T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.

I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da lello64 il Gio 8 Mar 2018 - 23:46

una bellezza
ma devi avere un impianto che li riproduce per accorgertene
avatar
lello64
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 9551
Provincia (Città) : bologna
Impianto : x+y

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da lello64 il Gio 8 Mar 2018 - 23:54

mi spiego meglio
se si ascolta con due cassette scarse e un tamp cosa succede:



http://www.avmagazine.it/articoli/diffusori/16/t-amp-amplificatore-portatile_6.html

non arrivano proprio i bassi che si mangia il cat

per cui, ipoteticamente, uno può anche non accorgersi dell'effetto deleterio di queste che molti cialtroni definiscono con il romantico nome di "geometrie"
mentre altro non sono che semplicissime minchiate
avatar
lello64
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 9551
Provincia (Città) : bologna
Impianto : x+y

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da lello64 il Gio 8 Mar 2018 - 23:59

poi c'è l'altro caso
quello delle torri moderne mal collocate che buttano giù tanti di quei rimbombi che un taglio in basso non può far altro che bene
quello magari è contento del risultato... ma anche li... il proprietario delle torri... non si poteva comprare due casse cristiane invece di prendersi quelle minchiate con mille conetti gettati li a capocchia?
ecco....
avatar
lello64
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 9551
Provincia (Città) : bologna
Impianto : x+y

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da franzfranz il Ven 9 Mar 2018 - 0:36

mmmmm......e allora? che si fa?


edit:
Speriamo però che quelli di avmagazine almeno facciano le cose per bene, perchè dal primissimo rigo
c'è un errore madornale: il "T-Amp è 15w per canale" ????? forse nei loro sogni!!!
avatar
franzfranz
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 05.02.17
Numero di messaggi : 265
Provincia (Città) : Ragusa
Impianto : ....

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da dinamanu il Ven 9 Mar 2018 - 0:50

distrattamente ho seguito i loro problemi , di base e' un po' come la medicina non e' che si sa' proprio tutto...o tutto non e' chiaro ma lo e' il fatto che i problemi sono innumerevoli ,e' un sistema complesso il rapporto tra diffusore ed ampli ,e' bidirezionale soggetto ad interferenze ,sono delle antenne del resto.... capacita resistenza induttanza ossidazione ,distorsioni geometrie e dielettrico etc
in effetti ben pochi sanno il perche l'argento suoni diversamente dal rame , io puo'Hehe Hehe
ritengo i cat pessimi troppa capacita ,molti ampli si incazzano io ho risolto con i supra economici e non me ne fotte se possa suonare diversamente del 5% ci sono troppi ampli da costruire quelli si che fanno la differenza !!
avatar
dinamanu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 3828
Provincia (Città) : A
Impianto : B

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da dinamanu il Ven 9 Mar 2018 - 0:58

uno dei problemi del T e' proprio il filtro di uscita che interagisce con i diffusori...
si risolve banalmente gettandolo dalla finestra
avatar
dinamanu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 3828
Provincia (Città) : A
Impianto : B

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da franzfranz il Ven 9 Mar 2018 - 3:30

@dinamanu ha scritto:distrattamente ho seguito i loro problemi , di base e' un po' come la medicina non e' che si sa' proprio tutto...o tutto non e' chiaro ma lo e' il fatto che  i problemi sono innumerevoli ,e' un sistema complesso il rapporto tra diffusore ed ampli ,e' bidirezionale soggetto ad interferenze ,sono delle antenne del resto.... capacita resistenza induttanza ossidazione ,distorsioni geometrie e dielettrico etc
in effetti ben pochi sanno il perche l'argento suoni diversamente  dal rame , io puo'Hehe Hehe  
ritengo i cat pessimi troppa capacita ,molti ampli si incazzano io ho risolto con i supra economici e non me ne fotte se possa suonare diversamente del 5% ci sono troppi ampli da costruire quelli si che fanno la differenza !!


La capacità aumenta distanziando i due poli, qui sono intrecciati, come mai è alta? Non c'è un modo di evitarlo?
avatar
franzfranz
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 05.02.17
Numero di messaggi : 265
Provincia (Città) : Ragusa
Impianto : ....

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da sportyerre il Ven 9 Mar 2018 - 7:26

@franzfranz ha scritto:
@dinamanu ha scritto:distrattamente ho seguito i loro problemi , di base e' un po' come la medicina non e' che si sa' proprio tutto...o tutto non e' chiaro ma lo e' il fatto che  i problemi sono innumerevoli ,e' un sistema complesso il rapporto tra diffusore ed ampli ,e' bidirezionale soggetto ad interferenze ,sono delle antenne del resto.... capacita resistenza induttanza ossidazione ,distorsioni geometrie e dielettrico etc
in effetti ben pochi sanno il perche l'argento suoni diversamente  dal rame , io puo'Hehe Hehe  
ritengo i cat pessimi troppa capacita ,molti ampli si incazzano io ho risolto con i supra economici e non me ne fotte se possa suonare diversamente del 5% ci sono troppi ampli da costruire quelli si che fanno la differenza !!


La capacità aumenta distanziando i due poli, qui sono intrecciati, come mai è alta? Non c'è un modo di evitarlo?
Diminuisce
avatar
sportyerre
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 14.02.11
Numero di messaggi : 2563
Località : Milano
Occupazione/Hobby : R&D
Provincia (Città) : MI
Impianto : 230V Enel, Cotton fioc, Cyrus II + PSX, Pioneer BDP450, Thorens 166 BC +Cyrus Arm + Sumiko pearl, Cambridge Audio dacmagic 100 , DAC707 Superpro, Chromecast Audio, Teac TH380 Velodyne CHT8, Cambridge Audio MinX11 e 2 scatole da scarpe autocostruite con scarti trovati in casa
Rega Ear MKII, Teac Ha-P50; Philips Fidelio X2, Sennheiser HD545 reference, Sennheiser MM450X, Grado SR60e, Fostex T50RP MK3 e un cassetto pieno di KZ e Xiaomi

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da iSalv il Ven 9 Mar 2018 - 8:11

Raga il cavo in questione l ho devo utilizzare per due diffusori autocostruiti fostex.

I modelli che posseggo sono l fe103n e l fe168ez. Per come sono conosciuti i medio alti sono un passo in avanti e sinceramente mi aspetto un buon equilibrio con questi cavi una volta rodati.

Non ho potuto dare un giudizio ieri perche come prima volta e stando a quello che consiglia TNT devono rodare.

Quindi serve solo tanta pazienza per ottenere i risultati.

Anche le piccole fe103n inizialmente mi avevano deluso..dopo circa 100 ore di ascolto....magia!
avatar
iSalv
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 27.04.11
Numero di messaggi : 281
Località : Massafra
Provincia (Città) : Taranto
Impianto : Fonte : PcWinVista/iMac/Ubuntustudio - Dac : Xiang Sheng 01A - Ampli : Pioneer A-701R - Breeze Audio TPA3116 - Lettore CD : Teac CD-P1120 - Philips CD618 - Diffusori : Altec Lansing Challenger 20 - Zigmahornet Fostex FE103en - Fostex FE168ez - Cavi : potenza, segnale, coassiale (autocostruiti) - Cuffie : Sony mdr-x100 - Sennheiser HD 471i

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da sportyerre il Ven 9 Mar 2018 - 8:37

@iSalv ha scritto:... un buon equilibrio con questi cavi una volta rodati.

avatar
sportyerre
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 14.02.11
Numero di messaggi : 2563
Località : Milano
Occupazione/Hobby : R&D
Provincia (Città) : MI
Impianto : 230V Enel, Cotton fioc, Cyrus II + PSX, Pioneer BDP450, Thorens 166 BC +Cyrus Arm + Sumiko pearl, Cambridge Audio dacmagic 100 , DAC707 Superpro, Chromecast Audio, Teac TH380 Velodyne CHT8, Cambridge Audio MinX11 e 2 scatole da scarpe autocostruite con scarti trovati in casa
Rega Ear MKII, Teac Ha-P50; Philips Fidelio X2, Sennheiser HD545 reference, Sennheiser MM450X, Grado SR60e, Fostex T50RP MK3 e un cassetto pieno di KZ e Xiaomi

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da dinamanu il Ven 9 Mar 2018 - 9:20

@iSalv ha scritto:
Quindi serve solo tanta pazienza per ottenere i risultati.

in un paio di ore risolvi alla grande !
amp
avatar
dinamanu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 3828
Provincia (Città) : A
Impianto : B

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da iSalv il Ven 9 Mar 2018 - 10:15

@sportyerre ha scritto:
@iSalv ha scritto:... un buon equilibrio con questi cavi una volta rodati.



Per equilibrio intendo un ascolto ottimale sempre in proporzione alla catena!
avatar
iSalv
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 27.04.11
Numero di messaggi : 281
Località : Massafra
Provincia (Città) : Taranto
Impianto : Fonte : PcWinVista/iMac/Ubuntustudio - Dac : Xiang Sheng 01A - Ampli : Pioneer A-701R - Breeze Audio TPA3116 - Lettore CD : Teac CD-P1120 - Philips CD618 - Diffusori : Altec Lansing Challenger 20 - Zigmahornet Fostex FE103en - Fostex FE168ez - Cavi : potenza, segnale, coassiale (autocostruiti) - Cuffie : Sony mdr-x100 - Sennheiser HD 471i

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da sportyerre il Ven 9 Mar 2018 - 10:20

@iSalv ha scritto:
@sportyerre ha scritto:
@iSalv ha scritto:... un buon equilibrio con questi cavi una volta rodati.



Per equilibrio intendo un ascolto ottimale sempre in proporzione alla catena!

si si, ma le scimmie erano riferite al rodaggio dei cavi.
Un concetto che mi irrita: non è che gli elettroni stiano lì fermi ad aspettare che gli si dia una spinta con l'amplificatore, sono già di loro natura ipercinetici
avatar
sportyerre
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 14.02.11
Numero di messaggi : 2563
Località : Milano
Occupazione/Hobby : R&D
Provincia (Città) : MI
Impianto : 230V Enel, Cotton fioc, Cyrus II + PSX, Pioneer BDP450, Thorens 166 BC +Cyrus Arm + Sumiko pearl, Cambridge Audio dacmagic 100 , DAC707 Superpro, Chromecast Audio, Teac TH380 Velodyne CHT8, Cambridge Audio MinX11 e 2 scatole da scarpe autocostruite con scarti trovati in casa
Rega Ear MKII, Teac Ha-P50; Philips Fidelio X2, Sennheiser HD545 reference, Sennheiser MM450X, Grado SR60e, Fostex T50RP MK3 e un cassetto pieno di KZ e Xiaomi

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da dinamanu il Ven 9 Mar 2018 - 13:38

veramente l' elettrone si muove in un cavo 80cm all'ora !! Twisted Evil
avatar
dinamanu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 3828
Provincia (Città) : A
Impianto : B

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da sportyerre il Ven 9 Mar 2018 - 15:23

@dinamanu ha scritto:veramente l' elettrone si muove in un cavo  80cm all'ora !!  Twisted Evil
E la quantistica dice che ci sono poche probabilità di ritrovarlo tra milioni di altri elettroni
Laughing
avatar
sportyerre
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 14.02.11
Numero di messaggi : 2563
Località : Milano
Occupazione/Hobby : R&D
Provincia (Città) : MI
Impianto : 230V Enel, Cotton fioc, Cyrus II + PSX, Pioneer BDP450, Thorens 166 BC +Cyrus Arm + Sumiko pearl, Cambridge Audio dacmagic 100 , DAC707 Superpro, Chromecast Audio, Teac TH380 Velodyne CHT8, Cambridge Audio MinX11 e 2 scatole da scarpe autocostruite con scarti trovati in casa
Rega Ear MKII, Teac Ha-P50; Philips Fidelio X2, Sennheiser HD545 reference, Sennheiser MM450X, Grado SR60e, Fostex T50RP MK3 e un cassetto pieno di KZ e Xiaomi

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da franzfranz il Ven 9 Mar 2018 - 15:55

@sportyerre ha scritto:
@franzfranz ha scritto:
@dinamanu ha scritto:distrattamente ho seguito i loro problemi , di base e' un po' come la medicina non e' che si sa' proprio tutto...o tutto non e' chiaro ma lo e' il fatto che  i problemi sono innumerevoli ,e' un sistema complesso il rapporto tra diffusore ed ampli ,e' bidirezionale soggetto ad interferenze ,sono delle antenne del resto.... capacita resistenza induttanza ossidazione ,distorsioni geometrie e dielettrico etc
in effetti ben pochi sanno il perche l'argento suoni diversamente  dal rame , io puo'Hehe Hehe  
ritengo i cat pessimi troppa capacita ,molti ampli si incazzano io ho risolto con i supra economici e non me ne fotte se possa suonare diversamente del 5% ci sono troppi ampli da costruire quelli si che fanno la differenza !!


La capacità aumenta distanziando i due poli, qui sono intrecciati, come mai è alta? Non c'è un modo di evitarlo?
Diminuisce


Mettetevi d'accordo,Lello dice che è troppa! ed io so che aumenta distanziando i cavi...
quindi, ricapitolando: intrecciando i cavi la capacità diminuisce. E allora èerchè nel cat5 è troppa?
avatar
franzfranz
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 05.02.17
Numero di messaggi : 265
Provincia (Città) : Ragusa
Impianto : ....

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da lello64 il Ven 9 Mar 2018 - 16:12

@franzfranz ha scritto:
Mettetevi d'accordo,Lello dice che è troppa! ed io so che aumenta distanziando i cavi...
quindi, ricapitolando: intrecciando i cavi la capacità diminuisce. E allora èerchè nel cat5 è troppa?

io ho detto che ha un comportamento che è quello di un filtro
non ho parlato di come si comporta il filtro portandolo ad assumere le sembianze di una induttanza piuttosto che di una capacità
quello che dico io è: ma comprarsi una bella piattina di qualità e sezione adeguata infischiandosene del colore, dell'aspetto e godendo del suono normale?
avatar
lello64
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 9551
Provincia (Città) : bologna
Impianto : x+y

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da Olegol il Sab 10 Mar 2018 - 10:55

[quote="franzfranz"]
@sportyerre ha scritto:
@franzfranz ha scritto:


La capacità aumenta distanziando i due poli, qui sono intrecciati, come mai è alta? Non c'è un modo di evitarlo?
Diminuisce[/quote


Mettetevi d'accordo,Lello dice che è troppa! ed io so che aumenta distanziando i cavi...
quindi, ricapitolando: intrecciando i cavi la capacità diminuisce. E allora èerchè nel cat5 è troppa?

Per fare un minimo di chiarezza :
Il cavo cat5 ha una capacità di fondo piuttosto alta e mettendo insieme i vari trefoli , aumenta in proporzione alla lunghezza sommando quella di ogni filo nato per essere utilizzato in un collegamento separato, ma quello che aumenta maggiormente ,con questo progetto, è l'induttanza e la risposta in frequenza sulla banda audio cambia dando risultati diversi a seconda delle catene perchè si crea un filtro passa banda che interagisce sul risultato. Un cavo semplice , intrecciato a 2, generalmente ha dei valori minori di C e L e sopratutto una resistenza minore . La logica suggerisce di inserire un cavo semplice e proporzionato come spessore all'amplificatore e alla distanza cercando un compromesso fra lunghezza e sezione che è inversamente proporzionale alla resistenza. Dododichè si passa alla pratica montando delle banane senza fare nessuna saldatura e avere un contatto il più possibile pulito e diretto. Se avete ponticelli sui diffusori toglieteli e montate al loro posto uno spezzone dello stesso cavo utilizzato. I cavi di potenza dovrebbero ,per brevi distanze, essere il più possibili semplici e visto che le tensioni in gioco ,sono più alte rispetto a un cavo di segnale, minor resistenza hanno più sono adatti al loro scopo. Come tutte le macchine elettriche sottoposte a tensioni e correnti anche loro necessitano di un tempo minimo di adattamento alla catena visto che comunque sia, sono in gioco delle Forze elettriche e fisiche. I tempi sono minimi e non certamente giorni come alcuni descrivono. Un cavo sollecitato elettricamente si adatta dopo poco tempo alla nuova situazione e le differenze fra tipologie diverse di materiale costruttivo hanno effetti minimi sul risultato finale perchè le componenti in gioco sono troppe per garantire un linearità di fondo che è sempre relativa. In definitiva,le proporzioni della sezione ,in rapporto alla lunghezza e all'impedenza del carico e alla potenza dell'amplificatore , sono le variabili che possono fare apprezzare qualche cambiamento nella configurazione considerando cavi che abbiano più o meno le stesse caratteristiche delle altre variabili citate. (L elevata del diffusore - sezione minore, L bassa del diffusore - sezione maggiore). Gli esperimenti che si fanno servono per cercare una linearità maggiore nella catena eliminando,per quanto possibile, l'equalizzazione provocata dai collegamento e per alcune situazioni dovute sopratutto alle rifrazioni dell'ambiente, una tipologia con valori e risultati per alcuni non idonei per altri può diventare accettabile ed è qui che le variabili contribuiscono a dare dei risultati diversificati che in alcune catene non sono accettabili mentre in altre, con lo stesso prodotto, lo sono. In definitiva,solo l'orecchio può discriminare e accettare o meno il risultato conseguito considerandolo adatto allo scopo.
avatar
Olegol
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.03.15
Numero di messaggi : 1000
Provincia (Città) : RIMINI
Impianto : SPACE CYCLIC

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da franzfranz il Sab 10 Mar 2018 - 12:17

Aaaaaaaaaahhhhhhh!!! Una bella spiegazione!!!!
Da quel che ho capito, si potrebbe provare allora a farlo con metà dei fili, l'induttanza dovrebbe essere minore!
A me servirebbe da 1.5m max per canale....
avatar
franzfranz
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 05.02.17
Numero di messaggi : 265
Provincia (Città) : Ragusa
Impianto : ....

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da sportyerre il Sab 10 Mar 2018 - 16:10

Allora chiariamo la legge fisica del condensatore:
La capacità aumenta avvicinando e/o aumentando la superficie dei 2 i due "elettrodi".

Il cavo CAT è stato sviluppato per trasmettere il più lontano possibile segnali con una banda di frequenze molto più ampia di quella audio cercando di bilanciare l'effetto capacitivo con quello induttivo.
La resistenza diminuisce aumentando la sezione e aumenta aumentando la lunghezza.
Quale effetto fisico può creare una treccia fatta con tre CAT?
Il cavo è più lungo, quasi il doppio, mettendone tre in parallelo diminuisce un po.
La capacita parallela sale di molto, probabilmente più del triplo viste le capacità aggiunte tra i tre cavi (diciamo che tra lunghezza e parallelo diventa quattro volte più alta?)
L'effetto induttivo in parallelo invece potenzialmente diminuisce, ma la treccia ne aggiunge altra e in maniera assolutamente imprevedibile.
A meno di avere tweeter "taglienti" a mio parere è una configurazione inutile. Un cavo singolo cat fa già il suo mestiere.
Ma io non riesco a sentire i miracoli dei cavi

PS scrito da smartphone senza occhiali. Scusate se è illeggibile
avatar
sportyerre
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 14.02.11
Numero di messaggi : 2563
Località : Milano
Occupazione/Hobby : R&D
Provincia (Città) : MI
Impianto : 230V Enel, Cotton fioc, Cyrus II + PSX, Pioneer BDP450, Thorens 166 BC +Cyrus Arm + Sumiko pearl, Cambridge Audio dacmagic 100 , DAC707 Superpro, Chromecast Audio, Teac TH380 Velodyne CHT8, Cambridge Audio MinX11 e 2 scatole da scarpe autocostruite con scarti trovati in casa
Rega Ear MKII, Teac Ha-P50; Philips Fidelio X2, Sennheiser HD545 reference, Sennheiser MM450X, Grado SR60e, Fostex T50RP MK3 e un cassetto pieno di KZ e Xiaomi

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da Olegol il Sab 10 Mar 2018 - 19:02

@sportyerre ha scritto:Allora chiariamo la legge fisica del condensatore:
La capacità aumenta avvicinando e/o aumentando la superficie dei 2 i due "elettrodi".

Il cavo CAT è stato sviluppato per trasmettere il più lontano possibile segnali con una banda di frequenze molto più ampia di quella audio cercando di bilanciare l'effetto capacitivo con quello induttivo.
La resistenza diminuisce aumentando la sezione e aumenta aumentando la lunghezza.
Quale effetto fisico può creare una treccia fatta con tre CAT?
Il cavo è più lungo, quasi il doppio, mettendone tre in parallelo diminuisce un po.
La capacita parallela sale di molto, probabilmente più del triplo viste le capacità aggiunte tra i tre cavi (diciamo che tra lunghezza e parallelo diventa quattro volte più alta?)
L'effetto induttivo in parallelo invece potenzialmente diminuisce, ma la treccia ne aggiunge altra e in maniera assolutamente imprevedibile.
A meno di avere tweeter "taglienti" a mio parere è una configurazione inutile. Un cavo singolo cat fa già il suo mestiere.
Ma io non riesco a sentire i miracoli dei cavi

PS scrito da smartphone senza occhiali. Scusate se è illeggibile

I cavi di collegamento non devono fare i miracoli ma semplicemente essere il più relativamente possibile lineari ma risulta pressochè impossibile per cui ogni configurazione avrà caratteristiche diverse con i valori in gioco dei parametri elettrici. L'ambiente poi è determinante al 50- 60 per cento per cui fatti un pò di conti qualsiasi considerazione al di fuori del proprio ambiente è semplicemente fuorviante e contribuisce ad accentare le differenze dei cavi che non sono altro che fenomeni soggettivi e legati a un ambiente e a delle elettroniche presenti in quel luogo. Il cavo ideale è quello che non c'è si dice, ma purtroppo ,ancora, non ci sono all'orizzonte soluzioni diverse per cui una volta inserito ,occorre tenerne conto e valutarlo sulla propria catena .Se il rendimento è accettabile per il nostro orecchio, fa il suo dovere altrimenti si prova altro che ci possa soddisfare anche se con le stesse elettroniche è molto improbabile che ci siano stravolgimenti importanti. La coperta è sempre quella e/o un piccolo taglio sopra o sotto sono sottigliezze che non variano più di tanto il risultato complessivo ma probabilmente contribuiscono a una soddisfazione personale che ci gratifica maggiormente.

Se i tweeter danno risultati pessimi il progetto dei diffusori è da scartare a priori ancor prima di aggiungere altro e cercare di correggerli o attenuarli con cavi è una scelta errata in partenza. Se una elettronica ha una impronta sonora di un certo tipo quello è il suo DNA e così sempre sarà.
avatar
Olegol
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.03.15
Numero di messaggi : 1000
Provincia (Città) : RIMINI
Impianto : SPACE CYCLIC

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da lello64 il Sab 10 Mar 2018 - 19:28

@Olegol ha scritto:
Il cavo ideale è quello che non c'è si dice, ma purtroppo ,ancora, non ci sono all'orizzonte soluzioni diverse  per cui una volta inserito ,occorre tenerne conto e valutarlo sulla propria catena .

dato che su questo siamo tutti d'accordo, chi tende a metterci meno del suo, una qualunque piattina di diametro adeguato o uno di questi intrecci?
o magari uno di quei mit con uno scatolotto incorporato... tanto per capire...
avatar
lello64
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 9551
Provincia (Città) : bologna
Impianto : x+y

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da Olegol il Sab 10 Mar 2018 - 20:08

@lello64 ha scritto:
@Olegol ha scritto:
Il cavo ideale è quello che non c'è si dice, ma purtroppo ,ancora, non ci sono all'orizzonte soluzioni diverse  per cui una volta inserito ,occorre tenerne conto e valutarlo sulla propria catena .

dato che su questo siamo tutti d'accordo, chi tende a metterci meno del suo, una qualunque piattina di diametro adeguato o uno di questi intrecci?
o magari uno di quei mit con uno scatolotto incorporato... tanto per capire...

I cavi a piattina andrebbero possibilmente aperti e sfilati e perlomeno twistati per ridurre le interferenze magnetiche visto che non si fanno percorsi di decine di metri in genere ,ma alla luce dei conti fatti, se sono costruiti con una buona geometria del rame interno e possibilmente col minor apporto di ossigeno per l'eventuale ossidazione che si presenterà in seguito, teoricamente sono da preferire a configurazioni e geometrie complesse e con componenti aggiuntivi , ma come ripeto, solo il nostro personale orecchio è il giudice di quello che ci aggrada . La soggettività uditiva non è quantificabile e la riproduzione è solo un surrogato di un evento sonoro reale che ha caratteristiche di percezione totalmente diverse da quello riprodotto.
avatar
Olegol
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.03.15
Numero di messaggi : 1000
Provincia (Città) : RIMINI
Impianto : SPACE CYCLIC

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da lello64 il Sab 10 Mar 2018 - 21:05

@Olegol ha scritto:
..... teoricamente sono da preferire a configurazioni e geometrie complesse e con componenti aggiuntivi , ma come ripeto, solo il nostro personale orecchio è il giudice di quello che ci aggrada

quindi il cavo che non c'è è il miglior cavo
da questo punto di vista un generico bipolare è teoricamente da preferire a configurazioni complesse
ma il nostro orecchio può farci preferire soluzioni più invasive perchè operano correzioni che vanno nel senso che ci aggrada?
ho capito bene?
avatar
lello64
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 9551
Provincia (Città) : bologna
Impianto : x+y

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da Olegol il Sab 10 Mar 2018 - 21:22

@lello64 ha scritto:
@Olegol ha scritto:
..... teoricamente sono da preferire a configurazioni e geometrie complesse e con componenti aggiuntivi , ma come ripeto, solo il nostro personale orecchio è il giudice di quello che ci aggrada

quindi il cavo che non c'è è il miglior cavo
da questo punto di vista un generico bipolare è teoricamente da preferire a configurazioni complesse
ma il nostro orecchio può farci preferire soluzioni più invasive perchè operano correzioni che vanno nel senso che ci aggrada?
ho capito bene?


Il cavo che non c'è è quello che dovrebbe essere in teoria e cioè un elemento completamente neutro ma purtroppo non esiste e per il resto è come hai capito.
avatar
Olegol
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.03.15
Numero di messaggi : 1000
Provincia (Città) : RIMINI
Impianto : SPACE CYCLIC

Torna in alto Andare in basso

Re: I miei primi cavi di potenza con cavo Cat5

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum