T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you.
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Alternativa a Volumio: Moode Audio!
Oggi a 14:59 Da Tasso

» nuove diva 262
Oggi a 14:50 Da CHAOSFERE

» Marble Machine
Oggi a 13:31 Da natale55

» Confronto tra Breeze full mod. vs Drok ta2024b pareri personali e riflessioni
Oggi a 13:28 Da pallapippo

» leboncoin.fr: Qualcuno è riuscito a comprare qualcosa?
Oggi a 13:04 Da embty2002

» fissa lettore CD
Oggi a 12:45 Da giucam61

» Concerto Ian Paice - Pistoia, 8 dicembre
Oggi a 12:31 Da pallapippo

» Quale ampli per le mie Dynaudio M20
Oggi a 12:24 Da SubitoMauro

» El GORDO - una torre senza filtri, si può?
Oggi a 12:17 Da rx78

» Amplificatore per chiudere il cerchio
Oggi a 12:15 Da dinamanu

» Lettore CD max 200 euro
Oggi a 12:06 Da sound4me

» Player hi fi
Oggi a 9:07 Da Tasso

» JRiver 22
Oggi a 8:44 Da luigigi

» Recupero vinile rovinato
Oggi a 0:27 Da dinamanu

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Ieri a 19:41 Da CHAOSFERE

» Quale cavo ottico per il CD?
Ieri a 19:00 Da giucam61

» VENDO Kit preamplificatore Sbilanciato->Bilanciato per Anaview/hypex/icepower ecc
Ieri a 16:48 Da MrTheCarbon

» Problemi con la rotazione a 45RPM - Thorens
Ieri a 16:11 Da enrico massa

» Giradischi - quesiti & consigli
Ieri a 15:52 Da p.cristallini

» AUDIOLAB 8000SE
Ieri a 14:38 Da Gabriele Barnabei

» [Risolto]ECC99
Ieri a 12:55 Da dinamanu

» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Ieri a 11:07 Da gigetto

» (BO) vendo diffusori Klipsch Heresy 3 1200 euro+ss
Ieri a 9:27 Da schwantz34

» impianto entry -level
Ieri a 9:20 Da giucam61

» NO al solito condotto reflex
Ven 2 Dic 2016 - 23:17 Da Abe1977

» Monitor Audio Silver 1 vs B6W 686 s2
Ven 2 Dic 2016 - 18:45 Da dinamanu

» TUTORIAL MODIFICHE TPA 3116 COMPLETO
Ven 2 Dic 2016 - 18:32 Da Angel2000

» Player portatile
Ven 2 Dic 2016 - 18:13 Da p.cristallini

» Fonometro Professionale
Ven 2 Dic 2016 - 16:01 Da Docarlo

» Suono un pò duro.....
Ven 2 Dic 2016 - 15:53 Da gigetto

» Acquisto Amplificatore Integrato + Diffusori. Help me !
Ven 2 Dic 2016 - 9:43 Da natale55

» RI-dividere tracce da unico file
Ven 2 Dic 2016 - 9:16 Da lello64

» CAIMAN SEG
Ven 2 Dic 2016 - 9:14 Da Masterix

» Chromecast audio e spotify.
Ven 2 Dic 2016 - 8:04 Da sportyerre

» Rotel RA 1570 con dac incorporato.
Ven 2 Dic 2016 - 6:40 Da micio_mao

» alimentatore autocostruito per alta fedeltà da 7/10 A
Ven 2 Dic 2016 - 0:01 Da dinamanu

» Canale che gracchia e sparisce su Musical Fidelity A1
Gio 1 Dic 2016 - 23:45 Da dinamanu

» Amplificatore per Scythe SCBKS-1100 Kro Craft Speaker Rev. B, quale migliore?
Gio 1 Dic 2016 - 21:26 Da Angel2000

» quale alimentatore già pronto all'uso per un TPA 3116?
Gio 1 Dic 2016 - 21:06 Da Angel2000

» (SR+SS) Kit pcb Pass Aleph 3 + componenti
Gio 1 Dic 2016 - 19:48 Da tix88

» Daphile - Audiophile Music Server & Player OS
Gio 1 Dic 2016 - 12:12 Da luigigi

» Vintage VS nuovo ma new entry...
Gio 1 Dic 2016 - 10:58 Da emmeci

» Consiglio amplificatore buon rapporto qualità/prezzo
Gio 1 Dic 2016 - 10:15 Da dinamanu

» Verdi - consigli per gli acquisti
Gio 1 Dic 2016 - 10:10 Da luigigi

» Pioneer PL12 in pensione.....o forse no?
Gio 1 Dic 2016 - 9:52 Da Motogiullare

» Little Dot MKII e Little Dot I+ appena arrivati...inizia il test-confronto con le AKG K550.
Gio 1 Dic 2016 - 0:48 Da YAPO

» Messaggio per Valterneri NAD90
Mer 30 Nov 2016 - 22:28 Da beppe61

» Berlioz "symphonie fantastique
Mer 30 Nov 2016 - 21:56 Da Milanraf

» Cd conviene ripararlo o....
Mer 30 Nov 2016 - 16:55 Da gigetto

» aiuto! amplificatore DENON PMA520AE e diffusori AIWA sxANS70
Mer 30 Nov 2016 - 16:52 Da giucam61

Sondaggio

Interessati alla guida per la costruzione di un server audio?

76% 76% [ 148 ]
24% 24% [ 47 ]

Totale dei voti : 195

I postatori più attivi della settimana
Angel2000
 
dinamanu
 
CHAOSFERE
 
lello64
 
sportyerre
 
MaurArte
 
giucam61
 
gigetto
 
thepescator
 
R!ck
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19629)
 
schwantz34 (15480)
 
Silver Black (15370)
 
nd1967 (12784)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10215)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8461)
 

Statistiche
Abbiamo 10364 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Sandro1959

I nostri membri hanno inviato un totale di 768939 messaggi in 50039 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 66 utenti in linea :: 7 Registrati, 1 Nascosto e 58 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Adriano Vin, brico, CHAOSFERE, pallapippo, RAMONE67, Rino88ex, tix88

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Furl  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you. sul tuo sito sociale bookmarking

John Linsley Hood

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  gigi6c il Dom 23 Gen 2011 - 15:03

[Senza offese per il tuo ampli minimalista, ma il JLH è ottimizzato per i suoi transistor (i motorola 480 non i 2n3055), quindi quello che hai ottenuto è solo un'assaggio delle potenzialità di quel circuito.

Ciao per avere altre opinioni in merito tu quale ampli in classe "A" hai realizzato.
Hai schemi sto creando una sorta di libreria di ampli in classe "A" di diverse origini.
Cqm non si conosce l'origine della sostituzione dal MJ480 al 2N3055, ma gia dopo il 1970 si trovano schemi del JLH con il transistor 2N3055, quale unico sostituti del MJ.
Avevo una buona scorta di MJ480 8 coopie, li ho ceduti ad un mio amico radioriparatore.Lui mi ha offerto € 10,00 cadauno, e non ho saputo resistere alla tentazione.
Ma leggendo le caratteristiche del MJ e del 2N, oggi si hanno a disposizione tantissimi transistor con caratteristiche anche migliori come è proprio il BU508.Ora non posso fare paragoni ma non appena monto i 2N vi faccio saper.
Per il momento ho realizzato questo schema

ma con i miei transistor

FOTO


gigi6c
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 22.10.10
Numero di messaggi : 1967
Località : MARINA DI GINOSA (TA)
Occupazione/Hobby : ASPIRANTE RIVOLUZIONARIO
Provincia (Città) : DIREI RU-MORE PIU CHE UMORE
Impianto : NU CASIN,
CASA=NON C'E' L'HO PIU'!!!!!!!!!
UFF.099-8495112(CHIAMATEMI TUTTI QUI COSÌ NON FACCIO UNA MAZZA)
scottiluigi@quipo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  HistoireDuSoldat il Dom 23 Gen 2011 - 15:09

@Robertor: grazie.

...volendo seguire lo schematico a inizio pagina, francamente io faccio fatica a trovare i condensatori da 250u, 2500u (io di solito uso Distrelec, ma neanche da RS ci sono)...
Dove si trovano?

HistoireDuSoldat
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 18.02.10
Numero di messaggi : 764
Località : Milano
Occupazione/Hobby : Sviluppatore Java e PHP / Pianista irregolare / Clarinettista potenziale
Provincia (Città) : Buono assai
Impianto : ... Under construction ...

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  gigi6c il Dom 23 Gen 2011 - 15:15

@HistoireDuSoldat ha scritto:@Robertor: grazie.

...volendo seguire lo schematico a inizio pagina, francamente io faccio fatica a trovare i condensatori da 250u, 2500u (io di solito uso Distrelec, ma neanche da RS ci sono)...
Dove si trovano?
Mi permetto di intervenire.
Con i 250 puoi usare i 220, ed al posto dei 2.500 i 2.200 o i 3.300.Io li ho provati cosi non cambia nulla, chiaramente ad orecchio.Il tutto andrebbe testato con apparecchiatura.Il mio amico di ARTEL dice che sono valori difficili da reperire cioò non commerciali

gigi6c
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 22.10.10
Numero di messaggi : 1967
Località : MARINA DI GINOSA (TA)
Occupazione/Hobby : ASPIRANTE RIVOLUZIONARIO
Provincia (Città) : DIREI RU-MORE PIU CHE UMORE
Impianto : NU CASIN,
CASA=NON C'E' L'HO PIU'!!!!!!!!!
UFF.099-8495112(CHIAMATEMI TUTTI QUI COSÌ NON FACCIO UNA MAZZA)
scottiluigi@quipo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  Telstar il Dom 23 Gen 2011 - 15:28

@gigi6c ha scritto:
Ciao per avere altre opinioni in merito tu quale ampli in classe "A" hai realizzato.

Il Firstwatt F3.
Al momento sto progettando qualcosa di mio, con un amico.

Il JLH non ho purtroppo il tempo per farlo, ma se vi interessa possiamo fare un group buy per i MJ480.
Se poi qualcuno vende un JLH'69 ben realizzato mi sarebbe utile per fare degli ascolti comparativi.

Hai schemi sto creando una sorta di libreria di ampli in classe "A" di diverse origini.

Ho un mare di link con schemi e dettagli- mandami una mail che te li giro.
In particolare, c'è un progetto giapponese molto minimalista che volevo postare nell'altro thread. Vediamo se ci riesco oggi.

Cqm non si conosce l'origine della sostituzione dal MJ480 al 2N3055, ma gia dopo il 1970 si trovano schemi del JLH con il transistor 2N3055, quale unico sostituti del MJ.

La fonte dovrebbe essere JLH stesso, ma il punto è che lui non ha costruito nè ascoltato la nuova versione (aveva quella originale che funzionava benissimo). Quelli che l'hanno fatto dicono che il suono è largamente inferiore, a vantaggio solo di una migliore risposta alle basse frequenze. Se non ricordo male peggiora la distorsione alle alte, cosa che era per me un punto forte del progetto originale.

Avevo una buona scorta di MJ480 8 coopie, li ho ceduti ad un mio amico radioriparatore.Lui mi ha offerto € 10,00 cadauno, e non ho saputo resistere alla tentazione.

In effetti non ti biasimo.... il prezzo a cui li ho trovato io è meno della metà e la fonte dovrebbe essere sicura.

Ma leggendo le caratteristiche del MJ e del 2N, oggi si hanno a disposizione tantissimi transistor con caratteristiche anche migliori come è proprio il BU508.

Ce ne sono di migliori ma con alto Ft e fanno oscillare il circuito, c'è chi ha provato.... Il BU508 che Ft ha?


Telstar
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 26.02.09
Numero di messaggi : 1691
Località : Milano
Provincia (Città) : Incerto
Impianto : Living:
Fanless PC > Infrasonic Quartet > MSB MVC > Firstwatt F3 + Classé CAP-100
Open baffle 2 vie attive con Beyma e Hemp | Software XO | cavi vari Siltech, DNM, autocostruiti |
Studio:
W7 PC > emu 1212m (Amanero USB work in progress) > audio-gd DAC19DSP > CK2III con finali Rohm > AT W1000X |

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  Telstar il Dom 23 Gen 2011 - 15:31

@robertor ha scritto:non credo che se si cambiano i transistor finali cambia la potenza erogata.

No, cambia il suono. I finali sono i transistor che incidono di più sulla sonorità di un amplificatore.


Telstar
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 26.02.09
Numero di messaggi : 1691
Località : Milano
Provincia (Città) : Incerto
Impianto : Living:
Fanless PC > Infrasonic Quartet > MSB MVC > Firstwatt F3 + Classé CAP-100
Open baffle 2 vie attive con Beyma e Hemp | Software XO | cavi vari Siltech, DNM, autocostruiti |
Studio:
W7 PC > emu 1212m (Amanero USB work in progress) > audio-gd DAC19DSP > CK2III con finali Rohm > AT W1000X |

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  aris69 il Dom 23 Gen 2011 - 15:32

Io vado di TIP35C Very Happy

aris69
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 31.03.09
Numero di messaggi : 1441
Località : Molise
Occupazione/Hobby : Treasure Hunters
Provincia (Città) : tutto OK!!!
Impianto : in firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  MaurArte il Dom 23 Gen 2011 - 16:14

Proverei con i BDV91. Comunque il 2n1711 accoppiato con i 2n3055 Toshiba non va male per nulla.
Anche diminuire il feedback totale porta benefici.
A Roma nei primi anni 90' facevo parte di un bel gruppo di appassionati di questo ampli e di sperimentazione ne abbiamo fatta molta...(di soldi spesi altrettanto)

MaurArte
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 7140
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Alchimista
Provincia (Città) : En verden av smart jeg er dum
Impianto : Elettrico

http://www.alchimieaudio.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  iperv il Dom 23 Gen 2011 - 19:24

Salve.
Racconto la mia esperienza.
Il John Linsley Hood è stato il mio primo ampli, realizzato da me.
L'ho conosciuto grazie al sito di Geoff Moss, che ho praticamente studiato a memoria.
Nel 2005 acquistai un ampli 'Lesa' (con tanto di potenziometri per il volume, ovviamente) al mercato delle pulci di Catania, per 10 euro.
Era molto pesante, aveva un bel telaio interno in alluminio (Guido aka Telstar l'ha visto...) (OT: ciao Guido!!), un bel dissipatore sul retro, un pesantissimo trafo resinato, una batteria di grossi condensatori Ducati fucsia e 4 bellissimi 2N3055 in metallo, rotondi.
Naturalmente non funzionava, ma si accendeva.
Tolto il superfluo, ho realizzato una pcb a mano, con sbroglio a mano data la semplicità del progetto (versione 1969).
Non ho dati tecnici, a grandi linee ricordo che era molto musicale e che si 'sentiva' la classe A (più matericità rispetto a un classe T), mancava della tridimensionalità dei classe T.
Altro aspetto che ricordo benissimo è che l'alimentazione non stabilizzata era formata da ponte + 22000uF e stop, nessuno zener, nessuna cella RC, nessun filtro vicino ai finali, niente di niente, e nonostante ciò non solo funzionava, ma addirittura è l'ampli più silenzioso che abbia mai costruito, nel senso che era assolutamente muto.
In più sono certo che avrebbe guadagnato molto con un pre, dato che non raggiungeva mai la distorsione (all'epoca non avevo dac nè pre, solo collegamento diretto da CD player o da PC con cavo minijack).
Per la scelta dei transistor ho seguito il sito di Moss, come dicevo prima.
In particolare la pagina seguente, che mi pare non sia stata segnalata in questo 3D:

http://www.tcaas.btinternet.co.uk/jlhtrans.htm

La mia versione, minimalista fino al midollo, non contemplava la regolazione del bias, ma aveva bias fisso tramite partitore (in pratica la primissima versione di JLH).
42V, 1.3A per canale, alimentazione unica per i due canali.
Per motivi vari, poi, ho cannibalizzato il tutto ed oggi ho solo il ricordo di ciò che fu (ho riutilizzato la scheda stampata per un capacitance multiplier che divenne assolutamente necessario per un classe A single ended, col quale cominciai a capire che il PSRR non è solo un acronimo...).
Oggi sono orientato più sull'ibrido: vas valvolare single ended a carico attivo, finale BJT single ended a carico attivo (2 npn), senza retroazione, che se ben progettato non ha assolutamente problemi di stabilità.
Ho realizzato qualcosa del genere non troppo tempo fa (Telstar ha visto/ascoltato) (oggi per traslochi vari vado di fenice20...).
Personalmente ritengo un'implementazione del genere superiore al JLH (per quello che ho potuto ascoltare io, ovviamente), con costi e cura dell'alimentazione sicuramente superiori, ma probabilmente con un circuito ancora più minimalista del JLH (che comunque presenta una buona dose di retroazione) e una scena cui il JLH non può ambire, IMHO.
Tra l'altro il JLH nasce come un "amplificatore a BJT che suona soggettivamente meglio di un valvolare in classe B (il Williamson)", parole quasi testuali di JLH.
Quindi, anche da progetto, probabilmente non può essere paragonato ai classe A single ended.
E a questo punto questa pagina cade a fagiuolo, sempre dal sito di Moss:

http://www.tcaas.btinternet.co.uk/jlhoutput.pdf

Saluti!

iperv
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 17.06.09
Numero di messaggi : 616
Località : Cava d'aliga - Scicli (Rg)
Impianto : Eterogeneo

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  Telstar il Dom 23 Gen 2011 - 20:20

@iperv ha scritto:Era molto pesante, aveva un bel telaio interno in alluminio (Guido aka Telstar l'ha visto...) (OT: ciao Guido!!)

Ciao Carmelo, ben risentito!
L'altro giorno pensavo che fine avessi fatto.
Io sono a buon punto (teorico) col mio progetto (sto combattendo con l'early effect), poi ci sentiamo privatamente.

Tra l'altro il JLH nasce come un "amplificatore a BJT che suona soggettivamente meglio di un valvolare in classe B (il Williamson)", parole quasi testuali di JLH.

JLH ha più volte scritto nei suoi testi che voleva un finale che suonasse COME il Williamson, non meglio. E realizzò il classe A del 69. Nei test in cieco non era distinguibile, mentre gli altri ampli a transistor dell'epoca risaltavano come mosche bianche.

Telstar
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 26.02.09
Numero di messaggi : 1691
Località : Milano
Provincia (Città) : Incerto
Impianto : Living:
Fanless PC > Infrasonic Quartet > MSB MVC > Firstwatt F3 + Classé CAP-100
Open baffle 2 vie attive con Beyma e Hemp | Software XO | cavi vari Siltech, DNM, autocostruiti |
Studio:
W7 PC > emu 1212m (Amanero USB work in progress) > audio-gd DAC19DSP > CK2III con finali Rohm > AT W1000X |

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  robertor il Dom 23 Gen 2011 - 21:09

No, cambia il suono. I finali sono i transistor che incidono di più sulla sonorità di un amplificatore.

questo è poco ma sicuro.

robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  iperv il Lun 24 Gen 2011 - 18:09

@Telstar ha scritto:
@iperv ha scritto:Tra l'altro il JLH nasce come un "amplificatore a BJT che suona soggettivamente meglio di un valvolare in classe B (il Williamson)", parole quasi testuali di JLH.

JLH ha più volte scritto nei suoi testi che voleva un finale che suonasse COME il Williamson, non meglio. E realizzò il classe A del 69. Nei test in cieco non era distinguibile, mentre gli altri ampli a transistor dell'epoca risaltavano come mosche bianche.

Si, hai ragione (sono andato a ricontrollare Cool ). Chissà perchè ricordavo una frase del genere...comunque il senso era quello, cioè che il JLH nasce per essere comparato al Williamson, che è comunque un valvolare in classe B.
Qualche topic fa ci si interrogava sulla paternità della scelta dei 2N3055 come sostituti dei finali...
E' lo stesso Hood, come emerge da questo documento.

http://www.tcaas.btinternet.co.uk/jlh2000.pdf

Ciao Guido! Ci sent in pm.

iperv
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 17.06.09
Numero di messaggi : 616
Località : Cava d'aliga - Scicli (Rg)
Impianto : Eterogeneo

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  jjohn il Gio 3 Feb 2011 - 12:23

@Telstar ha scritto: JLH ha più volte scritto nei suoi testi che voleva un finale che suonasse COME il Williamson, non meglio. E realizzò il classe A del 69. Nei test in cieco non era distinguibile, mentre gli altri ampli a transistor dell'epoca risaltavano come mosche bianche.

Ciao a tutti!! Se debbo comparare il mio personale williamson al JLH, posso dire che il mio Williamson se lo mangia a colazione!! con tutto il rispetto del doppio cieco di JLH, credo che forse ai tempi lo stesso Linsley si fece prendere un pò la mano e fece emergere una sua OPINIONE ovviamente tutta da vedere, personalmente se devo fare un confronto con il mio Williamson devo dire che; il mio Williamson è estremamente più preciso e potente, grana fina, strumenti focalizzati al massimo, basso da spavento, ben articolato mai gommoso!! lo ho confrontato con parecchi apparati a stato solido, a mosfet o a bjt, ma in confronto al mio Williamson il basso di tali stato solido, sembravano il cassetto della credenza della nonna che sbatte quando cerca le forchette!! quindi della dinamica del mio Williamson manco ne parlo!! comunque le parole non servono a nulla io ho i fatti in mano!! mi dispiace ma ho mangiato pane da sette forni!! qui sono passati centinaia di finali, di tutte le razze e specie, però se una persona (naturalmente competente e capace) si rimbocca le mani e si configura il suo Williamson come comanda Gizmo e Ted Hammond, allora serve altro che una benda agli occhi!! la pulizia, la precisione e la potenza stellare di un Williamson ben fatto è da rispettare e ti fa aprire occhi e stura le orecchie!! in tredici anni che posseggo il mio personalissimo Morrison& il duo Thunder, ho comparato non solo il JLH che posseggo tutt'ora, ma anche altri blasonati ampli, che hanno fatto brutta figura di fronte al tuono!! ho vinto una marea di cene e usando il termine "anche gli angeli mangiano fagioli", mi dispiace per JLH che in questa opinione ha preso non solo una cappella ma un container di cappelle, forse il tipo di Williamson che ascoltò ai tempi Linsley era una mondezza feticista!! naturalmente con tutto il mio più grande rispetto della competenza del Linsley, che ha assomigliato il suono del JLH ad un amplificatore come il Williamson, che; se è ben fatto ( lo ripeterò all'infinito!!) è un'amplificatore che rende molto ed assorbe pochissimo!! es; i pentodi finali Mullard VT52 assorbono una corrente di filamento di circa 200 mA, nella mia configurazione li ho montati in parallelo (quattro), in push pull classe A1!! l'assorbimento anodico totale è di circa 70 mA, 6x0,8= 4,8Watt per i filamenti, più 310x0,07= 21,7=totale watt assorbiti dalla sezione finale= 26,5 sommando la corrente assorbita dai filamenti!! quando dichiaro i watt EROGATI metto a nudo molto meno di quello che veramente tale apparato eroga, ma in realtà il mio Williamson eroga circa diciasette Watt RMS (a sedici Ohm) per non dire venti!! si consideri una cosa; una valvola fatta con metalli nobili e che scalda poco, ha molta più emissione di una valvola che si strombazza il Kazzodo di ferro vecchio cucinandolo con temperature allucinanti!! ed ovviamente assorbimenti da betomiera!! senza resa!! infatti le VT52 pentodo Mullard (=EL32 SPEC.) anche dopo ore di funzionamento rimangono tiepide, si possono toccare tranquillamente con la mano, soffermandocela senza scottarsi!! non mi piace la megalomania, poi io voglio vedere macchine da musica belle è fatte!! quindi espongo quello che so con serenità, senza dire cagate da feticista, che a nulla servirebbero, ne alla mia cultura personale, ne agli altri, oltre al fatto che personalmente non terrei mai un'apparato invalido, solo per dire che il mio scaraffone è il più bello!! tse!! Giammai!! lungi da me fare il gallo HI-FI!!

jjohn
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 09.11.10
Numero di messaggi : 46
Località : Missouri
Impianto : Motore Stellare

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  kromweb il Dom 20 Feb 2011 - 23:39

@wasky ha scritto:
@kromweb ha scritto:E' possibile sapere di che materiale è il frontale e lo spessore?


Alluminio da 5mm di spessore Smile
Grazie Oki

kromweb
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 29.06.10
Numero di messaggi : 845
Località : Genova
Impianto : Diffusori: Klipsch F-2
Giradischi: Audio-Tecnica AT-PL 120
Testina: Shure M97x
DIY__ Audio
Pre/Ampli per Cuffie: Prhead 412
Preamplificatore a Valvole: AK-47 (Raytheon 5670)
Ampli: Ira (Hypex 180HG)
DIY__Cinema
Preamplificatore: Devil's Gain (LME 49710)
Ampli: Katia70 V.P. (LM3886)

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  gigi6c il Mer 30 Mar 2011 - 0:10

Sera a tutti gli amici.
Continuo su questo T in quanto penso che sia attinente.
Oggi, in serata ho teminato il mio JLH versione 2000, in quanto con le precedenti versioni 1969- 1996 non sono rimasto particolarmente soddisfatto.
Lo schema è questo ormai ben noto

Lo sbroglio della pcb tutta mia a mano

Per il numero di componenti, non è propio una passeggiata realizzare l'ampli.
In fase di completamento

COMPLETATO (1 SOLO CANALE) E' ancora tutto volante ma si sa quando si realizza qualche cosa non si vede l'ora di testarlo.

I 2 TR sui dissipatori


L'assorbimento

IL FERRO CON 60.000 MF

Che dire.Alla prima accensione tutto ok.Dopo aver perso circa 15-20 minuti per la taratura, ho mandato giu un po di musica.
Dopo circa 1 ora l'ampli ormai ben scaldato e tanto ha cominciato a suonare decisamente bene.
Qualche dubbio sul condensatore in ingresso 470nanof che non è risultato critico, avendolo sostituito con altri valori e tipi di condensatori anche elettrolitici.Unico componente critico risulta essere la resistenza da 150R quella alta nello schema collegata direttamente sul ramo del positivo e con il collettore del 2n3055 alto,scalda molto essendo interessata alla corrente di polarizzazione a riposo del TR.quella da 1W non va bene meglio quella da 5W che cqm scalda.Per chi dovesse cimentarsi attenzione al valore del trimmer vr1 che deve essere di valore esatto, generalmente si trovano da 1k0 ma serve obbligatoriamente da 1k2, pena cattiva regolarizone del bias con trimmer tutto a fondo scala.
L'ampli è molto lineare e stabile con alimentazione da 24v a 34v(almeno le tensioni da me provate) con assorbimento di circa 3A e sopratutto assente da rumori di fondo della alternata.
I TR vanno rodati bene, tutti i componenti sono stati da me selezionati ai valori piu prossimi dello schema e per questo ringrazio l'amico del mio negozio di fiducia che mi ha dato la possibilità di selezionare resistenze e tr.
Che dire è un classe "A" ma l'efficenza come anche nelle altre versioni non è il suo forte,
CHE VOGLIATE CREDERCI O NO
IL mio progetto del classe "A" con soli 5 componenti oltre ad avere pari assorbimento 3A, scalda molto meno, è molto più dinamico con bassi molto piu corposi,profondi morbidi e molto meglio definiti.
I medi non ne parliamo, con il mio non c'è proprio storia.Anche la sezione alti risulta essere nel mio ampli meglio definita e meno stridente, anzi affatto rispetto al JLH.
Con un pizzico di orgoglio posso affermare ACCETTO SFIDE.
Un ns. amico su questo forum nei prossimi giorni riceverà i due canali del mio classe "A" da me offerti.Lui farà dei test delle prove e dei confronti a sentirete dalla sua voce di cosa è capace il mio piccolo progettino da soli 5 EURI ma di veri 15W.
Alla prossima

gigi6c
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 22.10.10
Numero di messaggi : 1967
Località : MARINA DI GINOSA (TA)
Occupazione/Hobby : ASPIRANTE RIVOLUZIONARIO
Provincia (Città) : DIREI RU-MORE PIU CHE UMORE
Impianto : NU CASIN,
CASA=NON C'E' L'HO PIU'!!!!!!!!!
UFF.099-8495112(CHIAMATEMI TUTTI QUI COSÌ NON FACCIO UNA MAZZA)
scottiluigi@quipo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  robertor il Mer 30 Mar 2011 - 7:45

come lo alimenti? cioè che tipo di alimentazione usi?

robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  gigi6c il Mer 30 Mar 2011 - 22:41

@robertor ha scritto:come lo alimenti? cioè che tipo di alimentazione usi?
Ti riferisci al JLH o al mio?.
Cqm stessa alimentazione per entrambi.
Trafo 23 0 23 utilizzando tutti e due i secondari ottenendo 32V, ponte-condensatori e basta.Per la poca potenza dei finali il moltiplicatore di capacità che ho provato non fa una grande differenza anzi quasi nulla.
I test di questa sera mi hanno convinto di regolare il bias a 2,25A i Tr risultano meno stressati e meno caldi.
Piccola nota di sfiga.
Ho detto della resistenza da 150R che scaldava.Non mi è mai capitato.Il trimmer VR1 da me richiesto da 1k0 era da 100k solo con la lente di ingrandimento mi sono accorto che la serigrafia della vernice non aveva aderito Mad Mad Mad Mad , e chiaramente dopo averlo misurato tutto chiarito e risolto la resistenza ora è fredda come un ghiacciolo ed anche una da 1W va alla grande Laughing Laughing

gigi6c
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 22.10.10
Numero di messaggi : 1967
Località : MARINA DI GINOSA (TA)
Occupazione/Hobby : ASPIRANTE RIVOLUZIONARIO
Provincia (Città) : DIREI RU-MORE PIU CHE UMORE
Impianto : NU CASIN,
CASA=NON C'E' L'HO PIU'!!!!!!!!!
UFF.099-8495112(CHIAMATEMI TUTTI QUI COSÌ NON FACCIO UNA MAZZA)
scottiluigi@quipo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  robertor il Lun 14 Nov 2011 - 10:47

Un ns. amico su questo forum nei prossimi giorni riceverà i due canali
del mio classe "A" da me offerti.Lui farà dei test delle prove e dei
confronti a sentirete dalla sua voce di cosa è capace il mio piccolo
progettino da soli 5 EURI ma di veri 15W.


mi sono perso il resoconto delle prove?

robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Tornare in alto Andare in basso

Re: John Linsley Hood

Messaggio  bettuz88 il Mer 7 Dic 2011 - 12:41

sono OT comunque consiglio a wasky di pulire il tavolo prima di fare foto

bettuz88

Data d'iscrizione : 07.12.11
Numero di messaggi : 1
Località : Udine
Impianto : fostex fe126en

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum