranquillamente usare un ponte e trasformatore singolo senza nessun'altra modifica

L'impedenza L1 è forse l'elemento più importante di tutto lo schema
(ovviamente dopo il trasformatore d'uscita).
Serve ad annullare il ripple
caricandosi e scaricandosi durante le semionde
in modo opportuno.

Invece:
non si trovano elettrolitici singoli da 630 Volt
per sostituire C6/7 C8/9 C10/11 ?
(sarebbero sufficienti da 100uF)
non mi sono mai piaciuti gli elettrolitici
uno in testa all'altro con i resistori di compensazione.

descriptionRe: Consigli per autocostruzione di un SE 6L6

more_horiz
@valterneri ha scritto:
@nibruno26 ha scritto:
... intendi oscilloscopio e tester ?

... volevo stabilizzare la 6,3v con un LM317 e un transistor

... non ho capito a cosa serve l'ultimo avvolgimento collegato ai capi di C6 e C7

... posso utilizzare un ponte di Graetz al posto di un raddrizzatore a doppia semionda
evitando il trafo con presa centrale?

si, il minimo indispensabile è un tester (elettronico ad alta impedenza) e un oscilloscopio,
costruisciti anche un semplice carico fittizio,
due resistori da 10 Watt 8,2 Ohm vanno benissimo,
magari anche altri due da 5,6 Ohm per simulare un carico un po' più pesante.

Per stabilizzare in DC la 6,3 Volt il 317 potenziato va bene,
oppure potresti usare il 338K,
ma tieni conto che circuitando bene
si possono usare anche i 6,3 in AC
con trimmer da 470 Ohm
per calibrare lo 0 centrale senza rumore.

Al posto del trasformatore + 0 +
puoi tranquillamente usare un ponte e trasformatore singolo senza nessun'altra modifica

L'impedenza L1 è forse l'elemento più importante di tutto lo schema
(ovviamente dopo il trasformatore d'uscita).
Serve ad annullare il ripple
caricandosi e scaricandosi durante le semionde
in modo opportuno.

Invece:
non si trovano elettrolitici singoli da 630 Volt
per sostituire C6/7 C8/9 C10/11 ?
(sarebbero sufficienti da 100uF)
non mi sono mai piaciuti gli elettrolitici
uno in testa all'altro con i resistori di compensazione.


Esistono condensatori del genere ma uno costa 45€, per questo credo che il progettista abbia optato per la serie con resistenze di bilanciamento, per quanto riguarda l'LM317 ho trovato questo schema: https://i62.servimg.com/u/f62/19/89/08/16/alimen10.gif
invece per quanto riguarda l'induttore ne metterò uno da 10H (maggiore è l'induttanza minore è la frequenza ti taglio, quindi meno ripple, giusto? ), mi conviene autocostruirlo, e misurare l'induttanza man mano che lo costruisco visto che un mio amico dispone di un tester da banco che misura anche l'induttanza piuttosto che comprarlo fatto no?
Grazie per la disponibilità

descriptionRe: Consigli per autocostruzione di un SE 6L6

more_horiz
L'induttanza deve essere con nucleo chiuso,
ovvero tipo trasformatore, non tipo cross-over per sub,
e poi andrà disposta ortogonalmente al trasformatore d'alimentazione.

Ricordati che sia durante le prove e collaudo,
che naturalmente durante l'uso,
il trasformatore d'uscita dovrà essere sempre terminato su di un carico,
altrimenti l'impedenza che vede la 6L6 sarà molto più alta dei 5000 Ohm,
460 Volt sono tanti, occorre evitare sovratensioni.

Lo schema del 317 va bene, è molto completo, protetto in tutto,
solo alcuni consigli (ma attenzione: c'è chi ne sa più di me):

al posto del trimmer di regolazione da 2000 Ohm
farei posto per due resistori in parallelo,
prima applichi provvisoriamente il trimmer e lo regoli per la giusta uscita,
poi, estraendolo, lo misuri e lo sostituisci coi due resistori in parallelo
a formare l'identico valore,
un trimmer non è mai un componente stabile ed affidabile,
sono sempre meglio i resistori fissi,
oppure ne metti uno da soli 470 Ohm in serie ad un resistore da 820 Ohm,
così il trimmer avrà un'escursione 3 volte più dolce e precisa.

il resistore 1R5 (1,5 Ohm) farà lavorare molto il 317
che quindi dovrà esser raffreddato bene

nei primi istanti a freddo i filamenti delle valvole assorbiranno
almeno 8 volte più che a regime,
è vero che il regolatore è autolimitato a circa 4 o 5 Ampere,
proprio per effetto di 1R5
che farà innescare l'autoprotezione del 317 al momento giusto,
ma potresti anche fare di più per limitare questo sovraccarico iniziale
e lo stress delle valvole:

1) puoi mettere un resistore da 5 Watt 1 Ohm
subito dopo ponte e condensatore da 2000 uF,
a regime assorbirà solo 2 Volt, ma impedirà gli impulsi di eccessiva corrente.

2) al posto dell'elettrolitico da 10uF in parallelo al trimmer
potresti metterne uno di maggior valore,
creando una costante di tempo di 5 o 10 secondi
avrai un'accensione morbida.

descriptionRe: Consigli per autocostruzione di un SE 6L6

more_horiz
perche quello schema ?
perche un pentodo ?
perche proprio la 6l6?
perche single ended ?
quanti watt ti servono ?
che diffusori vuoi pilotarci ?
quando vuoi spenderci specialmente negli opt ?
alternative ad minchiam poi magari mi si incontrano i neuroni ....
Mikael Abdullah's SE KT88
http://diyaudioprojects.com/Tubes/KT88/

http://webpages.charter.net/porkchop/tubeamp/se_kt88-full%20schematic.jpg
http://www.lundahl.se/easy-to-build-se-amplifier/
http://diyaudioprojects.com/Schematics/SE-6V6-Amp-Lacewood-Schematic/
https://simplepleasuretubeamps.wordpress.com/2017/12/02/shiny-eyes-se-ul-el34-6sl7-tube-amplifier/
http://diyaudioprojects.com/Tubes/6L6-5881-SE-Tube-Amp/
consigliato qui http://tubelab.com/

descriptionRe: Consigli per autocostruzione di un SE 6L6

more_horiz
@nibruno26 ha scritto:
Ciao a tutti, dopo aver studiato il funzionamento delle valvole termoioniche, come polarizzarle etc... vorrei autocostruirmi un amplificatore single ended in classe A con una 6L6 come finale e una ECC81 come pre, sapreste consigliarmi qulche schema ? Che ne dite di questo :

Grazie in anticipo !!


Puoi dare un'occhiata anche a lesahifi,
trovi tutto il materiale (video prove etc) ed il costruttore è molto disponibile
Saluti

descriptionRe: Consigli per autocostruzione di un SE 6L6

more_horiz
[quote="dinamanu"]perche quello schema ?
perche un pentodo ?
perche proprio la 6l6?
perche single ended ?
quanti watt ti servono ?
che diffusori vuoi pilotarci ?
quando vuoi spenderci specialmente negli opt ?
alternative ad minchiam poi magari mi si incontrano i neuroni ....
Mikael Abdullah's SE KT88
[\quote]

Ciao dinamanu, ho scelto la 6L6 per le sue caratteristiche soniche, ho scelto la configurazione single ended per semplicità di circuito sapendo di avere meno potenza, lasciando perdere lo schema che ho postato, voglio autocostruirmi un ampli HiFi valvolare capace di pilotare due monacor da 120 Wrms 8Ω l'una, per ora sono pilotate da un ampli a stato solido 50+50 w e sono sufficienti per l'uso domestico, cambio tutto?

descriptionRe: Consigli per autocostruzione di un SE 6L6

more_horiz
credo che dovresti studiarci su meglio , la 6l6 non e' niente di che ed a triodo hai due watt forse.... ed un valvolare scarso ti costa tra tutto almeno 500/600
detta cosi e tue casse non e' che mi dici molto , forse covresti guardare verso un pushpull di 6v6 o un single ended con la la 2A3 meglio ancora la 300B che con tubi cinesi o russi non ti costa un okkio
Poi bisogna vedere se lo intendi come palestra se hai intenzione di divertirti molto etc perche a quel punto avere dei ferri intendo opt e psu flessibili e cioe' con varie configurazione alla fine risparmi e recuperi , ad esempio l'alimentatore lo fai separato e lo puoi usare x piu ampli oppure l'opt con almeno 5k e 3,5k ti permette di usarlo con varie valvole

descriptionRe: Consigli per autocostruzione di un SE 6L6

more_horiz
Mi scuso per la mia assenza, ho optato per un single ended parallelo con delle kt88 e ecc82, l'ampli funzionava bene soltanto che mentre stavo tarando il bias di una valvola accidentalmente con il puntale del tester tocco il piedino della griglia schermo, l'altro puntale era messo a massa ( in modalità amperometro), innescando un arco elettrico che non è durato molto, misurando la corrente di bias della stessa valvola non va oltre 50mA, mentre l'altra è a 75mA. Collego il cavo jack e l'ampli suona senza problemi e la valvola non scalda più delle altre o da latri segni di cedimento, devo sotituirla lo stesso giusto? Le valvole che monto per ora sono svetlana, posso montarne una tad o comunque di marca diversa ? Gli altri componenti dell'ampli sembrano integri.

descriptionRe: Consigli per autocostruzione di un SE 6L6

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum