T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» Consiglio ragionato per upgrade diffusori
Oggi alle 1:45 Da lello64

» Ion Systems Obelisk 100 - amplinglese amato da Joe Akroyd (Royd Audio)
Oggi alle 1:01 Da fritznet

» (CD)ilemma
Ieri alle 16:19 Da potowatax

» tappetino per giradischi
Ieri alle 1:05 Da giucam61

» [Vendo] Amplificatore cuffie Little Dot 1+ a 90 euro + s.s.
Ven 20 Lug 2018 - 21:01 Da Nadir81

» Google Home
Ven 20 Lug 2018 - 17:29 Da ftalien77

» Vinili Usati ? costano come nuovi !
Ven 20 Lug 2018 - 17:00 Da nerone

» ALIENTEK D8 [parte 2]
Ven 20 Lug 2018 - 15:14 Da almo70

» Ampli integrato classe AB tra i 500 e i 700 Euro
Ven 20 Lug 2018 - 14:50 Da danilopace

» Chiarimento su Dac e chromecast audio
Ven 20 Lug 2018 - 9:54 Da ftalien77

» Consiglio DAC/AMP per AKG K240 mkll
Gio 19 Lug 2018 - 21:35 Da mumps

» vendo cuffie sennheiser hd 598sr
Gio 19 Lug 2018 - 18:44 Da mumps

» Info QED profile audio, WW Luna 7, Mogami W3106 e Mogami W2964
Gio 19 Lug 2018 - 16:24 Da Alex23

» LT+sped) Prephono LesaHifi Archimede
Gio 19 Lug 2018 - 16:04 Da joe1976

» [VENDO] Cavi originali (due) per cuffie Sennheiser HD600 e HD650 a 16 EUR + S.S.
Gio 19 Lug 2018 - 15:49 Da Nadir81

» [Vendo] Grado extension cable originale 4,5 metri - 25 euro + spedizione
Gio 19 Lug 2018 - 15:28 Da Nadir81

» [VENDO] [ROMA/ITALIA] Perreaux SXH2 (Ampli cuffie) - 300€ inclusa spedizione
Gio 19 Lug 2018 - 15:21 Da donluca

» [VENDO] [ROMA/ITALIA] HiFiMan HE-400 (Cuffie) - 250€ spedizione inclusa
Gio 19 Lug 2018 - 15:19 Da donluca

» Che mi dite del Luxman lv-105?
Gio 19 Lug 2018 - 14:11 Da mauretto

» [RG+ sp] Ampl x cuffie Lehmann clone 30€ compreso sped.
Gio 19 Lug 2018 - 11:08 Da sportyerre

» Magnetofono Geloso G681
Mer 18 Lug 2018 - 21:38 Da sportyerre

» Chromecast Audio - Vostre opinioni ed esperienze
Mer 18 Lug 2018 - 15:18 Da ftalien77

» Come sparare da Chromecast AUDIO da NAS (no DLNA) con APP Android
Mer 18 Lug 2018 - 15:14 Da ftalien77

» Hard disk esterno per musica liquida
Mer 18 Lug 2018 - 8:25 Da almo70

» Cyrus one d
Mer 18 Lug 2018 - 7:27 Da GP9

» Comsiglio lettore cd/sacd "top gamma"
Mar 17 Lug 2018 - 16:23 Da gianni1879

» Canton CT-1000............ follia audiofila [mini-recensione]
Mar 17 Lug 2018 - 11:36 Da antimateria

» Vendo amplificatore integrato ibrido Peachtree iNova
Lun 16 Lug 2018 - 22:10 Da p.cristallini

» Cuffie home per pop rock.
Lun 16 Lug 2018 - 21:36 Da Adriano61

» Eliminare Bump
Lun 16 Lug 2018 - 17:18 Da Samuele

Statistiche
Abbiamo 11734 membri registrati
L'ultimo utente registrato è il napoletano

I nostri membri hanno inviato un totale di 815894 messaggi in 52966 argomenti
I postatori più attivi della settimana
lello64
 
Nadir81
 
mumps
 
nerone
 
ftalien77
 
diechirico
 
antbom
 
Pinve
 
potowatax
 
Olegol
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15631)
 
Silver Black (15543)
 
nd1967 (12810)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10302)
 
piero7 (9854)
 
fritznet (9645)
 
wasky (9229)
 

Chi è online?
In totale ci sono 19 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 18 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Taras

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  Angel2000 il Ven 23 Dic 2016 - 13:38

Che i giapponesi abbiano fatto grandi passi dal primo ampli Marantz copiato dopo la guerra, è sicuro, ma credo che lo scettro di migliori meccaniche sia ancora in occidente, anche se con l'avvento delle tecnologie digitali progressivamente le meccaniche europee sono state sempre di meno in proporzione.
Il giradischi è ancora un apparecchio relativamente poco sofisticato e proprio per questo ha contribuito al suo mito, il fatto che chiunque poteva contribuire al suo miglioramento con qualche espediente, tappetini particolari, basi antisismiche e quant'altro...il fascino deriva proprio dalla difficoltà di ottenere perfette riproduzioni con un sistema così antidiluviano, se pensiamo che più o meno nulla è cambiato da tanti anni e che si tratta sempre di un piatto che gira più o meno alla velocità dovuta ed un braccio che dovrebbe nel modo migliore aiutare la puntina nella lettura del solco. Dico dovrebbe, perchè è difficilissimo tutto questo per la miriade di variabili in gioco, fisiche ed elettriche. Tanto che pochissimi giradischi si possono considerare perfetti e costruire un giradischi ben fatto è veramente un'impresa titanica. Forse ci sono riusciti solo B&O con il suo braccio tangenziale o Garrard con il mitico Zero che annullava completamente l'errore di tracciamento ma erano altri tempi e bisognava spendere cifre non piccole.
Tutti gli altri colossi hanno puntato alla semplificazione e lì, anche nei costosissimi sistemi high end l'errore di tracciamento coesisteva e si annullava solo in due punti del dico.
In casa il giradischi è ormai relegato alla funzione di ricordo e non lo uso se non per rimembrare i bei tempi ed ascoltare un sano fruscìo ma le mie orecchie oramai non sono più abituate al rumore di fondo e spengo Smile

Angel2000
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 08.10.16
Numero di messaggi : 1122
Località : -
Occupazione/Hobby : -
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  beppe61 il Ven 23 Dic 2016 - 14:02

@Angel2000 ha scritto:Che i giapponesi abbiano fatto grandi passi dal primo ampli Marantz copiato dopo la guerra, è sicuro, ma credo che lo scettro di migliori meccaniche sia ancora in occidente, anche se con l'avvento delle tecnologie digitali progressivamente le meccaniche europee sono state sempre di meno in proporzione.
Il giradischi è ancora un apparecchio relativamente poco sofisticato e proprio per questo ha contribuito al suo mito, il fatto che chiunque poteva contribuire al suo miglioramento con qualche espediente, tappetini particolari, basi antisismiche e quant'altro...il fascino deriva proprio dalla difficoltà di ottenere perfette riproduzioni con un sistema così antidiluviano, se pensiamo che più o meno nulla è cambiato da tanti anni e che si tratta sempre di un piatto che gira più o meno alla velocità dovuta ed un braccio che dovrebbe nel modo migliore aiutare la puntina nella lettura del solco. Dico dovrebbe, perchè è difficilissimo tutto questo per la miriade di variabili in gioco, fisiche ed elettriche. Tanto che pochissimi giradischi si possono considerare perfetti e costruire un giradischi ben fatto è veramente un'impresa titanica. Forse ci sono riusciti solo B&O con il suo braccio tangenziale o Garrard con il mitico Zero che annullava completamente l'errore di tracciamento  ma erano altri tempi e bisognava spendere cifre non piccole.
Tutti gli altri colossi hanno puntato alla semplificazione e lì, anche nei costosissimi sistemi high end l'errore di tracciamento coesisteva e si annullava solo in due punti del dico.
In casa il giradischi è ormai relegato alla funzione di ricordo e non lo uso se non per rimembrare i bei tempi ed ascoltare un sano fruscìo ma le mie orecchie oramai non sono più abituate al rumore di fondo e spengo Smile

Smile Smile ed allora perchè non ti limiti a consigliare di passare al digitale nelle sue varie declinazioni (cd, liquida etc etc...)?
P.s. il braccio tangenziale non è una esclusiva B&O e dei Garrard quello che hai nominato è mitico solo per i problemi che creava e per la realizzazione un po "cheap" tanto che è l'ultimo dei gira di quella marca ad essere ricercato....
P.p.s. nella lista dei gira giap mi sono dimenticato il mio!!! Il Kenwood!!!!! Surprised Surprised

beppe61
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 11.07.10
Numero di messaggi : 1601
Località : .
Provincia (Città) : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  dinamanu il Ven 23 Dic 2016 - 14:06


avatar
dinamanu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 3828
Provincia (Città) : A
Impianto : B

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  Angel2000 il Ven 23 Dic 2016 - 15:12

Bravo, c'era anche il Revox, credo derivato da macchine che i dischi li incidevano, per dire che in effetti il giradischi è roba nostra, cioè europea ...poi ci sono le tante copie e cloni orientali, alcuni anche ben fatti, ma copie.
Lo stesso comunque sta avvenendo con la Cina, stanno diventando bravi veramente, ormai si trovano anche schede con contatti placcati in oro made in Cyna, a me fa piacere perchè il tutto contribuisce ad abbassare i costi, i cinesi hanno costi di produzione che sono 1/1oo dei nostri, quindi la storia si ripeterà, ma lasciamo stare i mitici prodotti europei ed americani, sono la storia...tutta un'altra storia... Wink @ beppe, mitico era mitico il garrard zero, anche se poco conosciuto dalla grande utenza, lo usai per un certo tempo in una radio che contribuii a creare e ti assicuro che problemi non ne dava affatto, un'ottima meccanica di precisione e come vedi ancora lo ricercano :
http://www.tnt-audio.com/sorgenti/garrard.html

Angel2000
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 08.10.16
Numero di messaggi : 1122
Località : -
Occupazione/Hobby : -
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  Angel2000 il Ven 23 Dic 2016 - 15:29

B&O poi, per me che sono un esteta nato era una gioia per gli occhi, oltre che per le orecchie...
 Sony, Pioneer ed altri ci hanno provato a fare qualcosa del genere, ma non si sono mai riusciti, il must è solo B&O o Garrard Wink

Angel2000
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 08.10.16
Numero di messaggi : 1122
Località : -
Occupazione/Hobby : -
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  dinamanu il Ven 23 Dic 2016 - 15:38

la B&O ha fatto solo cagate x ricchi
avatar
dinamanu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 3828
Provincia (Città) : A
Impianto : B

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  beppe61 il Ven 23 Dic 2016 - 16:20

@Angel2000 ha scritto:Bravo, c'era anche il Revox, credo derivato da macchine che i dischi li incidevano, per dire che in effetti il giradischi è roba nostra, cioè europea ...poi ci sono le tante copie e cloni orientali, alcuni anche ben fatti, ma copie.
Lo stesso comunque sta avvenendo con la Cina, stanno diventando bravi veramente, ormai si trovano anche schede con contatti placcati in oro made in Cyna, a me fa piacere perchè il tutto contribuisce ad abbassare i costi, i cinesi hanno costi di produzione che sono 1/1oo dei nostri, quindi la storia si ripeterà, ma lasciamo stare i mitici prodotti europei ed americani, sono la storia...tutta un'altra storia... Wink @ beppe, mitico era mitico il garrard zero, anche se poco conosciuto dalla grande utenza, lo usai per un certo tempo in una radio che contribuii a creare e ti assicuro che problemi non ne dava affatto, un'ottima meccanica di precisione e come vedi ancora lo ricercano :
http://www.tnt-audio.com/sorgenti/garrard.html

Va bene... vedo che hai svicolato sulla mia domanda riguardo al fatto che, viste le tue convinzioni, non ti limiti a consigliare di passare in toto al digitale....
noto comunque che il tuo approccio sia abbastanzanta sclerotizzato sulle tue convinzioni, il che, a mio parere, ti rende un interlocutore, scusa la franchezza, non particolarmente stimolante od interessante...insomma o si è d'accordo con te ( Hehe Hehe Hehe Hehe ) o altrimenti si è perlomeno degli ignoranti ed incompetenti Rolling Eyes
p.s. da un audiofilo della tua età mi sarei aspettato che avessi una nutrita collezione di vinili amati e rispettati e pertanto (aldilà della scelta del gira e di tutti gli ammennicoli) utilizzassi ancora e sopratutto un set up analogico, viste le tue ferree convinzioni Shocked Shocked

beppe61
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 11.07.10
Numero di messaggi : 1601
Località : .
Provincia (Città) : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  CHAOSFERE il Ven 23 Dic 2016 - 17:50

@dinamanu ha scritto:la B&O ha fatto solo cagate x ricchi

Ok Ok
avatar
CHAOSFERE
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 04.04.15
Numero di messaggi : 2280
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Ampli: Nad 356 Bee
Pre: T-Preamp TCC TC-754
CD: Technics SL-PG 590
Giradischi: Technics SL B 200
Cuffie: AKG K-271 MKII
Diffusori: AJ174 (DIY by Bellino)
Cavo: Star (DIY by TNT)
------------------------------------
Ampli: Alientek D8
PC con Foobar DarkOne V4
Diffusori: Interpreter (DIY by Bellino)
Cavo: Star (DIY by TNT)
--------------------------------------
Ampli: Topping TP60
Diffusori: anni 80 marca sconosciuta
PC & Smartphone
Cavo: Star (DIY by TNT)


Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  Angel2000 il Ven 23 Dic 2016 - 18:22

se questa è una cagata, io sono il mago zurlì SmileSmileSmile

siete giustificati perchè all'epoca forse eravate appena nati, il rispetto con cui si guardava a questi oggetti di grande pregio era enorme, anche per le loro superbe specifiche tecniche. Che fossero oggetti di design per ricchi è vero, li si guardava nelle vetrine con l'acquolina in bocca, li ricordo in esposizione nelle vetrine di Elettronica Meridionale a via dei mille a Napoli, e vi assicuro che nessuno mai avrebbe preso in giro questi oggetti, fose solo gli invidiosi Laughing

Questi giradischi hanno comunque fatto la storia, e , proprio perchè ho qualche annetto più di voi, lo so bene Smile

Angel2000
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 08.10.16
Numero di messaggi : 1122
Località : -
Occupazione/Hobby : -
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  Angel2000 il Ven 23 Dic 2016 - 18:51

la pagina di TNT a firma di Lucio Cadedddu, mi trova molto d'accordo con lui, infatti dice:
Trazione diretta o a cinghia ?

Tagliamo corto e diciamo che la maggior parte dei giradischi di qualità hanno la trazione a cinghia. Pur esistendo un eccellente esempio di trazione diretta (Goldmund Studio e cugini), la trazione a cinghia è quella che offre le migliori garanzie di isolamento tra il motore, fonte di vibrazioni, e l'insieme piatto-testina. I teorici vantaggi della trazione diretta sono vanificati dall'alto costo dei motori di alta qualità e delle tecniche sofisticate da implementare per garantire un buon isolamento dal sistema di lettura.
Il fatto che la stampa specializzata di casa nostra (insieme ad emeriti colleghi internazionali) ci abbia letteralmente preso in giro facendoci credere che i giradischi giapponesi a trazione diretta fossero i *migliori* in assoluto semplicemente perchè esibivano misure tecniche *superiori* dovrebbe far riflettere sul come andrebbero considerate certe *campagne promozionali* che compaiono nella stampa del settore.
E vediamo anche di demolire la parziale scusante che questi signori utilizzano a discolpa di un errore di valutazione così clamoroso: "beh, a quei tempi..." lasciando intendere che non c'erano alternative.
Questo è semplicemente ridicolo: primo perchè i giradischi ben suonanti e ben progettati c'erano anche allora (Thorens in primis ma anche Era e Garrard) ed il mitico Linn Sondek LP12 apparve sul mercato già nei primissimi anni '70. A proposito sapete com'era considerato il Sondek di allora, davvero poco diverso da quello osannato di oggi, dai nostri *esperti* ?
Un giradischi *professionale* !!! Da sbellicarsi dalle risate.
Seconda ragione, ben più seria, le orecchie sono sempre esistite e per una rivista che si spaccia per *specializzata* considerare i giradischi tutti uguali dal punto di vista sonoro è davvero cosa grave.
Questa piccola parentesi, doverosa per far capire un po' di storia dell'HiFi ai novizi, serve anche per far meditare chi, ancora oggi, crede ciecamente in ciò che legge. Attenti, perchè di stupidaggini simili, volute o non volute non importa, ne possono scrivere ancora. E voi fessi che ci credete. Occorre dubitare sempre, anche di queste stesse righe che state leggendo in questo momento. Le opinioni vanno prese come tali, punto e basta.

Bene, possiamo andare avanti.
Dicevamo della trazione a cinghia. Se è l'ascolto fedele della musica che cercate la soluzione universalmente accettata è proprio quella della cinghia. Se cercate invece partenze a razzo e scratching selvaggio optate per la trazione diretta (e cambiate sito web)

la trovate qui:
http://www.tnt-audio.com/sorgenti/analog.html

Angel2000
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 08.10.16
Numero di messaggi : 1122
Località : -
Occupazione/Hobby : -
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  natale55 il Ven 23 Dic 2016 - 18:55

design avanzatissimo e facilmente collocabile in ambiente x architetti e riviste di moda , ma scusa sonicamente poca roba tipo i beocord , non tenevano il passo con i piccoli ampli inglesi del periodo, costavano molto ma ..........


avatar
natale55
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 11.04.14
Numero di messaggi : 3398
Località : san colombano al lambro
Occupazione/Hobby : pensionato
Provincia (Città) : milano
Impianto : AMPLI-galactron mk2240-dac - northstar extremo - lettore di rete cambridge cxn
- cocktail x 10 - diffusori - rona (3 vie a.bellino) venusia (autocostruite a.bellino)
in parcheggio
pre e finale heybrook-ampli creek cas 4040 - proton am10-proton 520-diffusori autocostruiti, permian-w3aj2-jammy
diffusori conar 2 vie coassiale






Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  Angel2000 il Ven 23 Dic 2016 - 19:11

questo era un registratore a cassette, in questo campo c'erano anche piastre giapponesi, come le nakamichi che erano superlative , comunque i b&o non erano solo oggetti di design, ma ottimi apparecchi, spesso di un mondo a parte. Comunque si parlava dei giradischi perchè lì erano veramente innovativi

Angel2000
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 08.10.16
Numero di messaggi : 1122
Località : -
Occupazione/Hobby : -
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  sonic63 il Ven 23 Dic 2016 - 19:52

@Angel2000 ha scritto:se questa è una cagata, io sono il mago zurlì SmileSmileSmile

siete giustificati perchè all'epoca forse eravate appena nati, il rispetto con cui si guardava a questi oggetti di grande pregio era enorme, anche per le loro superbe specifiche tecniche. Che fossero oggetti di design per ricchi è vero, li si guardava nelle vetrine con l'acquolina in bocca, li ricordo in esposizione nelle vetrine di Elettronica Meridionale a via dei mille a Napoli, e vi assicuro che nessuno mai avrebbe preso in giro questi oggetti, fose solo gli invidiosi Laughing

Questi giradischi hanno comunque fatto la storia, e , proprio perchè ho qualche annetto più di voi, lo so bene Smile
Ne ho avuto uno simile a quello della foto(stesso braccio e stesso piatto, solo che nel mio il braccio a riposo era nascosto sotto uno sportello d'alluminio.
Bel giradischi, di design e non suonava neanche male, ma neanche tanto bene.
Venduto senza rimpianti, venduto perchè finchè funzionava tutto valeva ancora qualcosa.

sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5375
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  sonic63 il Ven 23 Dic 2016 - 19:54

@sonic63 ha scritto:
@Angel2000 ha scritto:se questa è una cagata, io sono il mago zurlì SmileSmileSmile

siete giustificati perchè all'epoca forse eravate appena nati, il rispetto con cui si guardava a questi oggetti di grande pregio era enorme, anche per le loro superbe specifiche tecniche. Che fossero oggetti di design per ricchi è vero, li si guardava nelle vetrine con l'acquolina in bocca, li ricordo in esposizione nelle vetrine di Elettronica Meridionale a via dei mille a Napoli, e vi assicuro che nessuno mai avrebbe preso in giro questi oggetti, fose solo gli invidiosi Laughing

Questi giradischi hanno comunque fatto la storia, e , proprio perchè ho qualche annetto più di voi, lo so bene Smile
Ne ho avuto uno simile a quello della foto(stesso braccio e stesso piatto, solo che nel mio il braccio a riposo era nascosto sotto uno sportello d'alluminio.
Bel giradischi, di design e non suonava neanche male, ma neanche tanto bene.
Venduto senza rimpianti, venduto perchè finchè funzionava tutto valeva ancora qualcosa.
trovato ! questo:

sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5375
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  CHAOSFERE il Ven 23 Dic 2016 - 20:16

@sonic63 ha scritto:
@Angel2000 ha scritto:se questa è una cagata, io sono il mago zurlì SmileSmileSmile

siete giustificati perchè all'epoca forse eravate appena nati, il rispetto con cui si guardava a questi oggetti di grande pregio era enorme, anche per le loro superbe specifiche tecniche. Che fossero oggetti di design per ricchi è vero, li si guardava nelle vetrine con l'acquolina in bocca, li ricordo in esposizione nelle vetrine di Elettronica Meridionale a via dei mille a Napoli, e vi assicuro che nessuno mai avrebbe preso in giro questi oggetti, fose solo gli invidiosi Laughing

Questi giradischi hanno comunque fatto la storia, e , proprio perchè ho qualche annetto più di voi, lo so bene Smile
Ne ho avuto uno simile a quello della foto(stesso braccio e stesso piatto, solo che nel mio il braccio a riposo era nascosto sotto uno sportello d'alluminio.
Bel giradischi, di design e non suonava neanche male, ma neanche tanto bene.
Venduto senza rimpianti, venduto perchè finchè funzionava tutto valeva ancora qualcosa.

Ok Ok
avatar
CHAOSFERE
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 04.04.15
Numero di messaggi : 2280
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Ampli: Nad 356 Bee
Pre: T-Preamp TCC TC-754
CD: Technics SL-PG 590
Giradischi: Technics SL B 200
Cuffie: AKG K-271 MKII
Diffusori: AJ174 (DIY by Bellino)
Cavo: Star (DIY by TNT)
------------------------------------
Ampli: Alientek D8
PC con Foobar DarkOne V4
Diffusori: Interpreter (DIY by Bellino)
Cavo: Star (DIY by TNT)
--------------------------------------
Ampli: Topping TP60
Diffusori: anni 80 marca sconosciuta
PC & Smartphone
Cavo: Star (DIY by TNT)


Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  natale55 il Ven 23 Dic 2016 - 20:17

@Angel2000 ha scritto:questo era un registratore a cassette, in questo campo c'erano anche piastre giapponesi, come le nakamichi che erano superlative , comunque i b&o non erano solo oggetti di design, ma ottimi apparecchi, spesso di un mondo a parte. Comunque si parlava dei giradischi perchè lì erano veramente innovativi

lo so' , nello stesso periodo cera una splendida nakamichi autoreverse che girava da sola la cassetta . uno spettacolo

b&o aveva i beocenter come all in one , gli ultimi se non ricordo male avevano sia cassette che cd , i diffusori erano veramente scarsini , i tv invece erano veramente notevoli
avatar
natale55
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 11.04.14
Numero di messaggi : 3398
Località : san colombano al lambro
Occupazione/Hobby : pensionato
Provincia (Città) : milano
Impianto : AMPLI-galactron mk2240-dac - northstar extremo - lettore di rete cambridge cxn
- cocktail x 10 - diffusori - rona (3 vie a.bellino) venusia (autocostruite a.bellino)
in parcheggio
pre e finale heybrook-ampli creek cas 4040 - proton am10-proton 520-diffusori autocostruiti, permian-w3aj2-jammy
diffusori conar 2 vie coassiale






Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  Angel2000 il Ven 23 Dic 2016 - 20:57

@sonic63 ha scritto:
@sonic63 ha scritto:
Ne ho avuto uno simile a quello della foto(stesso braccio e stesso piatto, solo che nel mio il braccio a riposo era nascosto sotto uno sportello d'alluminio.
Bel giradischi, di design e non suonava neanche male, ma neanche tanto bene.
Venduto senza rimpianti, venduto perchè finchè funzionava tutto valeva ancora qualcosa.
trovato ! questo:

comunque roba da veri intenditori, non da tutti, la testina era montata su una slitta sfilabile, credo fosse una Ortofon, correggimi se sbaglio.
Io allora ero uno studente squattrinato e neppure c'era un mercato dell'usato, non essendoci internet , quindi restò un sogno...
oggi se dovessi comperare un giradischi vintage, non comprerei un b&o che era pieno di elettroniche e solenoidi e quindi esposto ad usura, comprerei invece un buon giradischi inglese AR XE/Legend , Systemdek IIX , Ariston Icon - Vinyl Engine

Angel2000
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 08.10.16
Numero di messaggi : 1122
Località : -
Occupazione/Hobby : -
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  beppe61 il Ven 23 Dic 2016 - 21:51

Mah..
Il B&O postato venne costruito dal 1986 al 1990, ora io, del 61, nell' ottantasei avevo ovviamente 25 anni, tu che dichiari di averne 62 dovresti averne avuti 32:( un po troppi per uno studente squattrinato.(non per uno squattrinato Smile Smile )
P.s. Vinyl engine non è una marca di giradischi ma il sito dove si trovano quasi tutte le informazioni utili ed i manuali sui vari gira testine e bracci Shocked Shocked Shocked
http://www.vinylengine.com/library/bang-and-olufsen/beogram-5500.shtml

beppe61
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 11.07.10
Numero di messaggi : 1601
Località : .
Provincia (Città) : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  Angel2000 il Ven 23 Dic 2016 - 22:32

 Allora non era proprio quello, ma evidentemente un modello precedente, comunque ero squattrinato anche appena laureato, disegnavo nello studio di alcuni miei professori e come assistente volontario guadagnavo pochissimo...
vinyl engine è il sito che parla dei giradischi e che consulto spesso per quello l'ho menzionato, vedo che sei attento, allora frequentalo di più Wink

Angel2000
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 08.10.16
Numero di messaggi : 1122
Località : -
Occupazione/Hobby : -
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  fritznet il Ven 23 Dic 2016 - 22:40

@beppe61 ha scritto:Mah..
Il B&O postato venne costruito dal 1986 al 1990, ora io, del 61, nell' ottantasei avevo ovviamente 25 anni, tu che dichiari di averne 62  dovresti averne avuti 32:(  un po troppi per uno studente squattrinato.(non per uno squattrinato Smile Smile )
P.s. Vinyl engine non è una marca di giradischi ma il sito dove si trovano quasi tutte le informazioni utili ed i manuali sui vari gira testine e bracci Shocked Shocked Shocked
http://www.vinylengine.com/library/bang-and-olufsen/beogram-5500.shtml




studia, beppe! Hehe Hehe Hehe
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 9645
Località : Gniva
Occupazione/Hobby : morto e rimorto dalla noia
Provincia (Città) : quercetoland
Impianto : lol-fi


Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  lello64 il Ven 23 Dic 2016 - 22:44

@Angel2000 ha scritto:   Allora non era proprio quello, ma evidentemente un modello precedente, comunque ero squattrinato anche appena laureato, disegnavo nello studio di alcuni miei professori e come assistente volontario guadagnavo pochissimo...
vinyl engine è il sito che parla dei giradischi e che consulto spesso per quello l'ho menzionato, vedo che sei attento, allora frequentalo di più Wink


meno male che adesso che sei affermato e di sul cesso puoi permetterti delle control one by angel2000
avatar
lello64
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 10.06.10
Numero di messaggi : 9098
Provincia (Città) : bologna
Impianto : x+y

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  beppe61 il Ven 23 Dic 2016 - 22:48

@fritznet ha scritto:
@beppe61 ha scritto:Mah..
Il B&O postato venne costruito dal 1986 al 1990, ora io, del 61, nell' ottantasei avevo ovviamente 25 anni, tu che dichiari di averne 62  dovresti averne avuti 32:(  un po troppi per uno studente squattrinato.(non per uno squattrinato Smile Smile )
P.s. Vinyl engine non è una marca di giradischi ma il sito dove si trovano quasi tutte le informazioni utili ed i manuali sui vari gira testine e bracci Shocked Shocked Shocked
http://www.vinylengine.com/library/bang-and-olufsen/beogram-5500.shtml




studia, beppe! Hehe Hehe Hehe

Mi applico ma non sono intelligente Sad
(me l'ha detto Valter Neri!!!)

beppe61
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 11.07.10
Numero di messaggi : 1601
Località : .
Provincia (Città) : .
Impianto : .

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  fritznet il Ven 23 Dic 2016 - 23:14

...eee siamo in tanti, Beppe, fortuna che abbiamo chi ci illumina la strada Hehe











p.s. butta quel thorens e comprati un vinylengine!
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 9645
Località : Gniva
Occupazione/Hobby : morto e rimorto dalla noia
Provincia (Città) : quercetoland
Impianto : lol-fi


Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  dinamanu il Ven 23 Dic 2016 - 23:17

cioe' va' su vinylengine a reperire info prima di postare ! ma pensa come sei messo ...non hai manco il TT e stai qui a menarcela ?!
avatar
dinamanu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 04.12.15
Numero di messaggi : 3828
Provincia (Città) : A
Impianto : B

Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  CHAOSFERE il Ven 23 Dic 2016 - 23:22

@fritznet ha scritto:...eee siamo in tanti, Beppe, fortuna che abbiamo chi ci illumina la strada  Hehe

p.s. butta quel thorens e comprati un vinylengine!

Hehe Hehe Hehe Hehe Laughing
avatar
CHAOSFERE
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 04.04.15
Numero di messaggi : 2280
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Ampli: Nad 356 Bee
Pre: T-Preamp TCC TC-754
CD: Technics SL-PG 590
Giradischi: Technics SL B 200
Cuffie: AKG K-271 MKII
Diffusori: AJ174 (DIY by Bellino)
Cavo: Star (DIY by TNT)
------------------------------------
Ampli: Alientek D8
PC con Foobar DarkOne V4
Diffusori: Interpreter (DIY by Bellino)
Cavo: Star (DIY by TNT)
--------------------------------------
Ampli: Topping TP60
Diffusori: anni 80 marca sconosciuta
PC & Smartphone
Cavo: Star (DIY by TNT)


Torna in alto Andare in basso

Re: altro che condizionatori di rete...in Giappone la prendono seriamente ...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum