T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.

Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Andare in basso

Re: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

Messaggio Da sonic63 il Ven 29 Mar 2013 - 14:05

@Soligo60 ha scritto:Sonic vorresti dire che un cavo leggermente climpato perde qualcosa? Ma dai...

Si parlava di cavi per segnale digitale, cioè cavi che devono avere una precisa impedenza caratteristica (75 Ohm per la S-pdif, 110 per l'AES-EBU, 90 Ohm per l' USB, ecc.) , se consideri che una delle qualità di questi cavi deve essere la costanza dell'impedenza caratteristica, e che l'impedenza caratteristica è anche funzione del rapporto dimensionale tra il / i polo/poli centrale e lo schermo capisci bene che uno schiacciamento del cavo non fà bene.
Che poi la variazione dell'impedenza caratteristica conseguente allo schiacciamento sia udibile o meno o che lo sia a prescindere della qualità degli apparecchi collegati, è difficile dirlo.
Però sicuramente possiamo considerare la costanza dell'impedenza caratteristica un "differenziale di ordine superiore", cioè una cosa che da sola non è avvertibile all'ascolto, ma sommata ad altre, tutte non avvertibili singolarmente, concorre a creare una differenza rilevabile, e a fare la differenza tra un cavo cattivo e uno migliore.
Hello

sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5375
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Torna in alto Andare in basso

Re: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

Messaggio Da emmeci il Ven 29 Mar 2013 - 14:05

Belli questi connettori RCA Atlas, li ho visti dal vivo domenica scorsa! Ok Debbo fare una ricerca per vedere se in commercio si trovano connettori simili di buona qualità, il fatto che siano "solderless" è interessante, anche se non capisco bene cosa possano comportare un paio di saldature in meno al cospetto delle decine attraversate in media dal segnale all'interno delle elettroniche.
Mauro
avatar
emmeci
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 11.10.10
Numero di messaggi : 5599
Occupazione/Hobby : Musica, Natura, Fotografia
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Miliardi di elettroni che agitandosi... fanno musica!

Torna in alto Andare in basso

Re: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

Messaggio Da flovato il Ven 29 Mar 2013 - 14:49

@emmeci ha scritto:... anche se non capisco bene cosa possano comportare un paio di saldature in meno al cospetto delle decine attraversate in media dal segnale all'interno delle elettroniche.
Mauro

Se ti può consolare pure io non capisco ma ascolto.
Le differenze rispetto ai pur "ottimi" cavi custom-made in oro/rame con connettori Amphenol ci sono.
Focalizzazione maggiore, fluidità, scena, puta caso proprio quello che scrivono i markettari della Atlas.

Mi son fatto suggestionare ma che me frega... questa autosuggestione costa poco e funziona. Laughing

Hello

PS: "Non è che sull'isola di Pasqua se ci vai a Natale è bassa stagione"
(Crozza-Bersani, La7)


Hehe
avatar
flovato
UTENTE BANNATO

Data d'iscrizione : 23.12.10
Numero di messaggi : 12509
Impianto : (non specificato)

Torna in alto Andare in basso

Re: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

Messaggio Da Soligo60 il Ven 29 Mar 2013 - 15:22

Io no mi faccio mai suggestionare, da nessuno, lo giuro Arrgh!

Soligo60
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 05.04.10
Numero di messaggi : 3296
Località : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Re: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

Messaggio Da emmeci il Ven 29 Mar 2013 - 15:29

@flovato ha scritto:
@emmeci ha scritto:... anche se non capisco bene cosa possano comportare un paio di saldature in meno al cospetto delle decine attraversate in media dal segnale all'interno delle elettroniche.
Mauro

Se ti può consolare pure io non capisco ma ascolto.
Le differenze rispetto ai pur "ottimi" cavi custom-made in oro/rame con connettori Amphenol ci sono.
Focalizzazione maggiore, fluidità, scena, puta caso proprio quello che scrivono i markettari della Atlas.

Mi son fatto suggestionare ma che me frega... questa autosuggestione costa poco e funziona. Laughing

Hello

PS: "Non è che sull'isola di Pasqua se ci vai a Natale è bassa stagione"
(Crozza-Bersani, La7)


Hehe

Laughing Costa poco? Mbe di pende dai punti di vista e comunque cavi a parte, dei quali non parlo nemmeno in presenza del mio avvocato, Hehe sono stato sempre un convinto assertore della necessità di curare molto attentamente connettori/connessioni sia da un punto di vista meccanico che elettrico (in fondo non averli sarebbe meglio!) e ripeto... questi mi intrigano, se riesco a trovarli a pochi centesimi... li provo e ti faccio sapere! Laughing
avatar
emmeci
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 11.10.10
Numero di messaggi : 5599
Occupazione/Hobby : Musica, Natura, Fotografia
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Miliardi di elettroni che agitandosi... fanno musica!

Torna in alto Andare in basso

Re: Mito e realtà dei cavi di collegamento nei sistemi hi-fi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum