T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» Consigli audio pc
Oggi alle 21:07 Da Yrneb9

» AudioNirvana Super 12" Cast Frame in cabinet 5.6MKII - risultato finale
Oggi alle 21:06 Da mumps

» CONSIGLIO PER UN FINALE PER TISBURY AUDIO PREAMPLI LINEA PASSIVO
Oggi alle 19:59 Da gigetto

» ciò solo 200 euri.... le scinte e il cinesino.... oppure...
Oggi alle 19:53 Da lello64

» Diffusori da scaffale per primo impianto
Oggi alle 19:50 Da Masterix

» DIY Sb acoustic e Fabrix di Audiojam
Oggi alle 18:27 Da giucam61

» Dac Gustard X20 rapporto prezzo prestazioni stellare.
Oggi alle 18:20 Da giucam61

» [Vendo] Nad C316BEE €210
Oggi alle 17:40 Da Dreammachine

» Celestion Ditton 150
Oggi alle 16:43 Da potowatax

» Alva Noto and Ryuichi Sakamoto - Berlin
Oggi alle 15:54 Da sportyerre

» T-preamp si spegne con l'elettricità statica
Oggi alle 15:24 Da fuzzu82

» consiglio diffusori pavimento
Oggi alle 15:24 Da mumps

» primo impianto hifi
Oggi alle 15:13 Da fabe-r

» lettura file SACD compattati
Oggi alle 14:38 Da PCHIO

» Help nabbo alle prime armi! Sony PS-LX300USB
Oggi alle 14:23 Da DavideF

» Consiglio nuova scheda audio
Oggi alle 13:59 Da potowatax

» Dodocool DA106 di nuovo disponibile, con sconto
Oggi alle 13:47 Da diechirico

» Consiglio Diffusori Vintage
Oggi alle 11:06 Da portnoy1965

» Info alimentatore switching
Ieri alle 21:32 Da Albert^ONE

» [VENDUTO] [VICENZA/ITALIA] Beresford Bushmaster MKII - 150€
Ieri alle 18:38 Da Wordcrasher

» costruire nuova cassa per subwoofer
Ieri alle 17:52 Da vds

» FX Audio D802, cambio alimentatore e relazione V e W
Ieri alle 17:28 Da pim

» AR3a
Ieri alle 17:01 Da asimmetrico

» amplificatore 2 telai gainclone
Ieri alle 15:41 Da Renzo Badiale

» Quali casse da controsoffitto?
Ieri alle 15:11 Da Gianni S

» black sabbath - ten year war - flac 24/96
Ieri alle 14:21 Da mumps

» Ampli+DAC Audio-GD R2R 11
Ieri alle 12:00 Da Saxabar

» preamp economico per spotify?
Ieri alle 10:32 Da Saxabar

» t-amp ...fritto ?
Ieri alle 9:47 Da marco_54

» DAC e casse 2.1
Ieri alle 8:52 Da mumps

Statistiche
Abbiamo 11344 membri registrati
L'ultimo utente registrato è eglio

I nostri membri hanno inviato un totale di 805357 messaggi in 52215 argomenti
I postatori più attivi della settimana
lello64
 
mumps
 
Masterix
 
giucam61
 
PietroM84
 
pim
 
DavideF
 
Yrneb9
 
Pinve
 
natale55
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15535)
 
Silver Black (15501)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10287)
 
piero7 (9854)
 
fritznet (9336)
 
wasky (9229)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 84 utenti in linea: 9 Registrati, 0 Nascosti e 75 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

bru.b, eglio, giucam61, mumps, natale55, nerone, pentagramma, Pinve, Yrneb9

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Masterizzazione e fedeltà

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  maurizio3929 il Gio 16 Ott 2008 - 22:51

Non sapendo dove aprire questo 3D, ho pensato di farlo qui. Sergio, se credi, spostalo nell'area che ti sembra più idonea. Ma veniamo al dunque del mio quesito: se copiassi alcuni miei cd originali per preservarli ed evitare che i figli possano rigarmeli, come è già accaduto più volte, ritenete che i cloni ottenuti perderebbero qualcosa in termini di fedeltà rispetto agli originali stessi?
In tal caso, quale software mi consigliereste per ottenere la massima qualità?
Al momento utilizzo il classico "Nero".
Grazie
Ciao
M.
avatar
maurizio3929
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 02.07.08
Numero di messaggi : 1827
Località : Roma
Impianto : Impianto sempre aleatorio....

Amplificazione :
- S.M.S.L. 36 TA2024
Sorgente:
- Sony CDP-991
Diffusori:
- Boston Acoustics CS 26
Connessioni:
- Cavi di segnale autocostruiti.
- Cavi di potenza autocostruiti.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  K8 il Ven 17 Ott 2008 - 2:30

@maurizio3929 ha scritto:Non sapendo dove aprire questo 3D, ho pensato di farlo qui. Sergio, se credi, spostalo nell'area che ti sembra più idonea. Ma veniamo al dunque del mio quesito: se copiassi alcuni miei cd originali per preservarli ed evitare che i figli possano rigarmeli, come è già accaduto più volte, ritenete che i cloni ottenuti perderebbero qualcosa in termini di fedeltà rispetto agli originali stessi?
In tal caso, quale software mi consigliereste per ottenere la massima qualità?
Al momento utilizzo il classico "Nero".
Grazie
Ciao
M.
Io non credo che si perda qualcosa, del resto tutta la mia collezione di CD è masterizzata (causa i miei "Mostri Assassini" Twisted Evil così amo definirli) e fino ad' oggi non ho riscontrato alcuna differenza.
Per il software il Nero va più che bene, eventualmente ci sarebbe CloneCD della Slysoft (da comprare), il supporto qualcosa di veramente buono, masterizzatore in buona salute e velocità di scrittura max 4X.

K8
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 18.07.08
Numero di messaggi : 1194
Località :
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  Silver Black il Ven 17 Ott 2008 - 3:07

Nemmeno io credo che la masterizzazione possa influire sulla qualità, ma ci sono annose discussioni sulla questione su Internet, anche su TNT-Audio ne è apparsa almeno una. Gli audiofili di vecchia data pensano sia un sacrilegio e che qualcosa possa andare perso nel processo di correzione degli errori masterizzatore/lettore CD, cosa non del tutto infondata (errore di lettura corretto, ma segnale audio originario perso). A me sinceramente fa un certo effetto mettere un CD masterizzato e sicuramente sono "psicologiacamente" più appagato dando in pasto al mio Oppo un CD originale DECCA o DG. Smile

Tornando al processo di masterizzazione ottimale, prima di tutto per evitare possibili errori di lettura è auspicabile un masterizzatore di ottima qualità, es. un Plextor. Questo dovrebbe essere in grado di scrivere a 1X, proprio per limitare al massimo errori di lettura. Inoltre, la lettura del CD sorgente dovrebbe essere demandata all'hard disk, molto più preciso (praticamente impeccabile al 100%), quindi copia al volo su hd e poi masterizzazione dell'immagine.

Un software che faccia tutto questo in automatica, anche selezionando la maggiore velocità possibile con errori di lettura pari a zero in fase di scrittura dell'immagine su disco, è CD Exact Audio Copy, anche detto CD EAC. Puoi trovarlo qui:
http://www.exactaudiocopy.de/



Vedrai che questo ti garantirà una copia di riserva (io la uso per CD da prestare agli amici, da portare in macchina o da usare alle feste, in questi tre eventi, infatti, non uso mai e poi mai CD originali) in tutto e per tutto indistinguibile dall'originale.

Io comunque continuo ad essere appagato di più da un CD originale, ma è una cosa assolutamente psicologica secondo me, lo ammetto e non me ne vergogno. In fondo l'HiFi è anche illusione, che male c'è?

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il gruppo di fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.facebook.com/groups/lucegrafia
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15501
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Sviluppatore software - Istruttore di Muay Thai - Personal Trainer
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  mgiombi il Ven 17 Ott 2008 - 9:25

Quoto per quanto riguarda l'utilizzo di EAC...provatelo!
avatar
mgiombi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 19.02.08
Numero di messaggi : 3107
Località : Pesaro
Provincia (Città) : Sinusoidale
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  maurizio3929 il Ven 17 Ott 2008 - 9:36

@Silver Black ha scritto:Nemmeno io credo che la masterizzazione possa influire sulla qualità, ma ci sono annose discussioni sulla questione su Internet, anche su TNT-Audio ne è apparsa almeno una. Gli audiofili di vecchia data pensano sia un sacrilegio e che qualcosa possa andare perso nel processo di correzione degli errori masterizzatore/lettore CD, cosa non del tutto infondata (errore di lettura corretto, ma segnale audio originario perso). A me sinceramente fa un certo effetto mettere un CD masterizzato e sicuramente sono "psicologiacamente" più appagato dando in pasto al mio Oppo un CD originale DECCA o DG. Smile

Tornando al processo di masterizzazione ottimale, prima di tutto per evitare possibili errori di lettura è auspicabile un masterizzatore di ottima qualità, es. un Plextor. Questo dovrebbe essere in grado di scrivere a 1X, proprio per limitare al massimo errori di lettura. Inoltre, la lettura del CD sorgente dovrebbe essere demandata all'hard disk, molto più preciso (praticamente impeccabile al 100%), quindi copia al volo su hd e poi masterizzazione dell'immagine.

Un software che faccia tutto questo in automatica, anche selezionando la maggiore velocità possibile con errori di lettura pari a zero in fase di scrittura dell'immagine su disco, è CD Exact Audio Copy, anche detto CD EAC. Puoi trovarlo qui:
http://www.exactaudiocopy.de/



Vedrai che questo ti garantirà una copia di riserva (io la uso per CD da prestare agli amici, da portare in macchina o da usare alle feste, in questi tre eventi, infatti, non uso mai e poi mai CD originali) in tutto e per tutto indistinguibile dall'originale.

Io comunque continuo ad essere appagato di più da un CD originale, ma è una cosa assolutamente psicologica secondo me, lo ammetto e non me ne vergogno. In fondo l'HiFi è anche illusione, che male c'è?

Grazie per i preziosi consigli.
Sergio, ho installato il programmino ma, essendo in lingua inglese, non riesco a capire quali passaggi devo fare per trasportare prima i file su hd (ad. es. in quale formato), per poi copiarli su supporto cd.
Perdona la mia scarsa familiarità con questo sw.
Grazie
Ciao
M.
avatar
maurizio3929
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 02.07.08
Numero di messaggi : 1827
Località : Roma
Impianto : Impianto sempre aleatorio....

Amplificazione :
- S.M.S.L. 36 TA2024
Sorgente:
- Sony CDP-991
Diffusori:
- Boston Acoustics CS 26
Connessioni:
- Cavi di segnale autocostruiti.
- Cavi di potenza autocostruiti.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  Silver Black il Ven 17 Ott 2008 - 13:19

Penso tu debba cliccare prima di tutto sul pulsante a sinistra WAV, dopo aver selezionato le tracce che vuoi convertire.
Poi per scrivere il CD selezioni i wav ottenuti e clicchi sul pulsante di scrittura (l'icona con la matita, se non ricordo male).

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il gruppo di fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.facebook.com/groups/lucegrafia
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15501
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Sviluppatore software - Istruttore di Muay Thai - Personal Trainer
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  maurizio3929 il Ven 17 Ott 2008 - 14:15

@Silver Black ha scritto:Penso tu debba cliccare prima di tutto sul pulsante a sinistra WAV, dopo aver selezionato le tracce che vuoi convertire.
Poi per scrivere il CD selezioni i wav ottenuti e clicchi sul pulsante di scrittura (l'icona con la matita, se non ricordo male).

...correggimi se sbaglio; ma il formato wav che verrà esportato su HD, sarà a sua volta riconvertito nel formato tradizionale dei cd audio (di cui non ricordo l'estensione), durante il processo di scrittura??
avatar
maurizio3929
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 02.07.08
Numero di messaggi : 1827
Località : Roma
Impianto : Impianto sempre aleatorio....

Amplificazione :
- S.M.S.L. 36 TA2024
Sorgente:
- Sony CDP-991
Diffusori:
- Boston Acoustics CS 26
Connessioni:
- Cavi di segnale autocostruiti.
- Cavi di potenza autocostruiti.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  Ivan il Ven 17 Ott 2008 - 14:33

@maurizio3929 ha scritto:

...correggimi se sbaglio; ma il formato wav che verrà esportato su HD, sarà a sua volta riconvertito nel formato tradizionale dei cd audio (di cui non ricordo l'estensione), durante il processo di scrittura??

Cambia l'estensione ma il formato è sempre Wav, nessusa riconversione.
Anch'io uso EAC, veramente ottimo.

Volevo chiedervi sul fronte Hardware, conoscente qualche masterizzatore migliore di altri?
Ad esempio con il precedente Magnex (cmq non una grandissima marca) mi sembrava di ottenere bruciature più accurate.
In fine, per sentire significative differenze tra cd originali e masterizzati servono impianti di un certo livello.
avatar
Ivan
Giovane Saggio del Forum
Giovane Saggio del Forum

Data d'iscrizione : 11.02.08
Numero di messaggi : 4799
Località : Penisola
Impianto : Ctrl+C, Ctrl+V.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  Flightangel il Ven 17 Ott 2008 - 14:36

Usare il computer per duplicare il cd audio è una cosa che non mi è mai piaciuta. A mio modo di vedere le cose, forse e ripeto forse, toglie qualcosa in qualità.

Questo problema è nato quando sono venuti sul mercato i primi masterizzatori; ma ancora prima, erano disponibili per il mercato esclusivamente audio, i cd Recorder.

Ho acquistato nel 2000, un cd recorder PIONEER PDR 555 RW; da allora tutte le copie che eseguo per la collezione dell'ufficio, per gli amici , etc etc. sono riprodotte con questo registratore digitale. Collegando il cavo ottico o quello digitale coassiale, le copie sono eseguite a velocità 1X. Anche volendo copiare in analogico coi cavetti RCA, la copia è praticamente perfetta. Posseggo anche un MINIDISC Recorder SONY, che ho acquistato in Inghilterra nel 1999, quando questo in Italia era conosciuto solo perché sponsor sulle maglie delle Juventus, ma non è sempre a livello del registratore Pioneer. Anche se devo ammettere che molte volte, preso alla cieca, non si riesce a distinguere l'originale dalla copia. A quel tempo non si conoscevano gli MP3. Comunque la codifica A.T.R.A.C. ( di proprietà Sony) è mooooolto superiore agli mp3 odierni.
Per concludere, un discorso a parte meriterebbe il DAT, ma per ragioni che ignoro si è decretato che dovesse sparire dal mercato.
avatar
Flightangel
CDP Expert
CDP Expert

Data d'iscrizione : 30.03.08
Numero di messaggi : 2352
Località : Catanzaro.
Occupazione/Hobby : Ho un lavoro/Libri,films.
Provincia (Città) : Catanzaro.
Impianto : Primary set-up:
Sony CDP X555 Es - Marantz CD 6004
Ampli autocostruito con chip classe D
Texas Instruments "TAS 5630"
ProAc Response 2.5 (Custom Clone)
--------------------------
Slave set up:
Sony CDP 227 EsD
SMSL SA 4s TA 2024 12volts battery powered.
Mini BLH progetto Fostex+Ap Grundig Alnico

http://www.esternitalia.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  mgiombi il Ven 17 Ott 2008 - 15:27

@Ivan ha scritto:
Volevo chiedervi sul fronte Hardware, conoscente qualche masterizzatore migliore di altri?
Ad esempio con il precedente Magnex (cmq non una grandissima marca) mi sembrava di ottenere bruciature più accurate.
In fine, per sentire significative differenze tra cd originali e masterizzati servono impianti di un certo livello.
Rimanendo sui pc:
http://www.plextor-europe.com/products/premium2.asp?choice=PlexWriter%20Premium2
avatar
mgiombi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 19.02.08
Numero di messaggi : 3107
Località : Pesaro
Provincia (Città) : Sinusoidale
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  robertor il Ven 17 Ott 2008 - 16:13

soprattutto le registrazioni su HD hanno portato ad un appassimento precoce del DAT.
oggi la comodità vale molto di più di un buon master tanto poi ci pensano i tecnici di studio a sistemare le cose come piace all'eventuale fruitore del prodotto finale.
avevo il DAT 2000 della sony e registravo il vinile in "cassetta": non a 44.1 bensì a 48, 'na bomba.
purtroppo il supporto costava parecchio e forse anche per questo il mercato non lo ha digerito.
poi chi è che registra ancora qualcosa?
magari con un bel bobine?
pochi cultori dell'analogico.
notte, qualche bel programma alla radio, luce soffusa puntata sull'impianto con il bobine che gira: libidine.
ma queste sono solo le mie ca......e o c'è qualcun altro che le apprezza?
avatar
robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  maurizio3929 il Ven 17 Ott 2008 - 16:21

[quote="mgiombi"]
@Ivan ha scritto:
Volevo chiedervi sul fronte Hardware, conoscente qualche masterizzatore migliore di altri?
Ad esempio con il precedente Magnex (cmq non una grandissima marca) mi sembrava di ottenere bruciature più accurate.
In fine, per sentire significative differenze tra cd originali e masterizzati servono impianti di un certo livello.
Rimanendo sui pc:

Ho utilizzato per diversi anni i Pioneer; sono ottimi, ovviamente dopo i Plextor.
avatar
maurizio3929
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 02.07.08
Numero di messaggi : 1827
Località : Roma
Impianto : Impianto sempre aleatorio....

Amplificazione :
- S.M.S.L. 36 TA2024
Sorgente:
- Sony CDP-991
Diffusori:
- Boston Acoustics CS 26
Connessioni:
- Cavi di segnale autocostruiti.
- Cavi di potenza autocostruiti.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  maurizio3929 il Ven 17 Ott 2008 - 16:32

Non so se capita anche a voi, e peraltro non riesco ad ovviarvi, ma spesso non riesco ad impostare la velocità di masterizzazione ad 1X. Sarà un problema di hardware, di Software (ne ho ho testati diversi), o di supporto?

Molte grazie per tutte le osservazioni riportate.
avatar
maurizio3929
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 02.07.08
Numero di messaggi : 1827
Località : Roma
Impianto : Impianto sempre aleatorio....

Amplificazione :
- S.M.S.L. 36 TA2024
Sorgente:
- Sony CDP-991
Diffusori:
- Boston Acoustics CS 26
Connessioni:
- Cavi di segnale autocostruiti.
- Cavi di potenza autocostruiti.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  K8 il Ven 17 Ott 2008 - 19:20

@robertor ha scritto:
(Cut)
Notte, qualche bel programma alla radio, luce soffusa puntata sull'impianto con il bobine che gira: libidine.
ma queste sono solo le mie ca......e o c'è qualcun altro che le apprezza?
Bellooooooo!! Happy shock (l'atmosfera e anche il bobine)

K8
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 18.07.08
Numero di messaggi : 1194
Località :
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  Acidrain il Ven 17 Ott 2008 - 19:55

Flightangel sorry ma mi trovo in disaccorco con te su un paio di punti:

@Flightangel ha scritto:Usare il computer per duplicare il cd audio è una
cosa che non mi è mai piaciuta. A mio modo di vedere le cose, forse e
ripeto forse, toglie qualcosa in qualità.

In realta' NO dipende solo da come estrai le tracce audio. Esistono programi appositi che estraggono piu' volte le tracce audio ed eseguono un controllo di CRC per verificare se la traccia estratta e' corretta (e questo vale anche per lettori differenti), con la masterizzazione poi effettuata a 1x o 2x non si perde nulla.

In ogni caso secondo me e' mille volte meglio effettuare l'estrazione e la masterizzazione in due fasi separate utilizzando un pc piuttosto che facendo una copia "on the fly" anche usando apparecchi dedicati perche' comunque non si e' sicuri di cio' che si sta estraendo.

@Flightangel ha scritto:Posseggo anche un MINIDISC Recorder SONY, che ho acquistato in Inghilterra nel 1999, quando questo in Italia era conosciuto solo perché sponsor sulle maglie delle Juventus, ma non è sempre a livello del registratore Pioneer. Anche se devo ammettere che molte volte, preso alla cieca, non si riesce a distinguere l'originale dalla copia. A quel tempo non si conoscevano gli MP3. Comunque la codifica A.T.R.A.C. ( di proprietà Sony) è mooooolto superiore agli mp3 odierni.

E anche in questo caso non sono d'accordo. Lasciando da parte il mio odio viscerale per la sony per quanto riguarda audio, Atrac come per l'Mp3 e' un formato lossy, e dipende solo dalla quantita' di compressione effettuata, e dalla fonte di riproduzione.
Posso essere d'accordo che atrac a basso bitrate suonino meglio di mp3 di pari bitrate, ma alla fine se utilizzi mp3 a 320 kbps come la mettiamo?
Credo che in ogni caso siamo li' li' come qualita' (e comunque sempre di formati in perdita stiamo parlando).
Poi aggiungiamo anche la variabile delle parti in movimento per il minidisk e il fatto che ormai lo trovo morto e sepolto come formato... a voi la sentenza....

In ogni caso la mia e' solo una osservazione soggettiva, e come tale va presa Laughing .
Ciauuz Davide
avatar
Acidrain
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 01.09.08
Numero di messaggi : 88
Località : Padova
Occupazione/Hobby : Network Specialist

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  Acidrain il Ven 17 Ott 2008 - 20:12

@maurizio3929 ha scritto:Non so se capita anche a voi, e peraltro non riesco ad ovviarvi, ma spesso non riesco ad impostare la velocità di masterizzazione ad 1X. Sarà un problema di hardware, di Software (ne ho ho testati diversi), o di supporto?

Molte grazie per tutte le osservazioni riportate.

In realta' dipende da due fattori: tecnica di masterizzazione e supporto.
I masterizzatori moderni utilizzano una tipologia di masterizzazione tipo a scalini crecenti (se non sbaglio Z-CLV, ovvero a velocità costante a zone), per intenderci utilizzano velocita' differenti per tratti diversi di cd, questo tipo di scrittura fa in effetti abbastanza cagher.... e non permette di scrivere a velocita' piu' basse (dove invece per l'audio si consiglia l'1x o al max il 2x).
Altre tecniche di masterizzazione sono la CLV (Constant Linear Velocity) che permette di scrivere a velocita' costante tutto il supporto (man mano che scrive il masterizzatore riduce la velocita' del supporto per scrivere sempre alla stessa velocita'), e il CAV (Constant Angular Velocity) che invece mantiene il supporto a velocita' costante incrementando man mano la velocita' di scrittura (andando verso la zona esterna del disco).
Se non erro la migliore per l'audio era la CLV a bassa velocita', inoltre esistono ancora (o almeno esistevano sui masterizzatori Yamaha e Plextor) sistemi avanzati di taratura del laser per i
supporti, in modo da scrivere in modalità "master", modalita' fatta apposta per l'audio.

Per quanto riguarda i supporti esistono supporti specifici per l'audio scrivibili solo a velocita' di 1x o 2x e con superficie riflettente di qualita' migliore.

Spero di essere stato utile

ciao Davide
avatar
Acidrain
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 01.09.08
Numero di messaggi : 88
Località : Padova
Occupazione/Hobby : Network Specialist

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  maurizio3929 il Ven 17 Ott 2008 - 23:23

@Acidrain ha scritto:
@maurizio3929 ha scritto:Non so se capita anche a voi, e peraltro non riesco ad ovviarvi, ma spesso non riesco ad impostare la velocità di masterizzazione ad 1X. Sarà un problema di hardware, di Software (ne ho ho testati diversi), o di supporto?

Molte grazie per tutte le osservazioni riportate.

In realta' dipende da due fattori: tecnica di masterizzazione e supporto.
I masterizzatori moderni utilizzano una tipologia di masterizzazione tipo a scalini crecenti (se non sbaglio Z-CLV, ovvero a velocità costante a zone), per intenderci utilizzano velocita' differenti per tratti diversi di cd, questo tipo di scrittura fa in effetti abbastanza cagher.... e non permette di scrivere a velocita' piu' basse (dove invece per l'audio si consiglia l'1x o al max il 2x).
Altre tecniche di masterizzazione sono la CLV (Constant Linear Velocity) che permette di scrivere a velocita' costante tutto il supporto (man mano che scrive il masterizzatore riduce la velocita' del supporto per scrivere sempre alla stessa velocita'), e il CAV (Constant Angular Velocity) che invece mantiene il supporto a velocita' costante incrementando man mano la velocita' di scrittura (andando verso la zona esterna del disco).
Se non erro la migliore per l'audio era la CLV a bassa velocita', inoltre esistono ancora (o almeno esistevano sui masterizzatori Yamaha e Plextor) sistemi avanzati di taratura del laser per i
supporti, in modo da scrivere in modalità "master", modalita' fatta apposta per l'audio.

Per quanto riguarda i supporti esistono supporti specifici per l'audio scrivibili solo a velocita' di 1x o 2x e con superficie riflettente di qualita' migliore.

Spero di essere stato utile

ciao Davide

Ciao Davide,
ma a questo punto, mi sembra di capire che anche acquistando un altro tipo di masterizzatore (attualmente ho un Samsung), la sostanza non cambierebbe (mi ciccerei sempre un bel 4X), giusto? L'alternativa che mi prospetti è quella di puntare su cd a bassa velocità?
Grazie per le informazioni molto accurate.
M.
avatar
maurizio3929
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 02.07.08
Numero di messaggi : 1827
Località : Roma
Impianto : Impianto sempre aleatorio....

Amplificazione :
- S.M.S.L. 36 TA2024
Sorgente:
- Sony CDP-991
Diffusori:
- Boston Acoustics CS 26
Connessioni:
- Cavi di segnale autocostruiti.
- Cavi di potenza autocostruiti.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  Flightangel il Sab 18 Ott 2008 - 2:17

[quote="Acidrain"]Flightangel sorry ma mi trovo in disaccorco con te su un paio di punti........

[quote]

Ho esordito dicendo che era una opinione personale, la mia. Quanto alle copie di cd originali, per me è possibile farle solo coi cd recorder. Non esiste nessuna altra possibilità con queste macchine che eseguire la copia alla stessa velocità di lettura, ovvero 1 ad 1. Non vorrai spero trascurare che la capacità di estrazione delle tracce,dipenda soprattutto dalla bontà della meccanica. Mi sento di dire che un cd letto da un lettore con una meccanica come la CDM 1 o la KSS151A, non possa in nessun caso essere paragonato alle meccaniche volgarissime dei cd rom di PC. La necessità che ha EAC di leggere e rileggere le tracce per copiarle correttamente, è secondo me, proprio un modo per ridurre gli errori causati da una lettura di scarsa qualità. Quanto ad A.T.R.A.C. , non è consentita la scelta di bit-rate.
L'algoritmo di compressione non consente all'utente di cambiare a piacimento la qualità della copia. Il sistema è stato pensato per dare sempre il miglior risultato possibile, senza curarsi di altro che comprimere 650Mb (un cd audio di 74min) in 140Mb ( spazio tipico di un Minidisc da 74 min).E' vero quando dici che è un sistema oramai morto e sepolto; ma io posseggo circa 500 minidisc che devo comunque ascoltare di tanto in tanto.
In fine, se hai una idiosincrasia per SONY, non posso farci niente. Rimane il fatto incontrovertibile che SONY ha dato dei contributi indiscutibili.
avatar
Flightangel
CDP Expert
CDP Expert

Data d'iscrizione : 30.03.08
Numero di messaggi : 2352
Località : Catanzaro.
Occupazione/Hobby : Ho un lavoro/Libri,films.
Provincia (Città) : Catanzaro.
Impianto : Primary set-up:
Sony CDP X555 Es - Marantz CD 6004
Ampli autocostruito con chip classe D
Texas Instruments "TAS 5630"
ProAc Response 2.5 (Custom Clone)
--------------------------
Slave set up:
Sony CDP 227 EsD
SMSL SA 4s TA 2024 12volts battery powered.
Mini BLH progetto Fostex+Ap Grundig Alnico

http://www.esternitalia.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  pincellone il Sab 18 Ott 2008 - 10:01

[quote="Flightangel"][quote="Acidrain"]Flightangel sorry ma mi trovo in disaccorco con te su un paio di punti........



Ho esordito dicendo che era una opinione personale, la mia. Quanto alle copie di cd originali, per me è possibile farle solo coi cd recorder. Non esiste nessuna altra possibilità con queste macchine che eseguire la copia alla stessa velocità di lettura, ovvero 1 ad 1. Non vorrai spero trascurare che la capacità di estrazione delle tracce,dipenda soprattutto dalla bontà della meccanica. Mi sento di dire che un cd letto da un lettore con una meccanica come la CDM 1 o la KSS151A, non possa in nessun caso essere paragonato alle meccaniche volgarissime dei cd rom di PC. La necessità che ha EAC di leggere e rileggere le tracce per copiarle correttamente, è secondo me, proprio un modo per ridurre gli errori causati da una lettura di scarsa qualità. Quanto ad A.T.R.A.C. , non è consentita la scelta di bit-rate.
L'algoritmo di compressione non consente all'utente di cambiare a piacimento la qualità della copia. Il sistema è stato pensato per dare sempre il miglior risultato possibile, senza curarsi di altro che comprimere 650Mb (un cd audio di 74min) in 140Mb ( spazio tipico di un Minidisc da 74 min).E' vero quando dici che è un sistema oramai morto e sepolto; ma io posseggo circa 500 minidisc che devo comunque ascoltare di tanto in tanto.
In fine, se hai una idiosincrasia per SONY, non posso farci niente. Rimane il fatto incontrovertibile che SONY ha dato dei contributi indiscutibili.

Andrew, concordo con te sul fatto che i masterizzatori e le loro meccaniche non sono tutti uguali, ma ce ne sono alcuni davvero ottimi, anche migliori dei piu' rinomati lettori cd.

Questo perche' anche in ambiente pc il supporto dati ottico e' critico.

Sicuramente i Plextor fanno un buon lavoro ed EAC non ha alcun bisogno di fare correzioni quando il cd e' pulito e senza graffi.
avatar
pincellone
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 14.06.08
Numero di messaggi : 2867
Località : Troppo lontano da casa mia...
Occupazione/Hobby : Cercare di migliorare le cose
Provincia (Città) : Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero
Impianto : Si sente bene, almeno per me.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  Flightangel il Sab 18 Ott 2008 - 10:19

Ok! Mi potresti segnalare oltre i plextor, quali altre meccaniche per PC sono di qualità considerata eccellente?
Ogni segnalazione di tutti i forumisti è benvenuta.

Vorrei intraprendere una ricerca assai approfondita su questa sedicente qualità dei lettori ottici per uso esclusivo PC. Al pari della mia ricerca sulle meccaniche con lettura a tracciamento lineare in leghe di alluminio pressofuso. Vorrò comparare tecniche costruttive, costruttori e materiali.
Fra un mesetto vedrò di dare qualche notizia. Smile Smile
avatar
Flightangel
CDP Expert
CDP Expert

Data d'iscrizione : 30.03.08
Numero di messaggi : 2352
Località : Catanzaro.
Occupazione/Hobby : Ho un lavoro/Libri,films.
Provincia (Città) : Catanzaro.
Impianto : Primary set-up:
Sony CDP X555 Es - Marantz CD 6004
Ampli autocostruito con chip classe D
Texas Instruments "TAS 5630"
ProAc Response 2.5 (Custom Clone)
--------------------------
Slave set up:
Sony CDP 227 EsD
SMSL SA 4s TA 2024 12volts battery powered.
Mini BLH progetto Fostex+Ap Grundig Alnico

http://www.esternitalia.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  pincellone il Sab 18 Ott 2008 - 10:50

@Flightangel ha scritto:Ok! Mi potresti segnalare oltre i plextor, quali altre meccaniche per PC sono di qualità considerata eccellente?
Ogni segnalazione di tutti i forumisti è benvenuta.

Vorrei intraprendere una ricerca assai approfondita su questa sedicente qualità dei lettori ottici per uso esclusivo PC. Al pari della mia ricerca sulle meccaniche con lettura a tracciamento lineare in leghe di alluminio pressofuso. Vorrò comparare tecniche costruttive, costruttori e materiali.
Fra un mesetto vedrò di dare qualche notizia. Smile Smile

Comprendo il tuo interesse, qui trovi i tre siti di riferimento per iniziare la tua ricerca.

http://www.cdrinfo.com/

http://www.cdfreaks.com/

http://www.cdrlabs.com/

Ciao

P.
avatar
pincellone
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 14.06.08
Numero di messaggi : 2867
Località : Troppo lontano da casa mia...
Occupazione/Hobby : Cercare di migliorare le cose
Provincia (Città) : Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero
Impianto : Si sente bene, almeno per me.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  Acidrain il Sab 18 Ott 2008 - 11:02

Chiedo venia se le mie affermazioni potevano sembrare un attacco personale, ma non lo erano.

Volevo solo dire che se si ha l'accortezza di estrarre tracce da cd audio originali facendo un controllo del checksum sui dati estratti, e questo checksum e' lo stesso anche per lettori differenti con meccaniche diverse, allora si ha la certezza che il file estratto sia effettivamente come quello originale.

Per quanto riguarda il discorso masterizzazione, esistono appunto masterizzatori e masterizzatori, se si usano delle buone meccaniche e tecnologie studiate appositamente per l'audio allora si puo' stare abbastanza tranquilli che il risultato finale sara' praticamente identico all'originale (sempre amsterizzando a 1x e su un buon supporto)

Da quello che so Yamaha e Plextor utilizzavano una tecnica chiamata Audio Master Quality Recording (inventata da Yamaha) che permetteva di avere una qualita' superiore di masterizzazione per le tracce audio (ora bisogna vedere se si trovano ancora masterizzatori che la supportano)

In ogni caso, anche per rispondere a maurizio, i masterizzatori che si trovano ora in commercio ora probabilmente non permettono di scrivere a meno di 4x, a questo punto cercherei di andare su masterizzatori con buone meccaniche per ovviare a questo fatto, oppure procurarsi un masterizzatore vecchio (in ogni caso credo che i masterizzatori attuali abbiano una maggior bonta' di scrittura rispetto a quelli vecchi).
Per quanto riguarda invece i supporti vergini, mi permetto di dire che quelli specifici per l'audio hanno costi improponibili, io ho fatto delle prove comparative diversi anni fa e devo dire che ho avuto migliori risultati (identici ai cd pseudo audiofili) con cd a fondo dorato e blu scuro rispetto agli altri (ad esempio i verbatim crystal sono da evitare come la peste), ma alla fine basta fare un po' di prove.


Sul fatto che sono ha dato contributi innegabili sono d'accordo (il dat ad esempio era una cosa incredibile) pero' di soy continua a non piacermi il fatto che continui a tentare di creare standard che sono standard solo per loro.

Per quanto riguarda estrazione in ogni caso mi permetto di consigliare Plextor e LG, anche Asus e LiteOn ma dipendeva molto dal modello di Masterizzatore o lettore CD.

Un saluto a Tutti
avatar
Acidrain
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 01.09.08
Numero di messaggi : 88
Località : Padova
Occupazione/Hobby : Network Specialist

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  Flightangel il Sab 18 Ott 2008 - 11:09

Grazie per le dritte ad entambi. Mi avete dato spunto per incominciare un bel "viaggetto". Cool Cool
avatar
Flightangel
CDP Expert
CDP Expert

Data d'iscrizione : 30.03.08
Numero di messaggi : 2352
Località : Catanzaro.
Occupazione/Hobby : Ho un lavoro/Libri,films.
Provincia (Città) : Catanzaro.
Impianto : Primary set-up:
Sony CDP X555 Es - Marantz CD 6004
Ampli autocostruito con chip classe D
Texas Instruments "TAS 5630"
ProAc Response 2.5 (Custom Clone)
--------------------------
Slave set up:
Sony CDP 227 EsD
SMSL SA 4s TA 2024 12volts battery powered.
Mini BLH progetto Fostex+Ap Grundig Alnico

http://www.esternitalia.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  Silver Black il Sab 18 Ott 2008 - 13:58

@Flightangel ha scritto:Quanto alle copie di cd originali, per me è possibile farle solo coi cd recorder. Non esiste nessuna altra possibilità con queste macchine che eseguire la copia alla stessa velocità di lettura, ovvero 1 ad 1. Non vorrai spero trascurare che la capacità di estrazione delle tracce,dipenda soprattutto dalla bontà della meccanica. Mi sento di dire che un cd letto da un lettore con una meccanica come la CDM 1 o la KSS151A, non possa in nessun caso essere paragonato alle meccaniche volgarissime dei cd rom di PC. La necessità che ha EAC di leggere e rileggere le tracce per copiarle correttamente, è secondo me, proprio un modo per ridurre gli errori causati da una lettura di scarsa qualità. Quanto ad A.T.R.A.C. , non è consentita la scelta di bit-rate.

Flightangel, non è esattamente così. Quando fai la copia on-the-fly, ossia leggendo da lettore CD e scrivendo immediatamente tramite masterizzatore, hai anche ragione, ma se fai un'estrazione della traccia su disco (usando appunto EAC), puoi anche estrarre a 40x, non serve una velocità di lettura 1x, tanto viene eseguito un crc sui dati letti che DEVONO coincidere esattamente con gli originali (e qui non ci sono santi!), es. EAC cerca la massima velocità di estrazione senza errori, dopodichè estrae e se trova errori ripete il procedimento abbassando la lettura... ANCHE A MENO DI 1X, non mi è stato difficile vedere estrazioni a 0.2x causa disco origine rovinato (ho ottenuto un masterizzato perfetto, in confronto all'originale che saltava in lettura).

Il discorso è semmai in scrittura, che sì, dovrebbe avvenire a 1x ed escludendo qualsiasi algoritmo di prevenzione degli errori di buffer underrun, ma se la meccanica è ottima, anche scrivere a 8x non pregiudica nulla.

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il gruppo di fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.facebook.com/groups/lucegrafia
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15501
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Sviluppatore software - Istruttore di Muay Thai - Personal Trainer
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  maurizio3929 il Sab 18 Ott 2008 - 14:38

@Acidrain ha scritto:
...In ogni caso, anche per rispondere a maurizio, i masterizzatori che si trovano ora in commercio ora probabilmente non permettono di scrivere a meno di 4x, a questo punto cercherei di andare su masterizzatori con buone meccaniche per ovviare a questo fatto, oppure procurarsi un masterizzatore vecchio (in ogni caso credo che i masterizzatori attuali abbiano una maggior bonta' di scrittura rispetto a quelli vecchi).
Per quanto riguarda invece i supporti vergini, mi permetto di dire che quelli specifici per l'audio hanno costi improponibili, io ho fatto delle prove comparative diversi anni fa e devo dire che ho avuto migliori risultati (identici ai cd pseudo audiofili) con cd a fondo dorato e blu scuro rispetto agli altri (ad esempio i verbatim crystal sono da evitare come la peste), ma alla fine basta fare un po' di prove.


Sul fatto che sono ha dato contributi innegabili sono d'accordo (il dat ad esempio era una cosa incredibile) pero' di soy continua a non piacermi il fatto che continui a tentare di creare standard che sono standard solo per loro.

Per quanto riguarda estrazione in ogni caso mi permetto di consigliare Plextor e LG, anche Asus e LiteOn ma dipendeva molto dal modello di Masterizzatore o lettore CD.

Un saluto a Tutti

Grazie dei presiosissimi consigli che , nel contempo, hanno suscitato notevoli spunti di riflessione sull'argomento.
Ciao
Maurizio
avatar
maurizio3929
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 02.07.08
Numero di messaggi : 1827
Località : Roma
Impianto : Impianto sempre aleatorio....

Amplificazione :
- S.M.S.L. 36 TA2024
Sorgente:
- Sony CDP-991
Diffusori:
- Boston Acoustics CS 26
Connessioni:
- Cavi di segnale autocostruiti.
- Cavi di potenza autocostruiti.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Masterizzazione e fedeltà

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum