T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11775 utenti, con i loro 820010 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Vinili Usati ? costano come nuovi !

Condividi

descriptionVinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
Ciao a tutti, ho da meno di un mese acquistato un giradischi e sto acquistando dei dischi ; sino ad ora tutti nuovi, ma volevo comprarne anche di usati risparmiando (e ci si diverte anche di più).
Ho letto un pò di post e girato sui vari siti Discogs, CD&LP e varie.

Però... non ho visto grande convenienza: un disco con status buono gira sui 20/25 euro se singolo + le spese di spedizione; in negozio ho pagato 33 un doppio, 25 un singolo...nuovi!

possibile ?
sbaglio a guardare o becco solo edizioni rare ?

ad esempio: su CD&LP - Diana Krall - Wallflower (ltd. ed. 2LP) - 28 euro in condizione M , + 13,90 di spedizione (41 euro, lo trovo forse anche da mondad_ri, che fa il 15% di sconto)...

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
E' scoppiata la moda del vinile, così come le istantanee polaroid e le moto vecchie....e chi ha roba vecchia in casa pensa di possedere la Gioconda 2.0
I professionisti vendono a prezzi ragionevoli, non regalano nulla ma almeno non esagerano vendendo dischi "da edicola" a 30€
Non bisogna farsi prendere dall'acquisto compulsivo

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
Purtroppo è così, un giro su discogs se vuoi cercare qualcosa di preciso, tanti ci stanno marciando anche coi giradischi, purtroppissimo Sad scusate il neologismo orendo

se penso che c'erano "audiofili" che svendevano collezioni in blocco di LP ben tenuti mediamente a 5/8 € l'uno qualche anno fa mi mangio le mani, quello che mi ha sempre trattenuto è stato il fatto che se acquisti un piccolo lotto hai sempre dischi che non vuoi tenere

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
@sportyerre ha scritto:
E' scoppiata la moda del vinile, così come le istantanee polaroid e le moto vecchie....e chi ha roba vecchia in casa pensa di possedere la Gioconda 2.0
I professionisti vendono a prezzi ragionevoli, non regalano nulla ma almeno non esagerano vendendo dischi "da edicola" a 30€
Non bisogna farsi prendere dall'acquisto compulsivo



vero a ma chi vendono ?
io per 25/30 euro se non sono tirature speciali o da collezione anche compro in amazonia con Prime.
mah ... forse qualcosa mi sfugge.

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
Il rischio dei vinili è che si gonfino in una bolla come accadde ai tulipani nel '600 in Olanda. Shocked
Fortunatamente ho già fatto la mia indigestione di vinili in tempi in cui costavano ancora 5.000 Lire al massimo, per cui non ho più fame. Laughing

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
@Smanetton ha scritto:
Il rischio dei vinili è che si gonfino in una bolla come accadde ai tulipani nel '600 in Olanda. Shocked
Fortunatamente ho già fatto la mia indigestione di vinili in tempi in cui costavano ancora 5.000 Lire al massimo, per cui non ho più fame. Laughing

Ok Ok Ok
qualcuno anche 8.000 lire...

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
Da ragazzo (trenta anni fa...) un nuovo e un usato erano inproporzione 1:2 ossia 18.000 lireperilnuovo e8-10.000 per l'usato buono.

Lo scempio di euro e reissue,chessò da Ricordi (oggi mondadori...) nel 2006 30€ per un yes album e lo stesso nel negozio dell'amico se ben tenuto 20€...

Qua da me ci sono i mercatini 5-10€ e trovi anche roba interessante e rarità... Laughing

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
cercherò...
ma ho l'impressione che alcune stampe degli anni 1990-2000 suonino da schifo...(almeno i miei ruderi) con dinamiche impastate, mentre per i dischi che sto acquistando mi informo prima su come suonano.
Ad esempio ho preso la scorsa settimana la versione EDICOLA De Agostini di Abbey Road dei Beatles (Apple) e suona come una gatta morta, mentre l'ultimo di Rhianna è ricco ed armonico... si lo so sono confronti improponibili come generi, ma io parlo solo di come suona il disco non di cosa...Quindi riallacciandomi a quanto dicevo: usato, caro e magari neanche suonante bene !

bisogna avere occhio!

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
@Pinve ha scritto:
cercherò...
ma ho l'impressione che alcune stampe degli anni 1990-2000 suonino da schifo...(almeno i miei ruderi) con dinamiche impastate, mentre per i dischi che sto acquistando mi informo prima su come suonano.
Ad esempio ho preso la scorsa settimana la versione EDICOLA De Agostini di Abbey Road dei Beatles  (Apple) e suona come una gatta morta, mentre l'ultimo di Rhianna è ricco ed armonico... si lo so sono confronti improponibili come generi, ma io parlo solo di come suona il disco non di cosa...Quindi riallacciandomi a quanto dicevo: usato, caro e magari neanche suonante bene !

bisogna avere occhio!



sono d'accordo, le stampe (soprattutto italiane) di quel periodo suonano spesso non male, malissimo!

a me all'epoca era venuto il dubbio che le case discografiche lo facessero intenzionalmente, oltretutto, allora il CD costava un pò più del vinile, se la memoria non mi inganna

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
@fritznet ha scritto:

sono d'accordo, le stampe (soprattutto italiane) di quel periodo suonano spesso non male, malissimo!

a me all'epoca era venuto il dubbio che le case discografiche lo facessero intenzionalmente, oltretutto, allora il CD costava un pò più del vinile, se la memoria non mi inganna


C'erano da vendere i CD al doppio del prezzo

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
@Pinve ha scritto:
cercherò...
ma ho l'impressione che alcune stampe degli anni 1990-2000 suonino da schifo...(almeno i miei ruderi) con dinamiche impastate, mentre per i dischi che sto acquistando mi informo prima su come suonano.
Ad esempio ho preso la scorsa settimana la versione EDICOLA De Agostini di Abbey Road dei Beatles  (Apple) e suona come una gatta morta, mentre l'ultimo di Rhianna è ricco ed armonico... si lo so sono confronti improponibili come generi, ma io parlo solo di come suona il disco non di cosa...Quindi riallacciandomi a quanto dicevo: usato, caro e magari neanche suonante bene !

bisogna avere occhio!



Negli anni '80 se si voleva un minimo di qualità i dischi si dovevano prendere d' importazione....
si mormorava che gli inglesi passassero agli italiani le matrici di stampa esaurite per stampare i vinili qui .... Laughing

per quasnto riguarda i vinili de agostini...  
il master di abbey road e del '69 mi pare e a quei tempi le tecniche di registrazione non erano  lontanamente quelle di oggi, così come non lo era il rapporto s/n ne la gamma dinamica dei registratori impiegati...
quindi un certo decadimento c' è da aspettarselo...  
per i dischi da edicola...  non conosco la collana in oggetto, ma per il resto forse è meglio stendere un pietoso velo.....

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
Ci sono tre tipi di vinile, i 90g ossia gli standard che suonano medi, a seconda dell'incisione, i migliori sono i 180g con microsolco en rari (anni 60-70...) e poi i picture, da appendere al muro e basta... Laughing

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
Non sono molto d'accordo, il peso aiuta, ma di suo non fa la qualità di un disco, ho dei 180gr che suonano male e dei 90 che suonano bene, c'è da considerare matrici, qualità del vinile, macchine usate, processo di produzione, tempi utilizzati per il distacco ( diceva valterneri che in alcuni stabilimenti italiani per risparmiare si staccavano i vinili molto prima, senza lasciarli raffreddare.

Inoltre la cosa più importante che è sempre la qualità della registrazione, che finisca in un vinile, CD o file, se è pessima resterà pessima, ovviamente una buona registrazione su un disco stampato male avrá difetti, ma se suona male il master hai voglia a usare vinile vergine da 180gr

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
@fritznet ha scritto:
Non sono molto d'accordo, il peso aiuta, ma di suo non fa la qualità di un disco, ho dei 180gr che suonano male e dei 90 che suonano bene, c'è da considerare matrici, qualità del vinile, macchine usate, processo di produzione, tempi utilizzati per il distacco ( diceva valterneri che in alcuni stabilimenti italiani per risparmiare  si staccavano i vinili molto prima, senza lasciarli raffreddare.

Inoltre la cosa più importante che è sempre la qualità della registrazione, che finisca in un vinile, CD o file, se è pessima resterà pessima, ovviamente una buona registrazione su un disco stampato male avrá difetti, ma se suona male il master hai voglia a usare vinile vergine da 180gr


agli inizi idi 180 grammi proprio non ce n' erano

poi inizirano ad uscire alcuni (pochi) dischi della Original Master Recording o qualche raro disco della Direct to Disc che si distinguevano per avere un ottima qualità ed una gamma dinamica reealistica, purtroppo al prezzo 'proibitivo' di 120.000 lirette.... il che li rendeva appetibili ai soli audiofili con discrete disponibilità finanziarie
altrimenti non restava che rivolgersi al mercato dell'import (sempre che in città vi fosse un negozio che importasse di Dischi ) gli altri invece dovevano adattarsi a quello che passava il convento, e c' era poco da stare allegri...
Poi il lasciar 'riposare' i solchi dopo l'ascolto ha una sua ragione, anche se difficilmente può essere motivo di scarsa qualità dell incisione Laughing

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
@Snap ha scritto:


agli inizi idi 180 grammi proprio non ce n' erano

poi inizirano ad uscire alcuni (pochi) dischi della Original Master Recording o qualche raro disco della Direct to Disc che si distinguevano per avere un ottima qualità ed una gamma dinamica reealistica,   purtroppo al prezzo  'proibitivo'  di 120.000 lirette....  il che li rendeva appetibili ai soli audiofili con discrete disponibilità finanziarie
altrimenti non restava che rivolgersi al mercato dell'import (sempre che in città vi fosse un negozio che importasse di Dischi )  gli altri invece dovevano adattarsi a quello che passava il convento, e c' era poco da stare allegri...
Poi il lasciar 'riposare' i solchi dopo l'ascolto ha una sua ragione,  anche se difficilmente può essere motivo di scarsa qualità dell incisione Laughing



Non parlo di "lasciar riposare i solchi (o il solco?) " ma del fatto, riportato da un forumer che lavora/ha lavorato per l'industria discografica (valterneri), che per guadagnare tempo durante la stampa dei vinili spesso non venissero rispettati i tempi canonici di raffreddamento del vinile prima di procedere al distacco dalla matrice, altra cosa, direi Very Happy

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
L'altro giorno su Discovery (mi sembra a "Com'è fatto") ho visto il procedimentodi incisione del master originale di un vinile,molto interessante.
Purtroppo non tutti i dischi suonano bene,indipendentemente dal formato,io preferisco però che ci sia la musica che mi piace,un disco inciso perfettamente ma che non mi piace al limite lo uso solo per fsre delle prove audio.
Il riferimento a Rihanna non è volutamente casuale Laughing

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
@giucam61 ha scritto:
L'altro giorno su Discovery (mi sembra a "Com'è fatto") ho visto il procedimentodi incisione del master originale di un vinile,molto interessante.
Purtroppo non tutti i dischi suonano bene,indipendentemente dal formato,io preferisco però che ci sia la musica che mi piace,un disco inciso perfettamente ma che non mi piace al limite lo uso solo per fsre delle prove audio.
Il riferimento a Rihanna non è volutamente casuale Laughing



Sono totalmente d'accordo, per me quello che conta è il contenuto, ovviamente se un disco che mi piace è mal registrato o stampato mi dispiace, ma riesco ad ascoltarlo ugualmente. Dischi comprati solo perché ben incisi non ne ho...

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
Ok
se penso che da ragazzino ho scoperto i capolavori dei Led zeppelin,Deep purple,Pink Floyd e compagnia bella su un mangiacassette mono Castelli da 50.000 lire,un enormità Sad
Poi con il primo impianto serio li ho ricomprati in vinile,ma la qualità... Crying or Very sad

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
@fritznet ha scritto:



Non parlo di "lasciar riposare i solchi (o il solco?) " ma del fatto, riportato da un forumer che lavora/ha lavorato per l'industria discografica (valterneri),  che per guadagnare tempo durante la stampa dei vinili spesso non venissero rispettati i tempi canonici di raffreddamento del vinile prima di procedere al distacco dalla matrice, altra cosa, direi Very Happy  


Questo non te lo so dire, parlo da consumatore.. A volte c' erano a giro dischi che non si potevano proprio ascoltare... si passava dal disco imbarcato che faceva saltare la puntina anche più volte ad ogni giro sino alla traccia che suonava come se il suono uscisse da un tubo ...
sicuramente uno dei motivi potrebbe benissimo essere quello che hai citato visto che ha una sua logica.. Inoltre le matrici di stampa hanno un loro ciclo e alla fine si usurano, e anche li si parlava che le matrici venissero usate ben oltre le copie consentite.... e era meglio stare alla larga dalle ristampe.

cose che a suo tempo erano vociferate ovviamente..
ma il fatto era che se prendevi un disco d'importazione (pagandolo il 50% in più) questo in genere suonava bene, al contrario delle edizioni stampate in italia....Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
@giucam61 ha scritto:
L'altro giorno su Discovery (mi sembra a "Com'è fatto") ho visto il procedimentodi incisione del master originale di un vinile,molto interessante.
Purtroppo non tutti i dischi suonano bene,indipendentemente dal formato,io preferisco però che ci sia la musica che mi piace,un disco inciso perfettamente ma che non mi piace al limite lo uso solo per fsre delle prove audio.
Il riferimento a Rihanna non è volutamente casuale Laughing


all uscita del cd vi era la speranza era che i minori costi di produzione avrebbero ridotto il costo finale del prodotto
ma non è stato così... anzi Suicide

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
Ci devono guadagnare sopra troppe persone Sad
ma adesso il prezzo del vinile è veramente folle,probabilmente pensano che lo acquista solo l'appassionato facoltoso di una certa età Sad

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
@giucam61 ha scritto:
Ci devono guadagnare sopra troppe persone Sad
ma adesso il prezzo del vinile è veramente folle,probabilmente pensano che lo acquista solo l'appassionato facoltoso di una certa età Sad


probabilmente vogliono destinare il tutto al mercato hi-end

personalmente già algli albori ho abbandonato il supporto analogico e mi sono convertito al digitale sia nel campo dell audio come nel settore fotografico....
non me ne pento e non tornerei indietro per nessun motivo
anche se non tutto quello che luccica è oro!

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
@giucam61 ha scritto:
L'altro giorno su Discovery (mi sembra a "Com'è fatto") ho visto il procedimentodi incisione del master originale di un vinile,molto interessante.
Purtroppo non tutti i dischi suonano bene,indipendentemente dal formato,io preferisco però che ci sia la musica che mi piace,un disco inciso perfettamente ma che non mi piace al limite lo uso solo per fsre delle prove audio.
Il riferimento a Rihanna non è volutamente casuale Laughing



L'ho detto prima che parlavo di qualità del suono e non di generi o contenuti (per inteso i miei dischi dell'epoca passano dai Van der Graff a Neil Young, purtroppo non sono nato con Rihanna - che per inciso consiglio di ascoltare nell'ultimo ANTI potrebbe essere una sorpresa).

Ovvio che non compro un disco SOLO perchè audiofilo...ma perchè il contenuto mi piace; ma avendo sia CD che Liquida MP3/FLAC e sopratutto per conoscere artisti Spotify, se devo spendere 25/30 euro seleziono un vinile che mi dia qualcosa in più...

le tappe innovative le raggiungo abbastanza nei tempi (CD, MP3, FLAC, Spotify) però mi piace a volte tornare indietro (Vinile, magari domani cassette o, se impazzisco del tutto, bobine o ELCASET - chi se lo ricorda?)


descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
credo che vista l'età media, le elcaset ce le ricordiamo quasi tutti Laughing

a mio modesto parere LP a parte, tutti gli altri formati "vintage" hanno poco senso, fatto salvo il fatto che qualcuno possa avere da riprodurre registrazioni originali su nastro (bobina), e anche qui diciamo che la comodità di un bobine non è che sia proprio il massimo Very Happy

sugli LP personalmente di nuovi ne acquisto pochissimi, quasi esclusivamente se sono ristampe di dischi del periodo analogico che magari ho prestato o sono andate perse, oppure avevo solo in cassetta, cose così


per intenderci, tra un LP a 25€, ricavato dal master del CD ( Hehe ), e un CD a 12€, non ho alcun dubbio, mi piacciono le copertine grandi, ma farmi pigliare in giro mi piace meno Wink

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
Le elcaset non ricordo di averle mai viste....
ma ricordo anche troppo bene gli antenati dell'mp3
i minidisc

descriptionRe: Vinili Usati ? costano come nuovi !

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum