T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.

Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da GP9 il Mer 18 Gen 2017 - 15:20

@DarioKreutzer ha scritto:
@Kha-Jinn ha scritto:In linea di principio sono d'accordo sulla necessità di un ascolto preventivo, ma penso anche che dopo essersi fatti un minimo di orecchio e aver capito i propri gusti non sia così difficile capire cosa possa piacere e cosa no leggendo le recensioni e le opinioni che si trovano online.
Io mi sono avvicinato a questo mondo con dei diffusori monitor, mi ero reso conto che un suono bilanciato e corretto è di mio gusto, ma giusto con un tocco di calore in più, così a scatola chiusa ho preso Marantz PM6005, amplificatore timbricamente molto corretto con una leggera nota di calore in basso, e Boston Acoustics A26, la recensione su WhatHiFi sul loro estremo bilanciamento è molto corretta, e per quanto mi riguarda è stato subito amore.

Poi è inutile nascondersi dietro un dito, fino ai 300-350€ si va a parare sempre nei soliti 4-5 nomi noti e nel 90% dei casi i prezzi migliori sono su Amazon IT, UK e DE che hanno il reso facile e gratuito, anche quelli stranieri, quindi rischio de che? L'ascolto è sempre opportuno, per cifre importanti è d'obbligo ma in fascia bassa per me non è così strettamente necessario.
Esattamente, comprare dai vari Amazon annulla praticamente qualsiasi tipo di rischio, dato che per gli articoli HiFi, se non sbaglio, non sono nemmeno previste le spese di spedizione nel caso si rispedisca l'articolo entro i 30 giorni dall'acquisto. Con molta pazienza ci si potrebbe pure fare un "tour" degli articoli del sito.  Laughing

Comunque anch'io sto cercando qualcosa di piuttosto bilanciato, considerando che, tralasciando un attimo film e videogiochi, ascolto principalmente musica classica e jazz. Ad esempio mi sto trovando molto bene col mio primo paio di cuffie decenti, acquistate da poco, delle Sennheiser HD 598: non hanno dei gran bassi, ma per la musica classica sono ottime (perlomeno per un novizio come me).

Cuffie a parte, a sentirti descrivere le Boston Acoustics A26 mi sembra proprio quello che potrebbe fare al caso mio, ma ho un dubbio: pensi che i 70W della mia Sound Blaster siano sufficienti per pilotare decentemente quei diffusori o dovrei considerare l'upgrade a 144W? Sono anche consapevole che il timbro della Sound Blaster potrebbe non essere il massimo per quanto riguarda i diffusori, ma per ora me lo farò andar bene.

Ultima domanda: se volessi andare su un prodotto di fascia leggermente più alta, cosa mi consiglieresti tra Dali Zensor 3 e Monitor Audio Bronze 2? Includerei anche gli Elac B6, ma non mi sembrano facili da trovare.

Come ho scritto già sopra ho sentito le.zensor 3 e mi.so piaciute tanto
Le.bronze mai sentite .
Mentre invece per le.debut b6 mi sono trovato casualmente ad ascoltarle domenica .
Ampli di alto livello Moon da 5.000 euro con musica liquida in alta risoluzione .
Vero è anche che avevo appena.sentito delle totem da pavimento da 4500 euro , ma le b6 non mi hanno colpito come.mi colpirono le zensor .
Sarebbe utile.un confronto.diretto .
Per rest in elac ho sentito le.uni-fi purtroppo 800 euro in Italia e 500 $ in usa .ascoltate con un semplice dda120 anche queste mi hanno colpito favorevolmente .

GP9
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 02.01.17
Numero di messaggi : 563
Provincia (Città) : verona
Impianto : DALI IKON 6 + classe D TPA 3116

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da R!ck il Mer 18 Gen 2017 - 15:38

@DarioKreutzer ha scritto:
Esattamente, comprare dai vari Amazon annulla praticamente qualsiasi tipo di rischio, dato che per gli articoli HiFi, se non sbaglio, non sono nemmeno previste le spese di spedizione nel caso si rispedisca l'articolo entro i 30 giorni dall'acquisto. Con molta pazienza ci si potrebbe pure fare un "tour" degli articoli del sito.  Laughing

Sempre che non ti chiudano l'account. Da noi non è poi così raro se c'è un'eccesso di resi...

R!ck
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 03.09.09
Numero di messaggi : 4630
Località : Roma
Impianto : -------------

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da recidivo il Ven 3 Feb 2017 - 16:14

@santacruzbk ha scritto:
Q Acoustic 3020
Deli Zensor 1
Indiana Line 260
Wharfedale Diamond 220

Mie personalissime considerazioni:

Le Q Acoustics 3020 le ho sentite da un riveditore, in una sala corretta acusticamente inserite in una catena di buon livello e... sono semplicemente spettacolari! Pare di avere davanti due torri! Sonorità profonda e piena, con medi ed alti brillanti e puliti. Direi con una tonalità neutra. Per nulla faticose. Da quell’ascolto ho deciso di prendere le 3050.

Le Zensor non le conosco.

Le Indiana Line Nota 260 le ho in sala pittura abbinate ad un piccolo ampli economico SMSL SA60 e le trovo sostanzialmente molto buone. E questo al di là del prezzo. Hanno una gamma bassa bella presente e goduriosa, medi ed alti non taglienti ma presenti. Tonalità complessiva un pelino chiusa ed ovattata. Devono essere tenute lontane dagli angoli. Sono diffusori da ascoltare per ore ed ore. Ho sentito varie Indiana Line e devo dire che in linea generale le vedo molto sottovalutate.

Le Wharfedale Diamond 220 le ho prese per il mio ufficio ed al primo ascolto ne ho apprezzato i medi ed alti spettacolari, brillanti e luminosi. Scintillanti. Mi sono innamorato di quei medi ed alti. Gamma bassa presente ma ferma al suo posto. Tonalità aperta ed ariosa, ma un pochino vuota.
All’ascolto un po’ più approfondito le ho trovare estremamente faticose e stancanti. Continuavo ad abbassare il volume perché il loro scintillare mi dava proprio fastidio. Mai capitata una cosa del genere. Alla fine sentivo solo un fastidioso brusio. Le ho provate in varie occasioni e con 2 ampli diversi, con lo stesso risultato. Le ho pertanto rese.
Inoltre, la porta reflex inferiore, nelle prove che ho effettuato con le singole frequenze, dai 30 ai 60 Hz è di una rumorosità pazzesca! Si sente in modo evidente il fastidioso soffio dell’aria.
Ascoltando la musica, anche quella più “bassosa” è però difficile sentire questo soffio. In ogni caso quella porta reflex non mi pare così ben progettata.
avatar
recidivo
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 24.02.15
Numero di messaggi : 88
Provincia (Città) : Verona
Impianto : Troppa roba per elencarla qui ;-)

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da recidivo il Ven 3 Feb 2017 - 16:24

@santacruzbk ha scritto:Vorrei evitare l'abbinamento di un sub.

.. e fai bene.

Fare lavorare assieme diffusori e sub in maniera naturale, equilibrata e credibile, è una missione quasi impossibile secondo me. Parlo ovviamente di ascolto musicale e non di audio per film.

Con la musica, per tanto che ti applichi in regolazioni, impostazioni ed affinamenti, sentirai sempre la "botta" che arriva e la percepirai sempre, poco o tanto, fuori contesto.

Se desideri gamma bassa, mira a diffusori da pavimento.
avatar
recidivo
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 24.02.15
Numero di messaggi : 88
Provincia (Città) : Verona
Impianto : Troppa roba per elencarla qui ;-)

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da scontin il Ven 3 Feb 2017 - 18:16

@recidivo ha scritto:.. e fai bene.

Fare lavorare assieme diffusori e sub in maniera naturale, equilibrata e credibile, è una missione quasi impossibile secondo me. Parlo ovviamente di ascolto musicale e non di audio per film.

Con la musica, per tanto che ti applichi in regolazioni, impostazioni ed affinamenti, sentirai sempre la "botta" che arriva e la percepirai sempre, poco o tanto, fuori contesto.

Se desideri gamma bassa, mira a diffusori da pavimento.


Lo pensavo anche io fermamente fino a poco tempo fa.

Con i componenti giusti (purtroppo un po' costosi) invece.................
avatar
scontin
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 23.05.11
Numero di messaggi : 1873
Località : Genova
Occupazione/Hobby : Sistemista GNU/Linux
Provincia (Città) : GENOVA
Impianto : I MIEI IMPIANTI:
Spoiler:
****** IMPERATORE ******
Raspberry Pi2 con scheda I2C Allo DigiOne Signature con alimentatore lineare by sonic63 + MediaCenter RAID1 Lubuntu-based + DAC Sotis Isis valvolato CV2493 Mullard Mitcham plant 1966 + CDP Marantz CD63MKII KISS hardly modded + Pre Karan Audio Reference MK2 + finali NuPrime Ref 20 + dipolo Hibrys by Bellino e SUB Morel Ultimo 12 con ampli Behringer NU3000DSP iNuke + Condizionatore rete Angstrom Research Reference 4 + cavo coassiale Ko-Rho Audio Line + cavo coassiale Thender + cavi segnale XLR JPS Labs The superconductor 3 + Cavo Audioquest Colorado DBS 72v + Cavi segnale Albamaiuscola TOP + cavi potenza Shinpy SST (an) + cavi alimentazione con IEC gold e ferriti (Elecaudio CS-331B, Acoustic Revive Power MAX 5000 Power Cable, AL3 by bobby052cavihifi + ciabatta con frutti VIMAR e Elecaudio CS-331B + Fusibili AMR Audiophile Gold Hi-Fi

****** HT extension ******
MiniDSP U-DAC 8 alimentato in lineare con LM338T + TPA316 artigianale in lineare in configurazione PBTL + Ampli car Alpine 3547 2x45 watt RMS@ 4 Ohm bridged in mono + alimentatore lineare STAB AP100 + Canale centrale Acoustical/Aliante VOCE + Posteriori driver Res by Bellino + cavi segnale Wireworld Luna 7 + cavo USB Mogami AES/EBU 3080 110 ohm dual-headed made by Pierpabass (Portento Audio)

******* PRINCIPE ******
Raspberry Pi3 con scheda I2C Allo DigiOne Signature alimentato in lineare + piCorePlayer + Ampli cuffie MegaHertz Peyote valvolato CV4108 KB/D E188CC 1972 Mullard Mitcham plant + cuffie Mr Speaker's Ether C Flow con cavo bilanciato Portento Audio + ampli A/B Aeron A160 valvolato Valvo red E88CC CCa O-Getter 1961 + Diffusori Kef 101 Reference + SUB Sunfire HRS 12 con driver REL 10" + DAC SChiit Yggdrasil + cavo coassiale Neutral Cable + cavi XLR JPS Labs The superconductor 3 + cavi segnale Audioquest Panther + cavi potenza Supra Ply 3.4S + cavi alimentazione AL2 e AL3 by bobby052cavihifi e Cablerie d'Eupen + System and Magic Blacknoise Extreme V2 + Fusibili AMR Audiophile Gold Hi-Fi

****** DUCA ******
Raspberry Pi3 + Allo-kali reclocker + Piano DAC + piCorePlayer + 2 BK Peardrop Abletec ALC-180 in configurazione mono + Canton Karat 100 modded by Bellino + cavi segnale militari + cavi potenza Proson Smoke 2,5mm

****** CAR ******
Tablet Nexus 7 2013 LineageOS 7.12 hardly modded in lineare con LT3083 + Douk DAC DSD1796 con oscillatori TCXO 0.1ppm + Raspberry Pi3 in lineare + Allo DigiOne + processore audio Mosconi Gladen DSP 8to12 Aerospace + Ampli classe AB Alpine MRV-F900 F1 Status 4x100 watt RMS@ 4 Ohm + Ampli classe AB DLS ultimate a6 1x500 watt RMS@ 4 Ohm + Kit 2 vie Vibe CVEN62C-V4 + SUB Seas D1001-04 L26ROY + cavi RCA Gladen + Audison Connection Silver SL216 + cavo coassiale Mogami W 2964 + RCA militari

****** PAGGIO IN VIAGGIO ******
Canton CT-1000 con tweeter Morel CAT 308 + SMSL S1 modded by Olegol + Centrance HiFi-M8 RSA + cavo corto 3,5" Mr Speaker e Dodocool DA106 + RHA T20i


http://www.stefanocontin.eu

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da natale55 il Ven 3 Feb 2017 - 20:12

@scontin ha scritto:
@recidivo ha scritto:.. e fai bene.

Fare lavorare assieme diffusori e sub in maniera naturale, equilibrata e credibile, è una missione quasi impossibile secondo me. Parlo ovviamente di ascolto musicale e non di audio per film.

Con la musica, per tanto che ti applichi in regolazioni, impostazioni ed affinamenti, sentirai sempre la "botta" che arriva e la percepirai sempre, poco o tanto, fuori contesto.

Se desideri gamma bassa, mira a diffusori da pavimento.


Lo pensavo anche io fermamente fino a poco tempo fa.

Con i componenti giusti (purtroppo un po' costosi) invece.................

il tuo pero' è un grandissimo sub dal costo rilevante, unico sub buono che ho sentito è un totem acoustic , mentre con sub di livello inferiore ( I L ) percepivo la posizione del sub con il totem no. dimensioni abbastanza contenute ma ottimi risultati , credo che il venditore parlasse di circa 800 - 900 euro non ricordo bene . scontin tu pero' hai il vantaggio dei piccoli diffusori Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing
avatar
natale55
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 11.04.14
Numero di messaggi : 3398
Località : san colombano al lambro
Occupazione/Hobby : pensionato
Provincia (Città) : milano
Impianto : AMPLI-galactron mk2240-dac - northstar extremo - lettore di rete cambridge cxn
- cocktail x 10 - diffusori - rona (3 vie a.bellino) venusia (autocostruite a.bellino)
in parcheggio
pre e finale heybrook-ampli creek cas 4040 - proton am10-proton 520-diffusori autocostruiti, permian-w3aj2-jammy
diffusori conar 2 vie coassiale






Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da scontin il Ven 3 Feb 2017 - 21:24

Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil
avatar
scontin
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 23.05.11
Numero di messaggi : 1873
Località : Genova
Occupazione/Hobby : Sistemista GNU/Linux
Provincia (Città) : GENOVA
Impianto : I MIEI IMPIANTI:
Spoiler:
****** IMPERATORE ******
Raspberry Pi2 con scheda I2C Allo DigiOne Signature con alimentatore lineare by sonic63 + MediaCenter RAID1 Lubuntu-based + DAC Sotis Isis valvolato CV2493 Mullard Mitcham plant 1966 + CDP Marantz CD63MKII KISS hardly modded + Pre Karan Audio Reference MK2 + finali NuPrime Ref 20 + dipolo Hibrys by Bellino e SUB Morel Ultimo 12 con ampli Behringer NU3000DSP iNuke + Condizionatore rete Angstrom Research Reference 4 + cavo coassiale Ko-Rho Audio Line + cavo coassiale Thender + cavi segnale XLR JPS Labs The superconductor 3 + Cavo Audioquest Colorado DBS 72v + Cavi segnale Albamaiuscola TOP + cavi potenza Shinpy SST (an) + cavi alimentazione con IEC gold e ferriti (Elecaudio CS-331B, Acoustic Revive Power MAX 5000 Power Cable, AL3 by bobby052cavihifi + ciabatta con frutti VIMAR e Elecaudio CS-331B + Fusibili AMR Audiophile Gold Hi-Fi

****** HT extension ******
MiniDSP U-DAC 8 alimentato in lineare con LM338T + TPA316 artigianale in lineare in configurazione PBTL + Ampli car Alpine 3547 2x45 watt RMS@ 4 Ohm bridged in mono + alimentatore lineare STAB AP100 + Canale centrale Acoustical/Aliante VOCE + Posteriori driver Res by Bellino + cavi segnale Wireworld Luna 7 + cavo USB Mogami AES/EBU 3080 110 ohm dual-headed made by Pierpabass (Portento Audio)

******* PRINCIPE ******
Raspberry Pi3 con scheda I2C Allo DigiOne Signature alimentato in lineare + piCorePlayer + Ampli cuffie MegaHertz Peyote valvolato CV4108 KB/D E188CC 1972 Mullard Mitcham plant + cuffie Mr Speaker's Ether C Flow con cavo bilanciato Portento Audio + ampli A/B Aeron A160 valvolato Valvo red E88CC CCa O-Getter 1961 + Diffusori Kef 101 Reference + SUB Sunfire HRS 12 con driver REL 10" + DAC SChiit Yggdrasil + cavo coassiale Neutral Cable + cavi XLR JPS Labs The superconductor 3 + cavi segnale Audioquest Panther + cavi potenza Supra Ply 3.4S + cavi alimentazione AL2 e AL3 by bobby052cavihifi e Cablerie d'Eupen + System and Magic Blacknoise Extreme V2 + Fusibili AMR Audiophile Gold Hi-Fi

****** DUCA ******
Raspberry Pi3 + Allo-kali reclocker + Piano DAC + piCorePlayer + 2 BK Peardrop Abletec ALC-180 in configurazione mono + Canton Karat 100 modded by Bellino + cavi segnale militari + cavi potenza Proson Smoke 2,5mm

****** CAR ******
Tablet Nexus 7 2013 LineageOS 7.12 hardly modded in lineare con LT3083 + Douk DAC DSD1796 con oscillatori TCXO 0.1ppm + Raspberry Pi3 in lineare + Allo DigiOne + processore audio Mosconi Gladen DSP 8to12 Aerospace + Ampli classe AB Alpine MRV-F900 F1 Status 4x100 watt RMS@ 4 Ohm + Ampli classe AB DLS ultimate a6 1x500 watt RMS@ 4 Ohm + Kit 2 vie Vibe CVEN62C-V4 + SUB Seas D1001-04 L26ROY + cavi RCA Gladen + Audison Connection Silver SL216 + cavo coassiale Mogami W 2964 + RCA militari

****** PAGGIO IN VIAGGIO ******
Canton CT-1000 con tweeter Morel CAT 308 + SMSL S1 modded by Olegol + Centrance HiFi-M8 RSA + cavo corto 3,5" Mr Speaker e Dodocool DA106 + RHA T20i


http://www.stefanocontin.eu

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da R!ck il Sab 4 Feb 2017 - 23:07

@natale55 ha scritto:
il tuo pero' è un grandissimo sub dal costo rilevante, unico sub buono che ho sentito è un totem acoustic , mentre con sub di livello inferiore ( I L ) percepivo la posizione del sub con il totem no. dimensioni abbastanza contenute ma ottimi risultati , credo che il venditore parlasse di circa 800 - 900 euro  non ricordo bene . scontin tu pero' hai il vantaggio dei piccoli diffusori Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing

I bassi sono direzionali al di sopra degli 80hz. Quindi probabilmente era più un problema di crossover  impostato  male.
Tieni presente che spesso il valore stampigliato sul controllo del sub non coincide con il valore effettivo....

R!ck
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 03.09.09
Numero di messaggi : 4630
Località : Roma
Impianto : -------------

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da R!ck il Sab 4 Feb 2017 - 23:26

@recidivo ha scritto:
Fare lavorare assieme diffusori e sub in maniera naturale, equilibrata e credibile, è una missione quasi impossibile secondo me. Parlo ovviamente di ascolto musicale e non di audio per film.

Sotto una certa frequenza il problema delle risonanze, che comunque esiste, si aggrava e con i sub o hai fortuna oppure bisogna lavorare di fino con posizionamento, fase, crossover, livelli e poi con la correzione attiva è una strada che puo essere un po' in salita...

Certo la soluzione audiofila di eliminare i bassi profondi è più semplice...e non priva di soddisfazioni.

R!ck
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 03.09.09
Numero di messaggi : 4630
Località : Roma
Impianto : -------------

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da recidivo il Lun 6 Feb 2017 - 9:46

Io non ho mai avuto a che fare con sub da 1'000 €, ma per tanto che mi sia applicato in affinamenti e regolazioni, alla fine il risultato era insoddisfacente. Inoltre, solitamente il sub non lo puoi mettere proprio dove vuoi, per cui la posizione è sempre, più o meno, sacrificata.

All'inizio appena metti il sub, ti godi la botta dei bassi profondi, ma dopo un po' ti stufano.

Secondo la mia modestissima opinione, per avere una vita semplice e felice è meglio investire in un paio di torri (che poi se sommi il valore dei diffusori e del sub...) e per la musica si ha tutto quello che serve.
avatar
recidivo
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 24.02.15
Numero di messaggi : 88
Provincia (Città) : Verona
Impianto : Troppa roba per elencarla qui ;-)

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da R!ck il Lun 6 Feb 2017 - 11:11

Certo che ti stufi...se è integrato male. Il sub si deve sentire solo quando serve...se è troppo presente al punto di essere fastidioso...direi che forse qualcosa non va...
Sicuramente un buon sub non è economico, anche se con 400/500 euro si puo' prendere qualcosa di buono anche in cassa chiusa che poi è l'impostazione che rende un po' più semplici le cose di solito.
Tuttavia se l'ambiente è problematico ( e lo è quasi sempre...) il sub richiede un approccio molto tecnico le regolazioni solo ad orecchio arrivano fino ad un certo punto e spesso bisogna ricorrere alla correzione attiva. Ci sono degli strumenti che aiutano molto ( tipo dirac) ma non sono per niente economici.

R!ck
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 03.09.09
Numero di messaggi : 4630
Località : Roma
Impianto : -------------

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da neonwilderness il Ven 7 Set 2018 - 22:17

@Kha-Jinn ha scritto:Io le A26 le piloto col Marantz PM6005 che di Watt sugli 8Ohm ne ha 45 per canale e va che è una meraviglia, la potenza non è un problema. Smile

Se cerchi un suono bilanciato con alti brillanti e definiti e bassi precisi e frenati non posso che confermarti la bontà di questi diffusori. Anche se costano meno rispetto a Zensor 3 e Bronze 2 la fascia di appartenenza è la stessa. Anzi, non vorrei sbagliarmi ma mi pare che solo da Akustik Projekt le Boston costano relativamente poco, da tutte le altre parti i prezzi sono allineati con le altre due, tanto è vero che quelli di WhatHiFi le confrontano proprio con le Monitor Audio Bronze 2.
L'unica nota che mi sento di fare, che può essere sia positiva che negativa in base ai punti di vista, è che le Boston risentono molto del posizionamento. Se le metti a 10-15cm dalla parete di fondo i bassi si gonfiano parecchio e sembra quasi di avere un subwoofer, ma c'è a chi piace questo tipo di suono, a circa 30-40cm trovano il loro bilanciamento ideale raggiungendo una risposta praticamente piatta a tutte le frequenze, mentre allontanandole ulteriormente i bassi si asciugano fin quasi a sparire. Per chi ha poco spazio potrebbe essere una scocciatura, ma in generale mi piace come impostazione perché è come avere un diffusore dai diversi caratteri che può essere adattato a qualsiasi esigenza/gusto d'ascolto.

Io ho delle A25 prese proprio da Akustik Projekt dopo averne letto su questo forum. Ultimamente però mi è salita la curiosità, e nelle ultime settimane ho provato un po' di altri diffusori più o meno della stessa categoria o leggermente superiore, e sempre con woofer da 5/5.25", approfittando della possibilità di acquistare e restituire. Senza entrare nel merito e dilungarmi, alla fine ho sempre preferito le Boston. Oggi però ho provato a collegare le JBL Studio 230 (che uso come frontali HT) al Marantz Pm6006 dell'impianto stereo e sono rimasto colpito dal suono più "pieno" che hanno con i loro woofer da 6.5"... alla fine le ho rimesse al loro posto, ma intanto mi è venuto il dubbio che forse le A26 avrebbero un suono più pieno e corposo delle A25, mantendendo gli stessi pregi, e potrebbero rappresentare un upgrade senza spendere cifre "importanti" e senza rinunciare al suono a cui sono abituato.
Starebbero però a 15cm dal muro posteriore, e già con le A25 (e tutte le altre casse che ho provato) con alcune tracce/album i bassi rimbombano, quindi ho paura che potrebbe essere più un peggioramento che miglioramento. Cosa ne dici/dite?
Ah, la mia stanza ha 4x4, c'è un armadio lungo quasi quanto una parete, e le casse poggiano su scaffali ai lati della scrivania.

neonwilderness
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 26.11.16
Numero di messaggi : 57
Località : Springfield
Provincia (Città) : D'oh!
Impianto : Stereo: Pro-Ject Debut Carbon Esprit SB + Ortofon 2M Blue + Schiit Mani, Shiit Modi 2 Uber, Marantz CD6006 UK, Marantz PM6006, Boston Acoustics A25.
HT: Denon AVR-X1300W, JBL Studio 230, JBL Arena 125C, JBL Arena 120
Cuffie: Audio Technica ATH-M50X / Shure SRH440

http://last.fm/user/mskaz

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da Abe1977 il Dom 9 Set 2018 - 22:33

@recidivo ha scritto:Io non ho mai avuto a che fare con sub da 1'000 €, ma per tanto che mi sia applicato in affinamenti e regolazioni, alla fine il risultato era insoddisfacente. Inoltre, solitamente il sub non lo puoi mettere proprio dove vuoi, per cui la posizione è sempre, più o meno, sacrificata.

All'inizio appena metti il sub, ti godi la botta dei bassi profondi, ma dopo un po' ti stufano.

Secondo la mia modestissima opinione, per avere una vita semplice e felice è meglio investire in un paio di torri (che poi se sommi il valore dei diffusori e del sub...) e per la musica si ha tutto quello che serve.

Se ti stufa, vuol dire che non hai calibrato bene.

Estremizzando, i mega sistemi come Advangarde Trio, Cessaro Omega, ecc... hanno sempre un`unita esterna per i bassi, ok in quel caso e` un enorme bass horn e non un classico sub, ma in linea di massima il concetto e` lo stesso.

Se integrato bene, soprattutto in stanze grandi, un sub ci puo` stare.

Abe1977
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 11.10.16
Numero di messaggi : 117
Provincia (Città) : Al
Impianto :
Sorgente: Cambridge Audio CXN
Nas: Western Digital My Cloud
Pre: Electrocompaniet EC 4.8
Finale: Electrocompaniet AW120
Diffusori: Audiojam2 FABRIX

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da fabrizio6684 il Dom 16 Set 2018 - 7:42

un saluto a tutti, mi inserisco anche io nella discussione perchè anche io sto valutando la sostituzione delle casse del mio amplificatore Onkyo A9010 e la scelta è tra i diffusori da voi citati negli argomenti.
in particolare mi incuriosiscono molto le boston A26, in quanto sono state definite da "bava alla bocca" in abbinamento con l'amplificatore che posseggo. Ma sto valuntando anche le zensor 3 e le Q3020. quello che interessa a me è un suono chiaro, dettagliato a volumi da appartamento con bassi non esagerati
ho però un problema di spazio e dovrei poggiarle su uno scaffale sulla parete dello stesso (in legno) e non vorrei che coprendo il bass reflex possa perdere tanto (in futuro penso però ad una sistemazione più adeguata, magari su piedistalli).
Leggevo che le boston risentono molto del posizionamento. A tal proposito ho visto che sono uscite le elac 2.0 ed il modello b5.2 ha il bass reflex anteriore....

https://www.amazon.it/dp/B07DNCKG7F/?coliid=I3QU1H60LEZ2YI&colid=1U2UOI8QZAFIH&psc=0&ref_=lv_ov_lig_dp_it

andrei a risolvere il problema? qualcheduno di voi le ha ascoltate?
avatar
fabrizio6684
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 21.02.18
Numero di messaggi : 22
Provincia (Città) : vercelli
Impianto : Amplificatore Onkyo A9010
casse: Technics SB-HD81
lettore: Sony BDP-S6700
TV: Sony KDL49WE665

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da Abe1977 il Dom 16 Set 2018 - 11:38

Non ho capito bene come le devi posizionare, comunque considera che il posizionamento contro il muro non riguarda solo i problemi legati al condotto reflex.
Un minimo di distanza dalla parete non guasta mai, poi ovvio che ognuno deve convivere con i propri limiti ambientali, spesso non si può` rifare l`arredamento solo per posizionare meglio i diffusori.

Abe1977
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 11.10.16
Numero di messaggi : 117
Provincia (Città) : Al
Impianto :
Sorgente: Cambridge Audio CXN
Nas: Western Digital My Cloud
Pre: Electrocompaniet EC 4.8
Finale: Electrocompaniet AW120
Diffusori: Audiojam2 FABRIX

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da fabrizio6684 il Dom 16 Set 2018 - 21:09



attualmente la disposizione è quella riportata in foto. Considera che tra il piano di appoggio e il bordo inferiore della tv ci sono 31 cm. mentre la profondità del piano d'appoggio è 22 cm.

vorrei prendere dei piedistalli ma le casse finirebbero a 3 metri l'una dall'altra (dimensione del mobile a parete).
avatar
fabrizio6684
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 21.02.18
Numero di messaggi : 22
Provincia (Città) : vercelli
Impianto : Amplificatore Onkyo A9010
casse: Technics SB-HD81
lettore: Sony BDP-S6700
TV: Sony KDL49WE665

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da Abe1977 il Lun 17 Set 2018 - 8:50

Azz....la posizione è parecchio sacrificata.
I diffusori sembrano troppo vicini tra loro per dare un senso di sterofonia, sono poi coricati, contro il retro del mobile e contro le pareti laterali...mi viene da dire che probabilmente i 3 metri su piedistalli sarebbe meglio...

Abe1977
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 11.10.16
Numero di messaggi : 117
Provincia (Città) : Al
Impianto :
Sorgente: Cambridge Audio CXN
Nas: Western Digital My Cloud
Pre: Electrocompaniet EC 4.8
Finale: Electrocompaniet AW120
Diffusori: Audiojam2 FABRIX

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da neonwilderness il Mar 18 Set 2018 - 21:35

e io mi lamento del posizionamento delle mie... Laughing Wink
3 metri l'una dall'altra su stand credo sia il posizionamento ideale, se puoi risolvere così fallo!
Non ho mai sentito le Zensor 3 o le ELAC, credo però che le Dali siano superiori; le ELAC sono molto popolari più che altro perchè in USA costano 200$ o meno, e a quel prezzo sono un best buy. Le Boston costano un 100 euro in meno delle Dali; credo suonino molto più di quanto costano, ma qui dipende anche dal tuo budget.

neonwilderness
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 26.11.16
Numero di messaggi : 57
Località : Springfield
Provincia (Città) : D'oh!
Impianto : Stereo: Pro-Ject Debut Carbon Esprit SB + Ortofon 2M Blue + Schiit Mani, Shiit Modi 2 Uber, Marantz CD6006 UK, Marantz PM6006, Boston Acoustics A25.
HT: Denon AVR-X1300W, JBL Studio 230, JBL Arena 125C, JBL Arena 120
Cuffie: Audio Technica ATH-M50X / Shure SRH440

http://last.fm/user/mskaz

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da fabrizio6684 il Sab 6 Ott 2018 - 8:13

ma secondo voi, sono meglio casse da scaffale su stand, oppure casse da pavimento a torre?? a parità di prezzo intendo
avatar
fabrizio6684
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 21.02.18
Numero di messaggi : 22
Provincia (Città) : vercelli
Impianto : Amplificatore Onkyo A9010
casse: Technics SB-HD81
lettore: Sony BDP-S6700
TV: Sony KDL49WE665

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da Abe1977 il Lun 8 Ott 2018 - 19:12

@fabrizio6684 ha scritto:ma secondo voi, sono meglio casse da scaffale su stand, oppure casse da pavimento a torre?? a parità di prezzo intendo

Entrambi i diffusori hanno pro e contro, poi dipende anche da tanti elementi....insomma, rispondere non e` cosi facile...

Mi sembra che hai un locale di 35 m2 circa, quindi tipo il mio, beh io posso dirti che ho scelto due belle torri e non me ne sono mai pentito.

Le casse da scaffale possono avere un suono eccellente, ma bisogna considerare la sensibilità` generalmente non eccelsa, quindi per assurdo poi ti servono più watt che per due torri.
Inoltre hanno woofer e relativo cabinet piccoli, quindi il basso avra` per forza qualche limite.

PS, riesci a postare una piantina della stanza, anche uno schizzo fatto a mano?

Abe1977
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 11.10.16
Numero di messaggi : 117
Provincia (Città) : Al
Impianto :
Sorgente: Cambridge Audio CXN
Nas: Western Digital My Cloud
Pre: Electrocompaniet EC 4.8
Finale: Electrocompaniet AW120
Diffusori: Audiojam2 FABRIX

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da fabrizio6684 il Gio 11 Ott 2018 - 5:43

Ciao Abe,
ecco la piantina. le dimensioni sono circa 6x5m. ho provato a riportare anche gli arredi, per una visione completa della situazione.
grazie mille

avatar
fabrizio6684
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 21.02.18
Numero di messaggi : 22
Provincia (Città) : vercelli
Impianto : Amplificatore Onkyo A9010
casse: Technics SB-HD81
lettore: Sony BDP-S6700
TV: Sony KDL49WE665

Torna in alto Andare in basso

Re: Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum