T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11751 utenti, con i loro 818577 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


cronaca di un cambio testina annunciato

Condividi

descriptioncronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
Ho preso un prephono ... ovvio che poi pensassi al cambio della testina sul mio Pro-ject debut DC. Se quel tonto del venditore mi avesse avvisato che con pochi spicci in più avrei preso la M2RED, o magari il piatto in acrilico...

Leggendo ho individuato nella Nagaoka Mp110 il partner perfetto per il SCHIIT mani prephono già preso, ordino in amazonia ed arriva Ok.

Mai cambiato una testina in vita mia, quindi vedo sul tubo un pò di istruzioni e pronti... Via!

Primo problema - i 4 connettori della testina non vogliono sapere di uscire dai pin della ortofon... durissimi; provo e riprovo e poi come da manuale prendo una pinzettina...1, 2, 3 mi rimane in mano un connettore. Vabbè, non ho problemi con il saldatore e rimedio subito.
fatto!

rimossi i connettori svito la testina vecchia e... c'è un distanziale come piastrina in metallo "imprevisto" tra il braccio e la testina; sulle istruzione della NAGAOKA non c'è, su quelle del DEBUT neppure ... che fare ? beh, tolgo e vado avanti.

Riconnetto i connettori (questi entrano bene senza forzare), poi le vitine ed il dadino (1/2 ora! sono minuscoli e la schell è integrata al braccio - scomodo!!) e fisso la testina provvisoriamente.
Metto la dima e provo ad allineare: appoggio la puntina al punto ed allineo le linee... casino.
Comincio a chiedermi perché mi sono messo in queste condizioni. Dopo molti minuti penso di essere arrivato ad un buon punto. Però il braccio quando alzato parte verso l'esterno... prima non lo faceva. Sistemo il peso (1,Cool e provo un disco.
Non male, ma niente di chè, sento una discreta distorsione. Il braccio punta sempre l'esterno quando alzato.

Rivedo la procedura di pesatura e mi rendo conto che "cannavo"; rifo ed ora il braccio non punta più l'esterno. Riprovo a suonare.

Bene! molto più corpo e dettaglio, suono più dimensionale, bassi presenti ma non lunghi, volume più alto. Un discreto miglioramento... e deve rodarsi.

Rimane il tema della piastrina ... - serviva ? - dell'allineamento - sarà corretto ? - del peso (ho comprato una bilancina).

La cosa strana: un disco nuovo lo sento con qualche TAC in più, mentre uno vecchio (che friggeva) il rumore rimane molto in sottofondoe il tutto rimane più godibile.

Possibile ?


descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@Pinve ha scritto:


Rimane il tema della piastrina ... - serviva ? - dell'allineamento - sarà corretto ? - del peso (ho comprato una bilancina).




La piastrina probabilmente è stata montata per correggere l'inclinazione del braccio se non si riesce a fare sulla articolazione dello stesso.
Verifica, una volta impostato il peso corretto e a braccio in posizione di lavoro, che sia parallelo al disco
Mah, la bilancina...esagerato!
Regola il contrappeso in maniera che il braccio rimanga in bilico, poi, tenendo fermo il contrappeso, muovi la ghiera graduata per far coincidere il riferimento allo 0, poi imposti il peso di lettura.
Poi verifica con la bilancina e vedrai che  sbagliata...la bilancina Laughing

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
Lo spessore serve a compensare le differenze in altezza delle diverse testine, al fine di non alterare in modo pesante il VTA, che sarà anche poco influente come sostengono alcuni, ma quando è esasperato non mette comunque il sistema puntina-cantilever-articolazione del braccio nelle condizioni ottimali per lavorare. Se ad occhio il VTA ti sembra corretto e la dimatura e il peso sono giusti lascia tutto com'è.

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@sportyerre ha scritto:
@Pinve ha scritto:


Rimane il tema della piastrina ... - serviva ? - dell'allineamento - sarà corretto ? - del peso (ho comprato una bilancina).




La piastrina probabilmente è stata montata per correggere l'inclinazione del braccio se non si riesce a fare sulla articolazione dello stesso.
Verifica, una volta impostato il peso corretto e a braccio in posizione di lavoro, che sia parallelo al disco
Mah, la bilancina...esagerato!
Regola il contrappeso in maniera che il braccio rimanga in bilico, poi, tenendo fermo il contrappeso, muovi la ghiera graduata per far coincidere il riferimento allo 0, poi imposti il peso di lettura.
Poi verifica con la bilancina e vedrai che  sbagliata...la bilancina Laughing


Si può essere! chi controlla chi controlla? Very Happy vedrò se ho fatto giusto (arriva oggi/domani)
e se ho allineato bene (nel caso cosa sento?)
comunque è stato faticoso! molto! il prossimo gira lo voglio con la schell (stile Technics), così almeno non divento gobbo nel cercare i lavorare sul braccio fisso.

Altra cosa che ho visto sul tubo è la sostituzione dei piedini con le punte...sopra una lastra di marmo.

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@Pinve ha scritto:

Altra cosa che ho visto sul tubo è la sostituzione dei piedini con le punte...sopra una lastra di marmo.


Io ho provato con il Thorens, sono tornato ai piedini originali dopo poco tempo.
Abito in una casa del 1905 con il solaio fatto in travi di legno originali del periodo.
Se cadeva a terra una briciola di pane lo sentivo nelle casse.

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
oltre al fatto che poi esteticamente non si può guardare.

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@sportyerre ha scritto:
@Pinve ha scritto:

Altra cosa che ho visto sul tubo è la sostituzione dei piedini con le punte...sopra una lastra di marmo.


Io ho provato con il Thorens, sono tornato ai piedini originali dopo poco tempo.
Abito in una casa del 1905 con il solaio fatto in travi di legno originali del periodo.
Se cadeva a terra una briciola di pane lo sentivo nelle casse.


ma come ...? con le punte fai fuori le vibrazioni (penso anche quelle dei pavimenti delle vecchie case).

Vabbè era solo una idea! tra marmo e punte ci compro quasi un giradischi vintage entry.



descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@fritznet ha scritto:
Lo spessore serve a compensare le differenze in altezza delle diverse testine, al fine di non alterare in modo pesante il VTA, che sarà anche poco influente come sostengono alcuni, ma quando è esasperato non mette comunque il sistema puntina-cantilever-articolazione del braccio nelle condizioni ottimali per lavorare. Se ad occhio il VTA ti sembra corretto e la dimatura e il peso sono giusti lascia tutto com'è.


guarderò che sia parallelo al disco; domanda - ma lo spessore altera il peso di lettura (e direi non poco visto che è di metallo) che però viene già calcolato equilibrando il braccio prima di impostare il peso... giusto?

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@Pinve ha scritto:


guarderò che sia parallelo al disco; domanda - ma lo spessore altera il peso di lettura (e direi non poco visto che è di metallo) che però viene già calcolato equilibrando il braccio prima di impostare il peso... giusto?


Altera la massa, il peso aggiunto si compensa con il contrappeso.

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@sportyerre ha scritto:
@Pinve ha scritto:


guarderò che sia parallelo al disco; domanda - ma lo spessore altera il peso di lettura (e direi non poco visto che è di metallo) che però viene già calcolato equilibrando il braccio prima di impostare il peso... giusto?


Altera la massa, il peso aggiunto si compensa con il contrappeso.


Ok esattamente, un pochino altera credo anche la massa effettiva, ma in modo risibile

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@fritznet ha scritto:
@sportyerre ha scritto:
@Pinve ha scritto:


guarderò che sia parallelo al disco; domanda - ma lo spessore altera il peso di lettura (e direi non poco visto che è di metallo) che però viene già calcolato equilibrando il braccio prima di impostare il peso... giusto?


Altera la massa, il peso aggiunto si compensa con il contrappeso.


Ok  esattamente, un pochino altera credo  anche la massa effettiva, ma in modo risibile



alterati sarete voi Hehe Hehe Hehe

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@enrico massa ha scritto:
@fritznet ha scritto:
@sportyerre ha scritto:


Altera la massa, il peso aggiunto si compensa con il contrappeso.


Ok  esattamente, un pochino altera credo  anche la massa effettiva, ma in modo risibile



alterati sarete voi Hehe Hehe Hehe


....e i cavofili muuuuuti
Laughing

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@enrico massa ha scritto:
@fritznet ha scritto:
@sportyerre ha scritto:


Altera la massa, il peso aggiunto si compensa con il contrappeso.


Ok  esattamente, un pochino altera credo  anche la massa effettiva, ma in modo risibile



alterati sarete voi Hehe Hehe Hehe



uei Enrico, quando si toccano certi argomenti ci sei, eh? Hehe

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@fritznet ha scritto:
@enrico massa ha scritto:
@fritznet ha scritto:


Ok  esattamente, un pochino altera credo  anche la massa effettiva, ma in modo risibile



alterati sarete voi Hehe Hehe Hehe



uei Enrico, quando si toccano certi argomenti ci sei, eh? Hehe



era un mio pro-pro-pro zio



gli somiglio un po',ma dipingo...meglio Laughing

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@Pinve ha scritto:
... La cosa strana:
un disco nuovo lo sento con qualche TAC in più, mentre uno vecchio (che friggeva) il rumore rimane molto in sottofondo e il tutto rimane più godibile.
Possibile ?
Vai! Eccoci!
Ora bisogna rodare anche i dischi! Sad

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@valterneri ha scritto:
@Pinve ha scritto:
... La cosa strana:
un disco nuovo lo sento con qualche TAC in più, mentre uno vecchio (che friggeva) il rumore rimane molto in sottofondo e il tutto rimane più godibile.
Possibile ?

Vai! Eccoci!
Ora bisogna rodare anche i dischi! Sad


bisognerebbe sapere le le corde delle chitarre erano rodate ...o meno, in tal caso diciamo al musicista di suonare rumore bianco per una settimana al buio, sempre lo stesso accordo.

Comunque sono contento perchè ieri sera mi è arrivata la bilancina per la puntina ed avendo impostato il peso a 1,8 g la bilancina misura 1,79 !! quindi stavolta l'ho azzeccata... ( e della bilancina ora che me ne faccio ? Mad )

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@valterneri ha scritto:
@Pinve ha scritto:
... La cosa strana:
un disco nuovo lo sento con qualche TAC in più, mentre uno vecchio (che friggeva) il rumore rimane molto in sottofondo e il tutto rimane più godibile.
Possibile ?

Vai! Eccoci!
Ora bisogna rodare anche i dischi! Sad


...ma se invece di buttare i cotton fioc, li considerassimo "rodati"?
Laughing

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@sportyerre ha scritto:
@valterneri ha scritto:
@Pinve ha scritto:
... La cosa strana:
un disco nuovo lo sento con qualche TAC in più, mentre uno vecchio (che friggeva) il rumore rimane molto in sottofondo e il tutto rimane più godibile.
Possibile ?

Vai! Eccoci!
Ora bisogna rodare anche i dischi! Sad


...ma se invece di buttare i cotton fioc, li considerassimo "rodati"?
Laughing


Smile Smile

fattostà che i dischi "fritti" sfrigolano meno con "sta testina";

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@Pinve ha scritto:


Smile Smile  

fattostà che i dischi "fritti" sfrigolano meno con "sta testina";


Migliorata la tracciabilità

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
Se hai dischi che friggono, e visivamente sembrano ok ( cioè se non sono una ragnatela di graffi profondi ortogonali al solco) quindi se hai il sospetto che friggano solo per sporcizia rincagnata sul fondo del solco, potresti provare a pulirli col vinavil, io lo uso leggermente diluito (10%, ma dovrei controllare), dopo una pulizia sommaria con la spazzolina in carbonio, stendo uno strato di vinavil non troppo sottile e il più possibile uniforme, cercando ai limiti della superficie, di lasciare uno strato più spesso. Una volta asciutto ( deve essere trasparente, se vedi zone biancastre significa che deve ancora asciugare) si solleva un bordo e si inizia a "pelare" lo strato di vinavil, che avrá inglobato buona parte delle particelle di sporco depositate nel solco. Mi riprometto di provare anche con le resine acriliche che si usano nel restauro (Primal e simili), che in virtù delle molecole più piccole dovrebbero avere una maggiore capacità di permeare la superficie del solco.

Inviato con Topic'it

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
@fritznet ha scritto:
Se hai dischi che friggono, e visivamente sembrano ok ( cioè se non sono una ragnatela di graffi profondi ortogonali al solco) quindi se hai il sospetto che friggano solo per sporcizia rincagnata sul fondo del solco, potresti provare a pulirli col vinavil, io lo uso leggermente diluito (10%, ma dovrei controllare), dopo una pulizia sommaria con la spazzolina in carbonio, stendo uno strato di vinavil non troppo sottile e il più possibile uniforme, cercando ai limiti della superficie, di lasciare uno strato più spesso. Una volta asciutto ( deve essere trasparente, se vedi zone biancastre significa che deve ancora asciugare) si solleva un bordo e si inizia a "pelare" lo strato di vinavil, che avrá inglobato buona parte delle particelle di sporco depositate nel solco. Mi riprometto di provare anche con le resine acriliche che si usano nel restauro (Primal e simili), che in virtù delle molecole più piccole dovrebbero avere una maggiore capacità di permeare la superficie del solco.

Inviato con Topic'it


Il Vinavil mi manca... (brivido!) li ho però già puliti ed asciugati secondo vari siti Web con detersivo neutro,acqua tiepida, pennello morbido ed panno morbido. Ad alcuni ho dato anche un velo di PRONTO.

Risultato: dopo anni di cantina belli lucidi e puliti e alcuni sembrano quasi nuovi ma... è certamente  migliorato il suono ma su alcuni rimane il "fritto"; a dirla tutta mi pare che ascoltandoli più volte la puntina "pulisca" ancora un pò il solco; mi è capitato dopo il trattamento di ascoltare 2 o 3 volte lo stesso brano e percepivo un miglioramento.
Suggestione ? boh!

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
La puntina in effetti pulisce, soprattutto se gli eventuali residui sono ammorbiditi dal "pronto", che io però non userei per rispetto di 1) eventuali collanti usati per fissare la puntina. 2) l'elastomero che dá la cedevolezza al cantilever. Sarà paranoia ( immotivata, anche dal fatto che non ho testine costose), ma io una cosa che lascia oli siliconici sui miei dischi non la userei. Il vinavil è un metodo abbastanza conosciuto, ho potuto provarlo solo su pochi dischi presi usati poiché i miei dischi li ho sempre conservati piuttosto bene, e usare il vinavil su dischi ben tenuti e silenziosi non avrebbe senso.

Inviato con Topic'it

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
Proverò con un disco sacrificabile ...servono 1 o 2 giorni per verificare il risultato (asciugatura)

servirebbe un giradischi muletto da utilizzare per "pulire" i residui e/o per dischi usurati; salvo avere migliaia di dischi, costa però meno ricomprarli (fatto salvo il collezionismo o le edizioni particolari)


Oltre a miei dischi di "perduta gioventù, acquisto un pò e mi piace l'idea del disco usato; ieri ho preso un elton john (don't shot me...) e una recente raccolta 2LP 180gr di marvin gaye (MG collected) a 30 euro.

Devo ancora ascoltarli, oltretutto con la nuova testina.

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
Dipende dalla umidità e temperatura ambientale oltre che ovviamente dallo spessore dello strato, non ho mai aspettato più di 24 ore, di solito 12-14, una volta imbroccato lo spessore giusto stendi alla sera e al mattino levi la pellicola. Credo non sia consigliabile aspettare troppo perché se la pellicola indurisce troppo potrebbe rompersi mentre la togli, mentre al momento giusto viene via senza problemi nè residui.

Inviato con Topic'it

descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
mmmmmmmh !...

ieri ho ascoltato i due nuovi dischi comprati usati; erano abbastanza puliti quindi una spolverata e via sul piatto; sentivo strano...difficile descrivere: le frequenze alte sembravano tagliate (o saturate).

Ho quindi messo un disco che conoscevo e mi pareva meno... ma c'era. Che sia l'allineamento della testina (che forse è migliorabile) ? si sente questo ? inizio o fine disco suonano uguali.


descriptionRe: cronaca di un cambio testina annunciato

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum