T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» Sony uhp h1
Oggi alle 22:08 Da homesick

» musica a basso volume
Oggi alle 22:04 Da nerone

» handshell completa giradischi Sony PS LX 3
Oggi alle 21:58 Da mistervolt

» consiglio su nuovi vinili 180g e ristampe
Oggi alle 21:56 Da mistervolt

» B&W 805 e Muse m20 domande
Oggi alle 21:34 Da Masterix

» Vendo preamplificatore Akai PR A04
Oggi alle 20:39 Da solitario

» L'invasione dei cloni!
Oggi alle 19:37 Da sound4me

» Diffusori attivi 200/300 euro
Oggi alle 19:03 Da Masterix

» (TO) - Vendo Canton Quinto 530 black
Oggi alle 18:57 Da landrupp

» ciò solo 200 euri.... le scinte e il cinesino.... oppure...
Oggi alle 18:45 Da lello64

» Sabaj A3 vs altri...(AD18, D8)
Oggi alle 18:29 Da il mascetti

» Modifica su qualsiasi lettore cd
Oggi alle 17:45 Da nerone

» SMSL M7: il dac definitivo alla portata di tutti?
Oggi alle 16:38 Da pallapippo

» Scelta ampli per Monitor Audio
Oggi alle 15:56 Da mannaiaeva

»  GUASTO SU LETTORE SACD CAYIN SCD50T
Oggi alle 15:31 Da Niflan53

» [PA] Vendo Giradischi Project genie rpm 1.3
Oggi alle 15:12 Da Giovanni Bonacini

» CAIMAN SEG
Oggi alle 13:41 Da Masterix

» Sansui AU 919...chi me ne parla?
Oggi alle 13:36 Da lello64

» Far suonare 2 bose 802
Oggi alle 13:24 Da nikko75

» musica liquida
Ieri alle 22:40 Da Masterix

» Acquisto impianto all in one- differenza udibile tra 16/44 e 24/96?!
Ieri alle 22:37 Da primula

» Diffusori per onkyo a-9010
Ieri alle 22:35 Da filippoaceto

» cosa manca....il giradischi!
Ieri alle 21:50 Da Masterix

» Comparazione cuffie
Ieri alle 19:51 Da TheDarkKnight

» Sony CDP XA2ES
Ieri alle 19:04 Da sound4me

» 13.330 minuti e più
Ieri alle 17:24 Da joe1976

» Consigli audio pc
Ieri alle 16:12 Da Yrneb9

» ampli cinese
Ieri alle 16:11 Da giorgibe

» ..se non avete fretta, dalla Cina Xiaomi Piston 3 a 3€ spedite
Ieri alle 8:44 Da sportyerre

» Vendo DOUK AUDIO DSD 1796+ xmos-u8 USB DAC 384k/32bit
Dom 10 Dic 2017 - 22:35 Da Olegol

Statistiche
Abbiamo 11216 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Giorgio65

I nostri membri hanno inviato un totale di 802181 messaggi in 51979 argomenti
I postatori più attivi della settimana
Masterix
 
lello64
 
giucam61
 
pim
 
joe1976
 
nikko75
 
nerone
 
Luchino
 
giorgibe
 
mannaiaeva
 

I postatori più attivi del mese
giucam61
 
Masterix
 
lello64
 
mumps
 
joe1976
 
ftalien77
 
GP9
 
pim
 
dinamanu
 
il mascetti
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15534)
 
Silver Black (15495)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
fritznet (9307)
 
wasky (9229)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 85 utenti in linea: 6 Registrati, 0 Nascosti e 79 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Adriano Vin, ald, nerone, p.cristallini, pallapippo, pim

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  dude il Gio 15 Dic 2011 - 12:59

@Orazio Privitera ha scritto:
Ciao Dude ne approfitto per chiederti dove hai preso questa foto, dato che non ho avuto conferma di questo modello Hello
Ma guarda... Mmm È una pagina di catalogo che mi ha inviato in PDF un rivenditore
Io poi l'ho convertito in jpg per postarlo qui, la cosa che sorprende anche me è che era prevista la presentazione allo scorso top audio ed evidentemente... La crisi...
Peccato non erano male Very Happy

dude
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 01.06.09
Numero di messaggi : 1275
Località :
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  schwantz34 il Gio 15 Dic 2011 - 13:03

@Orazio Privitera ha scritto:
@dude ha scritto:Sapete quanto io apprezzi poco le indiana , ma devo dire che la nuova serie Tesi High Gloss mi sembra interessante, in particolare i nuovi top di gamma da pavimento, anche se di design un po' déjà vu io me li comprerebbe
Ciao Dude ne approfitto per chiederti dove hai preso questa foto, dato che non ho avuto conferma di questo modello

mi pare un bel fake ...
avatar
schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15534
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  schwantz34 il Gio 15 Dic 2011 - 13:04

@dude ha scritto:
Ma guarda... È una pagina di catalogo che mi ha inviato in PDF un rivenditore
Io poi l'ho convertito in jpg per postarlo qui, la cosa che sorprende anche me è che era prevista la presentazione allo scorso top audio

seeh seeh...
avatar
schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15534
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Solomon il Gio 15 Dic 2011 - 13:40

@dude ha scritto:Solomon pensa che bello quando stasera andando alla riunione dei paradigmisti anonimi,
Alzandoti davanti ai tuoi compagni di terapia , potrai dire :
- Mi chiamo Solomon e sono 24 ore che non consiglio Paradigm.
Peccato che sei passato al metadone/indiana Line per guarire
lol! lol! lol!

Consiglio di tutto Dude, specie ciò che funziona bene Hehe. Triangle, Dali, Psb, Paradigm, Klipsch, Onkyo, Cambridge Audio, Accuphase, Jeff Rowland, Threshold, Sharp, Xtz, Yamaha, etc...
Ogni categoria con delle piccole perle da consigliare. Ma i "sordi"... ah no scusa. I "ciechi".

Cool

_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -
avatar
Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Solomon il Gio 15 Dic 2011 - 13:46

@Vella ha scritto:
@Solomon ha scritto:
Posso dirti che le Tesi 560 ad oggi mi hanno regalato la migliore grancassa in "shine on you crazy diamond".

Qualcosa si è impossessata di quest'uomo.
Esci da questo corpo!!!!!!!!!!

(oh, scherzo ovviamente...)

Razz sempre pronto ad uscire. Leggi qui http://www.avguide.com/review/paradigm-monitor-series-7-5-channel-speaker-system-tpv-109?page=3
• Transparency and focus: 8.5
• Imaging and soundstaging: 9
• Tonal balance: 9
• Dynamics: 9.5
• Bass extension: 9
• Bass pitch definition: 8.5
• Bass dynamics: 9.5
• Value: 9

Serie 7 Wink

(OT scherzoso)

_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -
avatar
Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Solomon il Gio 15 Dic 2011 - 13:48

@Tesi ha scritto:Tesi 560 con amplificatore NAD 304 e lettore NAD 5425.
Accese rodate .... assenza di acuti ( qualcuno dice che sono equilibrate )
Eliminata resistenza d'attenuazione sul tweeter, cambiate resistenze e condensatori (Mundorf) .... e' un bel sentire.

Le farei ascolatera anche a Stentor.

Interessante la modifica, ho un amico interessato, potresti darmi qualche dettaglio?

_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -
avatar
Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Tesi il Gio 15 Dic 2011 - 15:33

Ho sostituito i condensatori da 10 uF e da 5,6 uF con degli MCAP. Ho messo dei condensatori MCAP da 1 uF in parallelo a quelli da 33uF e 56uF bipolari (costava troppo sostituire anche questi)
Ho eliminato la resistenza da 2,2 Ohm in serie al tweeter e sostituito quelle da 10 Ohm e da 5,6 Ohm con delle resistenze antinduttive.
Ho sostituito anche il cablaggio interno con degli spezzoni di cavi potenza autocostruiti (TNT star)

Debbo dire che distorce molto meno .... sono presenti gli acuti e sono abbastanza morbidi, basso piu' frenato ( in precedenza avevo tentato di sostiutire la resistenza da 2,2 Ohm con una da 1,2 Ohm ma con la componentistica originale strilava tropo).

Sinceramente non ho capito la scelta Indiana Line di inserire quella resistenza per attenuare gli acuti.

Spero di essere stato abbastanza esauriente.

Ciao

Alessandro

P.S. : purtroppo i componenti non entravano piu' sulla basetta originale e ho dovuto realizzare un cablaggio in aria con una basetta mille fori

Tesi
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 15.12.11
Numero di messaggi : 10
Località : roma
Impianto : Amplificatore NAD 304 + Casse Indiana Line Tesi 560

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Orazio Privitera il Gio 15 Dic 2011 - 15:54

@dude ha scritto:, la cosa che sorprende anche me è che era prevista la presentazione allo scorso top audio ed evidentemente... La crisi...
Peccato non erano male Very Happy
Allo scorso top audio ( che io sappia) erano presenti, ma con le elettroniche. Comunque le uniche High Gloss che io sappia sono queste (che cmq conosciamo tutti)
avatar
Orazio Privitera
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.02.10
Numero di messaggi : 2831
Località : Catania
Occupazione/Hobby : Musica e hi-fi,Fotografia, lettura, e un debole per le Stratocaster
Provincia (Città) : alti e bassi, dipende dal giorno
Impianto : *

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Solomon il Gio 15 Dic 2011 - 16:24

@Tesi ha scritto:

Spero di essere stato abbastanza esauriente.

Ciao

Alessandro

Grazie mille Smile

_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -
avatar
Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  dude il Gio 15 Dic 2011 - 16:31

@Orazio Privitera ha scritto:
@dude ha scritto:, la cosa che sorprende anche me è che era prevista la presentazione allo scorso top audio ed evidentemente... La crisi...
Peccato non erano male Very Happy
Allo scorso top audio ( che io sappia) erano presenti, ma con le elettroniche. Comunque le uniche High Gloss che io sappia sono queste (che cmq conosciamo tutti)
Magari puoi mandare loro una mail con allegata la pagina, così se il progetto si fosse arenato puoi contribuire a sbloccarlo Wink

dude
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 01.06.09
Numero di messaggi : 1275
Località :
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Vincenzo il Gio 15 Dic 2011 - 19:43

@Solomon ha scritto:Ogni categoria con delle piccole perle da consigliare. Ma i "sordi"... ah no scusa. I "ciechi".



CIn cin Ironic

Vincenzo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 04.04.09
Numero di messaggi : 3644
Località :
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Orazio Privitera il Gio 15 Dic 2011 - 19:44

@dude ha scritto:Magari puoi mandare loro una mail con allegata la pagina, così se il progetto si fosse arenato puoi contribuire a sbloccarlo Wink
Sono venuti a conoscienza di questa foto già da diverso tempo, mi hanno risposto che non è opera loro Mmm
avatar
Orazio Privitera
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.02.10
Numero di messaggi : 2831
Località : Catania
Occupazione/Hobby : Musica e hi-fi,Fotografia, lettura, e un debole per le Stratocaster
Provincia (Città) : alti e bassi, dipende dal giorno
Impianto : *

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Biagio De Simone il Gio 15 Dic 2011 - 21:46

@Orazio Privitera ha scritto:
@dude ha scritto:Magari puoi mandare loro una mail con allegata la pagina, così se il progetto si fosse arenato puoi contribuire a sbloccarlo Wink
Sono venuti a conoscienza di questa foto già da diverso tempo, mi hanno risposto che non è opera loro Mmm
Dude proponiti, subito dopo la stesura definitiva del T-speaker. Smile
avatar
Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10275
Località : ............
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Provincia (Città) : eccellente
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  dude il Gio 15 Dic 2011 - 22:57

@Orazio Privitera ha scritto:
@dude ha scritto:Magari puoi mandare loro una mail con allegata la pagina, così se il progetto si fosse arenato puoi contribuire a sbloccarlo Wink
Sono venuti a conoscienza di questa foto già da diverso tempo, mi hanno risposto che non è opera loro Mmm
Ma dai!? Non posso immaginare che razza di caxxone psicopatico si metta a fare un falso del genere Mmm Deve essere uno con tanto tempo da buttare poveretto, mi scuso col forum e con Indiana Line per il procurato allarme, qualcuno avrà pensato che si possano
Fare veramente dei diffusori del genere a prezzo abbordabile Laughing Laughing Laughing

dude
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 01.06.09
Numero di messaggi : 1275
Località :
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

re indiana line

Messaggio  falco il Mer 21 Dic 2011 - 18:04


per Fabrizio"
ciao se le vuoi provare sono a disposizione attualmentre le sto sentendo con un un ONKYO tx-sr 608 ; il nad l'ho dato a mio fratello e mi sono recuperato il 3225 pe. contattami a ams@amslettura.com oppure 3338902931( cellulare di lavoro) ciao marco.
avatar
falco
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 23.05.11
Numero di messaggi : 17
Località : ROMA
Impianto : MUSICAL FIDELITY E10
TESI 560/JBL SCS 178
CD NAD C521 BEE
6+1 NAD 762

http://www.falco.redir.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Alfredo Di Pietro il Mer 21 Dic 2011 - 19:33

Tra qualche tempo potrete leggere la mia recensione delle Tesi 560 su "Non solo audiofili"
Smile Wink
avatar
Alfredo Di Pietro
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 23.04.08
Numero di messaggi : 1329
Località : Cesate (MI)
Occupazione/Hobby : Musica - Stereofonia - Motociclette - Computer
Provincia (Città) : Lunatico
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

http://nuke.nonsoloaudiofili.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Stentor il Mer 21 Dic 2011 - 23:19

@Alfredo Di Pietro ha scritto:Tra qualche tempo potrete leggere la mia recensione delle Tesi 560 su "Non solo audiofili"
Smile Wink

Bene ...son curioso Smile

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Tesi il Mer 28 Dic 2011 - 16:44

@Alfredo Di Pietro ha scritto:Tra qualche tempo potrete leggere la mia recensione delle Tesi 560 su "Non solo audiofili"
Smile Wink

Tesi
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 15.12.11
Numero di messaggi : 10
Località : roma
Impianto : Amplificatore NAD 304 + Casse Indiana Line Tesi 560

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  ahlborner il Gio 29 Dic 2011 - 11:48

Anche io sarei ben curioso di leggere pregi e difetti di questi diffusori, visto che sono stato piacevolmente colpito dalla serie Musa, diffusori molto musicali, molto raffinati e mai affaticanti, e non per ultimo dalle capacita dinamiche invero sorprendenti. E sopratutto dal valore prestazionale ben piu alto della categoria di prezzo di appartenenza.

Tant'è vero che non capisco certe prese di posizione assolutamente negative, ma sopratutto certe critiche tecniche, che a mio avviso non hanno ragion d'essere.

Cari saluti e buone feste a tutti!

ahlborner
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 28.04.11
Numero di messaggi : 13
Località : Centro Italia
Impianto : Amplificatore integrato Krell FBI
Lettore CD Krell KPS-28
Diffusori Krell Revolution II
Giradischi Michell Gyrodeck, ESE Nibiru, Dynavector Karat

Amplificatore Nad C355
Lettore CD Nad C515
Diffusori Musa 505
Giradischi Project Xpression II e prephono PhonoBox IISE, AT440MLA


Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Tesi il Gio 29 Dic 2011 - 12:37

Diciamo che sono un felice possessore di questi diffusori ... ma e' anche vero che le sto' modificando completamente.
Anch'io come te, faccio il tifo per un marchio italiano che mi ha permesso con un prezzo abbordabile per me, di provare ad ascoltare musica!

E' pero' anche vero che alcune pecche ci sono e ... chi lo sa' se sarebbe stato possibile avviarle !?

Sono rimasto incredibilmente sorpreso della gentilezza dell'Ing. Musso che mi ha fornito gli schemi del crossover e mi ha spiegato che il "suono" dei diffusori e' molto legato all'ambiente di ascolto senza trascurare quanto incidano le esigenze del pubblico a cui ci si rivolge. E comunque la scelta timbrica e' sempre soggettiva!

Detto cio', anche le Tesi 560 non risultano stancanti .. ma praticamente gli acuti non ci sono!
E' normale che non stanchino ... potrebbero avere un certo fascino dovuto ad una gamma media abbastanza equilibrata ma ... ho la sensazione che si e' tolto tutto cio' che non riescano a riprodurre.
Ed anche questa e' una scelta per certi versi condivisibile .... se non fosse che, chi e' abituato a sentire diffusori di un certo livello le mancanze le sente.

Io sto' rifacendo i crossover cambiando la componentistica e mi sembra di avvicinarmi sempre di piu' alla meta di ottenere un diffusore equilibrato e quanto piu' completo come dettaglio ...
Soffro ancora una eccessiva direzionalita' che mi ha costretto a metterli quasi faccia faccia per avere (con dei cuscini come high trap) una scena il piu' possibile ampia (non appena riesco a trovarlo, i cuscini verranno sostiuiti da feltro abbastanza spesso).

Dimenticavo una cosa, io faccio le prove passo le nottate ad ascoltare ... cerco di aggiustare .. poi arriva mio fratello Lallo che tac ... individua il problema e da' un accenno di soluzione su cui lavorare .... sono curioso di verificare se quanto da lui denunciato sia supportato anche dalla recensione e magari da delle prove strumentali di Alfredo.

Tesi
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 15.12.11
Numero di messaggi : 10
Località : roma
Impianto : Amplificatore NAD 304 + Casse Indiana Line Tesi 560

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  ahlborner il Gio 29 Dic 2011 - 20:49

Credo non sia questione di essere fan o meno di una azienda; il rischio concreto che il tutto si trasformi in tifo osannato per questo o per quel prodotto è molto alto, e questo (nel bene e nel male) è sempre un danno.
In genere parlo bene dei prodotti che mi soddisfano, molto raramente critico cio che non mi piace.

Torno sul discorso delle Musa.
Partecipo poco a questo ed altri forum, benche vi segua piu o meno costantemente.
Ho scritto che non capisco alcune critiche che non hanno ragion d'essere. Lasciando perdere commenti del tipo "fanno cagare" et similia, mi ha incuriosito la sensazione d'ascolto che le Musa avevano dato ad alcuni utenti del forum; principalmente bassi rimbombanti e poco controllati, medi confusi e impastati e alti poco definiti (non ricordo esattamente le parole, ma erano critiche all'incirca simili).

Ora, premesso che qualsiasi persona con un minimo di esperienza capirebbe che qualunque diffusore può suonare male messo in condizioni critiche, diro la mia.

Ho ascoltato questi diffusori (505), in condizioni non perfettamente favorevoli, e devo riconoscere che inizialmente sulla gamma bassa ho avuto la sensazione di un bel basso certamente pieno (e anche esteso) per il tipo di diffusore, ma poco controllato. Tuttavia il registro medio e acuto, mi sono sembrati da subito di grande, (molto) grande qualita.

Dovendo, per esigenze varie, valutare l'acquisto di un secondo impiantino, ho pensato subito di comprare le Musa 505, quelle da pavimento appunto.
Le ho installate con eletroniche Rotel. Diffusori nuovi di negozio.
Che sorpresa... e non in positivo!

Registro grave impastato, medi fortemente congestionati, acuti inesistenti!
Certamente, il rodaggio ha funzione importantissima, mi armo di santa pazienza e decido di aspettare la fine di qualche decida di ore di ascolto. In realta almeno le prime 15 ore consecutive, sono state messe in play con cd particolarmente "carichi", in repeat, e a volumi tutt'altro che lievi.

Riprovo con un ascolto: mhhh, si, il registro grave è migliorato un po, solo un po, su quello medio e acuto non ci siamo proprio.
Proprio quelle sensazioni di smarrimento tali da far venire il dubbio: "ma ho comprato una porcheria cosi?", e anche le elettroniche Rotel, che certo non sono chiuse, avrebbero dovuto dare una certa spinta in avanti sulla brillantezza.

Qui c'è qualcosa che non va, mi dico.
Tuttavia il mio atteggiamento prudenziale mi imponeva di attendere ancora e metterle in condizioni differenti di esprimersi, per poter valutare.

Ebbene, dopo un utilizzo di circa 120 ore (che non sono poche!!), le cose cambiano! E di molto!
Il registro medio si apre, diventa luminoso, chiaro, preciso, assolutamente eufonico, il registro medio alto si estende diventando raffinatissimo, e di una precisione assolutamente strabiliante.
Il grave, come c'era da aspettarsi, gia dopo 40 ore guadagna una estensione maggiore, un controllo molto buono. pur conqualche piccolo difettuccio che andro poi a eliminare piu avanti.
Mi chiedo, è possibile che un diffusore possa aver bisogno di cosi tante ore, specialmente sul tweeter per potersi esprimere al meglio?
Si, non solo è possibile, ma ne occorrono altre. Diciamo che, mentre i woofer iniziano a stabilizzarsi intorno alle 40/50 ore di funzionamento, il tweeter inizia, e dico inizia, verso le 80 ore a far sentire un timido (ma proprio timido) cambiamento tale da far sospettare che viste le non poche ore di uso, siamo arrivati alla frutta e il cambiamento rimanga comunque solo un accenno di sfumatura; ma da questo momento le cose non finiscono qui. Arrivati a circa 120 ore il cambiamento è di quelli "woooow"! Ma posso dire che il tweeter è comunque maturato intorno alle 160/170 ore di funzionamento e forse qualcosina in piu. Tempi biblici, ma posso dire che ne è valsa la pena,e la pazienza mi ha ripagato con un suono di una raffinatezza, di una qualita che si trova in diffusori di ben altro costo.
Non stiamo parlando di sfumature, ma di un suono completamente stravolto, tali da far pensare a diffusori diversi.
Mentre in altri diffusori ad un primo ascolto si possono comunque intuire certe potenzialita del diffusore, qui siamo proprio di fronte ad una metamorfosi totale, di larva che si trasforma in farfalla.

La particolare configurazione sospensione pneumatica/reflex, penso faccia si che i due woofer, pur identici, raggiungano una maturita in tempi differenti, certamente prima quello caricato in reflex, vista la possibile maggior escursione, mentre per il secondo woofer che lavora in s.p. occorre verosimilmente maggior tempo.
A questo, ci aggiungiamo il fatto che il tweeter, ha bisogno davvero di tanto, tantissimo tempo per raggiungere le prestazioni migliori.
Questi differenti tempi (ovviamente presenti anche in altri diffusori, ma devo dire maggiormente critici in queste Musa) portano ad avere inizialmente un diffusore in continua evoluzione, dove no nsi capisce se un giorno migliorano le voci a discapito dei violini, e quando i violini sembrano meravigliosi i corni suonano con uno straccio in campana! Il punto interrogativo sulla testa del povero acquirente è assicurato!

Con un po di pazienza, il tutto si allinea per un suono assolutamente corretto, molto esteso, veramente (ma VERAMENTE!) raffinato, ed eufonico.

Solo una certa (invero piccola) sbrodolosita del grave permaneva e andava eliminata.
Sbrodolosita che chiaramente era causata dalla troppa vicinanza dello sbocco reflex al pavimento e dai microscopici piedini in gomma, che non mi hanno mai convinto da subito, vista la poca stabilita che davano al diffusore.
Sono bastate tre punte per risolvere magicamente il tutto.
Il basso è diventato assolutamente perfetto, causa anche l'allontanamento dello sbocco reflex dal pavimento (le punte sollevano il diffusore di 1,5 cm), ma sopratutto controllato, frenato al punto giusto, eliminata ogni sensazione di sbrodolosita, di code manco a parlarne. Inoltre il palcoscenico si è esteso nelle tre dimensioni e la focalizzazione è diventata di una precisione invero notevolissima; l'accoppiamento rigido come sospettavo ha dato i suoi enormi frutti.

Alti inesistenti? Medi impastati? No, non sono caratteristiche di questi diffusori; sono diffusori precisissimi, palcoscenico esteso, estensione molto lineare (se si eccettua un certa abbondanza in gamma medio bassa efficacemente corretta con le punte) e completa.
Certo, penso che chi ascolta rock duro a livelli live, debba cercare altrove, non sono diffusori nati per trapanare i timpani o ferirli con graffianti sonorita.
Non che con il rock suonino male, -anche perche hanno capacita dinamiche che altri diffusori dal costo anche molto superiore si sognano-, solo che lo ingentiliscono.
Secondo me sono stati progettati e nascono come diffusori raffinati ed eufonici prima di tutto, perfetti per tutta la musica classica (anche quella sinfonica capace di grandi spunti dinamici), musica acustica in generale, adorabili con il jazz, non disdegnando anche certo rock melodico e musica leggera in generale.
Per le mie esigenze, con i Rotel erano addirittura fin troppo aperte, motivo per cui ho sostituito le elettroniche, dopo varie prove, con Nad, andando a cozzare con la regoletta aurea che vuole elettroniche e diffusori con caratteristiche tendenti all'opposto per ottenere un risultato neutro.
Ebbene, con i Nad, che sono notoriamente apparecchi tendenti al "dolce" avrei dovuto ottenere un suono eccessivamente rilassato, forse tendente al fiacco; e invece tutt'altro, ho guadagnato in eufonicita, senza perdere minimamente in dettaglio, estensione alle alte frequenze, e con un'estensione e un controllo sulle basse frequenze da brivido.
E questo per il mio ambiente di ascolto e per il tipo di musica che ascolto.

Difetti? Mi spiace, ma visto il costo di acquisto (600 euro), e che offrono pure una finitura in vero legno, peraltro davvero di ottima fattura, parlare di difetti sarebbe fuorviante.
Possono piacere o non piacere, ma certo è che si tratta di diffusori di alto livello, e di prestazioni molto superiori alla fascia di prezzo cui appartengono.

Due cose mi sento di consigliare alla IL:
1) predisponete il basamento per inserire delle punte, perche venderle con quei quattro gommini significa davvero limitarne le potenzialita. Ogni audiofilo con esperienza ne capisce l'importanza e vi pone rimedio da solo, ma non tutti potrebbero saperlo e lasciarsi ingannare da un suono un poco gonfio sul registro basso e una focalizzazione poco precisa.
Ho notato che sono molto piu sensibili di quanto mi aspettassi circa l'altezza dal pavimento, anche un solo centimetro in piu modifica sensibilmente la grandiosita del basso.
Si potrebbero pensare due set di punte di diversa altezza, in modo da linearizzare la risposta sul registro grave in base al proprio ambiente.

2), scrivete sul manuale a chiare lettere che occorrono ben piu delle "poche decine di ore" consigliate per migliorarne le prestazioni. E sopratutto per il tweeter. La fretta e l'inesperienza potrebbero facilmente ingannare, squalificando un prodotto di per se eccellente.


Tesi, da quello che ho letto mi pare di capire che i tuoi diffusori abbiano un'impostazione nettamente diversa dalle Musa.
Proprio il palcoscenico nelle Musa è davvero esteso e la focalizzazione particolarmente stabile.
Trovo tuttavia un pochino rischioso modificare il crossover, chi lo ha progettato ben sapeva quello che faceva, e probabilmente voleva dare una impostazione ben precisa al diffusore.
Sono piu dell'idea che se l'impostazione non piace, pace e amen, si debba cercare un altro diffusore.
Poi se a uno piace sperimentare, allora è un altro discorso!

Ciao!

ahlborner
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 28.04.11
Numero di messaggi : 13
Località : Centro Italia
Impianto : Amplificatore integrato Krell FBI
Lettore CD Krell KPS-28
Diffusori Krell Revolution II
Giradischi Michell Gyrodeck, ESE Nibiru, Dynavector Karat

Amplificatore Nad C355
Lettore CD Nad C515
Diffusori Musa 505
Giradischi Project Xpression II e prephono PhonoBox IISE, AT440MLA


Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Tesi il Gio 29 Dic 2011 - 21:38

Sicuramente mi piace sperimentare .... ma forse mi sono espresso male. Io non sto' modificando il crossover come impostazione, sto' semplicemente cambiando la componentistica che per forza di cose per quel prezzo non puo' essere a livelli molto alti.

Il presupposto era ... spendo 400 Euro e cerco di migliorarle arrivando a 500 euro di spesa (100 euro di componenti) o ne spendo 500 direttamente e le tengo cosi'? Ho preferito la prima ipotesi perche' magari riusciro' ad ottenere anche quelle sfumature soggettive che "smanettando" spero di raggiungere.

Sono contento che tu sia soddisfattissimo delle tue Musa .... ma credo converrai che sostituendo i condensatori elettrolitici bipolari con quelli in propilene, resistenze non induttive al posto di quelle a filo e induttanze in corobar o in aria ... le cose potrebbero migliorare ulteriolmente e se i bassi sono da brivido gia' ora ....
E' vero che le bobine variano la resistenza in base alla loro tipologia, ma anche questo diventa una variabile che puo' consentire di adattare, giocandoci su, i diffusori all'ambiente e alle elettroniche in nostro possesso.
Hai detto tu stesso che passando da Rotel a NAD le cose sono cambiate .... e questo credo che mi ha spinto a provare ...
Il progettista con cosa le prova ? In che tipo di ambiente ?
Sono convinto che dei diffusori economici sono per forza un po' tirati nella componentistica ed e' normale che siano anche abbastanza sensibili a variazioni di pilotaggio o di ambiente. Ecco io vorrei adattarli a casa mia e al mio NAD.

Diciamo che se riuscissi a far suonare le mie Tesi come le tue Musa ... sarei contentissimo ed avrei risparmiato 100 Euro!


Tesi
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 15.12.11
Numero di messaggi : 10
Località : roma
Impianto : Amplificatore NAD 304 + Casse Indiana Line Tesi 560

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  ahlborner il Gio 29 Dic 2011 - 22:17

Avevo capito stessi modificando i parametri elettrici del crossover.
Certamente una componentistica migliore puo aumentare le prestazioni.

Non conosco il crossover dei tuoi diffusori; sulle Musa le sezione passa alto (forse piu critica) è gia affidata a componenti buoni come condensatori poliestere e induttanze in aria cosi come la sezione del medio.
Sul passa basso si utilizzano condensatori elettrolitici, comunque meno critici rispetto alla sezione passa alto.

In ogni caso credo che la Musa e le Tesi siano due progetti abbastanza diversi e che nascono per esigenze d'ascolto differenti; il che non vuol dire che siano di qualita inferiore, ma semplicemente che suonano in maniera differente.

ahlborner
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 28.04.11
Numero di messaggi : 13
Località : Centro Italia
Impianto : Amplificatore integrato Krell FBI
Lettore CD Krell KPS-28
Diffusori Krell Revolution II
Giradischi Michell Gyrodeck, ESE Nibiru, Dynavector Karat

Amplificatore Nad C355
Lettore CD Nad C515
Diffusori Musa 505
Giradischi Project Xpression II e prephono PhonoBox IISE, AT440MLA


Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Orazio Privitera il Gio 29 Dic 2011 - 23:35

@ahlborner grazie per aver condiviso. In effetti mi hai dato delle risposte, dato che sto facendo rodare le sorelle minori ( le 205 ) per sapere come si sentirebbero dopo rodate
avatar
Orazio Privitera
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.02.10
Numero di messaggi : 2831
Località : Catania
Occupazione/Hobby : Musica e hi-fi,Fotografia, lettura, e un debole per le Stratocaster
Provincia (Città) : alti e bassi, dipende dal giorno
Impianto : *

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Tesi il Ven 30 Dic 2011 - 12:53

Scusate ma e' solo per capire se qualcuno puo' spiegarmi.
Se questi sono i grafici di SUONO allegati al sito ufficiale delle MUSA 505 (http://www.indianaline.it/musa-505/1881), il grafico della funzione di trasferimento del filtro non sta' ad indicare che il tweeter lavora attenuato di circa 10 db rispetto ai medio bassi?
O si deve interpretare in maniera diversa?

Ciao grazie e scusate ma non sono riuscito ad inserire direttamente l'immagine








Tesi
Novizio
Novizio

Data d'iscrizione : 15.12.11
Numero di messaggi : 10
Località : roma
Impianto : Amplificatore NAD 304 + Casse Indiana Line Tesi 560

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuove Indiana Line Tesi 560 e 260

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum