T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio
Ti piace il nuovo stile del T-Forum?
Sì, meglio questo nuovo
48% / 35
No, era meglio quello vecchio
52% / 38
Ultimi argomenti
ALIENTEK D8Oggi alle 13:18kalium
HelP! DAC!Oggi alle 9:50johnny99
POPU VENUS Oggi alle 7:23gigetto
DAC fatto in casaLun 27 Mar 2017 - 23:17Calbas
I postatori più attivi della settimana
22 Messaggi - 22%
14 Messaggi - 14%
12 Messaggi - 12%
12 Messaggi - 12%
9 Messaggi - 9%
7 Messaggi - 7%
7 Messaggi - 7%
6 Messaggi - 6%
5 Messaggi - 5%
5 Messaggi - 5%
I postatori più attivi del mese
295 Messaggi - 22%
265 Messaggi - 20%
145 Messaggi - 11%
142 Messaggi - 11%
116 Messaggi - 9%
91 Messaggi - 7%
84 Messaggi - 6%
72 Messaggi - 5%
68 Messaggi - 5%
67 Messaggi - 5%
Migliori postatori
Stentor (20392)
20392 Messaggi - 15%
DACCLOR65 (19630)
19630 Messaggi - 15%
schwantz34 (15499)
15499 Messaggi - 12%
Silver Black (15439)
15439 Messaggi - 11%
nd1967 (12803)
12803 Messaggi - 10%
flovato (12509)
12509 Messaggi - 9%
10260 Messaggi - 8%
piero7 (9854)
9854 Messaggi - 7%
wasky (9229)
9229 Messaggi - 7%
fritznet (8857)
8857 Messaggi - 7%
Chi è in linea
In totale ci sono 81 utenti in linea :: 6 Registrati, 3 Nascosti e 72 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Aunktintaun, biiotechano, dinamanu, Fazz, nerone, p.cristallini

Vedere la lista completa

Flusso RSS

Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
Zio
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 06.04.13
Numero di messaggi : 2651
Provincia (Città) : Parma e Verona
Impianto :
Clicca se sei curioso:
Impianto in uso:
- Notebook con Foobar su W7
- Netbook con Daphile
- Douk DAC
- Marantz SR-4400
- Advance Acoustic MAA 406
- Dipolo Diy
- Cavi segnale RCA Diy very cheap
- Cavi potenza TNT Star Diy
- SUB JBL Diy per prima ottava
Nel cassetto:
- Yarland M34 con KT66
- Abletec ALC240
- Luxman C-03
- Breeze Audio TPA3116
- Marantz CD-67 SE
- Thorens TD180 con Goldring 10-20
- EQ YAMAHA EQ-500
- DAC Tascam us144 mkii
- Scythe SCBKS-1100 Kro Craft
- qualche altoparlante
- componenti per Crossover a volontà...
- Notebook con REW e microfono


Clicca se NON sei curioso:
Ma se non sei curioso...
perchè hai cliccato!!




Re: Proac studio 148

il Gio 26 Nov 2015 - 11:10
@Sauro_Sapi ha scritto:Sulla rivista Audioreview di questo mese c'è una prova completa delle 148.

Permettetemi di dire che, nonostante sia un amante del marchio e del suono Proac, vedendo i componenti che montano hanno un listino davvero alto! Rolling Eyes
Concordo.
Devo anche dire che avevo misurato in ambiente le 140 e la risposta non era eccezionale confrontata alle KEF ls50 o alle Duevel Planets.
Nonostante questo il risultato sonoro era di altissilo livello, un po' sbilanciato verso gli estremi (specialmente in basso), ma molto piacevole.
Probabilmente i progettisti hanno personalizzato il suono per renderlo più "piacevole".
avatar
natale55
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 11.04.14
Numero di messaggi : 3240
Località : san colombano al lambro
Occupazione/Hobby : pensionato
Provincia (Città) : milano
Impianto : AMPLI-galactron mk2240- GIRA-rega planar 3 con pre phono cambridge audio
dac - northstar extremo - lettore di rete cambridge cxn
- cocktail x 10 - pc dell latitude e5440.hard disk esterno wd 3 tera
diffusori - rona (3 vie a.bellino) - jammy (largabanda a.bellino)- conar (coassiale a.bellino) permian ( diy largabanda a. bellino)
in parcheggio
pre e finale heybrook - ampli creek cas 4040 - casse w3aj2 " autocostruite (a.bellino) -" pikken " autocostruite ( a. bellino)-"le rane" modifica delle w3aj2 - autocostruite
minihorn con tweeter



Re: Proac studio 148

il Gio 26 Nov 2015 - 13:23
@Sauro_Sapi ha scritto:Sulla rivista Audioreview di questo mese c'è una prova completa delle 148.

Permettetemi di dire che, nonostante sia un amante del marchio e del suono Proac, vedendo i componenti che montano hanno un listino davvero alto! Rolling Eyes

purtroppo non è solo proac ma è una consuetudine, piu' si risparmia sui componenti + si guadagna , è il commercio Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad e chi ci rimette è sempre il cliente finale
avatar
Sauro_Sapi
Appassionato
Appassionato
Data d'iscrizione : 29.10.12
Numero di messaggi : 336
Località : Modena
Provincia (Città) : Modena
Impianto : Catena Audio: sorgente digitale Denon DCD 2010AE, amplificatore Denon PMA 2010AE, diffusori RJ Design Violini Secondi MKI.

Trasporto: cavi DIY sia per segnale che potenza, su progetti TNT FFRC e Shoestrings.

Ambiente: sala 6x3.9m mediamente trattata.

Re: Proac studio 148

il Gio 26 Nov 2015 - 14:22
@natale55 ha scritto:
@Sauro_Sapi ha scritto:Sulla rivista Audioreview di questo mese c'è una prova completa delle 148.

Permettetemi di dire che, nonostante sia un amante del marchio e del suono Proac, vedendo i componenti che montano hanno un listino davvero alto! Rolling Eyes

purtroppo non è solo proac ma è una consuetudine, piu' si risparmia sui componenti + si guadagna , è il commercio Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad e chi ci rimette è sempre il cliente finale

Però ci sono alcune realtà che mantengono un'ottimo rapporto qualità/prezzo: un esempio su tutte Opera Loudspeakers.
Un esempio recente sono le nuove Prima 2015: hanno un prezzo di listino sconcertante (in senso positivo), tenendo in considerazione l'ottima fattura del cabinet, il pregio dei trasduttori utilizzati, la componentistica passiva di taglio e la realizzazione italiana.
Sono convinto che volendosele produrre uguali in casa (cosa infattibile causa la customizzazione degli altorparlanti Scan Speak), ci andrebbero versati sopra con facilità sui 1000€, tenendo in considerazione di farle fare ad un bravo falegname.
avatar
natale55
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 11.04.14
Numero di messaggi : 3240
Località : san colombano al lambro
Occupazione/Hobby : pensionato
Provincia (Città) : milano
Impianto : AMPLI-galactron mk2240- GIRA-rega planar 3 con pre phono cambridge audio
dac - northstar extremo - lettore di rete cambridge cxn
- cocktail x 10 - pc dell latitude e5440.hard disk esterno wd 3 tera
diffusori - rona (3 vie a.bellino) - jammy (largabanda a.bellino)- conar (coassiale a.bellino) permian ( diy largabanda a. bellino)
in parcheggio
pre e finale heybrook - ampli creek cas 4040 - casse w3aj2 " autocostruite (a.bellino) -" pikken " autocostruite ( a. bellino)-"le rane" modifica delle w3aj2 - autocostruite
minihorn con tweeter



Re: Proac studio 148

il Gio 26 Nov 2015 - 14:38
@Sauro_Sapi ha scritto:
@natale55 ha scritto:

purtroppo non è solo proac ma è una consuetudine, piu' si risparmia sui componenti + si guadagna , è il commercio Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad e chi ci rimette è sempre il cliente finale

Però ci sono alcune realtà che mantengono un'ottimo rapporto qualità/prezzo: un esempio su tutte Opera Loudspeakers.
Un esempio recente sono le nuove Prima 2015: hanno un prezzo di listino sconcertante (in senso positivo), tenendo in considerazione l'ottima fattura del cabinet, il pregio dei trasduttori utilizzati, la componentistica passiva di taglio e la realizzazione italiana.
Sono convinto che volendosele produrre uguali in casa (cosa infattibile causa la customizzazione degli altorparlanti Scan Speak), ci andrebbero versati sopra con facilità sui 1000€, tenendo in considerazione di farle fare ad un bravo falegname.

hai perfettamente ragione , io ho trovato una di queste realtà proprio vicino a casa mia (3km) la audiojam2 e anche il falegname che gli costruisce i cabinets è della mia zona e so' esattamente cosa costa far fare i mobili da lui. vedo un sacco di diffusori commerciali smontati da lui e ti assicuro che i mobili sono tutt'altro che fatti bene anzi , sono restato molto male vedendo grandi marchi con mobili orrendi ( truciolato di bassissimo livello )
avatar
Zio
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 06.04.13
Numero di messaggi : 2651
Provincia (Città) : Parma e Verona
Impianto :
Clicca se sei curioso:
Impianto in uso:
- Notebook con Foobar su W7
- Netbook con Daphile
- Douk DAC
- Marantz SR-4400
- Advance Acoustic MAA 406
- Dipolo Diy
- Cavi segnale RCA Diy very cheap
- Cavi potenza TNT Star Diy
- SUB JBL Diy per prima ottava
Nel cassetto:
- Yarland M34 con KT66
- Abletec ALC240
- Luxman C-03
- Breeze Audio TPA3116
- Marantz CD-67 SE
- Thorens TD180 con Goldring 10-20
- EQ YAMAHA EQ-500
- DAC Tascam us144 mkii
- Scythe SCBKS-1100 Kro Craft
- qualche altoparlante
- componenti per Crossover a volontà...
- Notebook con REW e microfono


Clicca se NON sei curioso:
Ma se non sei curioso...
perchè hai cliccato!!




Re: Proac studio 148

il Gio 26 Nov 2015 - 15:41
@natale55 ha scritto:sono restato molto male vedendo grandi marchi con mobili orrendi ( truciolato di bassissimo livello )
Perà fatte così sono leggere da trasportare... Very Happy
avatar
natale55
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 11.04.14
Numero di messaggi : 3240
Località : san colombano al lambro
Occupazione/Hobby : pensionato
Provincia (Città) : milano
Impianto : AMPLI-galactron mk2240- GIRA-rega planar 3 con pre phono cambridge audio
dac - northstar extremo - lettore di rete cambridge cxn
- cocktail x 10 - pc dell latitude e5440.hard disk esterno wd 3 tera
diffusori - rona (3 vie a.bellino) - jammy (largabanda a.bellino)- conar (coassiale a.bellino) permian ( diy largabanda a. bellino)
in parcheggio
pre e finale heybrook - ampli creek cas 4040 - casse w3aj2 " autocostruite (a.bellino) -" pikken " autocostruite ( a. bellino)-"le rane" modifica delle w3aj2 - autocostruite
minihorn con tweeter



Re: Proac studio 148

il Gio 26 Nov 2015 - 15:47
@Zio ha scritto:
@natale55 ha scritto:sono restato molto male vedendo grandi marchi con mobili orrendi ( truciolato di bassissimo livello )
Perà fatte così sono leggere da trasportare... Very Happy

vero stefano , non avevo considerato questa loro peculiarità, devo rivedere le mie idee Embarassed Embarassed Embarassed Embarassed
falky2012
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 03.12.12
Numero di messaggi : 184
Località : Milano
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Ampli: Naim Nait 5si Diffusori:Proac 148 CD: Marantz 6004 Liquida: Pioneer N50

Re: Proac studio 148

il Gio 26 Nov 2015 - 20:53
Da neopossessore posso solo dire che suonano molto motto bene.
Credo che la resa di un diffusore non dipenda, esclusivamente, dalla qualita' dei materiali impiegati.
E' anche una questione di sinergia dei componenti.
Detto questo, riferendomi, in generale ai prezzi ed alla loro corrispondenza al pregio dei materiali, porto un esempio.
Facciamo che un paio di buoni diffusori costino, street price, 2500 euro.
Detraiamo l iva, che non concorre alla qualita' costruttiva, per circa 450 Euro.
Ora, ai 2050 euro residui, considerando ad es un marchio inglese, dovremo togliere il profitto del negoziante, il margine del distributore italiano, le spese di trasporto.
Penso che saremo su un 50%, diciamo un 1000 euro.
A questo punto i nostri diffusori valgono 1050 euro.
Il nostro produttore, alla fonte, ha anch egli delle spese: costi aziendali, i lavoratori, il marketing, la ricerca e le sue tasse che, possiamo dire, incidono per un prudenziale ulteriore 30/35 %, diciamo un 350 euro?
Et voila' che le nostre casse da 2500 euro valgono 700 euro.
Vogliamo dare, infine, un po' di profitto al nostro povero produttore? Facciamo un 30% per un 200 euro?
Bene, il costo dei materiali utilizzati per le nostre megacasse da 2500 euro potrebbero aggirarsi sui 500 euro, forse anche meno...
Ho fatto i conti del salumiere, se ho detto sbagliato sono pronto a ricredermi.

avatar
natale55
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 11.04.14
Numero di messaggi : 3240
Località : san colombano al lambro
Occupazione/Hobby : pensionato
Provincia (Città) : milano
Impianto : AMPLI-galactron mk2240- GIRA-rega planar 3 con pre phono cambridge audio
dac - northstar extremo - lettore di rete cambridge cxn
- cocktail x 10 - pc dell latitude e5440.hard disk esterno wd 3 tera
diffusori - rona (3 vie a.bellino) - jammy (largabanda a.bellino)- conar (coassiale a.bellino) permian ( diy largabanda a. bellino)
in parcheggio
pre e finale heybrook - ampli creek cas 4040 - casse w3aj2 " autocostruite (a.bellino) -" pikken " autocostruite ( a. bellino)-"le rane" modifica delle w3aj2 - autocostruite
minihorn con tweeter



Re: Proac studio 148

il Gio 26 Nov 2015 - 21:04
piccolo esempio x quello che vale , è un  piccolo costruttore che non usa nessun distributore o negozio . i negozi non mi beccano piu' neanche dipinto

" R 3 9 MKII "
Prezzi a partire da/prices from - 2190€
3vie dipolare a pannello, doppio woofer 380mm,

avatar
Sauro_Sapi
Appassionato
Appassionato
Data d'iscrizione : 29.10.12
Numero di messaggi : 336
Località : Modena
Provincia (Città) : Modena
Impianto : Catena Audio: sorgente digitale Denon DCD 2010AE, amplificatore Denon PMA 2010AE, diffusori RJ Design Violini Secondi MKI.

Trasporto: cavi DIY sia per segnale che potenza, su progetti TNT FFRC e Shoestrings.

Ambiente: sala 6x3.9m mediamente trattata.

Re: Proac studio 148

il Ven 27 Nov 2015 - 9:27
Provo a fare una valutazione del costo, partendo dai componenti...

Se un midwoofer 6.5" serie Prestige coated cone al consumatore finale stà sui 60€/cad., alla Proac con magnete ridotto (la parte più costosa del trasduttore come materia prima), saremo, conteggiando la customizzazione, sui 30€/cad. a stare abbondanti (forse troppo).
Quindi siamo sui 120€ per i 4 mediobassi.
Aggiungiamo 20€ per il tweeter Scan Speak, di soli trasduttori ci fermiamo a 160€.
Il crossover è fatto bene, ma in economia, aggiungerei 20€ di componenti.
Il cabinet non è affatto una realizzazione all'ultimo grido in fatto di lavorazioni e materiale, ma ci mettiamo 100€ a cabinet, compreso finitura, morsettiera ed accessori vari.

Alla fine il costo vivo stimo (ma vedrete che non siamo lontani dalla realtà) stà sui 380€.

Dici bene falky2012, ci sono tutti i passaggi che gonfiano il prezzo, ed è per questo ribadisco che di listino è alto, rispetto ai componenti.
Ribadisco anche che mi piace il marchio Proac, ma secondo me si trovano molte alternative con un miglior rapporto qualità/prezzo, ma questo è il mio umile e sfacciato parere.
gigetto
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 13.03.15
Numero di messaggi : 1425
Provincia (Città) : Novara
Impianto : Pre+ finale a valvole e monovia oppure PMA50 con Proac 140

Re: Proac studio 148

il Ven 27 Nov 2015 - 10:08
@falky2012 ha scritto:Da neopossessore posso solo dire che  suonano molto motto bene.
Credo che  la resa di un diffusore non dipenda, esclusivamente, dalla qualita' dei materiali impiegati.
E' anche una questione di sinergia dei componenti.
Detto questo, riferendomi, in generale ai prezzi ed alla loro corrispondenza al pregio dei materiali, porto un esempio.
Facciamo che un paio di buoni diffusori costino, street price, 2500 euro.
Detraiamo l iva, che non concorre alla qualita' costruttiva, per circa 450 Euro.
Ora, ai 2050 euro residui, considerando ad es un marchio inglese, dovremo togliere il profitto del negoziante, il margine del distributore italiano, le spese di trasporto.
Penso che saremo su un 50%, diciamo un 1000 euro.
A questo punto i nostri diffusori valgono 1050 euro.
Il nostro produttore, alla fonte, ha anch egli delle spese: costi aziendali, i lavoratori, il marketing, la ricerca e le sue tasse che, possiamo dire, incidono per un prudenziale ulteriore 30/35 %, diciamo un 350 euro?
Et voila' che le nostre casse da 2500 euro valgono 700 euro.
Vogliamo dare, infine, un po' di profitto  al nostro povero produttore? Facciamo un 30% per un 200 euro?
Bene, il costo dei materiali utilizzati per le nostre megacasse da 2500 euro potrebbero aggirarsi sui 500 euro, forse anche meno...
Ho fatto i conti del salumiere, se ho detto sbagliato sono pronto a ricredermi.


Tutto corretto, sopratutto oggi dove l'Hi-Fi è una infinitesima nicchia di un mercato che faceva milioni di pezzi negli anni ottanta.
avatar
Zio
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 06.04.13
Numero di messaggi : 2651
Provincia (Città) : Parma e Verona
Impianto :
Clicca se sei curioso:
Impianto in uso:
- Notebook con Foobar su W7
- Netbook con Daphile
- Douk DAC
- Marantz SR-4400
- Advance Acoustic MAA 406
- Dipolo Diy
- Cavi segnale RCA Diy very cheap
- Cavi potenza TNT Star Diy
- SUB JBL Diy per prima ottava
Nel cassetto:
- Yarland M34 con KT66
- Abletec ALC240
- Luxman C-03
- Breeze Audio TPA3116
- Marantz CD-67 SE
- Thorens TD180 con Goldring 10-20
- EQ YAMAHA EQ-500
- DAC Tascam us144 mkii
- Scythe SCBKS-1100 Kro Craft
- qualche altoparlante
- componenti per Crossover a volontà...
- Notebook con REW e microfono


Clicca se NON sei curioso:
Ma se non sei curioso...
perchè hai cliccato!!




Re: Proac studio 148

il Ven 27 Nov 2015 - 10:26
Ragazzi, io non voglio difendere ProAC che anche a mio avviso fa pagare parecchio il marchio, ma....

Io mi diletto a progettare e realizzare qualche diffusore, ed un idea dei prezzi ce l'ho.
Io acquisto parecchi componenti dalla Cina e faccio i lavori in economia. Ovviamente non ho sconti sulle quantità.
Il costo di quei diffusori a livello di materiali a mio avviso supera i 500euro (non di molto...).
Un'azienda ha parecchi costi fissi che deve per forza scaricare sul cliente. Non bisogna fare il conto come se fosse un autodidatta ad assemblarsi i suoi lavoretti. Poi hanno un problema di garanzie che incidono ancora sul prezzo.

Con questo non voglio dire che siano vendute a buon prezzo, è che spesso si fanno i conti a casa degli altri senza essere al corrente di tutte le questioni.

La via di mezzo starebbe nell'acquistare i diffusori da bravi professionisti (artigiani), ed in Italia ne conosco almeno un paio molto competenti. Ottimi prodotti a prezzi onesti.

E comunque, al di là di tutto, le ProAC suonano bene.
avatar
Sauro_Sapi
Appassionato
Appassionato
Data d'iscrizione : 29.10.12
Numero di messaggi : 336
Località : Modena
Provincia (Città) : Modena
Impianto : Catena Audio: sorgente digitale Denon DCD 2010AE, amplificatore Denon PMA 2010AE, diffusori RJ Design Violini Secondi MKI.

Trasporto: cavi DIY sia per segnale che potenza, su progetti TNT FFRC e Shoestrings.

Ambiente: sala 6x3.9m mediamente trattata.

Re: Proac studio 148

il Ven 27 Nov 2015 - 12:17
@Zio ha scritto:Il costo di quei diffusori a livello di materiali a mio avviso supera i 500euro (non di molto...).

Per me non arrivano a 400€ di materiali, lavorazioni cabinet ed assemblaggio.

@Zio ha scritto:Un'azienda ha parecchi costi fissi che deve per forza scaricare sul cliente. Non bisogna fare il conto come se fosse un autodidatta ad assemblarsi i suoi lavoretti.

Con questo non voglio dire che siano vendute a buon prezzo, è che spesso si fanno i conti a casa degli altri senza essere al corrente di tutte le questioni.

Io sò molto bene quali sono i costi di gestione di un'azienda, ma non è questo il punto. Io mi riferivo al fatto che con tutti i passaggi che ci sono, il prezzo normalmente lievita ma rimane comunque alto rispetto al costo delle componentistica base. Ci sono equiparabili prodotti di aziende italiane come Opera o Chario, che costano molto meno a parità di componenti ed aggiungendoci anche un'importatore di mezzo (che ovviamente non c'è in questi ultimi casi).

@Zio ha scritto:Poi hanno un problema di garanzie che incidono ancora sul prezzo.

Anche Proac si rivale sui suoi fornitori per le garanzie.

Rimane un mio parere...

avatar
Sauro_Sapi
Appassionato
Appassionato
Data d'iscrizione : 29.10.12
Numero di messaggi : 336
Località : Modena
Provincia (Città) : Modena
Impianto : Catena Audio: sorgente digitale Denon DCD 2010AE, amplificatore Denon PMA 2010AE, diffusori RJ Design Violini Secondi MKI.

Trasporto: cavi DIY sia per segnale che potenza, su progetti TNT FFRC e Shoestrings.

Ambiente: sala 6x3.9m mediamente trattata.

Re: Proac studio 148

il Ven 27 Nov 2015 - 14:14
P.s: concludo e poi non insisterò più, Proac mi piace molto come marchio!

Passo e chiudo! Ok
falky2012
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 03.12.12
Numero di messaggi : 184
Località : Milano
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Ampli: Naim Nait 5si Diffusori:Proac 148 CD: Marantz 6004 Liquida: Pioneer N50

Re: Proac studio 148

il Ven 27 Nov 2015 - 20:08
A questo punto mi viene spontaneo chiedere: chi riuscirebbe con 400/500 euro di componenti a realizzare diffusori che suonano bene come le Proac?
La Proac e basta forse.
Se qualcun altro ci riuscisse, a parer mio, avrebbe fatto bingo.
avatar
natale55
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 11.04.14
Numero di messaggi : 3240
Località : san colombano al lambro
Occupazione/Hobby : pensionato
Provincia (Città) : milano
Impianto : AMPLI-galactron mk2240- GIRA-rega planar 3 con pre phono cambridge audio
dac - northstar extremo - lettore di rete cambridge cxn
- cocktail x 10 - pc dell latitude e5440.hard disk esterno wd 3 tera
diffusori - rona (3 vie a.bellino) - jammy (largabanda a.bellino)- conar (coassiale a.bellino) permian ( diy largabanda a. bellino)
in parcheggio
pre e finale heybrook - ampli creek cas 4040 - casse w3aj2 " autocostruite (a.bellino) -" pikken " autocostruite ( a. bellino)-"le rane" modifica delle w3aj2 - autocostruite
minihorn con tweeter



Re: Proac studio 148

il Ven 27 Nov 2015 - 20:17
@falky2012 ha scritto:A questo punto mi viene spontaneo chiedere: chi riuscirebbe con 400/500 euro di componenti a realizzare diffusori che suonano bene come le Proac?
La Proac e basta forse.
Se qualcun altro ci riuscisse, a parer mio, avrebbe fatto bingo.

la butto li , guarda

http://www.audiojam2.com/pagina_2_2.html
falky2012
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 03.12.12
Numero di messaggi : 184
Località : Milano
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Ampli: Naim Nait 5si Diffusori:Proac 148 CD: Marantz 6004 Liquida: Pioneer N50

Re: Proac studio 148

il Ven 27 Nov 2015 - 20:26
Natale, suonano bene o suonano come le Proac?
avatar
natale55
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 11.04.14
Numero di messaggi : 3240
Località : san colombano al lambro
Occupazione/Hobby : pensionato
Provincia (Città) : milano
Impianto : AMPLI-galactron mk2240- GIRA-rega planar 3 con pre phono cambridge audio
dac - northstar extremo - lettore di rete cambridge cxn
- cocktail x 10 - pc dell latitude e5440.hard disk esterno wd 3 tera
diffusori - rona (3 vie a.bellino) - jammy (largabanda a.bellino)- conar (coassiale a.bellino) permian ( diy largabanda a. bellino)
in parcheggio
pre e finale heybrook - ampli creek cas 4040 - casse w3aj2 " autocostruite (a.bellino) -" pikken " autocostruite ( a. bellino)-"le rane" modifica delle w3aj2 - autocostruite
minihorn con tweeter



Re: Proac studio 148

il Ven 27 Nov 2015 - 20:33
se prendi un diffusore del prezzo delle proac secondo me le surclassano alla grande , ma già un due vie tipo le atlantys sono meglio , chiaro che ogniuno ha gusti diversi , l'unica cosa è sentirle , visto che sei in zona mi pare , io farei un salto da lui anche solo x curiosità
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum