T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.

Commutatore a contatto magnetico

Andare in basso

Commutatore a contatto magnetico

Messaggio Da cossaro il Lun 18 Mar 2013 - 23:15

ciao, sono nuovo del forum e non trovo una sezione adatta, ma parlando di cavi... e connessioni... mi sono chiesto se qualcuno ha mai realizzato un commutatore di segnale a contatti magentici (i contatti reed)
Ho una mezza idea di usare questi microinterruttori per eliminare i fastidiosi inconvenienti da ossidazione dei tradizionali commutatori a rotazione.

I vantaggi sulla carta sono evidenti (durata, affidabilita', bassa resistenza di contatto, pulizia del segnale anche in bassa corrente quindi... idoneita' alla gestione di segnale)
solo che non mi pare esistano di tipo industrializzato.

ne avete gia' discusso in precedenza?

cossaro
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 18.03.13
Numero di messaggi : 179
Località : udine
Impianto : si

Torna in alto Andare in basso

Re: Commutatore a contatto magnetico

Messaggio Da Switters il Lun 18 Mar 2013 - 23:47

Non ricordo di averne letto. Qualche link?
Come pensi di attivarli?

Switters
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 24.02.11
Numero di messaggi : 5072
Località : Milano
Provincia (Città) : Milano
Impianto : solo stereo, non HiFi...


Torna in alto Andare in basso

Commutatore a contatto magnetico

Messaggio Da cossaro il Mar 19 Mar 2013 - 0:03

@Switters ha scritto:Non ricordo di averne letto. Qualche link?
Come pensi di attivarli?

pensavo ad un rotore imperniato su un semplice PCB... un piccolo magnete al neodimio. Idea semplice, contatto pulito, possibilita' di realizzare anche 4 contatti simultanei in un cm di rotazione lineare. Ho visto su ebay dei microswitch reed a pochi euro, SMD.

se dietro ai reed ci metto una piccola massa ferromagnetica, si sente anche lo stacco in commutazione e dev'essere una vera chicca quella sensazione "soft" che non fa rumore.


cossaro
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 18.03.13
Numero di messaggi : 179
Località : udine
Impianto : si

Torna in alto Andare in basso

Re: Commutatore a contatto magnetico

Messaggio Da sonic63 il Mar 19 Mar 2013 - 0:07

@cossaro ha scritto:ciao, sono nuovo del forum e non trovo una sezione adatta, ma parlando di cavi... e connessioni... mi sono chiesto se qualcuno ha mai realizzato un commutatore di segnale a contatti magentici (i contatti reed)
Ho una mezza idea di usare questi microinterruttori per eliminare i fastidiosi inconvenienti da ossidazione dei tradizionali commutatori a rotazione.

I vantaggi sulla carta sono evidenti (durata, affidabilita', bassa resistenza di contatto, pulizia del segnale anche in bassa corrente quindi... idoneita' alla gestione di segnale)
solo che non mi pare esistano di tipo industrializzato.

ne avete gia' discusso in precedenza?

I problemi di ossidazione si avevano sui vecchi commutatori aperti in metallo e bachelite o ceramica.
Con quelli che si usano oggi in materiale plastico e completamente sigillati il problema non esiste più.
Personalmente, se è necessario oppure voglio fare il figo uso dei relè.
Credo che per usarlo come interruttore o deviatore per il nostro "prezioso" segnale audio meglio di un relè di alta qualità per radiofrequenza non esiste niente.
Hello

sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5375
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Torna in alto Andare in basso

Re: Commutatore a contatto magnetico

Messaggio Da cossaro il Mar 19 Mar 2013 - 0:16

@sonic63 ha scritto:

I problemi di ossidazione si avevano sui vecchi commutatori aperti in metallo e bachelite o ceramica.
Con quelli che si usano oggi in materiale plastico e completamente sigillati il problema non esiste più.
Personalmente, se è necessario oppure voglio fare il figo uso dei relè.
Credo che per usarlo come interruttore o deviatore per il nostro "prezioso" segnale audio meglio di un relè di alta qualità per radiofrequenza non esiste niente.
Hello

si ma questi switch hanno il contatto a vuoto, quindi non c'e' paragone nemmeno con un contatto in oro, hanno milioni di cicli utili. Inoltre come puoi gestire un multiselettore d'ingresso a rele'... utilizzi un commutatore per pilotarli sulla scheda? (e' l'unica idea che mi viene in mente per gestire N conttati)

cossaro
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 18.03.13
Numero di messaggi : 179
Località : udine
Impianto : si

Torna in alto Andare in basso

Re: Commutatore a contatto magnetico

Messaggio Da sonic63 il Mar 19 Mar 2013 - 7:42

@cossaro ha scritto:
@sonic63 ha scritto:

I problemi di ossidazione si avevano sui vecchi commutatori aperti in metallo e bachelite o ceramica.
Con quelli che si usano oggi in materiale plastico e completamente sigillati il problema non esiste più.
Personalmente, se è necessario oppure voglio fare il figo uso dei relè.
Credo che per usarlo come interruttore o deviatore per il nostro "prezioso" segnale audio meglio di un relè di alta qualità per radiofrequenza non esiste niente.
Hello

si ma questi switch hanno il contatto a vuoto, quindi non c'e' paragone nemmeno con un contatto in oro, hanno milioni di cicli utili. Inoltre come puoi gestire un multiselettore d'ingresso a rele'... utilizzi un commutatore per pilotarli sulla scheda? (e' l'unica idea che mi viene in mente per gestire N conttati)
Forse vuoi dire contatto nel vuoto?
Anche i normali relè esistono con i contatti nel vuoto o in atmosfera di gas inerte.
E anche i relè a contatto reed ci sono già monolitici con la bobina interna, devi solo dargli la giusta tensione come un normale relè, non c'è bisogno dell'accrocchio con il magnetino Very Happy .

Secondo me uno svantaggio dei contatti reed, per l'uso che ci interessa, cioè farci passare il segnale audio, è il materiale dei contatti che è necessariamente ferromagnetico, seppure con un sottilissimo rivestimento in oro.
E anche la bobina molto molto vicina al passaggio del segnale non mi sembra una cosa buona, anche se alcuni tipi hanno uno schermo elettrostatico tra bobina e contatti.
La durata è una caratteristica che non ritengo importante, comunque tradizionale o reed siamo oltre il milione di commutazioni, per un'utilizzo in hi-fi è una quantità spropositata Very Happy

Tutto sommato si potrebbero anche provare, anche solo per cultura generale Very Happy
Me ne ero interessato tempo fà perchè venivano montati nel Klimo Merlin, poi per la cronica mancanza di tempo e perchè ad un'analisi teorica non li ritengo nel complesso superiori ai relè tradizionali ho lasciato perdere.
provali e facci sapere.
Hello

sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5375
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Torna in alto Andare in basso

Re: Commutatore a contatto magnetico

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum