T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.

Unisciti al forum, è facile e veloce

T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Sti maledetti cinesi...dac

Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da danilopace Mar 12 Mag 2020 - 17:01

Titolo provocatorio, scusate. E' che in questi giorni stavo riflettendo sul mercato dei DAC e ho notato che ultimamente qui, su altri forum e in tutti i vari gruppi facebook che frequento, ormai si parla quasi solo di DAC Topping, SMSL e pochi altri.
Non li ho mai provati, quindi faccio per parlare e non do' ovviamente giudizi, ma cos'è che vi fa preferire questi dac ad altri di noti marchi hi-fi?
Non leggo più di Arcam, Wadia, Rega, Micromega, Denafrips, ecc Non si parla nemmeno più di Baresford e di AudioGD.....al massimo ogni tanto si citano Project e Cambridge. Cosa sta succedendo? Sono rimasti tutti fermi e solo SMSL e Topping evolvono con la tecnica? Sono gli unici con un buon rapporto q/p?
Io non ho molta simpatia di SMSL...ho avuto un sacco di SMSL amplificatori...tutte le varie versioni dei chip Tripath. Tutti rivenduti dopo poco.
Quello che attira è solo il prezzo? Non credo, visto che gli ultimi arrivati di SMSL e Topping costano diverse centinaia di euro..

Non so perchè (l'audiofilo non è razionale) ma mi sono messo in testa di provare l'ARCAM IRDAC prima versione...è vecchio lo so, ma si porta a casa usato a cifre tra i 180 e i 250 euro. Ha senso oggi???

Grazie per l'attenzione.

danilopace
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 06.11.10
Numero di messaggi : 1527
Località : Rimini
Provincia : Rimini
Impianto :
Spoiler:
Impianto principale
SORGENTI: CD Sony XE220, Logitech Squeezebox Touch
DAC: Baresford Bushmaster TC-7530DC SFW1 + Alimentatore lineare Sonic Sound
PRE: XINDAK XA3200 MkII mod by Sonic Sound
FINALE: Quarter A Power Amp by Sonic Sound
DIFFUSORI: Indiana Line Tesi 560
CAVI DI POTENZA: Audioquest FLX-DB 14/4
CAVI DI SEGNALE: Unipolare aeronautico in teflon
CAVI DIGITALI: Unipolare aeronautico in teflon, Mogami 2964

Impianto cuffie
SORGENTI: Logitech Squeezebox Classic e Tablet Samsung Galaxy S2
DAC: Shiit Modi 2 Uber e Arcam rLink+T-Slap
AMPLI: A1 Clone Gold con OPA BB275
CUFFIE: Philips Fidelio X1
CAVO CUFFIE: In argento e teflon
CAVO DIGITALE: Mogami 2964

Impianto cuffie secondario
SORGENTE: Tablet Samsung Galaxy S2
DAC/AMPLI: FiiO E10
CUFFIE: Creative Aurvana Live!



Torna in alto Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Re: Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da ste-65 Mar 12 Mag 2020 - 18:01

Per quello che ne so l'IRDAC aveva uno dei migliori rapporto qualità/prezzo,certo si parla del 2013-2014.
Potrebbe aver senso se si badasse alle prestazioni sonore e perdonandogli l'assenza di funzionalità dei moderni DAC.
Tra i 180 e i 250 Euro se ne trovano molti,non solo cinesi.Provato a guardare in casa iFi o Shiit Audio?
ste-65
ste-65
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 25.02.19
Numero di messaggi : 72
Provincia : SOMMA LOMBARDO
Impianto : Sorgenti analogiche
Giradischi Technics SLBD20
Sorgenti digitali
Naim Audio CD3
Amplificatore Integrato
Musical Fidelity b1
Casse
Russel K Red-50


Torna in alto Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Re: Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da sportyerre Mar 12 Mag 2020 - 19:07

Mah, io quando vedo filtri digitali, una manopola che fa tutto, e pochi ingressi, scarto a prescindere.
Se poi sono cinesi anche la distribuzione e l'assistenza e costa più di 20€ non lo considero proprio, qualsiasi sia il prodotto
sportyerre
sportyerre
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 14.02.11
Numero di messaggi : 4008
Località : Milano
Provincia : MI
Occupazione/Hobby : R&D
Impianto : 230V Enel, Cotton fioc, Cyrus II + PSX, Pioneer BDP450, Thorens 166 BC +Cyrus Arm + Sumiko pearl, Cambridge Audio dacmagic 100 , DAC707 Superpro, Chromecast Audio, Teac TH380 Velodyne CHT8, Cambridge Audio MinX11 e 2 scatole da scarpe autocostruite con scarti trovati in casa.
Cuffie: Rega Ear MKII, Teac Ha-P50; Philips Fidelio X2, Sennheiser HD545 reference, Sennheiser MM450X, Grado SR60e, Fostex T50RP MK3, Sony WH1000 MX3 e un cassetto pieno di KZ e Xiaomi

Torna in alto Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Re: Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da Pinve Mer 13 Mag 2020 - 17:27

io ho beresford Cayman, Musical Fidelity V-dac e SMSL M7.
a parte il VDAC un pò anziano (molto morbido) posso dire che l'inglese ed il cinese suonano molto bene e non ho avuto guasti sinora.
Sono daccordo che una manopola che fa tutto sia imbarazzante e noiosissima.

La capacità di creare DAC sempre all'avanguardia da parte dei cinesi ed a costi medi (500 euro per un Topping D7Pro Sabre con Bluetooth e uscite bilanciate) spostano molto la scelta degli utilizzatori medi.  
Comprare un Denafrips da 3000 euro non è da tutti (su questo sito in classe T poi è difficile). Poi più si sale e più è difficile sentire grandi differenze.

Il mio prossimo Dac sarà probabilmente uno SCHIIT BIFROST 2 Multibit (americano), poco più costoso dei Top cinesi.
Pinve
Pinve
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 06.02.09
Numero di messaggi : 1394
Località : Italia
Provincia : Milano
Occupazione/Hobby : Musica, fotografia, orologi
Impianto : [spoiler="Impianti"]

Impianto principale
-----------------------
Apple IMAC
Cambridge Audio CXC
Schiit YGGY A2 Gen 5
Thorens TD 125 MKI + Sme 3009 S2 + AT 33EV MC
Musical Fidelity M1-Vinyl
Audio Research REF2 MKII
NUFORCE reference 9 SE Ver.3.01 Finali di potenza monofonici bilanciati 175W/8
Bellino Audiophile Hybris (casse open baffle)
Sonus Faber Concertino Home (casse reflex)
Cavi autocostruiti Mogami 2534 e AudioQuest Panther



Torna in alto Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Re: Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da sportyerre Mer 13 Mag 2020 - 18:04

500€ per un dac non è a mio parere un prezzo medio, è un furto.
In quello più bello ci saranno dentro 30€ di roba.
Considerando che il 90% del prezzo lo fanno il costo di sviluppo e il marketing, visto che in Cina non hanno né uno (copiare costa poco) né l'altro (eBay è quasi gratis), non si buttano così i soldi.
sportyerre
sportyerre
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 14.02.11
Numero di messaggi : 4008
Località : Milano
Provincia : MI
Occupazione/Hobby : R&D
Impianto : 230V Enel, Cotton fioc, Cyrus II + PSX, Pioneer BDP450, Thorens 166 BC +Cyrus Arm + Sumiko pearl, Cambridge Audio dacmagic 100 , DAC707 Superpro, Chromecast Audio, Teac TH380 Velodyne CHT8, Cambridge Audio MinX11 e 2 scatole da scarpe autocostruite con scarti trovati in casa.
Cuffie: Rega Ear MKII, Teac Ha-P50; Philips Fidelio X2, Sennheiser HD545 reference, Sennheiser MM450X, Grado SR60e, Fostex T50RP MK3, Sony WH1000 MX3 e un cassetto pieno di KZ e Xiaomi

Torna in alto Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Re: Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da giucam61 Gio 14 Mag 2020 - 0:52

@sportyerre ha scritto:500€ per un dac non è a mio parere un prezzo medio, è un furto.
In quello più bello ci saranno dentro 30€ di roba.
Considerando che il 90% del prezzo lo fanno il costo di sviluppo e il marketing,  visto che in Cina non hanno né uno (copiare costa poco) né l'altro (eBay è quasi gratis), non si buttano così i soldi.

Un furto mi sembra esagerato.
Chi dice poi che in Cina non facciano ricerca? Non ne sarei così sicuro... ...che poi i cinesi non ti siano simpatici è un altro discorso.

giucam61
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.09.15
Numero di messaggi : 8805
Provincia : verona
Occupazione/Hobby : lettura,sport
Impianto : .Nad c658, Audionirvana e altre cosette...

Torna in alto Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Re: Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da Pinve Gio 14 Mag 2020 - 9:35

in cina c'è altro che ricerca... sfornano migliaia di ingegneri ogni anno; mi pare finita la storia che copiano tutto (perchè i giapponesi cosa hanno fatto ? ed i Koreani ?).
Sul costo posso convenire, ma allora che dire dei denafrips, dei wadia ? Però questo è un hobby e si sa che un hobby si basa sulla brama di possesso del bene che ti piace.
Ciclismo ? prendo la bici ultraleggera, corsa, le ultime scarpe, francobolli ? le rarità, Hifi? quello che penso suoni meglio (e costa di più!) .... e così via.
Ho un dac della Fijo (il mio primo) che ho pagato penso 20 euro. dire che suona come il Cayman .... non credo.
Pinve
Pinve
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 06.02.09
Numero di messaggi : 1394
Località : Italia
Provincia : Milano
Occupazione/Hobby : Musica, fotografia, orologi
Impianto : [spoiler="Impianti"]

Impianto principale
-----------------------
Apple IMAC
Cambridge Audio CXC
Schiit YGGY A2 Gen 5
Thorens TD 125 MKI + Sme 3009 S2 + AT 33EV MC
Musical Fidelity M1-Vinyl
Audio Research REF2 MKII
NUFORCE reference 9 SE Ver.3.01 Finali di potenza monofonici bilanciati 175W/8
Bellino Audiophile Hybris (casse open baffle)
Sonus Faber Concertino Home (casse reflex)
Cavi autocostruiti Mogami 2534 e AudioQuest Panther



Torna in alto Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Re: Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da bonghittu Gio 14 Mag 2020 - 11:41

@sportyerre ha scritto: visto che in Cina non hanno né uno (copiare costa poco) né l'altro (eBay è quasi gratis), non si buttano così i soldi.

Affermazione poco condivisibile Sporty.


bonghittu
bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 4056
Località : Poetto Beach(CA)
Provincia : CA
Impianto :
Spoiler:


Telefunken RC-880





Torna in alto Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Re: Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da fileo Mar 6 Apr 2021 - 11:25

La nazionalità di un prodotto industriale tecnologico di oggi, è un concetto molto vago. Anche i (pochi) prodotti assemblati in Europa o in America, sono realizzati montando un mucchio di componentistica prodotta in Cina.
In Cina poi si produce di tutto, dalla robaccia dozzinale agli Iphone.
Ho appena comprato un dac Topping e devo dire che, oltre a suonare molto bene, è costruito con estrema cura.
Tra l'altro il chip montato (AK4493) è di produzione giapponese.

fileo
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 04.04.21
Numero di messaggi : 17
Provincia : Roma
Impianto : Topping E30, pre Audiometric A10P, finale Phonic Max 860, diffusori autocostruiti

Torna in alto Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Re: Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da ally Mar 6 Apr 2021 - 12:46

si sta parlando di tutto e di nulla. Ogni tanto bisognerebbe spulciare l'elenco componenti e decidere in base a quello. Magari prodotti "cinesi" di buon livello montano gli stessi integrati venduti a peso d'oro da produttori piu' blasonati. Ogni prodotto fa storia a se e andrebbe analizzato con attenzione. Cina non è pessimo a prescindere, Americano non è ottimo a prescindere e così via...

ally
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 18.03.18
Numero di messaggi : 163
Provincia : Padova
Impianto : alientek d8, kro craft, raspberry e volumio...

Torna in alto Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Re: Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da magostinelli Mar 6 Apr 2021 - 13:20

@ally ha scritto:si sta parlando di tutto e di nulla. Ogni tanto bisognerebbe spulciare l'elenco componenti e decidere in base a quello. Magari prodotti "cinesi" di buon livello montano gli stessi integrati venduti a peso d'oro da produttori piu' blasonati. Ogni prodotto fa storia a se e andrebbe analizzato con attenzione. Cina non è pessimo a prescindere, Americano non è ottimo a prescindere e così via...

Sono pienamente d'accordo con te!
Purtroppo ogni prodotto va analizzato a se, per le recensioni dobbiamo stare attenti anche li, ho sempre il timore di trovarne qualcuna sponsorizzata e non reale.

magostinelli
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 16.10.20
Numero di messaggi : 33
Provincia : Prato
Impianto : ...

Torna in alto Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Re: Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da joe1976 Mar 6 Apr 2021 - 14:02

il problema non sono i dac cinesi
ma i restanti a prezzi ingiustificabili
idem tante altre cose non solo nel mondo audio.
inoltre si porta la massa a pensare che anche un jack rca possa fare una differenza clamorosa figuriamoci un dac .
ben vengano le produzioni cinesi che producano con rapporto costo produzione/prezzo di vendita
ancora abbordabile.

joe1976
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 24.04.14
Numero di messaggi : 219
Provincia : aprilia
Impianto : diffusori diy 4 vie
47 ciare
30 e 20 monacor
tweeter beyma cp21f
pilotate in biamp
pre Lesahifi a valvole Faraday
crossover elettronico sui 47 a 50htz
nelson pass a mosfet 400w sui 47
carvin ts100 sul 3 vie
teac cd-z5000

klipsch RF25 +centrale stessa serie
Onkyo sintoamplificatore
CDP Pioneer







Torna in alto Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Re: Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da arthur dent Mar 6 Apr 2021 - 18:55

Buonasera danilopace.
Non leggo più di Arcam, Wadia, Rega, Micromega, Denafrips, ecc Non si parla nemmeno più di Baresford e di AudioGD...
Hai ragione, ma credo sia lo stesso motivo per cui si legge più raramente di McIntosh o Luxman che di chip Texas Instruments o Yamaha.
Siamo sul "T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nell'unico forum in cui 13812 utenti, con i loro 860765 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!"
L'elettronica di massa (quindi più accessibile a livello di costo) è prodotta in Cina, magari con altri marchi. Ma il know how ormai è pienamente acquisito anche dai produttori cinesi che aggrediscono il mercato con prezzi competitivi anche nella distribuzione.
Fin qui le banalità.
D'altro canto, però, il dac SMSL Sanskrit II che ho preso mi sembra buono indipendentemente dal prezzo, a partire dall'apetto e dalla cura nella realizzazione. Suona anche meglio dei miei dac con chip Sabre, ma ovviamente sto facendo confronti con altri prodotti di fascia non alta.
Mi pare che si stia ripetendo quanto ho già visto in altri settori e con altri nomi. Senza scomodare i Giapponesi che prima erano i copioni e adesso i maestri di tecnologia, ricordo che comprai la mia prima chitarra elettrica prodotta in Korea. I commenti erano "suona bene, anche se made in Korea". Venti anni dopo ho comprato un'altra chitarra made in Korea. "Suona bene, si sente che è fatta in Korea".
Forse è bene accettare che ormai l'elettronica è cinese.
Buona musica.
arthur dent
arthur dent
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 01.12.14
Numero di messaggi : 165
Provincia : Macerata
Impianto : PC Foobar 2000 + wasapi/ usb DAC audiophonics U-sabre tcxo / Audioquest evergreen / Sansui AU 117 / Cambridge Audio Sirocco S30

Hackintosh / iTunes + Pure Music / usb DAC audiophonics U-sabre / cavo di segnale B&L / Rotel ra 311 / Goodmans Minister

A volte uso anche: Sure Electronics TA2024 / Scythe KRO Kraft
oppure Scythe SDAR 1100 / AKG K701WHT


Torna in alto Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Re: Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da settore 7-g Mar 6 Apr 2021 - 19:49

@arthur dent ha scritto:
Siamo sul "T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nell'unico forum in cui 13812 utenti, con i loro 860765 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!"

Hai pensato anche al jingle? Laughing Laughing

Io sono fervente sostenitore del far politica alla cassa,ma riguardo alla diatriba cina/elettronica viene ormai da sorridere...

Riguardo il fatto che un dac da 500€ è esagerato, penso che qualsiasi elettronica, diffusori compresi, hanno rincari mostruosi se si valutano i singoli componenti.....quindi se hai un impianto amplificatore/diffusori da 5000€ e vuoi spenderne 500-1000 in un dac perchè te lo valorizza, ci sta!....se ne hai uno da 1000€...spendine 200 e stai sereno
settore 7-g
settore 7-g
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 13.04.08
Numero di messaggi : 1837
Località : Arezzo
Impianto :
Spoiler:

Sorgenti: MF VdacII + Varie + Thorens td160
Amplificatore: Pre-finale Naim
Diffusori : Claravox euritmica
Cavi: kimber-NVA
Cuffia: Beyer dt990 pro


Torna in alto Andare in basso

Sti maledetti cinesi...dac Empty Re: Sti maledetti cinesi...dac

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.