T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.

Sarà un successo? Una scansione cerebrale ce lo dirà

Andare in basso

Sarà un successo? Una scansione cerebrale ce lo dirà

Messaggio Da Barone Rosso il Mer 15 Giu 2011 - 8:21

Articolo interessante .....

http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Sar%C3%A0_un_successo__Una_scansione_cerebrale_ce_lo_dir%C3%A0/1348275

Sarà un successo? Una scansione cerebrale ce lo dirà

Almeno in teoria, sarebbe possibile utilizzare le risposte cerebrali di un gruppo di persone per prevedere la "presa" di un fenomeno culturale

Dalla scansione dell'attività cerebrale degli adolescenti si potrebbe prevedere, con una discreta affidabilità, se una nuova canzone avrà successo o meno. A dimostrarlo è stata una ricerca condotta da due neuro-economisti della Emory University, che ne parlano in un articolo pubblicato sul Journal of Consumer Psychology.

"Abbiamo dimostrato scientificamente che attraverso l'uso di tecniche di neuro-imaging è possibile, in una certa misura, prevedere il successo di un fenomeno culturale", spiega Gregory Berns, che con Sara Moore ha condotto la ricerca.

La ricerca si è basata innanzi tutto sui dati ottenuti nel corso di un precedente studio, del 2006, originariamente raccolti per valutare l'influenza dei pari sulle opinioni degli adolescenti. In quell'occasione era stata registrata con risonanza magnetica funzionale l'attività cerebrale di un gruppo di ragazzi mentre stavano ascoltando 120 canzoni, nuove e poco conosciute per assicurarsi che le ascoltassero per la prima volta.

Tre anni dopo, Berns si è casualmente accorto che una di quelle canzoni era diventata una hit. "Mi è venuto in mente che disponevamo di serie di dati unica: le risposte cerebrali di ragazzi che hanno ascoltato le canzoni prima che divenissero popolari."

Un'analisi comparativa ha evidenziato che i dati relativi alla risposta dei centri cerebrali della ricompensa (in particolare della corteccia orbito-frontale e dello striato ventrale) fornivano un tasso di previsione statisticamente significativo per la popolarità delle canzoni, misurata sulla base delle vendite 2007-2010.

I risultati suggeriscono che, almeno in teoria, sarebbe possibile utilizzare le risposte cerebrali di un gruppo di persone per prevedere la "presa" di un fenomeno culturale, anche se, come osserva Berns,il metodo ha dei limiti. Per esempio, lo studio ha preso in considerazione solo adolescenti, che costituiscono solo il 20 per cento degli acquirenti di musica. Inoltre solo tre canzoni hanno superato le 500 000 unità vendute, considerato la soglia di un buon successo. In compenso i dati sono stati chiarissimi per i flop: circa il 90 per cento delle canzoni che per lo più hanno generato una risposta debole dei centri della ricompensa ha venduto meno di 20.000 copie.

"Il mio obiettivo a lungo termine è quello di comprendere i fenomeni e le tendenze culturali", spiega Berns. "Vorrei capire da dove vengono le idee, e perché alcune di esse diventano popolari e le altre no. Le idee e il modo in cui pensiamo determinano il corso della storia umana. In definitiva, sto cercando di prevedere la storia." (gg)
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8036
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum