T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.

Unisciti al forum, è facile e veloce

T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

5 partecipanti

Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

Messaggio Da Gumbo Lun 20 Giu 2022 - 20:30

Salve a tutti, sono nuovo del forum,e ho deciso di iscrivermi a questo forum, tra i tanti presenti in rete, perchè

"Questo è il forum della "classe T" intesa a tutto tondo come modo per risparmiare il più possibile massimizzando il rendimento, non è nè il forum del T-Amp, nè del Trends, nè dell'ascolto hifi senza compromessi. E' il forum di chi ascolta con le orecchie, con il cuore e con un occhio sempre sul portafoglio. E' un forum che vuole essere innovativo, differenziandosi da tutti gli altri forum che intendono ancorarsi saldamente a presupposti biblici e assiomi incontrovertibili, il forum della libertà di espressione dove tutte le opinioni sono lecite, dove l'innovazione (anzi, la rivoluzione) dell'HiFi sta proprio nel non essere legato a nulla se non... alla MUSICA"

Questa "mission" ben esplicitata nel regolamento riassume perfettamente il mio approccio all' Hi-Fi, che non è mutato nel corso degli anni.
Sono un appassionato di Hi-Fi da circa 40 anni, anche se per ragioni varie negli ultimi 20, la vita, il lavoro e soprattutto la geografia mi hanno tenuto lontano dal dedicarmi con assiduità a questo hobby.
Finalmente ora ho la possibilita di tornare a dedicarmi a questa passione, il panorama è sicuramente molto cambiato ma non sento l'esigenza di buttare via quello che ho accumulato negli anni, anche perchè non e che sia rimasto poi tanto ben impressionato da quello che il mercato propone attualmente, perlomeno in una fascia di prezzo per me raggiungibile. Aggiornare però alcune cose sicuramente si.

Fatta la doverosa presentazione, vengo al dunque della questione.
Era da un po che volevo inserire un pre e finale valvolare (anche invogliato dal fatto che esitono alcuni prodotti di produzione orientale che non sono malvagi, e quindi recentemente ho acquistato un pre cinotedesco Dynavox di cui mi avevano parlato bene, e che mi ha soddisfatto abbastanza, e un finale marshall 9200.
So bene che la questione dell'uso del Marshall 9200 come finale hi-fi è controversa, pero dopo essermi studiato bene la cosa e le impressioni di ascolto di chi lo usa (e soprattutto dopo aver valutato attentamente le motivazioni addotte da chi non lo considera adatto) ho deciso di comprarne uno per provarlo e devo dire che ne sono MOLTO soddisfatto, a parte il tempo di riscaldamento prima che inizi a "suonare" (una decina di minuti almeno) e un fastidioso "TAC" in spegnimento che comunque non fa sempre e che volendo si riesce anche ad evitare ricordandosi di switchare su on gli interruttori "voice" prima di staccare i finali dallo stadio di alimentazione.

Al momento gli unici diffusori con cui l'ho ascoltato sono dei diffusori bassreflex autocostruiti con componenti professionali RCF, (gamma estesa RCF L12/31 Coassiale da 31cm + piezo motorola "di rinforzo" senza crossover, Motorola originale e non cinese). Sono diffusori da 99db/m che a me piacciono tanto per resa dinamica e anche timbrica anche se necessitano di una minima equalizzazione per compensare un po la risposta non perfettamente lineare agli estremi di banda ("oddio oddio questo usa l'equalizzatore, ERESIA !!!").
Con questi diffusori (che io chiamo "i piccoli") il Marshall "suona" veramente bene. Miglioramenti piu sensibili rispetto agli altri miei 2 finali con cui l'ho paragonato sono nella spazialita (sia destra/sinistra che in profondità), nel dettaglio (gli strumenti non si impastano e rimangono ben distinti anche se riproducono la stessa gamma) e nel miglioramento della gamma alta che risulta piu ricca, armonica, eufonica scegliete voi il termine (forse e questo a cui ci si riferisce con "suono caldo" dei valvolari ? A me più che "caldo" pare "simile allo strumento vero").
I bassi mi appassionano meno, risultano forse un po troppo ricchi, energetici, poco frenati, un po rimbombanti soprattutto ad ampli freddo.

Il motivo per cui chiedo consiglio sta nel fatto che i miei diffusori preferiti sono però degli altri ( "i grandi") , sempre autocostruiti con componenti Pro RCF. I bassi sono gestiti da un woofer L18/551 da 47 cm con frequenza di risonanza di 22Hz, in cassa da reflex da 250 litri se ben ricordo accordata a 40HZ, mentre i medio alti sono riprodotti con una unita N580 in tromba H6422.
Questi altoparlanti li ho sempre usati biamplificati con taglio a 900hz, dunque non ho mai realizzato un crossover.
Adesso però vorrei abbinarli al Marshall e sto quindi valutando la possibilità di realizzare il crossover, magari sulla base del progetto originale RCF per quella specifica combinazione.

I dubbi sono i seguenti;
1) non ho minima esperienza nella costruzione di crossover ne nella valutazione della "qualita" di un filtro progettato da altri, e se questo possa inserire problematiche di rotazione di fase o altro che peggiorino sensibilmente la resa dal punto di vista della spazialità a prescindere dal finale che li pilota (la resa dimensionale della scena sonora, e il posizionamento degli strumenti sulla stessa è onestamente la cosa che piu mi interessa e che non sono disposto a sacrificare).
2) Il Marshall, a fronte di una risposta in frequenza incredibilmente piatta su carico resistivo (per un ampli da chitarra) da 20 a 50.000Hz ha una risposta su carico reale abbastanza tormentata cosa peraltro comune ad alcuni altri valvolari, anche blasonati e progettati per uso Hi-Fi. (Qui avevo inserito un link alla recensione che pero mi pare non posso mettere in quanto nuovo utente, magari la reinserirò se e quando saro autorizzato a farlo.)
La recensione linkata sopra (che secondo molti dovrebbe mettere una pietra tombale sulla possibilità di utilizzo di questi finali in ambito hifi) in realtà e viziata da diversi errori, o quanto meno da cose che sono state a mio modesto parere trascurate dal pur illustre recensore.
a) l'amplificatore accetta un carico minimo di 8 Ohm quindi effettuare un test con carico reale da 4 Ohm non ha senso.
b) quel tipo di amplificatori non andrebbe mai e per nessun motivo fatto funzionare senza carico (come peraltro ben indicato sia nel manuale che nel pannello posteriore delle connessioni) men che meno basarci una recensione.
c) i trasformatori dell'amplificatore testato non sono quelli originali come si evince da forma e dimensione nella foto.
Ora, considerando tutto questo e considerato pure che il recensore (anche sulla base di altre recensioni che ho letto) mi sembra comunque decisamente "biased" verso elettroniche di un certo tipo e sull analisi dei grafici piu di quello che si percepisce "a orecchio", è comunque probabile che la risposta su carico reale, pur se non cosi disastrosa, non sia lineare quanto un finale a stato solido (o altri valvolari costruiti con una "filosofia" differente). Se questa caratteristica non rappresenta un grosso problema nel pilotare un unico altoparlante, come i diffusori ("i piccoli") con cui lo sto usando attualmente con grande piacere e soddisfazione, le cose potrebbero cambiare in presenza di un diffusore con piu altoparlanti e crossover.

Dunque il dilemma è se mantenere i diffusori "grandi" in biamplificazione, usando il Marshall sui medio alti (ricordo che il taglio è a 900hz e che volendo posso portarlo fino a 800) e usando uno degli altri finali a stato solido che ho per i bassi, oppure se realizzare i crossover (ovviamente esterni e bypassabili) per pilotare tutta la gamma con il finale a valvole.
L'idea di realizzare i crossover mi stuzzica, se non altro per aggiungere qualcosa di nuovo da poter ascoltare, valutare, con cui fare i miei esperimenti insomma.
D'altra parte però non vorrei nemmeno realizzare degli orpelli inutili, anche perchè sulla base del progetto che ho non si tratta di "giocattolini" se non altro per la dimensione ragguardevole delle 4 induttanze (102mm di diametro e 186 spire di filo da 1.6).

Allego foto dei progetti originali relativi al filtro.
Il filtro indicato da RCF per la mia combinazione è quello con la sigla KC8, con taglio a 800hz.
Gli elementi nel tratteggio sono degli attenuatori necessari (suppongo) perchè l'efficienza del woofer e di 96db mentre quella delle trombe e di 102. Infatti il mid alto lo tengo attenuato anche con il crossover elettronico.

Mi farebbe dunque piacere sentire il parere di chi è più esperto in materia, sia su questi filtri, che sull abbinamento di questi e dei diffusori descritti con un ampli non estremamente lineare su carico reale.

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Img_2011
Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Img_2010

Gumbo
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 20.06.22
Numero di messaggi : 13
Provincia : Teramo
Impianto : Ampli: Pre Valvolare Dynavox, Stato Solido Tensai, Finale Valvolare Marshall 9200 100+100rms, Stato solido 2 x Hiletron 70W RMS o 200 a ponte, 1x Tensai 70W rms
Processori; Espansore di dinamica Pioneer, DBX100, Equalizzatore grafico Sansui.
Diffusori: Allison One 87db/m, Autocostruiti 1 (gamma estesa Pro RCF L12/31+ tweeter piezo) 99db/m, Autocostruiti 2 (Woofer RCF L18/551 + Unita RCF N580 in tromba RCF H6422), 100db/m biamplificati con crossover Cabre AS45
Piu, un altro po di roba obsoleta o che uso saltuariamente (Piastra Technics a 3 teste, compander N/R 1:2 2:1 Rotel, Analizzatore di spettro Rotel ecc.)

Torna in alto Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Re: Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

Messaggio Da Gumbo Mer 22 Giu 2022 - 10:57

Nessuno che sia in grado o abbia voglia di rispondere ?

Gumbo
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 20.06.22
Numero di messaggi : 13
Provincia : Teramo
Impianto : Ampli: Pre Valvolare Dynavox, Stato Solido Tensai, Finale Valvolare Marshall 9200 100+100rms, Stato solido 2 x Hiletron 70W RMS o 200 a ponte, 1x Tensai 70W rms
Processori; Espansore di dinamica Pioneer, DBX100, Equalizzatore grafico Sansui.
Diffusori: Allison One 87db/m, Autocostruiti 1 (gamma estesa Pro RCF L12/31+ tweeter piezo) 99db/m, Autocostruiti 2 (Woofer RCF L18/551 + Unita RCF N580 in tromba RCF H6422), 100db/m biamplificati con crossover Cabre AS45
Piu, un altro po di roba obsoleta o che uso saltuariamente (Piastra Technics a 3 teste, compander N/R 1:2 2:1 Rotel, Analizzatore di spettro Rotel ecc.)

Torna in alto Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Re: Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

Messaggio Da arthur dent Ven 24 Giu 2022 - 22:38

Gumbo ha scritto:Nessuno che sia in grado o abbia voglia di rispondere ?
Onestamente non sono in grado di rispondere sul crossover, anche per questo personalmente propenderei per la bi-amplificazione.
Ho ascoltato impianti veramente sorprendenti in bi, ma da quel che ho capito preferiresti provare a fare un crossover.
In questo caso considera la mia risposta un re up del post.

arthur dent
arthur dent
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 01.12.14
Numero di messaggi : 513
Provincia : Macerata
Impianto : PC Foobar 2000 + wasapi/ usb DAC audiophonics U-sabre tcxo / Audioquest evergreen / Sansui AU 117 / Cambridge Audio Sirocco S30

Hackintosh / iTunes + Pure Music / usb DAC audiophonics U-sabre / cavo di segnale B&L / Rotel ra 311 / Goodmans Minister

A volte uso anche: Sure Electronics TA2024 / Scythe KRO Kraft
oppure Scythe SDAR 1100 / AKG K701WHT


Torna in alto Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Re: Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

Messaggio Da UMMAGUMMA1960 Ven 24 Giu 2022 - 23:14

Hai già un sistema bi-amplificato, con crossover elettronico, non capisco perché impelargasi nella costruzione di un passivo, che peggiora solo le cose.
IMHO
UMMAGUMMA1960
UMMAGUMMA1960
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 18.02.19
Numero di messaggi : 1258
Località : Imola
Provincia : BO
Impianto : GIRA Technics SL1500C, TESTINE: AT VM540ML, Goldring G1022X, Goldring G900IGC ristilata Jico, Ortofon 2M RED, CD NAD 514, PRE NAD S.1000, AMP.INTEGR. PIONERR SA-7800 (di cui uso solo la sez. finale per le cuffie) CUFFIE STAX SRX MK.3, CUFFIE Senn. HD599, Ampli per cuffie Topping L30, DIFF. sistema attivo CANTON PLUS BETA (sub) CANTON PLUS S (satelliti)

Torna in alto Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Re: Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

Messaggio Da root Ven 24 Giu 2022 - 23:18

Leggo ora il tuo quesito...ma non ho capito bene, hai già un cross elettronico e vuoi farne uno passivo?
Se così fosse lascia perdere...la multiamplificazione attiva con xover elettronico/digitale DSP è notevolmente superiore
Il Marshall ci fai i medio alti come dici e prendi un finale Classe D per i bassi...un DSP speakers processor e non puoi aspirare a meglio...lascia stare i cross passivi
root
root
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 30.12.18
Numero di messaggi : 1985
Provincia : Roma
Impianto : HP T610 + Daphile
Topping E30
Volume passivo DIY
Susseguirsi di finali Classe D e A/B
Tannoy DU386

Torna in alto Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Re: Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

Messaggio Da Gumbo Sab 25 Giu 2022 - 11:31

Grazie per le risposte, proverò a usarle con le componenti che ho a disposizione, cioè con uno degli altri finali a stato solido che ho già e con il crossover elettronico cabre AS45 (che non conoscendo cosa sia un "DSP speaker processor" anche se posso immaginarlo) non so se sia meglio o peggio.
Tra l'altro più lo ascolto e meno i bassi del Marshall mi piacciono rispetto agli altri S.S., quindi credo che il discorso crossover finirà per abortire. Mi resta da fare un check sulle valvole di potenza per togliermi lo scrupolo che non dipenda da quello.

Tra l'altro...ho anche una coppia di Allison One a cui (manco a dirlo) devo sostituire le sospensioni, motivo per cui non le ho potute provare con il Marshall.
Sono il primo modello, senza ingresso per la biamplificazione. Mi chiedo se sia possibile modificarle (non in modo irreversibile) per biamplificare anche quelle, considerando che sono tre vie, e che quindi dovrei mantenere il crossover passivo tra medi e alti.

Gumbo
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 20.06.22
Numero di messaggi : 13
Provincia : Teramo
Impianto : Ampli: Pre Valvolare Dynavox, Stato Solido Tensai, Finale Valvolare Marshall 9200 100+100rms, Stato solido 2 x Hiletron 70W RMS o 200 a ponte, 1x Tensai 70W rms
Processori; Espansore di dinamica Pioneer, DBX100, Equalizzatore grafico Sansui.
Diffusori: Allison One 87db/m, Autocostruiti 1 (gamma estesa Pro RCF L12/31+ tweeter piezo) 99db/m, Autocostruiti 2 (Woofer RCF L18/551 + Unita RCF N580 in tromba RCF H6422), 100db/m biamplificati con crossover Cabre AS45
Piu, un altro po di roba obsoleta o che uso saltuariamente (Piastra Technics a 3 teste, compander N/R 1:2 2:1 Rotel, Analizzatore di spettro Rotel ecc.)

Torna in alto Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Re: Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

Messaggio Da root Sab 25 Giu 2022 - 11:36

Gumbo ha scritto:Grazie per le risposte, proverò a usarle con le componenti che ho a disposizione, cioè con uno degli altri finali a stato solido che ho già e con il crossover elettronico cabre AS45 (che non conoscendo cosa sia un "DSP speaker processor" anche se posso immaginarlo) non so se sia meglio o peggio.
Tra l'altro più lo ascolto e meno i bassi del Marshall mi piacciono rispetto agli altri S.S., quindi credo che il discorso crossover finirà per abortire. Mi resta da fare un check sulle valvole di potenza per togliermi lo scrupolo che non dipenda da quello.

Tra l'altro...ho anche una coppia di Allison One a cui (manco a dirlo) devo sostituire le sospensioni, motivo per cui non le ho potute provare con il Marshall.
Sono il primo modello, senza ingresso per la biamplificazione. Mi chiedo se sia possibile modificarle (non in modo irreversibile) per biamplificare anche quelle, considerando che sono tre vie, e che quindi dovrei mantenere il crossover passivo tra medi e alti.

Wow hai il Cabre AS45! Lo sognavo da ragazzo! Era un oggetto che avrei fatto carte false...ma oggi lo terrei in esposizione, non regge più il peso degli anni per me...é un analogico II ordine, oggi con i DSP digitali é altro mondo...per le Allison puoi modificare il filtro e separare le celle del filtro ma non avresti grandi vantqggi
root
root
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 30.12.18
Numero di messaggi : 1985
Provincia : Roma
Impianto : HP T610 + Daphile
Topping E30
Volume passivo DIY
Susseguirsi di finali Classe D e A/B
Tannoy DU386

Torna in alto Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Re: Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

Messaggio Da arthur dent Sab 25 Giu 2022 - 14:41

Gumbo ha scritto:
Tra l'altro più lo ascolto e meno i bassi del Marshall mi piacciono rispetto agli altri S.S.
Non è regola certa, ma di solito succede questo: i bassi dello SS o della classe D danno maggiori soddisfazioni, soprattutto se gli amplificatori hanno sufficiente corrente per controllarli a dovere. Anche per questo resterei sulla biamplificazione.
Gumbo ha scritto:
Tra l'altro...ho anche una coppia di Allison One a cui (manco a dirlo) devo sostituire le sospensioni, motivo per cui non le ho potute provare con il Marshall.
Sono il primo modello, senza ingresso per la biamplificazione. Mi chiedo se sia possibile modificarle (non in modo irreversibile) per biamplificare anche quelle, considerando che sono tre vie, e che quindi dovrei mantenere il crossover passivo tra medi e alti.
Se le conosci bene e sai come suonano, visto che devi metterci le mani, potresti predisporle per la bi-amplificazione.
Se invece vuoi provarle per come sono, ascoltale con le sospensioni buone poi decidi.
Anche perché, suppongo, non vorrai pilotare 2 coppie di casse con la stessa amplificazione: magari per le One trovi una soluzione differente.
Ovviamente devi decidere tu, quello che dico sono solo miei pensieri.
arthur dent
arthur dent
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 01.12.14
Numero di messaggi : 513
Provincia : Macerata
Impianto : PC Foobar 2000 + wasapi/ usb DAC audiophonics U-sabre tcxo / Audioquest evergreen / Sansui AU 117 / Cambridge Audio Sirocco S30

Hackintosh / iTunes + Pure Music / usb DAC audiophonics U-sabre / cavo di segnale B&L / Rotel ra 311 / Goodmans Minister

A volte uso anche: Sure Electronics TA2024 / Scythe KRO Kraft
oppure Scythe SDAR 1100 / AKG K701WHT


Torna in alto Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Re: Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

Messaggio Da Gumbo Dom 26 Giu 2022 - 1:37

Le Allison le conosco bene perché le presi nuove (all'epoca...) e più che come suonano so come non suonano, nel senso che sono diffusori molto difficili da pilotare a causa della bassissima efficienza (85db w/m) aggravato dal fatto che la mia precedente sala da ascolto era quasi anecoica con le pareti rivestite di lana di roccia ricoperta di feltro. Errore madornale (soprattutto per dei diffusori come le Allison) ma 40 anni fa non si aveva accesso alle informazioni con la facilità di oggi...
Risultato non "suonavano" nemmeno con due finali made in Italy di buona qualità messi a ponte (200+200rms), o meglio "tirandogli il collo" il suono era snaturato.
Consigliavano infatti di pilotarle con valvolari di potenza generosa (tipo McIntosh), e questo è uno dei motivi per cui ho deciso di comprare il Marshall da 100+100, non certo per pilotare le altre da 100db w/m per le quali probabilmente basterebbe un single ended da 4-5 watt.
Se venisse fuori che i bassi "rimbombanti" del Marshall non sono dovuti a valvole da sostituire (spero di avere il verdetto in settimana) di certo mi piacerebbe biamplificare anche le Allison e una volta sistemate le sospensioni vi chiederò consiglio su come intervenire.
Certo che non penso di amplificare tutto con un solo ampli. Ho diversi finali ma uno solo valvolare, quindi probabilmente dedicherò un finale S.S. a ciascuna coppia mentre il Marshall lo collegherò di volta in volta ai medio-alti dei diffusori che voglio ascoltare.
Se il "problema" dei bassi del Marshall invece si risolve allora non penso di modificare le Allison anche se comunque non sono restio a modificare un diffusore (sia pure vintage) solo per mantenerlo originale, soprattutto se la modifica è migliorativa e non irreversibile.

Cabre AS45 vs DSP. Mi sono documentato un po' sui DSP, certo offrono funzionalità che un analogico non offre. Trovo particolarmente interessante il discorso della fase, e la possibilità di tri-amplificare grazie alla quale potrei semplicemente bypassare il crossover delle Allison senza modificare niente.
Se pero' il nuovo sia sempre meglio del vecchio non lo so, ma nutro qualche dubbio (con gli ampli ad esempio non sono rimasto per niente contento di come suonano i nuovi, classe D compresi). Non metto in dubbio che esista roba moderna che suona meglio ma bisogna vedere se è alla portata delle mie finanze.
Penso che molto dipenda dalla qualità del vecchio e del nuovo e da come sia stato mantenuto il vecchio.

Grazie a tutti per i preziosi consigli e la partecipazione all'argomento che spero prosegua !

Gumbo
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 20.06.22
Numero di messaggi : 13
Provincia : Teramo
Impianto : Ampli: Pre Valvolare Dynavox, Stato Solido Tensai, Finale Valvolare Marshall 9200 100+100rms, Stato solido 2 x Hiletron 70W RMS o 200 a ponte, 1x Tensai 70W rms
Processori; Espansore di dinamica Pioneer, DBX100, Equalizzatore grafico Sansui.
Diffusori: Allison One 87db/m, Autocostruiti 1 (gamma estesa Pro RCF L12/31+ tweeter piezo) 99db/m, Autocostruiti 2 (Woofer RCF L18/551 + Unita RCF N580 in tromba RCF H6422), 100db/m biamplificati con crossover Cabre AS45
Piu, un altro po di roba obsoleta o che uso saltuariamente (Piastra Technics a 3 teste, compander N/R 1:2 2:1 Rotel, Analizzatore di spettro Rotel ecc.)

Torna in alto Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Re: Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

Messaggio Da giucam61 Dom 26 Giu 2022 - 10:51

Incuriosito dal tuo finale ho fatto qualche ricerca, sul sito di un tecnico riparatore alla fine si legge questo...
Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Screen95
..immaginavo che, vista la differenza d'uso, i valori di distorsione fossero poco compatibili per un uso hi-fi, ma se a te piace..

giucam61
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 26.09.15
Numero di messaggi : 10082
Provincia : verona
Occupazione/Hobby : lettura,sport
Impianto : .Nad c658, Audionirvana e altre cosette...

Torna in alto Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Marshall 9200, uso Hi-Fi

Messaggio Da Gumbo Lun 27 Giu 2022 - 13:53

@ Giucam61, si avevo già letto quanto scritto anche da quel tecnico.

Va fatta una premessa. Questa serie di finali Marshall (9100, 9200, EL34 50-50 e EL34 100-100) non sono degli ampli da chitarra veri e propri, ma dei finali di potenza da PA, che abbinati a pre ampli da chitarrra hanno riscosso un certo successo per tale utilizzo. La differenza tra i quattro finali sta nella potenza e nelle valvole installate di serie. La serie 9000 monta valvole 6L6 la serie EL34 monta per l'appunto EL34. Il 9200 e EL34 100-100 ne montano 8 (essendo da 100W) gli altri due ne montano 4, il resto è uguale. Peraltro tramite regolazione del BIAS questi finali possono montare indistintamente sia valvole 6L6 che EL34 che KT88 anche se queste ultime non sono mai state installate di serie.

Tornando alla questione dei parametri strumentali del finale, prima di acquistarlo mi sono documentato bene in rete. Sono stato abbastanza fortunato da trovare su youtube un video della prova strumentale di questo finale, non posso linkarlo non avendo i diritti per farlo ma basta cercare su Youtube "Marshall EL34 50/50 power check".
Da questo video non risultano particolari distorsioni all'oscilloscopio, e si evidenzia anche una risposta in frequenza lineare MOLTO oltre la gamma udibile, che non ha alcun senso in un ampli da chitarra (solitamente vengono filtrati) e che potrebbe indicare una certa accuratezza nella messa a punto del "voicing" di questo finale (vedi bel video su Youtube di Paul McGowan, (PS Audio) sull'influenza della risposta in frequenza oltre la gamma udibile sul voicing degli amplificatori di potenza).

In un altro forum (tedesco) si faceva riferimento a un presunto sottodimensionamento dei trasformatori che causerebbe distorsione in prossimità della potenza massima. Uso il condizionale in quanto tale affermazione non è argomentata e viene riportata per "sentito dire". Va però detto che il finale  oggetto della prova su carico reale di cui al mio post di apertura (descritto dal recensore come destinato ad uso hi-fi) presentava dei trasformatori non originali, dunque l'affermazione del tedesco merita di essere presa in considerazione anche se col beneficio di inventario. Se sostituire i trasformatori sia una buona idea non lo so, e non so quanto possa avere influito sulla cattiva risposta in frequenza su carico reale rilevata nelle prove menzionate nel mio primo post, cosi come non so se la distorsione rilevata dal tecnico italiano possa essere riconducibile a questa questione dei trasformatori.
Sta di fatto che al massimo, ma proprio al massimo (almeno con le casse da 99db w/m con le Allison ancora non l'ho provato) arrivo a usare una quindicina di watt, dunque il problema della distorsione nei dintorni dei 100W non rappresenta per me un problema.

Altra cosa da tenere presente parlando di distorsione, è che il tecnico inglese del video Youtube a un certo punto parla del fatto che il "mismatch delle valvole installate potrebbe causare una certa distorsione da crossover che seppur minima non sarebbe accettabile su un finale hi-fi". Questo però e un problema legato al matching delle valvole e non al finale in se, e mi chiedo se possa essere questo che è stato rilevato dal tecnico riparatore italiano di cui al post precedente. Di certo mi da qualche dubbio sul fatto che la qualità dei bassi che non trovo soddisfacente possa dipendere dallo stato delle valvole installate sul mio finale (preso usato ovviamente), cosa che spero di appurare quanto prima.

Va anche detto che quando si parla di valvolari l'argomento distorsione è sempre ostico da affrontare, ed è secondo come fonte di litigi forse solo alla questione "cavi" e se gli Odin 2 della nordost valgano o no i 20mila euro al metro che costano. Per quanto mi riguarda non ho nessuna intenzione di dire nemmeno sotto tortura cosa penso io dei cavi, Odin 2 compresi, anche perchè non si mettono per iscritto cose che potrebbero poi essere fonti di denunce legali...
Comunque ci sono costruttori/assemblatori come Skunk Design che deplorano i valvolari con bassa distorsione sconsigliandone pubblicamente l'acquisto perchè con valori di distorsioni inferiori allo 0,05% un valvolare suonerebbe come uno stato solido e quindi non ha senso comprarlo. Se questa affermazione sia vera o no non ho modo di verificarlo, ma sul fatto che un valvolare che suona come uno S.S. abbia poco senso acquistarlo sono abbastanza d'accordo.
In generale sulla questione Hi-Fi e valvolari, la mia idea e che se con Hi-Fi, si intende (come è giusto che sia) la massima neutralità, nessun valvolare dovrebbe essere considerato Hi-Fi dal momento che valvole anche dello stesso tipo ma di marche diverse (figurarsi di tipo diverso) producono colorazioni differenti. Dunque è innegabile che la colorazione sia comunque una caratteristica dei valvolari e che in quanto tale non si possa parlare di Hi-Fi in senso stretto con nessun valvolare. Poi perchè secondo alcuni suonino "meglio" e a cosa questo sia dovuto credo sia difficilmente dimostrabile strumentalmente (al di la della questione banale delle armoniche pari e dispari che peraltro nel caso di valvolari in push pull e vera solo fino a un certo punto), e forse sta proprio li il fascino di questo tipo di amplificatori.

Infine sempre cercando su youtube "Marshall 9200 Hi-Fi B&W 801" si trovano due video di un francese, un certo Julien K, che utilizza questo ampli per uso hifi. Di video ce ne sono diversi in realtà, ma questi di Julien K, sono interessanti (più che altro i commenti) in quanto ha fatto diverse prove con diversi set di valvole di tipo e marca differente, beato lui che se lo può permettere dato che un ottetto matched costa dai 500 Euro delle Sovtek in su. E non voglio nemmeno sapere quanto costa un ottetto di EL34 Mullard Matched come quelle che ha provato lui, per poi tornare sulle 6L6 perchè di tonalità più calda (cosa su cui quasi tutti, me compreso, concordano).

Comunque "alla fine della fiera" ho deciso che valeva la pena spendere questi 5-600 Euro per portarmi a casa il 9200, provarlo e vedere se le mie orecchie mi dicevano di tenerlo o rimetterlo in vendita.
Come dicevo in altro post, in gamma medio alta e anche medio bassa ne sono MOLTO soddisfatto. In gamma bassa invece per niente. Tra l'altro ieri l'ho configurato in bi amp con le casse grandi e devo dire che i consigli ricevuti sul tenerlo solo sui medio alti e mettere uno S.S sui bassi accantonando l'idea del crossover passivo erano buoni consigli.
Valuterò comunque se la questione dei bassi possa dipendere dallo stato delle valvole o no, sia perchè voglio capirlo per mia curiosità, sia perchè le Allison One dovrebbero essere modificate per essere biamplificate e non ha senso farlo se sostituendo le valvole il finale suonasse bene anche in gamma bassa.

Spero che tutto questo possa essere utile a qualcuno. Di informazioni sulla questione Marshall 9200 hi-fi in rete non c'è molto e quel poco che c'è, è sparpagliato a destra e sinistra, quindi un "recap" lo ritengo utile per chi fosse potenzialmente interessato, oltre al fatto sempre importante di arricchire di contenuti la piattaforma che mi ospita (peccato che non possa mettere i link ma ho risolto diversamente).
L'unica valutazione realmente oggettiva (a mio avviso) è quella strumentale del tecnico inglese su Youtube "Marshall EL34 50/50 power check" e a chi fosse interessato suggerisco di partire da li.
Il resto che si trova in rete è bene leggerlo/guardarlo ma va preso con il beneficio d'inventario. E come è giusto che sia, alla fine, il giudice ultimo sono le orecchie.

Gumbo
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 20.06.22
Numero di messaggi : 13
Provincia : Teramo
Impianto : Ampli: Pre Valvolare Dynavox, Stato Solido Tensai, Finale Valvolare Marshall 9200 100+100rms, Stato solido 2 x Hiletron 70W RMS o 200 a ponte, 1x Tensai 70W rms
Processori; Espansore di dinamica Pioneer, DBX100, Equalizzatore grafico Sansui.
Diffusori: Allison One 87db/m, Autocostruiti 1 (gamma estesa Pro RCF L12/31+ tweeter piezo) 99db/m, Autocostruiti 2 (Woofer RCF L18/551 + Unita RCF N580 in tromba RCF H6422), 100db/m biamplificati con crossover Cabre AS45
Piu, un altro po di roba obsoleta o che uso saltuariamente (Piastra Technics a 3 teste, compander N/R 1:2 2:1 Rotel, Analizzatore di spettro Rotel ecc.)

Torna in alto Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Re: Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

Messaggio Da arthur dent Lun 27 Giu 2022 - 14:04

Gumbo ha scritto:
Di certo mi da qualche dubbio sul fatto che la qualità dei bassi che non trovo soddisfacente possa dipendere dallo stato delle valvole installate sul mio finale (preso usato ovviamente), cosa che spero di appurare quanto prima.
Per la mia piccola esperienza (prendere con le pinze) sono proprio i trasformatori in uscita la "coperta un po' corta" dei valvolari e dei loro bassi (fermo restando il resto: tecnologia, matching, qualità...).
Ma non posso esprimermi di più perché non ho mai provato un Marshall per sentire musica.
arthur dent
arthur dent
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 01.12.14
Numero di messaggi : 513
Provincia : Macerata
Impianto : PC Foobar 2000 + wasapi/ usb DAC audiophonics U-sabre tcxo / Audioquest evergreen / Sansui AU 117 / Cambridge Audio Sirocco S30

Hackintosh / iTunes + Pure Music / usb DAC audiophonics U-sabre / cavo di segnale B&L / Rotel ra 311 / Goodmans Minister

A volte uso anche: Sure Electronics TA2024 / Scythe KRO Kraft
oppure Scythe SDAR 1100 / AKG K701WHT


Torna in alto Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Re: Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

Messaggio Da Gumbo Lun 27 Giu 2022 - 15:31

Grazie per la dritta Arthur Dent.
Il "problema" che affligge i bassi è dato dal fatto che in presenza di segnale molto energetico a una specifica frequenza (a orecchio direi 80-100hz) i bassi perdono di controllo e diventano un po' rimbombanti, non controllati/frenati. Inizialmente pensavo potesse dipendere da un andamento poco lineare della frequenza su carico reale.
Considerato pero' che gli altoparlanti con cui ho riscontrato questo problema hanno frequenza di risonanza a 50hz (e sono accordati in Bass Reflex più o meno alla stessa frequenza, in teoria il "rimbombo" dovrebbe avvenire più in basso, però non ho un analizzatore di spettro nelle orecchie (e il rotel l'ho prestato e ancora non mi rientra).
Come prima prova empirica ho pensato di collegare il finale agli altri woofer con frequenza di risonanza a 20hz e accordati a 40, e sentire che succede. Se il "rimbombo" (o enfasi che dir si voglia) rimane sulla stessa frequenza tenderei ad escludere possa essere causato dalla risposta su carico reale , in quanto teoricamente l'andamento del carico degli altoparlanti segue in gamma bassa quello della frequenza di risonanza.
Dunque se cambia di frequenza , c'è poco da fare se non stare attenti ai diffusori a cui accoppiarlo. Se invece non cambia di frequenza gli altri "indiziati" sono valvole e trasformatori che "non ce la fanno" o che distorcono.

Gumbo
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 20.06.22
Numero di messaggi : 13
Provincia : Teramo
Impianto : Ampli: Pre Valvolare Dynavox, Stato Solido Tensai, Finale Valvolare Marshall 9200 100+100rms, Stato solido 2 x Hiletron 70W RMS o 200 a ponte, 1x Tensai 70W rms
Processori; Espansore di dinamica Pioneer, DBX100, Equalizzatore grafico Sansui.
Diffusori: Allison One 87db/m, Autocostruiti 1 (gamma estesa Pro RCF L12/31+ tweeter piezo) 99db/m, Autocostruiti 2 (Woofer RCF L18/551 + Unita RCF N580 in tromba RCF H6422), 100db/m biamplificati con crossover Cabre AS45
Piu, un altro po di roba obsoleta o che uso saltuariamente (Piastra Technics a 3 teste, compander N/R 1:2 2:1 Rotel, Analizzatore di spettro Rotel ecc.)

Torna in alto Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Re: Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

Messaggio Da Gumbo Ven 1 Lug 2022 - 2:07

Oggi grazie al cugino appassionato di Hi-Fi e valvolari siamo finalmente riusciti a testare le valvole del Marshall. È risultato che le valvole di potenza sono tutte praticamente nuove e matched. Invece delle quattro valvole della sezione PRE le due ECC81 che svolgono funzione di inversione di fase sono ambedue da sostituire. Su una lo strumento indicava "replace" mentre l'altra, al controllo preliminare risultava avere un corto.
Sostituita la ECC81 in corto (ne avevamo di ricambio solo una purtroppo) il problema risultava interamente risolto (o quasi).
Visto il miglioramento ottenuto con la sostituzione di una sola delle due valvole da rimpiazzare e dato che non aveva portato l'oscilloscopio non abbiamo fatto alcuna verifica sulla distorsione da crossover e relativa regolazione del bias. Anche perché il venditore (negozio di Roma ben referenziato) aveva dichiarato di aver fatto verificare l'ampli e ritarare il Bias. Stante lo stato delle valvole di potenza, che come dicevo sembrerebbero nuove, è probabile che il tecnico che ha fatto le verifiche non abbia controllato le valvole della sezione pre. Tendenzialmente voglio sempre credere nella buona fede delle persone, e poi non ha senso non sostituire due valvole che se di buona qualità possono costare una 25ina di Euro cadauna, se uno se ne rende conto. Ancor più quando ce ne sono otto che costano almeno il doppio (cadauna) e che sono perfette.

Siamo poi passati a fare delle prove comparative utilizzando come pre il mio Dinavox TPR3 e il suo autocostruito su progetto nuova elettronica, mentre come finali sono stati usati il mio S.S usato nei giorni passati per comparare il Marshall 9200, il suo Dynaco ST70 e ovviamente il Marshall.
I due finali valvolari sono risultati molto simili in gamma bassa, entrambi ben più presenti del transistor. Il Dynaco ha bassi un po' più fermi/precisi però considerando il miglioramento ottenuto con la sostituzione di una sola valvola il Marshall dovrebbe migliorare ulteriormente sostituendo anche la seconda. Il Marshall sembra leggermente superiore all ST70 per tridimensionalità, e/o ha una tonalità leggermente più calda. Possibile che la differenza di tonalità a favore del Marshall e dei bassi a favore del ST70 siano dovute alle valvole differenti (6L6 del Marshall vs EL34 dell' ST70).
Il povero S.S. invece ne è uscito abbastanza massacrato. Quello che secondo me è un basso più fermo (anche dopo la sostituzione della valvola in corto) secondo lui e un basso "tagliato", poco presente.

"Quando suoniamo, il basso suona così, non come il tuo transistor ! Non e' il Marshall che gonfia, è il transistor che taglia !"

Eh vabbe', presa la cazziata (LOL) dico che ci può anche stare, perché uno si abitua a un certo suono e poi tutto quello che e diverso sembra "sbagliato".
Riguardo ai Pre (manco a dirlo) il "nuova elettronica" è sensibilmente più morbido, del TPR3, questa la differenza che salta di più all'orecchio.
Va anche detto che il TPR3 monta ancora le 6N3 cinesi di serie. Stavo aspettando questa prova per vedere se cambiarle o no, e su suggerimento del "cugino esperto" le sostituiro' con delle NOS 5670 General Electric o Sylvania.

Ricapitolando, dopo un check strumentale sullo stato delle valvole, e dopo un paio d'ore di comparazioni, sembrerebbe che me la sia cavata con poco (due ECC81) e che non ci siano particolari controindicazioni all'uso del Marshall come finale per uso "hi-fi" ferme restando le mie considerazioni espresse in precedenza sul fatto che se si ricerca la massima neutralità (e quindi fedeltà) è probabilmente meglio lasciar perdere i valvolari di qualsiasi tipo e marca.

Prossimo aggiornamento sulla questione, quando avrò installato le due ECC81 nuove, e nel frattempo avendo recuperato l'analizzatore di spettro farò qualche prova per comparare la linearità del Marshall agli altri.

Gumbo
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 20.06.22
Numero di messaggi : 13
Provincia : Teramo
Impianto : Ampli: Pre Valvolare Dynavox, Stato Solido Tensai, Finale Valvolare Marshall 9200 100+100rms, Stato solido 2 x Hiletron 70W RMS o 200 a ponte, 1x Tensai 70W rms
Processori; Espansore di dinamica Pioneer, DBX100, Equalizzatore grafico Sansui.
Diffusori: Allison One 87db/m, Autocostruiti 1 (gamma estesa Pro RCF L12/31+ tweeter piezo) 99db/m, Autocostruiti 2 (Woofer RCF L18/551 + Unita RCF N580 in tromba RCF H6422), 100db/m biamplificati con crossover Cabre AS45
Piu, un altro po di roba obsoleta o che uso saltuariamente (Piastra Technics a 3 teste, compander N/R 1:2 2:1 Rotel, Analizzatore di spettro Rotel ecc.)

Torna in alto Andare in basso

Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover Empty Re: Revamp Impianto Vintage, ampli valvolare e crossover

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.