T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.

Unisciti al forum, è facile e veloce

T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Giradischi vintage quale scegliere?

5 partecipanti

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Successivo

Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da Agagoo Mer 31 Gen 2024 - 20:09

Buonsera, sono nuovo del gruppo, sono Nedo, mi definirei un analogico, ascolto anche in digitale ma preferisco di gran lunga l'analogico. Per iniziare ad appassonare mio figlio diciottenne alla "buona musica"  mi ha chesto se gli regalavo un giradischi, nella mia zona senza spendere molto ho trovato questi due piatti a prezzi che mi posso permettere, avrei una domanda, sapeteste consigliarmi tra dual cs 627 q oppure technics sl db 20? Grazie

Agagoo
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 31.01.24
Numero di messaggi : 2
Provincia : Livorno
Impianto : (non specificato)

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da dinamanu Mer 31 Gen 2024 - 20:19

dual per me
dinamanu
dinamanu
UTENTE BANNATO

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 6340
Provincia : NoFlacx
Impianto : ClasseA
The excess risk of serious adverse events found in our study points to the need for formal harm-benefit analyses, particularly those that are stratified according to risk of serious outcomes.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC9428332/

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da giucam61 Gio 1 Feb 2024 - 18:18

Non capisco perché per "appassionarsi ala buona musica" serva un giradischi...
Preparati comunque a spendere, il giradischi non è plug & play e per avere prestazioni discrete almeno un 250/300 euro servono, poi aggiungiamo il costo dei dischi, non quelli massacrati che trovi nei mercatini a pochi euro.

giucam61
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 26.09.15
Numero di messaggi : 11485
Provincia : verona
Occupazione/Hobby : lettura,sport
Impianto : .Nad c658, Audionirvana e altre cosette...

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da dinamanu Gio 1 Feb 2024 - 19:29

lo sappiamo bene che son cose che non comprendi
dinamanu
dinamanu
UTENTE BANNATO

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 6340
Provincia : NoFlacx
Impianto : ClasseA
The excess risk of serious adverse events found in our study points to the need for formal harm-benefit analyses, particularly those that are stratified according to risk of serious outcomes.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC9428332/

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da giucam61 Gio 1 Feb 2024 - 19:44

dinamanu ha scritto:lo sappiamo bene che son cose che non comprendi
Parlavo con te?
Devi per forza intervenire sempre?
Spiegalo tu, che sai tutto, perché è necessario il giradischi per appassionarsi alla buona (quale poi?) musica...

giucam61
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 26.09.15
Numero di messaggi : 11485
Provincia : verona
Occupazione/Hobby : lettura,sport
Impianto : .Nad c658, Audionirvana e altre cosette...

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da dinamanu Gio 1 Feb 2024 - 20:02

giucam61 ha scritto:
dinamanu ha scritto:lo sappiamo bene che son cose che non comprendi
Parlavo con te?
Devi per forza intervenire sempre?
Spiegalo tu, che sai tutto, perché è necessario il giradischi per appassionarsi alla buona (quale poi?) musica...

sei tu che intervieni e denigrare uno che si vuole fare un TT mica deve chiedere il permesso a te che gli rompi i marroni

lo sappiamo bene quello che pensi del vinile , evita di intervenire
dinamanu
dinamanu
UTENTE BANNATO

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 6340
Provincia : NoFlacx
Impianto : ClasseA
The excess risk of serious adverse events found in our study points to the need for formal harm-benefit analyses, particularly those that are stratified according to risk of serious outcomes.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC9428332/

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da fileo Ven 2 Feb 2024 - 10:03

Il giradischi ha un discreto fascino sulle persone più giovani, che non hanno vissuto in prima persona quel periodo. Facendo un paragone con un altro passatempo in cui i maschietti sperperano discrete cifre, è come il caso di quelli che cercano una reflex a pellicola, aspettando di trovarci chissà che.
Il disco non suona meglio di un cd o di una qualsiasi registrazione su file, ovviamente fatta bene, anzi il limite teorico di quest'ultima è decisamente più alto.
In passato ci si sbatteva molto con i dischi, perché non c'erano altre possibilità di ascoltare bene la musica, se si esclude l'uso di un registrazione a bobine due piste alta velocità, e l'impiego di nastri master  a 18 o 38 cm/s. Questi nastri in genere erano e probabilmente sono tuttora ben custoditi sotto chiave, negli armadi delle case discografiche.
Nel corso degli anni, con il progresso dei registratori, è stato possibile fare buone copie dei dischi usando un deck a cassette di buona qualità, ma parliamo di macchine a tre testine con bias regolabile ecc ... Con apparecchi del genere ci si poteva avvicinare alla qualità del disco, con delle limitazioni leggere in dinamica e risposta di frequenza, a patto di usare nastri di buona qualità.
Tornando al giradischi, richiedeva e richiede determinate conoscenze e necessita di numerosi sbattimenti.
Il mercato dell'usato, che dato il genere di apparecchio è al 99% vintage, è un campo minato, specie per chi è neofita, non è facile. Perché appurato che l'apparecchio funzioni bene, bisogna quasi sempre metterci una testina nuova, perché questo non è un genere di articoli che migliora invecchiando, come certi vini. Va allineata correttamente, impostato il peso corretto e regolato l'antiskating. Bisogna poi controllare che il giradischi sia in piano, su una base solida e possibilmente lontano dai diffusori per evitare rientri acustici.
Siccome poi i giradischi vanno di moda, c'è gente che tenta di vendere qualsiasi porcheria a prezzi folli, per esempio c'è chi propone a caro prezzo un Thorens TD104/105, che non è certo un 160 e meno che mai un 125.
Io, a chi proprio vuole provare e non è pratico, consiglierei un giradischi nuovo economico ma non sotto i 200 €. Arriva già settato a dovere, con una testina economica ma decorosa, tipo una AT VM95E. Insomma ,se proprio volete, toglietevi lo sfizio, ma non aspettatevi chissà che.
Riguardo al disturbatore seriale, l'ho messo in black list da tempo e leggo i suoi messaggi solo se voglio, cioè mai.

fileo
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 04.04.21
Numero di messaggi : 475
Provincia : Roma
Impianto : Topping E30, pre Audiometric A10P, finale Phonic Max 860, diffusori autocostruiti

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da re134 Ven 2 Feb 2024 - 11:31


Io, a chi proprio vuole provare e non è pratico, consiglierei un giradischi nuovo economico ma non sotto i 200 €. Arriva già settato a dovere, con una testina economica ma decorosa, tipo una AT VM95E. Insomma ,se proprio volete, toglietevi lo sfizio, ma non aspettatevi chissà che.

Condivido in pieno! Smile

re134
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 11.05.23
Numero di messaggi : 76
Provincia : Torino
Impianto : Amplificazione: SE dual mono di RE134 autocostruito. Pre Linea valvolare con EL86 autocostruito. Pre Phono valvolare con C3G e E182CC autocostruito.
Diffusori: Klipsch La Scala.
Sorgenti: Revox B126 e Clearaudio Concept.

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da Agagoo Ven 2 Feb 2024 - 12:08

Grazie mille.....sei stato illuminante.

Agagoo
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 31.01.24
Numero di messaggi : 2
Provincia : Livorno
Impianto : (non specificato)

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da dinamanu Ven 2 Feb 2024 - 14:04

fileo ha scritto:I
Il disco non suona meglio di un cd o di una qualsiasi registrazione su file, ovviamente fatta bene, anzi il limite teorico di quest'ultima è decisamente più alto.
I.

Veramente tutta la musica degli anni 70-80 suona meglio su vinile che su cd per certo !
ci aggiungerei anche gli anni 90....
il giradischi si compra usato  evitiamo le palstichine moderne , poi dipende sempre dallo scopo prefisso  dalle capacita' ed inpianto in cui andrà inserito .....
con un Rega usato avete tutto
dinamanu
dinamanu
UTENTE BANNATO

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 6340
Provincia : NoFlacx
Impianto : ClasseA
The excess risk of serious adverse events found in our study points to the need for formal harm-benefit analyses, particularly those that are stratified according to risk of serious outcomes.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC9428332/

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da giucam61 Ven 2 Feb 2024 - 15:30

fileo ha scritto:Il giradischi ha un discreto fascino sulle persone più giovani, che non hanno vissuto in prima persona quel periodo. Facendo un paragone con un altro passatempo in cui i maschietti sperperano discrete cifre, è come il caso di quelli che cercano una reflex a pellicola, aspettando di trovarci chissà che.
Il disco non suona meglio di un cd o di una qualsiasi registrazione su file, ovviamente fatta bene, anzi il limite teorico di quest'ultima è decisamente più alto.
In passato ci si sbatteva molto con i dischi, perché non c'erano altre possibilità di ascoltare bene la musica, se si esclude l'uso di un registrazione a bobine due piste alta velocità, e l'impiego di nastri master  a 18 o 38 cm/s. Questi nastri in genere erano e probabilmente sono tuttora ben custoditi sotto chiave, negli armadi delle case discografiche.
Nel corso degli anni, con il progresso dei registratori, è stato possibile fare buone copie dei dischi usando un deck a cassette di buona qualità, ma parliamo di macchine a tre testine con bias regolabile ecc ... Con apparecchi del genere ci si poteva avvicinare alla qualità del disco, con delle limitazioni leggere in dinamica e risposta di frequenza, a patto di usare nastri di buona qualità.
Tornando al giradischi, richiedeva e richiede determinate conoscenze e necessita di numerosi sbattimenti.
Il mercato dell'usato, che dato il genere di apparecchio è al 99% vintage, è un campo minato, specie per chi è neofita, non è facile. Perché appurato che l'apparecchio funzioni bene, bisogna quasi sempre metterci una testina nuova, perché questo non è un genere di articoli che migliora invecchiando, come certi vini. Va allineata correttamente, impostato il peso corretto e regolato l'antiskating. Bisogna poi controllare che il giradischi sia in piano, su una base solida e possibilmente lontano dai diffusori per evitare rientri acustici.
Siccome poi i giradischi vanno di moda, c'è gente che tenta di vendere qualsiasi porcheria a prezzi folli, per esempio c'è chi propone a caro prezzo un Thorens TD104/105, che non è certo un 160 e meno che mai un 125.
Io, a chi proprio vuole provare e non è pratico, consiglierei un giradischi nuovo economico ma non sotto i 200 €. Arriva già settato a dovere, con una testina economica ma decorosa, tipo una AT VM95E. Insomma ,se proprio volete, toglietevi lo sfizio, ma non aspettatevi chissà che.
Riguardo al disturbatore seriale, l'ho messo in black list da tempo e leggo i suoi messaggi solo se voglio, cioè mai.
Standing ovation..ClapClapClapClapClapClapClapClapClapClapClapClapClapClap
Poi c'è gente che spende 60€ per un giradischi nuovo (basta guardare i più venduti su Amazon) e stranamente non trova la magia..     .. oppure si consiglia ad un neofita un usato di 40 anni fa con tutte le problematiche che si porta appresso..

giucam61
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 26.09.15
Numero di messaggi : 11485
Provincia : verona
Occupazione/Hobby : lettura,sport
Impianto : .Nad c658, Audionirvana e altre cosette...

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da fileo Ven 2 Feb 2024 - 16:17

apro una breve parentesi, perché sono andato a leggere l'ultima del disturbatore seriale e vorrei evitare che qualcuna venga fuorviato.
Le registrazioni moderne ben suonanti, iniziano più o meno negli anni '60. Intendo dire che da quel periodo in poi, esistono incisioni con una buona dinamica ed una timbrica corretta. Naturalmente non tutte le incisioni sono buone, per una serie di motivi, dipendenti dalla capacità del tecnico, dal risultato che si voleva ottenere ecc ...
Le incisioni degli anni '60 '70, sono effettuate con apparecchiature analogiche: quindi mixer analogico, registratore a bobine multitraccia e passaggio finale su registratore a due piste, in genere a 38 cm/s.
Negli anni '80 (e successivi), molte registrazioni sono state riversate su cd, delle volte lasciandole invariate (o quasi), in altri casi sono state rimasterizzate e quindi suonano diverse.
Teoricamente, se si dispone del materiale originale, sarebbe possibile migliorare la dinamica del disco in vinile, sfruttando le migliori capacità del cd, ma in alcuni casi le registrazioni su cd sono state letteralmente castrate, comprimendo la dinamica entro una manciata di dB, in modo da farli suonare su impianti da poco, tipo lettori con cuffiette.
Se guardate, nel forum in passato si è parlato della rimasterizzazione di Impressioni di Settembre della PFM, negli anni letteralmente massacrato, ma esistono anche versioni CD buone.


Ultima modifica di fileo il Ven 2 Feb 2024 - 16:19 - modificato 1 volta.

fileo
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 04.04.21
Numero di messaggi : 475
Provincia : Roma
Impianto : Topping E30, pre Audiometric A10P, finale Phonic Max 860, diffusori autocostruiti

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da dinamanu Ven 2 Feb 2024 - 16:18

giucam61 ha scritto:
Standing ovation..ClapClapClapClapClapClapClapClapClapClapClapClapClapClap
Poi c'è gente che spende 60€ per un giradischi nuovo (basta guardare i più venduti su Amazon) e stranamente non trova la magia..     .. oppure si consiglia ad un neofita un usato di 40 anni fa con tutte le problematiche che si porta appresso..

sei ancora OFF topic assiem all amichetto  , il quesito era uno solo e semplice tra due TT

che ringrazio per avermi dato ragione tutto il buon rock su cd suona meglio su vinile afro
dinamanu
dinamanu
UTENTE BANNATO

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 6340
Provincia : NoFlacx
Impianto : ClasseA
The excess risk of serious adverse events found in our study points to the need for formal harm-benefit analyses, particularly those that are stratified according to risk of serious outcomes.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC9428332/

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da giucam61 Ven 2 Feb 2024 - 16:43

Perché OT?
Sconsigliare un vecchio giradischi economico è essere ot?    
...non credo.

giucam61
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 26.09.15
Numero di messaggi : 11485
Provincia : verona
Occupazione/Hobby : lettura,sport
Impianto : .Nad c658, Audionirvana e altre cosette...

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da dinamanu Ven 2 Feb 2024 - 16:52

giucam61 ha scritto:Perché OT?
Sconsigliare un vecchio giradischi economico è essere ot?    
...non credo.
vuoi un disegnino  ?   questo ha chiesto questo , non la tua opinione sul vinile basata sul nulla
Giradischi vintage quale scegliere? Scree917
dinamanu
dinamanu
UTENTE BANNATO

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 6340
Provincia : NoFlacx
Impianto : ClasseA
The excess risk of serious adverse events found in our study points to the need for formal harm-benefit analyses, particularly those that are stratified according to risk of serious outcomes.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC9428332/

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da giucam61 Ven 2 Feb 2024 - 17:00

Il consiglio è di attendere per aumentare il budget e non buttare 100€.
Devo farti un disegnino?

giucam61
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 26.09.15
Numero di messaggi : 11485
Provincia : verona
Occupazione/Hobby : lettura,sport
Impianto : .Nad c658, Audionirvana e altre cosette...

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da dinamanu Ven 2 Feb 2024 - 17:11

giucam61 ha scritto:Il consiglio è di attendere per aumentare il budget e non buttare 100€.
Devo farti un disegnino?

hai proprio la memoria corta, be' certo che se spende di piu....  Very Happy ,ma te lo scriive pure che HA QUEI SOLDI e non di piu da spendere



cosi sei invervenuto
Giradischi vintage quale scegliere? Scree918

PS
neall tra discussione ho consigliato un rega P1 usato a 250 ci vuole ben poco per iniziare bene ....visto i pippone tuoi e del tuo amichetto
dinamanu
dinamanu
UTENTE BANNATO

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 6340
Provincia : NoFlacx
Impianto : ClasseA
The excess risk of serious adverse events found in our study points to the need for formal harm-benefit analyses, particularly those that are stratified according to risk of serious outcomes.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC9428332/

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da giucam61 Sab 3 Feb 2024 - 10:59

Ha quei soldi adesso, infatti gli ho detto che IO aspetterei di avere un budget più consistente..
..a dir la verità, IO, non ci penserei minimamente ad acquistare ADESSO, un giradischi, a meno che non avessi già un migliaio di dischi, ma in tal caso per l'intero sistema metterei un budget 10 volte superiore, visto che sarebbe la sorgente principale.

giucam61
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 26.09.15
Numero di messaggi : 11485
Provincia : verona
Occupazione/Hobby : lettura,sport
Impianto : .Nad c658, Audionirvana e altre cosette...

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da fileo Sab 3 Feb 2024 - 12:25

Quando si comprano oggetti usati con parecchie decine di anni sulle spalle, bisogna stare molto attenti e, se non si conosce bene cosa si acquista si rischiano grandi disillusioni.
Ci sono in giro un mucchio di giradischi usati, in genere le tipologie sono due: gli apparecchi semplici a cinghia, tipici degli anni '60 e '70, e quelli successivi a trazione diretta, un po' più complessi perché hanno parecchia elettronica.
Anche negli apparecchi più semplici ci possono essere mille problemi che potrebbero riguardare l'asse del perno, le sospensioni, il cablaggio, per non parlare del braccio che potrebbe avere problemi di attriti o di giochi, che ne compromettono la funzionalità.
Se si vuole spendere poco bisogna cercare fra i giradischi vecchi qualcosa di semplice di marca non richiesta. Mi spiego, oggi qualsiasi cesso con su scritto Thorens viene proposto a peso d'oro, ma in quegli anni tutti i fabbricanti proponevano giradischi a cinghia con il loro marchio, a volte fabbricati da altre case. Erano apparecchi onesti, che venivano inseriti nei famosi impianti "coordinati", cioè tutti i pezzi con lo stesso marchio. Es Sanyo, Akai, JVC ecc ..., si trova spesso roba a 50 €, una volta accertato che funziona tutto, e qui serve qualcuno che conosce i giradischi, se monta ancora la testina originale la si elimina senza neanche provarla esi investono una cinquantina di € su una ATVM95E.
Se si è inesperti, meglio lasciar perdere e prendere un giradischi nuovo, spendendo almeno 200 €.
Personalmente, se non si possiedono molti dischi in buoni condizioni, non la ritengo comunque una buona idea, ma se proprio si vuole procedere, questa è la via meno "dolorosa".


fileo
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 04.04.21
Numero di messaggi : 475
Provincia : Roma
Impianto : Topping E30, pre Audiometric A10P, finale Phonic Max 860, diffusori autocostruiti

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da dinamanu Sab 3 Feb 2024 - 12:43

giucam61 ha scritto:
..a dir la verità, IO, non ci penserei minimamente ad acquistare ADESSO, un giradischi, a meno che non avessi già un migliaio di dischi, ma in tal caso per l'intero sistema metterei un budget 10 volte superiore, visto che sarebbe la sorgente principale.

NO NO dilla tutta che la ritieni una sorgente dal suono inferiore ,questo hai scritto nel primo pèost;
>>Non capisco perché per "appassionarsi ala buona musica" serva un giradischi<<.
lo sappiamo bene son piu volte che lo scrivi qui siamo in parecchi che lo amano ....

giucam61 ha scritto:Ha quei soldi adesso, infatti gli ho detto che IO aspetterei di avere un budget più consistente..

non fare il furbo che lo hai scritto al 5 Quinto post.....
dinamanu
dinamanu
UTENTE BANNATO

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 6340
Provincia : NoFlacx
Impianto : ClasseA
The excess risk of serious adverse events found in our study points to the need for formal harm-benefit analyses, particularly those that are stratified according to risk of serious outcomes.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC9428332/

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da giucam61 Sab 3 Feb 2024 - 15:58

E lo ribadisco, non capisco perché per appassionarsi alla presunta buona musica, n 2024, serva un giradischi, soprattutto economico.
Negli anni 70 era praticamente l'unica sorgente HiFi (escludiamo gli elitari bobine) di qualità, per me non lo erano i tuner e i deck a cassette, era praticamente una scelta obbligata e credo che tutti i sessantenni siano passati da lì, ma oggi ha senso solo per moda.
Ti piace guardare la copertina, leggere la nota di produzione, etc etc? Comprati il disco f ascoltalo su Qobuz..🤭😁😁
Dimenticavo, io ho ancora questo perfettamente funzionante, è diventato vintage a casa mia..Giradischi vintage quale scegliere? Img_2043
il tuo quale è?
Adesso googola un po' e poi metti l'immagine che preferisci, visto che di tuo non hai mai postato nulla.😉

giucam61
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 26.09.15
Numero di messaggi : 11485
Provincia : verona
Occupazione/Hobby : lettura,sport
Impianto : .Nad c658, Audionirvana e altre cosette...

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da dinamanu Sab 3 Feb 2024 - 16:42

[quote="giucam61"
Dimenticavo, io ho ancora questo perfettamente funzionante, è diventato vintage a casa mia..Giradischi vintage quale scegliere? Img_2043
[/quote]

e con cosa l'ascolti con questa scatolina phono qui Hehe Hehe Please
Giradischi vintage quale scegliere? Scree927

dinamanu
dinamanu
UTENTE BANNATO

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 6340
Provincia : NoFlacx
Impianto : ClasseA
The excess risk of serious adverse events found in our study points to the need for formal harm-benefit analyses, particularly those that are stratified according to risk of serious outcomes.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC9428332/

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da fileo Sab 3 Feb 2024 - 20:35

@giucam61
Tu hai perfettamente ragione, però bisogna trovare un compromesso: so' ragazzi, so' giovani e so' convinti de pote' fa tutto.
Gandhi diceva che ai bambini bisognava fargli scottare le dita con la candela. Significa che qualche piccola prova nella vita torna utile, naturalmente parliamo di piccole scottature e non di ustioni di 3° grado sull'80% del corpo.

fileo
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 04.04.21
Numero di messaggi : 475
Provincia : Roma
Impianto : Topping E30, pre Audiometric A10P, finale Phonic Max 860, diffusori autocostruiti

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da dinamanu Dom 4 Feb 2024 - 0:21

fileo ha scritto:@giucam61
Tu hai perfettamente ragione, però bisogna trovare un compromesso: so' ragazzi, so' giovani e so' convinti de pote' fa tutto.
Gandhi diceva che ai bambini bisognava fargli scottare le dita con la candela. Significa che qualche piccola prova nella vita torna utile, naturalmente parliamo di piccole scottature e non di ustioni di 3° grado sull'80% del corpo.

ma svegliati Please
un thorens ha un motore ac un cinghia ed un piatto fine ,serve ben poco non costa nulla e suona bene
Giradischi vintage quale scegliere? Scree928
dinamanu
dinamanu
UTENTE BANNATO

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 6340
Provincia : NoFlacx
Impianto : ClasseA
The excess risk of serious adverse events found in our study points to the need for formal harm-benefit analyses, particularly those that are stratified according to risk of serious outcomes.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC9428332/

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da fileo Dom 4 Feb 2024 - 7:50

Il giradischi è un oggetto discretamente semplice come concetto: un piatto che gira trascinato da un motore, il tutto montato in un contenitore ammortizzato.
Naturalmente deve girare ad una velocità ben precisa, mantenerla costante ed evitare che vengano trasmesse vibrazioni all'oggetto che deve leggere i solchi del disco (la testina), per evitare che vengano riprodotte anche queste. C'è anche un braccio che permette di far "atterrare" la testina sul disco, ma questo è un altro discorso.
Esistono diversi sistemi per mantenere precisa e costante la velocità del piatto. In particolare la seconda è fondamentale, perché se una leggera imprecisione della velocità può passare inosservata, magari giusto un musicista se ne accorge perché non sente "intonato" il pianoforte, la costanza è vitale e chiunque si accorge se il disco accelera o rallenta mentre gira.
Il metodo più semplice consiste nell'usare un motore di piccola potenza collegandolo ad un piatto di massa relativamente grande, tramite una cinghia. Impiegherà diversi secondi a raggiungere la velocità prevista, cosa che interessa giusto un DJ, ma una volta a regime, il piatto farà da volano.
L'altra soluzione, più tecnologica, consiste in un controllo elettronico della velocità, che cerca di renderla stabile in tempo reale.
Il primo sistema è quello "classico" dei vecchi giradischi a cinghia, tipo Thorens, ma usato anche da molti costruttori giapponesi, fino all'avvento della trazione diretta.
Questi giradischi, grazie ad una cinghia in gomma che permette di trasmettere il movimento al piatto, ottengono anche un buon isolamento del disco da eventuali vibrazioni trasmesse dal motore.
L'altro sistema è usato sui giradischi a trazione diretta, in cui il motore è montato direttamente sull'asse del piatto.
Tutti i giradischi dispongono poi di sistemi per contrastare le vibrazioni provenienti dall'esterno, per evitare che arrivino al complesso piatto braccio testina.
Molti giradischi dispongono di un sistema di sospensioni con molle, spesso montato su un controtelaio flottante, mentre quelli più economici hanno soltanto dei piedini di gomma che dovrebbero (ma non sempre ci riescono) isolare l'apparecchio dal mondo esterno.
Il giradischi, senza entrare in quello che riguarda la precisione e la geometria di costruzione del braccio, è tutto qui, un po' di meccanica di precisione e, nel caso degli apparecchi DD o comunque più recenti, un po' di elettronica.
In ogni caso, tutto il sistema deve mantenere un buon livello di precisione meccanica. Significa che il piatto deve essere assolutamente in piano, montato su un ripiano solido, possibilmente esente da vibrazioni e, non bisognerebbe dirlo ma non do mai nulla per scontato, questo piano NON può essere uno dei diffusori. Le vibrazioni trasmesse nell'ambiente di ascolto dai diffusori possono influenzare la lettura della testina, fino ad innescare dei rientri acustici, se il livello di ascolto è particolarmente alto. Un mio amico, progettista di diffusori a tromba ad alta efficienza, diversi anni fa iniziò ad usare tracce di musica registrate sul computer, perché non riusciva a fare i test con il giradischi, a meno di sistemarlo in un altro ambiente, con tutte le complicazioni del caso.
Particolare cura va messa nel settaggio della testina. Le testine magnetiche usate oggi hanno tutte un range di peso molto limitato entro cui leggono correttamente i solchi, senza rovinarsi e senza rovinare i dischi. Bisogna sempre impostare un peso entro la gamma indicata dal fabbricante, ovviamente dopo aver tarato correttamente il braccio. Molti fanno l'errore di impostare il peso più basso, pensando, erroneamente, di preservare i preziosi dischi. In realtà, la capacità di tracciamento dello stilo, aumenta con l'aumentare del peso. Inoltre, il peso minimo è utilizzabile solo con dischi perfettamente piani, ogni ondulazione fa perdere aderenza allo stilo, arrivando anche, in casi gravi a saltare. In ogni caso, quando la gobba spinge il disco contro lo stilo, la forza d'appoggio aumenta notevolmente e, quando invece il successivo avvallamento lo allontana, diminuisce. Queste montagne russe, oltre che deleterie per l'ascolto, alla lunga danneggiano il disco. Personalmente ho sempre impostato il peso in mezzo a quanto indicato tra minimo e massimo, eventualmente meglio un po' più che un po' meno.
Tutti questi discorsi diventano pura accademia, se il giradischi non è all'altezza, oppure è in cattive condizioni: è perfettamente inutile regolare esattamente il peso se il braccio ha l'articolazione danneggiata, con giochi e/o impuntature.
Questi sono alcuni dei motivi per cui tendo a sconsigliare il giradischi ai neofiti totalmente a digiuno del mondo del vinile. Se pensate che lì dentro ci sia la magia, vi sbagliate di grosso.
Poi, se vi basta vedere il disco che gira, va benissimo il giradischi da 50 € ed i dischi presi al mercatino.

fileo
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 04.04.21
Numero di messaggi : 475
Provincia : Roma
Impianto : Topping E30, pre Audiometric A10P, finale Phonic Max 860, diffusori autocostruiti

Torna in alto Andare in basso

Giradischi vintage quale scegliere? Empty Re: Giradischi vintage quale scegliere?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.