T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you.
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Lettore CD max 200 euro
Oggi a 18:50 Da giucam61

» Alternativa a Volumio: Moode Audio!
Oggi a 18:44 Da Tasso

» Recupero vinile rovinato
Oggi a 18:40 Da fritznet

» JRiver 22
Oggi a 18:10 Da Nadir81

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Oggi a 17:39 Da fritznet

» nuove diva 262
Oggi a 17:38 Da lello64

» Quale cavo ottico per il CD?
Oggi a 17:01 Da gigetto

» VENDO Kit preamplificatore Sbilanciato->Bilanciato per Anaview/hypex/icepower ecc
Oggi a 16:48 Da MrTheCarbon

» Quale ampli per le mie Dynaudio M20
Oggi a 16:35 Da dinamanu

» Problemi con la rotazione a 45RPM - Thorens
Oggi a 16:11 Da enrico massa

» Giradischi - quesiti & consigli
Oggi a 15:52 Da p.cristallini

» leboncoin.fr: Qualcuno è riuscito a comprare qualcosa?
Oggi a 15:04 Da R!ck

» AUDIOLAB 8000SE
Oggi a 14:38 Da Gabriele Barnabei

» [Risolto]ECC99
Oggi a 12:55 Da dinamanu

» Confronto tra Breeze full mod. vs Drok ta2024b pareri personali e riflessioni
Oggi a 12:12 Da kondor

» Player hi fi
Oggi a 12:09 Da Tasso

» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Oggi a 11:07 Da gigetto

» (BO) vendo diffusori Klipsch Heresy 3 1200 euro+ss
Oggi a 9:27 Da schwantz34

» impianto entry -level
Oggi a 9:20 Da giucam61

» NO al solito condotto reflex
Ieri a 23:17 Da Abe1977

» Amplificatore per chiudere il cerchio
Ieri a 19:14 Da Sistox

» Monitor Audio Silver 1 vs B6W 686 s2
Ieri a 18:45 Da dinamanu

» TUTORIAL MODIFICHE TPA 3116 COMPLETO
Ieri a 18:32 Da Angel2000

» Player portatile
Ieri a 18:13 Da p.cristallini

» Fonometro Professionale
Ieri a 16:01 Da Docarlo

» Suono un pò duro.....
Ieri a 15:53 Da gigetto

» Acquisto Amplificatore Integrato + Diffusori. Help me !
Ieri a 9:43 Da natale55

» RI-dividere tracce da unico file
Ieri a 9:16 Da lello64

» CAIMAN SEG
Ieri a 9:14 Da Masterix

» Chromecast audio e spotify.
Ieri a 8:04 Da sportyerre

» Rotel RA 1570 con dac incorporato.
Ieri a 6:40 Da micio_mao

» alimentatore autocostruito per alta fedeltà da 7/10 A
Ieri a 0:01 Da dinamanu

» Canale che gracchia e sparisce su Musical Fidelity A1
Gio 1 Dic 2016 - 23:45 Da dinamanu

» Amplificatore per Scythe SCBKS-1100 Kro Craft Speaker Rev. B, quale migliore?
Gio 1 Dic 2016 - 21:26 Da Angel2000

» quale alimentatore già pronto all'uso per un TPA 3116?
Gio 1 Dic 2016 - 21:06 Da Angel2000

» (SR+SS) Kit pcb Pass Aleph 3 + componenti
Gio 1 Dic 2016 - 19:48 Da tix88

» Daphile - Audiophile Music Server & Player OS
Gio 1 Dic 2016 - 12:12 Da luigigi

» Vintage VS nuovo ma new entry...
Gio 1 Dic 2016 - 10:58 Da emmeci

» Consiglio amplificatore buon rapporto qualità/prezzo
Gio 1 Dic 2016 - 10:15 Da dinamanu

» Verdi - consigli per gli acquisti
Gio 1 Dic 2016 - 10:10 Da luigigi

» Pioneer PL12 in pensione.....o forse no?
Gio 1 Dic 2016 - 9:52 Da Motogiullare

» Little Dot MKII e Little Dot I+ appena arrivati...inizia il test-confronto con le AKG K550.
Gio 1 Dic 2016 - 0:48 Da YAPO

» Messaggio per Valterneri NAD90
Mer 30 Nov 2016 - 22:28 Da beppe61

» Berlioz "symphonie fantastique
Mer 30 Nov 2016 - 21:56 Da Milanraf

» Cd conviene ripararlo o....
Mer 30 Nov 2016 - 16:55 Da gigetto

» aiuto! amplificatore DENON PMA520AE e diffusori AIWA sxANS70
Mer 30 Nov 2016 - 16:52 Da giucam61

» Amplificatore morto e giradischi con presa differente
Mer 30 Nov 2016 - 16:01 Da giucam61

» Vendo Tweeter Ciare HT200 [40 euro spediti
Mer 30 Nov 2016 - 14:00 Da MrTheCarbon

» Cross-over digitale senza DAC...
Mer 30 Nov 2016 - 13:44 Da dinamanu

» Cuffie per DAC PRO-JECT HEAD BOX S USB
Mer 30 Nov 2016 - 10:12 Da sportyerre

Sondaggio

Interessati alla guida per la costruzione di un server audio?

76% 76% [ 148 ]
24% 24% [ 47 ]

Totale dei voti : 195

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19629)
 
schwantz34 (15480)
 
Silver Black (15370)
 
nd1967 (12784)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10215)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8460)
 

Statistiche
Abbiamo 10362 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Gabriele Barnabei

I nostri membri hanno inviato un totale di 768864 messaggi in 50036 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 94 utenti in linea :: 6 Registrati, 3 Nascosti e 85 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Adriano Vin, gigihrt, giucam61, Kha-Jinn, Nadir81, potowatax

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Furl  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you. sul tuo sito sociale bookmarking

La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Pagina 2 di 14 Precedente  1, 2, 3 ... 8 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Vincenzo il Ven 6 Nov 2009 - 22:41

@Fabio ha scritto:Mmm Ma se quandi si parla di cassa chiusa me viene in mente quella di mogano è depressione? Laughing
Laughing Laughing Mannaggia che ho finito le pecette!!

Vincenzo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 04.04.09
Numero di messaggi : 3644
Località :
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  pallapippo il Ven 6 Nov 2009 - 23:04

Andrea, prendi questo disco:

http://www.tforumhifi.com/dischi-audiofili-f48/emerson-lake-palmer-live-in-poland-t4685.htm

Brano 7, alla fine.

Potrai verificare una stranissima coincidenza statistica: sentirai sempre (sia con l'udito, che con il corpo) come una ben percepibile scossa tellurica.

Ed il buffo è che accade in diverse zone d'Italia, più o meno sismiche.

@Andrea Gianelli ha scritto:
Ecco la frequenza minima udibile in funzione della lunghezza:
17 m: 20 Hz
8,5 m: 40 Hz

6,8 m: 50 Hz
3,4 m: 100 Hz

Evidentemente, non può essere altro Mmm, visto che i 30 Hz in una stanza normale non si possono sentire...

Hello

pallapippo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 4973
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: Geek Out 450;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  shantim il Sab 7 Nov 2009 - 1:10

@bonghittu ha scritto:
@shantim ha scritto:
Striscetta verde! perchè hai portato all'attenzione un argomento importante.. l'acustica ambientale..

Quindi secondo te quanto e' scritto corrisponde al vero?

no nella riga dopo facevo presente che i valori erano sballati..
non penso che Andrea l'abbia fatto in cattiva fede.. si sarà ricordato male..
La striscetta verde era per il fatto che l'acustica ambientale è un po' la cenerentola del t-forum
e siccome è un argomento di cui so poco ma che i piecerebbe approfondire, ho voluto premiare il fatto che avesse tirato in ballo l'argomento..

shantim
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 993
Località : torino
Impianto : lpp: project RPM1 2Mred
cdp: harman kardon hd950
dac:1543 pre: srpp CHF ecc86
ampli: triodino 300B
diffusori:tnt nues, grundig box


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Alessandro LXIV il Sab 7 Nov 2009 - 7:59

Comunque per non saper ne leggere ne scrivere (tecnicamente intendo) basta far suonare un sub tagliato a 100Hz in una stanza lunga 3,4 m e, se ho ben capito, teoricamente non si dovrebbe sentire niente. Shocked

La vedo dura. Rolling Eyes

Alessandro LXIV
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 29.04.09
Numero di messaggi : 5173
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Fabio il Sab 7 Nov 2009 - 10:29

@Vincenzo ha scritto:
@Fabio ha scritto:Mmm Ma se quandi si parla di cassa chiusa me viene in mente quella di mogano è depressione? Laughing
Laughing Laughing Mannaggia che ho finito le pecette!!

Tee posso venne io.
Modici prezzi! Laughing
Alla faccia della Gelmini, so contrario al voto, di quelle rosse poi da quandosto qui ne ho usate solo 2, una per un venditore e un'altra è per una affermazione storicopolitica del tutto campata in aria.

Ma le fanno quelle casse di tipo Reflex o radiatore passivo?
Di sicuro l'utilizzatore è passivo. Smile

Fabio
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 02.11.08
Numero di messaggi : 2516
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatico aziendale / ozio
Provincia (Città) : pessimo
Impianto : in firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  wasky il Sab 7 Nov 2009 - 10:50

In un ambiente cmq è difficile si sentire i 20 hz Smile non essendo una frequenza udibile dall'orecchio umano ma, avvertita più a livello fisico


Roberto

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger

wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  bonghittu il Sab 7 Nov 2009 - 10:56

@shantim ha scritto:
no nella riga dopo facevo presente che i valori erano sballati..
non penso che Andrea l'abbia fatto in cattiva fede.. si sarà ricordato male..

Sicuramente perche' nel testo da lui citato ovviamente non vi e'
scritto nulla del genere ma qualcosa di assai piu' ragionevole.

@shantim ha scritto:
La striscetta verde era per il fatto che l'acustica ambientale è un po' la cenerentola del t-forum
e siccome è un argomento di cui so poco ma che i piecerebbe approfondire,
ho voluto premiare il fatto che avesse tirato in ballo l'argomento..

Il modo migliore e' studiarsi un po' di "fondamentali". Il libro citato da Andrea,
se ben capito, puo' essere una buona lettura.

bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3515
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  wasky il Sab 7 Nov 2009 - 11:15

Sui libri si parla anche della storia di Ernesto il Che ma, nessun libro dice che fù la CIA in accordo con Fidel a farlo uccidere

Se non altro il topic del caro Andrea ha fatto si che si parlasse un pò di ambiente e correzione Laughing argomento che viene repulso da molti ma, che è più attuale di quanto si pensi

http://drc-fir.sourceforge.net/


buona musica e buon weekend a tutti Smile




Roberto

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger

wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Andrea Gianelli il Sab 7 Nov 2009 - 11:34

@Massimo ha scritto:
@Andrea Gianelli ha scritto:
La più bassa frequenza riproducibile è legata alla lunghezza della stanza, ragion per cui in una stanza a pianta rettangolare è buona norma collocare i diffusori sul lato più corto.
Ecco la frequenza minima udibile in funzione della lunghezza:
17 m: 20 Hz
8,5 m: 40 Hz
6,8 m: 50 Hz
3,4 m: 100 Hz
Perchè allora sento i 35 hz, verificato con dischi di test sulle frequenze, in una stanza di 4,3 metri di lunghezza x 4,1 di larghezza, non è mica immaginazione la mia, almeno spero.
Nonostante i tuoi riferimenti successivi Andrea sta cosa non mi quadra.
Ciao
Hello Caro Massimo, evidentemente senti i multipli di tale frequenza, non la fondamentale ma le armoniche.
Per il resto vale la risposta del buon Roberto, da cui ne consegue che anche in una stanza piccola diffusori che scendono sotto i 100 Hz aumentano indubbiamente il realismo.
Certamente dire che sentiamo i 30 Hz in un soggiorno di 15 mq è un'affermazione impropria, anche se probabilmente un altoparlante in grado di scendere a tale frequenza aumenta il "coinvolgimento fisico" rispetto ad un minidiffusore che sotto gli 80 Hz genera un livello di pressione sonora insufficiente. Tuttavia è buona norma, sia a mio avviso sia a parere di molti musicisti con i quali mi sono confrontato sull'argomento, partire da una buona riproduzione di tutto ciò che si sente, laddove un diffusore molto generoso in basso potrebbe risultare esuberante in un locale troppo piccolo.
Il condizionale è comunque d'obbligo, poichè esitono minidiffusori dall'estensione limitata che producono un effetto loudness (enfatizzazione delle frequenze attorno ai 100-150 Hz) così come buoni diffusori (anche di dimensioni imponenti) estesi ma sempre ben smorzati (più frequenti nella vecchia produzione).
Data la complessità dell'argomento e le molteplici variabili in gioco, mi sono limitato ad una citazione teorica, lasciando poi a ciascuno la possibilità di analizzare la propria situazione ed esigenze al fine d'individuare la soluzione più vantaggiosa: dal mio punto di vista sono state delle buone sospensioni pneumatiche da 40-45 litri con woofer da 8"-12", per altri potrebbe essere un diffusore di tutt'altra tipologia, dal monovia al piccolo bass-reflex di qualità.
Volutamente ho lasciato libero spazio a ciascuno, pur citando, in risposta alle molte domande che mi sono state poste, anche la mia personale esperienza, che credo possa valere nella maggioranza dei casi, sempre con casse dimensionalmente e acusticamente adatte all'ambiente da sonorizzare.

Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo (MI)
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : potrebbe andare peggio
Impianto : Amplificatore integrato "BeoAffordable" (con Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea) by GianCamillo Gianelli, lettore JVC XV-N322, giradischi Thorens TD 160 con testina Stanton 500, diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  pallapippo il Sab 7 Nov 2009 - 11:53

@Andrea Gianelli ha scritto:
@Massimo ha scritto:
Perchè allora sento i 35 hz, verificato con dischi di test sulle frequenze, in una stanza di 4,3 metri di lunghezza x 4,1 di larghezza, non è mica immaginazione la mia, almeno spero.
Nonostante i tuoi riferimenti successivi Andrea sta cosa non mi quadra.
Ciao
Hello Caro Massimo, evidentemente senti i multipli di tale frequenza, non la fondamentale ma le armoniche.
Andrea, quelli che sento io non sono le armoniche.

1) C'è l'effetto fisico: come dice giustamente Roberto, e come ho ben specificato nei post precedenti, la percezione nel mio caso è diciamo al 70% fisica, al 30% uditiva (ed in cuffia ovviamente c'è solo quella). Le armoniche a frequenza piu alta non produrrebbero quello specifico effetto fisico;

2) nella mia stanza sto lottando Hehe da sempre con risonanze ambientali che si innescano sui bassi (a orecchio, da qualche parte sotto i 100 Hz), e sono riuscito man mano a ridurle (anche se non eliminarle: per dare un esempio a chi ha il cd degli ELP da me citato, le risonanze risultano evidenti sull'inizio di "Fanfare for the Common Man"). Quei 30 Hz sono evidentemente sotto la fascia di "risonanza ambientale", perché essi picchiano di brutto (ripeto, facendo tremare la stanza, sia pur con la miserrima potenza a mia disposizione), e senza alcuna risonanza. Fossero la prima armonica, molto probabilmente creerebbero la risonanza suddetta.


Hello

pallapippo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 4973
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: Geek Out 450;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Massimo il Sab 7 Nov 2009 - 12:36

@Andrea Gianelli ha scritto:
Caro Massimo, evidentemente senti i multipli di tale frequenza, non la fondamentale ma le armoniche.
.
Ciao

Andrea un disco di test, con segnali di frequenze pure, non so se abbia armoniche o se in questi casi si possa parlare di armoniche.
Ieri sera poi ho rifatto la prova con le xtz 99.38, purtroppo non avevo un segnale puro a 35 hz ne avevo pero uno a 31 hz ed è vero a 31 hz non sentivo nulla, ma il successivo era a 40 hz e si sentiva distintamente quella frequenza, e immagino se avessi avuto a disposizione un segnale a 35 hz lo avrei comunque sentito anche se non al livello di quello a 40 hz.
Eppure secondo la teoria esposta vista la lunghezza della stanza non avrei dovuto sentire nemmeno i 40 hz.
Da qui i miei dubbi su quello che hai esposto.
Ciao

Massimo
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 05.02.08
Numero di messaggi : 1922
Località : Porto Potenza Picena
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : VOLUMIO + UDOO + Alimentatore mael modifica Maurarte Dac AKM4399 usb alimentata a batteria - Marantz pm ki pearl lite, Kef ls 50 , Pince cable

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  shantim il Sab 7 Nov 2009 - 14:38

@Alessandro LXIV ha scritto:Comunque per non saper ne leggere ne scrivere (tecnicamente intendo) basta far suonare un sub tagliato a 100Hz in una stanza lunga 3,4 m e, se ho ben capito, teoricamente non si dovrebbe sentire niente. Shocked

La vedo dura. Rolling Eyes

la "lunghezza" di una stanza non ha alcun significato..
per sapere la minima frequenza riproducibile bisogna calcolare la diagonale massima che è data dalla formula:

rad((rad(a^2+b^2))^2+c^2)= diagonale massima (dove "a" e "b" sono le misure in pianta e "c" altezza della stanza)
se usate una calcolatrice scientifica potete scrivere tutto di seguito altrimenti dovete prima risolvere le parentesi.
Se qualcuno avesse una stanza una stanza irregolare.. mansarda, pianta ad "L" ecc. può darmi le misure della stanza e gli ricavo la formula specifica per le diagonale massima.

Una volta trovata la diagonale massima dovete applicare la formula che era stata già postata da qualcuno prima.
F=Vsuono/D*2
dove:
F=frequenza minima riproducibile (l'incognita) hz
Vsuono= 344 circa (dipende da vari fattori..pressione umidità..) m/s
D=digonale massima (quella che vi siete calcolati con la formula precedente) m

Ricordo che la distanza tra il punto di ascolto e i diffusori non influenza la frequenza minima riproducibile,mentre l'intensità (in db) di questa frequenza sarà massima agli angoli e minima al centro della stanza.
Spero che di aver chiarito la questione.. forse molti dubbi sono sorti dal fatto che i valori comunicati da Andrea erano sbagliati, ma la teoria in se è scientificamente dimostrata.. e se una stanza è sigillata e quindi avrà una sua data F minima (in funzione delle sue diemensioni) neanche 20 sub potranno migliorare la situazione.

Tanto per fare un esempio una stanza piccola diciamo 3*4*2.70 abbiamo una d max di 5,68
F= 344/(5,68^2) Fmin= 30,28

Come si può vedere in una stanza che possiamo considerare piccola possono essere riprodotti i 30hz
(considerate poi il fatto che se non è perfettamente sigillata.. nessuna stanza lo è.. la frequenza min scende ancora)

anche Cadeddu ha affrontato la questione su tnt audio c'è una spiegazione molto chiara anche se non fornisce formule..

shantim
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 993
Località : torino
Impianto : lpp: project RPM1 2Mred
cdp: harman kardon hd950
dac:1543 pre: srpp CHF ecc86
ampli: triodino 300B
diffusori:tnt nues, grundig box


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Massimo il Sab 7 Nov 2009 - 14:43

Striscetta per te.
I 31 hz forse allora non li sento per limiti di età, o dei diffusori chissà?
In realtà non so quanto scendano in basso i miei diffusori, ma credo che a 35 hz ci arrivino
Ciao

Massimo
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 05.02.08
Numero di messaggi : 1922
Località : Porto Potenza Picena
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : VOLUMIO + UDOO + Alimentatore mael modifica Maurarte Dac AKM4399 usb alimentata a batteria - Marantz pm ki pearl lite, Kef ls 50 , Pince cable

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  shantim il Sab 7 Nov 2009 - 15:18

@Massimo ha scritto:Striscetta per te.
I 31 hz forse allora non li sento per limiti di età, o dei diffusori chissà?
In realtà non so quanto scendano in basso i miei diffusori, ma credo che a 35 hz ci arrivino
Ciao

thanks! Wink
Penso sia normale.. le frequenze molto basse si percepiscono più con l'impatto fisico che con l'orecchio..
Poi in teoria l'orecchio umano (mediamente) dovrebbe sentire dai 20hz ai 20khz.. ma ci credo poco..
è più probabile che si sentano sopra i 20.000 che non i 30hz..
Ma non ho mai fatto la prova.. oggi mi metto all'opera con un generatore di segnali!! Laughing

shantim
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 993
Località : torino
Impianto : lpp: project RPM1 2Mred
cdp: harman kardon hd950
dac:1543 pre: srpp CHF ecc86
ampli: triodino 300B
diffusori:tnt nues, grundig box


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  wasky il Dom 8 Nov 2009 - 2:04

Grande Shantim striscetta meritata Smile

Variando V in base ai materiale con la formula che abbiamo postato possiamo anche calcolare le frequenze stazionarie in ambiente Smile


Roberto

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger

wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  shantim il Dom 8 Nov 2009 - 4:06

@wasky ha scritto:Grande Shantim striscetta meritata Smile

Variando V in base ai materiale con la formula che abbiamo postato possiamo anche calcolare le frequenze stazionarie in ambiente Smile


Roberto

grazie wasky, eri te che avevi postato la formula! ho riletto..
per quanto rigurda le frequenze stazionarie sono a digiuno, per approfondire c'è questo estratto di una tesi di laurea che ho trovato ben fatto e abbastanza semplice: http://www.tangerinetech.net/downloads/acustica_ambient.pdf

per sfortunata esperienza personale posso dire che sono frequenze stazionarie in bassa frequenza che possono creare seri problemi di ascolto.. (le altre le possiamo debellare tramite tappeti tende coperte..) e che queste saranno maggiormente accentuati nel caso in cui due dimensioni della stanza siano coincidenti o quasi.. la mia situazione Don't know Crying or Very sad

shantim
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 993
Località : torino
Impianto : lpp: project RPM1 2Mred
cdp: harman kardon hd950
dac:1543 pre: srpp CHF ecc86
ampli: triodino 300B
diffusori:tnt nues, grundig box


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  bonghittu il Dom 8 Nov 2009 - 8:23

@wasky ha scritto:
Variando V in base ai materiale con la formula che abbiamo postato possiamo anche calcolare le frequenze stazionarie in ambiente Smile

Ciao Rob,

non per abusare della tua pazienza e della tua preparazione ma potresti fare un po'
di ordine sull'argomento in termini da profano ??!? Smile


1) "Cosa" sentiamo nei nostri impianti quando lanciando il generatore di segnali
il 35 Hz ci fa sentire qualcosa (in realta' molti nostri impianti cominciano a
dare segni di vita gia' a 25 Hz)?

2) Quali sono i principi base di un buon trattamento acustico?

Thx!

Ok

bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3515
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Barone Rosso il Dom 8 Nov 2009 - 12:37

Come sono stati calcolati quei valori:

semplicemente se la velocità del suono (media) è di 343 m/s e di divide per la frequenza si ottiene la lunghezza d'onda:

Fatti due conti:
octave:4> 343/17
ans = 20.176

octave:5> 343/20
ans = 17.150

octave:6> 343/40
ans = 8.5750

octave:7> 343/50
ans = 6.8600

octave:8> 343/100
ans = 3.4300

Ci vuole solo un minimo di intuito.

Il discorso sulle equazioni d'onda e sulla condizioni all'intorno adesso non ho voglia di farlo. Ma Quella lista mi sembra un tantino approssimativa.

Per chi sente le frequenze molto basse: vi ricordo che i diffusori a bassa frequenza introducono forti distorsioni quindi è molto probabile che sentiate le distorsioni e non i bassi.

Consiglierei di verificare le proprie orecchie a con delle apparecchiature sicure (ad esempio con un test dell'udito fatto da un medico).

Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8020
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Andrea Gianelli il Dom 8 Nov 2009 - 14:18

Precisazione davvero preziosa e illuminante: io ho introdotto l'argomento, facendo appunto in modo che esso potesse essere arricchito dal contributo tecnico-scientifico di chi ha una maggior preparazione specifica rispetto al sottoscritto.
Un solo appunto sul test dell'udito: in tali esami difficilmente si considerano frequenze molto basse o molto alte, ma principalmente quelle del parlato (400 - 4000 Hz) e, nel caso di persone di giovane età, un range di poco più ampio.
Ad ogni modo mai ho visto frequenze usate per esami audiometrici al di sotto dei 100 Hz e al di sopra dei 10 kHz.

Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo (MI)
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : potrebbe andare peggio
Impianto : Amplificatore integrato "BeoAffordable" (con Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea) by GianCamillo Gianelli, lettore JVC XV-N322, giradischi Thorens TD 160 con testina Stanton 500, diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  sasachess il Dom 8 Nov 2009 - 14:31

@wasky ha scritto:
Consiglio per tutti questo utilissimo libro molto semplice da assimilare come concetti

http://www.hoepli.it/libro/manuale-di-acustica.asp?ib=9788820322885&pc=000012001001003



L'ho comprato ieri alla Hoepli, ottimo!!!

Grazie della segnalazione.
Salvo

sasachess
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 23.04.09
Numero di messaggi : 1214
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Consulente informatico
Provincia (Città) : Mah, non saprei definirlo
Impianto : Panta rei


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  shantim il Dom 8 Nov 2009 - 19:03

@Barone Rosso ha scritto:Come sono stati calcolati quei valori:

semplicemente se la velocità del suono (media) è di 343 m/s e di divide per la frequenza si ottiene la lunghezza d'onda:

Fatti due conti:
octave:4> 343/17
ans = 20.176

octave:5> 343/20
ans = 17.150

octave:6> 343/40
ans = 8.5750

octave:7> 343/50
ans = 6.8600

octave:8> 343/100
ans = 3.4300

Ci vuole solo un minimo di intuito.

Il discorso sulle equazioni d'onda e sulla condizioni all'intorno adesso non ho voglia di farlo. Ma Quella lista mi sembra un tantino approssimativa....

avevo capito il calcolo di Andrea..
quella lista non è approssimativa... è completamente sbagliata per un semplice fatto:
per riprodurre una data frequenza non abbiamo bisogno che si formino tutte e due le semionde (negativa e positiva) ma solo una, per questo nella formula si divide per due la diagonale massima..
quelle misure non vogliono dire niente...

shantim
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 993
Località : torino
Impianto : lpp: project RPM1 2Mred
cdp: harman kardon hd950
dac:1543 pre: srpp CHF ecc86
ampli: triodino 300B
diffusori:tnt nues, grundig box


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  Barone Rosso il Dom 8 Nov 2009 - 19:38

@shantim ha scritto:
avevo capito il calcolo di Andrea..
quella lista non è approssimativa... è completamente sbagliata per un semplice fatto:
per riprodurre una data frequenza non abbiamo bisogno che si formino tutte e due le semionde (negativa e positiva) ma solo una, per questo nella formula si divide per due la diagonale massima..
quelle misure non vogliono dire niente...

Anche le tue non vogliono dire nulla qua non c'è nulla da dividere.
Quello che succede alle onde in un locale dipende molto pesantemente da come sono fatte le pareti e gli angoli e da come assorbono le pareti.

Andare dietro a delle formulette per risolvere un problema che matematicamente parlando è parecchio complesso non è una buona idea.

Penso che in un locale anecoico non ci siano problemi di sorta.

Ps per l'acustica si usa questa:
http://en.wikipedia.org/wiki/Helmholtz_equation

Se questa sera non hai nulla da fare. Laughing

Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8020
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  shantim il Dom 8 Nov 2009 - 22:13

Anche le tue non vogliono dire nulla qua non c'è nulla da dividere.
Quello che succede alle onde in un locale dipende molto pesantemente da come sono fatte le pareti e gli angoli e da come assorbono le pareti.

Andare dietro a delle formulette per risolvere un problema che matematicamente parlando è parecchio complesso non è una buona idea.

Penso che in un locale anecoico non ci siano problemi di sorta.

Shocked Shocked Shocked
La frequenza minima riproducibile non ha nulla a che vedere con le onde stazionarie o con le loro riflessioni.
mi sai che qua si è fatta una gran confusione..

in un locale anecoico quella formula VALE SEMPRE! (non per le stazionarie) ma per la frequenza minima riproducibile si.
prima di postare i link a wikipedia forse bisognerebbe leggerli...

shantim
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 993
Località : torino
Impianto : lpp: project RPM1 2Mred
cdp: harman kardon hd950
dac:1543 pre: srpp CHF ecc86
ampli: triodino 300B
diffusori:tnt nues, grundig box


Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  diechirico il Dom 8 Nov 2009 - 22:20

spesso bisognerebbe anche valutare l'affidabilità di wikipedia...

diechirico
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 24.09.08
Numero di messaggi : 3908
Località : Guidonia - Roma
Occupazione/Hobby : Spettroscopista (diciamo così...)
Provincia (Città) : dipende dai giorni
Impianto : Marantz CD6000
Cambridge Audio azur 640A V.2
KEF Q1



Tornare in alto Andare in basso

Re: La riproduzione delle basse frequenze nel nostro ambiente

Messaggio  b.olivaw il Lun 9 Nov 2009 - 0:26

Alle volte si indugia per pagine e pagine su argomenti già fin troppo noti e risolti per qualsiasi appassionato che non sia nato proprio ieri.

La storia delle basse frequenze in rapporto alle dimensioni della stanza è arcinota. Naturalmente la sospensione pneumatica o il bass reflex che sia non c'entrano nulla, ciò che occorre sapere è disponibile sul sito di Giussani già segnalato.
Basta leggere per evitare di lanciarsi in teorie strambe.

Riguardo invece la proporzione tra diffusore ed ambiente, bisogna dire che è argomento del senso comune. Tutti possono capire che casse piccole ad ambiente grande non vanno d'accordo. Ciò che non è ancora stabilito per bene a mio avviso è il rapporto tra casse grandi ed ambiente piccolo.

b.olivaw
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 20.12.08
Numero di messaggi : 506
Occupazione/Hobby : Robot
Provincia (Città) : meteoropatico
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 14 Precedente  1, 2, 3 ... 8 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum