T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you.
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Dac per Koss PortaPro?
Oggi a 2:35 Da joker69

» upgrade 2500 max
Oggi a 2:09 Da mako

» TUTORIAL MODIFICHE TPA 3116 COMPLETO
Oggi a 1:17 Da Olegol

» Confronto tra Breeze full mod. vs Drok ta2024b pareri personali e riflessioni
Oggi a 0:33 Da RAMONE67

» Collegare più sorgenti al T-Amp
Oggi a 0:25 Da giucam61

» Antenna FM
Oggi a 0:04 Da sportyerre

» Amplificatore per Scythe SCBKS-1100 Kro Craft Speaker Rev. B, quale migliore?
Ieri a 23:52 Da giucam61

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Ieri a 23:43 Da CHAOSFERE

» Cavo ad Y RCA per Subwoofer
Ieri a 21:12 Da gianni1879

» L'ho fatto, le ho distrutte :D
Ieri a 21:08 Da zimone-89

» Daphile - Audiophile Music Server & Player OS
Ieri a 20:53 Da dinamanu

» AudioNirvana Super 12" Cast Frame in cabinet 5.6MKII - risultato finale
Ieri a 20:17 Da natale55

»  il trends tamp è oggi un oggetto superato?
Ieri a 19:18 Da alexandros

» Quale ampli per le mie Dynaudio M20
Ieri a 18:13 Da dinamanu

» AUDIOLAB 8000SE
Ieri a 16:31 Da Gabriele Barnabei

» Casse acustiche quali?b&w 684 o IL tesi 560?
Ieri a 16:26 Da rx78

» Consigli per impianto 2.1
Ieri a 14:15 Da Saiph

» Cuffie bestbuy 150€ no amplificatore
Ieri a 13:38 Da farohp

» impianto entry -level
Ieri a 11:12 Da giucam61

» fissa lettore CD
Ieri a 10:54 Da giucam61

» jbl lsr 305 vs krk rokit 6 g3
Ieri a 8:41 Da luigigi

» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Ieri a 7:57 Da gigetto

» CAIMAN SEG
Ieri a 0:42 Da Zio

» (NA) Amplificatore Kingrex con DAC usb e uscita cuffie €270+ sped.
Ieri a 0:20 Da sonic63

» Daphile in ram
Mar 6 Dic 2016 - 23:58 Da ghiglie

» Aiuto lenco L75s
Mar 6 Dic 2016 - 20:36 Da Angel2000

» Ho preso le grado sr80e e vi porto un po' di impressioni
Mar 6 Dic 2016 - 19:02 Da dinamanu

» Alimentatore Muse i25w Ta2021 quale connettore?
Mar 6 Dic 2016 - 18:22 Da Tasso

» Messaggio per Valterneri NAD90
Mar 6 Dic 2016 - 18:05 Da enrico massa

» [to]Vincent sp 997 finali mono
Mar 6 Dic 2016 - 14:51 Da krell2

» OLD AKG K141 MONITOR E LITTLE DOT MK II V3.0
Mar 6 Dic 2016 - 14:47 Da sportyerre

» [AN] Teac UD-H01
Mar 6 Dic 2016 - 14:27 Da Masterix

» Player hi fi
Mar 6 Dic 2016 - 11:38 Da santidonau

» [NO] vendo pre+finale valvole classe A
Mar 6 Dic 2016 - 8:30 Da gigetto

» ultimo nato (mau 749 R.I.P)
Mar 6 Dic 2016 - 6:01 Da Tommaso Cantalice

» Alternativa a Volumio: Moode Audio!
Lun 5 Dic 2016 - 22:40 Da eddy1963

» Vendo 2XFostex FE83EN Euro 110 con enclosures bookshelf
Lun 5 Dic 2016 - 22:14 Da potowatax

» Amplificatore per chiudere il cerchio
Lun 5 Dic 2016 - 21:05 Da Sistox

» El GORDO - una torre senza filtri, si può?
Lun 5 Dic 2016 - 19:41 Da Rino88ex

» Giradischi - quesiti & consigli
Lun 5 Dic 2016 - 19:25 Da dinamanu

» nuove diva 262
Lun 5 Dic 2016 - 19:00 Da CHAOSFERE

» [NA] VENDO Monoblock Icepower 500a con Alimentazione Lineare + Cavi + Filtri di rete [700 euro)
Lun 5 Dic 2016 - 17:48 Da MrTheCarbon

» JRiver 22
Lun 5 Dic 2016 - 15:57 Da gigihrt

» Cd conviene ripararlo o....
Lun 5 Dic 2016 - 8:44 Da gigetto

» Quale cavo ottico per il CD?
Lun 5 Dic 2016 - 8:43 Da gigetto

» Cavi component Hama 1,5m.
Lun 5 Dic 2016 - 0:26 Da wolfman

» Marble Machine
Dom 4 Dic 2016 - 13:31 Da natale55

» leboncoin.fr: Qualcuno è riuscito a comprare qualcosa?
Dom 4 Dic 2016 - 13:04 Da embty2002

» Concerto Ian Paice - Pistoia, 8 dicembre
Dom 4 Dic 2016 - 12:31 Da pallapippo

» Lettore CD max 200 euro
Dom 4 Dic 2016 - 12:06 Da sound4me

Sondaggio

Interessati alla guida per la costruzione di un server audio?

76% 76% [ 148 ]
24% 24% [ 47 ]

Totale dei voti : 195

I postatori più attivi della settimana
CHAOSFERE
 
fritznet
 
lello64
 
rx78
 
dinamanu
 
giucam61
 
savi
 
gigetto
 
gigihrt
 
p.cristallini
 

I postatori più attivi del mese
dinamanu
 
CHAOSFERE
 
lello64
 
Angel2000
 
giucam61
 
rx78
 
fritznet
 
gigetto
 
R!ck
 
natale55
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19629)
 
schwantz34 (15482)
 
Silver Black (15375)
 
nd1967 (12784)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10217)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8489)
 

Statistiche
Abbiamo 10369 membri registrati
L'ultimo utente registrato è titonic

I nostri membri hanno inviato un totale di 769369 messaggi in 50058 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 24 utenti in linea :: 1 Registrato, 0 Nascosti e 23 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

p.cristallini

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Furl  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you. sul tuo sito sociale bookmarking

La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Pagina 3 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 8 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  shantim il Lun 9 Nov 2009 - 0:40

@b.olivaw ha scritto:Alle volte si indugia per pagine e pagine su argomenti già fin troppo noti e risolti per qualsiasi appassionato che non sia nato proprio ieri.

La storia delle basse frequenze in rapporto alle dimensioni della stanza è arcinota....

parole sante..

shantim
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 993
Località : torino
Impianto : lpp: project RPM1 2Mred
cdp: harman kardon hd950
dac:1543 pre: srpp CHF ecc86
ampli: triodino 300B
diffusori:tnt nues, grundig box


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  wasky il Lun 9 Nov 2009 - 1:08

@shantim ha scritto:

in un locale anecoico quella formula VALE SEMPRE! (non per le stazionarie) ma per la frequenza minima riproducibile si.
prima di postare i link a wikipedia forse bisognerebbe leggerli...

Ritornando alle stazionarie shantim c'è un ottimo topic di Marco59 collaboratore di CHF ti metto qualche link anche se credo che siano già pubblicati nella rivista

Stazionarie

http://www.costruirehifi.net/forum/viewtopic.php?f=97&t=727&sid=2b5dc2f47dae5b27f72276b346f6618a&start=0

Suono in Ambiente e Wall Dip

http://www.costruirehifi.net/forum/viewtopic.php?f=97&t=726&sid=2b5dc2f47dae5b27f72276b346f6618a

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger

wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  daniele il Lun 9 Nov 2009 - 1:42

spero di non essere OT..vorrei solo riportare questa frase di Lucio Cadeddu in cui termina una risposta ad una lettera (mi piacerebbe averla in firma questa frase)

Si dovrebbe parlare di ambiente d'ascolto, non di cavi. Le differenze tra un ambiente d'ascolto ed un altro, o tra un ambiente trattato ed uno non trattato, sono dell'ordine di 10-15 dB, misurabili e percepibili anche da soggetti affetti da ipoacusia incalzante! Chissà perché, però, si finisce sempre a parlare di cavi. E' un mondo difficile.

Hehe

daniele
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 09.09.08
Numero di messaggi : 1720
Località : Via della Povertà
Occupazione/Hobby : Desolation Row
Impianto : Nad c565 bee
Leak Stereo 20
PRE Croft Micro
DAC Lampizator
Spendor Ls3/5a


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  shantim il Lun 9 Nov 2009 - 2:20


http://www.costruirehifi.net/forum/viewtopic.php?f=97&t=727&sid=2b5dc2f47dae5b27f72276b346f6618a&start=0

Suono in Ambiente e Wall Dip

http://www.costruirehifi.net/forum/viewtopic.php?f=97&t=726&sid=2b5dc2f47dae5b27f72276b346f6618a

ottimo! veramente interessanti! Ho letto e facendo qualche calcolo e ho scoperto il perchè di alcuni problemi nella mia stanza..
in pratica mi pare di capire che l'ideale non è solo avere dimensioni differenti della stanza, ma anche dimensioni che non siano dei multipli.. altriemnti si instaureranno dei rinforzi su un (o più) determinato range di frequenza.. creando picchi che dovranno essere eliminati a caro prezzo.. (tube traps,pannelli, trattamenti ecc)
ho, da poco, trasferito l'impianto nella mia stanza da letto 5,80x5,50x3...
due dimensioni in pianta sono quasi uguali, ed allo stesso tempo sono "quasi" multipli dell'altezza.. Crying or Very sad Crying or Very sad
mi sa che lo ritrasferisco dove era prima... (che è una stanza inutilizzata della casa .. Crying or Very sad dove però.. si è voluto risparmire sul riscaldamento .. d'inverno si gela... dovevo fare gli ascolti con la tuta da sci Laughing )

spero di non essere OT..vorrei solo riportare questa frase di Lucio Cadeddu in cui termina una risposta ad una lettera (mi piacerebbe averla in firma questa frase)

Si dovrebbe parlare di ambiente d'ascolto, non di cavi. Le differenze tra un ambiente d'ascolto ed un altro, o tra un ambiente trattato ed uno non trattato, sono dell'ordine di 10-15 dB, misurabili e percepibili anche da soggetti affetti da ipoacusia incalzante! Chissà perché, però, si finisce sempre a parlare di cavi. E' un mondo difficile.

Hehe

L'ambiente forse è il più importante dei componenti .. più di un ampli o di una sorgente.. questo tred a fatto da apripista... e per questo ne sono riconoscente a Giannelli (che stimo moltissimo) spero che ne seguiranno molti altri dove ognuno potrà condividere i tweaks e piccoli esperimenti (magari attuati anche solo empiricamente) che hanno potuto migliorare la nostra amata musica!! (possibilmente tweak budget.. in linea con la filosofia t.. niente pannelli da 4.000 euro al mq... Very Happy )

shantim
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 993
Località : torino
Impianto : lpp: project RPM1 2Mred
cdp: harman kardon hd950
dac:1543 pre: srpp CHF ecc86
ampli: triodino 300B
diffusori:tnt nues, grundig box


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  bonghittu il Lun 9 Nov 2009 - 9:55

@shantim ha scritto:
L'ambiente forse è il più importante dei componenti ..
più di un ampli o di una sorgente..

Pienamente d'accordo. E credo che qua dentro nessuno
abbia mai negato l'importanza.

@shantim ha scritto:
questo tred a fatto da apripista...
e per questo ne sono riconoscente a Giannelli

Adesso non esageriamo. Il tema e' stato affrontato
in modo dispersivo in tantissimi thread. Sarebbe giusto
inserire una sezione dedicata dove chi ha realmente
qualcosa da scrivere che non sia la solita leggenda
metropolitana possa farlo nei termini piu' chiari e
corretti possibili. Ci sono tanti testi interessanti
compresi quelli segnalati dal Gianelli e da Wasky.

In ultima cosa ti chiederei di indicarmi il link dove
Lucio avrebbe trattato la materia in quei termini.

bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3515
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  pallapippo il Lun 9 Nov 2009 - 11:15

@bonghittu ha scritto:In ultima cosa ti chiederei di indicarmi il link dove
Lucio avrebbe trattato la materia in quei termini.


Mi intrometto Smile


http://www.tnt-audio.com/edit/lettere.html#10

Hello

pallapippo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 4976
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: Geek Out 450;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  bonghittu il Lun 9 Nov 2009 - 11:45

@pallapippo ha scritto:
http://www.tnt-audio.com/edit/lettere.html#10

Si ok Smile
Ripeto su quello sfido a trovare una persona che non
sia d'accordo!

Io mi riferivo al fatto specifico citato in questo
thread ovvero che esisterebbe un limite inferiore
di riproduzione legato alle dimensioni dell'ambiente.
Dato che non credo che abbia mai scritto/detto
qualcosa del genere volevo giusto avere la conferma...Wink

bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3515
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  pallapippo il Lun 9 Nov 2009 - 11:54

Sono d'accordo su quanto da te detto Wink .

Una cosa è l'acustica ambientale della cui grandissima importanza sono certo anche per prove concrete (miei tentativi di migliorare lo status quo: e sono sicuro che uno spostamento di 10 cm di una cassa può fare più differenza del cambio di ampli o sorgente - ovviamente nell'ambito della medesima "categoria"), una cosa un ipotetico limite inferiore minimo riproducibile (allora: le cuffie le potrebbero tagliare a 1 kHz..., ed aver un subwoofer/woofer su un car audio dovrebbe essere inutile).

Hello

pallapippo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 4976
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: Geek Out 450;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  pallapippo il Lun 9 Nov 2009 - 12:01

@bonghittu ha scritto:Io mi riferivo al fatto specifico citato in questo
thread ovvero che esisterebbe un limite inferiore
di riproduzione legato alle dimensioni dell'ambiente.
Dato che non credo che abbia mai scritto/detto
qualcosa del genere volevo giusto avere la conferma...Wink
Mi ricordo che nel recente passato ha scritto quello che io riterrei l'esatto contrario in almeno due risposte, ma che adesso non riesco a ritrovare...

Hello

pallapippo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 4976
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: Geek Out 450;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Alessandro LXIV il Lun 9 Nov 2009 - 12:02

@shantim ha scritto:
@Alessandro LXIV ha scritto:Comunque per non saper ne leggere ne scrivere (tecnicamente intendo) basta far suonare un sub tagliato a 100Hz in una stanza lunga 3,4 m e, se ho ben capito, teoricamente non si dovrebbe sentire niente. Shocked

La vedo dura. Rolling Eyes

la "lunghezza" di una stanza non ha alcun significato..
per sapere la minima frequenza riproducibile bisogna calcolare la diagonale massima che è data dalla formula:

rad((rad(a^2+b^2))^2+c^2)= diagonale massima (dove "a" e "b" sono le misure in pianta e "c" altezza della stanza)
se usate una calcolatrice scientifica potete scrivere tutto di seguito altrimenti dovete prima risolvere le parentesi.
Se qualcuno avesse una stanza una stanza irregolare.. mansarda, pianta ad "L" ecc. può darmi le misure della stanza e gli ricavo la formula specifica per le diagonale massima.

Una volta trovata la diagonale massima dovete applicare la formula che era stata già postata da qualcuno prima.
F=Vsuono/D*2
dove:
F=frequenza minima riproducibile (l'incognita) hz
Vsuono= 344 circa (dipende da vari fattori..pressione umidità..) m/s
D=digonale massima (quella che vi siete calcolati con la formula precedente) m

Ricordo che la distanza tra il punto di ascolto e i diffusori non influenza la frequenza minima riproducibile,mentre l'intensità (in db) di questa frequenza sarà massima agli angoli e minima al centro della stanza.
Spero che di aver chiarito la questione.. forse molti dubbi sono sorti dal fatto che i valori comunicati da Andrea erano sbagliati, ma la teoria in se è scientificamente dimostrata.. e se una stanza è sigillata e quindi avrà una sua data F minima (in funzione delle sue diemensioni) neanche 20 sub potranno migliorare la situazione.

Tanto per fare un esempio una stanza piccola diciamo 3*4*2.70 abbiamo una d max di 5,68
F= 344/(5,68^2) Fmin= 30,28

Come si può vedere in una stanza che possiamo considerare piccola possono essere riprodotti i 30hz
(considerate poi il fatto che se non è perfettamente sigillata.. nessuna stanza lo è.. la frequenza min scende ancora)

anche Cadeddu ha affrontato la questione su tnt audio c'è una spiegazione molto chiara anche se non fornisce formule..

Appunto. Mi sembrava.....

Alessandro LXIV
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 29.04.09
Numero di messaggi : 5173
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  bonghittu il Lun 9 Nov 2009 - 12:29

@pallapippo ha scritto:
Mi ricordo che nel recente passato ha scritto quello che io riterrei l'esatto
contrario
in almeno due risposte, ma che adesso non riesco a ritrovare...
Hello

Io non avevo dubbi ma comunque nella ML piu' volte qualcuno ha tirato
fuori lo stesso argomento ricevendo le stesse risposte che sono state
date qui Smile

bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3515
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  shantim il Lun 9 Nov 2009 - 14:56

@bonghittu ha scritto:Io non avevo dubbi ma comunque nella ML piu' volte qualcuno ha tirato
fuori lo stesso argomento ricevendo le stesse risposte che sono state
date qui Smile

quali risposte? che il limite riproducibile è una leggenda metropolitana?
adesso sono io a chiedere il link!! dove?!

Sono sicuro che Lucio è al corrente di questo problema.. ma nello sconfinato sito non riesco più a trovare la pagina...
Ecco un link che mostara uno scambio di messaggi su questo argomento.. in cui Mauro Penasa (direi che è affidabile Wink ) spiega come nel caso di cuffie o dentro un automobile la bassissime frequenze non si possano formare ma l'orecchio può essere "ingannato" tramite onde di pressione...
link: http://www.audiofaidate.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=2228&

Tuttavia altri.. sostengono che riflessioni e arredamento possa modificare questo limite.. non so più che pensare..
Se qualcuno può citare una fonte autorevole che metta fine a questi dubbi ne sarei grato...
Scommetto che qualcuno si sta già "sbobinando" qualche trattato di elettroacustica! Laughing

shantim
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 993
Località : torino
Impianto : lpp: project RPM1 2Mred
cdp: harman kardon hd950
dac:1543 pre: srpp CHF ecc86
ampli: triodino 300B
diffusori:tnt nues, grundig box


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  wasky il Lun 9 Nov 2009 - 17:44

Lo avrò scritto credo un bel pò di volte il link alla homepage di Room EQ Wizard

Lo rifaccio

http://www.hometheatershack.com/roomeq/

Vi serve un Pre Mic e quale occasione migliore per prendere una scheda audio da usare come DAC Laughing e un microfono a condensatore per misure come il behringer EMC8000

io ho preso questa

http://forum.nexthardware.com/computer-audio-hi-fi/63441-presa-e-mu-tracker-pre-2-0-usb-per-misure.html

Shantim se mi mandi la tua email in pvt ti mando un file word dove ho iniziato a raccogliere appunti sul DRC

ti metto anche questi link

http://www.audioreview.it/VB/showthread.php?t=10934

http://www.epiguren.com/forum/viewtopic.php?f=14&t=3383

Room EQ wizard consente anche di generare un filtro con EQ in fase minima da usare poi con un convolutore


Roberto

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger

wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  b.olivaw il Lun 9 Nov 2009 - 18:41

@shantim ha scritto:
@bonghittu ha scritto:Io non avevo dubbi ma comunque nella ML piu' volte qualcuno ha tirato
fuori lo stesso argomento ricevendo le stesse risposte che sono state
date qui Smile
quali risposte? che il limite riproducibile è una leggenda metropolitana?
adesso sono io a chiedere il link!! dove?!
...
Se qualcuno può citare una fonte autorevole che metta fine a questi dubbi ne sarei grato...

dato che è stato prima linkato e poi citato in questo 3D ma forse è sfuggito lo stesso, ti riproduco Giussani che (con tutto il rispetto per gli altri) in materia è Cassazione.

LIMITE INFERIORE BASSE FREQUENZE IN AMBIENTE D'ASCOLTO
Alcuni pensano che in ambienti piccoli non sia possibile ascoltare dei buoni bassi, ben estesi. Il motivo sarebbe che tale frequenze non potrebbero svilupparsi in ambienti la cui dimensione minima sia inferiore alla lunghezza d'onda del segnale che si pretenderebbe di emettere ed ascoltare.
Nulla di più sbagliato e falso. Come Rod Elliot spiega molto bene, ciò non consentirebbe di sentire i bassi nemmeno in auto, o in cuffia...
Testo tratto da http://sound.westhost.com/subcon.htm
di Rod Elliott
(Traduzione di Giampiero Spezzano & Valerio Maglietta)
5 - Propagazione contro pressione
Una congettura molto diffusa è che non si possano riprodurre i bassi in un piccolo spazio. Se questo è certamente vero considerando la propagazione delle onde, è completamente falso se si è in condizioni di funzionamento a pressione all'interno dello spazio. Nella maggior parte degli ambienti, vi è un punto di transizione fra la propagazione delle onde ed il funzionamento a pressione (a volte citato come 'guadagno d'ambiente'). Che le frequenze basse possano essere riprodotte nei piccoli spazi, è dimostrato chiaramente dalle cuffie e dai sistemi di subwoofer da automobile. Entrambi si basano sul funzionamento a pressione ed il punto -3dB delle frequenze basse è determinato dalle 'perdite' perché lo spazio non è sigillato perfettamente. In un ambiente completamente sigillato, la riproduzione dei bassi è possibile fino alla CC - non che la cosa sia realmente utile. La maggior parte dei subwoofer si basano sul funzionamento a pressione per ottenere la riproduzione delle frequenze più profonde nei normali ambienti, e bisogna notare che i sistemi accordati non possono correttamente eccitare il funzionamento a pressione, in molti ambienti.
Uno dei motivi potrebbe essere che vi è la presenza di uno sfiato che consente il livellamento della pressione. In teoria questi sono sistemi risonanti in cui l'onda posteriore dell'altoparlante è invertita di fase e si somma al fronte d'onda principale del cono. Che il principio funzioni, è dimostrato da molti grandi sistemi in sale, in teatri e perfino ambienti di riunione esterni, ma in tutti questi casi vi sono grandi spazi dove la propagazione delle onde sonore, è il fattore dominante.
Quando le dimensioni della stanza diventano piccole rispetto alla lunghezza d'onda, la propagazione dell’onda stessa non funziona ed i bassi possono essere riprodotti soltanto pressurizzando (e de-pressurizzando) l’ambiente.... Nelle prove che ho effettuato nel mio laboratorio, un subwoofer accordato sembra fare "un sacco di rumore", ma fallisce miseramente nel produrre frequenze basse che possono essere "percepite". Un driver simile in cassa chiusa riesce a far vibrare l’intero appartamento, a tal punto che non sono riuscito ad ottenere gli stessi (o nemmeno simili) livelli usando qualsiasi sistema di subwoofer accordato.
In parte, queste sono mie supposizioni ed al momento non ho misure per sostenere le mie congetture. Gli effetti che ho segnalato sono (o almeno sembrano essere) reali, ma non è chiaro il punto di transizione- non so esattamente dove la propagazione delle onde cessi di essere il termine principale e dove il "modo a pressione" diventi dominate. Di ciò mi occuperò più dettagliatamente quando avrò la possibilità di fare delle misure e della ricerca.
Devo però aggiungere che:
Nella "mia" esperienza posso dire che il fenomeno descritto non dipende solo dalle dimensioni dell'ambiente o da quanto questo è ben "chiuso", ma anche dalle dimensioni dell'altoparlante.
Immaginate una stanza nella quale a muoversi e vibrare sia un'intera parete. Il funzionamento "in pressione" sarebbe comunque assicurato... Mentre in una cuffia che abbia una membrana mobile larga 1mm non ne sarei così sicuro...
Ecco perché, per i subwoofer in auto io suggerisco l'uso di altoparlanti grandi e non reflex o carico simmetrico...
N.B.: Il "buon funzionamento" del nostro TFS 1 (http://www.renatogiussani.it/the_forum_speaker_1.htm) alle basse frequenze (sottolineato da chi lo ha ascoltato), oltre che alla qualità del woofer ed alla bontà del progetto (reflex QB3) potrebbe essere attribuito al migliore "accoppiamento" con l'ambiente, conseguito con una superficie della bocca d'uscita del condotto di accordo pari ad 1/3 di quella dell'altoparlante (e non 1/6 come d'uso corrente) e al suo posizionamento (del condotto) "a pavimento"...
In talune auto e con taluni progetti potrebbero verificarsi condizioni favorevoli simili a quelle testé esposte...

b.olivaw
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.12.08
Numero di messaggi : 506
Occupazione/Hobby : Robot
Provincia (Città) : meteoropatico
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  bonghittu il Lun 9 Nov 2009 - 18:50

@shantim ha scritto:
adesso sono io a chiedere il link!! dove?!

Negativo. E' il forum di tnt-audio Smile

bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3515
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  pallapippo il Lun 9 Nov 2009 - 18:52

Quelle riportate da b.olivaw mi sembrano sante parole, che mi fanno particolarmente piacere anche perché (casualmente) riprendono proprio i due esempi che avevo fatto prima (ascolto in cuffia ed in auto).

Striscia verde meritata.

Hello

pallapippo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 4976
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: Geek Out 450;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  b.olivaw il Lun 9 Nov 2009 - 19:26

troppo buono Luca Embarassed il primo a citare in questo 3D questo celebre articolo è stato Fabio alla pagina 1.

Vorrei aggiungere una cosiderazione. E' stato scritto "è bene che questo 3D sollevi il problema dell'acustica ambientale" e si può essere d'accordo. Anche se è un modo strano di sollevare i problemi. Come se in un forum di automobili io scrivessi "la macchine a benzina possono fare il pieno di gasolio" e qualcuno commentasse "ti ringrazio di aver sollevato il problema del gasolio che inquina".

ad ogni modo

se vi interessa l'argomento acustica ambientale, vi segnalo due articoli a firma Giancarlo Gandolfi (se non lo conoscete, fidatevi, è uno che "ne capisce") apparsi diversi anni fa su Suono. Potrei scannerizzarli ma non saprei se è consentito, amministratori mi illuminate?

b.olivaw
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.12.08
Numero di messaggi : 506
Occupazione/Hobby : Robot
Provincia (Città) : meteoropatico
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  shantim il Lun 9 Nov 2009 - 19:52

dato che è stato prima linkato e poi citato in questo 3D ma forse è sfuggito lo stesso, ti riproduco Giussani che (con tutto il rispetto per gli altri) in materia è Cassazione.

con tutto il rispetto Giussani più che casazzione.. spesso e fonte di cassate...
perchè mi dirai tu?
1 perchè sostiene che se vi mettete in meditazione davanti ai cavi di potenza per mesi questi suoneranno meglio...
non sto scherzando...
2 perchè non ha uno straccio di pubblicazione (il sito se lo può fare chiunque)
3 la fonte che cita (è che traduce non proprio alla lettera) non è un libro o articolo di elettroacustica ma un altro sito internet.

Non per questo non stimo Giussani, sono completamente d'accordo con lui sulla controreazione, sui trasformatori di uscita ecc...

Lo stesso Giussani afferma:
"In parte, queste sono mie supposizioni ed al momento non ho misure per sostenere le mie congetture. Gli effetti che ho segnalato sono (o almeno sembrano essere) reali, ma non è chiaro il punto di transizione- non so esattamente dove la propagazione delle onde cessi di essere il termine principale e dove il "modo a pressione" diventi dominate. Di ciò mi occuperò più dettagliatamente quando avrò la possibilità di fare delle misure e della ricerca."

Non mi sembra che le supposizioni possano chiarire i dubbi..

A questo punto se ci dobbiamo affidare alle congetture mi affido a quelle di Mauro Penasa.. visto che ha all'attivo decine di pubblicazioni su riviste del settore... il quale afferma che le onde di pressione non riproducano le basse frequenze nell'ambiente.. ma "illudono" l'orecchio...
e forse è proprio questo che interessa a noi.. ovvero se ascoltiamo la musica in un ambiente molto piccolo, dovremmo affidarci a sub in sospensione pneumatica, altrimenti vanno bene i normali vented.

shantim
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 993
Località : torino
Impianto : lpp: project RPM1 2Mred
cdp: harman kardon hd950
dac:1543 pre: srpp CHF ecc86
ampli: triodino 300B
diffusori:tnt nues, grundig box


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  b.olivaw il Lun 9 Nov 2009 - 23:12

Nessun problema, non padroneggiando la fisica e la matematica occorre per forza rifarsi alle tesi di qualcuno.

Parlando supposizioni personalmente gradisco (al contrario di te) la supposta di Mauro quando si parla di elettronica e la supposta di Giussani quando si parla di elettroacustica. Wink

b.olivaw
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.12.08
Numero di messaggi : 506
Occupazione/Hobby : Robot
Provincia (Città) : meteoropatico
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  wasky il Mar 10 Nov 2009 - 15:36

Resta cmq il fatto carissimi amici che, il topic in questione offre una distorsione informativa per gli utenti che, in un forum non dovrebbe essere presente e non gli rende onore

Parlo ovviamente del fatto che non è vero che, in un ambiente come il mio ad esempio non si possano passare i 30 hz di Fs

roberto

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger

wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  shantim il Mar 10 Nov 2009 - 16:09

@b.olivaw ha scritto:Nessun problema, non padroneggiando la fisica e la matematica occorre per forza rifarsi alle tesi di qualcuno.

Neanch'io, però lasciando perdere l'acustica in generale che è una campo parecchio complesso, lmitandoci alla frequenza minima riproducibile il discorso si semplifica e se la fisica ci dice che una semionda di 30 hz ha bisogno di 5m e qualcosa per formarsi..di li non si scappa..

Parlando supposizioni personalmente gradisco (al contrario di te) la supposta di Mauro quando si parla di elettronica e la supposta di Giussani quando si parla di elettroacustica. Wink
E simpatica questa cosa Very Happy ,
io sono d'accordo con giussani sulla controreazione per esperienza personale, ho costruito due ampli che potevano essere "switchati" con e senza controreazione... e il mio orecchio preferiva senza... poi l'ascolo è un fattore soggettivo.. quindi a chi preferisce la controreazione io non obietto niete... de gustibus


Parlo ovviamente del fatto che non è vero che, in un ambiente come il mio ad esempio non si possano passare i 30 hz di Fs

Hai ragione, ma le misure di Andrea sono poi state corrette dalla formula che hai postato...
Ho fatto l'esempio di calcolo: i 30hz possono essere riprodotti in un astanza di 3x4m(h2,70) (se è perfettamente sigillata) ma siccome nessuna stanza non lo è mai.. penso che ragionevolmente si può dire in un piccolo ambiente di 3x3 possono essere riprodotti i 30hz.. questo mi sembra realistico..

A proposito Roberto, non è che possimo sfruttare le tue conoscenze... chiedi delucidazioni a Chiappetta, o a qualcuno dello staff di chf.. Please

Edit: ti ringrazio per la segnalazione del programma, ma avrei bisogno di strumenti che non possiedo e attualmente..sempre causa hi fi sono al verde e non posso comperare niente!!!

shantim
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 993
Località : torino
Impianto : lpp: project RPM1 2Mred
cdp: harman kardon hd950
dac:1543 pre: srpp CHF ecc86
ampli: triodino 300B
diffusori:tnt nues, grundig box


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  bonghittu il Mar 10 Nov 2009 - 16:20

@wasky ha scritto:Resta cmq il fatto carissimi amici che, il topic in questione offre una distorsione informativa per gli utenti che, in un forum non dovrebbe essere presente e non gli rende onore

Parlo ovviamente del fatto che non è vero che, in un ambiente come il mio ad esempio non si possano passare i 30 hz di Fs

Esatto Roberto. E' stata l'unica cosa che mi ha fatto "trasalire". Prima o poi doveva
saltare fuori anche qui la solita leggenda metropolitana.

bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3515
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  wasky il Mar 10 Nov 2009 - 16:36

@shantim ha scritto:
A proposito Roberto, non è che possimo sfruttare le tue conoscenze... chiedi delucidazioni a Chiappetta, o a qualcuno dello staff di chf.. Please

Ho mandato un PVT al caro Marco59 e ho aperto un topic su CHF Laughing

http://www.costruirehifi.net/forum/viewtopic.php?f=97&t=1510&sid=0d3eed700a881c5b9e424a9483ba2429

Ho copiato i tuoi calcoli non me ne volere non sono uno che si prende i meriti degli altri e ci tengo a dirtelo ma, era il metodo più veloce



Edit: ti ringrazio per la segnalazione del programma, ma avrei bisogno di strumenti che non possiedo e attualmente..sempre causa hi fi sono al verde e non posso comperare niente!!!

Ma figurati per cosi poco Wink

cuccatevi anche sto papiro

http://rapidshare.com/files/305008007/guida_reqw.rar.html

Smile

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger

wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  wasky il Mar 10 Nov 2009 - 16:38

@bonghittu ha scritto:
@wasky ha scritto:Resta cmq il fatto carissimi amici che, il topic in questione offre una distorsione informativa per gli utenti che, in un forum non dovrebbe essere presente e non gli rende onore

Parlo ovviamente del fatto che non è vero che, in un ambiente come il mio ad esempio non si possano passare i 30 hz di Fs

Esatto Roberto. E' stata l'unica cosa che mi ha fatto "trasalire". Prima o poi doveva
saltare fuori anche qui la solita leggenda metropolitana.

Come quella del T-Amp ?

Hehe


senza offesa per chi ha il T-Amp ovviamente il mio respect per tutti


Roberto

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger

wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  shantim il Mar 10 Nov 2009 - 17:00

Ho copiato i tuoi calcoli non me ne volere non sono uno che si prende i meriti degli altri e ci tengo a dirtelo ma, era il metodo più veloce

Ma i valori che hai messo all'inizio sono i calcoli di Giannelli che reputo sbagliati totalmente..
solo per specificare..

Pierluigi Marzullo ha già risposto(citando le misure di giannelli) , naturalmente sono sbagliati..(nel senso che non tengono conto della semionda)..

shantim
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 993
Località : torino
Impianto : lpp: project RPM1 2Mred
cdp: harman kardon hd950
dac:1543 pre: srpp CHF ecc86
ampli: triodino 300B
diffusori:tnt nues, grundig box


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 8 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum