Ci sono soluzioni più “da tavolo” che offrirebbero maggiore fedeltà sonora buttando molti meno soldi. Ad esempio potresti abbinare un amplificatore usato ad uno dei dispositivi che ha consigliato sportyerre.

Circa l'autoradio:
1) Da un punto di vista estetico, un frontalino con frame metallico poggiato in un ambiente a spingere degli altoparlanti non è che sia il massimo dell'eleganza;
2) I modelli da 150€ e passa, non è che diano più dei 55W X 4 Canali in quanto o perchè hai pagato l'autoradio uno sproposito. Il limite fisico dei finali in Classe A/B è stato raggiunto con i Mosfet che, più di 55W per canale, ai quali ci si potrebbe arrivare con una distorsione armonica del 10% considerando parametri più o meno non ricreabili con i circuiti sui quali sono stati montati... non ci arrivano.

Conta che le piste per le tensioni sono sottodimensionate e per spingere 55W ad un livello di distorsione accettabile devi salire di voltaggio, ma questo voltaggio non è previsto dai componenti degli autoradio stessi. Conta l'elettrolitico da 2200uF accanto al finale che non riesce a tenere botta al ripple che produce l'autoradio anche alla metà del volume. Conta infine che dovresti dare 15 o 16V stabilizzati all'autoradio e molti elettrolitici sarebbero al limite.

L'unica eccezione la fanno i recenti Classe D della Sony: si avvicinano a 100W per canale ma parliamo di molto più di 150€... Non li ho ascoltati e non saprei dirti, ma in ambito Home si può chiedere di meglio.

Piuttosto abbina uno dei cosi consigliati da sportyerre ed abbinali ad un amplificatore della Coral. Esteticamente molto meglio dello scatolotto metallico di un autoradio, nei mercatini li trovi a poco prezzo e per il wattaggio non c'è storia rispetto a quello di un autoradio: i 25W RMS di un amplificatore serio e ben progettato suonano il doppio dei 45-50-55W dichiarati da un autoradio.

E se vuoi fare l'elegante ci sono alcuni Coral disegnati da Pininfarina. Wink