T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.

Unisciti al forum, è facile e veloce

T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

T fobia - discussione sulla classe d/t

+60
dude
flovato
lello64
merkutio
Sestante
Patrick
groovector
tino84
fritznet
Tassadar
Radiofaro
Stentor
Gatto Isidoro
daniele
diechirico
Vincenzo
traspar
Edgar
K8
MaurArte
Tfan
b2b_duetto
thema2000ie
Alessandro LXIV
mgiombi
porfido
wincenzo
Edoardo
piero7
LX33
madqwerty
filo5847
kingbowser
trek
Andrea Gianelli
fannaru
pny73
florin
Artinside
Flightangel
DACCLOR65
Renzo Badiale
pallapippo
nd1967
n.enrico
Michele
kywest
Smanetton
Barone Rosso
bonghittu
IcuZ
b.olivaw
ANDR3A101
mobius
pincellone
schwantz34
albamaiuscola
Silver Black
Ivan
plankg
64 partecipanti

Pagina 5 di 15 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 10 ... 15  Successivo

Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da Barone Rosso Gio 1 Ott 2009 - 19:42

kywest ha scritto:A proposito. L'integrato era questo: il Leben CS300, che ancora oggi non ho potuto ascoltare ( e mi piacerebbe).

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Cs300uplo

LEBEN


BYE
Stefano

Nota mia ....
Era l'amplificatore (integrato) che al top audio ho potuto comparare con l'icepower belcanto (era meglio la classe D dell' icepower)
Barone Rosso
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8036
Località :
Provincia : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da piero7 Gio 1 Ott 2009 - 19:57

Ah, i santoni dicono che: il suono che ne scaturisce è estremamente "curato", coeso, liquido, pulito.

Coeso? Shocked Liquido? Shocked Laughing

Poi aggiungono:
Be’, il suono del CS300X è come è lui stesso; è costruito con cura e suona con cura. Non vi impressiona con particolari effetti o aspetti volutamente enfatizzati, magari per nasconderne altri meno riusciti. No. Lui suona come deve suonare.
Dà l’impressione che ogni aspetto, timbrico, dinamico, spaziale sia gestito in modo da avere il miglior risultato possibile, tenendo ovviamente conto dei limiti dell’oggetto che, sebbene elevati in assoluto, sempre limiti sono.


Ma come, prima "suona come deve suonare" e poi c'ha dei limiti? E quali sono sti limiti? Azzardo un'ipotesi, costa "solo" 2.ooo cocuzze, è quello il limite Laughing

Poi, si continua: Con il CS300 avviene esattamente il contrario, o meglio, la piacevolezza d’insieme di sente da subito, ma è con l’ascolto attento e prolungato che se scoprono le doti più nascoste.
L’immagine è ben proporzionata senza essere enorme, la timbrica, come detto, sostanzialmente neutra, leggermente tendente al chiaro, l’estensione in frequenza abbastanza estesa, specie verso l’alto, la dinamica ottima, specie in rapporto alla potenza non esuberante, insomma un quadro globalmente più che positivo.


E' un mostro questo amplificatore allora! Laughing Ma...

Difetti? Be’ qualcuno ce ne e’, non potrebbe essere altrimenti, agli oggetti senza difetti io non ci credo. Il punch ad esempio non è il suo forte, o almeno per averlo occorre alzare molto il volume; ciò, unito ad una risposta sul basso di tutto rispetto come impatto, ma non molto estesa in frequenza, rende il risultato, con alcuni generi musicali, non proprio esuberante.

Ma da 10 watt scarsi con due piccole EL84, che si pretende? Shocked

Conlusioni:

Il Leben CS300X è un oggetto che "sa quel che vuole" J .

Suona come deve suonare infischiandosene delle mode che ora vogliono l’immagine enorme, ora il microdettaglio teso all’innaturale e domani chissà che altra diavoleria. E’ un oggetto concreto, ben realizzato e ben suonante. Il suo utente medio è, secondo me, una persona con anni di "carriera audiofila" sulle spalle, che sa quel che vuole e non si lascia impressionare dalle mode del momento.

Il prezzo è abbastanza sostenuto ma la costruzione e i componenti utilizzati sono di primissima qualità.


T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Cablatura
T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Resist10

Shocked 2.ooo euro per un pushpull di el84? Guardate l'interno, si nota una resistenza a filo da 2o cent, 5 elettrolitici normali, un po' di resistenze e ad esser larghi 100 euro di componentistica passiva. Però qui 2.ooo euri come costo è sostenuto. 15.ooo euro quasi per un pre con 4 6H30, com'è invece? Laughing

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Mullard
Certo ci so 4 el84 Mullard montate, che non costano proprio 2 euro l'una come le sovietiche (anche se sul sito della casa madre parlano di EL84 Sovtek quindi c'è una grande differenza all'ascoltotra questo e quello che si compra, ma questo loro NON LO DICONO) http://www.lebenhifi.com/products/cs300.html

Ma la perla delle perle la dice Lui: L’immagine è amplissima, indipendentemente dal diffusore utilizzato, profonda e di una luminosità assoluta, che rende l’atmosfera quasi impalpabile. Shocked

Ma come? Shocked Il discepolo dice che l'immagine non è amplissima e Lui dice invece che è amplissima? Ma se po' sapè qual'è il metro di misura, giusto per avere un riferimento, di quanto cavolo deve essere ampia st'immagine? Ma mettetevi daccordo almeno tra di voi!!!

Considerazione di Lui sul costo: Il prezzo non è in assoluto bassissimo, ma sarebbe ingeneroso usare la solita formula " ma è abbondantemente giustificato". Basta ascoltarlo dieci minuti per capire che è ben più che giustificato, anzi, direi sorprendente.

Standing ovation. Grazie di esistere Leben, per averci dato questo ampli, che a 2.ooo euri è "sorprendente" e "più ampiamente giustificato"! E vaiiiiiiiiiiiiiii!!!! Laughing

A mio giudizio, si spacciano sensazioni strettamente personali come certezze. Mo fate voi le vostre considerazioni...
piero7
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da kywest Gio 1 Ott 2009 - 20:20

Ecco la mia. Aria Fritta!

Però mi piacerebbe provarlo con le mie casse.

BYE
Stefano
kywest
kywest
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 07.05.09
Numero di messaggi : 117
Località : prov Livorno
Provincia : metereopatico
Occupazione/Hobby : troppo di tutto
Impianto : CDP Pioneer usato come meccanica; DAC Topping D50; pre/finale Naim nac92+nap90; DALI 2 vie (provvisorie).


Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da thema2000ie Gio 1 Ott 2009 - 20:21

piero7 ha scritto:Ah, i santoni dicono che: il suono che ne scaturisce è estremamente "curato", coeso, liquido, pulito.

Coeso? Shocked Liquido? Shocked Laughing

Poi aggiungono:
Be’, il suono del CS300X è come è lui stesso; è costruito con cura e suona con cura. Non vi impressiona con particolari effetti o aspetti volutamente enfatizzati, magari per nasconderne altri meno riusciti. No. Lui suona come deve suonare.
Dà l’impressione che ogni aspetto, timbrico, dinamico, spaziale sia gestito in modo da avere il miglior risultato possibile, tenendo ovviamente conto dei limiti dell’oggetto che, sebbene elevati in assoluto, sempre limiti sono.


Ma come, prima "suona come deve suonare" e poi c'ha dei limiti? E quali sono sti limiti? Azzardo un'ipotesi, costa "solo" 2.ooo cocuzze, è quello il limite Laughing

Poi, si continua: Con il CS300 avviene esattamente il contrario, o meglio, la piacevolezza d’insieme di sente da subito, ma è con l’ascolto attento e prolungato che se scoprono le doti più nascoste.
L’immagine è ben proporzionata senza essere enorme, la timbrica, come detto, sostanzialmente neutra, leggermente tendente al chiaro, l’estensione in frequenza abbastanza estesa, specie verso l’alto, la dinamica ottima, specie in rapporto alla potenza non esuberante, insomma un quadro globalmente più che positivo.


E' un mostro questo amplificatore allora! Laughing Ma...

Difetti? Be’ qualcuno ce ne e’, non potrebbe essere altrimenti, agli oggetti senza difetti io non ci credo. Il punch ad esempio non è il suo forte, o almeno per averlo occorre alzare molto il volume; ciò, unito ad una risposta sul basso di tutto rispetto come impatto, ma non molto estesa in frequenza, rende il risultato, con alcuni generi musicali, non proprio esuberante.

Ma da 10 watt scarsi con due piccole EL84, che si pretende? Shocked

Conlusioni:

Il Leben CS300X è un oggetto che "sa quel che vuole" J .

Suona come deve suonare infischiandosene delle mode che ora vogliono l’immagine enorme, ora il microdettaglio teso all’innaturale e domani chissà che altra diavoleria. E’ un oggetto concreto, ben realizzato e ben suonante. Il suo utente medio è, secondo me, una persona con anni di "carriera audiofila" sulle spalle, che sa quel che vuole e non si lascia impressionare dalle mode del momento.

Il prezzo è abbastanza sostenuto ma la costruzione e i componenti utilizzati sono di primissima qualità.



In una parola... eh? Mmm

Grande piero7! Ok
thema2000ie
thema2000ie
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 04.06.09
Numero di messaggi : 5002
Località : Via dei Matti, n.0
Impianto :

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da piero7 Gio 1 Ott 2009 - 20:46

kywest ha scritto:Ecco la mia. Aria Fritta!

Però mi piacerebbe provarlo con le mie casse.

BYE
Stefano

di sicuro suona bene, per carità, ma la cosa grave è che l'hanno provato con 4 mullard e non con 4 sovtek (che son quelle fornite di serie) e giustificano, così a spanne, il costo non si capisce con quale metro. Se compro io alla minuta spendo 100 euro di componenti passivi, ma una ditta che compra all'ingrosso, paga molto ma molto di meno, però per loro, componentista giustificatissima per il costo! Che je frega, mica lo devono pagare loro! Mah!

E vuoi scommettere che se glielo fai notare, la storia delle mullard, è solo per motivi fotografici o chissa quale altra giustificazione trovata al momento? Laughing
piero7
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da madqwerty Gio 1 Ott 2009 - 20:57

piero7 ha scritto:
Ma come? Shocked Il discepolo dice che l'immagine non è amplissima e Lui dice invece che è amplissima?
ha ragione il maestro
T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 0111
Ma se po' sapè qual'è il metro di misura, giusto per avere un riferimento, di quanto cavolo deve essere ampia st'immagine? Ma mettetevi daccordo almeno tra di voi!!!
800x600 Hehe
madqwerty
madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da thema2000ie Gio 1 Ott 2009 - 21:06

madqwerty ha scritto:
piero7 ha scritto:
Ma come? Shocked Il discepolo dice che l'immagine non è amplissima e Lui dice invece che è amplissima?
ha ragione il maestro
T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 0111
Ma se po' sapè qual'è il metro di misura, giusto per avere un riferimento, di quanto cavolo deve essere ampia st'immagine? Ma mettetevi daccordo almeno tra di voi!!!
800x600 Hehe
Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe
thema2000ie
thema2000ie
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 04.06.09
Numero di messaggi : 5002
Località : Via dei Matti, n.0
Impianto :

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da piero7 Gio 1 Ott 2009 - 21:33

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Rotolo
piero7
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da Silver Black Ven 2 Ott 2009 - 1:39

piero7 ha scritto:Ma la posso mettere sergio? Faccio una scansione?

Vige la libertà di espressione, per cui fai pure!

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com
Silver Black
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 16693
Località : Bassano del Grappa
Provincia : Vicenza
Occupazione/Hobby : Sviluppatore software - Istruttore di Muay Thai / Kick boxing
Impianto :
pre: S.M.S.L. Sanskrit 10th
ampli: Behringer A800 (220 W @ 8 Ohm, 400 W @ 4 Ohm, 800 W in mono)
diffusori: Cerwin Vega XLS-215 (126x43x53.5 cm, 53 Kg cad., 95 db/W/m, 6 Ohm, 2 woofer da 38 cm, midrange da 17 cm, tweeter a cupola a tromba, 500 W, 38 Hz - 20 KHz)
sorgente: Sony BDP-S370 (lettore DVD/Blue-Ray e stazione multimediale streaming via rete cablata)
cavi segnale: Monster Cable MKII
cavi potenza: Qed Micro

Spoiler:


http://www.silvercybertech.com

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da Andrea Gianelli Ven 2 Ott 2009 - 11:55

Barone Rosso ha scritto:Nota mia ....
Era l'amplificatore (integrato) che al top audio ho potuto comparare con l'icepower belcanto (era meglio la classe D dell' icepower)
Hello E io ero già andato a casa... peccato!
Comunque gli ICE-power della danese Bang&Olufsen (loro brevetto) sono dei classe D progettati per l'amplificazione delle basse frequenze, dove la potenza conta più della qualità. Infatti per medi e alti, dove si richiede trasparenza e maggior definizione, anche loro (almeno nei diffusori di maggior prestigio) utilizzano moduli in classe AB.
Chiaramente con un grosso classe T si prendono due piccioni con una fava: potenza e fedeltà nel contempo.
Andrea Gianelli
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Provincia : Milano
Occupazione/Hobby : Consulente
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da Andrea Gianelli Ven 2 Ott 2009 - 12:06

piero7 ha scritto:Me l'ero persa questa discussione...

Gli audiofili, così come in molti altre cose della vita, si dividono in poche e chiare categorie:

A) quelli cui il blasone è tutto
B) quelli a cui del blasone non gliene frega niente, e bada alla sostanza e basta.

Lo stesso paragone vale per le automobili. Una Porsche è una Porsche perchè ha 50anni di storia, ed una Nissan GT3 non è una supercar, anche se a livello di prestazioni le da, e di santa ragione, alla Turbo. E costa pure la metà! Ma non ha blasone e quindi non è una supercar.

Io, dal basso della mia piccola esperienza ho capito che:

A) dietro al blasone, in questo settore, ci son per quattro quinti speculazioni che definire vergognose è dir poco
B) a differenza della Porsche o della Ferrari, che se scelta con oculatezza un certo valore lo conserva negli anni, in questo settore è un bagno di sangue
C) con il fai da te spendi poco, a prescindere dalla tecnologia scelta, ed hai prestazioni di tutto rilievo e la soddisfazione di fare l'oggetto come piace a te

Avete nominato un'altro forum. A me diverte quel forum, dove spesso si disquisice del suono dei fusibili e si alimenta il gioco "attento agli accoppiamenti, che son la base di tutto". Il mio impianto non mi piace sui medio alti. Risposta: hai provato i cavi xxx e le punte yyy? Io ho risolto mettendo la base antisismica su tre (attento a non metterne quattro) risuonatori della ditta zzzz. hahahahahahaha ed io mi scombiscio dalle ristate!!!! Laughing

Avendo come guru l'enunciatore della teoria dello Ying e dello Yang, è ovvio che i discepoli di tale messia seguano la stessa linea di pensiero: devi da caccià li sordi se vuoi accedere all'olimpo. Io ho frequentato in passato un po' di persone (tutte molto danarose) che pensavano di essere nell'olimpo, e la cosa che ricordo chiaramente, erano tutti quasi sempre insoddisfatti, nonostante le carriole di soldi spesi in accoppiamenti suggeriti dal guru di turno. E dopo aver speso anch'io un bel po' di soldi, mi son accorto che:

A) la madonna non l'ho mai, e ribadisco il mai, vista.
B) la differenza tra qualcosa che suona eccezionalmente bene e qualcosa che suona bene è davvero minima, la differenza è solo economica e sale esponenzialmente con il nome scritto sul frontalino.
C) ho ascoltate tante di quelle cose dal suono "normale" che ancora oggi mi chiedo come cavolo abbiano fatto a far pagare così tanto delle mezze fetecchie così.

DIFFIDATE!! Diffidate da chi presenta una cassa acustica, e nello stesso articolo evidenzia il lettore CD. Quello modificato dal compare, ovviamente. Che con la modica spesa di 500 eurozzi, te monta un pugno di fet che costano 10 euro in totale e si trasforma da brutto anatroccolo in meraviglioso cigno. Laughing

La cosa più importante in tutte le cose della vita è: equilibrio e soddisfazione. Spendere 100 euro di cavi da montare su una fenicie è follia. Spendere 12.500 euro per un pre a valvole con 4 6H30 ed una 6V6 di stabilizzazione è pura follia!

Sei soddisfatto di come suona il tuo accrocco? Fa come il calabrone, ignora di essere una stana cosa e stando alla fisica non potresti volare, voli basso, ma voli. E questo è l'importante.

Poi, se vogliamo farci quattro risate pure qui, prendiamo un po' di recensioni fatte da questi guru su riviste e le commentiamo. Se le leggi con occhio attento, spesso questi santoni parlano come i maghi che si vedono sulle tv private e gli oroscopi. Generici, vaghi, con concetti "poetici" che con l'ascolto non ci azzeccano una cippa lippa. Ma l'importante è parlarne... loro son pagati per parlare del... nulla! I ca@@i so i vostri (e nostri) che dobbiamo cacciare i soldi. Loro, quegli aggeggi non li pagano (spesso) ma li ricevono proprio per convincere i gonzi ad acquistarli.

Cavolo, ma se po' pagà 4x6H30 ed una 6V6 12.500 euro? Mad E' normale che dicano peste e corna degli ampli cinesi, delle fenicie e dei gaincloni. Gli hanno rotto il giochino "trova il gonzo che paga per me"!!! Laughing
Hello Grande Piero: tra tutti i bei post letti, questo credo rimanga il migliore!
Colgo l'occasione per chiderti un parere sul fenomeno LT-Grundig: da persona molto preparata ed esperta, ci sono buone probabilità che tu abbia ascoltato una catena full CCI. Ovviamente se ritieni che stiamo andando fuori tema, puoi inviarmi le tue impressioni all'indirizzo che trovi in firma o, a vantaggio di tutti, nell'argomento dedicato al CCI.
Tuoi commenti e considerazioni in merito sarebbero per me davvero preziose.
Andrea Gianelli
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Provincia : Milano
Occupazione/Hobby : Consulente
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da piero7 Ven 2 Ott 2009 - 13:25

Grazie Andrea, mi spiace deluderti, ma non so una cippa lippa sui Grunding, assolutamente nulla di nulla...

Mi piacerebbe ascoltarli perchè vedo che ne parlate in modo più che entusiastico.
piero7
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da Andrea Gianelli Ven 2 Ott 2009 - 17:09

piero7 ha scritto:Grazie Andrea, mi spiace deluderti, ma non so una cippa lippa sui Grunding, assolutamente nulla di nulla...

Mi piacerebbe ascoltarli perchè vedo che ne parlate in modo più che entusiastico.
Hello Grazie a te, caro Piero: nessuna delusione, ma una buona notizia per te sulla possibilità di ascoltarli, dal momento che vengono organizzati meeting in tutta Italia (che puoi tener d'occhio sul loro forum).
Alcune cose sono fumose (come il suono che cambia se una rivista viene appoggiata o tolta, il verso della spina di alimentazione da inserire nella presa, oppure ancora le solite fantateorie sui cavi, che almeno in questo caso costano davvero poco) e proprio su queste ti consiglio sin d'ora di sorvolare (io sono stato silenziosamente al gioco), mentre altre fanno davvero riflettere: cassettine come le Box 400 che suonano divinamente o integratini come il V7000 che personalmente ho trovato musicalissimo. Ma la cosa che più sconcerta è che gli schemi circuitali sono di una banalità pazzesca (classici ampli da manuale di elettronica dei tempi, con accoppiamento in continua, onesti ma niente di più), con componenti già abbondantemente superati per l'epoca (basti pensare ai transistor 3055, montati nell'integratone SV 700 del 1978, che mio padre non usava neppure dieci anni prima, in quanto c'era già di meglio).
Ma la fedeltà del suono quella c'è, eccome se c'è: insomma, altri prodotti che invitano a riflettere su quanto valga la pena spendere.
In definitiva ti consiglio di partecipare ad un meeting portando il tuo ampli e il tuo lettore cd, in modo da poterli confrontare direttamente con un impianto CCI.
Andrea Gianelli
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Provincia : Milano
Occupazione/Hobby : Consulente
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da piero7 Ven 2 Ott 2009 - 18:05

Se capita qualcosa a portata di mano, sicuro che ci partecipo... Smile

Ma so spariti gli avatar? Shocked Il guru di cui abbiamo parlato ci boicotta... aiutoooooooooo! Laughing
piero7
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da bonghittu Ven 2 Ott 2009 - 18:24

Andrea Gianelli ha scritto:
Ma la fedeltà del suono quella c'è, eccome se c'è: insomma, altri prodotti che invitano a riflettere su quanto valga la pena spendere.

Hai mai pensato a un impianto vintage di rango?
Che ne so un NAD3020+AR10pi (o anche 11)+ThorensTD160/CD960
(ovviamente il lettore CD non puo' che essere piu' recente) ?!?!?
Una catena sifatta oggi costerebbe non piu' di 600/800 Euro,
con componenti perfettamente ricondizionati.
Proponi la sfida ai grundigari in campo neutro e vedi
cosa ti rispondono.
bonghittu
bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 4290
Località : Poetto Beach(CA)
Provincia : CA
Impianto :
Spoiler:




Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da Andrea Gianelli Ven 2 Ott 2009 - 18:36

piero7 ha scritto:Se capita qualcosa a portata di mano, sicuro che ci partecipo... Smile

Ma so spariti gli avatar? Shocked Il guru di cui abbiamo parlato ci boicotta... aiutoooooooooo! Laughing
Smile Vai tranquillo: Massimo ed io siamo da tempo buoni amici. Tra l'altro è una persona molto corretta.
Andrea Gianelli
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Provincia : Milano
Occupazione/Hobby : Consulente
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da Silver Black Ven 2 Ott 2009 - 19:37

Andrea Gianelli ha scritto:
piero7 ha scritto:Se capita qualcosa a portata di mano, sicuro che ci partecipo... Smile

Ma so spariti gli avatar? Shocked Il guru di cui abbiamo parlato ci boicotta... aiutoooooooooo! Laughing
Smile Vai tranquillo: Massimo ed io siamo da tempo buoni amici. Tra l'altro è una persona molto corretta.

Infatti è solo il server delle immagini del forum che oggi fa le bizze...

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com
Silver Black
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 16693
Località : Bassano del Grappa
Provincia : Vicenza
Occupazione/Hobby : Sviluppatore software - Istruttore di Muay Thai / Kick boxing
Impianto :
pre: S.M.S.L. Sanskrit 10th
ampli: Behringer A800 (220 W @ 8 Ohm, 400 W @ 4 Ohm, 800 W in mono)
diffusori: Cerwin Vega XLS-215 (126x43x53.5 cm, 53 Kg cad., 95 db/W/m, 6 Ohm, 2 woofer da 38 cm, midrange da 17 cm, tweeter a cupola a tromba, 500 W, 38 Hz - 20 KHz)
sorgente: Sony BDP-S370 (lettore DVD/Blue-Ray e stazione multimediale streaming via rete cablata)
cavi segnale: Monster Cable MKII
cavi potenza: Qed Micro

Spoiler:


http://www.silvercybertech.com

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da piero7 Sab 3 Ott 2009 - 21:48

Andrea Gianelli ha scritto:
piero7 ha scritto:Se capita qualcosa a portata di mano, sicuro che ci partecipo... Smile

Ma so spariti gli avatar? Shocked Il guru di cui abbiamo parlato ci boicotta... aiutoooooooooo! Laughing
Smile Vai tranquillo: Massimo ed io siamo da tempo buoni amici. Tra l'altro è una persona molto corretta.

il guru che dico io non si chiama massimo Cool
piero7
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da Andrea Gianelli Dom 4 Ott 2009 - 11:29

piero7 ha scritto:
Andrea Gianelli ha scritto:
piero7 ha scritto:Se capita qualcosa a portata di mano, sicuro che ci partecipo... Smile

Ma so spariti gli avatar? Shocked Il guru di cui abbiamo parlato ci boicotta... aiutoooooooooo! Laughing
Smile Vai tranquillo: Massimo ed io siamo da tempo buoni amici. Tra l'altro è una persona molto corretta.

il guru che dico io non si chiama massimo Cool
Ah, pensavo ti riferissi al guru dei grundigofili...
Andrea Gianelli
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Provincia : Milano
Occupazione/Hobby : Consulente
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da LX33 Lun 5 Ott 2009 - 10:57

piero7 ha scritto:Me l'ero persa questa discussione...

Gli audiofili, così come in molti altre cose della vita, si dividono in poche e chiare categorie:

A) quelli cui il blasone è tutto
B) quelli a cui del blasone non gliene frega niente, e bada alla sostanza e basta.

Lo stesso paragone vale per le automobili. Una Porsche è una Porsche perchè ha 50anni di storia, ed una Nissan GT3 non è una supercar, anche se a livello di prestazioni le da, e di santa ragione, alla Turbo. E costa pure la metà! Ma non ha blasone e quindi non è una supercar.

Io, dal basso della mia piccola esperienza ho capito che:

A) dietro al blasone, in questo settore, ci son per quattro quinti speculazioni che definire vergognose è dir poco
B) a differenza della Porsche o della Ferrari, che se scelta con oculatezza un certo valore lo conserva negli anni, in questo settore è un bagno di sangue
C) con il fai da te spendi poco, a prescindere dalla tecnologia scelta, ed hai prestazioni di tutto rilievo e la soddisfazione di fare l'oggetto come piace a te

Avete nominato un'altro forum. A me diverte quel forum, dove spesso si disquisice del suono dei fusibili e si alimenta il gioco "attento agli accoppiamenti, che son la base di tutto". Il mio impianto non mi piace sui medio alti. Risposta: hai provato i cavi xxx e le punte yyy? Io ho risolto mettendo la base antisismica su tre (attento a non metterne quattro) risuonatori della ditta zzzz. hahahahahahaha ed io mi scombiscio dalle ristate!!!! Laughing

Avendo come guru l'enunciatore della teoria dello Ying e dello Yang, è ovvio che i discepoli di tale messia seguano la stessa linea di pensiero: devi da caccià li sordi se vuoi accedere all'olimpo. Io ho frequentato in passato un po' di persone (tutte molto danarose) che pensavano di essere nell'olimpo, e la cosa che ricordo chiaramente, erano tutti quasi sempre insoddisfatti, nonostante le carriole di soldi spesi in accoppiamenti suggeriti dal guru di turno. E dopo aver speso anch'io un bel po' di soldi, mi son accorto che:

A) la madonna non l'ho mai, e ribadisco il mai, vista.
B) la differenza tra qualcosa che suona eccezionalmente bene e qualcosa che suona bene è davvero minima, la differenza è solo economica e sale esponenzialmente con il nome scritto sul frontalino.
C) ho ascoltate tante di quelle cose dal suono "normale" che ancora oggi mi chiedo come cavolo abbiano fatto a far pagare così tanto delle mezze fetecchie così.

DIFFIDATE!! Diffidate da chi presenta una cassa acustica, e nello stesso articolo evidenzia il lettore CD. Quello modificato dal compare, ovviamente. Che con la modica spesa di 500 eurozzi, te monta un pugno di fet che costano 10 euro in totale e si trasforma da brutto anatroccolo in meraviglioso cigno. Laughing

La cosa più importante in tutte le cose della vita è: equilibrio e soddisfazione. Spendere 100 euro di cavi da montare su una fenicie è follia. Spendere 12.500 euro per un pre a valvole con 4 6H30 ed una 6V6 di stabilizzazione è pura follia!

Sei soddisfatto di come suona il tuo accrocco? Fa come il calabrone, ignora di essere una stana cosa e stando alla fisica non potresti volare, voli basso, ma voli. E questo è l'importante.

Poi, se vogliamo farci quattro risate pure qui, prendiamo un po' di recensioni fatte da questi guru su riviste e le commentiamo. Se le leggi con occhio attento, spesso questi santoni parlano come i maghi che si vedono sulle tv private e gli oroscopi. Generici, vaghi, con concetti "poetici" che con l'ascolto non ci azzeccano una cippa lippa. Ma l'importante è parlarne... loro son pagati per parlare del... nulla! I ca@@i so i vostri (e nostri) che dobbiamo cacciare i soldi. Loro, quegli aggeggi non li pagano (spesso) ma li ricevono proprio per convincere i gonzi ad acquistarli.

Cavolo, ma se po' pagà 4x6H30 ed una 6V6 12.500 euro? Mad E' normale che dicano peste e corna degli ampli cinesi, delle fenicie e dei gaincloni. Gli hanno rotto il giochino "trova il gonzo che paga per me"!!! Laughing

Sono assolutamente d' accordo! Io ho sempre cercato il miglior rapporto qualità-prezzo in tutti i miei acquisti e lo farò anche in questa occasione. Infatti un bel negozio Hi-Fi del quale conosco il proprietario da 20 anni, conosce il mio impianto e ma ha consigliato un Rotel a 400 euro , quasi quasi.......
Scusate il OT!

LX33
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 16.09.09
Numero di messaggi : 14
Località : alessandria
Impianto : amp. Luxman lx33, lettore Luxman dz112, casse Infinity QEx, giradischi Rega Plana 2, Ortofon

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da b2b_duetto Lun 5 Ott 2009 - 11:17

Andrea Gianelli ha scritto:
Hello Grazie a te, caro Piero: nessuna delusione, ma una buona notizia per te sulla possibilità di ascoltarli, dal momento che vengono organizzati meeting in tutta Italia (che puoi tener d'occhio sul loro forum).
Alcune cose sono fumose (come il suono che cambia se una rivista viene appoggiata o tolta, il verso della spina di alimentazione da inserire nella presa, oppure ancora le solite fantateorie sui cavi, che almeno in questo caso costano davvero poco) e proprio su queste ti consiglio sin d'ora di sorvolare (io sono stato silenziosamente al gioco), mentre altre fanno davvero riflettere: cassettine come le Box 400 che suonano divinamente o integratini come il V7000 che personalmente ho trovato musicalissimo. Ma la cosa che più sconcerta è che gli schemi circuitali sono di una banalità pazzesca (classici ampli da manuale di elettronica dei tempi, con accoppiamento in continua, onesti ma niente di più), con componenti già abbondantemente superati per l'epoca (basti pensare ai transistor 3055, montati nell'integratone SV 700 del 1978, che mio padre non usava neppure dieci anni prima, in quanto c'era già di meglio).
Ma la fedeltà del suono quella c'è, eccome se c'è: insomma, altri prodotti che invitano a riflettere su quanto valga la pena spendere.
In definitiva ti consiglio di partecipare ad un meeting portando il tuo ampli e il tuo lettore cd, in modo da poterli confrontare direttamente con un impianto CCI.

Andrea, ri-buongiorno.
Fantateorie sui cavi?
Non eri presente all'ascolto del cavo di segnale in argento portato dall'amico di Palermo?
Sì, eri presente, ricordo bene!
Non avendo problemi di udito, io ho chiaramente notato la differenza pur non essendo in posizione ottimale come te, e con me tanti altri, oserei dire, dalle espressioni raccolte. Tu sei solo stato al gioco, e va bene, ma la "sala giochi" non era li, non erano presenti "tavoli verdi".

Comunque, visto che sono persona aperta, aspetterò con impazienza, e con chiaro confronto basato sull'ascolto, il nostro prossimo meeting per poter ascoltare le tue considerazioni chiaramente riprese dai "sacri testi aulici". Ovvimanente spero in una folta partecipazione degli amanti degli amplificatori in classe D, così potrai chiaramente illustrare a tutti le tue considerazioni.

Consentimi, in ultimo, di ribadire con forza di lasciar perdere le casse Grundig almeno fino a che non entrerà in commercio un amplificatore in classe D con risposta in frequenza su carico reale lineare. Per essere ancor più chiari, sarei il primo ad essere strafelice di un classe D con tali caratteristiche.

Sempre in attesa di rispsota con i fatti e non con le parole, quindi con un ascolto comparato.

b2b_duetto
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 28.09.09
Numero di messaggi : 4
Località : Pc
Impianto : cd+giradischi+lettore cassette+radio+pre+finale+2casse

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da Andrea Gianelli Lun 5 Ott 2009 - 22:10

b2b_duetto ha scritto:Andrea, ri-buongiorno.
Fantateorie sui cavi?
Non eri presente all'ascolto del cavo di segnale in argento portato dall'amico di Palermo?
Sì, eri presente, ricordo bene!
Non avendo problemi di udito, io ho chiaramente notato la differenza pur non essendo in posizione ottimale come te, e con me tanti altri, oserei dire, dalle espressioni raccolte. Tu sei solo stato al gioco, e va bene, ma la "sala giochi" non era li, non erano presenti "tavoli verdi".

Comunque, visto che sono persona aperta, aspetterò con impazienza, e con chiaro confronto basato sull'ascolto, il nostro prossimo meeting per poter ascoltare le tue considerazioni chiaramente riprese dai "sacri testi aulici". Ovvimanente spero in una folta partecipazione degli amanti degli amplificatori in classe D, così potrai chiaramente illustrare a tutti le tue considerazioni.

Consentimi, in ultimo, di ribadire con forza di lasciar perdere le casse Grundig almeno fino a che non entrerà in commercio un amplificatore in classe D con risposta in frequenza su carico reale lineare. Per essere ancor più chiari, sarei il primo ad essere strafelice di un classe D con tali caratteristiche.

Sempre in attesa di rispsota con i fatti e non con le parole, quindi con un ascolto comparato.
Hello Per usare una significativa espressione dal celebre duo comico Ale e Franz, "lo era" (un buongiorno).
Battute (assolutamente bonarie) a parte, cerco di risponderti con ordine:
1) ero presente, con gli occhi rigorosamente chiusi durante le varie prove (in gergo si chiama "ascolto alla cieca");
2) io non ho commentato, ma mi sono limitato ad ascoltare, a scambiare qualche parola con Massimo (persona sempre corretta e disponibile) e a rispondere alle domande dei molti (con evidenti problemi di udito) interessati alla Fenice 20;
3) una persona aperta difficilmente manifesta atteggiamenti gratuitamente sprezzanti nei confronti degli altri e delle cose altrui (mi riferisco al tuo precedente intervento, del quale altri gentili utenti di questo forum possono aver ricavato un'impressione diversa dalla mia: attendo conferme o eventuali smentite in merito);
3) dubito, soprattutto in riferimento al tuo precedente intervento, che il tuo atteggiamento possa incentivare la partecipazione;
4) inizia ad essere strafelice, dal momento che la Fenice 20 presenta una risposta in frequenza su carico reale contenuta entro i +/-2dB: http://motxam.interfree.it/fenice20.html
5) reputo doveroso concludere riportando il link del tuo precedente intervento, qui più volte da me citato: http://t-class.niceboard.org/diffusori-f7/5-diffusori-per-2-amplificatori-filosofie-a-confronto-t4403-90.htm#70001
Andrea Gianelli
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Provincia : Milano
Occupazione/Hobby : Consulente
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da piero7 Lun 5 Ott 2009 - 23:21

Ecco perchè non parlo mai di cavi e altri ammenniccoli... Preferisco parlare di tecnica e di musica che di "opinioni" su come suona un pezzo di filo
piero7
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da b2b_duetto Mar 6 Ott 2009 - 0:12

Buona sera Andrea,

mi limiterò a rispondere al punto 4.

è simpatico vedere come giri il difetto della fenice 20 in positività. Quell'esaltazione in gamma alta è evidentissima all'ascolto ed altrettanto fastidiosa, ed al meeting era chiarissimo questo limite anche in quella preparata da Massimo.
Quel velocissimo alternarsi di attenuazioni ed esaltazioni al variare della frequenza (emblematico il -1,3 a 30hz ed il +0,7 a 40hz) sono LA MORTE della musica perchè modificano completamente il messaggio. Forse un meeting non è il posto in cui tutti riescono a rendersene conto, ma una volta portata a casa ed ascoltata con calma, basta avere qualcosa di meglio per rottamare al volo l'ampli da te tanto spinto .
Quando scrivo "qualcosa di meglio", sia chiaro, non stò pensando a Grundig, ma a qualsiasi ampli che possa avere una risposta in frequenza su carico reale ben più lineare rispetto alla Fenice 20.

E' inolte triste notare nel tuo commento (ma forse anche in quello che hai scritto prima....) che non hai fatto tesoro di ciò che si è potuto apprezzare nell'ascolto del V7000 con e senza attenuazione della gamma bassa, eppure era ESTREMAMENTE evidente la differenza, e le esaltazioni della Fenice 20 sono egualmente quantificabili seppure in una gamma di frequenza diversa (ma pane al pane vino al vino il v7000 non linearizzato gonfia un po' e fa perdere natularezza al suono, la fenice 20 ti teletrasporta sulla poltroncina del dentista con il trapano).
e non è l'unica cosa che ti sei scordato....

ciò che comunque non ho negato (anche perchè sarebbe condizione insostenibile) è che ci sono amplificatori da nmila euro che sono altrettanto pessimi, per cui una Fenice 20 può essere un'alternativa per chi non è ammaliato dal blasone. Però, a quel punto vai a tirare in ballo altri oggetti e lasci stare Grundig che, nel bene o nel male, non centrano assolutamente nulla con la Fenice 20.

Comunque rimango (rimaniamo...) in attesa della verifica di quanto hai scritto nel resoconto del meeting:
"mentre l’ampli (col semplice switching) era molto vicino al V7000, con qualche piccola asprezza che però con l’alimentazione a batteria sarebbe comunque scomparsa."
dove non essendo chiaramente specificato "l'ampli preparato da Massimo" è da intendersi "qualsiasi ampli" per cui il tuo va benissimo.

al prossimo meeting.

b2b_duetto
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 28.09.09
Numero di messaggi : 4
Località : Pc
Impianto : cd+giradischi+lettore cassette+radio+pre+finale+2casse

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da filo5847 Mar 6 Ott 2009 - 2:53

b2b_duetto ha scritto:Buona sera Andrea,

mi limiterò a rispondere al punto 4.

è simpatico vedere come giri il difetto della fenice 20 in positività. Quell'esaltazione in gamma alta è evidentissima all'ascolto ed altrettanto fastidiosa, ed al meeting era chiarissimo questo limite anche in quella preparata da Massimo.
Quel velocissimo alternarsi di attenuazioni ed esaltazioni al variare della frequenza (emblematico il -1,3 a 30hz ed il +0,7 a 40hz) sono LA MORTE della musica perchè modificano completamente il messaggio. Forse un meeting non è il posto in cui tutti riescono a rendersene conto, ma una volta portata a casa ed ascoltata con calma, basta avere qualcosa di meglio per rottamare al volo l'ampli da te tanto spinto .
Quando scrivo "qualcosa di meglio", sia chiaro, non stò pensando a Grundig, ma a qualsiasi ampli che possa avere una risposta in frequenza su carico reale ben più lineare rispetto alla Fenice 20.

E' inolte triste notare nel tuo commento (ma forse anche in quello che hai scritto prima....) che non hai fatto tesoro di ciò che si è potuto apprezzare nell'ascolto del V7000 con e senza attenuazione della gamma bassa, eppure era ESTREMAMENTE evidente la differenza, e le esaltazioni della Fenice 20 sono egualmente quantificabili seppure in una gamma di frequenza diversa (ma pane al pane vino al vino il v7000 non linearizzato gonfia un po' e fa perdere natularezza al suono, la fenice 20 ti teletrasporta sulla poltroncina del dentista con il trapano).
e non è l'unica cosa che ti sei scordato....

ciò che comunque non ho negato (anche perchè sarebbe condizione insostenibile) è che ci sono amplificatori da nmila euro che sono altrettanto pessimi, per cui una Fenice 20 può essere un'alternativa per chi non è ammaliato dal blasone. Però, a quel punto vai a tirare in ballo altri oggetti e lasci stare Grundig che, nel bene o nel male, non centrano assolutamente nulla con la Fenice 20.

Comunque rimango (rimaniamo...) in attesa della verifica di quanto hai scritto nel resoconto del meeting:
"mentre l’ampli (col semplice switching) era molto vicino al V7000, con qualche piccola asprezza che però con l’alimentazione a batteria sarebbe comunque scomparsa."
dove non essendo chiaramente specificato "l'ampli preparato da Massimo" è da intendersi "qualsiasi ampli" per cui il tuo va benissimo.

al prossimo meeting.


La fenice 20 ti teletrasporta sulla poltroncina del dentista con il trapano).

In quali condizioni hai ascoltato la Fenice 20? Ascolto questo ampli da parecchio tempo e, per giunta, mi occupo di hi-fi da oltre trent'anni.Mai sentite trapanature! Dici la verità...hai ascoltato la Fenice 20 con casse da 86 db con brani(magari live) di rock scatenato. E' vero?
filo5847
filo5847
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 272
Località : Salerno
Provincia : salerno
Occupazione/Hobby : Docente di Filosofia e storia nei Licei.
Impianto : (non specificato)
Philips Dvd Sacd; Panasonic Dvd audio; Dvd Amstrad. Marantz 63; Fenice 20; Dayton A 100a; Marantz sintoampli vintage;Ampli in classe T con chip Texas instrument da 140 watt 4 ohm. Casse Klipsch RF10; Mosscade 502; Wharfedale Moviestar; Audio-video Philips con canale centrale Klipsch serie RF. Sonus Faber Minima FM2

Torna in alto Andare in basso

T fobia - discussione sulla classe d/t - Pagina 5 Empty Re: T fobia - discussione sulla classe d/t

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 5 di 15 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 10 ... 15  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.