T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.

Chicago

Andare in basso

Chicago

Messaggio Da potowatax il Ven 12 Lug 2013 - 21:03

Salve,
oggi ho avuto modo di ascoltare un lavoro dei Chicago, il CD "XXX" e mi è piaciuto molto il loro sound che, come dire, sembra pieno, "grasso", con suoni di ottoni e synth di sapore analogico... (devo dire anche molto loudness style).
Qualcuno di voi ha qualche dritta su altri artisti con questo sound?

Grazie,
Gianni
avatar
potowatax
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 07.05.12
Numero di messaggi : 1673
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Scuola / Viandante
Provincia (Città) : Roma (IT) / Newmains (UK)
Impianto : Cliccare per leggere:
Spoiler:

---------------------------------------------------
SETUP PRINCIPALE

MEDIA PLAYER: Daphile con Logitech Music Server
CD PLAYER: Sony CDP 970
TRASPORTO: Audio-gd DI-V3s,
DAC: Bushmaster MK1
AMPLI: Denon PMA-520AE
CAVI SEGNALE: Proel autocostruiti con connettori Nakamichi
CAVO DI POTENZA: WURTH 2xAWG12 High resolution audio interconnecting cable
DIFFUSORI: Paradigm Atom Monitor V.7

---------------------------------------------------
SETUP IN CAMERA

SORGENTE: MacBook Pro late 2016,
STORAGE: Synology DS214se,
DAC/AMPLI CUFFIE: Fiio E10 / Little Dot I+
CUFFIE: Beyerdynamic DT990 Pro 250 Ohm, JVC HA-S400-B-E, Skullcandy Aviator

DIFFUSORI ATTIVI: Cambridge Soundworks digital 2.1[/size]
---------------------------------------------------
ASCOLTO ANALOGICO

TURNTABLE: Technics SL-d303 con testina AT3600
AMPLI: Technics SU-700 classe A
DIFFUSORI: Autocostruiti DCAAV Faital 3fe22

---------------------------------------------------
In panchina:
AMPLI: Breeze Audio TPA3116
DIFFUSORI: Vintage Sony SS-70[/size]


http://www.photoduets.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Chicago

Messaggio Da zamo il Gio 18 Lug 2013 - 18:59

Sono ancora troppo legato al loro primo album per ascoltarne altri ma proverò ad ascoltare anche questo XXX
avatar
zamo
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 27.05.11
Numero di messaggi : 1247
Località : orso
Provincia (Città) : bs
Impianto : molto vintage

Torna in alto Andare in basso

Re: Chicago

Messaggio Da Edoardo il Gio 18 Lug 2013 - 19:55

@potowatax ha scritto:Salve,
oggi ho avuto modo di ascoltare un lavoro dei Chicago, il CD "XXX" e mi è piaciuto molto il loro sound che, come dire, sembra pieno, "grasso", con suoni di ottoni e synth di sapore analogico... (devo dire anche molto loudness style).
Qualcuno di voi ha qualche dritta su altri artisti con questo sound?

Grazie,
Gianni
Non conosco questo disco, ma i grandi Chicago sono quelli dei primi album direi almeno fino all'ottavo. Poi la svolta AOR non è che mi faccia impazzire (anche se il vocione di Bill Champlin è sempre un bel sentire). Comunque per trovare riferimenti con quel sound (quello dei primi album appunto) ti consiglio di ascoltare naturalmente i Blood Sweat and Tears, che rappresentano un pò il contraltare dei Chicago. Maggiormente sperimentali, certamente in campo con uno spirito più innovativo sono una formazione che viene spesso accumunata ai Chicago per l'uso dei fiati, la proposta tra pop/rock soul e jazz e per la disinvolta commistione con la musica classica (mi ricordo qualcosa di satie....). Comunque sono in tutto e per tutto migliori dei Chicago sia come livello degli strumentisti che per la qualità delle composizioni. Per me dove cogli cogli bene (si anche gli ultimi e vituperati dischi restano ottimi album).

Poi se vuoi avere un riferimento inglese ti consiglio di ascoltarti gli If magica band dei primi settanta diretta da quel geniaccio, anche un pò furbacchione di Dick Morrissey. Gli If stendono (sul serio) per la straordinaria mobilità della sezione fiati, per la disinvolta capacità d'uso dei tempi dispari e per la fantasia melodica. Ti consiglio di ascoltarti tutto almeno fino a Waterfall del 1972. Poi si dice che abbiano sbracato.....sarà, ma a me piacciono anche quelli dopo. Creatività a mille che oggi ce la sogniamo.

Infine su vuoi tentare un percorso a ritroso sulla scia del jazz/rock/soul dei Chicago ascoltati innanzitutto i Flock di Jerry Goodman. Prima del salto nella Mahavishnu di McLaughlin, Goodman prestava il suo violino a questa magnifica formazione. Nati nel 1969 ma attivi fino al 79 (mi pare) hanno fatto tre dischi con marcate influenze blues (li scoprì John Mayall appunto....), ma soprattutto i primi due sono fulminanti per la varietà stilistica (qualche ancoraggio anche nella psicadelia....). Da riscoprire.....

Ancora meno conosciuti ma altrettanto seminali sono i Chase di Bill Chase. Trombettista fantastico proveniente dall'ultimo gregge di Woody Herman, e dell'astronave sonora di Maynard Ferguson  Bill Chase ebbe l'intuito di provare a imbastire una proposta jazz/rock con influenze soul in un periodo in cui solo Miles (e Don Ellis) provava a dire qualcosa in questo senso. Due dischi di una bellezza assoluta usciti solo dal 1971 rivelarono un'artista visionario pienamente nel flusso creativo del suo tempo con tante idee da farci cento dischi. Invece un incidente con un aereo nel 1974 mise fine alla sua vita e a quella del suo gruppo. Dei Chase, non si ricorda nessuno, difficili da incasellare, troppo avanzati per essere inseriti nelle storie della musica (meglio parlare di quel periodo dei soliti Pink Floyd et similia  tanto lo fanno tutti.....), invece sono gemme di abbacinante bellezza sotterrate dall'oblio e dalla noncuranza.

Infine ci sarebbe da risalire fino a Don Ellis.....ma  lascio a te se ne hai voglia e il tempo di scoprire quali meraviglie ci ha lasciato quest'altro maestro dimenticato.....
ciao ciao.
avatar
Edoardo
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 01.09.09
Numero di messaggi : 1213
Località : Rocca di Papa (RM)
Impianto :
Spoiler:

IMPIANTO PRINCIPALE
I:Amplificatore Naim Nait 5, CD Naim CD5i, PSU Naim Flatcap XS, giradischi Technics SL1200 MKII con Goldring 2300, Pre Phono Lehmann Black Cube, PC Compaq con HD Western Digital da 2 Terabyte, DAC ARCAM rDAC e Beresford Bushmaster, M2Tech Hiface II, cavi Mogami 2534 Naim SNAIC e Naim NACA5
Diffusori Klipsch Heresy III, Cuffie Beyerdynamic DT-990 Pro

IMPIANTI SECONDARI
II:Amplificatore NAD 352, CD NAD 525BEE, Sinto Pioneer F6MK2, Piastra cassette Akai GX75-MKII, cavi Gb&L e Supra Classic 6

III:Amplificatore KingRex T20+KingRex Pre+KingRex PSU, CD Harman Kardon HD750, Giradischi Project Debut Carbon con Ortofon Red, Pre-Phono Cambridge Audio 640P, cavi Mogami 2534 e Supra Classic 6.

IV: Amplificatore Yarland M34, CD Harman Kardon HD720, cavi Gb&L e Supra Classic 6.

Centralina TEC TC-616 che smista i tre impianti ai diffusori Ruark Prologue Reference One oppure Klipsch RB-81 su sostegni Norstone da 60 cm.


http://www.studiovegetazione.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Chicago

Messaggio Da RAMONE67 il Gio 18 Lug 2013 - 21:27

Per me, esclusi i live, solo i primi 5 sono degni d'attenzione. Il primo, come è noto, è un capolavoro mai più ripetuto.
avatar
RAMONE67
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 11.09.08
Numero di messaggi : 1268
Località : Attualmente ponente ligure. Nato e vissuto a Napoli.
Occupazione/Hobby : Garage punk, psichedelia, 60's sound e musica rock, blues, folk; fumetti Vertigo, letteratura russa
Provincia (Città) : depresso limitatamente al territorio nazionale
Impianto : Michell Gyrodeck, Denon dl 110, Denon dl 301 mk II, Lehmann Black Cube, Sony xb-920, Ipod Touch Nano + Onkyo ND-S1, Lampizator Dac, California Audio Labs Sigma II, Rose Rv23, Dared Sl2000A, Trends Audio, Icepower 50asx2, Tannoy Arden, Tannoy Chester
Cavi segnale: clone Jps Superconductor 2 , Nordost Blue Heaven
Cavi Potenza: Mit Avt1

Torna in alto Andare in basso

Re: Chicago

Messaggio Da andzoff il Ven 19 Lug 2013 - 6:47

@Edoardo ha scritto:... Comunque per trovare riferimenti con quel sound (quello dei primi album appunto) ti consiglio di ascoltare ...
Clap Clap Clap 
Non posso che congratularmi per la preparazione.
Grazie per le dritte, mi metto subito all'opera.Oki 

Il T-Forum è una ricchezza incredibile.
avatar
andzoff
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 01.07.11
Numero di messaggi : 1214
Località : Roma
Provincia (Città) : Roma
Impianto :
Spoiler:

Impianto A
Sorgente: WD TV Live
Alimentatore: Mean Well S-60-24
Ampli: Breeze Audio TPA3116
Diffusori: Scythe KroKraft Rev B

Impianto B
Alimentatore: Reyed Pincellone
Sorgente + Ampli: Mo-gu S800
Diffusori: Indiana Line Tesi 204

link al Mo-gu S800


Torna in alto Andare in basso

Re: Chicago

Messaggio Da rferrinid il Ven 19 Lug 2013 - 9:26

da ascoltare e meditare :" Transit Authority "
avatar
rferrinid
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 11.11.11
Numero di messaggi : 1645
Località :
Occupazione/Hobby :
Provincia (Città) : il cielo è sempre più blues
Impianto :
Spoiler:


1° Impianto
Dac Ess9018
Beyerdynamic DT990Pro
Docet 10/d
2° impianto (analogico)
Rega Rp2 - Grado Gold
Rotel ra 10
Wharfedale Diamond 220
lettore dvd philips
Fiio d3
in parcheggio:
Tpa 3116



Torna in alto Andare in basso

Re: Chicago

Messaggio Da zamo il Dom 21 Lug 2013 - 18:38

Fantastico Edoardo, io sarei un pochino più severo con la loro discografia. Anche il secondo album è bello il resto... ora scusata ma devo ascoltare "If you leave me now"
Very Happy 
avatar
zamo
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 27.05.11
Numero di messaggi : 1247
Località : orso
Provincia (Città) : bs
Impianto : molto vintage

Torna in alto Andare in basso

Re: Chicago

Messaggio Da RAMONE67 il Dom 21 Lug 2013 - 18:52

@zamo ha scritto: ora scusata ma devo ascoltare "If you leave me now"
Very Happy 
Don't know 
avatar
RAMONE67
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 11.09.08
Numero di messaggi : 1268
Località : Attualmente ponente ligure. Nato e vissuto a Napoli.
Occupazione/Hobby : Garage punk, psichedelia, 60's sound e musica rock, blues, folk; fumetti Vertigo, letteratura russa
Provincia (Città) : depresso limitatamente al territorio nazionale
Impianto : Michell Gyrodeck, Denon dl 110, Denon dl 301 mk II, Lehmann Black Cube, Sony xb-920, Ipod Touch Nano + Onkyo ND-S1, Lampizator Dac, California Audio Labs Sigma II, Rose Rv23, Dared Sl2000A, Trends Audio, Icepower 50asx2, Tannoy Arden, Tannoy Chester
Cavi segnale: clone Jps Superconductor 2 , Nordost Blue Heaven
Cavi Potenza: Mit Avt1

Torna in alto Andare in basso

Re: Chicago

Messaggio Da potowatax il Lun 22 Lug 2013 - 21:00

Ciao a tutti,
rispondo solo ora causa "vacanza"... Beer (sono appena tornato a Roma e anche per quest'anno ci siamo riusciti...)

Voglio ringraziare Edoardo, oltre agli altri, che mi ha dato degli ottimi spunti di ricerca per quel particolare "sound", e per tutto il resto illustrato con precisione e passione.

Come al solito, basta lanciare un sassolino e ti ritrovi con uno tsunami!!! Grande t-forum... propongo di elevarlo ad un rango superiore con il prefisso "WIKI"!!!

Gianni
avatar
potowatax
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 07.05.12
Numero di messaggi : 1673
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Scuola / Viandante
Provincia (Città) : Roma (IT) / Newmains (UK)
Impianto : Cliccare per leggere:
Spoiler:

---------------------------------------------------
SETUP PRINCIPALE

MEDIA PLAYER: Daphile con Logitech Music Server
CD PLAYER: Sony CDP 970
TRASPORTO: Audio-gd DI-V3s,
DAC: Bushmaster MK1
AMPLI: Denon PMA-520AE
CAVI SEGNALE: Proel autocostruiti con connettori Nakamichi
CAVO DI POTENZA: WURTH 2xAWG12 High resolution audio interconnecting cable
DIFFUSORI: Paradigm Atom Monitor V.7

---------------------------------------------------
SETUP IN CAMERA

SORGENTE: MacBook Pro late 2016,
STORAGE: Synology DS214se,
DAC/AMPLI CUFFIE: Fiio E10 / Little Dot I+
CUFFIE: Beyerdynamic DT990 Pro 250 Ohm, JVC HA-S400-B-E, Skullcandy Aviator

DIFFUSORI ATTIVI: Cambridge Soundworks digital 2.1[/size]
---------------------------------------------------
ASCOLTO ANALOGICO

TURNTABLE: Technics SL-d303 con testina AT3600
AMPLI: Technics SU-700 classe A
DIFFUSORI: Autocostruiti DCAAV Faital 3fe22

---------------------------------------------------
In panchina:
AMPLI: Breeze Audio TPA3116
DIFFUSORI: Vintage Sony SS-70[/size]


http://www.photoduets.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Chicago

Messaggio Da SGH il Mar 23 Lug 2013 - 16:23

@Edoardo ha scritto:
@potowatax ha scritto:Salve,
oggi ho avuto modo di ascoltare un lavoro dei Chicago, il CD "XXX" e mi è piaciuto molto il loro sound che, come dire, sembra pieno, "grasso", con suoni di ottoni e synth di sapore analogico... (devo dire anche molto loudness style).
Qualcuno di voi ha qualche dritta su altri artisti con questo sound?

Grazie,
Gianni

[. . .]

Infine ci sarebbe da risalire fino a Don Ellis.....ma  lascio a te se ne hai voglia e il tempo di scoprire quali meraviglie ci ha lasciato quest'altro maestro dimenticato.....
ciao ciao.
 
Apro un piccolo OT.
Quel poco che conosco di Don Ellis (Turkish bath e Connection) mi piace da pazzi.
Mi piacerebbe un consiglio: da dove cominciare per approfondire questa conoscenza?
 
EDIT: mi sono accorto che il titolo corretto è Electric bath Embarassed 

SGH
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 15.01.13
Numero di messaggi : 456
Località : .
Impianto : in costruzione

Torna in alto Andare in basso

Re: Chicago

Messaggio Da Edoardo il Mar 23 Lug 2013 - 16:57

@SGH ha scritto:
@Edoardo ha scritto:

[. . .]

Infine ci sarebbe da risalire fino a Don Ellis.....ma  lascio a te se ne hai voglia e il tempo di scoprire quali meraviglie ci ha lasciato quest'altro maestro dimenticato.....
ciao ciao.
 
Apro un piccolo OT.
Quel poco che conosco di Don Ellis (Turkish bath e Connection) mi piace da pazzi.
Mi piacerebbe un consiglio: da dove cominciare per approfondire questa conoscenza?
 
EDIT: mi sono accorto che il titolo corretto è Electric bath Embarassed 

Risposta breve per non inquinare il 3d:

Periodo di sperimentazione free:
New Ideas (New Jazz, 1961)
Essence (Pacific Jazz, 1962)

Periodo prime sperimentazioni sui raga indiani, tempi dispari e strumenti elettrici:
Live in 3⅔/4 Time (Pacific Jazz, 1966)
Electric Bath (Columbia, 1967)
Shock Treatment (Columbia, 1968)
Autumn (Columbia, 1969)

periodo progressive (nel senso di un tentativo di crossover jazz-rock avanzato):
Don Ellis at Fillmore (Columbia, 1970) Recorded "Live" at The Fillmore West; San Francisco, CA
Tears of Joy (Columbia, 1971) Recorded "Live" at Basin Street West; San Francisco, CA
Connection (Columbia, 1972)
Soaring (MPS Records, 1973)
Haiku (MPS Records, 1973)

Poi ci sarebbero le colonne sonore che lo hanno tenuto a galla economicamente (ad un certo punto stava solo a L.A. negli studios), che pur interessanti non sono al livello degli albums con la Big band (o altre formazioni). Comunque sono da ascoltare almeno:
Il braccio violento della legge (1971)
Il braccio violento della legge II (1975)
Trascurabili le rivisitazioni fusion di Star Wars ecc.

Buon ascolto!
avatar
Edoardo
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 01.09.09
Numero di messaggi : 1213
Località : Rocca di Papa (RM)
Impianto :
Spoiler:

IMPIANTO PRINCIPALE
I:Amplificatore Naim Nait 5, CD Naim CD5i, PSU Naim Flatcap XS, giradischi Technics SL1200 MKII con Goldring 2300, Pre Phono Lehmann Black Cube, PC Compaq con HD Western Digital da 2 Terabyte, DAC ARCAM rDAC e Beresford Bushmaster, M2Tech Hiface II, cavi Mogami 2534 Naim SNAIC e Naim NACA5
Diffusori Klipsch Heresy III, Cuffie Beyerdynamic DT-990 Pro

IMPIANTI SECONDARI
II:Amplificatore NAD 352, CD NAD 525BEE, Sinto Pioneer F6MK2, Piastra cassette Akai GX75-MKII, cavi Gb&L e Supra Classic 6

III:Amplificatore KingRex T20+KingRex Pre+KingRex PSU, CD Harman Kardon HD750, Giradischi Project Debut Carbon con Ortofon Red, Pre-Phono Cambridge Audio 640P, cavi Mogami 2534 e Supra Classic 6.

IV: Amplificatore Yarland M34, CD Harman Kardon HD720, cavi Gb&L e Supra Classic 6.

Centralina TEC TC-616 che smista i tre impianti ai diffusori Ruark Prologue Reference One oppure Klipsch RB-81 su sostegni Norstone da 60 cm.


http://www.studiovegetazione.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Chicago

Messaggio Da SGH il Mar 23 Lug 2013 - 17:10

@Edoardo ha scritto:
@SGH ha scritto:
 
Apro un piccolo OT.
Quel poco che conosco di Don Ellis (Turkish bath e Connection) mi piace da pazzi.
Mi piacerebbe un consiglio: da dove cominciare per approfondire questa conoscenza?
 
EDIT: mi sono accorto che il titolo corretto è Electric bath Embarassed 

Risposta breve per non inquinare il 3d:

Periodo di sperimentazione free:
New Ideas (New Jazz, 1961)
Essence (Pacific Jazz, 1962)

Periodo prime sperimentazioni sui raga indiani, tempi dispari e strumenti elettrici:
Live in 3⅔/4 Time (Pacific Jazz, 1966)
Electric Bath (Columbia, 1967)
Shock Treatment (Columbia, 1968)
Autumn (Columbia, 1969)

periodo progressive (nel senso di un tentativo di crossover jazz-rock avanzato):
Don Ellis at Fillmore (Columbia, 1970) Recorded "Live" at The Fillmore West; San Francisco, CA
Tears of Joy (Columbia, 1971) Recorded "Live" at Basin Street West; San Francisco, CA
Connection (Columbia, 1972)
Soaring (MPS Records, 1973)
Haiku (MPS Records, 1973)

Poi ci sarebbero le colonne sonore che lo hanno tenuto a galla economicamente (ad un certo punto stava solo a L.A. negli studios), che pur interessanti non sono al livello degli albums con la Big band (o altre formazioni). Comunque sono da ascoltare almeno:
Il braccio violento della legge (1971)
Il braccio violento della legge II (1975)
Trascurabili le rivisitazioni fusion di Star Wars ecc.

Buon ascolto!
 
Grazie per la risposta.
Insomma, come immaginavo merita tutto (o quasi).Very Happy 
A questo punto penso che comincerò dal periodo "orientale", ché Electric bath mi ha lasciato a bocca aperta.
 
Chiudo e mi scuso per l'OT. Hello

SGH
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 15.01.13
Numero di messaggi : 456
Località : .
Impianto : in costruzione

Torna in alto Andare in basso

Re: Chicago

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum