T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.

Chitarre diaboliche

Andare in basso

Chitarre diaboliche Empty Chitarre diaboliche

Messaggio Da ste-65 il Lun 8 Apr 2019 - 18:49

Nella teoria musicale il tritono è l'intervallo di quarta aumentata/eccedente o quinta diminuita (a seconda che lo si veda come quarta o come quinta): tra una nota e l'altra c'è una distanza di tre toni. Il tritono è anche la metà esatta di una ottava e per questo, ripetendo ciclicamente dei tritoni, l'orecchio umano non risulta più in grado di capire se l'intervallo è ascendente o discendente, generando l'omonimo paradosso. Questo intervallo è una delle maggiori dissonanze della scala diatonica, e durante il medioevo era chiamato diabolus in musica.
Non sembra inquietante?
Ho copiato ed incollato direttamente da Wikipedia dopo aver fatto una veloce ricerca nella quale mi sono imbattuto in cose di cui,onestamente,non capisco nulla.In estrema sintesi questa altro non è che la spiegazione più semplice che di cosa il tritono sia e che effetto abbia.
Il perchè di questa ricerca è che mi sono di recente imbattuto in un gruppo Prog-rock svizzero,i Sonar.Due chitarre:Stephan Thelen e Bernhard Wagner piu basso e batteria:Christian Kuntner e Manuel Pasquinelli,hanno pubblicato quattro albums,la loro caratteristica:suonano “chitarre Tritoniche”.
In buona sostanza gli accordi di una si sovrappongono all'altra suonando ad una distanza di tre toni fino che una di loro parte singolarmente in assoli.
Di per sé parrebbe monotono a sentirsi quanto a parlarne ma la buona base ritmica formata da un basso potente,corposo quanto incisivo e una batteria che pare un metronomo tanto è precisa e tecnica ne fanno un ascolto avvincente.Ad aumentare l'effetto cadenza la grancassa che batte all'unisono col basso dando una spinta ai woofers che,se hai il reflex posteriore,ti schiaccia le tende contro la finestra!
Bene,ho “youtubato” un po',molti i brani di buon impatto del gruppo messi in rete,poi mi sono deciso all'acquisto di “Vortex” ,il loro ultimo lavoro,dove l'ottima base ritmica delle chitarre e batteria più la possente presenza del basso viene arricchita dalla collaborazione di David Torn,noto chitarrista americano,i cui assoli di chitarra lacerano la rigidità delle composizioni.
7 tracce + una live.Linko da YouTube la mia preferita.
Ottimo,a chi piace il genere,anche l'album precedente:Black Light.
ste-65
ste-65
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 25.02.19
Numero di messaggi : 48
Provincia (Città) : SOMMA LOMBARDO
Impianto : Sorgenti analogiche
Giradischi Technics SLBD20
Sorgenti digitali
Naim Audio CD3
Amplificatore Integrato
Musical Fidelity b1
Casse
Russel K Red-50


Torna in alto Andare in basso

Chitarre diaboliche Empty Re: Chitarre diaboliche

Messaggio Da Olegol il Mer 10 Apr 2019 - 0:04

@ste-65 ha scritto:Nella teoria musicale il tritono è l'intervallo di quarta aumentata/eccedente o quinta diminuita (a seconda che lo si veda come quarta o come quinta): tra una nota e l'altra c'è una distanza di tre toni. Il tritono è anche la metà esatta di una ottava e per questo, ripetendo ciclicamente dei tritoni, l'orecchio umano non risulta più in grado di capire se l'intervallo è ascendente o discendente, generando l'omonimo paradosso. Questo intervallo è una delle maggiori dissonanze della scala diatonica, e durante il medioevo era chiamato diabolus in musica.
Non sembra inquietante?
Ho copiato ed incollato direttamente da Wikipedia dopo aver fatto una veloce ricerca nella quale mi sono imbattuto in cose di cui,onestamente,non capisco nulla.In estrema sintesi questa altro non è che la spiegazione più semplice che di cosa il tritono sia e che effetto abbia.
Il perchè di questa ricerca è che mi sono di recente imbattuto in un gruppo Prog-rock svizzero,i Sonar.Due chitarre:Stephan Thelen e Bernhard Wagner piu basso e batteria:Christian Kuntner e Manuel Pasquinelli,hanno pubblicato quattro albums,la loro caratteristica:suonano “chitarre Tritoniche”.
In buona sostanza gli accordi di una si sovrappongono all'altra suonando ad una distanza di tre toni fino che una di loro parte singolarmente in assoli.
Di per sé parrebbe monotono a sentirsi quanto a parlarne ma la buona base ritmica formata da un basso potente,corposo quanto incisivo e una batteria che pare un metronomo tanto è precisa e tecnica ne fanno un ascolto avvincente.Ad aumentare l'effetto cadenza la grancassa che batte all'unisono col basso dando una spinta ai woofers che,se hai il reflex posteriore,ti schiaccia le tende contro la finestra!
Bene,ho “youtubato” un po',molti i brani di buon impatto del gruppo messi in rete,poi mi sono deciso all'acquisto di “Vortex” ,il loro ultimo lavoro,dove l'ottima base ritmica delle chitarre e batteria più la possente presenza del basso viene arricchita dalla collaborazione di David Torn,noto chitarrista americano,i cui assoli di chitarra lacerano la rigidità delle composizioni.
7 tracce + una live.Linko da YouTube la mia preferita.
Ottimo,a chi piace il genere,anche l'album precedente:Black Light.





Nella ricerca musicale del gruppo e nell'organizzazione del materiale sonoro non ci sono solo intervalli di tritono ma diversi altri intervalli di varie tipologie che vengono organizzati in schemi predefiniti non tonali ma con rivolti a specchio che oggi chiamano Armonia negativa sulla tipologia del lavoro sviluppato da Jacob Collier, se pure di altra natura e tonale. Nel 1800 Ernst Levy citava nel suo trattato armonie a specchio senza mai chiamarle negative. Sarebbe troppo riduttivo utilizzare esclusivamente il tritono anche se partono dal concetto dei 3 toni mantenendo a volte nelle voci l'intervallo citato come riferimento e sviluppandolo con altri concatenamenti e procedimenti compositivi e improvvisativi. Se sei interessato a questo tipo di musica ti consiglio
stephan thelen - fractal guitar che è un capolavoro e uno dei dischi più interessanti usciti negli ultimi anni per quanto riguarda il mondo chitarristico e l'utilizzo di queste tipologie di tecniche a frammento di ispirazione minimalista e non solo ,mentre di Torn ti consiglio Frezen con Tim Berne ,Craig Taborn e Tom Rainey che sono musicisti prevalentemente di jazz moderno ma che supportano il Leader nella sua ricerca creando una sinergia che riporta la visione metafisica della chitarra Torniana sul pianeta terra rivelando tutte le sfumature del grande ispiratore e cesellatore di suoni/o.
Olegol
Olegol
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.03.15
Numero di messaggi : 1068
Provincia (Città) : RIMINI
Impianto : SPACE CYCLIC

Torna in alto Andare in basso

Chitarre diaboliche Empty Re: Chitarre diaboliche

Messaggio Da ste-65 il Mer 10 Apr 2019 - 5:16

Grazie Olegol, "Fractal guitar" è già nella mia wishlist su Bandcamp.
ste-65
ste-65
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 25.02.19
Numero di messaggi : 48
Provincia (Città) : SOMMA LOMBARDO
Impianto : Sorgenti analogiche
Giradischi Technics SLBD20
Sorgenti digitali
Naim Audio CD3
Amplificatore Integrato
Musical Fidelity b1
Casse
Russel K Red-50


Torna in alto Andare in basso

Chitarre diaboliche Empty Re: Chitarre diaboliche

Messaggio Da Olegol il Mer 10 Apr 2019 - 12:30

@ste-65 ha scritto:Grazie Olegol, "Fractal guitar" è già nella mia wishlist su Bandcamp.


Ok
Olegol
Olegol
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.03.15
Numero di messaggi : 1068
Provincia (Città) : RIMINI
Impianto : SPACE CYCLIC

Torna in alto Andare in basso

Chitarre diaboliche Empty Re: Chitarre diaboliche

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum