T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.

Unisciti al forum, è facile e veloce

T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Biamplificare o no?

+5
potowatax
beppe61
Silver Black
valterneri
eutopico
9 partecipanti

Pagina 2 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo

Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da lello64 Mer 8 Mag 2019 - 8:02

Silver Black ha scritto:
lello64 ha scritto:Se vuoi puoi spendere molto di più

https://www.thecableco.com/cables/jumper-cables/ks-9038-jumper-set.html

Non ho capito se i duemila dollari siano per una coppia e quindi diventano 4.000 o se te la cavi con solo 2.000... che rimane comunque una cifra considerevole....

In ogni caso è follia. Crazy
Dopo che hai speso una cifra X per i cavi, userai quelli no? Cosa vuoi che cambi per 10 cm in più? Con gli stessi cavi hai la qualità PERFETTA, non puoi avere di meno, perchè poi hai 2 m di cavi e in ugual modo per quei 10 cm non puoi comunque migliorare un collegamento che per 2 m è quello che è. Insomma secondo me usare gli stessi cavi di potenza è semplicemente perfetto (anche razionalmente).

l'audiofilia oggi è questo, irrazionalità allo stato puro e suggestione
magari questi ponticelli li hanno comprati in 10 in tutto il mondo, ma il fatto che esistano questi prezzi porta a pensare che spenderne 170 sia tutto sommato accettabile
leggevo un thread l'altro giorno dove veniva consigliato ad uno con due indiana line da 800 euro di mettere i ponticelli da 300, e lo dicono seriamente
e quello dice... ognuno spende i soldi come vuole... si... ma tu non stai bene però....
lello64
lello64
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 13900
Provincia : bologna
Impianto : x+y

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da Silver Black Mer 8 Mag 2019 - 16:16

lello64 ha scritto:l'audiofilia oggi è questo, irrazionalità allo stato puro e suggestione
magari questi ponticelli li hanno comprati in 10 in tutto il mondo, ma il fatto che esistano questi prezzi porta a pensare che spenderne 170 sia tutto sommato accettabile
leggevo un thread l'altro giorno dove veniva consigliato ad uno con due indiana line da 800 euro di mettere i ponticelli da 300, e lo dicono seriamente
e quello dice... ognuno spende i soldi come vuole... si... ma tu non stai bene però....

Però se psicologicamente spendere tanti soldi lo aiuta a percepire un miglioramento qualitativo e un successivo benessere fisico... sono soldi ben spesi! Se ci pensi l'effetto placebo è riconosciuto ormai da tempo dalla comunità medica e scientifica. Certo se poi i soldi nel portafoglio mancano e non ne hai più per beni di prima necessità... allora sei idiota e basta.

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com
Silver Black
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 16627
Località : Bassano del Grappa
Provincia : Vicenza
Occupazione/Hobby : Sviluppatore software - Istruttore di Muay Thai / Kick boxing
Impianto :
pre: S.M.S.L. Sanskrit 10th
ampli: Behringer A800 (220 W @ 8 Ohm, 400 W @ 4 Ohm, 800 W in mono)
diffusori: Cerwin Vega XLS-215 (126x43x53.5 cm, 53 Kg cad., 95 db/W/m, 6 Ohm, 2 woofer da 38 cm, midrange da 17 cm, tweeter a cupola a tromba, 500 W, 38 Hz - 20 KHz)
sorgente: Sony BDP-S370 (lettore DVD/Blue-Ray e stazione multimediale streaming via rete cablata)
cavi segnale: Monster Cable MKII
cavi potenza: Qed Micro

Spoiler:


http://www.silvercybertech.com

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da lello64 Mer 8 Mag 2019 - 17:21

Silver Black ha scritto:

Però se psicologicamente spendere tanti soldi lo aiuta a percepire un miglioramento qualitativo e un successivo benessere fisico... sono soldi ben spesi! Se ci pensi l'effetto placebo è riconosciuto ormai da tempo dalla comunità medica e scientifica. Certo se poi i soldi nel portafoglio mancano e non ne hai più per beni di prima necessità... allora sei idiota e basta.

quello che dici è verissimo
il problema è che il gonzo non accetta di essere gonzo
di conseguenza per giustificare certe scelte o sovverte le leggi della fisica o sostiene che le attuali conoscenze in ambito scientifico non consentono di comprendere determinati fenomeni
per cui attendono fiduciosi l'arrivo di nuove conoscenze che possano portare strumentalmente conforto alle loro follie, come fosse un messia
e ovviamente i pragmatici con i piedi per terra come me non riescono a sopportare discorsi di questo tipo
anche perchè il rischio, che anzi più che rischio è realtà, è che si trascinino dietro le nuove leve in queste scelleratezze
quindi secondo me certi concetti vanno combattuti a prescindere
lello64
lello64
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 13900
Provincia : bologna
Impianto : x+y

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da Silver Black Mer 8 Mag 2019 - 18:09

lello64 ha scritto:quello che dici è verissimo
il problema è che il gonzo non accetta di essere gonzo
di conseguenza per giustificare certe scelte o sovverte le leggi della fisica o sostiene che le attuali conoscenze in ambito scientifico non consentono di comprendere determinati fenomeni
per cui attendono fiduciosi l'arrivo di nuove conoscenze che possano portare strumentalmente conforto alle loro follie, come fosse un messia
e ovviamente i pragmatici con i piedi per terra come me non riescono a sopportare discorsi di questo tipo
anche perchè il rischio, che anzi più che rischio è realtà, è che si trascinino dietro le nuove leve in queste scelleratezze
quindi secondo me certi concetti vanno combattuti a prescindere

Senza dubbio, anche a me danno fastidio quando cominciano a tirare fuori sedicenti leggei di fisica esoteriche senza nessun fondamento. Dovrebbero limitarsi a dire "a me piace quello che sento". In qualsiasi altro caso è giusta la tua crociata contro questi comportamenti, anzi sacrosanta.

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com
Silver Black
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 16627
Località : Bassano del Grappa
Provincia : Vicenza
Occupazione/Hobby : Sviluppatore software - Istruttore di Muay Thai / Kick boxing
Impianto :
pre: S.M.S.L. Sanskrit 10th
ampli: Behringer A800 (220 W @ 8 Ohm, 400 W @ 4 Ohm, 800 W in mono)
diffusori: Cerwin Vega XLS-215 (126x43x53.5 cm, 53 Kg cad., 95 db/W/m, 6 Ohm, 2 woofer da 38 cm, midrange da 17 cm, tweeter a cupola a tromba, 500 W, 38 Hz - 20 KHz)
sorgente: Sony BDP-S370 (lettore DVD/Blue-Ray e stazione multimediale streaming via rete cablata)
cavi segnale: Monster Cable MKII
cavi potenza: Qed Micro

Spoiler:


http://www.silvercybertech.com

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da valterneri Gio 9 Mag 2019 - 0:28

potowatax ha scritto:... Credo che ...
Silver Black ha scritto:... Secondo me ...
1) un amplificatore riceve i volt (o i millivolt) e produce i watt
2) un amplificatore produce energia che invia alle casse

quale di queste 2 affermazioni è sbagliata?
valterneri
valterneri
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 7121
Provincia : abito nel forum
Impianto : un Thorens Debut Carbon

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da lello64 Gio 9 Mag 2019 - 0:36

avevamo bisogno di rispolverare il primo principio della termodinamica... se ne sentiva proprio l'esigenza...
lello64
lello64
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 13900
Provincia : bologna
Impianto : x+y

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da Silver Black Gio 9 Mag 2019 - 1:13

valterneri ha scritto:2) un amplificatore produce energia che invia alle casse

quale di queste 2 affermazioni è sbagliata?

Questa. Credo contraddica il 1° principio che cita Lello.

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com
Silver Black
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 16627
Località : Bassano del Grappa
Provincia : Vicenza
Occupazione/Hobby : Sviluppatore software - Istruttore di Muay Thai / Kick boxing
Impianto :
pre: S.M.S.L. Sanskrit 10th
ampli: Behringer A800 (220 W @ 8 Ohm, 400 W @ 4 Ohm, 800 W in mono)
diffusori: Cerwin Vega XLS-215 (126x43x53.5 cm, 53 Kg cad., 95 db/W/m, 6 Ohm, 2 woofer da 38 cm, midrange da 17 cm, tweeter a cupola a tromba, 500 W, 38 Hz - 20 KHz)
sorgente: Sony BDP-S370 (lettore DVD/Blue-Ray e stazione multimediale streaming via rete cablata)
cavi segnale: Monster Cable MKII
cavi potenza: Qed Micro

Spoiler:


http://www.silvercybertech.com

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da valterneri Gio 9 Mag 2019 - 2:21

lello64 ha scritto:avevamo bisogno di rispolverare il primo principio della termodinamica... se ne sentiva proprio l'esigenza...
angolazione sbagliata, puntualizzazione miope e pretestuosa …

per togliere l'equivoco sulla parla "produce" (perché l'energia non può essere prodotta)
rifaccio la domanda … così siam contenti tutti:

il Sole unisce 4 protoni alla volta che creando il nucleo di elio emettono energia
che sulla Terra fa scaldare l'acqua che evapora
poi piove … (salto il passaggio dei fiumi e delle dighe)
l'enel trasforma l'energia dell'acqua in caduta in energia elettrica
la convoglia nei fili e ce la spedisce a casa
l'amplificatore la raccoglie col filo d'alimentazione e la convoglia nel suo trasformatore
dal trasformatore esce e carica i condensatori
dai condensatori va nei transistori finali, che, pilotati da quelli prima e da quelli prima e da quelli prima …
modulano a suon di musica l'energia elettrica che il Big Bang ha creato ... (e forse neppure lui)
e la spediscono in uscita ...
quindi ...
in entrata c'erano i volt, e in uscita ci sono i watt che l'amplificatore invia alle casse!

(come le avevo scritte prima però erano un po' più elegantine)
PS: per creare l'energia volevo partire da Dio, ma forse è meglio non esagerare.


Vediamo se spiego meglio il problema delle puntualizzazioni poco intelligenti:

Quasimodo
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera.

Questa affermazione è sbagliata!
trascurando che il cuor della terra sta sottoterra e nessuno ci può andare
se lo si intende come un certo luogo
se ci sta ognuno non ci può stare uno solo, ma ci stanno tutti e nessuno è solo,
e nessun raggio luminoso del sole ci può trafiggere perché le onde tra 400 e 700 nanometri
non penetrano gran che i nostri tessuti


Ungaretti
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

Ungaretti dovrebbe ben sapere che le foglie non stanno sugli alberi
ma se ne stanno appese ai loro rami, che è cosa ben diversa



Silver Black ha scritto:
valterneri ha scritto:2) un amplificatore produce energia che invia alle casse
quale di queste 2 affermazioni è sbagliata?
Questa. Credo contraddica il 1° principio che cita Lello.
Le due domande sono serie, non tranelli o indovinelli,
e parlano solo di amplificatori e casse,
e l'errata risposta a queste e a quelle di ieri
è la causa del non capire i limiti operativi della biamplificazione


la seconda di oggi si ricollega a una domanda che potowatax mi fece due anni fa
alla quale non ho mai saputo rispondere bene
valterneri
valterneri
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 7121
Provincia : abito nel forum
Impianto : un Thorens Debut Carbon

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da Silver Black Gio 9 Mag 2019 - 2:45

valterneri ha scritto:
il Sole unisce 4 protoni alla volta che creando il nucleo di elio emettono energia
che sulla Terra fa scaldare l'acqua che evapora
poi piove … (salto il passaggio dei fiumi e delle dighe)
l'enel trasforma l'energia dell'acqua in caduta in energia elettrica
la convoglia nei fili e ce la spedisce a casa
l'amplificatore la raccoglie col filo d'alimentazione e la convoglia nel suo trasformatore
dal trasformatore esce e carica i condensatori
dai condensatori va nei transistori finali, che, pilotati da quelli prima e da quelli prima e da quelli prima …
modulano a suon di musica l'energia elettrica che il Big Bang ha creato ... (e forse neppure lui)
e la spediscono in uscita ...
quindi ...
in entrata c'erano i volt, e in uscita ci sono i watt che l'amplificatore invia alle casse!

Hehe Clap Clap Clap

Vediamo se spiego meglio il problema delle puntualizzazioni poco intelligenti:

Quasimodo
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera.

Questa affermazione è sbagliata!
trascurando che il cuor della terra sta sottoterra e nessuno ci può andare
se lo si intende come un certo luogo
se ci sta ognuno non ci può stare uno solo, ma ci stanno tutti e nessuno è solo,
e nessun raggio luminoso del sole ci può trafiggere perché le onde tra 400 e 700 nanometri
non penetrano gran che i nostri tessuti


Ungaretti
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

Ungaretti dovrebbe ben sapere che le foglie non stanno sugli alberi
ma se ne stanno appese ai loro rami, che è cosa ben diversa

Ineccepibile. Laughing


valterneri ha scritto:
Le due domande sono serie, non tranelli o indovinelli,
e parlano solo di amplificatori e casse,
e l'errata risposta a queste e a quelle di ieri
è la causa del non capire i limiti operativi della biamplificazione

Non ho mai studiato elettronica o elettrotecnica, le cose che ci fanno più vicine che ho studiato sono fisica, chimica, matematica (poco) e informatica (tanto).
Si possono sapere le risposte giuste o devo chiedere alla segretaria di Leopardi?

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com
Silver Black
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 16627
Località : Bassano del Grappa
Provincia : Vicenza
Occupazione/Hobby : Sviluppatore software - Istruttore di Muay Thai / Kick boxing
Impianto :
pre: S.M.S.L. Sanskrit 10th
ampli: Behringer A800 (220 W @ 8 Ohm, 400 W @ 4 Ohm, 800 W in mono)
diffusori: Cerwin Vega XLS-215 (126x43x53.5 cm, 53 Kg cad., 95 db/W/m, 6 Ohm, 2 woofer da 38 cm, midrange da 17 cm, tweeter a cupola a tromba, 500 W, 38 Hz - 20 KHz)
sorgente: Sony BDP-S370 (lettore DVD/Blue-Ray e stazione multimediale streaming via rete cablata)
cavi segnale: Monster Cable MKII
cavi potenza: Qed Micro

Spoiler:


http://www.silvercybertech.com

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da lello64 Gio 9 Mag 2019 - 8:48

bella questa... ricapitolando.... se ho capito bene perchè per leggere tutto aspetto di andare in pensione... quando uno scrive una inesattezza e non riesce a dire ho sbagliato.... basta che metta giù un pippone enorme... si appella alla licenza poetica... e tutto va a posto.....
lello64
lello64
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 13900
Provincia : bologna
Impianto : x+y

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da beppe61 Gio 9 Mag 2019 - 10:49

urca. che scontro di eminenti personalità!

Mi permetto di ritornare alla domanda iniziale e dare il mio inutile e non richiesto parere.....

Eutopico scrive:

Vorrei provare la biamplificazione: TA2024 sugli alti e SMSL SA-50 sui bassi utilizzando le mie Quad 12L predisposte per il biwiring e una coppia di sdoppiatori RCA. L'idea è avere il meglio dei due. In teoria, poi in pratica chissà...

Bene.... l'idea della biamplificazione passiva in senso assoluto la sconsiglierei, perchè i disagi a fronte dei benefici sarebbero sovrabbondanti, sopratutto nel caso di amplificatori diversi, quindi il cui volume (sensibilità di ingresso) sarebbero da regolare ad orecchio, il raddoppio dei cavi, il degrado del segnale dovuto a sdoppiatori e tutta quella cascata di potenziometri etc etc, il tutto a fronte di una potenza erogabile limitata dall'ampli più "debole"
(tra l'altro usando due amplificatori uguali si elimina il problema delle regolazioni di livello differenziate, ma si ha la stessa potenza di un ampli unico!!! Surprised ).
Ma!!!!
Qui viene fuori il senso della domanda di Eutopico....gli amplificatori hanno una "personalità".... il T amp è sublime materico etereo tridimensionale realistico adorabile in gamma medio alta? E li lo metto!
Quell'altro è più solido profondo materico neroinfrastrumentalico sulle basse e mediobasse? Tiè! eccotelo li.... chi se ne frega se la potenza erogata è la stessa del T amp e delle complicazioni...
Insomma, l'esperimento, avendo già tutte le componenti necessarie, e quindi a costo zero, è da fare, anche solo per divertimento, ma se dovessi consigliare qualcuno di farlo acquistando le varie  componenti, mai e poi mai....
(volevo scrivere anche altre cose cose ma mi sono stufato da solo)

beppe61
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 11.07.10
Numero di messaggi : 2382
Località : .
Provincia : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da eutopico Gio 9 Mag 2019 - 11:07

beppe61 ha scritto:urca. che scontro di eminenti personalità!

Mi permetto di ritornare alla domanda iniziale e dare il mio inutile e non richiesto parere.....

Eutopico scrive:

Vorrei provare la biamplificazione: TA2024 sugli alti e SMSL SA-50 sui bassi utilizzando le mie Quad 12L predisposte per il biwiring e una coppia di sdoppiatori RCA. L'idea è avere il meglio dei due. In teoria, poi in pratica chissà...

Bene.... l'idea della biamplificazione passiva in senso assoluto la sconsiglierei, perchè i disagi a fronte dei benefici sarebbero sovrabbondanti, sopratutto nel caso di amplificatori diversi, quindi il cui volume (sensibilità di ingresso) sarebbero da regolare ad orecchio, il raddoppio dei cavi, il degrado del segnale dovuto a sdoppiatori e tutta quella cascata di potenziometri etc etc, il tutto a fronte di una potenza erogabile limitata dall'ampli più "debole"
(tra l'altro usando due amplificatori uguali si elimina il problema delle regolazioni di livello differenziate, ma si ha la stessa potenza di un ampli unico!!! Surprised ).
Ma!!!!
Qui viene fuori il senso della domanda di Eutopico....gli amplificatori hanno una "personalità".... il T amp è sublime materico etereo tridimensionale realistico adorabile in gamma medio alta? E li lo metto!
Quell'altro è più solido profondo materico neroinfrastrumentalico sulle basse e mediobasse? Tiè! eccotelo li.... chi se ne frega se la potenza erogata è la stessa del T amp e delle complicazioni...
Insomma, l'esperimento, avendo già tutte le componenti necessarie, e quindi a costo zero, è da fare, anche solo per divertimento, ma se dovessi consigliare qualcuno di farlo acquistando le varie  componenti, mai e poi mai....
(volevo scrivere anche altre cose cose ma mi sono stufato da solo)

Perfetto: penso che tu abbia colto fino in fondo il senso di questo esperimento che voglio fare. Anche io non avrei comprato i due ampli solo per provare. Me li trovo disponibili e, in seguito a un guasto di uno dei miei finali mono, ne ho potuto apprezzare senza pregiudizi le rispettive qualità.
Non mi aspetto un risultato sicuro - il passaggio dalla teoria alla pratica non è privo di attrito - ma confido nella mia situazione di ascolto (ambiente piccolo, distanza ravvicinata, volume di ascolto condominiale).

eutopico
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 28.11.09
Numero di messaggi : 81
Località : .
Provincia : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da potowatax Gio 9 Mag 2019 - 20:10

valterneri ha scritto:
potowatax ha scritto:Credo che la prima sia sbagliata per esclusione.
Dai miei ricordi scolastici, le emissioni in radiofrequenza necessitano di minor potenza all'aumentare della frequenza.
se è sbagliata la prima è sbagliata pure la seconda
perché se il segnale musicale non fosse composto da bassi medi e acuti
non potrebbe esserci neppure una differenziazione della potenza
[...]

Uhmm, non ne sono sicuro...

Se parli del segnale musicale elettrico le frequenze ci sono tutte contemporaneamente e tolte le caratteristiche delle registrazione o generazione del segnale primitivo, anche le ampiezze del segnale sono sostanzialmente equivalenti. Non è il tipico caso del generatori di rumore bianco?

E infatti, da quello che conosco, si tendeva (tempo fa, ora non lo so) ad usare il rumore rosa (decadimento dell'ampiezza ogni ottava) al posto del rumore bianco proprio per fare test o tarare gli impianti per le sue caratteristiche, ovvero che le alte frequenze necessitano di minor energia.

Diversamente, se parli dell'onda sonora dei traduttori, qui è evidente la separazione tra le onde sonore che riproducono i suoni suddivisi dalle capacità di riproduzione degli stessi trasduttori e il tutto si ricollega alla mia risposta...

poi...

valterneri ha scritto: [...]
1) un amplificatore riceve i volt (o i millivolt) e produce i watt
2) un amplificatore produce energia che invia alle casse

quale di queste 2 affermazioni è sbagliata?

questa delle affermazioni sbagliate non l'ho capita... ovvio che l'ampli fa il suo dovere: "amplifica" il segnale all'ingresso e l'energia elettrica amplificata viene inviata ai trasduttori delle casse che la trasformano in lavoro, producendo cioè l'onda sonora.

valterneri ha scritto:
[...]
la seconda di oggi si ricollega a una domanda che potowatax mi fece due anni fa
alla quale non ho mai saputo rispondere bene

sai che non ricordo questa cosa? Ricordo bene la storia dello zucchero che si scioglie nel caffè più velocemente se giriamo il cucchiaino, ma questa degli amplificatori e della potenza proprio no...

_________________
Gianni
Tra i piaceri della vita, solo all'amore la musica è seconda. Ma l'amore stesso è musica. Puskin Aleksandr
potowatax
potowatax
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 07.05.12
Numero di messaggi : 1842
Località : Roma
Provincia : Roma (IT) / Newmains (UK)
Occupazione/Hobby : Scuola / Viandante
Impianto : Cliccare per leggere:
Spoiler:


Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da Silver Black Ven 10 Mag 2019 - 0:01

beppe61 ha scritto:Qui viene fuori il senso della domanda di Eutopico....gli amplificatori hanno una "personalità".... il T amp è sublime materico etereo tridimensionale realistico adorabile in gamma medio alta? E li lo metto!
Quell'altro è più solido profondo materico neroinfrastrumentalico sulle basse e mediobasse? Tiè! eccotelo li.... chi se ne frega se la potenza erogata è la stessa del T amp e delle complicazioni...
Insomma, l'esperimento, avendo già tutte le componenti necessarie, e quindi a costo zero, è da fare, anche solo per divertimento, ma se dovessi consigliare qualcuno di farlo acquistando le varie  componenti, mai e poi mai....
(volevo scrivere anche altre cose cose ma mi sono stufato da solo)

Clap Clap Clap Clap Clap Clap Clap

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com
Silver Black
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 16627
Località : Bassano del Grappa
Provincia : Vicenza
Occupazione/Hobby : Sviluppatore software - Istruttore di Muay Thai / Kick boxing
Impianto :
pre: S.M.S.L. Sanskrit 10th
ampli: Behringer A800 (220 W @ 8 Ohm, 400 W @ 4 Ohm, 800 W in mono)
diffusori: Cerwin Vega XLS-215 (126x43x53.5 cm, 53 Kg cad., 95 db/W/m, 6 Ohm, 2 woofer da 38 cm, midrange da 17 cm, tweeter a cupola a tromba, 500 W, 38 Hz - 20 KHz)
sorgente: Sony BDP-S370 (lettore DVD/Blue-Ray e stazione multimediale streaming via rete cablata)
cavi segnale: Monster Cable MKII
cavi potenza: Qed Micro

Spoiler:


http://www.silvercybertech.com

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da valterneri Ven 10 Mag 2019 - 13:14

potowatax ha scritto:
valterneri ha scritto:... la seconda di oggi si ricollega a una domanda che potowatax mi fece due anni fa
alla quale non ho mai saputo rispondere bene
Ricordo bene la storia dello zucchero che si scioglie nel caffè più velocemente se giriamo il cucchiaino,
ma questa degli amplificatori e della potenza proprio no ...
eh !!! … lo zucchero nel caffè …
le risposte sono rimaste in alto mare e ...
c'è chi diceva perché il girarlo fa attrito e quindi si scalda ...  Sad
(ma il caffè è caldo e se si gira in realtà si raffredda pure)
e chi diceva che i granelli attraversano il caffè più velocemente … Sad
(ma i granelli vengono trascinati, e chi è trascinato va alla stessa velocità di chi lo trascina)
poi ... dopo settimane,
siamo arrivati al comportamento lamellare dei fluidi in movimento …
ma è ancora alto mare.

Anzi ... a proposito ... faccio una domanda chiave ...
ma ... le molecole dell'acqua zuccherata ... sono dolci?
(vero che non ve lo siete mai chiesto?)

Ma la domanda primaria,
quella che aveva un giradischi come premio per la risposta giusta,
era questa
(e indubbiamente è in tema col forum, molto in tema!):

i cavi non possono avere un verso di percorrenza preferenziale
perché il burro fa i riccioli e lo zucchero si scioglie ...

perché?


il giradischi è questo … ed è sempre lì che aspetta … il poveretto  Sad
Biamplificare o no? - Pagina 2 S-l16010
(foto presa in rete)
valterneri
valterneri
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 7121
Provincia : abito nel forum
Impianto : un Thorens Debut Carbon

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da beppe61 Ven 10 Mag 2019 - 19:21

Ma la domanda primaria,
quella che aveva un giradischi come premio per la risposta giusta,
era questa
(e indubbiamente è in tema col forum, molto in tema!):

i cavi non possono avere un verso di percorrenza preferenziale
perché il burro fa i riccioli e lo zucchero si scioglie ...

perché?


il giradischi è questo … ed è sempre lì che aspetta … il poveretto  Sad
Biamplificare o no? - Pagina 2 S-l16010
(foto presa in rete)[/quote]

La risposta è nelle caratteristiche dei materiali
un cavo è fatto di materiale conduttore che, in quanto tale, conduce energia elettrica da una fonte ad un apparecchio che la utilizzerà e lo farà perchè per sua natura è fatto così, non è cattivo ma è proprio fatto così, lo puoi girare, capovolgere, minacciare fisicamente ma lui no...imperterrito continua a condurre!!!
Il burro si arriccia perchè come moltissimi materiali solidi (sempre che non lo si scaldi) con una asportazione superficiale continua creerà dei trucioli di burro (appunto) così come il legno ed anche il metallo
lo zucchero si scioglie perchè e formato da cristalli idrosolubili, scusate per la parola....

Sono sicuro di aver dato la risposta esatta, per una spiegazione più scientifica magari ci trasferiamo sul forum del Cern di Ginevra.
Ah...per il giradischi non ti preoccupare, mando io un corriere!  Smile

beppe61
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 11.07.10
Numero di messaggi : 2382
Località : .
Provincia : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da potowatax Ven 10 Mag 2019 - 20:53

valterneri ha scritto:
potowatax ha scritto:
valterneri ha scritto:... la seconda di oggi si ricollega a una domanda che potowatax mi fece due anni fa
alla quale non ho mai saputo rispondere bene
Ricordo bene la storia dello zucchero che si scioglie nel caffè più velocemente se giriamo il cucchiaino,
ma questa degli amplificatori e della potenza proprio no ...
eh !!! … lo zucchero nel caffè …
le risposte sono rimaste in alto mare e ...
c'è chi diceva perché il girarlo fa attrito e quindi si scalda ...  Sad
(ma il caffè è caldo e se si gira in realtà si raffredda pure)
e chi diceva che i granelli attraversano il caffè più velocemente … Sad
(ma i granelli vengono trascinati, e chi è trascinato va alla stessa velocità di chi lo trascina)
poi ... dopo settimane,
siamo arrivati al comportamento lamellare dei fluidi in movimento …
ma è ancora alto mare.

Anzi ... a proposito ... faccio una domanda chiave ...
ma ... le molecole dell'acqua zuccherata ... sono dolci?
(vero che non ve lo siete mai chiesto?)

Ma la domanda primaria,
quella che aveva un giradischi come premio per la risposta giusta,
era questa
(e indubbiamente è in tema col forum, molto in tema!):

i cavi non possono avere un verso di percorrenza preferenziale
perché il burro fa i riccioli e lo zucchero si scioglie ...

perché?


il giradischi è questo … ed è sempre lì che aspetta … il poveretto  Sad
Biamplificare o no? - Pagina 2 S-l16010
(foto presa in rete)



Dopo beppe non ho chances... peccato perché quando risposi la prima volta (sul caffè che fatto girare velocemente scioglie lo zucchero più rapidamente) ero convinto di avere la vittoria in pugno.
Comunque i cavi non possono avere un verso perché gli elettroni si spostano da un atomo all’altro in base alla differenza di potenziale applicata ai capi del conduttore. Come la metti la metti, sempre un salto devono fare; l’importante è che sia vicino all’atomo giusto (di rame ad esempio). Per il burro ha ragione beppe e aggiungo che l’effetto è dovuto all’attrito prodotto al momento del taglio che dilata la superficie tagliata rispetto a quella libera all’aria, lo spessore esiguo del ricciolo garantisce che il minimo aumento di temperatura provveda alla dilatazione della stessa creando all’arricciamento.

_________________
Gianni
Tra i piaceri della vita, solo all'amore la musica è seconda. Ma l'amore stesso è musica. Puskin Aleksandr
potowatax
potowatax
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 07.05.12
Numero di messaggi : 1842
Località : Roma
Provincia : Roma (IT) / Newmains (UK)
Occupazione/Hobby : Scuola / Viandante
Impianto : Cliccare per leggere:
Spoiler:


Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da valterneri Sab 11 Mag 2019 - 1:57

potowatax ha scritto:... Per il burro l’effetto è dovuto all’attrito prodotto al momento del taglio
che dilata la superficie tagliata rispetto a quella libera all’aria ...
Quindi se lo taglio con un coltello freddo si arriccia al contrario?
valterneri
valterneri
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 7121
Provincia : abito nel forum
Impianto : un Thorens Debut Carbon

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da potowatax Sab 11 Mag 2019 - 8:56

Probabilmente a causa dell'attrito comunque prodotto, non succede nulla perché le differenze di temperature (+ freddo / - caldo) vengono compensate da quest'ultimo. D'altronde, che gli utensili quando forano, piallano, scavano, si scaldino a tal punto da richiedere un raffreddamento è universalmente conosciuto.

Ciò posto mi arrendo... Velter... dacci le soluzioni su tutti i quiz e aspettiamo cosa ci dirà utopico sulla sua sperimentazione... (sono tentato di provarci anche io visto che mi ritrovo un paio di ampli in più)


P.S. Propongo di creare una sezione titolata "LA FISICA OLTRE L'HI-FI". Silver Black ne discutiamo?

_________________
Gianni
Tra i piaceri della vita, solo all'amore la musica è seconda. Ma l'amore stesso è musica. Puskin Aleksandr
potowatax
potowatax
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 07.05.12
Numero di messaggi : 1842
Località : Roma
Provincia : Roma (IT) / Newmains (UK)
Occupazione/Hobby : Scuola / Viandante
Impianto : Cliccare per leggere:
Spoiler:


Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da beppe61 Sab 11 Mag 2019 - 10:48

In effetti la condizione è che la lama che asporta in continuità il materiale sia fredda!
Se fosse calda, nel caso del burro si avrebbe una doppia azione di riscaldamento che lo scioglierebbe!!!!
Sono un po le domande che si poneva il cuoco dell'Apollo 13 quando doveva far bollire l'acqua per gli spaghetti degli astronauti.
Comunque, in questo forum di licantropi, metronotte e residenti a Taiwan (visto l'orario di molti post!!!) almeno un cristiano che scrive ad ore potabili esiste!!!
p.s. ma quel giradischi che dimensioni e peso ha? sto preparando il mobiletto e non vorrei aver sorprese Mmm

beppe61
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 11.07.10
Numero di messaggi : 2382
Località : .
Provincia : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da diechirico Sab 11 Mag 2019 - 10:52

potowatax ha scritto:
Dopo beppe non ho chances... peccato perché quando risposi la prima volta (sul caffè che fatto girare velocemente scioglie lo zucchero più rapidamente) ero convinto di avere la vittoria in pugno.
Comunque i cavi non possono avere un verso perché gli elettroni si spostano da un atomo all’altro in base alla differenza di potenziale applicata ai capi del conduttore. Come la metti la metti, sempre un salto devono fare; l’importante è che sia vicino all’atomo giusto (di rame ad esempio). Per il burro ha ragione beppe e aggiungo che l’effetto è dovuto all’attrito prodotto al momento del taglio che dilata la superficie tagliata rispetto a quella libera all’aria, lo spessore esiguo del ricciolo garantisce che il minimo aumento di temperatura provveda alla dilatazione della stessa creando all’arricciamento.
in verità non è così che vanno le cose.
la fisica quantistica è una e una sola.
gli elettroni non saltano, non ci pensano minimamente a farlo.
gli elettroni sono delocalizzati, sempre. la loro posizione è descritta da una funzione d'onda, non da una coordinata spaziale.
la conduzione avviene perché la funzione d'onda si spalma lungo il reticolo cristallino e un elettrone (quello che conduce, non quello di core), di fatto, non appartiene all'atomo, ma alla molecola, intrappolata a sua volta nel reticolo cristallino.
le molecole, dal canto loro, non stanno ferme, ma oscillano e vibrano, anche se sono vincolate alle altre (si muovono in modi collettivi o normali). se poi c'è qualche impurezza - di gas, ad esempio - questa può pure ruotare nello spazio.

il ricciolo è dovuto alla quantità di acqua presente e alla sua temperatura, non alla parte grassa.
diechirico
diechirico
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 24.09.08
Numero di messaggi : 4729
Località : Guidonia - Roma
Provincia : dipende dai giorni
Occupazione/Hobby : Spettroscopista (diciamo così...)
Impianto : Grundig R25
Marantz ND8006
Luxman PD-291 (AT440MLb)
Grundig 1500 a Prof


Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da beppe61 Sab 11 Mag 2019 - 11:24

la conduzione avviene perché la funzione d'onda si spalma lungo il reticolo cristallino e un elettrone (quello che conduce, non quello di core), di fatto, non appartiene all'atomo, ma alla molecola, intrappolata a sua volta nel reticolo cristallino.

Ciò non toglie che sia omnidirezionale, ovvero che in un cavo non può esistere un verso preferenziale, sussistendo solo due condizioni, o conduce o non conduce del tutto e nessuna condizione intermedia.
Grazie dell'approfondimento

beppe61
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 11.07.10
Numero di messaggi : 2382
Località : .
Provincia : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da diechirico Sab 11 Mag 2019 - 12:35

beppe61 ha scritto:la conduzione avviene perché la funzione d'onda si spalma lungo il reticolo cristallino e un elettrone (quello che conduce, non quello di core), di fatto, non appartiene all'atomo, ma alla molecola, intrappolata a sua volta nel reticolo cristallino.

Ciò non toglie che sia omnidirezionale, ovvero che in un cavo non può esistere un verso preferenziale, sussistendo solo due condizioni, o conduce o non conduce del tutto e nessuna condizione intermedia.
Grazie dell'approfondimento
la cosa bella della fisica è che è oggettiva, al contrario del marketing.
ma la fisica, come ogni altra scienza, va conosciuta e studiata.
così come non si diventa medici leggendo su google di notte la propria diagnosi quando si ha un raffreddore con mal d'orecchie.
anche se io, devo ammetterlo, mi sono laureato in medicina esattamente così! Laughing Laughing
c'è solo un modo per costringere gli elettroni ad andare da qui a lì, ed è applicare un campo elettrico oppure uno magnetico (ma è un po' più complicato generarne uno rettilineo).
è il motivo per cui negli acceleratori di particelle si spendono un sacco di soldi in bollette elettriche.
se bastassero i cavi hi-fi a piegare la volontà quantistica degli elettroni, si risparmierebbero un sacco di soldi.
ecco.
il prossimo week end ci sarà l'open day a Dafne, l'acceleratore di Frascati. potrebbe essere una buona occasione per capire quanto possa essere complicato lo studio della natura microscopica (lì dove le leggi del piano inclinato mica funzionano tanto bene).
diechirico
diechirico
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 24.09.08
Numero di messaggi : 4729
Località : Guidonia - Roma
Provincia : dipende dai giorni
Occupazione/Hobby : Spettroscopista (diciamo così...)
Impianto : Grundig R25
Marantz ND8006
Luxman PD-291 (AT440MLb)
Grundig 1500 a Prof


Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da valterneri Sab 11 Mag 2019 - 13:32

beppe61 ha scritto:p.s. ma quel giradischi che dimensioni e peso ha? sto preparando il mobiletto e non vorrei aver sorprese Mmm
viste le risposte il giradischi è questo:
Biamplificare o no? - Pagina 2 Il-man10
valterneri
valterneri
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 7121
Provincia : abito nel forum
Impianto : un Thorens Debut Carbon

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da beppe61 Sab 11 Mag 2019 - 15:41

valterneri ha scritto:
beppe61 ha scritto:p.s. ma quel giradischi che dimensioni e peso ha? sto preparando il mobiletto e non vorrei aver sorprese Mmm
viste le risposte il giradischi è questo:
Biamplificare o no? - Pagina 2 Il-man10

Mad  va bene ma mi ci metti la Shure v15 v!

beppe61
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 11.07.10
Numero di messaggi : 2382
Località : .
Provincia : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Biamplificare o no? - Pagina 2 Empty Re: Biamplificare o no?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.