T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» PS Audio Nuwave o M2tech Young
Oggi alle 13:31 Da krell2

» Consiglio per upgrade diffusori / upgrade impianto
Oggi alle 13:01 Da giucam61

» Aleph 2 classe A 100W di Nelson Pass - chi ben comincia
Oggi alle 12:58 Da neno_07

» Invertire Sx con DX
Oggi alle 12:53 Da giucam61

» aiuto miglioramento sala d'ascolto
Oggi alle 12:10 Da gubos

» Dubbi su Bluetooth
Oggi alle 11:50 Da clipper

» Sony uhp h1
Oggi alle 11:06 Da Charli48

» problema audio con Thorens TD320MKii
Oggi alle 10:59 Da elmolewis

» Cerco pre prebby hv
Oggi alle 9:59 Da verderame

» [Vendo] Nad C316BEE €210
Oggi alle 8:47 Da Dreammachine

» Acquisto dussun dove ?
Oggi alle 8:43 Da chiccoevani

» Nuovo Douk Dac
Ieri alle 23:55 Da uncletoma

» Consiglio gruppi power metal
Ieri alle 22:59 Da TODD 80

» Consiglio impianto per diffusori KEF Coda 70
Ieri alle 21:44 Da Kha-Jinn

» consiglio su impianto digital
Ieri alle 21:13 Da Piper

» rumore fastidioso da dove viene?
Ieri alle 21:04 Da MaxBal

» Topic'it, nuova applicazione mobile per il T-Forum
Ieri alle 20:27 Da Luca Marchetti

» Foobar 2000 Darkone 4 come installarla!?
Ieri alle 19:19 Da H. Finn

» Fiio A5
Ieri alle 17:25 Da HeyGio'

» Dac
Ieri alle 17:25 Da ftalien77

» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Ieri alle 13:46 Da Bluesunshine

» Pre per behringer ep1500
Ieri alle 12:30 Da Pinve

» Feedback positivo per Ghiglie
Ieri alle 11:39 Da ghiglie

» I migliori album del 2017
Ieri alle 11:06 Da CHAOSFERE

» Collegamento behringer
Ieri alle 10:06 Da Masterix

» Douk DAC (XMOS+PCM5102/DSD1796): ne vale la pena?
Dom 15 Ott 2017 - 22:13 Da nelson1

» dac cinese...ammazzagiganti?!
Dom 15 Ott 2017 - 20:38 Da giucam61

» Quale artista Italiano contemporaneo fa CD tecnicamente ben fatti?
Dom 15 Ott 2017 - 20:03 Da settore 7-g

» Feedback molto positivo per MrTheCarbon
Dom 15 Ott 2017 - 15:45 Da MrTheCarbon

» ALIENTEK D8 [parte 2]
Dom 15 Ott 2017 - 14:19 Da kalium

Statistiche
Abbiamo 11084 membri registrati
L'ultimo utente registrato è HeyGio'

I nostri membri hanno inviato un totale di 797277 messaggi in 51691 argomenti
I postatori più attivi della settimana
giucam61
 
clipper
 
Masterix
 
erduca
 
Kha-Jinn
 
ftalien77
 
GP9
 
uncletoma
 
Bluesunshine
 
Luca Marchetti
 

I postatori più attivi del mese
lello64
 
giucam61
 
nerone
 
dinamanu
 
ftalien77
 
Masterix
 
Kha-Jinn
 
Albert^ONE
 
kalium
 
erduca
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15532)
 
Silver Black (15480)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9193)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 51 utenti in linea: 3 Registrati, 3 Nascosti e 45 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

enrico massa, joe58, krell2

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Pagina 12 di 14 Precedente  1 ... 7 ... 11, 12, 13, 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  caliber il Gio 26 Nov 2009 - 0:51

Andrea Gianelli ha scritto:....
Lo stesso vale per te, anche se, giusto per curiosità, una Fenice 20 da S3 ti consiglio di ordinarla: per quel che costa potresti provarla, senza apportare modifiche e alimentandola con una comune batteria per auto ben carica.
Alla fine ci provi in ogni modo... Shocked da non credersi Laughing
visto che sono 2199 messaggi che ripeti lo stesso mantra, perlomeno consiglia una batteria ermetica/sigillata al posto di quelle al piombo per auto, sai giusto per evitare di intossicarsi nel processo di ricarica.
Altrimenti metti in firma un disclaimer non sono responsabile di quello che ho scritto Laughing
avatar
caliber
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 24.11.08
Numero di messaggi : 615
Località : Torino
Impianto : Solo DUNE (e DoctorSound DeLuxe x il ripping)

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Silver Black il Gio 26 Nov 2009 - 1:15

wasky ha scritto:[Però puoi fare una cosa mandare una lettera a Nardi e chiedere di pubblicare un suo pensiero sul T-Amp Wink

Il T-Amp per quello che costa è miracoloso, un rapporto prezzo-prestazioni tutt'ora insuperato. Non si può giudicare a prescindere dal prezzo. Il T-Amp permetteva a quel target di utenza che si sarebbe accostato a un compattone, di avvicinarsi, anzi, entrare di brutto nel mondo della vera Alta Fedeltà.

Questo forum è nato perchè il T-Amp ci faceva sognare. Quindi i meriti glieli do tutti.
Non tappiamoci gli occhi, anzi, le orecchie.

aris69 ha scritto:ho capito solo che il T-Amp suona per quello che costa ovvero non suona Hehe

Hai capito o hai sentito con le tue orecchie? Sarebbe meglio la seconda, fidati. Wink

MaurArte ha scritto:Non ha senso parlare oggi del T-AMP amplificatore che appartiene al passato.
Con il chip del T-AMP ben implementato si possono avere prestazioni elevate purchè adeguatamente interfacciato (vedi casse ad alta efficenza senza carichi difficili).

Clap Clap Clap


aris69 ha scritto:vero anche questo, ma considerando che il chip rimane lo stesso, anche su modelli "nuovi" il valore di distorsione misurato, non lo dico io, ma i documenti ufficiali ovvero il datasheet, un valore di distorsione al 5% su 10W non sono assolutamente IMHO da considerarsi valori degni di essere chiamati ampli hi-end.

Perdonami, umilmente e senza voler arrecare offesa, ti dico: ma chissenestrafotte della distorsione misurata!!!!!!!! Se suona bene suona bene!
Se le tue orecchie non l'hanno sentito, almeno fallo leggere ai tuoi occhi, la recensione di uno come Lucio... che di esperienza ne ha direi. Consigliata!

piero7 ha scritto:non ho capito, avere una risposta dal 1 a 100.000 hz e valori di distorsione di 0,000000001% è sinonimo di grande qualità all'ascolto? Cioè, un ampli con risposta piatta da qui a la e musicalmente hifi d'alto livello?

Shocked Questo state dicendo?

Proprio quello che volevo dire io: chi se ne frega della distorsione se mi emoziona.

Vogliamo capire che la Musica sono emozioni? E se una catena hifi (ambiente compreso) mi emoziona, lo scopo è raggiunto? Sia anche con un compattone.

Ribadisco che il fenomeno T-Amp ha fatto nascere il T-Forum e la T-Class, la vera HiFi revolution.
E non sono parole vuote tanto per creare uno slogan di impatto. E' la verità facilmente sotto gli occhi... le orecchie di tutti.

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15480
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  wasky il Gio 26 Nov 2009 - 1:27

Silver Black ha scritto:

aris69 ha scritto:vero anche questo, ma considerando che il chip rimane lo stesso, anche su modelli "nuovi" il valore di distorsione misurato, non lo dico io, ma i documenti ufficiali ovvero il datasheet, un valore di distorsione al 5% su 10W non sono assolutamente IMHO da considerarsi valori degni di essere chiamati ampli hi-end.

Perdonami, umilmente e senza voler arrecare offesa, ti dico: ma chissenestrafotte della distorsione misurata!!!!!!!! Se suona bene suona bene!
Se le tue orecchie non l'hanno sentito, almeno fallo leggere ai tuoi occhi, la recensione di uno come Lucio... che di esperienza ne ha direi. Consigliata!

Sergio il 5% di THD a 10 watt non rientra proprio negli standard DIN Smile e cmq Dentro molti compattoni ci trovi i T Wink

questo non toglie che si deve rispettare chi lo possiede ma, non bisogna farlo diventare l'unico ampli da avere sostenendo che si è stupidi a spendere di più come afferma Andrea in altro topic quando si può ottenere tutto con un T e un box grunding Laughing

Credo di aver già detto che anni fà su audiocostruzioni sto T furoreggiava poi sentito altro tutti lo hanno abbandonato Wink qualcuno ha preso anche quello di Chiomenti a 400 € Laughing


Roberto



Roberto

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger
avatar
wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Silver Black il Gio 26 Nov 2009 - 1:37

wasky ha scritto:Sergio il 5% di THD a 10 watt non rientra proprio negli standard DIN Smile

Io continuo a fottermente...! Hehe

questo non toglie che si deve rispettare chi lo possiede ma, non bisogna farlo diventare l'unico ampli da avere sostenendo che si è stupidi a spendere di più

E qui ti do ragione. Il T-Amp va bene per fare breccia alla porta dell'HiFi, ma poi ci fa venire fame di qualcosa di più. Io dal T-Amp sono passato al Trends Audio, poi al Gainclone e infine al Virtue (senza citare quelli solamente provati, come il Marantz di mio padre).

Credo di aver già detto che anni fà su audiocostruzioni sto T furoreggiava poi sentito altro tutti lo hanno abbandonato Wink

Ma certo, ti do ancora ragione: secondo me è più che ovvio che, se ho il budget e se confrontando col T-Amp vedo che suona meglio, allora butto via il T-Amp (o lo ripongo gelosamente in un cassetto, meglio) e compro quello che secondo me suona meglio e che posso permettermi.

Gli assolutismi sono da condannare da entrambe le parti.
Solo non cerchiamo di mettere in ombra i pregi del T-Amp e della classe T, che è stata ed è tutt'ora davvero rivoluzionaria e ha permesso una discesa clamorosa dei prezzi del mercato HiFi. Questo ha messo davvero i bastoni tra le ruote ai produttori che gonfiavano i prezzi del 1000%, per cui la luce del T-Amp, il capostipite, non smetterà mai di brillare. Per me almeno.

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15480
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  wasky il Gio 26 Nov 2009 - 2:21

Silver Black ha scritto:
wasky ha scritto:Sergio il 5% di THD a 10 watt non rientra proprio negli standard DIN Smile

Io continuo a fottermente...! Hehe


Adoro questa metrica Sergio Smile

Quindi ricapitoliamo: anche se lontano dal concetto di Hi Fi ci stà bene se il T ha il 5% di THD dato che il suono è piacevole giusto.

Giudizio dato da Andrea Giannelli su di un ampli preso da un utente di questo forum senza sapere neppure cosa ci fosse dentro THD 0,005% e ovviamente il giudizio è negativo

http://www.tforumhifi.com/altri-amplificatori-in-classe-a-b-f46/tamp-ta450-mkx-t3707.htm

Andrea Gianelli ha scritto:
Attenzione ragazzi, ho dato un'occhiata al link: si tratta di un prodotto PA, ossia per impianti pubblic address, quanto di più lontano dal concetto di alta fedeltà. In tali applicazioni si richiede solo potenza ed affidabilità.
Tra le due categorie s'inseriscono i componenti pro o DJ, nati per riprodurre i generi musicali più moderni a volumi molto alti, oppure come amplificazione di concerti rock e simili.

Come se un t non si identificasse nella frase in neretto Smile

Praticamente si giudica male un prodotto nonostante abbia un THD inferiore al T-Amp e un dampig Factor > e qualche watt in più non è guerra di religione questa ?

questo amplificatore viene 40 e in più di un T-Amp ma, sarebbe preferibile da consigliare ad un neofita avendo anche un THD inferiore al 5% hai visto mai potrebbe nascondere sorprese per non parlare della facilità di interfacciamento con molti diffusori

http://www.thomann.de/ie/tamp_s75.htm


Messo cosi Sergio fila quello che volevo dire ad Andrea ?


Roberto

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger
avatar
wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  MaurArte il Gio 26 Nov 2009 - 7:47

Ragazzi anche un Audio Note con le 300B se gli chiedete 15W distorce il 10%!!!
Il TA2024 eroga 5 watt su 8 Ohm e 9W su 4Ohm. Questi sono i dati su cui ragionare.
Perchè parlate di 10W con il 10% di distorsione?
Esistono amplificatori da 2000 ed oltre Euro che erogano 3,5Watt e nessun si scandalizza.
Il fatto che un ampificatore costi poco e richieda per esprimersi al meglio diffusori costosi e molto sensibili non è una colpa ,ma una caratteristica.
Provate ad ascoltare un TA2024 messo bene e connesso ad un buon preamplificatore su casse tipo JBL4333, Klipshorn,Voice of Theatre e vi renderete conto che il colonnello Klipsh quando affermava che il mondo ha bisogno di un buon amplificatore da 5W tutti i torti non li aveva.
Che poi ci sia di meglio del TA2024 credo che (quasi) tutti ne siano convinti.
avatar
MaurArte
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 7289
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Alchimista
Provincia (Città) : En verden av smart jeg er dum
Impianto : Elettrico

http://www.alchimieaudio.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Massimo il Gio 26 Nov 2009 - 8:18

Infatti è quello che dicevo io maurizio, però resta il fatto che la classe t non mi soddisfa al 100 per cento, la trovo meno naturale, può essere una questione di gusti, boh.
Ciao
avatar
Massimo
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 05.02.08
Numero di messaggi : 1999
Località : Porto Potenza Picena
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : VOLUMIO + UDOO + Alimentatore mael modifica Maurarte Dac AKM4399 usb alimentata a batteria - Marantz pm ki pearl lite, Kef ls 50 , Pince cable

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  MaurArte il Gio 26 Nov 2009 - 8:45

Non ho capito Maurizio perdonami Smile il pc invierebbe solo lo sweep e la registrerebbe in uscita dall'ampli

Così facendo metteresti in corto la massa ingressi con il negativo casse, che non è riferito a massa, bruciando l'ampli.
avatar
MaurArte
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 7289
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Alchimista
Provincia (Città) : En verden av smart jeg er dum
Impianto : Elettrico

http://www.alchimieaudio.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  porfido il Gio 26 Nov 2009 - 9:05

MaurArte ha scritto:Ragazzi anche un Audio Note con le 300B se gli chiedete 15W distorce il 10%!!!
Il TA2024 eroga 5 watt su 8 Ohm e 9W su 4Ohm. Questi sono i dati su cui ragionare.
Perchè parlate di 10W con il 10% di distorsione?
Esistono amplificatori da 2000 ed oltre Euro che erogano 3,5Watt e nessun si scandalizza.
Il fatto che un ampificatore costi poco e richieda per esprimersi al meglio diffusori costosi e molto sensibili non è una colpa ,ma una caratteristica.
Provate ad ascoltare un TA2024 messo bene e connesso ad un buon preamplificatore su casse tipo JBL4333, Klipshorn,Voice of Theatre e vi renderete conto che il colonnello Klipsh quando affermava che il mondo ha bisogno di un buon amplificatore da 5W tutti i torti non li aveva.
Che poi ci sia di meglio del TA2024 credo che (quasi) tutti ne siano convinti.


Oooooooooooooh, eccheccacchio, appunto!
Ragioniamo su quello che DA' il TA2024 e non su quello che NON PUO' DARE!
Se io mi accontento dei watt erogati con thd accettabile e me li faccio bastare scegliendo i diffusori giusti nell'ambiente proporzionalmente adatto, perchè mi piace la sua timbrica senza farmi pippe su quello che non posso avere, ma mi spiegate dov'è il problema?
Che non potrò muovere certi woofer?
Ovvio! Ma se penso di pilotarci tutto con quell'affarino, sono un pirla io, mica è l'ampli che non va!
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  schwantz34 il Gio 26 Nov 2009 - 9:11

premesso che non sono un templare della classe T , devo dire che anche il trends (modificato pero' ) con un pre valvolare di buona qualita' e le casse giuste (leggi klipsch , triangle :-) ) da' le sue belle soddisfazioni (evito d'andare oltre ore 12 , perchè gia' li distorce pero' niente male ...niente male ...) fermo restando che un adcom lo vorrei eccome !
MESSAGGIO IN CODICE: Wasky , ho provato a chiedere sul trafo , li han venduti tutti , e non m'ha ancora risposto :-( . peccato ...
avatar
schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15532
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Ivan il Gio 26 Nov 2009 - 9:20

porfido ha scritto:
(...) ma mi spiegate dov'è il problema?
Che non potrò muovere certi woofer?
Ovvio! Ma se penso di pilotarci tutto con quell'affarino, sono un pirla io, mica è l'ampli che non va!
Infatti!! Ok Come non quotarti, so' quali sono i suoi limiti e mi diverto con quello che ha senza andare a pensare a quello che non può fare!
Nello stesso tempo è errato assumere un atteggiamento integralista pensando che il t-amp (inteso come amplificatore basato su Tripath 2024) sia la panacea di tutti i problemi audio! Perchè così non è.
avatar
Ivan
Giovane Saggio del Forum
Giovane Saggio del Forum

Data d'iscrizione : 11.02.08
Numero di messaggi : 4795
Località : Penisola
Impianto : Ctrl+C, Ctrl+V.

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  piero7 il Gio 26 Nov 2009 - 9:54

State facendo i conti senza l'oste.

Le casse che ha nominato maurizio costano 1000 volte il costo di un Tamp.

Voglio vedere chi spende 20 euro di ampli, e migliaia di casse Laughing

Ecco perchè odio parlare di teorie. Le teorie molto difficilmente si sposano al meglio con la pratica di chi vive in un appartamento e due Klipsh la scala non ha davvero dove metterle se non buttare a terra un paio di tramezzi e far diventare l'appartamento intero un unico locale...
avatar
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  mgiombi il Gio 26 Nov 2009 - 10:17

Ma perchè dobbiamo sempre portare tutto agli estremi?
avatar
mgiombi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 19.02.08
Numero di messaggi : 3107
Località : Pesaro
Provincia (Città) : Sinusoidale
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  MaurArte il Gio 26 Nov 2009 - 10:22

Per rimanere con i piedi per terra spendendo poco sentite un TA2024 ben implementato con il PreFet e due Behringer 2031P (4Ohm)
I miei vicini mi vengono a bussare se alzo troppo...
avatar
MaurArte
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 7289
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Alchimista
Provincia (Città) : En verden av smart jeg er dum
Impianto : Elettrico

http://www.alchimieaudio.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  madqwerty il Gio 26 Nov 2009 - 11:10

MaurArte ha scritto:
Non ho capito Maurizio perdonami Smile il pc invierebbe solo lo sweep e la registrerebbe in uscita dall'ampli
Così facendo metteresti in corto la massa ingressi con il negativo casse, che non è riferito a massa, bruciando l'ampli.

Wasky, la Clio (o uno dei tuoi gadget Very Happy di acquisizione analogica) ha 2 ingressi, puoi fare misure differenziali?

eventualmente, ha gli ingressi ad isolamento galvanico,
oppure può essere alimentata a batteria? anche il pc che ci collegherai ovviamente dovrà andare a pile,
e non dovrà essere fisicamente lo stesso pc che genera il segnale (sennò massa "in" e negativo AP tornano a essere in corto..)
avatar
madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  wasky il Gio 26 Nov 2009 - 11:56

Ivan ha scritto:
Infatti!! Ok Come non quotarti, so' quali sono i suoi limiti e mi diverto con quello che ha senza andare a pensare a quello che non può fare!
Nello stesso tempo è errato assumere un atteggiamento integralista pensando che il t-amp (inteso come amplificatore basato su Tripath 2024) sia la panacea di tutti i problemi audio! Perchè così non è.


Il problema di fondo Ivan secondo me, non è il fatto che si faccia integralismo sul T ma che, si diano informazioni inesatte per fuorviare nelle scelte gli utenti sopratutto con teorie personali senza fondamento

Esempio ne è questo topic

http://www.tforumhifi.com/hifi-in-generale-f9/diffusori-e-ambiente-t5488.htm

dove leggo ad esempio questo

Andrea Gianelli ha scritto:
Pienamente d'accordo: credo che, in presenza di una maggioranza di appassionati preparata e consapevole, il problema possa essere di facile soluzione. Infatti i mezzi per poterlo fare ci sono: bisognerebbe progettare diffusori volutamente carenti in quelle frequenze che poi verrebbero enfatizzate dalla vicinanza delle pareti, in modo che queste ultime possano linearizzare la risposta anzichè (come spesso accade) creare risonanze indesiderate.
Lo stesso Lucio in quell'editoriale aveva tra le righe ipotizzato un simile "correttivo" che, come poi io gli ho scritto (vedi lettera da lui pubblicata), è già insito nei buoni diffusori a sospensione pneumatica, corretti e tendenzialmente più lineari di un bass-reflex ma, nel contempo, per loro natura (presenza di aria all'interno del cabinet) meno efficienti laddove poi si otterrebbe il rinforzo dei muri.
Un esempio è rappresentato dalle Grundig Box, giusto per citare prodotti che dovresti conoscere. Wink
Di seguito il grafico di risposta delle Box 850:


Siamo al DRC inside ma, ci rendiamo conto di quello che c'è scritto ?

Un genio della progettazione Laughing


Altre chicche dove si evince che, il discorso diffusore e Andrea hanno lo stesso rapporto Indigeni Amazzonici e DVB T



2) i grafici inseriti da Roberto sono sì lineari ma non tracciati con i diffusori a ridosso delle pareti;
3) i bass-reflex possono essere lineari (non sono contrario a questa tipologia di diffusore, purchè si tratti di buoni pordotti) ma presentano pur sempre il problema dell'emissione in controfase membrana-condotto, cosa che, con woofer a corsa lunga, genera inevitabilmente distorsioni;

4) sempre il bass-reflex, ammettendo che sia perfettamente lineare, proprio per questo una volta avvicinato alle pareti incrementa ulterioremente le frequenze basse, provocando in tal modo una non linearità di fatto;

5) come mostra il grafico esemplificativo delle Grundig Box 850, la sospensione pneumatica è per sua natura (resistenza dell'aria all'interno del cabinet) meno efficiente proprio in quel range di frequenze che poi beneficerebbe del cosiddetto "effetto specchio" laddove il diffusore (in ambiente accade quasi sempre) viene avvicinato ad un muro se non ad un angolo;
6) quello stesso "buco" alle medio-alte (posso inviare il pdf dell'intera prova di laboratorio a chi vorrà scrivermi all'indirizzo in firma, a disposizione di tutti voi) in ambiente scompare, in quanto viene interamente corretto dallo stesso;


Da far rizzare i capelli a Graziani e tutto ciò per focalizzare l'attenzione su di una sola corrente di pensiero la sua ?

Arrivare a dire che è inutile spendere soldi andando oltre il T amp e le grunding perchè tanto in ambiente non serve altro

e per far questo fare anche un "appunto" sul mio sistema di misura di un AP ?

questo è errato non consigliare il T Ivan



Roberto


Ultima modifica di wasky il Gio 26 Nov 2009 - 12:03, modificato 1 volta

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger
avatar
wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  piero7 il Gio 26 Nov 2009 - 11:58

mgiombi ha scritto:Ma perchè dobbiamo sempre portare tutto agli estremi?

Perchè abbiamo la cattiva abitudine, noi umani, di pretendere di andare in carrozza spendendo meno di niente. Ho una macchina con diverse centinaia di cavalli, a benzina. Ma non è e non sarà MAI una Ferrari. Anche se mi piace fare il gagà premendo l'accelleratore.

Siamo noi che estremizziamo percè ci piace estremizzare, per illuderci e soddisfare il nostro ego. Na schedina di 20 euro, per quanto bene suoni, è totalmente illogico abbinarla a casse di migliaia di euro. Però ci piacciono questi paragoni. E le casse di quattro soldi, suonano proprio come casse di quattro soldi. Indiana Line e Waferdale che ho provato lo confermano... N'carrozza un se va co 20 euro di scheda e 200 di casse. Che è diverso dal "mi piace" o dal "mi soddisfa".

E' il paragone che è ingeneroso. Anche se la mia auto andasse forte quanto una ferrari (e ahimé non ci va) è ingeneroso il paragone.

Diamo a cesare quel che è di cesare.
avatar
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  porfido il Gio 26 Nov 2009 - 12:17

piero7 ha scritto:
mgiombi ha scritto:Ma perchè dobbiamo sempre portare tutto agli estremi?

Perchè abbiamo la cattiva abitudine, noi umani, di pretendere di andare in carrozza spendendo meno di niente. Ho una macchina con diverse centinaia di cavalli, a benzina. Ma non è e non sarà MAI una Ferrari. Anche se mi piace fare il gagà premendo l'accelleratore.

Siamo noi che estremizziamo percè ci piace estremizzare, per illuderci e soddisfare il nostro ego. Na schedina di 20 euro, per quanto bene suoni, è totalmente illogico abbinarla a casse di migliaia di euro. Però ci piacciono questi paragoni. E le casse di quattro soldi, suonano proprio come casse di quattro soldi. Indiana Line e Waferdale che ho provato lo confermano... N'carrozza un se va co 20 euro di scheda e 200 di casse. Che è diverso dal "mi piace" o dal "mi soddisfa".

E' il paragone che è ingeneroso. Anche se la mia auto andasse forte quanto una ferrari (e ahimé non ci va) è ingeneroso il paragone.

Diamo a cesare quel che è di cesare.

Sì, dai, l'importante è essere felici della propria auto, conoscendone i limiti, considerandosi soddisfatti SOLO PERCHE' QUESTI SONO I PROPRI GUSTI, senza incensarla come il miglior aquisto possibile, e basta....
E' equilibrio anche questo, no?
Una Ferrari o un'utilitaria hanno il proprio senso a seconda della situazione in cui le si pone, punto.
Anche perchè questo discorso è piuttosto complicato, e l'abbiamo affrontato diverse volte....
La differenza di prezzo abissale fra un ampli come una sciuretta col TA2024 modificata a dovere ed un ampli di fascia media è giustificata?
Mica facile, no?
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  traspar il Gio 26 Nov 2009 - 12:26

wasky ha scritto:
Ivan ha scritto:
Infatti!! Ok Come non quotarti, so' quali sono i suoi limiti e mi diverto con quello che ha senza andare a pensare a quello che non può fare!
Nello stesso tempo è errato assumere un atteggiamento integralista pensando che il t-amp (inteso come amplificatore basato su Tripath 2024) sia la panacea di tutti i problemi audio! Perchè così non è.


Il problema di fondo Ivan secondo me, non è il fatto che si faccia integralismo sul T ma che, si diano informazioni inesatte per fuorviare nelle scelte gli utenti sopratutto con teorie personali senza fondamento

Esempio ne è questo topic

http://www.tforumhifi.com/hifi-in-generale-f9/diffusori-e-ambiente-t5488.htm

dove leggo ad esempio questo

Andrea Gianelli ha scritto:
Pienamente d'accordo: credo che, in presenza di una maggioranza di appassionati preparata e consapevole, il problema possa essere di facile soluzione. Infatti i mezzi per poterlo fare ci sono: bisognerebbe progettare diffusori volutamente carenti in quelle frequenze che poi verrebbero enfatizzate dalla vicinanza delle pareti, in modo che queste ultime possano linearizzare la risposta anzichè (come spesso accade) creare risonanze indesiderate.
Lo stesso Lucio in quell'editoriale aveva tra le righe ipotizzato un simile "correttivo" che, come poi io gli ho scritto (vedi lettera da lui pubblicata), è già insito nei buoni diffusori a sospensione pneumatica, corretti e tendenzialmente più lineari di un bass-reflex ma, nel contempo, per loro natura (presenza di aria all'interno del cabinet) meno efficienti laddove poi si otterrebbe il rinforzo dei muri.
Un esempio è rappresentato dalle Grundig Box, giusto per citare prodotti che dovresti conoscere. Wink
Di seguito il grafico di risposta delle Box 850:


Siamo al DRC inside ma, ci rendiamo conto di quello che c'è scritto ?

Un genio della progettazione Laughing


Altre chicche dove si evince che, il discorso diffusore e Andrea hanno lo stesso rapporto Indigeni Amazzonici e DVB T



2) i grafici inseriti da Roberto sono sì lineari ma non tracciati con i diffusori a ridosso delle pareti;
3) i bass-reflex possono essere lineari (non sono contrario a questa tipologia di diffusore, purchè si tratti di buoni pordotti) ma presentano pur sempre il problema dell'emissione in controfase membrana-condotto, cosa che, con woofer a corsa lunga, genera inevitabilmente distorsioni;

4) sempre il bass-reflex, ammettendo che sia perfettamente lineare, proprio per questo una volta avvicinato alle pareti incrementa ulterioremente le frequenze basse, provocando in tal modo una non linearità di fatto;

5) come mostra il grafico esemplificativo delle Grundig Box 850, la sospensione pneumatica è per sua natura (resistenza dell'aria all'interno del cabinet) meno efficiente proprio in quel range di frequenze che poi beneficerebbe del cosiddetto "effetto specchio" laddove il diffusore (in ambiente accade quasi sempre) viene avvicinato ad un muro se non ad un angolo;
6) quello stesso "buco" alle medio-alte (posso inviare il pdf dell'intera prova di laboratorio a chi vorrà scrivermi all'indirizzo in firma, a disposizione di tutti voi) in ambiente scompare, in quanto viene interamente corretto dallo stesso;


Da far rizzare i capelli a Graziani e tutto ciò per focalizzare l'attenzione su di una sola corrente di pensiero la sua ?

Arrivare a dire che è inutile spendere soldi andando oltre il T amp e le grunding perchè tanto in ambiente non serve altro

e per far questo fare anche un "appunto" sul mio sistema di misura di un AP ?

questo è errato non consigliare il T Ivan



Roberto
Su quanto sopra ti do ragione, ma il punto è che tu hai detto che la classe T praticamente è uno schifo, e questo mi sorprende da una persona come te, peraltro portando continuamente l'esempio del T-amp e perdippiù con considerazioni assolute. Ok quindi da quel che dici il 2024 implementato da Vincenzo non ha bassi, il 2050 sepmre moddato da lui è una ciofeca, il fenice100 con le modifiche suggerite da maurizio ammappate nun se po ascoltà è un classe T d'altronde. per non parlare del 3020. Crazy
avatar
traspar
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 13.09.08
Numero di messaggi : 2726
Località : Palermo
Provincia (Città) : Allegro ma critico

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  mgiombi il Gio 26 Nov 2009 - 12:26

piero7 ha scritto:
mgiombi ha scritto:Ma perchè dobbiamo sempre portare tutto agli estremi?
Perchè abbiamo la cattiva abitudine, noi umani, di pretendere di andare in carrozza spendendo meno di niente. Ho
Forse abbiamo anche la cattiva abitudine di vedere le cose a 1 bit; o bianco o nero, o buono o cattivo, o niente o tutto.
avatar
mgiombi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 19.02.08
Numero di messaggi : 3107
Località : Pesaro
Provincia (Città) : Sinusoidale
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  porfido il Gio 26 Nov 2009 - 12:28

traspar ha scritto:
Su quanto sopra ti do ragione, ma il punto è che tu hai detto che la classe T praticamente è uno schifo, e questo mi sorprende da una persona come te, peraltro portando continuamente l'esempio del T-amp e perdippiù con considerazioni assolute. Ok quindi da quel che dici il 2024 implementato da Vincenzo non ha bassi, il 2050 sepmre moddato da lui è una ciofeca, il fenice100 con le modifiche suggerite da maurizio ammappate nun se po ascoltà è un classe T d'altronde. per non parlare del 3020. Crazy

Sì, è questo che non mi può trovare d'accordo....
Sul resto non si può che darti ragione, Wasky....
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  wasky il Gio 26 Nov 2009 - 13:11

traspar ha scritto:
Su quanto sopra ti do ragione, ma il punto è che tu hai detto che la classe T praticamente è uno schifo, e questo mi sorprende da una persona come te, peraltro portando continuamente l'esempio del T-amp e perdippiù con considerazioni assolute. Ok quindi da quel che dici il 2024 implementato da Vincenzo non ha bassi, il 2050 sepmre moddato da lui è una ciofeca, il fenice100 con le modifiche suggerite da maurizio ammappate nun se po ascoltà è un classe T d'altronde. per non parlare del 3020. Crazy

Ho detto solo che non và preso come i miglior ampli non ho detto che fà "schifo" non trovi questa affermazione nei miei scritti Traspar, mi ci vedi ad offendere ? Ho scherzato sulla distorsione che è inferiore di molto in un Kamabay

L'ho pure scritto proviamo sto 3020 con un diffusore serio e vediamo che esce fuori ma, il 3020 non me lo puoi paragonare al T da 15 watt

Ho speso 170 € per prendere questo qui http://www.audioskeggia.com/index1.html

e non riesce a far suonare un signor 13 della Vifa non un box grunding quindi non soddisfa le mie aspettative è moscio, non lo riesce a smorzare e a muovere

Non è una mia guerra personale contro il T Traspar intendiamoci non hai afferrato il mio concetto ovvero mi dà fastidio che si "scrivano cose tecnicamente inesatte per focalizzare sempre l'attenzione su un ampli da 49 € come toccasana ai problemi"


All here


Roberto

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger
avatar
wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  wasky il Gio 26 Nov 2009 - 13:15

Leggi qua

http://www.tforumhifi.com/meetings-f52/ii-roma-meeting-26-11-09-t4945-60.htm#89001

Fare l'ennesima riprova non costa nulla hai letto del diffusore per T Amp ? ti è sfuggito torna indietro Wink

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger
avatar
wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  piero7 il Gio 26 Nov 2009 - 13:29

porfido ha scritto:
piero7 ha scritto:
mgiombi ha scritto:Ma perchè dobbiamo sempre portare tutto agli estremi?

Perchè abbiamo la cattiva abitudine, noi umani, di pretendere di andare in carrozza spendendo meno di niente. Ho una macchina con diverse centinaia di cavalli, a benzina. Ma non è e non sarà MAI una Ferrari. Anche se mi piace fare il gagà premendo l'accelleratore.

Siamo noi che estremizziamo percè ci piace estremizzare, per illuderci e soddisfare il nostro ego. Na schedina di 20 euro, per quanto bene suoni, è totalmente illogico abbinarla a casse di migliaia di euro. Però ci piacciono questi paragoni. E le casse di quattro soldi, suonano proprio come casse di quattro soldi. Indiana Line e Waferdale che ho provato lo confermano... N'carrozza un se va co 20 euro di scheda e 200 di casse. Che è diverso dal "mi piace" o dal "mi soddisfa".

E' il paragone che è ingeneroso. Anche se la mia auto andasse forte quanto una ferrari (e ahimé non ci va) è ingeneroso il paragone.

Diamo a cesare quel che è di cesare.

Sì, dai, l'importante è essere felici della propria auto, conoscendone i limiti, considerandosi soddisfatti SOLO PERCHE' QUESTI SONO I PROPRI GUSTI, senza incensarla come il miglior aquisto possibile, e basta....
E' equilibrio anche questo, no?
Una Ferrari o un'utilitaria hanno il proprio senso a seconda della situazione in cui le si pone, punto.
Anche perchè questo discorso è piuttosto complicato, e l'abbiamo affrontato diverse volte....
La differenza di prezzo abissale fra un ampli come una sciuretta col TA2024 modificata a dovere ed un ampli di fascia media è giustificata?
Mica facile, no?

Ovviamente! L'importante è la soddisfazione, e non confondere le cose.

Ti sono onesto. La sure con l'alimentatore e le modifiche mi è venuta circa 90 euro (senza contenitore, tutto volante). Il cacauto cinese che dentro ha un finalino a mosfet da meno di 20watt (tolto lo stadio suo valvolare che fa cagare e attaccato al mio pre, quindi come finale) è più caldo e suadente e sopratutto più robusto ed autorevole in basso della Sure. E senza modifiche. Io parlo della sure che ho io, perchè solo con quella posso fare un paragone. Mia opinione, a casa mia e con le mie casse. Il cacaturo le spinge meglio e con molta più autorevolezza le Minima. E sopratutto, non è sbilanciata in alto e non è fredda come la Sure.

Certo che con 20 euro hai solo una pizza ed una birra. E questo alla sure glielo riconosco.

Dimenticavo, il cacaturo costa 120 euro se ben ricordo... e senza nessuna modifica. La classe A è la classe A. Smile


Ultima modifica di piero7 il Gio 26 Nov 2009 - 13:33, modificato 1 volta
avatar
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  madqwerty il Gio 26 Nov 2009 - 13:30

wasky ha scritto:
Ho speso 170 € per prendere questo qui http://www.audioskeggia.com/index1.html
ahimè il link non è corretto, come per il sito di S3 anche questo quando ci browsi dentro cmq l'indirizzo rimane fisso..
la cosa che più si avvicina ai 170 dobloni è il Trends, è lui?

..ma al T-Amp quello vero che hai dato a tua moglie, l'hai pacioccato un po' sto passa-alto feroce in ingresso?
no? và che lo diciamo a tua moglie eh Hehe
avatar
madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 12 di 14 Precedente  1 ... 7 ... 11, 12, 13, 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum