T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.

Unisciti al forum, è facile e veloce

T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

+32
ftalien77
Cancius
lsdmaster
T-SOUND SYSTEM
dude
Smanetton
bonghittu
schwantz34
sc_ita
aris69
lello64
Biagio De Simone
pallapippo
checus
robertor
handros
piero7
Stentor
embty2002
Andrea Gianelli
tino84
Silver Black
wasky
Virgilio
nd1967
madqwerty
porfido
Barone Rosso
pentrio
thema2000ie
MaurArte
Patrick
36 partecipanti

Pagina 3 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo

Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da robertor Dom 2 Gen 2011 - 21:08

scusa l'ot: vendimi il 1060 visto che non ti piace.
robertor
robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4050
Località : Budapest
Provincia : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da MaurArte Dom 2 Gen 2011 - 21:14

Il povero Pioneer A-209R ampli contemporaneo di fascia media, suona
molto meglio del Pioneer 7100 degli anni 70', del Sansui A70 anni 80',
del Marantz 1050 anni 70', etc.etc...



ti piace di piu', non suona meglio.

sono 2 cose diverse.

Per me un amplificatore che impasta i suoni ed appiattisce la scena suona peggio e basta.
MaurArte
MaurArte
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 7338
Località : Roma
Provincia : En verden av smart jeg er dum
Occupazione/Hobby : Alchimista
Impianto : Elettrico

http://www.alchimieaudio.com/

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da Biagio De Simone Dom 2 Gen 2011 - 21:17

Infatti Robertor ti parlavo di dovute eccezioni,poche credo. Ok


Ultima modifica di De simone Biagio il Dom 2 Gen 2011 - 22:39 - modificato 1 volta.
Biagio De Simone
Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10422
Località : Neretum
Provincia : Lupiae
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da lello64 Dom 2 Gen 2011 - 21:22

@robertor ha scritto:scusa l'ot: vendimi il 1060 visto che non ti piace.

quell'ampli ha visto le mie feste a 13 anni pilotando tre o quattro paia di casse in tutte le stanze ... carichi di 1 ohm o poco più senza morire .... è un eroe e non lo abbandonerò mai Smile
lello64
lello64
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 12940
Provincia : bologna
Impianto : x+y

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da aris69 Dom 2 Gen 2011 - 21:33

Io sono un appassionato di vintage, tutti ne parlano male, nessuno li molla chissa per quale motivo Hehe
aris69
aris69
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 31.03.09
Numero di messaggi : 1441
Località : Molise
Provincia : tutto OK!!!
Occupazione/Hobby : Treasure Hunters
Impianto : in firma

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da Stentor Dom 2 Gen 2011 - 21:39

@aris69 ha scritto:Io sono un appassionato di vintage, tutti ne parlano male, nessuno li molla chissa per quale motivo Hehe

Nessuno li molla !? ma se trovi i mercatini pieni di ferraglia ! Very Happy

PS: anche io sono appassionato di vintage ..però il confronto con i nuovi apparecchi è generalmente impietoso Smile

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da aris69 Dom 2 Gen 2011 - 21:45

@Stentor ha scritto:
@aris69 ha scritto:Io sono un appassionato di vintage, tutti ne parlano male, nessuno li molla chissa per quale motivo Hehe

Nessuno li molla !? ma se trovi i mercatini pieni di ferraglia ! Very Happy

PS: anche io sono appassionato di vintage ..però il confronto con i nuovi apparecchi è generalmente impietoso Smile
ferraglia manomessa senz'altro, vintage perfettamente originale e' difficile trovarne.
Cosa intendi per nuovi apparecchi?? Smile
aris69
aris69
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 31.03.09
Numero di messaggi : 1441
Località : Molise
Provincia : tutto OK!!!
Occupazione/Hobby : Treasure Hunters
Impianto : in firma

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da sc_ita Dom 2 Gen 2011 - 21:51

@Stentor ha scritto:... PS: anche io sono appassionato di vintage ..però il confronto con i nuovi apparecchi è generalmente impietoso Smile

... sì, vero, concedete però qualche eccezione.
Ad esempio per i grossi giradischi DD giapponesi: Technics SP-15, SP-10, etc, no?
Ciao, SC
sc_ita
sc_ita
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 18.12.10
Numero di messaggi : 52
Località : Milano
Provincia : Sempre positivo... ma attenzione.
Occupazione/Hobby : Professore universitario/Musica, Vela
Impianto : 2xTechnics SP-15 + Arcam CD37+ NVA P90 + 4xNVA A80 + Opera Quinta New

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da Biagio De Simone Dom 2 Gen 2011 - 21:52

Non vorrei che fosse proprio la parte sentimentale che non c'è li fà mollare. Crying or Very sad Crying or Very sad
Biagio De Simone
Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10422
Località : Neretum
Provincia : Lupiae
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da Biagio De Simone Dom 2 Gen 2011 - 21:54

Eccezioni concesse, come dicevo prima. Ok I love you I love you I love you
Biagio De Simone
Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10422
Località : Neretum
Provincia : Lupiae
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da Stentor Dom 2 Gen 2011 - 22:01

@aris69 ha scritto:
Cosa intendi per nuovi apparecchi?? Smile

In Linea di massima tutto: dai Dac ai preamplificatori. Poi cmq ci sono lodevoli eccezioni nel vintage ancora oggi assolutamente ben suonanti.
Se prendiamo il vecchio trittico Marantz, thorens, Ar3a ...oggi mi disgusta ... buono per una festa in taverna Hehe Hehe

Se invece prendiamo apparecchi come le Dalquist Dq10, Mcintosh MC30, mark levinson ml 2 e altri allora il discorso cambia.

Nel digitale invece meglio lasciar direttamente perdere Laughing

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da embty2002 Dom 2 Gen 2011 - 22:34

Allora,
sentendomi con i miei amici, venerdì pomeriggio faremo delle prove d'ascolto a casa mia.
le casse saranno le mie Audio Nirvana super 8 fullrange da 97db, facile carico per gli ampli da ascoltare.
sure 2024 moddata, trends audio ta10.1 (in finale) con biscottino di Pincellone, sure 2050 Mod by Vincenzo, tutte e 3 collegate al prefet, e il grundig V30.
sorgente sarà il mio dac Zhaolu mod oritek collegato alla hiface, questa sorgente è considerata ottima anche dai miei amici perciò useremo solo quella, ci concentreremo solo sugli ampli.
chiedo di portare qualche traccia 24 bit , fino a 192khz non c'è problema con la hiface.
a venerdì sera i primi resoconti.
spero che abbiate capito la mia posizione riguardo questi ampli grundig, io non credo che siano qualcosa per cui si possa buttare tutto il resto nella pattumiera o crearci attorno una favola esoterica, però è anche vero che sono 15watts dinamici che fanno suonare bene le mie casse. in una maniera diversa rispetto al 2024, in qualcosa meglio in altre meno.
riguardo al mio V7000 spompato, pare che lo fosse davvero visto che Davidjus mi ha detto che il suo si sente molto meglio del mio.
ciao

Giuseppe
embty2002
embty2002
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 29.11.08
Numero di messaggi : 1065
Località : CT
Occupazione/Hobby : non si capisce??!!
Impianto : Motu ultralite mk1 per biamplificazione dipolo, woofer R1524, Eminence Beta 12 LTA. amplificazioni: hypex ucd180 sui woofer,valvolare 6V6 SE UL sui medio-alti.
Analogico: giradischi Thorens TD-150 mkII , fonorivelatore Goldring 1024, pre H06 by Vicè

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da robertor Lun 3 Gen 2011 - 8:15

maurizio sempre a tuo gusto sempre a tuo gusto.

io gli ampli che "strillano" li ho lasciati in cantina.

ma e' il mio gusto solo il mio gusto.

Marantz, thorens, Ar3a


Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 196713 , ti disgusta? mah!!!
robertor
robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4050
Località : Budapest
Provincia : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da Stentor Lun 3 Gen 2011 - 8:27

@robertor ha scritto:maurizio sempre a tuo gusto sempre a tuo gusto.

io gli ampli che "strillano" li ho lasciati in cantina.

ma e' il mio gusto solo il mio gusto.

Marantz, thorens, Ar3a


Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 196713 , ti disgusta? mah!!!

Ciao Robertor
Ho usato un termine forse non corretto e ingeneroso per descrivere il mio pensiero. Non è che è fastidioso ..... ma che non è più all'altezza dei nostri tempi e ora l'hifi è su altri livelli anche con una semplice sure ta2024.

Lasciando perdere le casse che per me non sono neanche paragonabili, ad esempio, alla dalquist dq10 ...tanto per rimanere nel vintage per il marantz mi riferivo al pre C2300 e al finale Model 250.

Il pre in particolare è veramente scarsoletto Smile

Nel vintage ci sono ottimi prodotti che possono ben figurare anche in una catena moderna ...ma sono eccezioni e non tutto quello che una volta era considerato al top lo è pure oggi.

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da schwantz34 Lun 3 Gen 2011 - 8:40

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Agi553-0

AD 1977 ...

ps: non è un Pioneer SA-420 ...
schwantz34
schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15772
Località : Caerdydd
Provincia : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da handros Lun 3 Gen 2011 - 10:37

Adesso sparo la cazzata...tenetevi! Laughing
...due manipoloni disposti simmetricamente, sporgenze anteriori (forse vu-meter), accensione con levetta, anni '70... Mmm

McIntosh?!? Idea
handros
handros
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 27.10.10
Numero di messaggi : 2292
Provincia : Parma
Impianto : CD Tascam CD-RW5000 - PC Daphile - DAC S.M.S.L. M500 - AMPLI Powersoft LiteMod by MICROSIM - CASSE JBL L100 Century Bellino modded!

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da robertor Lun 3 Gen 2011 - 10:49

guarda che e' solo una questione di gusti.

io ho osannato il Ta2024 "suretta" e oggi e' finita nell'armadio delle cose dismesse.

anche se implementata al massimo non la ritengo all'altezza di ampli, diciamo cosi', piu' nobili.

ma e' solo una questione di gusti personali: ho provato qualcos'altro e sto tutt'ora provando qualcos'altro e, come ho scritto prima, gli ampli che strillano e non sono veritieri sono passati nel dimenticatoio o quasi.

c'e' chi ascolta la lirica e chi il metal e non per questo uno puo' condannare l'altro.


riguardo al mio V7000 spompato, pare che lo fosse davvero visto che
Davidjus mi ha detto che il suo si sente molto meglio del mio.

con la stessa catena d'ascolto?


pioneer 209? ma e' tornato Mulo?
robertor
robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4050
Località : Budapest
Provincia : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da robertor Lun 3 Gen 2011 - 10:51

@schwantz: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Acc_lo10
robertor
robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4050
Località : Budapest
Provincia : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da Andrea Gianelli Lun 3 Gen 2011 - 11:31

Innanzitutto una domanda ad handros: mi piacerebbe avere un tuo parere su eventuali differenze tra Sony PS3 e Grundig CD 7500, dato che vedo entrambi in firma…

Poi, un doveroso appunto sulle favolose AR 3, le casse del grande e compianto von Karajan: credo basti questo…

Ora rispondo a Lello:
@lello64 ha scritto:
ciao andrea,
ho letto con interesse il tuo intervento e ti porto anche la mia esperienza di vecchio audiofilo tornato ad appassionarsi da pochi mesi.
ho ritirato fuori vecchie cose dalla cantina e ho fatto delle prove con:

marantz 1060
mitsubishi DA-U680
revac dc-260

quest'ultimo acquistato di recente e ricappato. i primi due mi appartengono da trent'anni e più.

come saprai il revac è un finale ed è stato utilizzato come tale. gli altri due apparecchi li ho provati sia come pre che come finale.

risultato: il revac rimane a casa e suona. molto bene aggiungo. gli altri due sono tornati in cantina perché obiettivamente non c'è storia con i t-amp mediocri e lisci che posseggo. e mi dispiace perchè metterci le mani sopra è stato bello, ma se è vero che l'occhio e il sentimento gioca la sua parte la musica è musica e il rumore è rumore.

credo che nel vintage dipenda dagli oggetti. un finale senza filtri controlli di tono e ammenicoli vari è un conto, un integrato pieno di schifezze è un'altra storia ... è solo la mia opinione ovviamente maturata con oggetti di sicuro non eccelsi nemmeno all'epoca, ma mi sembrano conformi ai tuoi esempi.

buon 2011 !!!

Caro Lello, innanzitutto grazie e un buonissimo 2011 a te, di cuore!
Il Revac DC 260 è progetto di due miei carissimi amici: Renato Fornasieri e Daniele Tabaro (all’epoca progettista Revac).
Si tratta di un bel finale che ancor oggi l’ing. Fornasieri utilizza in abbinamento al favoloso pre SP-81 per pilotare le sue AR-11.
Ciò detto, fu proprio lui a confermarmi la bontà del TA-2024 e persino della classe D in generale, le cui potenzialità erano a suo dire interessanti sin dal debutto di questa tecnologia in campo hi-fi. Basti pensare che con un prototipo di classe D (uno dei primi) riuscì a pilotare le AR-11 con buoni risultati, pur alimentando l’ampli con una pila semiscarica da 9 volt.
Ma non solo: il semplice T-Amp, che subito ha provato nel “pensatoio” (il mitico laboratorio della Alcor), si è rivelato ottimo nell’abbinamento con tutti i diffusori Indiana Line, in modo particolare con le Arbour 5.30.
Questo per dire quale dev’essere l’approccio “scientifico” e come un professionista serio si rapporta alle nuove tecnologie: nessun pregiudizio, nessuna caccia alle streghe ma solo profonda volontà di sperimentare e cercare di capirci qualcosa in più.
Io stesso, emotivo e istintivo per natura, ho solo da imparare da queste persone, che con umanità, impegno e competenza hanno fatto grande l’hi-fi, rendendola largamente fruibile (i diffusori Indiana Line ne sono eloquente esempio).

Tornando a noi, il Mitsubishi da te citato probabilmente lo conosco solo di nome: ascoltai qualcosa da piccolo, ma è impossibile ricordarmene, a parte un buon suono ma comunque difficile da quantificare a distanza di tempo, non avendolo ascoltato continuativamente e quindi “memorizzato”.
Il Marantz 1060, quasi considerato un mostro sacro, lo conosco invece abbastanza bene e a mio avviso è inferiore a molti Philips coetanei, così come ai buoni giapponesi dell’epoca (Hitachi, Akai ecc.), per non parlare della produzione tedesca (Braun, Telefunken e Grundig). Stesso dicasi per il tanto osannato NAD 3020, che il dettaglio del Pioneer SA-420 e la dinamica del Philips 591 se li sogna: il suo successo credo derivi dal mediobasso gonfio e da una certa “forza bruta”, che probabilmente colpisce al primo frettoloso ascolto, rischiando di trarre in inganno il grande pubblico… ma per il resto manca di dettaglio e definizione…
Tutto questo a conferma del fatto che, anche un tempo il costo e la fama non erano necessariamente sinonimo di qualità e si trovavano già prodotti più modesti in grado di suonare incontrovertibilmente meglio di altri blasonati ed elogiati dalle riviste dell’epoca.

Infine, la tua considerazione conclusiva rende doverosa da parte mia una precisazione: se il Pioneer lo utilizzo “interamente”, il Philips è stato modificato da mio zio e così ho il lettore cd direttamente collegato al finale, evitando quelle che tu chiami schifezze ma, inevitabilmente, avendo automaticamente il guadagno al massimo, con conseguente maggior rumore e performance da “prima fila”. Suona bene, molto bene, ma anche molto “diretto”: croce e delizia dell’assenza del preamplificatore che, se mediocre può rivelarsi peggiorativo ma, se ben fatto, ottimizza il guadagno del circuito e, musicalmente parlando, ricostruisce meglio l’ambiente e il senso dello spazio. E pare essere questo il segreto dei Grundig e presumibilmente di altri prodotti affini.

Ad ogni modo non c’è una risposta univoca, non c’è un’unica strada, non c’è la soluzione universale: tutto è frutto di un compromesso e l’abitudine all’ascolto dal vivo non può che confermarlo.
Pertanto a ciascuno il proprio equilibrio, quello che più riesce ad emozionare e a far dimenticare l’impianto (una volta acceso), facendoci immergere il più possibile nella musica.

D’altro canto questo è il fine, il resto solo un mezzo al servizio della più nobile delle arti.

Con questo concludo, augurando a te e a tutti voi un 2011 di buona musica e grandi emozioni!
Andrea Gianelli
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Provincia : Milano
Occupazione/Hobby : Consulente
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da MaurArte Lun 3 Gen 2011 - 11:40

@schwantz34 ha scritto:Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Agi553-0

AD 1977 ...

ps: non è un Pioneer SA-420 ...

AGI 511 ... e meno male che ci sono gli estimatori del Vintage Hehe Hehe Hehe Hehe
PS ce lo ho avuto e non mi è piaciuto,troppo asciutto e freddo
MaurArte
MaurArte
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 7338
Località : Roma
Provincia : En verden av smart jeg er dum
Occupazione/Hobby : Alchimista
Impianto : Elettrico

http://www.alchimieaudio.com/

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da Biagio De Simone Lun 3 Gen 2011 - 11:45

[quote]
Pertanto a ciascuno il proprio equilibrio, quello che più riesce ad emozionare e a far dimenticare l’impianto (una volta acceso), facendoci immergere il più possibile nella musica.

D’altro canto questo è il fine, il resto solo un mezzo al servizio della più nobile delle arti. Ok Auguri Andrea ben trovato.
Biagio De Simone
Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10422
Località : Neretum
Provincia : Lupiae
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da Andrea Gianelli Lun 3 Gen 2011 - 11:52

[quote="De simone Biagio"]

Pertanto a ciascuno il proprio equilibrio, quello che più riesce ad emozionare e a far dimenticare l’impianto (una volta acceso), facendoci immergere il più possibile nella musica.

D’altro canto questo è il fine, il resto solo un mezzo al servizio della più nobile delle arti. Ok Auguri Andrea ben trovato.
Grazie e... auguroni a te, di cuore!
Andrea Gianelli
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Provincia : Milano
Occupazione/Hobby : Consulente
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da handros Lun 3 Gen 2011 - 11:56

@Andrea Gianelli ha scritto:Innanzitutto una domanda ad handros: mi piacerebbe avere un tuo parere su eventuali differenze tra Sony PS3 e Grundig CD 7500, dato che vedo entrambi in firma…
Ciao, la situazione che ho attualmente come sorgenti e' anche l'unico vero confronto diretto tra le stesse che abbia mai fatto.
Quindi, da prendere con le molle...
Le differenze ci sono e si sentono: la PS3 si presenta con un suono abbastanza completo ed articolato, anche se non particolarmente ricco e/o dettagliato (beh, e' pur sempre una console...), dove si indovina il carattere adeguato ad essere una bella sorgente multimediale, quindi con impostazione quasi "tipica" per sorgenti di video con audio; ma migliore di tutti i vari lettori dvd/multiformato che ho usato; credo che per una utenza non troppo esperta ed esigente, in un uso prevalentemente misto, si afferma tranquillamente come centro del sistema senza tema di essere scalzato.
In definitiva, suona bene...ma non abbastanza da farsi scegliere come sorgente definitiva per l'audio 2 canali di un certo livello (peccato, perche' con tutte le feature che gia' presenta); temo che tale "difetto" sia da considerare come limite dell'uscita audio 2 canali della PS3; ritengo che invero, un test audio VERO e onesto nei confronti della PS3 andrebbe fatto con convertitore audio HDMI alla mano (oppure con ampli di un certo livello con entrata HDMI).
In questo caso verrebbe adeguatamente usata come mediacenter e sorgente audio DIGITALE, che sarebbe la morte sua!
Ma del resto, in questo contesto, vuoi una valutazione di confronto tra PS3 e CD7500, come stand-alone...cosi' sia!

Il CD7500, nel confronto, si fa decisamente notare per la maggiore ricchezza ed articolazione del suono, tutto e' meglio definito ed individuabile ed il basso...beh! non sono esperto di sorgenti di livello, ma resto sempre stupito di cosa puo' tirare fuori questa macchina del 1985!
Credo di poter dire che si trova nel CD7500 quella musicalita' che generalmente gli aficionados Grundig segnalano, anche se forse una certa dolcezza in gamma alta potrebbe non essere "coerente" col segnale musicale ma "indotta".
Personalmente lo trovo molto buono...il che mi instilla una terribile curiosita' sui lettori di buon livello attuali (o mediaserver che siano).
Non e' certamente una macchina "critica" con la musica, nel senso che suona bene, non analizza i bit, li suona, probabilmente qualcosa di odierno e buono riesce ad essere analitico e musicale contemporaneamente...quindi in confronto corretto andrebbe fatto con CD del medesimo, e al massimo, subito successivo periodo?!
Beh, a me piace! afro

Come dicevo, sicuramente restera' al suo posto ancora per molto, almeno finche' non riesco ad attrezzarmi di adeguata sorgente server musicale/informatica/etc...ed anche oltre, magari, anche come oggetto di arredo non e' male lol!
handros
handros
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 27.10.10
Numero di messaggi : 2292
Provincia : Parma
Impianto : CD Tascam CD-RW5000 - PC Daphile - DAC S.M.S.L. M500 - AMPLI Powersoft LiteMod by MICROSIM - CASSE JBL L100 Century Bellino modded!

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da Andrea Gianelli Lun 3 Gen 2011 - 12:05

Grazie mille per la preziosa risposta: è una vera fortuna avere un lettore tanto buono quanto raro come il Grundig CD 7500, che non sono ancora riuscito a trovare in perfette condizioni e prezzo ragionevole...
Peccato che presumibilmente non possa leggere i vari formati...
Andrea Gianelli
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Provincia : Milano
Occupazione/Hobby : Consulente
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da bonghittu Lun 3 Gen 2011 - 13:11

@Andrea Gianelli ha scritto:
Ciò detto, fu proprio lui a confermarmi la bontà del TA-2024 e persino della classe D in generale, le cui potenzialità erano a suo dire interessanti sin dal debutto di questa tecnologia in campo hi-fi. Basti pensare che con un prototipo di classe D (uno dei primi) riuscì a pilotare le AR-11 con buoni risultati, pur alimentando l’ampli con una pila semiscarica da 9 volt.

Andrea secondo me non vi siete intesi. Avendo le AR11 ti posso assicurare che non
le smuove un TA10.2 con alimentazione "maggiorata". Non le smuovono i piccoli NAD ,
notoriamente generosi. Vanno in crisi anche con i Quad serie "405". Vanno come si
deve, ad esempio, con QUESTO (i dati di targa parlano da soli). Sono diffusori difficilissimi da pilotare,
energivori e nemmeno lontanamente paragonabili a un buon diffusore moderno.
In condizioni di ripristino originale, con componenti nuovi di pacca, possono ancora
affascinare ma sono tutto fuorché abbordabili.

@Andrea Gianelli ha scritto:
Ad ogni modo non c’è una risposta univoca, non c’è un’unica strada, non c’è la soluzione universale: tutto è frutto di un compromesso e l’abitudine all’ascolto dal vivo non può che confermarlo.
Pertanto a ciascuno il proprio equilibrio, quello che più riesce ad emozionare e a far dimenticare l’impianto (una volta acceso), facendoci immergere il più possibile nella musica.

D’altro canto questo è il fine, il resto solo un mezzo al servizio della più nobile delle arti.

Con questo concludo, augurando a te e a tutti voi un 2011 di buona musica e grandi emozioni!

Questo invece lo sottoscrivo. Personalmente credo che il vintage non
sia per tutte le tasche. Mettere le mani su certi prodotti non è alla
portata di tutti e non sempre si trovano ricambi originali e nuovi.
Nel caso dei diffusori le cose vanno ancora peggio. Dopo decine di
anni i componenti vanno tutti inesorabilmente sostituiti e non puoi
certo usare driver che sono nati per altre applicazioni.

Chi comincia oggi ha la fortuna di poter assemblare catene complete
a costi molto contenuti. Perché complicarsi la vita spendendo di più e
con risultati non sempre sicuri?

bonghittu
bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 4124
Località : Poetto Beach(CA)
Provincia : CA
Impianto :
Spoiler:


FARISCA





Torna in alto Andare in basso

Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI - Pagina 3 Empty Re: Grundig, Massimo Ambrosini ed implementazione CCI

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.