T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» Technics SL 1200 Mk2
Oggi alle 11:57 Da mumps

» Lettore ALL IN ONE definitivo
Oggi alle 11:37 Da gianni1879

» wtfplay
Oggi alle 11:31 Da gigihrt

» Nuova alimentazione per Virtue One
Oggi alle 11:26 Da Smanetton

» Costruire casse per full range vintage.
Oggi alle 11:25 Da Sigmud

» distanza crossover
Oggi alle 11:00 Da dinamanu

» Vendo preamplificatore FX Audio TUBE-01 40€
Oggi alle 10:31 Da Charli48

» ALIENTEK D8
Oggi alle 10:06 Da giucam61

» Vendo finale Icepower 125 asx2 €240 + s.s.
Oggi alle 8:50 Da chiccoevani

» case per tpa3116
Oggi alle 0:27 Da Giovanni duck

» Entrare nel mondo DIY, ma quale chip usare?
Ieri alle 22:52 Da mt196

» Chromecast audio... aiuto per usarlo al meglio, adesso solo polvere
Ieri alle 22:35 Da nerone

» INDIPENDENTEMENTE DALLA CLASSE DI FUNZIONAMENTO ...
Ieri alle 20:58 Da giucam61

» Valvolare kt88
Ieri alle 19:28 Da Giovanni duck

» BC acoustique
Ieri alle 19:03 Da kalium

» (NA) Triangle Mimimun
Ieri alle 18:49 Da sonic63

» Alimentazione TCC
Ieri alle 18:12 Da mt196

» Nuovo TAMP
Ieri alle 14:04 Da antted

» Problema con cavo rca
Ieri alle 13:58 Da quizface

» Quale preamplificatore-dac?
Ieri alle 10:40 Da giucam61

» Pre-buffer schedina cinese con 6J1...impressioni
Ieri alle 0:37 Da MaxBal

» Upgrade TCC
Ieri alle 0:03 Da mt196

» scanspeak sta' un pezzo avanti!
Dom 21 Mag 2017 - 23:06 Da Seti

» Rasp per il mio primo impiantino
Dom 21 Mag 2017 - 22:54 Da Motogiullare

» preamplificatore microfonico
Dom 21 Mag 2017 - 20:47 Da valterneri

» Pioneer a 209r Ne vale la pena???
Dom 21 Mag 2017 - 19:57 Da Giovanni duck

» Ifi iPurifier2
Dom 21 Mag 2017 - 19:48 Da schwantz34

» Musical Fidelity A2
Dom 21 Mag 2017 - 17:52 Da Giovanni_14

» LP HiFi News Analogue Test Record +Thorens Td 295 mk4 + Ortofon 2M Blue
Dom 21 Mag 2017 - 17:09 Da giuseppe@scorzelli.it

» come collegare correttamente un potenziometro ad un amplificatore?
Dom 21 Mag 2017 - 14:57 Da sportyerre

Statistiche
Abbiamo 10816 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Diesellolle

I nostri membri hanno inviato un totale di 786747 messaggi in 51125 argomenti
I postatori più attivi della settimana
giucam61
 
Giovanni duck
 
nerone
 
mecoc
 
dinamanu
 
silver surfer
 
sportyerre
 
mt196
 
Seti
 
Smanetton
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19630)
 
schwantz34 (15503)
 
Silver Black (15459)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10261)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8994)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 65 utenti in linea: 14 Registrati, 2 Nascosti e 49 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Adriano Vin, Alessandro Asborno, bru.b, chiccoevani, corry24, dieggs, Diesellolle, dinamanu, gianlu71, gigihrt, Giovanni_14, mt196, p.cristallini, Vitellozzo

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking

Amplificatori C.E.C. in pura classe A

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Amplificatori C.E.C. in pura classe A

Messaggio  Andrea Gianelli il Mar 23 Set 2008 - 15:33

I prodotti C.E.C., distribuiti in Italia da Fugagnollo, comprendono una linea di raffinati amplifcatori in pura classe A, che a mio avviso valgono il loro costo sino all'ultimo centesimo. E lo dico pur non potendomeli permettere: per chi può sostenere la spesa (se non sbaglio l'AMP 5300R dovrebbe costare attorno ai 3.000 euro, ma c'è anche un modello più piccolo: http://www.cec-international.de/pages/s52.html), a mio avviso queste straordinarie amplificazioni rappresentano un'ottima scelta. Infatti, senza rinunciare alle grandi doti di pulizia, morbidezza, velocità e musicalità a cui la classe T ci ha abituati, è possibile aggiungere tutta la potenza e la dinamica che si desidera, con un suono corposo, dettagliato e, cosa più importante, di assoluta fedeltà.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatori C.E.C. in pura classe A

Messaggio  mgiombi il Mar 23 Set 2008 - 16:44

@Andrea Gianelli ha scritto:
I prodotti C.E.C., distribuiti in Italia da Fugagnollo, comprendono una linea di raffinati amplifcatori in pura classe A, che a mio avviso valgono il loro costo sino all'ultimo centesimo. E lo dico pur non potendomeli permettere: per chi può sostenere la spesa (se non sbaglio l'AMP 5300R dovrebbe costare attorno ai 3.000 euro, ma c'è anche un modello più piccolo: http://www.cec-international.de/pages/s52.html), a mio avviso queste straordinarie amplificazioni rappresentano un'ottima scelta. Infatti, senza rinunciare alle grandi doti di pulizia, morbidezza, velocità e musicalità a cui la classe T ci ha abituati, è possibile aggiungere tutta la potenza e la dinamica che si desidera, con un suono corposo, dettagliato e, cosa più importante, di assoluta fedeltà.
E se lo confronti con un GC realizzato allo stato dell'arte? A quel punto ci sarebbero anche potenza e dinamica...
avatar
mgiombi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 19.02.08
Numero di messaggi : 3107
Località : Pesaro
Provincia (Città) : Sinusoidale
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Amplificatori C.E.C. in pura classe A

Messaggio  Andrea Gianelli il Mar 23 Set 2008 - 16:53

@mgiombi ha scritto:E se lo confronti con un GC realizzato allo stato dell'arte? A quel punto ci sarebbero anche potenza e dinamica...
Garzie per il gradito feedback e l'interessante spunto di riflessione.
Purtroppo non ho ancora avuto occasione di ascoltarne uno, ma anche a detta di Sergio (che ha un Gainclone nuovo e ben assemblato), i C.E.C. sono favolosi...poi, come sempre, il meglio e il peggio va valutato in funzione dell'ambiente e dell'abbinamento con gli altri componenti dell'impianto.
In proposito posso dirti che, riascoltando il cd che ho portato al Top Audio (http://www.tforumhifi.com/dischi-audiofili-f48/antonio-vivaldi-concertos-for-lute-mandolin-t761.htm), col mio impianto ho trovato una totale assenza di asprezza e compressioni, inclusa quella spiacevole sensazione di "note tronche" che accomunava molti e troppi sistemi ascoltati alla mostra, anche di costo elevato e tutti con potenza di gran lunga maggiore. Credo avesse ragione il grande Fornasieri (ingengere fondatore della Revac e successivamente della Alcor, nonchè storico progettista dei diffusori Indiana Line) che col circuito originale del T-Amp e una batteria semiscarica da 9 V era riuscito a pilotare le sue vecchie AR-11 (notoriamente critiche e sino a quel momento abbinate alla sua amplificazione Revac dei bei tempi andati: pre + finale da 130 W/ch): a suo parere il principale limite era rappresentato dall’alimentazione, che doveva essere da 15 V DC con almeno 5 A (anche 3,5 continui purché ne fornisse 7 di picco). Tuttavia con tale tensione il mio T-Amp entrava in protezione “di botto” (prima di dare segni di saturazione) alzando il volume, il che spinse ad abbassare la tensione ai 12 V “ideali” per quel circuito. Poi il colpo di genio di mio zio (la batteria per auto!!!) ed ora non manca più nulla: pulizia, dinamica, velocità nei transienti più impegnativi e…bassi molto ma molto profondi, con le note gravi dell’organo che “non finiscono mai”.
A volte si riesce ad ottenere molto con poco e le tue considerazioni suggeriscono un'attenta riflessione proprio su questo aspetto: quanto vale la pena spendere e fino a che punto, dato che, anche quando un componente vale il suo prezzo (in termini costruttivi, progettuali e tecnici) non è detto che a questo corrisponda un proporzionale incremento della qualità del suono? E questo vale in particolar modo nel caso di prodotti costosi.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum