T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio
Ti piace il nuovo stile del T-Forum?
Sì, meglio questo nuovo
47% / 36
No, era meglio quello vecchio
53% / 40
Ultimi argomenti
DAC o CDOggi alle 1:40Calbas
ALIENTEK D8Oggi alle 1:21GP9
HelP! DAC!Oggi alle 0:07RAMONE67
POPU VENUS Ieri alle 7:23gigetto
Vendo cavo HDMI G&BLMar 28 Mar 2017 - 23:03wolfman
I postatori più attivi della settimana
22 Messaggi - 21%
14 Messaggi - 13%
12 Messaggi - 12%
12 Messaggi - 12%
9 Messaggi - 9%
8 Messaggi - 8%
8 Messaggi - 8%
7 Messaggi - 7%
6 Messaggi - 6%
6 Messaggi - 6%
I postatori più attivi del mese
295 Messaggi - 22%
265 Messaggi - 20%
145 Messaggi - 11%
142 Messaggi - 11%
116 Messaggi - 9%
92 Messaggi - 7%
85 Messaggi - 6%
73 Messaggi - 5%
68 Messaggi - 5%
67 Messaggi - 5%
Migliori postatori
Stentor (20392)
20392 Messaggi - 15%
DACCLOR65 (19630)
19630 Messaggi - 15%
schwantz34 (15499)
15499 Messaggi - 12%
Silver Black (15440)
15440 Messaggi - 11%
nd1967 (12803)
12803 Messaggi - 10%
flovato (12509)
12509 Messaggi - 9%
10260 Messaggi - 8%
piero7 (9854)
9854 Messaggi - 7%
wasky (9229)
9229 Messaggi - 7%
fritznet (8857)
8857 Messaggi - 7%
Chi è in linea
In totale ci sono 34 utenti in linea :: 4 Registrati, 1 Nascosto e 29 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

enrico massa, fabe-r, Roberto7627, Seti

Vedere la lista completa

Flusso RSS

Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Amplificatori C.E.C. in pura classe A

il Mar 23 Set 2008 - 15:33
I prodotti C.E.C., distribuiti in Italia da Fugagnollo, comprendono una linea di raffinati amplifcatori in pura classe A, che a mio avviso valgono il loro costo sino all'ultimo centesimo. E lo dico pur non potendomeli permettere: per chi può sostenere la spesa (se non sbaglio l'AMP 5300R dovrebbe costare attorno ai 3.000 euro, ma c'è anche un modello più piccolo: http://www.cec-international.de/pages/s52.html), a mio avviso queste straordinarie amplificazioni rappresentano un'ottima scelta. Infatti, senza rinunciare alle grandi doti di pulizia, morbidezza, velocità e musicalità a cui la classe T ci ha abituati, è possibile aggiungere tutta la potenza e la dinamica che si desidera, con un suono corposo, dettagliato e, cosa più importante, di assoluta fedeltà.
avatar
mgiombi
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 19.02.08
Numero di messaggi : 3107
Località : Pesaro
Provincia (Città) : Sinusoidale
Impianto :

Re: Amplificatori C.E.C. in pura classe A

il Mar 23 Set 2008 - 16:44
@Andrea Gianelli ha scritto:
I prodotti C.E.C., distribuiti in Italia da Fugagnollo, comprendono una linea di raffinati amplifcatori in pura classe A, che a mio avviso valgono il loro costo sino all'ultimo centesimo. E lo dico pur non potendomeli permettere: per chi può sostenere la spesa (se non sbaglio l'AMP 5300R dovrebbe costare attorno ai 3.000 euro, ma c'è anche un modello più piccolo: http://www.cec-international.de/pages/s52.html), a mio avviso queste straordinarie amplificazioni rappresentano un'ottima scelta. Infatti, senza rinunciare alle grandi doti di pulizia, morbidezza, velocità e musicalità a cui la classe T ci ha abituati, è possibile aggiungere tutta la potenza e la dinamica che si desidera, con un suono corposo, dettagliato e, cosa più importante, di assoluta fedeltà.
E se lo confronti con un GC realizzato allo stato dell'arte? A quel punto ci sarebbero anche potenza e dinamica...
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Amplificatori C.E.C. in pura classe A

il Mar 23 Set 2008 - 16:53
@mgiombi ha scritto:E se lo confronti con un GC realizzato allo stato dell'arte? A quel punto ci sarebbero anche potenza e dinamica...
Garzie per il gradito feedback e l'interessante spunto di riflessione.
Purtroppo non ho ancora avuto occasione di ascoltarne uno, ma anche a detta di Sergio (che ha un Gainclone nuovo e ben assemblato), i C.E.C. sono favolosi...poi, come sempre, il meglio e il peggio va valutato in funzione dell'ambiente e dell'abbinamento con gli altri componenti dell'impianto.
In proposito posso dirti che, riascoltando il cd che ho portato al Top Audio (http://www.tforumhifi.com/dischi-audiofili-f48/antonio-vivaldi-concertos-for-lute-mandolin-t761.htm), col mio impianto ho trovato una totale assenza di asprezza e compressioni, inclusa quella spiacevole sensazione di "note tronche" che accomunava molti e troppi sistemi ascoltati alla mostra, anche di costo elevato e tutti con potenza di gran lunga maggiore. Credo avesse ragione il grande Fornasieri (ingengere fondatore della Revac e successivamente della Alcor, nonchè storico progettista dei diffusori Indiana Line) che col circuito originale del T-Amp e una batteria semiscarica da 9 V era riuscito a pilotare le sue vecchie AR-11 (notoriamente critiche e sino a quel momento abbinate alla sua amplificazione Revac dei bei tempi andati: pre + finale da 130 W/ch): a suo parere il principale limite era rappresentato dall’alimentazione, che doveva essere da 15 V DC con almeno 5 A (anche 3,5 continui purché ne fornisse 7 di picco). Tuttavia con tale tensione il mio T-Amp entrava in protezione “di botto” (prima di dare segni di saturazione) alzando il volume, il che spinse ad abbassare la tensione ai 12 V “ideali” per quel circuito. Poi il colpo di genio di mio zio (la batteria per auto!!!) ed ora non manca più nulla: pulizia, dinamica, velocità nei transienti più impegnativi e…bassi molto ma molto profondi, con le note gravi dell’organo che “non finiscono mai”.
A volte si riesce ad ottenere molto con poco e le tue considerazioni suggeriscono un'attenta riflessione proprio su questo aspetto: quanto vale la pena spendere e fino a che punto, dato che, anche quando un componente vale il suo prezzo (in termini costruttivi, progettuali e tecnici) non è detto che a questo corrisponda un proporzionale incremento della qualità del suono? E questo vale in particolar modo nel caso di prodotti costosi.
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum