T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.

Dico la mia sulla Fenice 20

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Dico la mia sulla Fenice 20 - Pagina 2 Empty Re: Dico la mia sulla Fenice 20

Messaggio Da Cella il Mer 4 Mag 2011 - 2:45

Ovviamente nessuno si accorge che le specifiche tecniche non sono veritiere e che vengono utilizzate quelle dei datasheet di Tripath riferite a condizioni ideali.

È un problema che estende le falsità già lette sul DAC venduto da S3shop, e che riguarda anche i prodotti cinesi, che finché non si importano devono essere conformi solo alle norme di casa loro.

Evidenzio anche quel che nessuno forse ha notato, ovvero la scritta sull'alimentatore, che non è per usi audio, nonostante sia adeguato al prodotto, come ho già scritto.

Credo che a prendersi in giro alla lunga non ci guadagni nessuno. Qui si è in presenza di un comportamento inappropriato che non si corregge con lusinghiere recensioni, ma con critiche sensate e fondate, ed è un peccato perché questi prodotti valgono i soldi che costano.

Se dobbiamo diventare un circolo che si nasconde i fatti diciamocelo subito che così non perdo il mio tempo. Buone misure o buona ricerca, perché sono già pubbliche.

Cella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.04.10
Numero di messaggi : 2715
Impianto : Trends TA-10.2
Kingrex T20U
Topping TP32
Muse MU-T15, MU-15 MK2
SMSL SA-36, SA-36A, SA-S1+, SA-S3+, SA-4S
Audiophonics T-amp, Yuanjing 20, Hlly Tamp-20
Dayton DTA-1, MOKS Fenice 20 MKTII

Torna in alto Andare in basso

Dico la mia sulla Fenice 20 - Pagina 2 Empty Re: Dico la mia sulla Fenice 20

Messaggio Da Alfredo Di Pietro il Mer 4 Mag 2011 - 8:32

christian.celona ha scritto:Non che sia corretto estrapolare due parole da un poema e stravolgerne il senso, comunque si tratta di una attenuazione di 1dB tra i 50 e i 20Hz.

Così Alfredo può risparmiarsi le misure che si fanno pure e addirittura meglio senza inutili programmi, dato che si tratta del confronto tra due grandezze omogenee.

Io non ho la passione di giocare con le parole, e nonostante ne apprezzi l'impegno e le bellissime foto, non sono affascinato dalle recensioni di Alfredo (e visto che può leggerlo qui non andrò a scriverlo nell'altra discussione che ha aperto).

Sulle misure a queste frequenze è trascurabile andare a vedere se sono effettuate a vuoto, con carico resistivo o reattivo, perché lo scostamento sarà minimo.

Però per onestà intellettuale va' evidenziata tutta e per intero l'inopportunità di scrivere su questioni che non si masticano: posto che si considera ogni individuo sano come capace di riconoscere variazioni di 0,5dB nella risposta in frequenza di due amplificatori, l'osservazione di Patrick è fondata perché non è raro assistere ad una esaltazione della gamma media da prodotto di largo consumo, altro che hi-end.

La differenza che potremmo misurare a 20Hz, senza usare inutilmente le parole inglesi come etichette sconosciute ad entrambe le parti che si incontrano nella recensione, chi l'ha scritta e chi la legge, spiegata in modo comprensibile a chiunque si potrebbe riassumere così: in matematica l'attenuazione di 1dB a 20Hz corrisponde ad una variazione superiore al 25%, e se non siamo in grado di percepirla, anziché scrivere recensioni su questi apparecchi, andiamo a pescare o a dormire, che tanto è lo stesso.

Si rischia di fare la fine di Bebo Moroni che è ormai bersagliato dagli ascoltatori di Radio Rai che non lo sopportano più a recensire i brani italiani degli anni 50, che non ama e non conosce.

La Fenice 20 suona meglio del T-amp, senza dubbio, ma modificata è un altro pianeta, ed ho scritto lo stesso pure dei concorrenti cinesi; è stato il mio primo amplificatore Tripath, ne ho acquistati un sacco, l'ultimo ad aprile ed è inevitabile che uno ascoltandoli gli trovi dei difetti.

Io accetto volentieri ogni critica e quindi anche le tue sono benvenute.
Nella mia recensione lo dico chiaramente di non essere un tecnico e di parlare da appassionato verso altri appassionati.
Ciò non toglie che qualche concetto di base lo possegga e affermare che certe cose non le mastichi, consentimelo, lo trovo quanto meno incauto.

Prima di discettare sul dB o 25% che sia (numeri che hai messo fuori solo adesso) bisogna prima chiedersi quale sia la sensibilità dell'orecchio a quelle frequenze e se i 20 Hz si riescano a sentire.

Certo una differenza di quel valore in gamma media sarebbe immediatamente riconoscibile (vedi curve isofoniche di Fletcher e Munson).

Comunque, ad orecchio, ne io ne altri appassionati abbiamo rilevato carenze sulle basse frequenze.

Dico anche che provo un certo "affetto" per il Fenice 20 e qualche mia valutazione è possibile che sia stata enfatizzata.

Mi riprometto comunque quanto prima di postare i miei grafici.


Ultima modifica di Alfredo Di Pietro il Mer 4 Mag 2011 - 8:37, modificato 2 volte
Alfredo Di Pietro
Alfredo Di Pietro
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 23.04.08
Numero di messaggi : 1329
Località : Cesate (MI)
Occupazione/Hobby : Musica - Stereofonia - Motociclette - Computer
Provincia (Città) : Lunatico
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

http://nuke.nonsoloaudiofili.com/

Torna in alto Andare in basso

Dico la mia sulla Fenice 20 - Pagina 2 Empty Re: Dico la mia sulla Fenice 20

Messaggio Da Alfredo Di Pietro il Mer 4 Mag 2011 - 8:36

christian.celona ha scritto:Ovviamente nessuno si accorge che le specifiche tecniche non sono veritiere e che vengono utilizzate quelle dei datasheet di Tripath riferite a condizioni ideali.

Sei in grado di esibire delle misure attendibili che dimostrino quest'affermazione?
Alfredo Di Pietro
Alfredo Di Pietro
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 23.04.08
Numero di messaggi : 1329
Località : Cesate (MI)
Occupazione/Hobby : Musica - Stereofonia - Motociclette - Computer
Provincia (Città) : Lunatico
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

http://nuke.nonsoloaudiofili.com/

Torna in alto Andare in basso

Dico la mia sulla Fenice 20 - Pagina 2 Empty Re: Dico la mia sulla Fenice 20

Messaggio Da Barone Rosso il Mer 4 Mag 2011 - 8:48

@Alfredo Di Pietro ha scritto:

Io accetto volentieri ogni critica e quindi anche le tue sono benvenute.
Nella mia recensione lo dico chiaramente di non essere un tecnico e di parlare da appassionato verso altri appassionati.
Ciò non toglie che qualche concetto di base lo possegga e affermare che certe cose non le mastichi, consentimelo, lo trovo quanto meno incauto.

Prima di discettare sul dB o 25% che sia (numeri che hai messo fuori solo adesso) bisogna prima chiedersi quale sia la sensibilità dell'orecchio a quelle frequenze e se i 20 Hz si riescano a sentire.

Certo una differenza di quel valore in gamma media sarebbe immediatamente riconoscibile (vedi curve isofoniche di Fletcher e Munson).

Comunque, ad orecchio, ne io ne altri appassionati abbiamo rilevato carenze sulle basse frequenze.

Dico anche che provo un certo "affetto" per il Fenice 20 e qualche mia valutazione è possibile che sia stata enfatizzata.

Mi riprometto comunque quanto prima di postare i miei grafici.

Allora.
Seguendo le specifiche tripath il taglio delle basse frequenze sarebbe a ca. 2Hz (non ricordo il valore esatto); quindi non è udibile in nessun caso.
Sulla fenice20 è probabilmente più in alto, ma la cosa andrebbe calcolata o misurata, e personalmente la cosa non mi interessa neppure.
Se qualcuno ha lo schema?

Resta il fatto che sotto ai 40 Hz le basse frequenze si sentono sempre peggio, e i diffusori non sempre vanno cosi in basso.

Io come al solito ti consiglio di sentire una scheda ta2024 fatta veramente come si deve (ad esempio la notsobad )


Barone Rosso
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8036
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Torna in alto Andare in basso

Dico la mia sulla Fenice 20 - Pagina 2 Empty Re: Dico la mia sulla Fenice 20

Messaggio Da Stentor il Mer 4 Mag 2011 - 8:58

christian.celona ha scritto:
La differenza che potremmo misurare a 20Hz, senza usare inutilmente le parole inglesi come etichette sconosciute ad entrambe le parti che si incontrano nella recensione, chi l'ha scritta e chi la legge, spiegata in modo comprensibile a chiunque si potrebbe riassumere così: in matematica l'attenuazione di 1dB a 20Hz corrisponde ad una variazione superiore al 25%, e se non siamo in grado di percepirla, anziché scrivere recensioni su questi apparecchi, andiamo a pescare o a dormire, che tanto è lo stesso.

Si rischia di fare la fine di Bebo Moroni che è ormai bersagliato dagli ascoltatori di Radio Rai che non lo sopportano più a recensire i brani italiani degli anni 50, che non ama e non conosce.

Ciao Christian,
innanzitutto grazie per i tuoi ultimi interventi ...un po' prolissi ma sempre interessanti: bravo Smile
Permettimi però di dissentire su alcune cose e spezzare una lancia a favore di Alfredo.
Io non scrivo recensioni, anche se a volte mi diletto ad aprire 3d che ci si avvicinano, ma non credo di aver sparato sul forum grosse minchiate ...o almeno non molte. Credo, e non per vantarmi ma solo per riportare i fatti, di avere poi una grossa esperienza di ascolto dei più svariati apparecchi.
Ora, la presunta attenuazione di 1 db a 20 hz, non credo però sia influente a meno che uno non possieda diffusori in grado di riprodurre tali frequenze con una attenuazione ragionevole.
Nella realtà dei fatti, se ci sono, si conteranno sulle dita di una mano i possessori di tali diffusori ad esempio in questo forum. Io possiedo dei diffusori piuttosto costosi ma non hanno certo queste caratteristiche...... e cmq dubito che la fenice 20 sia il partner ideale di tali mostri Wink
Nel range di frequenze riproducibili nella media degli apparecchi io invece non ho notato particolari mancanze nella fenice 20.
Certo modificata sarà un'altra cosa e il confronto con il Trends 10.2 che la superava su ogni parametro era li a dimostrarlo ma se rapportata al costo ...e anche in assoluto (tolti i Tripath più raffinati) rimane un amplificatore piacevolissimo e per nulla carente in gamma bassa.
Poi può darsi che la mia memoria da vecchio vacilli e abbia preso una cantonata...... nel caso chiedo venia a tutti e magari una fenice in prestito per risentirla Wink

Per quanto riguarda i tuoi accenni al DAC di S3 qui calo un velo pietoso sul produttore: poteva risparmiarselo Sad

PS: ho aperto la sure ed è la 340 come dicevi tu ...però i cap di ingresso tutti SMD ....sarà un gran casino modificarli con la mia vista ....non li potevano mettere normali Mad ..... ti chiederò però aiuto per individuare quelli del filtro passa alto.... se mai un giorno avrò voglia di rovinarmi gli occhi (difficile ...quasi qusi la lascio così Sad)...per il filtro passa basso che mi hai suggerito di togliere credo invece che lo lascerò. Non ho dubbi sulla efficacia di tale operazione ma non mi piace l'idea che eventuale merda in alta frequenza in ingresso ...derivante dalla sorgente o semplicemente da disturbi captati venga poi amplificata.

Ciao e grazie per l'aiuto

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Dico la mia sulla Fenice 20 - Pagina 2 Empty Re: Dico la mia sulla Fenice 20

Messaggio Da Alfredo Di Pietro il Mer 4 Mag 2011 - 19:02

@Barone Rosso ha scritto:Allora.
Seguendo le specifiche tripath il taglio delle basse frequenze sarebbe a ca. 2Hz (non ricordo il valore esatto); quindi non è udibile in nessun caso.
Sulla fenice20 è probabilmente più in alto, ma la cosa andrebbe calcolata o misurata, e personalmente la cosa non mi interessa neppure.
Se qualcuno ha lo schema?

Resta il fatto che sotto ai 40 Hz le basse frequenze si sentono sempre peggio, e i diffusori non sempre vanno cosi in basso.

Io come al solito ti consiglio di sentire una scheda ta2024 fatta veramente come si deve (ad esempio la notsobad )

Mi farò coraggio... anzi gli scrivo subito!
Alfredo Di Pietro
Alfredo Di Pietro
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 23.04.08
Numero di messaggi : 1329
Località : Cesate (MI)
Occupazione/Hobby : Musica - Stereofonia - Motociclette - Computer
Provincia (Città) : Lunatico
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

http://nuke.nonsoloaudiofili.com/

Torna in alto Andare in basso

Dico la mia sulla Fenice 20 - Pagina 2 Empty Re: Dico la mia sulla Fenice 20

Messaggio Da Barone Rosso il Mer 4 Mag 2011 - 19:05

@Alfredo Di Pietro ha scritto:

Mi farò coraggio... anzi gli scrivo subito!

Ottima idea ... inoltre faresti un po di pubblicità ad una piccola ditta che sembra lavorare molto bene.
Barone Rosso
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8036
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Torna in alto Andare in basso

Dico la mia sulla Fenice 20 - Pagina 2 Empty Re: Dico la mia sulla Fenice 20

Messaggio Da Corsaro il Gio 5 Mag 2011 - 11:53

@Barone Rosso ha scritto:
@Alfredo Di Pietro ha scritto:

Mi farò coraggio... anzi gli scrivo subito!

Ottima idea ... inoltre faresti un po di pubblicità ad una piccola ditta che sembra lavorare molto bene.

li avevo contattati 2 settimane fa,e l'impressione è stata ottima...ora c'è sto tarlo...la prendo non la prendo... scratch
Corsaro
Corsaro
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 13.09.10
Numero di messaggi : 728
Località : Caraibi
Occupazione/Hobby : venditoredifumo
Provincia (Città) : dipende dal tempo
Impianto : Audio pro:
-Powersoft digam 2002
-SSL Mynx XR425 eq
-Ridge Farm Boiler ultra compr
-Klipsch pro+ Cornwall+ Rme Ad2.. ecc...

Torna in alto Andare in basso

Dico la mia sulla Fenice 20 - Pagina 2 Empty Re: Dico la mia sulla Fenice 20

Messaggio Da Stentor il Gio 5 Mag 2011 - 12:04

@Corsaro ha scritto:
@Barone Rosso ha scritto:
@Alfredo Di Pietro ha scritto:

Mi farò coraggio... anzi gli scrivo subito!

Ottima idea ... inoltre faresti un po di pubblicità ad una piccola ditta che sembra lavorare molto bene.

li avevo contattati 2 settimane fa,e l'impressione è stata ottima...ora c'è sto tarlo...la prendo non la prendo... scratch

A questo punto aspettiamo a vedere cosa ne dice Alfredo Wink

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Dico la mia sulla Fenice 20 - Pagina 2 Empty Re: Dico la mia sulla Fenice 20

Messaggio Da enrico368 il Ven 12 Lug 2019 - 14:37

@Cella ha scritto:Visto che ne ho acquistate diverse, scrivo la mia opinione in merito.

Ho avuto l'occasione di parlare di questo prodotto con un dipendente di S3shop molto disponibile di nome Bruno, che mi ha fornito delle informazioni utili ed attendibili, sia con un sedicente titolare che sarebbe anche il progettista di questa scheda e del DAC (sul quale ha dichiarato il falso);
Partiamo dai punti di forza di questa scheda: contiene la migliore implementazione degli integrati Tripath, il TA2024C, ed è una delle poche ad averlo per soli € 27. L'alimentatore fornito a corredo al prezzo aggiuntivo di € 7 è stato ben scelto, in quanto risulta essere migliore della media, pur costando di meno, al dettaglio ed in Italia.

Veniamo alle note negative, per le quali mi servirò di una immagine:
Dico la mia sulla Fenice 20 - Pagina 2 Fenice10

L'area sovraesposta è l'ingresso dell'amplificatore, che notoriamente si distingue per l'illogicità di essere frontale; si tratta di una scelta appropriata quando la scheda è montata all'interno dei diffusori, non quando viene alloggiata in un box esterno. La resistenza limitatrice del LED ha un valore troppo basso e la luce emessa può risultare fastidiosa. Il condensatore elettrolitico sulla linea di alimentazione è il minimo sindacale e ne pregiudica in parte le prestazioni, tranne quando alimentato con accumulatori ricaricabili per l'avviamento.

Le bobine non sono schermate e sono tra loro troppo ravvicinate, per giunta senza una valida ragione, permettendo alle linee di campo di una di interferire sulle altre e sul canale adiacente.

La parte del circuito non montata è presente solo nella versione a due ingressi, mentre la zona illuminata mostra chiaramente che gli ingressi audio transitano attraverso due condensatori SMD, C1 e C2, nel potenziometro da 20KOhm, ed ancora in altri due condensatori SMD più piccoli e di capacità inferiore, C6 e C7, poi attraversano due resistori e finalmente arrivano al TA2024C.

Cosa non va' bene? Per prima cosa, usando la possibilità di saltare il potenziometro, presente nelle versioni precedenti, i condensatori di disaccoppiamento vengono a trovarsi in serie, vanificando la capacità dei maggiori e creando una ulteriore complicazione. Quando parliamo degli amplificatori cinesi facciamo riferimento ad elettroniche che per suonare bene vengono modificate, ad esempio nelle schede prodotte da Sure rimuoviamo due piccoli condensatori SMD che vanno verso massa e sostituiamo i condensatori di disaccoppiamento SMD con altri a bassa resistenza parassita (low ESR). Dopo queste modifiche di norma iniziamo ad essere soddisfatti del suono che ci arriva dai diffusori.

Con la Fenice 20 ci troviamo esattamente nella stessa condizione e l'aggravante è data dal fatto che trovandosi in serie più condensatori, la loro resistenza parassita equivalente sarà circa doppia di quella che generalmente riteniamo già eccessiva quando optiamo per la sostituzione dei condensatori di disaccoppiamento. Alla Fenice 20 mancano le basse frequenze, ed anche questo dipende dai due condensatori in serie, che avranno una capacità minore del condensatore più piccolo e che in tal modo, con valori che sarebbero comunque insufficienti ed inferiori a quelli suggeriti da Tripath, causano la risposta anomala riscontrata da molti.

La soluzione consiste nella sostituzione di questi quattro condensatori attraversati dal segnale con degli FK, con dei Wima, o con altri di vostro gradimento, da 4,7uF, ottenendo immediatamente una risposta corretta a tutte le frequenze, migliore anche di quella offerta dalla scheda Sure a seguito della modifica ai condensatori in ingresso.

Con la sostituzione degli induttori il quadro migliora ancora e questo è l'amplificatore in cui l'intervento sugli induttori genera il massimo beneficio, allontanandoli o ricorrendo a quelli toroidali che fino alla saturazione del nucleo hanno le linee di forza del proprio campo all'interno del componente.

Non condivido il giudizio di Patrick sulle alte frequenze; è solo lo stadio di ingresso che è errato, il resto è affetto dalle solite economie di scala.

Dunque, nel caso che qualcuno avesse frainteso, la qualità dell'oggetto arriva dopo le modifiche; in assenza di modifiche può parlarne bene solo chi utilizza diffusori molto piccoli, che comunque sarebbero carenti nelle basse frequenze, ed ovviamente solo al termine del rodaggio, che offre differenze piuttosto marcate rispetto ai primissimi ascolti.

Aggiungo che la Fenice 20 non ha i trimmer da regolare per togliere la continua in uscita, ed al tempo mancavano anche agli amplificatori Sure presi come termine di paragone. Nonostante i valori siano bassi, si tratta di due ulteriori modifiche da mettere in conto.

Domanda da neofita..... I condensatori in ingresso devono essere polarizzati?

Grazie mille 😃

enrico368

Data d'iscrizione : 23.05.19
Numero di messaggi : 1
Provincia (Città) : Venezia
Impianto : (non specificato)

Torna in alto Andare in basso

Dico la mia sulla Fenice 20 - Pagina 2 Empty Re: Dico la mia sulla Fenice 20

Messaggio Da nerone il Dom 14 Lug 2019 - 18:38

ciao, sul mio ex Fenice 20 ho usato gli Arcotronics MKP 2.2UF 250V

nerone
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 16.05.15
Numero di messaggi : 2324
Località : ...Pordenone
Provincia (Città) : ...
Impianto : Grundig... e classe d

Torna in alto Andare in basso

Dico la mia sulla Fenice 20 - Pagina 2 Empty Re: Dico la mia sulla Fenice 20

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum