T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio
Ti piace il nuovo stile del T-Forum?
Sì, meglio questo nuovo
47% / 36
No, era meglio quello vecchio
53% / 40
Ultimi argomenti
DAC o CDOggi alle 1:40Calbas
ALIENTEK D8Oggi alle 1:21GP9
HelP! DAC!Oggi alle 0:07RAMONE67
POPU VENUS Ieri alle 7:23gigetto
Vendo cavo HDMI G&BLMar 28 Mar 2017 - 23:03wolfman
I postatori più attivi della settimana
22 Messaggi - 21%
14 Messaggi - 13%
12 Messaggi - 11%
12 Messaggi - 11%
10 Messaggi - 10%
8 Messaggi - 8%
8 Messaggi - 8%
7 Messaggi - 7%
6 Messaggi - 6%
6 Messaggi - 6%
I postatori più attivi del mese
295 Messaggi - 22%
265 Messaggi - 20%
145 Messaggi - 11%
142 Messaggi - 11%
116 Messaggi - 9%
92 Messaggi - 7%
85 Messaggi - 6%
73 Messaggi - 5%
68 Messaggi - 5%
67 Messaggi - 5%
Migliori postatori
Stentor (20392)
20392 Messaggi - 15%
DACCLOR65 (19630)
19630 Messaggi - 15%
schwantz34 (15499)
15499 Messaggi - 12%
Silver Black (15440)
15440 Messaggi - 11%
nd1967 (12803)
12803 Messaggi - 10%
flovato (12509)
12509 Messaggi - 9%
10260 Messaggi - 8%
piero7 (9854)
9854 Messaggi - 7%
wasky (9229)
9229 Messaggi - 7%
fritznet (8857)
8857 Messaggi - 7%
Chi è in linea
In totale ci sono 46 utenti in linea :: 3 Registrati, 1 Nascosto e 42 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Aunktintaun, puglies, Zio

Vedere la lista completa

Flusso RSS

Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Technics MOS Class AA

il Mar 26 Gen 2010 - 10:32
Scusandomi con i moderatori per l'off-topic presente in altra discussione, creata dal buon Andrea T. con ben altre e ben più nobili finalità, creo lo specifico argomento in oggetto per ricollocare il "dibattito" nella sua naturale sede.
Ciò detto, possiedo dal dicembre 1993 un amplificatore integrato Technics SU-VX720 con circuitazione MOS Class AA.
Tale ampli è stato scelto da mio padre che, come ormai noto alla maggioranza di voi, è un progettista elettronico di lunghissima data e pertanto ha optato per tale soluzione in base a precisi requisiti tecnici e scelte progettuali, innovative all'epoca e, tecnicamente, tuttora insuperate.
Nei post successivi riporto quanto anticipato all'inizio del precedente messaggio.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Technics MOS Class AA

il Mar 26 Gen 2010 - 10:34
@bonghittu ha scritto:P.s: Hai fatto fuori la Fenice 20 per il Technics !??!?!?!? ! Surprised
La Fenice 20 è un amplificatore miracoloso, con un rapporto qualità/prezzo imbattibile ed una qualità che confermo essere superiore a quella di molte amplificazioni hi-end attualmente in produzione. Pertanto non la venderò mai e continuerò a considerarla in valore assoluto il riferimento di partenza!
Certo che il Technics, abbinato alle casse giuste, aggiunge alle ottime qualità timbriche e di dettaglio anche alcune non trascurabili caratteristiche elettriche: mi darai atto che maggiore è la riserva di potenza meglio è, senza contare che la circuitazione MOS Class AA progettata dal grande Kiichiro Watari (progettista Technics che una decina di anni fa ho avuto il piacere di conoscere di persona al Top Audio) è il circuito più lineare che esista (questo lo dicono le misure).
Chiaramente si tratta di un livello qualitativo che non perdona mancanze ai diffusori: casse piccole e poco generose in basso sono fortemente sconsigliate. Parimenti, più si aumenta qualità e dimensioni dei diffusori migliore risulterà la resa sonora.
Come sempre tutto va contestualizzato: la mia fortuna (e anche questo mi spinge a restare dove sono Wink ) è di avere una grande sala, che può tranquillamente ospitare casse di adeguato litraggio, oltre che di qualità (questo è scontato).
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Technics MOS Class AA

il Mar 26 Gen 2010 - 10:37
@bonghittu ha scritto:
@Andrea Gianelli ha scritto:Non dirlo a me: sapessi quante cose mi mettono in continua discussione...

Giusto, questo vale per tutti i componenti, diffusori compresi Smile
Vero e proprio questo è l'anello debole: tecnicamente è corretto partire da ampli ultralineari e quindi "perfetti" (dato che si può) e poi apportare eventualmente modifiche ad hoc sui diffusori o scegliere quelli più idonei.
Tuttavia spesso si getta la spugna (e non me la sento di criticare questa scelta, peraltro molto diffusa), cercando di compensare limiti e/o colorazioni presenti (sempre, in misura più o meno marcata) nelle elettroacustiche (mezzi elettromeccanici, che non possono per loro natura essere perfettamente lineari) con amplificazioni che compensino felicemente tali caratteristiche. Ovviamente si può ottenere un risultato non solo piacevole ma anche credibile, anche se il problema (dovuto alla sommatoria di non linearità) ne rende difficile se non impossibile la ripetibilità: basta ad esempio cambiare ambiente o persino rete elettrica (piccole variazioni di voltaggio da parte dell'Enel ci sono sempre) per far crollare il delicato equilibrio.
Ciò detto, un sistema ultralineare non è esente dai suddetti problemi ma aumenta le probabilità di garantire un buon risultato nelle più disparate condizioni, riducendo i gap qualitativi dovuti ad accidenti esterni all'impianto (rete elettrica, ambiente ecc.).
@bonghittu ha scritto:
@Andrea Gianelli ha scritto:
è un ampli ultralineare e come tale molto rivelatore...

PS: ho già scritto a Lucio per aggiornarlo!

Perché non scrivi qualcosa di più sulle ragioni di questo clamoroso dietrofront nella sezione specifica (qui siamo
penosamente OT)? Molti utenti cercano ampli di potenza adeguata, buona qualità e prezzo basso e potrebbe essere utile avere qualche parere in merito.
Non lo definirei un dietrofront: la classe T e in particolare il TA2024 resta il miglior compromesso tra linearità e "versatilità" (capacità di garantire un buon risultato in situazioni diverse e con diversi tipi di diffusori).
Reputo doveroso e onesto sottolineare questo: una soluzione che a mio avviso metterebbe d'accordo molti audiofili, con loro buona pace e sereni ascolti, senza troppi grattacapi.
Dal canto mio, avendo sia una Fenice 20, sia un T-Amp della Sonic Impact, sia il Technics qui analizzato, ho voluto inserire quest'ultimo nel mio impianto principale, sia mosso dalla consueta (o assillante, vedi tu) curiosità tecnica (sopra parlavamo di perfetta linearità) sia come scelta economica (lasciare spento e accantonato in un angolo l'ampli più costoso e meglio costruito della mia piccola collezione non mi sembrava giusto).
Nel frattempo ho letto molto sui circuiti e le soluzioni in tema di amplificatori audio ad alta fedeltà e quanto creato dal grande Kiichiro Watari per Technics è un mix dei migliori requisiti tecnico-teorici per parlare di un ampli ben progettato. Parimenti, l'invenzione del geniale Abyda Tripathi è qualcosa di straordinario, che è riuscito a garantire una qualità davvero hi-fi a costi ridicoli e dimensioni adatte a tutte le (sempre più anguste) situazioni abitative (in cui spesso trovare una mensola su cui collocare elettroniche e minidiffusori è già una fortuna).
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Technics MOS Class AA

il Mar 26 Gen 2010 - 10:40
Mi sono limitato a riportare i passaggi più salienti della discussione, prendendomi ora un po' di tempo per predisporre una spiegazione semplice, corretta e, soprattutto, che possa essere chiara a tutti, della circuitazione MOS Class AA.
Lavoro e priorità permettendo, spero davvero a presto!
avatar
bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3516
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502



Re: Technics MOS Class AA

il Mar 26 Gen 2010 - 11:24
@Andrea Gianelli ha scritto:
Vero e proprio questo è l'anello debole: tecnicamente è corretto partire da ampli ultralineari e quindi "perfetti" (dato che si può) e poi apportare eventualmente modifiche ad hoc sui diffusori o scegliere quelli più idonei.

Io appartengo a tutt'altra scuola. Per me l'impianto vive su sorgenti e
diffusori. L'amplificatore non potrà che seguire a ruota.


@Andrea Gianelli ha scritto:
per far crollare il delicato equilibrio.

Per mia fortuna ho tanta pazienza.


@Andrea Gianelli ha scritto:
Non lo definirei un dietrofront: la classe T e in particolare il TA2024 resta il miglior
compromesso tra linearità e "versatilità" (capacità di garantire un buon risultato
in situazioni diverse e con diversi tipi di diffusori).

Dietrofront era inteso nel senso che sei tornato alla catena precedente, che
presumibilmente conoscevi gia'. Non e' un upgrade dovuto a un nuovo
componente che suona meglio. Sia detto bonariamente, era abbastanza
prevedibile che il Technics offrisse una miglior riserva di potenza, anche senza
averlo mai provato. Ma su altri parametri? Soundstage? Timbrica? Dinamica?

Mi raccomando, tienici aggiornato su questo felice ritorno al passato! Very Happy
avatar
caliber
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 24.11.08
Numero di messaggi : 615
Località : Torino
Impianto : Solo DUNE (e DoctorSound DeLuxe x il ripping)

Re: Technics MOS Class AA

il Mar 26 Gen 2010 - 11:45
come è personale la scelta di un componente in quest'ambito...
sia io che il mio spacciatore di ampli ed altro usati ne avevamo una pessima considerazione, l'avevo provato ma non mi aveva convinto (non mi ricordo più il perchè, sono passati troppi anni).
Un'altra persona che avevo conosciuto in seguito invece ne era un orgoglioso possessore e lo considerava il suo punto d'arrivo nel suo sistema Smile
se non ricordo male non era un classe A puro, mi pare solo nell'ergazione dei primi 15W (correggetemi se sbaglio)
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Technics MOS Class AA

il Mar 26 Gen 2010 - 12:28
@caliber ha scritto:come è personale la scelta di un componente in quest'ambito...
sia io che il mio spacciatore di ampli ed altro usati ne avevamo una pessima considerazione, l'avevo provato ma non mi aveva convinto (non mi ricordo più il perchè, sono passati troppi anni).
Un'altra persona che avevo conosciuto in seguito invece ne era un orgoglioso possessore e lo considerava il suo punto d'arrivo nel suo sistema Smile
se non ricordo male non era un classe A puro, mi pare solo nell'ergazione dei primi 15W (correggetemi se sbaglio)
Hello Ti stai riferendo alla serie precedente (New Class A).
I MOS Class AA utilizzano mosfet in preamplificazione (amplificatore di controllo a mosfet in classe A) e contemporaneamente i bipolari nei finali (non essendo i mosfet adatti ad alte correnti).
Il collegamento viene effettuato mediante un ponte chiamato appunto MOS Class AA, di cui ad ora è impossibile trovare uno schema dettagliato.
Il risultato è un amplificatore che racchiude in sè i vantaggi del pilotaggio in tensione (ben note agli estimatori dei valvolari) e della dinamica possibile solo con amplificazioni a stato solido: una sorta di "classe A dinamico", compromesso (a mio avviso al rialzo e a detta della Technics migliorativo) tra classe A e classe AB.
Colgo l'occasione per ribadire al buon bonghittu che tale ampli aggiunge vantaggi ma non risulta peggiorativo in nessun parametro rispetto ai modulatori, anche i migliori (vedi classe T), se non per il fatto di sottolineare maggiormente (nel bene ma anche nel male) quanto c'è nelle nostre registrazioni.
Concludo confermando il mio impegno a spiegare meglio e più chiaramente questa soluzione: piuttosto che dire cose imprecise o fuorvianti in merito, preferisco prendermi tutto il tempo necessario a reperire (spero) fonti tecniche attendibili.
avatar
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Re: Technics MOS Class AA

il Mar 26 Gen 2010 - 13:00
Andrea, ma uno di questi??

avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Technics MOS Class AA

il Mer 27 Gen 2010 - 18:46
Hello Caro Piero,
ho guardato dentro ma non l'ho mai smontato: visto il livello costruttivo non lo farò mai, a meno che dovesse guastarsi qualcosa nel tempo. Tuttavia ad occhio credo tu ti riferisca alla precedente serie, che utilizzava i soli bipolari: come detto, la serie MOS Class AA, combina i vantaggi di mosfet e bipolari in un circuito innovativo e indubbiamente interessante, di cui ne riporto di seguito una breve descrizione con schema semplificato (il tutto scannerizzato dal catalogo Technics 2000/2001: ricordo che i vecchi cataloghi dei primi anni novanta erano decisamente più tecnici, ma purtroppo non li ho più).

Ovviamente il migliore era lo splendido finale SE-A3000 abbinato al pre SU-C3000, con alimentazione a batteria per eliminare le interferenze della corrente di rete dal segnale acustico. Peccato non fosse importato in Italia per mancata rispondenza alle nostre normative: proverò a cercarlo nell'usato, anche se temo prezzi da mutuo vitalizio.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Technics MOS Class AA

il Mer 27 Gen 2010 - 18:54
PS: poichè la precedente immagine è venuta tagliata, riporto di seguito lo schema semplificato del circuito.

avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore
Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15440
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro





http://www.silvercybertech.com

Re: Technics MOS Class AA

il Mer 27 Gen 2010 - 18:54
Andrea, peccato tu non ce lo faccia vedere dentro...

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Re: Technics MOS Class AA

il Mer 27 Gen 2010 - 19:05
andrea, se è quello che penso io è un degno figlio di quegli anni... ce semo capiti vero? Laughing
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Technics MOS Class AA

il Mer 27 Gen 2010 - 19:08
Hello Di foto in rete dovresti trovarne, Sergio: togliendo il coperchio non è che si veda granchè, a parte appunto l'ottimo livello costruttivo: i due condensatori grandi e isolati, un dissipatore e il bel trasformatore OFC.
Il coperchio era stato tolto in una sola occasione per dare una pulita (che poi non si era rivelata necessaria).
Ad ogni modo quel che conta sono proprio le soluzioni adottate.
Ora, dopo l'intensa giornata di lavoro e pianificazione dell'attività (che fortunatamente si preannuncia in crescita) sfrutto questi venti minuti prima della cena per ascoltare un po' di musica: accendo l'ampli e, mentre si scalda, saluto te e tutti voi, augurandovi una buona cena e, se vi è possibile, un po' di musica per chiudere bene la giornata!
avatar
MaurArte
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 7248
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Alchimista
Provincia (Città) : En verden av smart jeg er dum
Impianto : Elettrico
http://www.alchimieaudio.com/

Re: Technics MOS Class AA

il Mer 27 Gen 2010 - 19:15
Sinceramente è un amplificatore che non mi ha mai fatto gridare al miracolo.
Negli anni 90' frequentavo assiduamento un negozio a Roma (Davoli Music Center) che aveva un buon assortimento di apparati HiFi.
I Class AA Technics erano piuttosto ostici da vendere anche perchè impazzavano i vari Rotel, Nad, Cambridge, che obbiettivamente erano più musicali.
C'è un conoscente che ha un impioanto vintage d'epoca con un ampli che dovrebbe proprio essere quello del buon Andrea. Chissà...
avatar
diechirico
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 24.09.08
Numero di messaggi : 3913
Località : Guidonia - Roma
Occupazione/Hobby : Spettroscopista (diciamo così...)
Provincia (Città) : dipende dai giorni
Impianto : Marantz CD6000
Cambridge Audio azur 640A V.2
KEF Q1


Re: Technics MOS Class AA

il Gio 28 Gen 2010 - 14:25
@MaurArte ha scritto:Sinceramente è un amplificatore che non mi ha mai fatto gridare al miracolo.
Negli anni 90' frequentavo assiduamento un negozio a Roma (Davoli Music Center) che aveva un buon assortimento di apparati HiFi.
I Class AA Technics erano piuttosto ostici da vendere anche perchè impazzavano i vari Rotel, Nad, Cambridge, che obbiettivamente erano più musicali.
C'è un conoscente che ha un impioanto vintage d'epoca con un ampli che dovrebbe proprio essere quello del buon Andrea. Chissà...
ma il proprietario del negozio si chiama Ninetto per caso?








Laughing Laughing Laughing Laughing
avatar
schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15499
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Re: Technics MOS Class AA

il Gio 28 Gen 2010 - 14:40
Shocked
Pechegno
Interessato
Interessato
Data d'iscrizione : 16.09.09
Numero di messaggi : 95
Località : Prov. Lodi
Impianto : Cambridge Audio 640C V2 , T.A. 10.1 , Audio Analogue Puccini , Klipsch F3 , cavi TNT Shield e biwiring

Re: Technics MOS Class AA

il Gio 28 Gen 2010 - 15:26
@schwantz34 ha scritto:Shocked
altro che Shocked , quando sentirai il mio class AAA+... Suicide
avatar
schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15499
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Re: Technics MOS Class AA

il Gio 28 Gen 2010 - 15:31
@Pechegno ha scritto:
@schwantz34 ha scritto:Shocked
altro che Shocked , quando sentirai il mio class AAA+... Suicide

mi riferivo alla battuta ... , il tuo class AAA+ ? sarebbe? Sei della provincia di Lodi veramente? C'e' un altro utente del forum oltre a me , che sto nelle vicinanze , se ci inviti veniamo a sentirlo ...
ps: o a comunque a sentire uno dei tanti begli oggetti che hai in firma ...
Pechegno
Interessato
Interessato
Data d'iscrizione : 16.09.09
Numero di messaggi : 95
Località : Prov. Lodi
Impianto : Cambridge Audio 640C V2 , T.A. 10.1 , Audio Analogue Puccini , Klipsch F3 , cavi TNT Shield e biwiring

Re: Technics MOS Class AA

il Gio 28 Gen 2010 - 15:37
@schwantz34 ha scritto:
@Pechegno ha scritto:
@schwantz34 ha scritto:Shocked
altro che Shocked , quando sentirai il mio class AAA+... Suicide

mi riferivo alla battuta ... , il tuo class AAA+ ? sarebbe? Sei della provincia di Lodi veramente? C'e' un altro utente del forum oltre a me , che sto nelle vicinanze , se ci inviti veniamo a sentirlo ...
ps: o a comunque a sentire uno dei tanti begli oggetti che hai in firma ...

Come gia detto non ho sala ascolto per il momento , per quanto riguarda gli oggetti in firma te li posso portare quando vuoi , ma non mi sembrano gran che rispetto ad un Class AA o al tuo impianto.
avatar
schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15499
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Re: Technics MOS Class AA

il Gio 28 Gen 2010 - 15:39
Ah...capito , ma sto class AAA+ che cosa è ?

ps: ma se non li usa da mesi e mesi non ti conviene cederli ?
avatar
bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3516
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502



Re: Technics MOS Class AA

il Gio 28 Gen 2010 - 15:48
@schwantz34 ha scritto:Ah...capito , ma sto class AAA+ che cosa è ?

Il frigorifero!??!!? Wink
Pechegno
Interessato
Interessato
Data d'iscrizione : 16.09.09
Numero di messaggi : 95
Località : Prov. Lodi
Impianto : Cambridge Audio 640C V2 , T.A. 10.1 , Audio Analogue Puccini , Klipsch F3 , cavi TNT Shield e biwiring

Re: Technics MOS Class AA

il Gio 28 Gen 2010 - 15:48
@schwantz34 ha scritto:Ah...capito , ma sto class AAA+ che cosa è ?

ps: ma se non li usa da mesi e mesi non ti conviene cederli ?

vabbè, era ironia, me ne torno nell'ombra.
Non mi conviene cederli se posso tornare ad utilizzarli tra qualche mese...
la speranza c'è sempre!
Pechegno
Interessato
Interessato
Data d'iscrizione : 16.09.09
Numero di messaggi : 95
Località : Prov. Lodi
Impianto : Cambridge Audio 640C V2 , T.A. 10.1 , Audio Analogue Puccini , Klipsch F3 , cavi TNT Shield e biwiring

Re: Technics MOS Class AA

il Gio 28 Gen 2010 - 15:51
@bonghittu ha scritto:
@schwantz34 ha scritto:Ah...capito , ma sto class AAA+ che cosa è ?

Il frigorifero!??!!? Wink
eeesatto!
avatar
schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15499
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Re: Technics MOS Class AA

il Gio 28 Gen 2010 - 15:53
@Pechegno ha scritto:
@schwantz34 ha scritto:Ah...capito , ma sto class AAA+ che cosa è ?

ps: ma se non li usa da mesi e mesi non ti conviene cederli ?

vabbè, era ironia, me ne torno nell'ombra.
Non mi conviene cederli se posso tornare ad utilizzarli tra qualche mese...
la speranza c'è sempre!

no ma che ironia ? ma è un ampli particolare ? Organizziamoci penso che sia io che Gianluca si sia interessati a sentire qualcosa di differente , tanto piu' che siamo quasi della stess zona ...organizziamoci , se poi non ti va è un altro paio di maniche ...
avatar
thema2000ie
Moderatore
Moderatore
Data d'iscrizione : 04.06.09
Numero di messaggi : 5002
Località : Via dei Matti, n.0
Impianto :

Re: Technics MOS Class AA

il Gio 28 Gen 2010 - 15:58
@schwantz34 ha scritto:no ma che ironia ? ma è un ampli particolare ?
Se ti dicessi che ho un ampli in Class AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA+++++++++++++++++-------++++++++++++---+-+-+-+-+++++++++meglioassai Hehe? Ora cogli l'ironia? Wink Very Happy
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum