T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» Lucio Battisti - Masters
Oggi alle 13:53 Da Nadir81

» Impianto audio per centro estetico
Oggi alle 13:34 Da carbo90

» ciò solo 200 euri.... le scinte e il cinesino.... oppure...
Oggi alle 13:27 Da lello64

» lettore CD vintage Cyrus oppure nuovo SONY UHP-H1 ?
Oggi alle 12:27 Da giucam61

» Consigli su Bose Model-501
Oggi alle 11:57 Da valterneri

» finale p101
Oggi alle 11:50 Da icaro17

» MP3 più caro del CD!!
Oggi alle 10:57 Da ftalien77

» cerco anime pie a Roma
Oggi alle 7:06 Da fabe-r

» Acoustic Energy vs Dali vs Monitor Audio
Oggi alle 0:59 Da giucam61

» Un aiuto per una profana totale!
Oggi alle 0:16 Da Kha-Jinn

» Malcom Young
Ieri alle 23:43 Da franzfranz

» Consigli per eventuale upgrade impianto di casa
Ieri alle 22:43 Da AlexEffe

» Problema fastidioso, cambio gira o sono sfortunato con i dischi?
Ieri alle 21:07 Da giucam61

» DAC ES9038PRO Aliexpress
Ieri alle 20:49 Da jogas

» ( MI Va Co ) diffusori Altec Stonehenge I
Ieri alle 18:50 Da lello64

» Promblema ingresso alimentatore Muse i15w
Ieri alle 18:15 Da Gert87

» Miglioramenti impianto...Kro Kraft+Breeze
Ieri alle 15:15 Da danilopace

» AIUTO nella scelta nuovo giradischi
Ieri alle 12:28 Da Mark F.

» [RM] FiiO D03K "Taishan" DAC
Ieri alle 11:03 Da diechirico

» Nuovo Douk Dac
Ieri alle 10:48 Da MaurArte

» [RM/NA] Vendo Canton GLE 70 - 150 euro
Ieri alle 10:11 Da voolkano

» [Vendo] Marantz PM6005
Ieri alle 9:14 Da Kha-Jinn

» Cambridge Audio Dac Magic 100
Ieri alle 9:09 Da Kha-Jinn

» da diffusori a cuffie
Ieri alle 8:59 Da giucam61

» [Vendo] Nad C316BEE €210
Mar 21 Nov 2017 - 21:33 Da gabri65

» Ampli+DAC+bluetooth: Sabaj A2
Mar 21 Nov 2017 - 15:41 Da Kha-Jinn

» [Vendo-Ba] Giradischi Sansui Sr 212+ Testina e puntina Shure. 200€
Mar 21 Nov 2017 - 14:37 Da alfarome

» Cavi potenza per monitor audio
Mar 21 Nov 2017 - 13:18 Da bluemarine.it

» mi manca solo il giradischi :(
Mar 21 Nov 2017 - 11:43 Da fabio.n

» Consiglio Sostituzione FullRange
Mar 21 Nov 2017 - 10:45 Da MassiDiFi

Statistiche
Abbiamo 11167 membri registrati
L'ultimo utente registrato è carbo90

I nostri membri hanno inviato un totale di 800359 messaggi in 51885 argomenti
I postatori più attivi della settimana
lello64
 
ftalien77
 
giucam61
 
ivanobertoli
 
nerone
 
Masterix
 
dieggs
 
diechirico
 
filippoaceto
 
Kha-Jinn
 

I postatori più attivi del mese
giucam61
 
lello64
 
ftalien77
 
nerone
 
fritznet
 
Masterix
 
Kha-Jinn
 
valterneri
 
fabio.n
 
dieggs
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15534)
 
Silver Black (15495)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
fritznet (9287)
 
wasky (9229)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 72 utenti in linea: 8 Registrati, 2 Nascosti e 62 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

chiccoevani, diechirico, donluca, Nadir81, nerone, p.cristallini, timido, tix88

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Rodaggio Ampli verità o legenda??

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  Stentor il Dom 29 Ago 2010 - 18:12

@piero7 ha scritto:la roba buona suona bene pure senza rodaggio, bastano pochi minuti per accorgersi se quello che si sta ascoltando è buono o uno dei tanto "cosi" che funzionano elettricamente e basta... Very Happy

A mio avviso in linea di massima si intuisce ma in molti casi le differenze sono consistenti. Ad esempio il cambridge DACmagic appena acceso mi procurava una sensibile fatica di ascolto nella mia catena, tanto da stappare una bottiglia di vino buono quando lo spegnevo. Dopo un bel rodaggio le cose erano cambiate e di molto. Laughing

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  piero7 il Dom 29 Ago 2010 - 18:45

@Stentor ha scritto:
@piero7 ha scritto:la roba buona suona bene pure senza rodaggio, bastano pochi minuti per accorgersi se quello che si sta ascoltando è buono o uno dei tanto "cosi" che funzionano elettricamente e basta... Very Happy

A mio avviso in linea di massima si intuisce ma in molti casi le differenze sono consistenti. Ad esempio il cambridge DACmagic appena acceso mi procurava una sensibile fatica di ascolto nella mia catena, tanto da stappare una bottiglia di vino buono quando lo spegnevo. Dopo un bel rodaggio le cose erano cambiate e di molto. Laughing

La musica, come diceva un tale (un certo Luis Anotonio de Oliveria Armstrong) la si legge a prima vista, ma dato che lui la musica non la sapeva per niente leggere e definiva quelle macchie nere "cacche di mosche" ma sapeva suonare ed aveva ottimo orecchio, a "primo orecchio"! Very Happy

E la roba buona te ne accorgi per davvero subito se è di livelloa, non ci son rodaggi che faranno diventare una fetecchia un'opera prima!
avatar
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  Oscar il Dom 29 Ago 2010 - 19:10

Sono d'accordo che un buon rodaggio non trasformerà MAI una Fiat in una Ferrari e che quindi le prestazioni si noteranno subito al primo ascolto.
Ma è anche vero che un buon rodaggio "affina" le potenzialità e migliora alcuni parametri "audiofili" all'ascolto, sgrezzando il più delle volte il messaggio sonoro e le capacità di risoluzione.
avatar
Oscar
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 12.04.10
Numero di messaggi : 266
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fonico/modificatore
Provincia (Città) : Bastardo dentro
Impianto : lettore cd Sony CDP-X777es modificato,
dac Audio Alchemy DDE3.0 modificato,
pre a valvole Stealth a due telai,
2 finali Forte Audio model3 modificati in biamplificazione verticale
diffusori Infinity RS4.5
Cavi di segnale Audio Note e Cardas, VDH potenza, MIT alimentazione

http://it.groups.yahoo.com/group/Suzuki_DR600/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  elenesther il Dom 29 Ago 2010 - 20:53

ma cosa cambia fisicamente in un ampli durante il rodaggio?
ilcambiamento ke si sente con le orecchie è dovuto a...?
se vado a misuarare i singoli componenti quale ha cambiato valore e xke'?
nei diffusori le membrane si assestano e si ammorbidisce la flangia...
credo ke il 3ad sia nato in questa direzione
avatar
elenesther
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 04.01.10
Numero di messaggi : 614
Località : roma
Occupazione/Hobby : informatico /danza
Provincia (Città) : variabile tendente al sereno
Impianto :
Sorgente: pc
Dac/Pre: m-audio prof. 610
Ampli: Dayton DTA-100a
Diffusori: Mission 732i



Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  Silver Black il Dom 29 Ago 2010 - 21:01

@elenesther ha scritto:ma cosa cambia fisicamente in un ampli durante il rodaggio?
ilcambiamento ke si sente con le orecchie è dovuto a...?
se vado a misuarare i singoli componenti quale ha cambiato valore e xke'?
nei diffusori le membrane si assestano e si ammorbidisce la flangia...
credo ke il 3ad sia nato in questa direzione

Hai ragione, anch'io mi chiedo in base a che principio fisico un amplificatore a transistor suoni meglio dopo il rodaggio (che di solito ha senso nelle cose meccaniche, come diffusori, motori, ecc.). Non è che un PC va più veloce con l'uso...
L'idea poi che scaldandosi vada meglio è completamente infondata, dato che un conduttore conduce peggio scaldandosi.

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il gruppo di fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.facebook.com/groups/lucegrafia
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15495
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Sviluppatore software - Istruttore di Muay Thai - Personal Trainer
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  elenesther il Dom 29 Ago 2010 - 21:08

@Silver Black ha scritto:
@elenesther ha scritto:ma cosa cambia fisicamente in un ampli durante il rodaggio?
ilcambiamento ke si sente con le orecchie è dovuto a...?
se vado a misuarare i singoli componenti quale ha cambiato valore e xke'?
nei diffusori le membrane si assestano e si ammorbidisce la flangia...
credo ke il 3ad sia nato in questa direzione

Hai ragione, anch'io mi chiedo in base a che principio fisico un amplificatore a transistor suoni meglio dopo il rodaggio (che di solito ha senso nelle cose meccaniche, come diffusori, motori, ecc.). Non è che un PC va più veloce con l'uso...
L'idea poi che scaldandosi vada meglio è completamente infondata, dato che un conduttore conduce peggio scaldandosi.

conduce = suona peggio ?
forse il contrario?
mah...
avatar
elenesther
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 04.01.10
Numero di messaggi : 614
Località : roma
Occupazione/Hobby : informatico /danza
Provincia (Città) : variabile tendente al sereno
Impianto :
Sorgente: pc
Dac/Pre: m-audio prof. 610
Ampli: Dayton DTA-100a
Diffusori: Mission 732i



Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  Saetta McQueen il Dom 29 Ago 2010 - 21:35

io sinceramente non credo molto al rodaggio delle elettroniche. invece credo al rodaggio degli altoparlanti, qui ci sono degli equipaggi mobili che devono sgranghirsi Very Happy

Saetta McQueen
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 24.08.10
Numero di messaggi : 704
Località : boh
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  Stentor il Dom 29 Ago 2010 - 22:40

@elenesther ha scritto:
@Silver Black ha scritto:
@elenesther ha scritto:ma cosa cambia fisicamente in un ampli durante il rodaggio?
ilcambiamento ke si sente con le orecchie è dovuto a...?
se vado a misuarare i singoli componenti quale ha cambiato valore e xke'?
nei diffusori le membrane si assestano e si ammorbidisce la flangia...
credo ke il 3ad sia nato in questa direzione

Hai ragione, anch'io mi chiedo in base a che principio fisico un amplificatore a transistor suoni meglio dopo il rodaggio (che di solito ha senso nelle cose meccaniche, come diffusori, motori, ecc.). Non è che un PC va più veloce con l'uso...
L'idea poi che scaldandosi vada meglio è completamente infondata, dato che un conduttore conduce peggio scaldandosi.

conduce = suona peggio ?
forse il contrario?
mah...

Solitamente tutti i componenti una volta a regime di temperatura suonano meglio. Ad esempio ho ascoltato diverse volte un Krell Ksa200-s in classe A e prima di mezz'ora era una motosega. Anche i miei Quad a valvole hanno bisogno di almeno 30 minuti per dare il meglio.

Ci sono poi esagerazioni che sostengono che alcuni prodotti devono essere accesi da giorni per dare il meglio. Mi viene in mente il CD di audioaero con un valvolina saldata che dicevano di lasciare sempre acceso oppure il vecchio DAC della Vimak che il venditore mi aveva detto di lasciarlo in funzione almeno 48 ore prima di provarlo (inutile dire che non era cambiato nulla da 2 ore di riscaldamento a 2 giorni)

Magari in qualche caso alcuni componenti surriscaldandosi vanno leggermente fuori specifiche e per puro caso il suono che si ottiene a qualcuno è più gradito ??????

Per quanto riguarda l'utilità del rodaggio mi trovo solo parzialmente d'accordo con Piero7.
In alcuni casi è facile capire anche da nuovi quando è una ciofeca ma in altri, dove la differenza tra un buon prodotto e uno magico che mi emoziona è più sottile è necessario attendere il rodaggio prima di prendere cantonate. Hehe

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  piero7 il Lun 30 Ago 2010 - 0:11

per le valvole cambia tantissimo, proprio perché so lampadine e con il funzionamento c'è la stabilizzazione termica all'interno della valvola
avatar
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  pierpaolo il Mar 1 Feb 2011 - 23:36

Ma perchè il rodaggo è sempre migliorativo?
Non può essere peggiorativo?
Sulle elettroniche varia sia pur di poco la capacità dei condensatori e non so cos'altro, perchè devono suonare per forza meglio?
Non ho mai sentito nessuno che ha detto di un peggioramento.
E' una convinzione?

pierpaolo
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 17.12.08
Numero di messaggi : 202
Località : roma
Occupazione/Hobby : vivere meglio che posso
Provincia (Città) : benissimo
Impianto : Notebook file loseless/ dac superpro con modifica trasformatori/ trends audio TA 10.1/ gainclone/ casse pneumatiche Advent 2 vie riconate (finora le migliori) VIRTUE TWO 2 (The Best!!)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  merkutio il Mer 2 Feb 2011 - 0:08

@Silver Black ha scritto:
L'idea poi che scaldandosi vada meglio è completamente infondata, dato che un conduttore conduce peggio scaldandosi.

Non è così, se la temperatura cala diminuisce l'oscillazione delle molecole intorno ai
punti di equilibrio, questo implica diminuzione del numero di urti quindi peggioramento della conduzione. Allo zero assoluto ( -275 °C ) le molecole sono ferme e non c'è conduzione
avatar
merkutio
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 05.05.09
Numero di messaggi : 1673
Località : Bologna
Impianto : Low cost

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  HistoireDuSoldat il Mer 2 Feb 2011 - 0:39

@merkutio ha scritto:
@Silver Black ha scritto:
L'idea poi che scaldandosi vada meglio è completamente infondata, dato che un conduttore conduce peggio scaldandosi.

Non è così, se la temperatura cala diminuisce l'oscillazione delle molecole intorno ai
punti di equilibrio, questo implica diminuzione del numero di urti quindi peggioramento della conduzione. Allo zero assoluto ( -275 °C ) le molecole sono ferme e non c'è conduzione

Per temperature abbastanza lontane dallo zero Kelvin, per il rame e molti altri conduttori metallici è vero esattamente il contrario. A portare la carica sono gli elettroni, non gli atomi fissi ovvero oscillanti nel reticolo, e trovandosi gli elettroni di conduzione già in grado di muoversi l'oscillazione termica può solo ostacolarne il "moto". Nei semiconduttori sono sempre gli elettroni a portare la carica ma di per sé essi non si trovano in grado di muoversi nel reticolo; un aumento della temperatura favorisce invece il salto (il salto piccolo caratteristico dei semiconduttori) degli stessi in banda di conduzione per eccitazione termica, quindi è come dici tu. Infatti da quello che ho capito i transistor che si surriscaldano possono rischiare di bruciarsi (possono entrare in un regime instabile) perché scaldandosi fanno passare sempre più corrente, e così via.

(che brutto italiano Very Happy spero si capisca, e soprattutto che sia corretto)
avatar
HistoireDuSoldat
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 18.02.10
Numero di messaggi : 764
Località : Milano
Occupazione/Hobby : Sviluppatore Java e PHP / Pianista irregolare / Clarinettista potenziale
Provincia (Città) : Buono assai
Impianto : ... Under construction ...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  merkutio il Mer 2 Feb 2011 - 11:03

@HistoireDuSoldat ha scritto:
@merkutio ha scritto:
@Silver Black ha scritto:
L'idea poi che scaldandosi vada meglio è completamente infondata, dato che un conduttore conduce peggio scaldandosi.

Non è così, se la temperatura cala diminuisce l'oscillazione delle molecole intorno ai
punti di equilibrio, questo implica diminuzione del numero di urti quindi peggioramento della conduzione. Allo zero assoluto ( -275 °C ) le molecole sono ferme e non c'è conduzione

Per temperature abbastanza lontane dallo zero Kelvin, per il rame e molti altri conduttori metallici è vero esattamente il contrario. A portare la carica sono gli elettroni, non gli atomi fissi ovvero oscillanti nel reticolo, e trovandosi gli elettroni di conduzione già in grado di muoversi l'oscillazione termica può solo ostacolarne il "moto". Nei semiconduttori sono sempre gli elettroni a portare la carica ma di per sé essi non si trovano in grado di muoversi nel reticolo; un aumento della temperatura favorisce invece il salto (il salto piccolo caratteristico dei semiconduttori) degli stessi in banda di conduzione per eccitazione termica, quindi è come dici tu. Infatti da quello che ho capito i transistor che si surriscaldano possono rischiare di bruciarsi (possono entrare in un regime instabile) perché scaldandosi fanno passare sempre più corrente, e così via.

(che brutto italiano Very Happy spero si capisca, e soprattutto che sia corretto)

Si si hai perfettamente ragione
volevo solo estremizzare il discorso sottolineando che non sempre un aumento di temperatura comporta un peggioramento della conduzione. Hai fatto bene a sottolineare il differente comportamento tra conduttori e semiconduttori.
E' anche vero sottolineare che esistono range di temperatura in cui il comportamento è alquanto bizzarro
avatar
merkutio
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 05.05.09
Numero di messaggi : 1673
Località : Bologna
Impianto : Low cost

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  HistoireDuSoldat il Mer 2 Feb 2011 - 15:11

Infatti io trovo eccezionale la domanda "ma il rodaggio... cambia solo in meglio?" Hehe Hehe Hehe
Io ho in mente un solo rodaggio purtroppo, ma lo ritengo significativo: quello del mio pianoforte. Nei mesi ha cambiato voce mille volte, più uno, e a poco a poco ho imparato a conoscerlo ed apprezzarlo - o a ignorare le magagne e esaltare le virtù. L'avevo provato varie volte, ma poi interiorizzare il suono, il tocco, la risposta dell'ambiente, adattarsi... è un'altra cosa e richiede tempo. Il cervello impara e fa grandi cose.
Poi il bello è che quando vai in giro a suonare su pianofortazzi terribili, non eserciti la stessa raffinatezza infinita... ti accontenti e magari certi pianoforti ti piacciono molto, come il pianoforte di casa... prima di averlo in casa.
avatar
HistoireDuSoldat
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 18.02.10
Numero di messaggi : 764
Località : Milano
Occupazione/Hobby : Sviluppatore Java e PHP / Pianista irregolare / Clarinettista potenziale
Provincia (Città) : Buono assai
Impianto : ... Under construction ...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  Uncino il Mar 5 Apr 2016 - 22:43

Questo è un vecchio thread, ma è un argomento che non passa mai di moda.
La mia idea è che il "rodaggio" cambi in qualche modo le proprietà di tutto ciò che non è puramente allo "stato solido", ossia dei componenti che per loro natura, si essa meccanica o chimica, possano subire con l'uso una qualche mutazione.
Le valvole ad esempio giungeranno ad una stabilizzazione nell'emissione catodica ed anche, a causa delle inevitabili deformazioni termiche, della disposizione spaziale delle varie griglie, della placca e del catodo stesso. Per questa ragione sarebbe bene selezionare le coppie di tubi solo dopo un opportuno periodo di funzionamento (quelli del mio ampli sono stati selezionati dopo una settimana d'uso).
I condensatori elettrolitici eventualmente presenti nei percorsi del segnale (non quelli sull'alimentazione che sono poco influenti), muteranno leggermente la loro capacità.
E veniamo ai T-Amp.
Qui sembrerebbe tutto allo stato decisamente solido, no? beh... no! Qui ci sono i nuclei e relativi avvolgimento dei passa basso d'uscita. Nel caso del T-Amp che ho appena comprato sono addirittura dei toroidi in aria.
Il materiale che compone i nuclei non è perfetto ma ha una certa isteresi, e l'isteresi può variare leggermente con l'utilizzo. E poi c'è anche il rame avvolto... non è che una bobina, tanto più se composta di rame relativamente grande e non bloccata per tutta la sua lunghezza, resti assolutamente IDENTICA fra il momento in cui viene avvolta e dopo un po' di tempo.
Nei valvolari, sia per bassa frequenza, le differenze possono essere macroscopiche, mentre saranno sicuramente minori con l'uso delle tecnologie più recenti.
Ma non saranno mai nulle fra i primi istanti di funzionamento ed un congruo periodo che avvicini alla definitiva stabilizzazione.

Resta da dire che non è affatto certo che a stabilizzazione avvenuta il funzionamento risulti migliore. Dovrebbe esserlo, ma al solito può influire il fattore sfiga.

Uncino
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 05.04.16
Numero di messaggi : 53
Provincia (Città) : Terni
Impianto : Poi un giorno ve lo descrivo.
Comunque sia valvolare che T-Amp, diffusori... veramente atipici ed uso esclusivamente sorgenti su file (naturalmente SOLO formati lossless).
Non sono un "audiofilo", cerco solo di ascoltare la musica al meglio delle mie possibilità.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  Smanetton il Mer 6 Apr 2016 - 8:56

@Uncino ha scritto:Nel caso del T-Amp che ho appena comprato sono addirittura dei toroidi in aria.
Che T-Amp hai comprato? Si contano sulle dita di una mano quelli che hanno induttanze in aria.
avatar
Smanetton
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 30.08.08
Numero di messaggi : 2883
Località : Torino
Occupazione/Hobby : Troooppo interessanti!
Provincia (Città) : Torino
Impianto : Nel campo centrale: PC, WaveIo+Audio-gd NFB-12, Notsobad A2x-pro (TA2024 al top!), Mission 780. Nei campi laterali: altri campioni Tripath.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  Uncino il Mer 6 Apr 2016 - 10:39

@Smanetton ha scritto:
Che T-Amp hai comprato? Si contano sulle dita di una mano quelli che hanno induttanze in aria.

Sono stato inesatto io, pardon.
I toroidi sono ovviamente avvolti su un toro.
Con "in aria" intendevo non bloccati con qualcosa di sigillante nella loro intera lunghezza, oltre che essere avvolti con spire molto spaziate (e quindi soggette a variazione della posizione).
Il T-Amp è di manifattura tedesca, descritto in altra sezione del forum.

Mi scuso per essere stato impreciso.

Uncino
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 05.04.16
Numero di messaggi : 53
Provincia (Città) : Terni
Impianto : Poi un giorno ve lo descrivo.
Comunque sia valvolare che T-Amp, diffusori... veramente atipici ed uso esclusivamente sorgenti su file (naturalmente SOLO formati lossless).
Non sono un "audiofilo", cerco solo di ascoltare la musica al meglio delle mie possibilità.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  giucam61 il Mer 6 Apr 2016 - 12:00

sicuramente i diffusori necessitano di rodaggio,con le elettroniche si nota molto meno.I miei ampli;breeze e valvolare, suonano meglio ora che da nuovi.Molto importante la temperatura, soprattutto x le valvole,che più stanno accese meglio suonano.Un mio amico con un impianto importante,con finali linn,lamenta anche lui la notevole diferenza di suono tra appena acceso e dopo qualche ora di ascolto,psicoacustica?
avatar
giucam61
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.09.15
Numero di messaggi : 5793
Occupazione/Hobby : lettura,sport
Provincia (Città) : verona
Impianto : Principale:Foobar 2000,denon dp 1200,audiotechnica 30e con trasformer dedicato,Marantz cd6006,BR toshiba bdx 4500ke,,Audionirvana diy super 12 cast frame 5.6 mk II ,dac asus xonar stu,decoder sky hd,Sugden a21a. Soggiorno:PC x spotify,Alientek D8 con alimentatore by sonic63,Revox Triton sat+2 sub,cuffie sennheiser hd 540 reference x la musica,hd 205 x la tv,cavi economici+ enel x diffusori.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  sportyerre il Mer 6 Apr 2016 - 13:15

I condensatori di alimemtazione sono dinamicamente in serie al segnale, non sono importanti, sono fondamentali
Wink
avatar
sportyerre
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 14.02.11
Numero di messaggi : 1797
Località : Milano
Occupazione/Hobby : R&D
Provincia (Città) : MI
Impianto : 230V Enel, Cotton fioc, Cyrus II + PSX, Pioneer BDP450, Thorens 166 BC +Cyrus Arm + Sumiko pearl, V-Dac II, DAC707, Chromecast Audio, Velodyne CHT8, Cambridge Audio MinX21, Rega Ear MKII, Philips Fidelio X2, Superlux 681, Sennheiser HD545 reference, Grado SR60e

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  Uncino il Mer 6 Apr 2016 - 15:13

@sportyerre ha scritto:I condensatori di alimemtazione sono dinamicamente in serie al segnale, non sono importanti, sono fondamentali
Wink
Un condensatore elettrolitico sull'alimentazione ha un periodo di decadimento piuttosto lungo.
Troverai sicuramente una differenza notevole fra un elettrolitico nuovo ed uno vecchio di dieci anni, ma dubito che si possa anche solo strumentalmente trovare una differenza all'uscita audio di un amplificatore sostituendo un condensatore di filtraggio nuovo con uno usato un paio di settimane.

Uncino
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 05.04.16
Numero di messaggi : 53
Provincia (Città) : Terni
Impianto : Poi un giorno ve lo descrivo.
Comunque sia valvolare che T-Amp, diffusori... veramente atipici ed uso esclusivamente sorgenti su file (naturalmente SOLO formati lossless).
Non sono un "audiofilo", cerco solo di ascoltare la musica al meglio delle mie possibilità.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  Uncino il Mer 6 Apr 2016 - 15:17

@giucam61 ha scritto:sicuramente i diffusori necessitano di rodaggio,con le elettroniche si nota molto meno.I miei ampli;breeze e valvolare, suonano meglio ora che da nuovi.Molto importante la temperatura, soprattutto x le valvole,che  più stanno accese meglio suonano.Un mio amico con un impianto importante,con finali linn,lamenta anche lui la notevole diferenza di suono tra appena acceso e dopo qualche ora di ascolto,psicoacustica?

Confermo, il mio ampli valvolare adesso suona in modo totalmente diverso dai primi giorni.
Difficile dire se suoni "meglio" o "peggio", ma sicuramente suona in maniera diversa.
E considera che le mie valvole furono tenute accese, pilotate e con carico per una settimana prima di passarle al tracciacurve per l'abbinamento dei push-pull.

Uncino
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 05.04.16
Numero di messaggi : 53
Provincia (Città) : Terni
Impianto : Poi un giorno ve lo descrivo.
Comunque sia valvolare che T-Amp, diffusori... veramente atipici ed uso esclusivamente sorgenti su file (naturalmente SOLO formati lossless).
Non sono un "audiofilo", cerco solo di ascoltare la musica al meglio delle mie possibilità.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  sportyerre il Mer 6 Apr 2016 - 19:22

@Uncino ha scritto:
@sportyerre ha scritto:I condensatori di alimemtazione sono dinamicamente in serie al segnale, non sono importanti, sono fondamentali
Wink
Un condensatore elettrolitico sull'alimentazione ha un periodo di decadimento piuttosto lungo.
Troverai sicuramente una differenza notevole fra un elettrolitico nuovo ed uno vecchio di dieci anni, ma dubito che si possa anche solo strumentalmente trovare una differenza all'uscita audio  di un amplificatore sostituendo un condensatore di filtraggio nuovo con uno usato un paio di settimane.
Ovvio, ci vogliono anni.
Non credo nel rodaggio dello stato solido.
Ma i condensatori di alimentazione fanno tanto al suono, occhio a non trascurare loro ed i loro bypass (un elettrolitico grosso ha anche un alto valore induttivo in serie)
La differenza più importante nello stato solido a componenti discreti è il punto di lavoro e la stabilizzazione in temperatura, il dispositivo viene progettato e tarato (non sempre) per lavorare a temperatura di regime che probabilmente non è 20°C ma 50 o 60, magari 80 se di classe A.
Ai miei tempi c'era gente che accendeva l'ampli 3 ore prima o magari non lo spegneva mai, ora il preriscaldamento viene chiamato "rodaggio" di due ore.
Peccato che bisogna farlo tutti i giorni Laughing

PS il mio Cyrus II degli anni 90 ha l'interruttore che spegne solo il finale, il pre phono è acceso fisso


sò giovani Laughing Laughing
avatar
sportyerre
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 14.02.11
Numero di messaggi : 1797
Località : Milano
Occupazione/Hobby : R&D
Provincia (Città) : MI
Impianto : 230V Enel, Cotton fioc, Cyrus II + PSX, Pioneer BDP450, Thorens 166 BC +Cyrus Arm + Sumiko pearl, V-Dac II, DAC707, Chromecast Audio, Velodyne CHT8, Cambridge Audio MinX21, Rega Ear MKII, Philips Fidelio X2, Superlux 681, Sennheiser HD545 reference, Grado SR60e

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  mako il Mer 6 Apr 2016 - 20:26

Bé, io ancora fatico a capire la necessità dell' isolamento da vibrazioni di amplificatori e dac
avatar
mako
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 23.10.13
Numero di messaggi : 705
Provincia (Città) : L'Alguer
Impianto : si riparte da zero

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  sportyerre il Mer 6 Apr 2016 - 20:45

@mako ha scritto:Bé, io ancora fatico a capire la necessità dell' isolamento da vibrazioni di amplificatori e dac
Certi componenti possono avere un effetto microfonico, diciamo quasi irrilevante rispetto ad altri problemi.
Per le valvole invece diventa molto più presente

Ps sui cavi di potenza non è irrilevante, è ridicolo
avatar
sportyerre
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 14.02.11
Numero di messaggi : 1797
Località : Milano
Occupazione/Hobby : R&D
Provincia (Città) : MI
Impianto : 230V Enel, Cotton fioc, Cyrus II + PSX, Pioneer BDP450, Thorens 166 BC +Cyrus Arm + Sumiko pearl, V-Dac II, DAC707, Chromecast Audio, Velodyne CHT8, Cambridge Audio MinX21, Rega Ear MKII, Philips Fidelio X2, Superlux 681, Sennheiser HD545 reference, Grado SR60e

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  mako il Mer 6 Apr 2016 - 20:49

@sportyerre ha scritto:
@mako ha scritto:Bé, io ancora fatico a capire la necessità dell' isolamento da vibrazioni di amplificatori e dac
Certi componenti possono avere un effetto microfonico, diciamo quasi irrilevante rispetto ad altri problemi.
Per le valvole invece diventa molto più presente

Ps sui cavi di potenza non è irrilevante, è ridicolo

Si ok per le valvole ci può stare,ma per il resto ...mah
avatar
mako
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 23.10.13
Numero di messaggi : 705
Provincia (Città) : L'Alguer
Impianto : si riparte da zero

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rodaggio Ampli verità o legenda??

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum